Windows Mobile 6, il Vista da taschino

Microsoft aggiorna la propria piattaforma mobile, dedicata soprattutto a smartphone e PDA, integrandola con i suoi prodotti più recenti, come Vista ed Exchange 2007, e aggiungendovi il supporto al VoIP. Ecco le principali novità

Barcellona – Dopo aver aggiornato i suoi prodotti di punta, inclusi Windows, Office ed Exchange, Microsoft ha dato una rinfrescata anche alla propria piattaforma mobile, lanciando con l’occasione nuovi servizi Windows Live espressamente studiati per gli utenti in movimento.

Tra le novità di Windows Mobile 6 una veste grafica più accattivante e l’integrazione di più avanzate funzionalità di sicurezza, ma è opinione diffusa che questo update sia da considerarsi più un “Windows Mobile 5 Second Edition” che una vera e propria major release. A puntellare questa tesi c’è ad esempio il fatto che il motore della nuova piattaforma non è il giovane e grintoso Windows CE 6.0 , completato lo scorso novembre, ma lo stesso kernel già alla base di Windows Mobile 5 . Il vantaggio è che la nuova release conserva la piena compatibilità con tutte le applicazioni odierne.

Il rilascio della nuova versione di Windows Mobile si giustifica soprattuto con il desiderio di Microsoft di integrare da subito questa piattaforma con Windows Vista, Office 2007 e, in modo particolare, Exchange 2007 . Il salto evolutivo più importante è atteso il prossimo anno con il rilascio di Photon , nome in codice della prima versione di Windows Mobile basata su Windows CE 6.0.

Come si è detto, tra le novità più importanti di Windows Mobile 6 c’è il supporto alle nuove funzionalità introdotte da Exchange 2007 . Tra queste la più rimarchevole è la tecnologia Direct Push , che permette di sincronizzare automaticamente e in tempo reale email, calendario, appuntamenti e contatti di Outlook. Questa funzione, per altro già introdotta in Windows Mobile 5 con l’update AKU 2.0, permette a Microsoft di insidiare più da vicino la piattaforma BlackBerry di RIM .

In accoppiata con il nuovo Exchange gli utenti mobili potranno poi cercare all’interno delle proprie email senza la necessità di scaricarle in locale; scaricare interamente solo determinati messaggi; aggiungere dei flag alle email (importante, urgente ecc.) similmente a quanto è possibile fare con le versioni desktop di Outlook; aprire documenti linkati ad un server SharePoint nello stesso modo di un allegato di posta; scegliere una cartella personalizzata per la sincronizzazione delle email; vedere chi parteciperà a una riunione e rispondere e inoltrare le richieste di appuntamento; cancellare tutti i dati da remoto in caso di furto o smarrimento del dispositivo; configurare l’invio automatico di una email quando si è sconnessi. Va infine segnalato come tutte le funzionalità di sincronizzazione con Exchange sono ora direttamente accessibili da Outlook Mobile anziché da ActiveSync.

E, a proposito di Outlook Mobile, la novità più vistosa è data dal supporto alle email HTML e ai link attivi a siti Web e server SharePoint. Grazie a questa funzionalità i messaggi di posta elettronica vengono visualizzati come su un PC, preservando immagini, tabelle, formattazione e link: questo sia che provengano da un server aziendale come Exchange Server 2007, sia che provengano da account web come Windows Live Hotmail (ex Windows Live Mail), Yahoo! Mail, GMail o altri service provider.

Sono state inoltre aggiunte al client nove nuove opzioni one-clik , tra le quali Rispondi a tutti e Elimina , la possibilità di contrassegnare una email e spostare un messaggio in una sotto-cartella. Outlook Mobile supporta ora anche diverse scorciatoie da tastiera, simili a quelle della versione desktop, con cui è possibile eseguire decine di operazioni senza accedere ai menù del programma.

Sempre sul fronte della messaggistica si segnala la dipartita del vecchio MSN Messenger in favore del nuovo Windows Live Messenger , che permette agli utenti mobili di chattare con più persone contemporaneamente, usare gli emoticon animati, inviare file o immagini, registrare e spedire appunti vocali. Live Messenger fa parte della suite di servizi Windows Live for Windows Mobile , un aggiornamento al precedente Pocket MSN che comprende ricerche sul Web (Live Search), e-mail (Live Hotmail), instant messaging (Live Messenger) e blogging (Live Spaces). Windows Mobile 6 supporta nativamente la sincronizzazione con Windows Vista , che come noto ha introdotto a tale scopo il Windows Mobile Device Center (scaricabile da Windows Update): questo software permette di sincronizzare messaggi, contatti, appuntamenti, bookmark e file; navigare fra le cartelle del dispositivo mobile; gestire, ordinare e importare le foto; e sincronizzare, attraverso il Windows Media Player, musica e video.

La suite Office Mobile , che oltre al già citato Outlook si compone di Word, Excel e PowerPoint, amplia l’interoperabilità con la suite desktop e consente di creare o modificare direttamente i documenti originali preservando inalterata la formattazione e il layout originali (tabelle, immagini e testo). Fa eccezione il giovane PowerPoint Mobile, che può essere utilizzato esclusivamente come viewer. Da sottolineare come manchi il supporto al nuovo formato dei documenti Open XML di Office 2007, che Microsoft prevede di aggiungere solo in un secondo tempo.

Una caratteristica di Windows Mobile 6 particolarmente legata ad Office è il supporto alla tecnologia Information Rights Management ( IRM ), che permette alle aziende di stabilire chi può aprire e/o modificare e/o copiare determinati documenti o messaggi di posta elettronica.

Windows Mobile 6 include l’ultima versione di MS.NET Compact Framework e una versione “pocket” di SQL Server , che permettono di far girare applicazioni in grado di interfacciarsi ai database aziendali. L’inclusione di SQL Server 2005 Compact Edition (inizialmente noto come SQL Server Everywhere ) permette di creare una copia dei dati prelevati da un database remoto e lavorarvi anche quando si è offline.

Una delle aree di Windows Mobile 6 ad aver beneficiato delle revisioni più importanti è quella della telefonia. Qui è infatti stato aggiunto il supporto nativo al VoIP , e in particolare al protocollo standard SIP, all’AEC (Acoustic Echo Cancelling) e al codec audio MSRT; ed è stato incluso un tool che semplifica la configurazione di uno smartphone come modem ad alta velocità (via cavo o Bluetooth). C’è poi la funzione Smart Dialer 2.0 , che consente di cercare rapidamente un contatto e di fornire i risultati meano a mano che si digitano i caratteri sulla tastiera (fisica o virtuale); la nuova funzione Speed Dial , che consente di effettuare una chiamata rapida tenendo premuto un tasto; e una versione aggiornata dello strumento Call History , ora in grado di raggruppare per contatto le chiamate ricevute, perse o effettuate.

Per quanto riguarda la sicurezza, il nuovo Windows Mobile introduce il supporto alla cifratura dei dati archiviati su memorie esterne e allo standard critoografico AES a 128 bit, la capacità di importare i certificati digitali da Active Directory o da file Personal Information Exchange (PFX), e l’inclusione di una gestione più avanzata di password e PIN.

Windows Mobile 6 debutterà sul mercato a maggio in tre diverse edizioni : la Standard , tagliata su misura per gli smartphone; la Professional , indirizzata ai PDA phone; e la Classic , studiata invece per i Pocket PC privi di funzionalità telefoniche. Tutte e tre le versioni supportano sia i dispositivi dotati di schermo touch-screen sia quelli che ne sono privi.

Uno dei primi smartphone basati su Windows Mobile 6 ad arrivare in Europa sarà l’SPV E650 di HTC, distribuito in Gran Bretagna da Orange. HP e British Telecom saranno invece i primi ad offrire smartphone Windows-based con servizi VoIP per l’utenza business europea.

Secondo la società di analisi IDC , i dispositivi mobili con software Microsoft hanno registrato una crescita mondiale annua pari al 135,3% nel 2006. Entro il 2010 l’azienda prevede poi che Windows Mobile sarà il sistema operativo mobile a più elevata crescita (75,6%), questo a scapito del suo più diretto rivale, Symbian OS, che nei prossimi anni dovrà fronteggiare anche l’avanzata di Linux embedded.

Per conoscere le novità di Windows Mobile 6 dedicate agli sviluppatori un buon punto di partenza è questo articolo pubblicato negli scorsi giorni su MSDN.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti