Windows Phone e RT, voci di riunificazione

La release Blue dell'OS per smartphone potrebbe segnare la prima seria convergenza tra mondo mobile e desktop. In vista di una definitiva simbiosi nella prossima major release

Roma – “Da prendere con le molle”: Paul Thurrott, sul suo sito dedicato al mondo Windows, mette le mani avanti e dice che sebbene quanto riporta sia una voce fondata non può garantire quanto afferma. Eppure, vista in prospettiva, l’indiscrezione raccolta avrebbe senz’altro senso: Microsoft punta a garantire una sovrapposizione del 77 per cento tra API di Windows RT e Windows Phone a partire dalla release 8.1 di quest’ultimo, con la possibilità di sviluppare applicazioni “universali” che girino su entrambe le piattaforme. Da Windows 9 in avanti, addirittura, ci potrebbe essere l’unità completa attorno al Core NT dell’OS, con differenze tra il sistema operativo desktop e quello mobile unicamente nelle estensioni specifiche per le piattaforme.

Mentre l’attuale generazione Windows Phone 8 attende ancora la distribuzione omogenea degli aggiornamenti GDR2 e GDR3 su tutti i terminali venduti in tutto il mondo, in modo da uniformare le capacità dei terminali (soprattutto nella gestione delle estensioni CalDAV e CardDAV ), e mentre Nokia si affretta a completare anche la distribuzione del proprio update Amber che porta in dote una nuova app fotocamera su parecchi modelli, ecco che iniziano a circolare le voci sulla prossima release attesa per la primavera 2014. Windows Phone Blue, ovvero 8.1, porterà Windows Phone oltre i confini del phablet (il primo di questo form factor dovrebbe essere il Nokia Lumia 1520 , non ancora annunciato): grazie alla nuova release l’OS potrà essere installato su prodotti con diagonali da 7 fino a 10 pollici, e con risoluzioni 1080p. Un settore fin qui presidiato solo da Windows 8 e Windows RT.

Per ottenere questo scopo, l’attuale sovrapposizione di circa il 30 per cento tra le API di Windows Phone e Windows RT deve salire fino a oltre il 75 per cento: stando alle voci riportate, a Windows 9 (o come si chiamerà la successiva major release) spetterà il compito di riunire definitivamente l’universo delle finestre di Redmond, con un solo marketplace per le app e una panorama omogeneo di funzioni condivise dalle piattaforme. Per fare questo, tuttavia, occorre che anche Windows Phone da solo diventi un prodotto accattivante e di successo: dunque l’update Blue che sarà distribuito nel 2014 migliorerà drasticamente il multitasking (e la gestione dello stesso da parte dell’utente), e porterà in dote un tanto atteso e agognato meccanismo di notifiche fin qui assente.

In altre parole, Windows Phone 8.1 dovrebbe colmare parecchio del gap tecnico con la concorrenza : gestione di app in background, notifiche, supporto a risoluzioni e diagonali di schermo maggiori. In più , nelle intenzioni di Microsoft ci sarebbe la sparizione del tasto Indietro presente in hardware su tutti i terminali, e il cui utilizzo sarebbe negletto dalla maggior parte degli utenti (che gli preferiscono il tasto Start): cosa succederà ai terminali che ne hanno uno, e che potranno auspicabilmente essere aggiornati, non si sa ancora , ma trattandosi di una indiscrezione ci potrebbe essere qualche imprecisione in quanto riferito.

L’ obiettivo di questo passo è naturalmente, e a maggior ragione ora che Nokia si appresta a diventare una divisione Microsoft, rendere Windows Phone una piattaforma desiderabile per gli utenti e remunerativa per gli sviluppatori. I primi dovrebbero acquistare modelli più costosi e dunque capaci di fornire maggiore introito a BigM, attirati a bordo dalle applicazioni sviluppate dai secondi convinti dalla bontà del pacchetto.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Videoteca Genesi scrive:
    Pirateria agli sgoccioli
    Convertitevi al cinema legale siete ancora in tempo !!! vi aspetto tutti in videoteca !
  • Franky scrive:
    Tutti i cittadini italiani ?
    "Seguendo i dati diramati dai finanzieri scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini compresi) avrebbero guardato almeno un film su Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi."Se vi dicessi che nemmeno lo conoscevo ? Anche i 90enni e gli ultracentenari si sono messi a guardare film su questo portale ?Ma come non sanno collegarsi ad internet ma si guardano i film sul portale ?"Il danno, riferibile al mancato incasso per il settore cinematografico, secondo stime della SIAE ammonterebbe a circa 330 milioni di euro"e certo...perche' chiaramente tutti quelli che hanno visto un film online sarebbero andati di corsa al cinema a vedere il primo film che capita...e nel caso in cui non fosse piaciuto magari andavano a comprarlo direttamente in dvd spendendo dai venti ai quaranta euro....senza ombra di dubbio...!D'altronde si sa che di fatto la FIAT con la produzione di utilitarie danneggia la FERRARI in quanto se non esistesse la FIAT tutti gli italiani correrebbero a comprarsi una FERRARI... quindi volendo la Ferrari potrebbe calcolare i danni che la "concorrenza sleale" gli provoca e che ammontano a svariate migliaia di milioni di euro !
    • panda rossa scrive:
      Re: Tutti i cittadini italiani ?
      - Scritto da: Franky
      D'altronde si sa che di fatto la FIAT con la
      produzione di utilitarie danneggia la FERRARI in
      quanto se non esistesse la FIAT tutti gli
      italiani correrebbero a comprarsi una FERRARI...
      quindi volendo la Ferrari potrebbe calcolare i
      danni che la "concorrenza sleale" gli provoca e
      che ammontano a svariate migliaia di milioni di
      euro
      !In realta' qui sono le industrie automobilistiche che se la prendono con i fabbricanti di biciclette e di scarpe, perche' con l'attuale tecnologia le scarpe e le biciclette permettono di muoversi agevolmente e velocemente, quindi la gente non compra piu' auto (per altro inquinanti), ma le piu' economiche e versatili scarpe o biciclette.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Tutti i cittadini italiani ?
      - Scritto da: Franky
      D'altronde si sa che di fatto la FIAT con la
      produzione di utilitarie danneggia la FERRARI in
      quanto se non esistesse la FIAT tutti gli
      italiani correrebbero a comprarsi una FERRARI...
      quindi volendo la Ferrari potrebbe calcolare i
      danni che la "concorrenza sleale" gli provoca e
      che ammontano a svariate migliaia di milioni di
      euro!Esempio infelice, sono nello stesso gruppo. E' come dire che Tim fa concorrenza a Telecom...
  • Alberto Bianchi scrive:
    Come i bambini
    .. che frignano e pestano i piedi perche' vogliono un pony. 330 milioni di euro di danni? Ricordiamoci tutti che secondo la "matematica del copyright", un iPod puo' contenere musica illecitamente scaricata per un ammontare di 8 *miliardi* di dollari. Ma la SIAE & co sanno benissimo che sono stime ridicole, assurde e prive di qualsiasi fondamento; gli unici stolti sono quelli che ritengono che tali cifre siano realistiche.
  • Cecco scrive:
    ...
    Aaaah.... Ma questo è il forum di trolli! Quello che c'ha il trollino piccolo e il trollo un po' più lunco! Bè, dev'esse stata una grande suddishfazione avè cumbletato una cusì pella cullezione. Bravi! Qui tutti parlan di voi, quando apro la paggina di PI tutti "PI, PI... prrrrrr!!!"Pensa che noi addirittura pensavamo... questo probabbilmente è il forum del circo Togno!!! L'unica roba che putete fà è favve un bel viaccio a Lourt! Fate ippagno dentro la piscina, acciappate i sole, ashpettato il miracolo!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Cecco
      Aaaah.... Ma questo è il forum di trolli! Quello
      che c'ha il trollino piccolo e il trollo un po'
      più lunco! Bè, dev'esse stata una grande
      suddishfazione avè cumbletato una cusì pella
      cullezione. Bravi! Qui tutti parlan di voi,
      quando apro la paggina di PI tutti "PI, PI...
      prrrrrr!!!"

      Pensa che noi addirittura pensavamo... questo
      probabbilmente è il forum del circo Togno!!!
      L'unica roba che putete fà è favve un bel viaccio
      a Lourt! Fate ippagno dentro la piscina,
      acciappate i sole, ashpettato il
      miracolo!10/10
      • ... scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Cecco

        Aaaah.... Ma questo è il forum di trolli!
        Quello

        che c'ha il trollino piccolo e il trollo un
        po'

        più lunco! Bè, dev'esse stata una grande

        suddishfazione avè cumbletato una cusì pella

        cullezione. Bravi! Qui tutti parlan di voi,

        quando apro la paggina di PI tutti "PI, PI...

        prrrrrr!!!"



        Pensa che noi addirittura pensavamo... questo

        probabbilmente è il forum del circo Togno!!!

        L'unica roba che putete fà è favve un bel
        viaccio

        a Lourt! Fate ippagno dentro la piscina,

        acciappate i sole, ashpettato il

        miracolo!


        10/10mi unisco entusiasta e sottoscrivo il 10/10.
    • The Dude scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Cecco
      Aaaah.... Ma questo è il forum di trolli! Quello
      che c'ha il trollino piccolo e il trollo un po'
      più lunco! Bè, dev'esse stata una grande
      suddishfazione avè cumbletato una cusì pella
      cullezione. Bravi! Qui tutti parlan di voi,
      quando apro la paggina di PI tutti "PI, PI...
      prrrrrr!!!"

      Pensa che noi addirittura pensavamo... questo
      probabbilmente è il forum del circo Togno!!!
      L'unica roba che putete fà è favve un bel viaccio
      a Lourt! Fate ippagno dentro la piscina,
      acciappate i sole, ashpettato il
      miracolo!tu sei un genio!
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Se chiudono internet...
    ... torneremo da Erry (*)[img]http://img809.imageshack.us/img809/7793/z74r.jpg[/img](*) E' uscito un paio di anni fa
  • psichiatria ospedale Maggiore scrive:
    cercasi paziente
    Cercasi disperatamente un paziente fuggito dal nostro reparto psichiatrico: trattasi del paziente Leguleio che soffre di schizofrenia acuta, disordini di personalità di tipo paranoide, confusione mentale acuta e delirio con allucinazioni. Chi lo vedesse è pregato di somministrargli 20 mg. di Serenase gocce e poi di chiamare la neurodeliri. Grazie. Postiamo una foto del povero paziente: [img]http://c.punto-informatico.it/l/community/avatar/2a6d5a999222e9054394a00680105bba/Avatar.JPG[/img]
    • attonito scrive:
      Re: cercasi paziente
      - Scritto da: psichiatria ospedale Maggiore
      Cercasi disperatamente un paziente fuggito dal
      nostro reparto psichiatrico: trattasi del
      paziente Leguleio che soffre di schizofrenia
      acuta, disordini di personalità di tipo
      paranoide, confusione mentale acuta e delirio con
      allucinazioni. Chi lo vedesse è pregato di
      somministrargli 20 mg. di Serenase gocce e poi di
      chiamare la neurodeliri. Grazie.



      Postiamo una foto del povero paziente:


      [img]http://c.punto-informatico.it/l/community/ava
      [/img]ma ve lo ricordate Leguleio come era all'inizio? Impettito e talmente rigido che sembrava avesse un manico di scopa su per il XXXX. Invece adesso mi sembra messo peggio dei barboni che vivono in riva al Tevere e bevono vinaccio di poco prezzo dal tetrapak. Un evidente miglioramento.Non so se il paziente non e' da neurodeliri, ma di sicuro e' perfettamente in linea con Punto Informatico: l'ecosistema forma chi lo abita e ne abbiamo avuto una evidente prova.
      • ciccio scrive:
        Re: cercasi paziente
        - Scritto da: attonito
        ma ve lo ricordate Leguleio come era all'inizio?
        Impettito e talmente rigido che sembrava avesse
        un manico di scopa su per il XXXX. Invece adesso
        mi sembra messo peggio dei barboni che vivono in
        riva al Tevere e bevono vinaccio di poco prezzo
        dal tetrapak. Un evidente
        miglioramento.

        Non so se il paziente non e' da neurodeliri, ma
        di sicuro e' perfettamente in linea con Punto
        Informatico: l'ecosistema forma chi lo abita e ne
        abbiamo avuto una evidente
        prova.Quello è sempre stato fuori di testa. La differenza è che prima riusciva a nasconderlo mentre adesso è proprio alla frutta.
    • panda rossa scrive:
      Re: cercasi paziente
      - Scritto da: psichiatria ospedale Maggiore
      Cercasi disperatamente un paziente fuggito dal
      nostro reparto psichiatrico: trattasi del
      paziente Leguleio che soffre di schizofrenia
      acuta, disordini di personalità di tipo
      paranoide, confusione mentale acuta e delirio con
      allucinazioni. Chi lo vedesse è pregato di
      somministrargli 20 mg. di Serenase gocce e poi di
      chiamare la neurodeliri. Grazie.Gocce?Ma non e' piu' efficace una somministrazione intra rettale a mezzo supposta?
  • unaDuraLezione scrive:
    Riapriamo le videoteche chiuse =
    contenuto non disponibile
    • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
      Re: Riapriamo le videoteche chiuse =
      - Scritto da: unaDuraLezione
      get real.

      Troll spotted, once again.hmmmm... no.Stimiamo il Dott. Prof. GetReal della Università Bocconi ma non siamo la stessa persona.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
    • Phronesis scrive:
      Re: Riapriamo le videoteche chiuse =
      - Scritto da: unaDuraLezione
      get real.

      Troll spotted, once again.Non credo. Sembra più machiavellico, spettacolare.So che l'articolo è vecchio, ma spero non spariranno i suoi post.Sig. comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" Machiavelli la chiamerebbe collega.Chapeau"quel grande che temprando lo scettro ai regnatori gli allor ne sfronda ed alle genti svela di che lagrime grondi e di che sangue"
      • ... scrive:
        Re: Riapriamo le videoteche chiuse =
        - Scritto da: Phronesis
        - Scritto da: unaDuraLezione

        get real.



        Troll spotted, once again.

        Non credo.

        Sembra più machiavellico, spettacolare.

        So che l'articolo è vecchio, ma spero non
        spariranno i suoi
        post.

        Sig. comitato "Riapriamo le videoteche chiuse"
        Machiavelli la chiamerebbe
        collega.

        Chapeau

        "quel grande che temprando lo scettro ai
        regnatori gli allor ne sfronda ed alle genti
        svela di che lagrime grondi e di che
        sangue"Ok, sei tu.
        • Phronesis scrive:
          Re: Riapriamo le videoteche chiuse =
          - Scritto da: ...
          Ok, sei tu. :Dper quel che conta dirlo (visto che potri comunque non essere credibile/creduto), no non sono io... non avrei motivo di "sdoppiarmi".Lo trovo solo molto ben "costruito" come personaggio.
  • unaDuraLezione scrive:
    Re: ...
    contenuto non disponibile
  • max scrive:
    Re: ...
    sì sì è pieno di artigiani e commercianti con lo yacht e i conti all'estero a 6 zeri...ma falla finita
  • Free Internet scrive:
    Re: ...
    Grazie per avermi bannato.
  • Free Internet scrive:
    Re: ...
    - Scritto da: Scialpi

    A Cortina infatti erano andati per l'aria buona.
    Ci sono state sì polemiche, ma giusto perché
    l'ultimo dell'anno era un giorno lavorativo, e la
    Guardia di Finanza doveva stare al lavoro, mica a
    fare controlli nei
    negozi...Quella è stata una mossa propagandistica pressochè inutile. I controlli si devono fare tutto l'anno.
    Fotografa e manda la foto dello yacht con
    bandiera paraguiana alla Guardia di Finanza. E
    loro si
    muovono.Io dovrei andare all'estero a scattare delle foto perchè loro si muovano? Ma tu ci sei o ci fai? Inoltre sono stati fatti diversi reportage televisivi in merito. Hai mai visto "Report" su rai 3? Guardalo, forse impari qualcosa.
    Ce li hai anche tu. Altrimenti questa notizia non
    potresti darla con tale
    certezza.Io non ho conti all'estero. E anche i bambini deficienti sanno che c'è tanta gente con i conti correnti nei paradisi fiscali.Evidentemente tu o sei un provocatore o sei un XXXXXXXXXX patentato! Propendo per la seconda ipotesi!
    Manda un elenco delle aziende con dipendenti in
    nero, e la Guardia di finanza farà i
    controlli.Io non devo mandare elenchi a nessuno. La Finanza è pagata per fare questi accertamenti!!!
    Il catasto non aggiornato è un problema serio, ma
    la Guardia di Finanza non può fare nulla. È
    un rimpallo di responsabilitá i Comuni e un
    ministero.
    Bla bla bla. Il solito scaricabarile all'italiana.
    Anche tu. Eppure sei qui.:|E vedo che la cosa ti infastidisce parecchio. Come mai? Hai la coscienza sXXXXX eh?
    • ... scrive:
      Re: ...
      Lo sapevo. Legu, vai a nanna. ;)
      • .... scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: ...
        Lo sapevo. Legu, vai a nanna. ;)Io, cioè quattro puntini, posso restare, tre puntini?O il numero di puntini è inversamente proporzionale al potere? In tal caso, ho un cugino di nome punto fermo.
        • ... scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: ....
          - Scritto da: ...

          Lo sapevo. Legu, vai a nanna. ;)

          Io, cioè quattro puntini, posso restare, tre
          puntini?
          O il numero di puntini è inversamente
          proporzionale al potere? In tal caso, ho un
          cugino di nome punto
          fermo.[yt]wst7f_AFre8[/yt]
          • .... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: ....

            - Scritto da: ...


            Lo sapevo. Legu, vai a nanna. ;)



            Io, cioè quattro puntini, posso restare, tre

            puntini?

            O il numero di puntini è inversamente

            proporzionale al potere? In tal caso, ho un

            cugino di nome punto

            fermo.

            [yt]wst7f_AFre8[/yt]Ma una volta che hai postato questo video per la milionesima volta ti mettono nel Guinness dei primati? Perché ci sei vicino.
          • ... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ....
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: ....


            - Scritto da: ...



            Lo sapevo. Legu, vai a nanna. ;)





            Io, cioè quattro puntini, posso
            restare,
            tre


            puntini?


            O il numero di puntini è inversamente


            proporzionale al potere? In tal caso,
            ho
            un


            cugino di nome punto


            fermo.



            [yt]wst7f_AFre8[/yt]

            Ma una volta che hai postato questo video per la
            milionesima volta ti mettono nel Guinness dei
            primati? Perché ci sei
            vicino.Che ci vuoi fare, le "discussioni" tra il fake tucumcari (leguleio) e quello vero stimolano davvero l'aerofagia.
          • .... scrive:
            Re: ...

            Che ci vuoi fare, le "discussioni" tra il fake
            tucumcari (leguleio) e quello vero stimolano
            davvero
            l'aerofagia.Si chiama meteorismo, ignorante.L'aerofagia produce rutti.
          • ... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ....

            Che ci vuoi fare, le "discussioni" tra il
            fake

            tucumcari (leguleio) e quello vero stimolano

            davvero

            l'aerofagia.

            Si chiama meteorismo, ignorante.
            L'aerofagia produce rutti.Sbagliato.http://it.wikipedia.org/wiki/AerofagiaStudia, studia.
          • .... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: ....


            Che ci vuoi fare, le "discussioni" tra
            il

            fake


            tucumcari (leguleio) e quello vero
            stimolano


            davvero


            l'aerofagia.



            Si chiama meteorismo, ignorante.

            L'aerofagia produce rutti.

            Sbagliato.

            http://it.wikipedia.org/wiki/Aerofagiahttp://www.ok-salute.it/dizionario/medico/meteorismo.shtml
            Studia, studia.Sì, ma sulle enciclopedie come la DeAgostini, non su quelle scritte dai bimbominkia! (rotfl)
          • ... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ....
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: ....



            Che ci vuoi fare, le "discussioni"
            tra

            il


            fake



            tucumcari (leguleio) e quello vero

            stimolano



            davvero



            l'aerofagia.





            Si chiama meteorismo, ignorante.


            L'aerofagia produce rutti.



            Sbagliato.



            http://it.wikipedia.org/wiki/Aerofagia


            http://www.ok-salute.it/dizionario/medico/meteoris



            Studia, studia.

            Sì, ma sulle enciclopedie come la DeAgostini, non
            su quelle scritte dai bimbominkia!
            (rotfl)[yt]R5W4AzwCQxs[/yt]
    • anverone99 scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Free Internet
      Io non devo mandare elenchi a nessuno. La Finanza
      è pagata per fare questi
      accertamenti!!!Si, ma solo dopo che c'e' andata Striscia :-)
  • prova123 scrive:
    Attività lodevole.
    Ma in una situazione in cui nelle casse dello stato c'è bisogno di denaro bisogna pensare che all'atto pratico gli eventuali mancati guadagni nelle casse non portano in cassa neanche un euro (c'è solo la inutile chiusura di un sito), quando le persone coinvolte nell'operazione hanno un costo. Al contrario l'attività rivolta agli evasori fiscali totali porta benefici allo stato e ripaga ampiamente i costi delle attività. :)
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Attività lodevole.
      - Scritto da: prova123
      (c'è solo la inutile chiusura di un sito)Inutile sicuramente ma non è una chiusura, è solo una CENSURA.Il sito è assolutamente in piedi.
      • Free Internet scrive:
        Re: Attività lodevole.
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        Inutile sicuramente ma non è una chiusura, è solo
        una
        CENSURA.
        Il sito è assolutamente in piedi.E chi non è "diversamente informatico" accede senza alcun problema. (geek)
        • prova123 scrive:
          Re: Attività lodevole.
          - Scritto da: Free Internet
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


          Inutile sicuramente ma non è una chiusura, è
          solo

          una

          CENSURA.

          Il sito è assolutamente in piedi.


          E chi non è "diversamente informatico" accede
          senza alcun problema.
          (geek)E chi non è "diversamente informatico" accede senza alcun problema alla velocità massima possibile (geek)(geek)
      • ThEnOra scrive:
        Re: Attività lodevole.
        Inibizione, anzi, tentativo d'inibizione, però fallita.
    • Allibito scrive:
      Re: Attività lodevole.
      - Scritto da: prova123
      Ma in una situazione in cui nelle casse dello
      stato c'è bisogno di denaro bisogna pensare che
      all'atto pratico gli eventuali mancati guadagni
      nelle casse non portano in cassa neanche un euro
      (c'è solo la inutile chiusura di un sito), quando
      le persone coinvolte nell'operazione hanno un
      costo. Al contrario l'attività rivolta agli
      evasori fiscali totali porta benefici allo stato
      e ripaga ampiamente i costi delle attività.
      :)Perchè questi che sono? Oltre ad essere evasori totali (non dichiarano certo quello che rubano) danneggiano tutti coloro che invece le pagherebbero, facendo un doppio danno.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Re: ...
    - Scritto da: Free Internet
    Io mi chiedo se la Guardia di Finanza non abbia
    compiti più importanti da svolgere. Ad esempio
    potrebbero andare a beccare i <b
    VERI </b
    evasori
    fiscali,Tipo quello che è stato condannato recentemente, quello che ha evaso i miliardi per i diritti televisivi
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Riapriamo i manicomi chiusi
    Così possiamo metterci dentro i maniscalchi che non sono diventati meccanici...
    • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
      Re: Riapriamo i manicomi chiusi
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      Così possiamo metterci dentro i maniscalchi che
      non sono diventati
      meccanici...Per quanto ci riguarda potete fare quello che volete con loro.Nel vostro caso nazionale poi, si tratta solo di miserabili italiani, prendi un videotecaro, prendi un "Luco" qualsiasi e se li guardi da una prospettiva "terza", scoprirai che non c'è grande differenza.Sempre italiani sono, per quanto qualcuno si sbracci per definirsi "celtico" (che idiozia, i veri celtici gli cagherebbero con disprezzo in testa a quelli come lui), la pasta con cui sono fatti è la stessa. E cioé sono come degli asini recalcitranti. Al vostro livello ci sono solo gli spagnoli ed i greci, ma anche a loro stiamo facendo assaggiare un'amara medicina.Se non si è ancora capito, noi del Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ed i nostri associati, non abbiamo nulla a che fare con i vostri estinti e volgari "videotecari". Le dirò pure che i videotecari italiani sono sempre stati una spina nel fianco per noi, chi crede che rifornisse i senegalesi ed i marocchini di videocassette e DVD pirata negli anni 80 e 90? Inoltre le videoteche ormai, erano solo una inutile palla al piede!Perché mai avremmo dovuto dividere con loro qualcosa che possiamo avere tutta per noi, grazie a internet?Abbiamo fatto di tutto per tappare questa falla anche in Italia, non avremmo potuto avviare i nostri progetti di chiusura della rete finché le videoteche fornivano copie fisiche, seppur originali, dei nostri prodotti.Al contempo non li avremmo potuti liquidare così, su due piedi, senza avere poi qualche problema con i vari governi e le leggi, fatte a nostro vantaggio ma obsolete, sul mercato del copyright.Ora, con internet, i DRM obbligatori e la definitiva scomparsa delle videoteche, nessuno potrà più avere delle copie fisiche delle opere, inoltre il nostro controllo si estenderà nuovamente (come ai bei vecchi tempi) anche sulle opere che non sono di nostro possesso (i filtri DRM controlleranno tutto). In questo modo potremo censurare "accidentamente" le persone creative ed ostacolare la nascita di modelli di business alternativi al nostro.Abbiamo chiamato questa operazione "Ritorno al futuro", in omaggio ad uno dei titoli che hanno fatto la storia dell'home video.Quindi sì, riapriremo le videoteche chiuse, ma come semplici punti di noleggio diretti e gestiti da dei computer (si riceverà un codice per la visione del film e non un supporto fisico).Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse"
      • sgabbio scrive:
        Re: Riapriamo i manicomi chiusi
        01/10
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Riapriamo i manicomi chiusi
        - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
        Le dirò pure che i videotecari italiani sono
        sempre stati una spina nel fianco per noi, chi
        crede che rifornisse i senegalesi ed i marocchini
        di videocassette e DVD pirata negli anni 80 e 90?La camorra.E i film di prima visione glieli faceva riprendere il cinema di S.Lucia. Infatti SEMPRE dopo 2 giorni che i film arrivavano là, si vedeva la VHS sulle bancarelle.
        • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
          Re: Riapriamo i manicomi chiusi
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

          Le dirò pure che i videotecari italiani sono

          sempre stati una spina nel fianco per noi,
          chi

          crede che rifornisse i senegalesi ed i
          marocchini

          di videocassette e DVD pirata negli anni 80
          e
          90?

          La camorra.
          E i film di prima visione glieli faceva
          riprendere il cinema di S.Lucia. Infatti SEMPRE
          dopo 2 giorni che i film arrivavano là, si vedeva
          la VHS sulle
          bancarelle.Non sto parlando degli screen recorder, ma della distribuzione "non ufficiale" con qualità pari all'originale. Alcuni ci hanno fatto dei bei business con questo trucco.Inoltre stia pure tranqullo che anche i nostri concessionari italiani ci marciavano più che abbontantemente con le copie "pirata". O mi verrà a dire che lei non ha mai noleggiato una cassetta con pressofusa la scritta "BASF" o "TDK"...Mi creda, non li avremmo abbattuti a suon di rialzi sul prezzo dei supporti destinaggi al noleggio, proprio nei momenti peggiori del mercato, se fossero stati dei fedeli servitori. Italiani anche loro.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Riapriamo i manicomi chiusi
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            Inoltre stia pure tranqullo che anche i nostri
            concessionari italiani ci marciavano più che
            abbontantemente con le copie "pirata". O mi verrà
            a dire che lei non ha mai noleggiato una cassetta
            con pressofusa la scritta "BASF" o "TDK"...Certo, e chiedevo esplicitamente VHS senza il macrovision, perché ci tenevo ad avere una qualità visto che pagavo. All'epoca offrivano un buon servizio. Anche quelli che tempo prima andavano per le strade vendendo l'acqua prelevata alla fontana facevano lo stesso. Poi è arrivata l'acqua corrente e abbiamo pagato direttamente l'acquedotto e non abbiamo dovuto più pagare chi veniva a portare l'acqua a mano.Oggi paghiamo la connessione a internet, che 20 anni fa quando andavamo in videoteca non avevamo.
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Riapriamo i manicomi chiusi
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Oggi paghiamo la connessione a internet, che 20
            anni fa quando andavamo in videoteca non
            avevamo.E le assicuro che a noi del Comitato promotore "Riapriamo le videoteche chiuse", va benissimo che voi oggi abbiate la connessione ad internet. Così potremo riaprire le videoteche su internet e realizzare ancora più lauti guadagni. Eliminazione del supporto fisico! E' il nostro sogno!E con i DRM, che le ripeto: "entro il 2014 saranno standard HTML5 e nel periodo successivo diverranno un obbligo legislativo per tutti gli ISP", ci assicureremo ulteriori e definitivi vantaggi rispetto al vecchio sistema di distribuzione. Controllo totale.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
          • bubba scrive:
            Re: Riapriamo i manicomi chiusi
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            Cordialmente,
            Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)e mi raccomando, metteteci quelle con le tette grosse (come dice Kenny [cit.])
      • Allibito scrive:
        Re: Riapriamo i manicomi chiusi
        - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        Così possiamo metterci dentro i maniscalchi
        che

        non sono diventati

        meccanici...

        Per quanto ci riguarda potete fare quello che
        volete con
        loro.
        Nel vostro caso nazionale poi, si tratta solo di
        miserabili italiani, prendi un videotecaro,
        prendi un "Luco" qualsiasi e se li guardi da una
        prospettiva "terza", scoprirai che non c'è grande
        differenza.
        Sempre italiani sono, per quanto qualcuno si
        sbracci per definirsi "celtico" (che idiozia, i
        veri celtici gli cagherebbero con disprezzo in
        testa a quelli come lui), la pasta con cui sono
        fatti è la stessa. E cioé sono come degli asini
        recalcitranti. Al vostro livello ci sono solo gli
        spagnoli ed i greci, ma anche a loro stiamo
        facendo assaggiare un'amara
        medicina.

        Se non si è ancora capito, noi del Comitato
        "Riapriamo le videoteche chiuse" ed i nostri
        associati, non abbiamo nulla a che fare con i
        vostri estinti e volgari "videotecari".

        Le dirò pure che i videotecari italiani sono
        sempre stati una spina nel fianco per noi, chi
        crede che rifornisse i senegalesi ed i marocchini
        di videocassette e DVD pirata negli anni 80 e 90?
        Inoltre le videoteche ormai, erano solo una
        inutile palla al
        piede!
        Perché mai avremmo dovuto dividere con loro
        qualcosa che possiamo avere tutta per noi, grazie
        a
        internet?
        Abbiamo fatto di tutto per tappare questa falla
        anche in Italia, non avremmo potuto avviare i
        nostri progetti di chiusura della rete finché le
        videoteche fornivano copie fisiche, seppur
        originali, dei nostri
        prodotti.
        Al contempo non li avremmo potuti liquidare così,
        su due piedi, senza avere poi qualche problema
        con i vari governi e le leggi, fatte a nostro
        vantaggio ma obsolete, sul mercato del
        copyright.

        Ora, con internet, i DRM obbligatori e la
        definitiva scomparsa delle videoteche, nessuno
        potrà più avere delle copie fisiche delle opere,
        inoltre il nostro controllo si estenderà
        nuovamente (come ai bei vecchi tempi) anche sulle
        opere che non sono di nostro possesso (i filtri
        DRM controlleranno tutto). In questo modo potremo
        censurare "accidentamente" le persone creative ed
        ostacolare la nascita di modelli di business
        alternativi al
        nostro.
        Abbiamo chiamato questa operazione "Ritorno al
        futuro", in omaggio ad uno dei titoli che hanno
        fatto la storia dell'home
        video.
        Quindi sì, riapriremo le videoteche chiuse, ma
        come semplici punti di noleggio diretti e gestiti
        da dei computer (si riceverà un codice per la
        visione del film e non un supporto
        fisico).

        Cordialmente,
        Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse"Quando finisce l'effetto degli allucinogeni?
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    "Seguendo i dati diramati dai finanzieri scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini compresi) avrebbero guardato almeno un film su Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi." E il fatto che siano bambini non significa certo che non siano responsabili, anche loro dovranno pagare per le loro malefatte! Visto che sono piccoli, allora finiranno in una cella più piccola. @^
  • ThEnOra scrive:
    Avete guardato...
    ...il video? Non avete notato niente di anomalo?Spero per la GDF che siano immagini di repertorio e non effettivamente le fonti di prova sequestrate!!!
    • Guybrush scrive:
      Re: Avete guardato...
      - Scritto da: ThEnOra
      ...il video? Non avete notato niente di anomalo?
      Spero per la GDF che siano immagini di repertorio
      e non effettivamente le fonti di prova
      sequestrate!!!Sembravano "fonti di repertorio" montate ad hoc. Ho visto delle auto targate GDF entrare e uscire e una GDF esaminare del materiale informatico. Che fosse quello sequestrato non c'è niente a dimostrarlo a parte la parola di chi ha girato le scene.GT
  • La SIAE scrive:
    Vincere e vinceremo
    Grandissima operazione delle gloriose Fiamme Gialle. Come si evince dal video questi pirati filibustieri criminali possedevano pericoloso materiale pirata! :@Hey tu pirata scarricone, di' un po', vale la pena di rischiare di fare questa fine tremenda eh, pirata scarricone? :@Parola di SIAE
    • collione scrive:
      Re: Vincere e vinceremo
      mmm...vincere e vinceremo?dovevi concludere con "salutate in SIAE il duce dell'impero" (rotfl)
      • La SIAE scrive:
        Re: Vincere e vinceremo
        - Scritto da: collione
        mmm...vincere e vinceremo?

        dovevi concludere con "salutate in SIAE il duce
        dell'impero"
        (rotfl)La sconfitta di voi pirati che avete tradito i diritti sui contenuti infine è supraggiunta. Il copyright è la nostra ragione di vita e moriremo per esso! Se il mondo desidera combatterci, allora siamo qui che vi aspettiamo! Lasciamo soltanto questa guerra nella vittoria! :@Ora dobbiamo pregare!Copyright che sei il mio custodeReggi e governa meE liberaci dagli scarriconiAmen!
    • fuck the system scrive:
      Re: Vincere e vinceremo
      - Scritto da: La SIAE
      Grandissima operazione delle gloriose Fiamme
      Gialle. Come si evince dal video questi pirati
      filibustieri criminali possedevano pericoloso
      materiale pirata!
      :@

      Hey tu pirata scarricone, di' un po', vale la
      pena di rischiare di fare questa fine tremenda
      eh, pirata scarricone?
      :@

      Parola di SIAEeeeee Morto un papa se ne fa naltro parola di sta ceppa!
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Vincere e vinceremo
        - Scritto da: fuck the system
        eeeee Morto un papa se ne fa naltroIo no ezere taccorto.[img]http://4.bp.blogspot.com/_HRMaA2VmN0M/R1BV5_7KaYI/AAAAAAAAAfs/gZB4A5RiJgk/s320/razinga.jpg[/img]
    • The Dude scrive:
      Re: Vincere e vinceremo
      L'ultimo poveraccio che ha detto vincere e vinceremo non ha fatto una gran bella fine
  • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
    Finalmente GIUSTIZIA!
    Era ora che qualcuno si desse una mossa e facesse vedere a questi criminali che il furto NON PAGA! Credevano di potersi nsacondere dietro le maglie della rete per trarre profitto dal lavoro altrui, ma la mano della giustizia è lunga, molto lunga.Noi del comitato promotore "Riapriamo le videoteche chiuse" si compiaciamo dell'abile operazione compiuta dala GdF e siamo lieti di constatare come l'operato delle forze dell'ordine sia sempre al passo coi tempi moderni ed in tutela dell'interesse pubblico.Ancora con più forza quindi rinnoviamo il nostro invito ai lettori di firmare per la nostra proposta referendaria "Riapriamo le videoteche chiuse".Il nostro referendum prevede:- riapertura delle videoteche, una per ogni quartiere cittadino e con supporto economico dello stato in quanto "attività di elevata rilevanza culturale".- obbligo di adozione per tutti i soggetti operanti in internet di filtri DRM. Abbiamo già fatto attività di lobbing presso il W3C affinché i DRM siano introdotti nello standard HTML5. Il passo successivo riguarda le istituzioni pubbliche con la promulgazione di leggi che costringano tutti i services providers (hosting inclusi) di applicare a monte del traffico i nostri filtri DRM. In questo modo non sarà possibile usare browsers privi dei blob DRM nel tentativo di bypassare i nostri filtri.- divieto di utilizzo o implementazione di altre reti una volta che i DRM saranno applicati a internet, la pena per eventuali programmatori e collaborazionisti sarà l'arresto immediato in attesa di proXXXXX o l'estradizione diretta in qualche paese africano privo di tecnologie.- abolizione della privacy e della segretezza delle comunicazioni. Noi del comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" riteniamo che tutto debba essere alla luce del sole. Solo chi ha qualcosa da nascondere ha bisogno della privacy o del rispetto di segretezza delle sue comunicazioni private.- abolizione delle email ed obbligo di iscrizione certificata (niente fake quindi) a Facebook o social network similari. Ciò che conta è che ogni persona abbia un nome ed un cognome, in questo modo chi usa internet sarà da noi facilmente rintracciabile e sarà responsabile per tutto quello che dice. Basta con l'anonimato, non se ne può più.- abolizione della magistratura ordinaria e fondazione di tribunali speciali gestiti dai principali portatori di interessi economici.Con questo non ci riferiamo solo alle videoteche, ma a tutti i titolari di impresa, vero motore del'economia e quindi bene dei popoli. In altri termini: basta con i fannulloni, sopratutto i lavoratori dipendenti pubblici e privati. Questa categoria è parassitaria rispetto a chi si sottopone al rischio di impresa, quindi non deve avere diritti. Solo noi che produciamo ricchezza possiamo giudicare sulla base dei nostri interessi privati. "Scendere in magistratura" sarà un lavoro ingrato, ma dobbiamo svolgere il nostro dovere civico per il bene dell'Italia.Confidiamo nel vostro appoggio,Comitato promotore "Riapriamo le videoteche chiuse"
    • Piersilvio scrive:
      Re: Finalmente GIUSTIZIA!
      - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
      Era ora che qualcuno si desse una mossa e facesse
      vedere a questi criminali che il furto NON PAGA!
      Credevano di potersi nsacondere dietro le maglie
      della rete per trarre profitto dal lavoro altrui,
      ma la mano della giustizia è lunga, molto
      lunga.
      Noi del comitato promotore "Riapriamo le
      videoteche chiuse" si compiaciamo dell'abile
      operazione compiuta dala GdF e siamo lieti di
      constatare come l'operato delle forze dell'ordine
      sia sempre al passo coi tempi moderni ed in
      tutela dell'interesse pubblico.Lei vuole rovinare un povero vecchio che crea offerte pensando solo al suo popolo come queste: http://www.tomshw.it/cont/news/sky-italia-in-streaming-senza-contratto-sat-dal-2014/49710/1.htmlFinche' saro' al governo non lo permettero' !
      • Scialpi scrive:
        Re: Finalmente GIUSTIZIA!
        Ma in genere per queste cose non c'era la SIAE con le sue faccine paonazze?
        • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
          Re: Finalmente GIUSTIZIA!
          - Scritto da: Scialpi
          Ma in genere per queste cose non c'era la SIAE
          con le sue faccine
          paonazze?La SIAE ha fallito! :@ :@ :@Dopo decenni di inutile esistenza il risultato della loro azione è quelo attuale: penoso! In più sono indebitati fin sopra i capelli.Stufi della situazione, noi del comitato "Riapriamo le videoteche chiuse", abbiamo deciso di agire in prima persona, ed i risultati come puoi constatare non si stanno facendo attendere.La SIAE può ancora parlare senza pagarci alcuna tassa sul copyright, se non altro perché stiamo cercando di accollare tutti i suoi debiti allo stato italiano, in particolare vorremmo che il governo PD - PDL reintroducesse l'IMU maggiorata con il contributo SIAE. L'importante è che la voragine SIAE non dobbiamo pagarla noi o i nostri associati del comitato "Riapriamo le videoteche chiuse".
          • Scialpi scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!


            Ma in genere per queste cose non c'era la
            SIAE

            con le sue faccine

            paonazze?

            La SIAE ha fallito! :@ :@ :@
            Dopo decenni di inutile esistenza il risultato
            della loro azione è quelo attuale: penoso! In più
            sono indebitati fin sopra i
            capelli.
            Stufi della situazione, noi del comitato
            "Riapriamo le videoteche chiuse", abbiamo deciso
            di agire in prima persona, ed i risultati come
            puoi constatare non si stanno facendo
            attendere.

            La SIAE può ancora parlare senza pagarci alcuna
            tassa sul copyright, se non altro perché stiamo
            cercando di accollare tutti i suoi debiti allo
            stato italiano, in particolare vorremmo che il
            governo PD - PDL reintroducesse l'IMU maggiorata
            con il contributo SIAE. L'importante è che la
            voragine SIAE non dobbiamo pagarla noi o i nostri
            associati del comitato "Riapriamo le videoteche
            chiuse".Mi piace già di più della SIAE, sei più loquace. ;)E per quanto riguarda il passaggio di far pagare i debiti della SIAE agli italiani attraverso l'IMU: è una cosa detta fra me e te, o sta nel programma ufficiale?
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Scialpi


            Ma in genere per queste cose non c'era
            la

            SIAE


            con le sue faccine


            paonazze?



            La SIAE ha fallito! :@ :@ :@

            Dopo decenni di inutile esistenza il
            risultato

            della loro azione è quelo attuale: penoso!
            In
            più

            sono indebitati fin sopra i

            capelli.

            Stufi della situazione, noi del comitato

            "Riapriamo le videoteche chiuse", abbiamo
            deciso

            di agire in prima persona, ed i risultati
            come

            puoi constatare non si stanno facendo

            attendere.



            La SIAE può ancora parlare senza pagarci
            alcuna

            tassa sul copyright, se non altro perché
            stiamo

            cercando di accollare tutti i suoi debiti
            allo

            stato italiano, in particolare vorremmo che
            il

            governo PD - PDL reintroducesse l'IMU
            maggiorata

            con il contributo SIAE. L'importante è che la

            voragine SIAE non dobbiamo pagarla noi o i
            nostri

            associati del comitato "Riapriamo le
            videoteche

            chiuse".

            Mi piace già di più della SIAE, sei più loquace.
            ;)

            E per quanto riguarda il passaggio di far pagare
            i debiti della SIAE agli italiani attraverso
            l'IMU: è una cosa detta fra me e te, o sta nel
            programma
            ufficiale?Esistono tanti programmi "ufficiali", ma non siamo disposti a svelarne i dettagli a chicchesia. Ogni cosa al suo tempo.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
      • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
        Re: Finalmente GIUSTIZIA!
        - Scritto da: Piersilvio
        - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

        Era ora che qualcuno si desse una mossa e
        facesse

        vedere a questi criminali che il furto NON
        PAGA!

        Credevano di potersi nsacondere dietro le
        maglie

        della rete per trarre profitto dal lavoro
        altrui,

        ma la mano della giustizia è lunga, molto

        lunga.


        Noi del comitato promotore "Riapriamo le

        videoteche chiuse" si compiaciamo dell'abile

        operazione compiuta dala GdF e siamo lieti di

        constatare come l'operato delle forze
        dell'ordine

        sia sempre al passo coi tempi moderni ed in

        tutela dell'interesse pubblico.

        Lei vuole rovinare un povero vecchio che crea
        offerte pensando solo al suo popolo come queste:
        http://www.tomshw.it/cont/news/sky-italia-in-strea

        Finche' saro' al governo non lo permettero' !In streaming... con i nostri DRM. Mi fa piacere che lei non si sia ancora accorto della trappola, vuol dire che stiamo lavorando davvero bene.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
    • thebecker scrive:
      Re: Finalmente GIUSTIZIA!
      - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
      Era ora che qualcuno si desse una mossa e facesse
      vedere a questi criminali che il furto NON PAGA!
      Credevano di potersi nsacondere dietro le maglie
      della rete per trarre profitto dal lavoro altrui,
      ma la mano della giustizia è lunga, molto
      lunga.

      Noi del comitato promotore "Riapriamo le
      videoteche chiuse" si compiaciamo dell'abile
      operazione compiuta dala GdF e siamo lieti di
      constatare come l'operato delle forze dell'ordine
      sia sempre al passo coi tempi moderni ed in
      tutela dell'interesse
      pubblico.

      Ancora con più forza quindi rinnoviamo il nostro
      invito ai lettori di firmare per la nostra
      proposta referendaria "Riapriamo le videoteche
      chiuse".

      Il nostro referendum prevede:

      - riapertura delle videoteche, una per ogni
      quartiere cittadino e con supporto economico
      dello stato in quanto "attività di elevata
      rilevanza
      culturale".

      - obbligo di adozione per tutti i soggetti
      operanti in internet di filtri DRM. Abbiamo già
      fatto attività di lobbing presso il W3C affinché
      i DRM siano introdotti nello standard HTML5.

      Il passo successivo riguarda le istituzioni
      pubbliche con la promulgazione di leggi che
      costringano tutti i services providers (hosting
      inclusi) di applicare a monte del traffico i
      nostri filtri DRM. In questo modo non sarà
      possibile usare browsers privi dei blob DRM nel
      tentativo di bypassare i nostri
      filtri.

      - divieto di utilizzo o implementazione di altre
      reti una volta che i DRM saranno applicati a
      internet, la pena per eventuali programmatori e
      collaborazionisti sarà l'arresto immediato in
      attesa di proXXXXX o l'estradizione diretta in
      qualche paese africano privo di
      tecnologie.

      - abolizione della privacy e della segretezza
      delle comunicazioni. Noi del comitato "Riapriamo
      le videoteche chiuse" riteniamo che tutto debba
      essere alla luce del sole. Solo chi ha qualcosa
      da nascondere ha bisogno della privacy o del
      rispetto di segretezza delle sue comunicazioni
      private.

      - abolizione delle email ed obbligo di iscrizione
      certificata (niente fake quindi) a Facebook o
      social network similari. Ciò che conta è che ogni
      persona abbia un nome ed un cognome, in questo
      modo chi usa internet sarà da noi facilmente
      rintracciabile e sarà responsabile per tutto
      quello che dice. Basta con l'anonimato, non se ne
      può
      più.

      - abolizione della magistratura ordinaria e
      fondazione di tribunali speciali gestiti dai
      principali portatori di interessi
      economici.
      Con questo non ci riferiamo solo alle videoteche,
      ma a tutti i titolari di impresa, vero motore
      del'economia e quindi bene dei popoli. In altri
      termini: basta con i fannulloni, sopratutto i
      lavoratori dipendenti pubblici e privati. Questa
      categoria è parassitaria rispetto a chi si
      sottopone al rischio di impresa, quindi non deve
      avere diritti. Solo noi che produciamo ricchezza
      possiamo giudicare sulla base dei nostri
      interessi privati. "Scendere in magistratura"
      sarà un lavoro ingrato, ma dobbiamo svolgere il
      nostro dovere civico per il bene
      dell'Italia.

      Confidiamo nel vostro appoggio,
      Comitato promotore "Riapriamo le videoteche
      chiuse"Altro che pirateria, le videoteche sono obsolete :Dhttp://www.tomshw.it/cont/news/sky-italia-in-streaming-senza-abbonamento-dal-2014/49710/1.htmlServizio tipo Netflix nell'attesa dell'arrivo di Netflix! E io dovrei scendere di casa pagare 3 euro un dvd e riportarlo nella videoteca magari poi piove. (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Comunque sei un troll. :D
      • Allibito scrive:
        Re: Finalmente GIUSTIZIA!
        - Scritto da: thebecker
        - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

        Era ora che qualcuno si desse una mossa e
        facesse

        vedere a questi criminali che il furto NON
        PAGA!

        Credevano di potersi nsacondere dietro le
        maglie

        della rete per trarre profitto dal lavoro
        altrui,

        ma la mano della giustizia è lunga, molto

        lunga.



        Noi del comitato promotore "Riapriamo le

        videoteche chiuse" si compiaciamo dell'abile

        operazione compiuta dala GdF e siamo lieti di

        constatare come l'operato delle forze
        dell'ordine

        sia sempre al passo coi tempi moderni ed in

        tutela dell'interesse

        pubblico.



        Ancora con più forza quindi rinnoviamo il
        nostro

        invito ai lettori di firmare per la nostra

        proposta referendaria "Riapriamo le
        videoteche

        chiuse".



        Il nostro referendum prevede:



        - riapertura delle videoteche, una per ogni

        quartiere cittadino e con supporto economico

        dello stato in quanto "attività di elevata

        rilevanza

        culturale".



        - obbligo di adozione per tutti i soggetti

        operanti in internet di filtri DRM. Abbiamo
        già

        fatto attività di lobbing presso il W3C
        affinché

        i DRM siano introdotti nello standard HTML5.



        Il passo successivo riguarda le istituzioni

        pubbliche con la promulgazione di leggi che

        costringano tutti i services providers
        (hosting

        inclusi) di applicare a monte del traffico i

        nostri filtri DRM. In questo modo non sarà

        possibile usare browsers privi dei blob DRM
        nel

        tentativo di bypassare i nostri

        filtri.



        - divieto di utilizzo o implementazione di
        altre

        reti una volta che i DRM saranno applicati a

        internet, la pena per eventuali
        programmatori
        e

        collaborazionisti sarà l'arresto immediato in

        attesa di proXXXXX o l'estradizione diretta
        in

        qualche paese africano privo di

        tecnologie.



        - abolizione della privacy e della segretezza

        delle comunicazioni. Noi del comitato
        "Riapriamo

        le videoteche chiuse" riteniamo che tutto
        debba

        essere alla luce del sole. Solo chi ha
        qualcosa

        da nascondere ha bisogno della privacy o del

        rispetto di segretezza delle sue
        comunicazioni

        private.



        - abolizione delle email ed obbligo di
        iscrizione

        certificata (niente fake quindi) a Facebook o

        social network similari. Ciò che conta è che
        ogni

        persona abbia un nome ed un cognome, in
        questo

        modo chi usa internet sarà da noi facilmente

        rintracciabile e sarà responsabile per tutto

        quello che dice. Basta con l'anonimato, non
        se
        ne

        può

        più.



        - abolizione della magistratura ordinaria e

        fondazione di tribunali speciali gestiti dai

        principali portatori di interessi

        economici.

        Con questo non ci riferiamo solo alle
        videoteche,

        ma a tutti i titolari di impresa, vero motore

        del'economia e quindi bene dei popoli. In
        altri

        termini: basta con i fannulloni, sopratutto i

        lavoratori dipendenti pubblici e privati.
        Questa

        categoria è parassitaria rispetto a chi si

        sottopone al rischio di impresa, quindi non
        deve

        avere diritti. Solo noi che produciamo
        ricchezza

        possiamo giudicare sulla base dei nostri

        interessi privati. "Scendere in magistratura"

        sarà un lavoro ingrato, ma dobbiamo svolgere
        il

        nostro dovere civico per il bene

        dell'Italia.



        Confidiamo nel vostro appoggio,

        Comitato promotore "Riapriamo le videoteche

        chiuse"

        Altro che pirateria, le videoteche sono obsolete
        :D

        http://www.tomshw.it/cont/news/sky-italia-in-strea

        Servizio tipo Netflix nell'attesa dell'arrivo di
        Netflix! E io dovrei scendere di casa pagare 3
        euro un dvd e riportarlo nella videoteca magari
        poi piove.
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

        Comunque sei un troll. :DDevi avere una carta di credito, la tua unica carta é una tessera sanitaria e mi dicono non sia abilitata.
        • krane scrive:
          Re: Finalmente GIUSTIZIA!
          - Scritto da: Allibito
          http://www.tomshw.it/cont/news/sky-italia-in-strea

          Servizio tipo Netflix nell'attesa dell'arrivo di

          Netflix! E io dovrei scendere di casa pagare 3

          euro un dvd e riportarlo nella videoteca magari

          poi piove.

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          Comunque sei un troll. :D
          Devi avere una carta di credito, la tua unica
          carta é una tessera sanitaria e mi dicono non sia
          abilitata.Non ci hai ancora detto che ne pensi di queste nuove imminenti offerte sky e mediaset.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Finalmente GIUSTIZIA!
          - Scritto da: Allibito
          Devi avere una carta di credito,Non c'è scritto da nessuna parte.A parte questo, conosco personalmente persone che come carta di credito per pagare sky (che comunque è solo una delle tante possibilità per pagare sky, esiste anche il prepagato annuale che scade a fine anno, ma tu sei ignorante e non lo sai) usano una carta postepay. Del resto a loro poco importa che tipo di carta sia, tanto i canoni di abbonamento sono sempre anticipati, se non ci sono i soldi non ti danno più il servizio.
      • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
        Re: Finalmente GIUSTIZIA!
        - Scritto da: thebecker

        Altro che pirateria, le videoteche sono obsolete
        :D

        http://www.tomshw.it/cont/news/sky-italia-in-strea

        Servizio tipo Netflix nell'attesa dell'arrivo di
        Netflix! E io dovrei scendere di casa pagare 3
        euro un dvd e riportarlo nella videoteca magari
        poi piove.
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Tranquillo, conosciamo bene Netflix, e siamo ben lieti che presso voi ladri di film abbia riscosso sucXXXXX! <b
        Chi credi che sia la nostra testa d'ariete presso il W3C per l'introduzione dei DRM nello standard HTML5? </b
        E con quali soldi credi che Netflix stia facendo lobbing? <b
        Con i vostri! </b
        I soldi che voi pollastri avete fornito in questi ultimi anni per vedere a pagamento quello che avreste potuto vedere gratis!Netflix è una nostra creatura, se non si è ancora capito, o come pensi che abbiano ottenuto i permessi sul nolo dei film?Abbiamo pure tenuto all'oscuro di tutto organi come "LA SIAE" dei vari paesi perché ormai cose di quel tipo avevano dimostrato tutta la loro manifesta incapacità d'azione.Noi del comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ed i nostri potenti consociati, a differenza della SIAE (che è solo un insignificante gruppo parastatale di esecutori materiali), sappiamo fare programmi a lungo termine, ed abbiamo gabbato pure voi, piratini del'ultim'ora.Ora capirete chi tiene in mano il bastone (noi padroni) e chi prende le bastonate (voi schiavi). Potresti esserne stupito ma ad alcuni piace pure fare lo schiavo e non aspettano altro che il nostro sucXXXXX per scodinzolare come cani festosi attorno alla sontuosa tavola imbandita presso cui noi ci siederemo.Comunque questi osno altri argomenti, magari ne parleremo in un'altra occasione.Cordialmente,Comotato "Riapriamo le videoteche chiuse"
        • La SIAE scrive:
          Re: Finalmente GIUSTIZIA!
          - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
          Tranquillo, conosciamo bene Netflix, e siamo ben
          lieti che presso voi ladri di film abbia riscosso
          sucXXXXX! <b
          Chi credi che sia la nostra
          testa d'ariete presso il W3C per l'introduzione
          dei DRM nello standard HTML5? </b


          E con quali soldi credi che Netflix stia facendo
          lobbing? <b
          Con i vostri! </b
          I
          soldi che voi pollastri avete fornito in questi
          ultimi anni per vedere a pagamento quello che
          avreste potuto vedere
          gratis!
          Netflix è una nostra creatura, se non si è ancora
          capito, o come pensi che abbiano ottenuto i
          permessi sul nolo dei
          film?

          Abbiamo pure tenuto all'oscuro di tutto organi
          come "LA SIAE" dei vari paesi perché ormai cose
          di quel tipo avevano dimostrato tutta la loro
          manifesta incapacità
          d'azione.
          Noi del comitato "Riapriamo le videoteche chiuse"
          ed i nostri potenti consociati, a differenza
          della SIAE (che è solo un insignificante gruppo
          parastatale di esecutori materiali), sappiamo
          fare programmi a lungo termine, ed abbiamo
          gabbato pure voi, piratini
          del'ultim'ora.
          Ora capirete chi tiene in mano il bastone (noi
          padroni) e chi prende le bastonate (voi schiavi).

          Potresti esserne stupito ma ad alcuni piace pure
          fare lo schiavo e non aspettano altro che il
          nostro sucXXXXX per scodinzolare come cani
          festosi attorno alla sontuosa tavola imbandita
          presso cui noi ci
          siederemo.
          Comunque questi osno altri argomenti, magari ne
          parleremo in un'altra
          occasione.

          Cordialmente,
          Comotato "Riapriamo le videoteche chiuse"Ma non lo vedete che non vi cagh**mo? :@Queste continue frecciatine ci fanno un baffo. Ehehehehehehe... :)Eeheheheheheheheheheheh... :D <b
          AHAHAHAHAHAHAHA!!!! </b
          :@
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: La SIAE

            Ma non lo vedete che non vi cagh**mo? :@

            Queste continue frecciatine ci fanno un baffo.
            Ehehehehehehe...
            :)

            Eeheheheheheheheheheheh... :D

            <b
            AHAHAHAHAHAHAHA!!!! </b
            :@Capisco la risata isterica dal momento che lei "LA SIAE" ha realizzato il fatto di essere FINITA. Lo stato italiano vi ha protetto sin'ora, ma l'Italia è piena di debiti. I nostri consociati hanno già chiesto la vostra testa, inquanto ente inutile a qualsiasi scopo. I videotecari sono già caduti, ora è giunto il vostro turno.Avete fallito.E sarete terminati.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
          • La SIAE scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            - Scritto da: La SIAE



            Ma non lo vedete che non vi cagh**mo? :@



            Queste continue frecciatine ci fanno un
            baffo.

            Ehehehehehehe...

            :)



            Eeheheheheheheheheheheh... :D



            <b
            AHAHAHAHAHAHAHA!!!! </b

            :@

            Capisco la risata isterica dal momento che lei
            "LA SIAE" ha realizzato il fatto di essere
            FINITA.Co-o-o-sa? È finita?Hai detto finita? :@Non finisce proprio niente se non l'abbiamo deciso <u
            noi </u
            . :@
            Lo stato italiano vi ha protetto sin'ora, ma
            l'Italia è piena di debiti.Sappiamo già come ripagarli. Mettendo pesanti tasse sulle vostre testine, per esempio? Eh sì mi sa di sì. Le testine dei giradischi forse saranno scomparse, di testine da tassare ne troviamo ancora vedrete... ehehehehehehe... :D AHAHAHAHAHAHAHA!!! :@I nostri consociati
            hanno già chiesto la vostra testa, inquanto ente
            inutile a qualsiasi scopo.E questo sarebbe un motivo sufficiente? :@
            I videotecari sono già caduti, ora è giunto il
            vostro
            turno.

            Avete fallito.

            E sarete terminati.Non potete vincere.Se ci abbattete diventeremo più potenti di quanto possiate immaginare. :@Noi siamo eterni.
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: La SIAE

            Co-o-o-sa? È finita?

            Hai detto finita? :@

            Non finisce proprio niente se non l'abbiamo
            deciso <u
            noi </u
            .
            :@Voi siete solo dei subordinati parastatali, esistete perché NOI ed i nostri amici l'abbiamo conXXXXX. All'epoca avevamo bisogno di enti, locali ai diversi paesi del mondo, che curasssero i nostri interessi privati.Ora non ci servite più.


            Lo stato italiano vi ha protetto sin'ora, ma

            l'Italia è piena di debiti.

            Sappiamo già come ripagarli. Mettendo pesanti
            tasse sulle vostre testine, per esempio? Eh sì mi
            sa di sì. Le testine dei giradischi forse saranno
            scomparse, di testine da tassare ne troviamo
            ancora vedrete... ehehehehehehe... :D
            AHAHAHAHAHAHAHA!!!
            :@Il vostro stato è fallito. Siete pieni di debiti e non avete alcun margine di trattativa. Già ora state pagando "più tasse" non per il bene del vostro paese ma per ripagare gli interesi sul debito ai nostri consociati.Nel prossimo futuro tutto passerà da internet e noi saremo i diretti fornitori dei servizi. I DRM obbligatori renderanno impossibile la copia, quindi le vostre tasse sui supporti di registrazione verranno abolite in favore di "contributi per la cultura" che andranno a nostro diretto vantaggio.
            I nostri consociati

            hanno già chiesto la vostra testa, inquanto
            ente

            inutile a qualsiasi scopo.

            E questo sarebbe un motivo sufficiente? :@Yes, of course!
    • bubba scrive:
      Re: Finalmente GIUSTIZIA!
      - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
      Confidiamo nel vostro appoggio,
      Comitato promotore "Riapriamo le videoteche
      chiuse"e mi raccomando, riempitele di roba buona (non minorenni perche e' illegale.)
      • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
        Re: Finalmente GIUSTIZIA!
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse


        Confidiamo nel vostro appoggio,

        Comitato promotore "Riapriamo le videoteche

        chiuse"
        e mi raccomando, riempitele di roba buona (non
        minorenni perche e'
        illegale.)Lo decidiamo noi cosa è illegale e cosa non lo è.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Finalmente GIUSTIZIA!
          - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
          Lo decidiamo noi cosa è illegale e cosa non lo è.E' il credo del proprietario di Medusa...
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

            Lo decidiamo noi cosa è illegale e cosa non
            lo
            è.

            E' il credo del proprietario di Medusa...Lui è un outsider. E' da anni che cerchiamo di incastrarlo, e all'estero ci siamo riusciti più volte e in diversi paesi. Purtroppo voi italiani, seppur sempre pronti ad essere servili con i potenti e prepotenti con i più deboli, avete anche il difetto di essere dei malandrini a vostra volta e l'avete pure messo a governare. Credo sia una tratto genetico della vostra razza, quello di essere dei fannulloni con la mano lunga. Il vostro è un popolo che sa vivere solo con gli espedienti, ma che dico... non siete nemmeno un popolo!Avete "il filo della schiena storto", ma stia tranquillo Sig. Luco, che ormai ci siamo attrezzati con le giuste "leve" per raddrizzarlo quel vostro filo della schiena.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse


            Lo decidiamo noi cosa è illegale e cosa
            non

            lo

            è.



            E' il credo del proprietario di Medusa...

            Lui è un outsider. E' da anni che cerchiamo di
            incastrarlo, e all'estero ci siamo riusciti più
            volte e in diversi paesi. Purtroppo voi italiani,
            seppur sempre pronti ad essere servili con i
            potenti e prepotenti con i più deboli, avete
            anche il difetto di essere dei malandrini a
            vostra volta e l'avete pure messo a governare.

            Credo sia una tratto genetico della vostra razza,
            quello di essere dei fannulloni con la mano
            lunga. Il vostro è un popolo che sa vivere solo
            con gli espedienti, ma che dico... non siete
            nemmeno un
            popolo!

            Avete "il filo della schiena storto", ma stia
            tranquillo Sig. Luco, che ormai ci siamo
            attrezzati con le giuste "leve" per raddrizzarlo
            quel vostro filo della
            schiena.

            Cordialmente,
            Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)Stia tranquillo. L'indulto è già pronto. Anche per i pirati, compresi quelli che non pagano i diritti televisivi (o che spostano i soldi in paradisi fiscali).
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Stia tranquillo. L'indulto è già pronto. Anche
            per i pirati, compresi quelli che non pagano i
            diritti televisivi (o che spostano i soldi in
            paradisi
            fiscali).Pia illusione. Siete pieni di debiti, i nostri consociati non vedono l'ora di spolpare il vostro paese per sfruttarlo e rivenderlo pezzo dopo pezzo. Lo stanno già facendo in realtà.Il vostro "cavaliere nero" è stato sconfitto e gli rimane solo l'esilio (non che avesse mai avuto la possibilità di fare qualcosa di buono per voi, lui è più o meno come noi, ma non fa parte del nostro club).Purtroppo i democristiani del vostro paese, contrariamente alle nostre aspettative di un governo a noi ostile, (la cui elezione avrebbe giustificato un "trattamento grecia"), sembrano essere resuscitati dalla tomba, e stanno tentando disperatamente tramite accordi con altri paesi europei (e non) di salvarvi dalle nostre grinfie.Sono abili ma non ci riusciranno. Non anche questa volta, è troppo tardi e gli americani non vi possono aiutare.Vi aspetta solo una lenta ed inesorabile agonia, infine il nostro completo controllo.Tuttavia le concedo che è romantico assistere al suo accenno di orgoglio patriottico, anche se appeso ad una ruffianata italiana come l'indulto.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse"
    • panda rossa scrive:
      Re: Finalmente GIUSTIZIA!
      - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

      Ancora con più forza quindi rinnoviamo il nostro
      invito ai lettori di firmare per la nostra
      proposta referendaria "Riapriamo le videoteche
      chiuse".

      Il nostro referendum prevede:Io voglio firmare.Voglio che si arrivi a questo referendum, perche' e' giusto!Abroghiamo la legge Merlin!Dov'e' che si firma?
      • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
        Re: Finalmente GIUSTIZIA!
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse




        Ancora con più forza quindi rinnoviamo il
        nostro

        invito ai lettori di firmare per la nostra

        proposta referendaria "Riapriamo le
        videoteche

        chiuse".



        Il nostro referendum prevede:

        Io voglio firmare.
        Voglio che si arrivi a questo referendum, perche'
        e'
        giusto!

        Abroghiamo la legge Merlin!

        Dov'e' che si firma?Ha poco da fare lo spiritoso lei, Sig. "Panda Rossa", vedrà quando anche nel suo amato "linux" sarà <b
        costretto dalle leggi </b
        ad usare i nostri DRM, sia che lei ne faccia un uso server che un uso client.Il sistema di clientele e corruzione che tenevamo in piedi affinché facesse da guardiano per i nostri interessi, sfruttando la crisi e la gratuità di internet l'avete sconfitto, ma paradossalmente, proprio la crisi sarà la vostra tomba. Da più di un anno i nostri diretti emissari si muovono presso la politica mondiale e gli organi che influenzano gli standard della vostra amata "internet". Lei crede che Adobe e Microsoft abbiano fatto cadere nella polvere le loro piattaforme per lo streaming dei video, così... perché c'era uno stupido standard HTML di cui non è importato mai nulla a nessuno? Crede che a questo risultato abbiano contribuito le dichiarazioni di un inutile multimiliardario allucinato dall'LSD, con la mente ormai deviata da ridicoli ideali di "purezza", e mortalmente ammalato al pancreas?Forse lo stuolo di idioti che hanno installato le nostre "DRM-APP" direttamente nei loro telefoni privati(!) aprendoci le porte delle loro comunicazioni? No caro, altre forze molto più "persuasive" hanno portato alla morte di Flash e Silverlight.La CRISI! Ahhh che bella parola è diventata quando abbiamo capito che con soldi e false promesse potevamo tenere per le palle qualunque politico, da Obama a Bashar al-Assad! Che fantastica invenzione è la crisi, dal momento in cui abbiamo compreso come una massa di poveri sia molto più malleabile rispetto alle nostre pretese, per un tozzo di pane sono disposti a fare qualunque cosa!E che dire di quelli che ancora stanno relativamente "bene", ma che si eccitano al pensiero di avere i nostri meccanismi di tecno-controllo direttamente installati nei loro PC? Le asicuro che fra questi è pieno di suoi colleghi "linari", magari che utilizzano sistemi per newbie, i quali anelano spasmodicamente di poter vedere i nostri film "su linux".Sono tutti felici di poter vedere qualche filmetto in streaming, pagandolo ovviamente, ma non hanno capito che il prezzo da pagare va ben olre i pochi euro del noleggio.Il prezzo è la consegna a NOI delle chiavi dell'unico mezzo che sia riuscito a farci quasi estinguere: Internet.Quando il nostro piano sarà giunto a compimento noi controlleremo "la rete" e per voi sarà la fine. Espongo così, pubblicamente i nostri piani perché ormai non c'è più nulla che voi, inutili nullità, possiate fare per impedirlo: entro il 2014 tutte le nostre pedine saranno disposte sul piano di battaglia, pronte all'assalto finale. L'unico che si era accorto della trappola era un certo Stallman, ma da quanto ci è stato detto è un predicatore nel deserto, oltretutto irriso e deriso da quelli stessi che lui vorrebbe difendere. Poveri stupidi! Non ci saranno delle vere differenze genetiche, ma voi persone comuni siete proprio una razza inferiore a noi che occultamente vi governiamo.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
    • Be&O scrive:
      Re: Finalmente GIUSTIZIA!
      Ma videoteche de che che con Mediaset on Demand e Sky on Demand potete fallire, altro che 5 per 24h......SFIGATI !!!!
      • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
        Re: Finalmente GIUSTIZIA!
        - Scritto da: Be&O
        Ma videoteche de che che con Mediaset on Demand e
        Sky on Demand potete fallire, altro che 5 per
        24h......SFIGATI
        !!!!Ottimo, vedo che lei non ha capito bene cosa sono "Mediaset on Demand" e"Sky on Demand". Presto potremo riaprire le videoteche chiuse!Cordialmente,Comitato "Riapriamo le vdeoteche chiuse" ;)
        • bubba scrive:
          Re: Finalmente GIUSTIZIA!
          - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
          - Scritto da: Be&O

          Ma videoteche de che che con Mediaset on
          Demand
          e

          Sky on Demand potete fallire, altro che 5
          per

          24h......SFIGATI

          !!!!

          Ottimo, vedo che lei non ha capito bene cosa sono
          "Mediaset on Demand"
          e
          "Sky on Demand". Presto potremo riaprire le
          videoteche
          chiuse!lei lo sa vero che esistono gli hdmi splitter con hdcp remover, gli hdmi recorder, e che l'hdcp e' stato violentato 3 anni fa?
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

            - Scritto da: Be&O


            Ma videoteche de che che con Mediaset on

            Demand

            e


            Sky on Demand potete fallire, altro che
            5

            per


            24h......SFIGATI


            !!!!



            Ottimo, vedo che lei non ha capito bene cosa
            sono

            "Mediaset on Demand"

            e

            "Sky on Demand". Presto potremo riaprire le

            videoteche

            chiuse!
            lei lo sa vero che esistono gli hdmi splitter con
            hdcp remover, gli hdmi recorder, e che l'hdcp e'
            stato violentato 3 anni
            fa?E lei lo sa che con i DRM obbligatori per gli ISP potremo controllare TUTTO il traffico della rete, dove i contenuti "rippati" o non provvisti di certificazione non avranno più alcuna cittadinanza?Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
          • bubba scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse


            - Scritto da: Be&O



            Ma videoteche de che che con
            Mediaset
            on


            Demand


            e



            Sky on Demand potete fallire,
            altro
            che

            5


            per



            24h......SFIGATI



            !!!!





            Ottimo, vedo che lei non ha capito bene
            cosa

            sono


            "Mediaset on Demand"


            e


            "Sky on Demand". Presto potremo
            riaprire
            le


            videoteche


            chiuse!

            lei lo sa vero che esistono gli hdmi
            splitter
            con

            hdcp remover, gli hdmi recorder, e che
            l'hdcp
            e'

            stato violentato 3 anni

            fa?

            E lei lo sa che con i DRM obbligatori per gli ISP
            potremo controllare TUTTO il traffico della rete,
            dove i contenuti "rippati" o non provvisti di
            certificazione non avranno più alcuna
            cittadinanza?

            Cordialmente,
            Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)Interessante. Cioe a parte la violazione del art.21 e un altro centinaio di leggi, come pensa di attuarlo tecnicamente? Installando un NSA center per ogni capoluogo (con generatore a fusione nucleare annesso) ? :)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

            - Scritto da: bubba


            - Scritto da: Riapriamo le videoteche
            chiuse



            - Scritto da: Be&O




            Ma videoteche de che che con

            Mediaset

            on



            Demand



            e




            Sky on Demand potete fallire,

            altro

            che


            5



            per




            24h......SFIGATI




            !!!!







            Ottimo, vedo che lei non ha capito
            bene

            cosa


            sono



            "Mediaset on Demand"



            e



            "Sky on Demand". Presto potremo

            riaprire

            le



            videoteche



            chiuse!


            lei lo sa vero che esistono gli hdmi

            splitter

            con


            hdcp remover, gli hdmi recorder, e che

            l'hdcp

            e'


            stato violentato 3 anni


            fa?



            E lei lo sa che con i DRM obbligatori per
            gli
            ISP

            potremo controllare TUTTO il traffico della
            rete,

            dove i contenuti "rippati" o non provvisti di

            certificazione non avranno più alcuna

            cittadinanza?



            Cordialmente,

            Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
            Interessante. Cioe a parte la violazione del
            art.21 e un altro centinaio di leggi, come pensa
            di attuarlo tecnicamente? Installando un NSA
            center per ogni capoluogo (con generatore a
            fusione nucleare annesso) ?
            :)M'immagino che cosa serva per controllare tutti i dati che passano per tutte le linee da 100 Mbit che Fastweb ha messo... LOL
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            M'immagino che cosa serva per controllare tutti i
            dati che passano per tutte le linee da 100 Mbit
            che Fastweb ha messo...
            LOLBen poco... basta controllare e marchiare con i DRM i dati in ingresso, il resto lo faranno i browsers con supporto DRM.Inutile dire che i browsers senza supporto DRM non potranno vedere più nulla di internet, dato che tutti i contenuti richiederanno tale supporto.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato



            M'immagino che cosa serva per controllare
            tutti
            i

            dati che passano per tutte le linee da 100
            Mbit

            che Fastweb ha messo...

            LOL

            Ben poco... basta controllare e marchiare con i
            DRM i dati in ingresso, il resto lo faranno i
            browsers con supporto
            DRM.
            Inutile dire che i browsers senza supporto DRM
            non potranno vedere più nulla di internet, dato
            che tutti i contenuti richiederanno tale
            supporto.

            Cordialmente,
            Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)Ammesso e non conXXXXX questa follia come la risolvi sui sistemi operativi che DEVONO essere GPL?
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato





            M'immagino che cosa serva per
            controllare

            tutti

            i


            dati che passano per tutte le linee da
            100

            Mbit


            che Fastweb ha messo...


            LOL



            Ben poco... basta controllare e marchiare
            con
            i

            DRM i dati in ingresso, il resto lo faranno i

            browsers con supporto

            DRM.

            Inutile dire che i browsers senza supporto
            DRM

            non potranno vedere più nulla di internet,
            dato

            che tutti i contenuti richiederanno tale

            supporto.



            Cordialmente,

            Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)

            Ammesso e non conXXXXX questa follia come la
            risolvi sui sistemi operativi che DEVONO essere
            GPL?E quali sarebbero? Linux usa la GPL2, non è in alcun modo impedito l'uso di blob binari. Per quanto riguarda Firefox, sicuramente Mozilla si opporrà, ma alla fine dovranno fare buon viso a cattivo gioco ed accettare il supporto ai DRM.Lei la chiama "follia", noi le possiamo dire che la notizia dei DRM dentro HTML5 è valida e confermata, lo stesso Tim Berners-Lee ha dato il via al proXXXXX di standardizzazione.Dietro questa proposta ci sono gli stessi gruppi di interesse che appoggiavano SOPA/PIPA, con l'aggiunta di Google. Non ricorda che quando le leggi SOPA/PIPA furono bocciate dai parlamenti di mezzo mondo, i rappresentanti dei vari RIAA ed MPAA dichiararono che avrebbero percorso altre strade?La strada è quella che ho qui esposto, non potendo ottenere direttamente una legge cercheranno di rendere amichevoli alle persone i DRM, rendendoli di pubblico utilizzo (invii una foto a qualcuno e puoi fare in modo che non possa essere archiviata, ma solo vista per quella volta). La gente comune vede e usa internet come strumento di consumo, non come luogo di libertà. Guardi a tutti gli stolti che avendo i browser hanno accolto "le app" su dispositivi castrati e manomessi a danno degli utenti.... però erano facili da usare. Ed erano veloci, nulla da capire, tutto funziona subito. Dal produttore al consumatore.Appunto, una internet di consumatori, pecore belanti senza cervello.E' questo quello che noi ed i nostri consociati vogliamo.Avremmo preferito SOPA, ma poiché non è stato possibile ci stiamo muovendo così, un passo dopo l'altro. Prima i DRM nello standard, poi l'attivazione di utilissimi servizi per consumatori pecoroni ed ignoranti, quindi il contagio ai più giovani che usano facebook (e ci diranno pure grazie!), infine la demonizzazione di chi è rimasto libero, ormai una minoranza facile da schiacciare, dunque le leggi sui DRM obbligatori. Grazie alla semplice introduzione dei DRM nello standard riusciremo a distogliere utenza da Mozilla/Firefox che anche di recente ha infastidito i nostri consociati prevedendo di dare agli utenti un maggiore controllo sui coockies di terze parti. La prova generale l'qabbiamo già fatta su linux, dismettendo il supporto a flash per tutti i browsers tranne Chrome.Risultato: una massa di utenti è passata a Chrome, cosa crede che accadrà quando con Firefox non sarà possibile vedere Sky, Mediaset premium, Netflix o le altre nostre videoteche chiuse?Meno utenti avrà Firefox e più facile sarà per noi prevalere, oltretutto non implementando i DRM Firefox sarà fuori standard, qundi pure tacciabile di essere un browser scadente.Noi ed i nostri consociati avremo i nostri vantaggi, ma anche i vari servizi segreti potranno godere di un maggiore controllo delle informazioni (inutile dire che i DRM non saranno un ostacolo per l'NSA).Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

            - Scritto da: bubba


            - Scritto da: Riapriamo le videoteche
            chiuse



            - Scritto da: Be&O




            Ma videoteche de che che con

            Mediaset

            on



            Demand



            e




            Sky on Demand potete fallire,

            altro

            che


            5



            per




            24h......SFIGATI




            !!!!







            Ottimo, vedo che lei non ha capito
            bene

            cosa


            sono



            "Mediaset on Demand"



            e



            "Sky on Demand". Presto potremo

            riaprire

            le



            videoteche



            chiuse!


            lei lo sa vero che esistono gli hdmi

            splitter

            con


            hdcp remover, gli hdmi recorder, e che

            l'hdcp

            e'


            stato violentato 3 anni


            fa?



            E lei lo sa che con i DRM obbligatori per
            gli
            ISP

            potremo controllare TUTTO il traffico della
            rete,

            dove i contenuti "rippati" o non provvisti di

            certificazione non avranno più alcuna

            cittadinanza?



            Cordialmente,

            Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
            Interessante. Cioe a parte la violazione del
            art.21 e un altro centinaio di leggi, come pensa
            di attuarlo tecnicamente? Installando un NSA
            center per ogni capoluogo (con generatore a
            fusione nucleare annesso) ?
            :)Direi proprio di no. Non dovrei, ma tanto non credo che ormai cambi granché...Presso il W3C oltre Netflix a perorare la causa dei DRM ci sono Apple, Microsoft e ahi per voi scarichini... Google.Capisce cosa significa questo?Una volta entrati nello standard HTML5 i DRM, Netflix dormirà sogni più tranquilli ed uscirà dagli USA, verranno anche aperti nuovi servizi per il noleggio dei film (le nostre "videoteche chiuse") e tutti saranno entusiasti della cosa.Sì, tutti. Perché a parte te, Luco, Panda Rossa e qualche altro furbacchione che trovi in siti come questo, la massa è bovina. E la massa è felice di pagare per un esclusivo servizio "premium". E' felice anche se sa che prima lo poteva avere gratis.Se potranno pagare, pagheranno.Rimarranno alcuni piratoni che continueranno a mettere in rete screen o rip dei dvd, o in prospettiva qualora decidessimo di eliminare i supporti fisici, le riprese delle nostre trasmissioni premium (un modo si trova sempre.).Ma... non finisce qui. No, no.Ad un certo punto Youtube, G+, Facebook e gli altri maggiori protagonisti della rete di massa regaleranno una fantastica innovazione ai loro utenti: tutti i contenuti inseriti nelle suddette piattaforme saranno accompagnati da protezione DRM.Fantastico no? Così sì che gli utenti avranno il controllo dei loro dati! Ogni utente potrà decidere chi può vedere certe foto o in quali contesti sia permessa la lettura di un testo, ma anche di un video.I DRM permettono di fare tante cose, ma sopratutto rendono possibile trattare gli oggetti virtuali come oggetti materiali.La stampa darà grande risalto alla cosa, finalmente la privacy su internet! E i vari governanti, facendosi belli con l'opinione pubblica daranno il loro appoggio all'operazione indicando in quelle piattaforme l'esempio da seguire.E questo quello che noi del comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" e consociati, definiamo come "punto di non ritorno".Una volta che i DRM saranno disponibili anche al pubblico comune (ma l'autority che li gestirà realmente sarà in mano nostra o in mano di un gruppo di nostre "controllate") per motivi di "sicurezza" avanzeremo le nostre pretese ai governi.Pretese di estendere PER LEGGE l'uso dei DRM a qualsiasi cosa transiti per la rete, chi non adotterà i meccanismi DRM sarà tagliato fuori da internet. L'opinione pubblica sarà a quel punto imbonita e, presa dalle sue foto su facebook non riuscirà a capire i veri risvolti di una scelta del genere.Così i DRM verranno resi obbligatori direttamente sui vari server che compongono la rete.Da un punto di vista tecnico non è una grossa spesa, male che vada basterà applicare i check DRM ai dati in entrata, non a quelli in uscita.E cioé, quando lei farà l'upload di un video o di un file musicale il server destinatario vaglierà la sua legittimità tramite i DRM e nel caso di esito positivo gli asssegnerà un certificato di validità, certificato gestito dalla nostra authority ovviamente.In questo modo lei NON potra eseguire uploads di materiali coperti da copyright e NOI saremo sempre in grado di agire DIRETTAMETE sui suoi contenuti anche ex-post tramite l'authority DRM.Il controllo totale della rete.In mano nostra.E se dopo le nostre censure ex-post avrete qualcosa da ridire... fateci causa!Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
          • bubba scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse


            - Scritto da: bubba



            - Scritto da: Riapriamo le
            videoteche

            chiuse




            - Scritto da: Be&O





            Ma videoteche de che che
            con


            Mediaset


            on




            Demand




            e





            Sky on Demand potete
            fallire,


            altro


            che



            5




            per





            24h......SFIGATI





            !!!!









            Ottimo, vedo che lei non ha
            capito

            bene


            cosa



            sono




            "Mediaset on Demand"




            e




            "Sky on Demand". Presto
            potremo


            riaprire


            le




            videoteche




            chiuse!



            lei lo sa vero che esistono gli
            hdmi


            splitter


            con



            hdcp remover, gli hdmi recorder, e
            che


            l'hdcp


            e'



            stato violentato 3 anni



            fa?





            E lei lo sa che con i DRM obbligatori
            per

            gli

            ISP


            potremo controllare TUTTO il traffico
            della

            rete,


            dove i contenuti "rippati" o non
            provvisti
            di


            certificazione non avranno più alcuna


            cittadinanza?





            Cordialmente,


            Comitato "Riapriamo le videoteche
            chiuse"
            ;)

            Interessante. Cioe a parte la violazione del

            art.21 e un altro centinaio di leggi, come
            pensa

            di attuarlo tecnicamente? Installando un NSA

            center per ogni capoluogo (con generatore a

            fusione nucleare annesso) ?

            :)

            Direi proprio di no. Non dovrei, ma tanto non
            credo che ormai cambi
            granché...eh no cambia cambia...

            Una volta che i DRM saranno disponibili anche al
            pubblico comune (ma l'autority che li gestirà
            realmente sarà in mano nostra o in mano di un
            gruppo di nostre "controllate") per motivi di
            "sicurezza" avanzeremo le nostre pretese ai
            governi.
            Pretese di estendere PER LEGGE l'uso dei DRM a
            qualsiasi cosa transiti per la rete, chi non
            adotterà i meccanismi DRM sarà tagliato fuori da
            internet.(cut)si avevo capito che era questo l'intento... ma a parte le inezie tipo l'art.21 della costituzione, come pensa di evitare la crittografia in rete? o pensa che il sismi e le polizie, apple, google, il mossad e la mafia russa siano d'accordo? Se non la toglie come pensa di discriminare la crypto "buona" da quella "cattiva" (senza ispezionarne i contenuti e senza rischiare di buttare quella 'buona')?Se non la toglie come pensa di evitare che i preziosi vostri contenuti (rippati) circolino criptati assieme ai dati di polizia, nsa, google e mafia russa ,senza installare un NSA center per ogni citta (in modo da ispezionarne i contenuti)? E se lo installerete, funzionera' a fusione nucleare? :)
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

            - Scritto da: bubba


            - Scritto da: Riapriamo le videoteche
            chiuse



            - Scritto da: bubba




            - Scritto da: Riapriamo le

            videoteche


            chiuse





            - Scritto da: Be&O






            Ma videoteche de
            che
            che

            con



            Mediaset



            on





            Demand





            e






            Sky on Demand potete

            fallire,



            altro



            che




            5





            per






            24h......SFIGATI






            !!!!











            Ottimo, vedo che lei non
            ha

            capito


            bene



            cosa




            sono





            "Mediaset on Demand"





            e





            "Sky on Demand". Presto

            potremo



            riaprire



            le





            videoteche





            chiuse!




            lei lo sa vero che esistono
            gli

            hdmi



            splitter



            con




            hdcp remover, gli hdmi
            recorder,
            e

            che



            l'hdcp



            e'




            stato violentato 3 anni




            fa?







            E lei lo sa che con i DRM
            obbligatori

            per


            gli


            ISP



            potremo controllare TUTTO il
            traffico

            della


            rete,



            dove i contenuti "rippati" o non

            provvisti

            di



            certificazione non avranno più
            alcuna



            cittadinanza?







            Cordialmente,



            Comitato "Riapriamo le videoteche

            chiuse"

            ;)


            Interessante. Cioe a parte la
            violazione
            del


            art.21 e un altro centinaio di leggi,
            come

            pensa


            di attuarlo tecnicamente? Installando
            un
            NSA


            center per ogni capoluogo (con
            generatore
            a


            fusione nucleare annesso) ?


            :)



            Direi proprio di no. Non dovrei, ma tanto non

            credo che ormai cambi

            granché...
            eh no cambia cambia...




            Una volta che i DRM saranno disponibili
            anche
            al

            pubblico comune (ma l'autority che li gestirà

            realmente sarà in mano nostra o in mano di un

            gruppo di nostre "controllate") per motivi di

            "sicurezza" avanzeremo le nostre pretese ai

            governi.

            Pretese di estendere PER LEGGE l'uso dei DRM
            a

            qualsiasi cosa transiti per la rete, chi non

            adotterà i meccanismi DRM sarà tagliato
            fuori
            da

            internet.
            (cut)
            si avevo capito che era questo l'intento... ma a
            parte le inezie tipo l'art.21 della costituzione,
            come pensa di evitare la crittografia in rete? o
            pensa che il sismi e le polizie, apple, google,
            il mossad e la mafia russa siano d'accordo?

            Se non la toglie come pensa di discriminare la
            crypto "buona" da quella "cattiva" (senza
            ispezionarne i contenuti e senza rischiare di
            buttare quella
            'buona')?
            Se non la toglie come pensa di evitare che i
            preziosi vostri contenuti (rippati) circolino
            criptati assieme ai dati di polizia, nsa, google
            e mafia russa ,senza installare un NSA center per
            ogni citta (in modo da ispezionarne i contenuti)?
            E se lo installerete, funzionera' a fusione
            nucleare?
            :)Non abbiamo bisogno di ispezionare i contenuti criptati che "circolano" ci è sufficiente prenderli la prima volta ed allegarvi il nostro certificato di autenticità.A noi non è mai importato un fico secco del fatto che i contenuti possano essere leciti o meno, quello che noi vogliamo è la possibilità di eliminare qualsiasi cosa presente in internet a nostra discrezione. Senza passare dai tribunali. Lei potrà pure continuare ad usare contenuti criptati, ma ad essi dal momento di immissione in rete verrà associata una targa, non scindibile dal contenuto senza previa autorizzazione dei server dell'authority DRM. In questo modo con un click potremo eliminare qualsiasi contenuto scomodo o sospetto di essere tale.Per capirci meglio, qualora lei mettesse su un forum un link ad un video "criptato" col nome "Avatar", noi non ci penseremo due volte a bloccare il codice associato a quel file, rendendolo indisponibile in tutte le sue copie (ogni acXXXXX richiede l'autorizzazione DRM).Ora lei mi dirà... ma quello non è il film "Avatar", è un video amatoriale con delle persone travestite da avatar. Ecco, a noi non interessa questo, venga pure in tribunale per dimostrare che il suo contenuto è lecito.E' questo quello che noi intendiamo per "il controllo della rete": acquisirne de facto la proprietà.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse"
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            Non abbiamo bisogno di ispezionare i contenuti
            criptati che "circolano" ci è sufficiente
            prenderli la prima volta ed allegarvi il nostro
            certificato di autenticità.Come sarebbe applicabile una cosa del genere, ad esempio, su Freenet? (rotfl)E faccio notare che Freenet non è TOR...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2013 17.29-----------------------------------------------------------
          • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse

            Non abbiamo bisogno di ispezionare i
            contenuti

            criptati che "circolano" ci è sufficiente

            prenderli la prima volta ed allegarvi il
            nostro

            certificato di autenticità.

            Come sarebbe applicabile una cosa del genere, ad
            esempio, su Freenet?
            (rotfl)Potremmo dirle che freenet sarà illegale, o che freenet non è adatta alla condivisione di film o musica, ma è un dato irrilevante.Stiamo parlando di Internet, la più grande e globale delle reti. Un ricco mercato di cui non possiamo fare a meno, ma alle NOSTRE condizioni.La rete libera e neutrale che conoscete, dopo il nostro intervento, semplicemente non esisterà più. In cambio potrete pagare per vedere qualche film sul browser dell'iPad. Bell'affare vero? Per noi ovviamente.Trasformeremo la struttura della rete in quello che è l'attuale realtà di film, musica ed editoria della carta. E cioé un mercato chiuso, dominato dai cartelli e dagli interessi corporativi, in cui pochi gruppi economicamente forti la fanno da padrone, in cui i talentuosi emergenti sono vessati e gambizzati da organismi come la SIAE italiana, o almeno lo sono finché NOI non decidiamo che possono entrare nel nostro mercato, pagandoci la dovuta tassa di permanenza, ovviamente.Tenga presente che questa cosa va bene anche ai governi, che apprezzano molto le nostre scelte "editoriali" di favorire presso i giovani la diffusione delle opere di artisti costruiti a tavolino.Artisti che disegnano con la fantasia mondi gioiosi, sentimenti puri e puliti, vite da sogno ma senza trasgressioni e sessualità. Anche i genitori pare che apprezzino i nostri sforzi (credono di poter evitare di educare i propri figli).I governi ci appoggiano perché preferiscono che i giovani, ma anche gli adulti, vivano il più a lungo possibile dentro queste illusioni, almeno sinché le loro testoline non saranno troppo impegnate a dover sopravvivere in un mondo ben diverso da quello che gli è stato raccontato dalla Disney o dai nostri film d'azione (ha presente i nostri film d'azione? Quelli dove l'uomo qualsiasi salva da solo il mondo? E magari per farlo sacrifica la sua vita?), o - come dicevo prima - dalle canzoni costruite a tavolino dei nostri cantanti. Purtroppo su alcuni prodotti merceologici come i cantanti per adolescenti abbiamo ancora qualche problema, in particolare le ragazze non resistono al nostro regime imposto di asessualità, a 12 anni diventano fertili e la prorompenza di sviluppo dei loro seni negli anni successivi è difficile per loro stesse da ignorare... Quando sono abbastanza ricche diventano dei puttanoni o delle drogate, o entrambe le cose (riusciamo a reprimerle sessualmente dai 12 ai 17 anni, cioé per tutta la loro adolescenza, ma poi esplodono le poverette).Per i giovani 17+ abbiamo anche una buona offerta che simula la protesta, in genere cantanti che si danno arie "da strada", che parlano dei loro problemi quotidiani rendendo ognuno di essi di una gravità pari ad un una domanda esistenziale, o che si danno "un tono" e fingono di criticare "il sistema", ma ovviamente senza mai proporre un approfondimento nel loro pensiero, giusto frasi generiche del tipo "non ho un lavoro, non mi piace la guerra, la tua fottuta guerra, non ce l'ho con te perché sei nero ma perché mi rubi il lavoro, io NON SONO gay, a me piace laXXXXX di tutti i colori... brutta grassona". Complessivamente temi e frasi che non vanno oltre lo sguardo abbassato che chi li ammira deve mantenere per continuare a perdersi nelle proprie fobie, narcisismi ed egoismi.Perdoni la divagazione dal tema principale, ma era per farle capire che noi ed i nostri consociati siamo "il sistema": ogni resistenza è inutile.Tornando a noi, internet è da anni il nostro obiettivo, ci abbiamo provato con le leggi come SOPA, ma incredibilmente la gente ha reagito, gli europei in particolare sono stati decisivi per la nostra sconfitta.Le dirò che non ce lo aspettavamo, non ci aspettavamo che internet avesse già fatto così tanti danni al nostro "sistema".Dato che col bastone non siamo riusciti, useremo la carota. Con la carota anche gli europei capitoleranno ed a quel punto avremo vinto la guerra. L'openweb si estinguerà, con la vostra stessa comlicità: consumatori.Cordialmente,Comitato "Riapriamo le videoteche chiuse"
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Finalmente GIUSTIZIA!
            - Scritto da: Riapriamo le videoteche chiuse
            Stiamo parlando di Internet, la più grande e
            globale delle reti. Un ricco mercato di cui non
            possiamo fare a meno, ma alle NOSTRE
            condizioni.

            La rete libera e neutrale che conoscete, dopo il
            nostro intervento, semplicemente non esisterà
            più.Anche ammesso di controllare i provider, come fareste ad evitare che nascano reti wifi più o meno sotterranee, BBS e che si eviti lo scambio a mano o l'acquisto del pezzotto sulla bancarella?Internet ha dato un duro colpo non certo a chi produce, ma a chi copiava a fine di lucro.Se scaricare da internet non fosse più possibile, o non fosse più conveniente, torneremo in massa a comprare da chi copia.E quelli come li freghi? Anche ammesso di usare drm vari, la copia analogica sarà sempre e comunque possibile.[img]http://img809.imageshack.us/img809/7793/z74r.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2013 01.27-----------------------------------------------------------
    • The Dude scrive:
      Re: Finalmente GIUSTIZIA!
      Hahaha, bellissima questa!!!! Un po' lunga ma studiata veramente bene!Grazie mille, mi hai fatto ridere un sacco!!!!
      • Riapriamo le videoteche chiuse scrive:
        Re: Finalmente GIUSTIZIA!
        - Scritto da: The Dude
        Hahaha, bellissima questa!!!! Un po' lunga ma
        studiata veramente
        bene!

        Grazie mille, mi hai fatto ridere un sacco!!!!Siamo spiacenti ma il 70% dei nostri interventi è stato rimosso grazie all'opera di segnalazione di qualche represso/frustrato.Riprenderemo gli argomenti trattati in future occasioni.Cordialmente,Comitati "Riapriamo le videoteche chiuse" ;)
  • a b normal scrive:
    novità
    leggevo da qualche parte che ilrispetto del copyright è facoltativo.appena trovo la fonte ve la mando.
    • Allibito scrive:
      Re: novità
      - Scritto da: a b normal
      leggevo da qualche parte che il
      rispetto del copyright è facoltativo.

      appena trovo la fonte ve la mando.Tutte le leggi sono facoltative, puoi rispettarle o no. Ci si affida al buon cuore dei cittadini, non è vero che esistono processi e pene. Fonte Topolino news. :-)
  • Ubunto scrive:
    Nuovo video girato nei laboratori
    Nuovo video girato dopo il sequestro:[yt]QGRpBmk4QJ4[/yt]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 14.58-----------------------------------------------------------
    • chi sei scrive:
      Re: Nuovo video girato nei laboratori
      XXXXfaulto? (newbie)
    • Be&O scrive:
      Re: Nuovo video girato nei laboratori
      Ma lol.....faranno un Reality !! all'americana !Finiranno con un matematico che fa l'integrale della curva del traffico per calcolare i Terabyte reali nel periodo dell'anno, con in fine l'indulto per i carcerati, dove questi restano in galera e Silvio e socy se ne escono.(troll)(troll2)
  • Sutter Kaine. scrive:
    Ah pero'..
    bello il video della Guardia di finanza...
    • Shiba scrive:
      Re: Ah pero'..
      - Scritto da: Sutter Kaine.
      bello il video della Guardia di finanza...Con commenti e voti bloccati, ovviamente :D
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Ah pero'..
        - Scritto da: Shiba
        - Scritto da: Sutter Kaine.

        bello il video della Guardia di finanza...

        Con commenti e voti bloccati, ovviamente :DSanno benissimo di essere contro la volontà del 99,999999% della popolazione, altrimenti non avrebbero paura dei commenti.
        • Le FIAMME GIALLE scrive:
          Re: Ah pero'..
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: Shiba

          - Scritto da: Sutter Kaine.


          bello il video della Guardia di
          finanza...



          Con commenti e voti bloccati, ovviamente :D

          Sanno benissimo di essere contro la volontà del
          99,999999% della popolazione, altrimenti non
          avrebbero paura dei
          commenti.Paura di te? Noi?! Aaah ah ah ah...(rotfl)Parola delle FIAMME GIALLE
  • reliz scrive:
    E cmq...
    Casacinemas si sono trasferiti sul .in , praticamente nessun utente si accorgera' praticamente di nulla... mah...
    • Carlo scrive:
      Re: E cmq...
      Basterebbe far pagare loro le sanzioni per l'illecito e non si trasferirebbero più da nessuna parte.
      • cicciobello scrive:
        Re: E cmq...
        Pagare quanto? Con quali soldi?Di sicuro non hanno i 300 milioni di cui si parla.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: E cmq...
        contenuto non disponibile
        • krane scrive:
          Re: E cmq...
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Carlo

          Basterebbe far pagare loro le sanzioni per

          l'illecito e non si trasferirebbero più da

          nessuna parte.
          un po' come dire "basterebbe far pagare le
          tasse a tutti".No, poiche' gli evasori i soldi per pagare li avrebbero, questi non li hanno neache a strizzarli e venderne gli organi.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: E cmq...
            contenuto non disponibile
          • krane scrive:
            Re: E cmq...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: unaDuraLezione

            No, poiche' gli evasori i soldi per pagare li

            avrebbero, questi non li hanno neache a

            strizzarli e venderne gli organi.
            Sì infatti parlavo in senso lato (entrambe
            utopie).Certametne, volevo solo far notare come anche nell'utopia i videotechini sono quelli a cui va peggio.(rotfl)
      • Giammarco Piedusi scrive:
        Re: E cmq...
        - Scritto da: Carlo
        Basterebbe far pagare loro le sanzioni per
        l'illecito e non si trasferirebbero più da
        nessuna
        parte.Carlo, Carlo, Carlo... il mio ufficio a cui ti sei preso la briga di fare la denuncia dice che il tuo registratore di cassa non ha scontrinato i tuoi noleggi. Come la mettiamo?
    • user_ scrive:
      Re: E cmq...
      http://casacinemas.in/ ?? non esiste
  • Nome e cognome scrive:
    ...
    Ma quale reato hanno contestato? Se non erro la sola fruizione di video (senza download) non costituisce reato. Perchè allora non sequestrano anche youtube, dailymotion, vimeo ecc.???
    • Scialpi scrive:
      Re: ...

      Ma quale reato hanno contestato? Diffusione di materiale protetto dal diritto d'autore a fine di lucro.
      Se non erro la
      sola fruizione di video (senza download) non
      costituisce reato. Non si sa ancora, in realtà. Non c'è nessuna giurisprudenza, e gli inquirenti non hanno intenzione di procedere per questa fattispecie. Il testo di legge è ambiguo.
      Perchè allora non sequestrano
      anche youtube, dailymotion, vimeo
      ecc.???Questo il riferimento nel comunciato della Guardia di Finanza:http://www.gdf.gov.it/GdF/it/Stampa/Ultime_Notizie/Anno_2013/Ottobre_2013/info699703136.htmlCome vedi, era solo per dare un'idea del giro di affari che aveva questo portale. Non intendevano dire che sono indagati anche i cittadini che hanno scaricato il materiale.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Scialpi

        Ma quale reato hanno contestato?

        Diffusione di materiale protetto dal diritto
        d'autore a fine di lucro.Il sito è gratuito, non si paga per accedere, quindi non c'è nessun fine di lucro.Se ti riferisci ai banner, devi1) prima dimostrare che ci siano guadagni oltre alle spese del sito, del server, del dominio, e della banda internet utilizzata (non sono gratis)2) poi spiegare perché i detentori dei diritti non fanno un loro sito, ugualmente gratuito per gli utenti, che si autofinanzia coi banner pubblicitari

        Se non erro la

        sola fruizione di video (senza download) non

        costituisce reato.

        Non si sa ancora, in realtà. Non c'è nessuna
        giurisprudenza, e gli inquirenti non hanno
        intenzione di procedere per questa fattispecie.
        Il testo di legge è ambiguo.Chi la legge la applica no invece non è affatto ambiguo.Il download a uso personale (senza condivisione) non è punibile. Quindi a maggior ragione non lo è lo streaming, come da dichiarazione di Pasquale Sorgonà della polizia postale (andata in onda su Rai4 e mai smentita né da Rai4 né da altri membri della polizia postale) intervistato in questo video http://youtu.be/IaZ37YRGaos?t=5m11s
        • Scialpi scrive:
          Re: ...



          Ma quale reato hanno contestato?



          Diffusione di materiale protetto dal diritto

          d'autore a fine di lucro.

          Il sito è gratuito, Mavà?!?Uno decide di vedersi i film da casa, appunto casacinema, però paga un sito di dubbia provenienza, magari con carta di credito. In che film?
          non si paga per accedere,
          quindi non c'è nessun fine di
          lucro.Gli introiti pubblicitari lo sono.E parliamo del nulla, perché una conferma della Guardia di finanza su quale sito esattamente è stato oggetto di provvedimento non c'è. Dovrebbe essere casacinema.com. Dovrebbe, appunto.
          Se ti riferisci ai banner, devi
          1) prima dimostrare che ci siano guadagni oltre
          alle spese del sito, del server, del dominio, e
          della banda internet utilizzata (non sono
          gratis)E si dimostra, si dimostra in due minuti. Al proXXXXX, però.Il sequestro è immediatamente esecutivo. Gli indizi di colpevolezza, come prescrive la legge, sono sufficienti.
          2) poi spiegare perché i detentori dei diritti
          non fanno un loro sito, ugualmente gratuito per
          gli utenti, che si autofinanzia coi banner
          pubblicitariE in un proXXXXX per violenza sessuale bisognerà dimostrare perché lo stupratore ha scelto quella ragazza, una racchia, quando ci sono tante stangone in giro da scegliere come vittime. La procedura penale secondo Luco, giudice di linea mancato. (rotfl)

          Non si sa ancora, in realtà. Non c'è nessuna

          giurisprudenza, e gli inquirenti non hanno

          intenzione di procedere per questa
          fattispecie.

          Il testo di legge è ambiguo.

          Chi la legge la applica no invece non è affatto
          ambiguo.Tu il testo dell'art. 171 ter, comma c) della legge di protezione del diritto d'autore non l'hai mai letto.
          Il download a uso personale (senza condivisione)
          non è punibile. E specifichiamo anche per chi non è pratico che non tutti sanno come si disabilita la condivisione dei file scaricati, o che si stanno scaricando. E ancora di più ritengono che scaricare senza mettere in condivisione sia una pratica da egoisti, non lo farebbero mai.Perché tu dai troppe cose per scontate.
          Quindi a maggior ragione non lo è
          lo streaming, come da dichiarazione di Pasquale
          Sorgonà della polizia postale (andata in onda su
          Rai4 e mai smentita né da Rai4 né da altri membri
          della polizia postale) intervistato in questo
          video
          http://youtu.be/IaZ37YRGaos?t=5m11sHai postato questo video per la 5434esima volta. Non c'è in premio il pupazzetto come al Luna park, mi spiace.Ti ho spiegato più di una volta che in Italia la legge non la maneggia la polizia o i carabinieri. Ma i magistrati, nella doppia veste di accusa (pubblici ministeri) e di giudici. Per ora nessuno si è sognato di perseguire solo l'azione di scaricare. In futuro non si sa.
      • Funz scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: ScialpiVoto troll 10/10 solo per il nick...adesso vado a leggermi il post :p
        • Scialpi scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: Scialpi

          Voto troll 10/10 solo per il nick

          ...adesso vado a leggermi il post :pCos'ha lo pseudonimo Scialpi di strano? È un po' obsoleto, ora si chiama Scialpy, ma niente di più.
    • Carlo scrive:
      Re: ...
      Ah guarda, nessun reato! Meritano ua medaglia secondo te, vero?
      • a b normal scrive:
        Re: ...
        per me si. offrivano un servizio GRATIS all'internauta.in fondo anche mediaset adesso manda la pubblicità cheil loro servizio è gratis...ah ci fosse il nobel per la pirateria!
        • Shiba scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: a b normal
          per me si. offrivano un servizio GRATIS
          all'internauta.
          in fondo anche mediaset adesso manda la
          pubblicità
          che
          il loro servizio è gratis...

          ah ci fosse il nobel per la pirateria!L'unico motivo per cui non si meritano la medaglia è che la qualità dei video è spesso oscena XD
        • aphex_twin scrive:
          Re: ...
          Mediaset lo manda , guarda caso, dopo la condanna definitiva a pagare un sacco di soldi.
      • tucumcari scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Carlo
        Ah guarda, nessun reato! Meritano ua medaglia
        secondo te,
        vero?si
    • reliz scrive:
      Re: ...
      Perche0' youtube ,daylimtion e via dicendo hanno degli abuse disponibili a togliere o far monetizzare i video. Questo portale non rispondera' neanche agli abuse....
      • krane scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: reliz
        Perche0' youtube ,daylimtion e via dicendo hanno
        degli abuse disponibili a togliere o far
        monetizzare i video. Questo portale non
        rispondera' neanche agli abuse....E' una tua ipotesi o hai prove di questo ?Perche' Megaupload ad esempio agli abuse rispondeva.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: reliz
        Questo portale non
        rispondera' neanche agli
        abuse....E questo chi lo dice?Tu?Se sei un detentore dei diritti che ha fatto una notifica DMCA e non gli hanno risposto, tiravi fuori la documentazione.Visto che non l'hai fatto, e sono certo non lo farai, avrai solo dimostrato di avere detto una stupidaggine.La realtà è una sola, che <b
        AI DETENTORI DEI DIRITTI NON GLIENE FREGA ASSOLUTAMENTE NIENTE, tanto i soldi se li prendono lo stesso </b
        .Chi si lamenta, guarda caso, sono sempre altri che non c'entrano niente: la SIAE, la univideo, mediaset, i videotecari, la guardia di finanza...
        • Scialpi scrive:
          Re: ...

          Chi si lamenta, guarda caso, sono sempre altri
          che non c'entrano niente: la SIAE, la univideo,
          mediaset, i videotecari, la guardia di
          finanza...La Guardia di finanza agisce. E sequestra il materiale e quando può pure il sito.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Scialpi
            La Guardia di finanza agisce. E sequestra il
            materiale e quando può pure il sito.Quello non è un sequestro, perché se lo fosse io non vedrei più il sito.Quella è censura.Censura pure illegale, perché nessuna legge italiana autorizza la censura per siti che non siano pedoXXXXXgrafici o di scommesse.
          • Scialpi scrive:
            Re: ...


            La Guardia di finanza agisce. E sequestra il

            materiale e quando può pure il sito.

            Quello non è un sequestro, perché se lo fosse io
            non vedrei più il
            sito.Se veramente è casacinema.com, è una richiesta di sequestro (o piuttosto, richiesta di blocco a livello DNS, che non serve a nulla).Nota però che sono deduzioni, perché la Guardia di finanza non ha fatto nomi. Nulla esclude che sia un altro sito.
            Quella è censura.
            Censura pure illegale, perché nessuna legge
            italiana autorizza la censura per siti che non
            siano pedoXXXXXgrafici o di
            scommesse.Si vede che hanno aggiornato il codice di procedura penale e non ti hanno avvertito. :DProtesta!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Scialpi
            Se veramente è casacinema.com, è una richiesta di
            sequestro (o piuttosto, richiesta di blocco a
            livello DNS, che non serve a nulla).
            Nota però che sono deduzioni, perché la Guardia
            di finanza non ha fatto nomi. Nulla esclude che
            sia un altro sito.Il nome l'ha fatto Marco d'Itri, ed è una fonte più che affidabile (almeno in queste cose).
            Si vede che hanno aggiornato il codice di
            procedura penale e non ti hanno avvertito.
            :D
            Protesta!Mi accontenterei di conoscere la legge che lo consente.L'ho cercata.Non c'è.Ti dedico questa, va:http://youtu.be/W5Agf84vc6sOvviamente il video pur essendo piratato paga i diritti e per questo non viene tolto, lo dimostra la presenza del link in basso a destra nella pagina.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 22.23-----------------------------------------------------------
          • Scialpi scrive:
            Re: ...


            Se veramente è casacinema.com, è una
            richiesta
            di

            sequestro (o piuttosto, richiesta di blocco a

            livello DNS, che non serve a nulla).

            Nota però che sono deduzioni, perché la
            Guardia

            di finanza non ha fatto nomi. Nulla esclude
            che

            sia un altro sito.

            Il nome l'ha fatto Marco d'Itri, ed è una fonte
            più che affidabile (almeno in queste
            cose).Non c'è conferma ufficiale, finora. Vedremo nei prossimi giorni.

            Si vede che hanno aggiornato il codice di

            procedura penale e non ti hanno avvertito.

            :D

            Protesta!

            Mi accontenterei di conoscere la legge che lo
            consente.
            L'ho cercata.
            Non c'è.Art. 321 codice di procedura penale.Però bisogna anche capirlo.
            Ti dedico questa, va:
            http://youtu.be/W5Agf84vc6sCarina. Con quell'allusione al "concime di città", un modo elegante per indicare le deiezioni dei cani con padroni maleducati che non le raccoglievano.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Scialpi
            Art. 321 codice di procedura penale.
            Però bisogna anche capirlo.Il sequestro in genere toglie la disponibilità del bene all'indagato ed ha comunque lo scopo di impedire la prosecuzione del reato.In questo caso non è stato tolto niente.Il fatto stesso che il sito non sia stato effettivamente sequestrato ma solo censurato dimostra, inoltre, che non fosse nella disponibilità dell'indagato (altrimenti l'hosting provider, e solo quello, avrebbe ricevuto un'ordinanza per metterlo offline).L'infrastruttura tecnica creata per censurare siti è stata creata solo per oscurare siti di scommesse che non paghino il pizzo all'AAMS e siti pedoXXXXXgrafici (solo per questi ultimi è possibile anche una censura a livello IP).Lo stesso Marco d'Itri ne sa qualcosa essendo stato lui che ha creato il software open source (per Linux) che i provider italiani utilizzano nei propri server per attuare le suddette censure.
          • Scialpi scrive:
            Re: ...


            Art. 321 codice di procedura penale.

            Però bisogna anche capirlo.

            Il sequestro in genere toglie la disponibilità
            del bene all'indagato ed ha comunque lo scopo di
            impedire la prosecuzione del
            reato.Che è esattamente quello che si propongono Guardia di finanza e Gip di Verona. Cos'è, pensi che abbiano ordinato il sequestro per fargli pubblicità?
            In questo caso non è stato tolto niente.Non sappiamo per certo qual è il sito, quindi non sappiamo se ha funzionato o meno. Ma non sarebbe la prima volta che un ordine di blocco di dominio non funziona. :)
            Il fatto stesso che il sito non sia stato
            effettivamente sequestrato ma solo censurato
            dimostra, inoltre, che non fosse nella
            disponibilità dell'indagato (altrimenti l'hosting
            provider, e solo quello, avrebbe ricevuto
            un'ordinanza per metterlo
            offline).Stai facendo galoppare la fantasia. Non è assolutamente automatico: la Guardia di finanza può invitare l'indagato a spegnere il suo sito per mostrare collaborazione... e l'indagato può rispondere con un pernacchio. Mica lo possono torturare.
            L'infrastruttura tecnica creata per censurare
            siti è stata creata solo per oscurare siti di
            scommesse che non paghino il pizzo all'AAMS e
            siti pedoXXXXXgrafici (solo per questi ultimi è
            possibile anche una censura a livello
            IP).Insomma, Luco giudice di linea mancato ne sa più del codice di procedura penale.Abbiam capito, va'...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: ...
            a Lugè parli sempre senza conoscere le cose: In italia non esiste una legge che permette il filtraggio di siti web al di fuori di due particolari categorie.
          • Scialpi scrive:
            Re: ...

            a Lugè parli sempre senza conoscere le cose: In
            italia non esiste una legge che permette il
            filtraggio di siti web al di fuori di due
            particolari
            categorie.Questo messaggio te lo sei fatto scrivere da qualcun altro. Non si spiega altrimenti la mancanza di errori di ortografia da seconda elementare.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: ...
            Oltre a violare la policy del forum, stai tentando di sviare l'argomento, cercando di passare alla denigrazione. Legù, mi fai tristezza.
          • Scialpi scrive:
            Re: ...

            Oltre a violare la policy del forum, stai
            tentando di sviare l'argomento, cercando di
            passare alla denigrazione. Legù, mi fai
            tristezza.Anche questo te lo sei fatto scrivere. Gradirei più farina del tuo sacco.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: ...
            Invece di fare, il poverino commentando come scrivo, perché eviti gli argomenti scomodi comportandoti da bambino ?
          • panda rossa scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Sg@bbio
            Invece di fare, il poverino commentando come
            scrivo, perché eviti gli argomenti scomodi
            comportandoti da bambino
            ?La risposta e' ovvia perfino ad un bambino.Non ha argomentazioni.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: ...
            Tanto poi la moderazione con lui non funziona quasi mai. Si comporta cosi, con me, anche in altri Thread.
          • panda rossa scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Sg@bbio
            Tanto poi la moderazione con lui non funziona
            quasi mai. Si comporta cosi, con me, anche in
            altri
            Thread.Si comporta cosi' con tutti.Puo' usare il nicke che vuole, ma viene sempre sgamato.
          • tucumcari scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Scialpi


            Art. 321 codice di procedura penale.


            Però bisogna anche capirlo.



            Il sequestro in genere toglie la
            disponibilità

            del bene all'indagato ed ha comunque lo
            scopo
            di

            impedire la prosecuzione del

            reato.

            Che è esattamente quello che si propongono
            Guardia di finanza e Gip di Verona. Cos'è, pensi
            che abbiano ordinato il sequestro per fargli
            pubblicità?
            questo è difficile da sapere ma ancora più difficile è che sia un "sequestro".Prova a leggere sul codice cosa è un sequestro. Trova il custode, trova l'indisponibità del bene sequestrato se trovi queste 2 condizioni (indispensabili) perché sia un sequestro puoi tornare a postare come "Leguleio" in caso contrario beh... che lo dico a fare...
          • tucumcari scrive:
            Re: ...
            Qualcuno s'aggira per i mari:tutti buoni, tutti zitti,ché se si vede tucumcarisiete tutti fritti.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: tucumcari
            Qualcuno s'aggira per i mari:
            tutti buoni, tutti zitti,
            ché se si vede tucumcari
            siete tutti fritti.Non citare Vamba, non hai neanche 1/10 della sua levatura.
          • tucumcari scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: tucumcari
            Qualcuno s'aggira per i mari:
            tutti buoni, tutti zitti,
            ché se si vede tucumcari
            siete tutti fritti.Tu a frittura sei un vero esperto.in quanto a aria fritta sei un fenomeno!
          • tucumcari scrive:
            Re: ...
            Sono tucumcarik,il più terribilikdei banditik!Io i concorrentikme li mangio a merendik!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Scialpi

            Ti dedico questa, va:

            http://youtu.be/W5Agf84vc6s

            Carina. Con quell'allusione al "concime di
            città", un modo elegante per indicare le
            deiezioni dei cani con padroni maleducati che non
            le
            raccoglievano.Ma il tempo si ambiguahttp://youtu.be/waKnqNMa1M8?t=1s-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 23.27-----------------------------------------------------------
    • bubba scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Nome e cognome
      Ma quale reato hanno contestato? Se non erro la
      sola fruizione di video (senza download) non
      costituisce reato. Perchè allora non sequestrano
      anche youtube, dailymotion, vimeo
      ecc.???ma quale "fruizione di video",dai ?? il pericolosissimo sito sequestrato e' il solito banalissimo elenco di link, con roba che sta altrove (ammesso che ci sia poi effettivamente). :)Notare l'assurdo http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3905209&m=3905984&is=0#p3905984
    • Enry scrive:
      Re: ...
      perchè quelli pagano il copyright ai detentori dei diritti per poter trasmttere i loro video. Ma c'è ancora gente che non sa ste cose?Mah...Enry
      • cicciobello scrive:
        Re: ...
        Ti pare che chi carica i brani di musica (e a volte anche i film) su youtube paghi i diritti?
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: cicciobello
          Ti pare che chi carica i brani di musica (e a
          volte anche i film) su youtube paghi i
          diritti?Mi risulta che Paradise City dei Guns N' Roses di cui questo è il video ufficialehttp://www.youtube.com/watch?v=Rbm6GXllBiwsia stato copiato su tanti altri video, ad esempio questohttp://www.youtube.com/watch?v=GHEUsGhUtggEppure i GNR NON LO FANNO CANCELLARE, ma ci guadagnano perché sotto al secondo video c'è scritto (sotto a destra) "Artista: Guns N' Roses" con tanto di link per COMPRARE.Se altri non sono così intelligenti, è un problema loro. Sulla Terra la selezione naturale ha sempre eliminato gli individui più stupidi, più lenti, meno capaci, in tutte le specie, umana compresa.Se sei una gazzella e un leone ti insegue, se sei lento non è colpa del leone.
    • Allibito scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Nome e cognome
      Ma quale reato hanno contestato? Se non erro la
      sola fruizione di video (senza download) non
      costituisce reato. Perchè allora non sequestrano
      anche youtube, dailymotion, vimeo
      ecc.???Il reato penale è a monte, non è contemplato lo streaming per il download ma l'upload è di suo un reato anche se nessuno lo vede. Art 171 a-bis) Salvo quanto disposto dall'art. 171-bis e dall'articolo 171-ter è punito con la multa da euro 51 a euro 2.065 chiunque, senza averne diritto, a qualsiasi scopo e in qualsiasi forma:tte a disposizione del pubblico, immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un'opera dell'ingegno protetta, o parte di essa;
      • cicciobello scrive:
        Re: ...


        Il reato penale è a monte, non è contemplato lo
        streaming per il download ma l'upload è di suo un
        reato anche se nessuno lo vede.

        Art 171 a-bis) Salvo quanto disposto dall'art.
        171-bis e dall'articolo 171-ter è punito con la
        multa da euro 51 a euro 2.065 chiunque, senza
        averne diritto, a qualsiasi scopo e in qualsiasi
        forma:tte a disposizione del pubblico,
        immettendola in un sistema di reti telematiche,
        mediante connessioni di qualsiasi genere,
        un'opera dell'ingegno protetta, o parte di
        essa;Per la legge italiana sì. Se l'upload è avvenuto in italia è reato.Se qualcuno però fa l'upload dall'estero non è soggetto alla legge italiana.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Allibito
        Il reato penale è a monte, non è contemplato lo
        streaming per il download ma l'upload è di suo un
        reato anche se nessuno lo vede.Il download e lo streaming non sono reato.L'upload è reato <b
        SE CHI LO HA FATTO RISPONDE ALLA LEGGE ITALIANA </b
        .Internet è una rete mondiale, non siamo tenuti a sapere chi sta dove. Quindi un upload potrebbe essere del tutto legittimo (ad esempio se effettuato da San Marino, dove pure si parla italiano).
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Nome e cognome
      Ma quale reato hanno contestato? Se non erro la
      sola fruizione di video (senza download) non
      costituisce reato.Anche il download se non c'è condivisione non è reato. L'ha confermato Pasquale Sorgonà dellla polizia postale su un canale del servizio pubblico italiano nazionale e nessun suo superiore l'ha mai smentito (cosa dicano le associazioni di categoria vale zero).Il video è questo, andato in onda su RAI4 a fine 2008, la frase in questione è a 5:11.http://youtu.be/IaZ37YRGaos?t=5m11s
  • antonio scrive:
    chiariamo due cose
    In un momento di crisi economica con milioni di disoccupati, diffondere materiale piratato in rete equivale a sottrarre ulteriori possibilità di lavoro nel settore dello spettacolo e dell'intrattenimento nelle sue forme di diffusione LEGALE.Fanno bene le fiamme gialle a stroncare questi delinquenti che, in nome dell'anarchia digitale, fanno del male al nostro stesso paese e alla sua economia.Chi difende gli autori questi reati non è tanto diverso da chi parla di "persecuzione giudiziaria" per un certo ex presidente del consiglio di bassa statura...In Italia è tempo che si ricominci a rispettare le regole, distrutte da vent'anni di immortalità e disprezzo di ogni forma di legalità.
    • tucumcari scrive:
      Re: chiariamo due cose
      - Scritto da: antonio
      In un momento di crisi economica con milioni di
      disoccupati, diffondere materiale piratato in
      rete equivale a sottrarre ulteriori possibilità
      di lavoro nel settore dello spettacolo e
      dell'intrattenimento nelle sue forme di
      diffusione
      LEGALE.
      Fanno bene le fiamme gialle a stroncare questi
      delinquenti che, in nome dell'anarchia digitale,
      fanno del male al nostro stesso paese e alla sua
      economia.

      Chi difende gli autori questi reati non è tanto
      diverso da chi parla di "persecuzione
      giudiziaria" per un certo ex presidente del
      consiglio di bassa
      statura...
      In Italia è tempo che si ricominci a rispettare
      le regole, distrutte da vent'anni di immortalità
      e disprezzo di ogni forma di
      legalità.chiariamo una cosa, un rapporto della Croce Rossa ha dichiarato che la crisi finanziaria in Europa ha lasciato 43.000.000 di cittadini senza cibo sufficiente per mangiare, definendola la peggiore crisi umanitaria da più di mezzo secolo. Il rapporto ha anche mostrato che circa 120.000.000 di europei sono a rischio povertà, soprattutto nei paesi che sono sottoposti in fase di recupero finanziario.In tutto questo pensi davvero che se non esistesse materiale piratato la gente butterebbe soldi per comprarlo, visto e considerato che non hanno di che mangiare??
      • tucumcari scrive:
        Re: chiariamo due cose
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: antonio

        In un momento di crisi economica con milioni di

        disoccupati, diffondere materiale piratato in

        rete equivale a sottrarre ulteriori possibilità

        di lavoro nel settore dello spettacolo e

        dell'intrattenimento nelle sue forme di

        diffusione

        LEGALE.

        Fanno bene le fiamme gialle a stroncare questi

        delinquenti che, in nome dell'anarchia digitale,

        fanno del male al nostro stesso paese e alla sua

        economia.



        Chi difende gli autori questi reati non è tanto

        diverso da chi parla di "persecuzione

        giudiziaria" per un certo ex presidente del

        consiglio di bassa

        statura...

        In Italia è tempo che si ricominci a rispettare

        le regole, distrutte da vent'anni di immortalità

        e disprezzo di ogni forma di

        legalità.

        chiariamo una cosa, un rapporto della Croce Rossa
        ha dichiarato che la crisi finanziaria in Europa
        ha lasciato 43.000.000 di cittadini senza cibo
        sufficiente per mangiare, definendola la peggiore
        crisi umanitaria da più di mezzo secolo. Il
        rapporto ha anche mostrato che circa 120.000.000
        di europei sono a rischio povertà, soprattutto
        nei paesi che sono sottoposti in fase di recupero
        finanziario.
        In tutto questo pensi davvero che se non
        esistesse materiale piratato la gente butterebbe
        soldi per comprarlo, visto e considerato che non
        hanno di che
        mangiare??Non so chi dei 2 sia peggio.Uno sostiene un sistema protezionistico risultato di alcuni secoli di azioni lobbistico corporative, l'altro l'altro spara stupidaggini populista a sfondo pseudo-sociale che nulla c'entrano.E (Dulcis in fundo) a nessuno dei due viene in in mente neppure lontanamente che i termini reali della questione è che che il sistema va cambiato perché non tiene più neppure conto degli interessi legittimi che dovrebbe tutelare. Quelli degli autori e quelli di chi fruisce o interagisce con il loro lavoro. Non passa neppure per la testa che in un mondo digitale quello che si basa sulla idea che è legato ai "diritti di copia" forse è inadeguato e non tiene conto della realtà.
        • tucumcari scrive:
          Re: chiariamo due cose
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: antonio


          In un momento di crisi economica con milioni
          di


          disoccupati, diffondere materiale piratato in


          rete equivale a sottrarre ulteriori
          possibilità


          di lavoro nel settore dello spettacolo e


          dell'intrattenimento nelle sue forme di


          diffusione


          LEGALE.


          Fanno bene le fiamme gialle a stroncare questi


          delinquenti che, in nome dell'anarchia
          digitale,


          fanno del male al nostro stesso paese e alla
          sua


          economia.





          Chi difende gli autori questi reati non è
          tanto


          diverso da chi parla di "persecuzione


          giudiziaria" per un certo ex presidente del


          consiglio di bassa


          statura...


          In Italia è tempo che si ricominci a
          rispettare


          le regole, distrutte da vent'anni di
          immortalità


          e disprezzo di ogni forma di


          legalità.



          chiariamo una cosa, un rapporto della Croce
          Rossa

          ha dichiarato che la crisi finanziaria in Europa

          ha lasciato 43.000.000 di cittadini senza cibo

          sufficiente per mangiare, definendola la
          peggiore

          crisi umanitaria da più di mezzo secolo. Il

          rapporto ha anche mostrato che circa 120.000.000

          di europei sono a rischio povertà, soprattutto

          nei paesi che sono sottoposti in fase di
          recupero

          finanziario.

          In tutto questo pensi davvero che se non

          esistesse materiale piratato la gente butterebbe

          soldi per comprarlo, visto e considerato che non

          hanno di che

          mangiare??
          Non so chi dei 2 sia peggio.
          Uno sostiene un sistema protezionistico risultato
          di alcuni secoli di azioni lobbistico
          corporative, l'altro l'altro spara stupidaggini
          populista a sfondo pseudo-sociale che nulla
          c'entrano.
          E (Dulcis in fundo) a nessuno dei due viene in in
          mente neppure lontanamente che i termini reali
          della questione è che che il sistema va cambiato
          perché non tiene più neppure conto degli
          interessi legittimi che dovrebbe tutelare.

          Quelli degli autori e quelli di chi fruisce o
          interagisce con il loro lavoro.

          Non passa neppure per la testa che in un mondo
          digitale quello che si basa sulla idea che è
          legato ai "diritti di copia" forse è inadeguato e
          non tiene conto della
          realtà.il diritto di copia è sacrosanto perchè se non lo fosse diventerebbe legale copiare tutto e quindi non ci sarebbe più il brivido del proibito ed allora a che servirebbe copiare TByte di dati (la maggior parte della quale neanche viene usata)? sparirebbe de facto la pirateria (perchè copiare sarebbe legale) e questo non vogliamo e non possiamo permetterlo!!! Prima di rispondermi tieni conto che io sono il potente tucumcari e la mia eloquenza e spavalderia non conoscono avversari
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: antonio



            In un momento di crisi economica
            con
            milioni

            di



            disoccupati, diffondere materiale
            piratato
            in



            rete equivale a sottrarre ulteriori

            possibilità



            di lavoro nel settore dello
            spettacolo
            e



            dell'intrattenimento nelle sue
            forme
            di



            diffusione



            LEGALE.



            Fanno bene le fiamme gialle a
            stroncare
            questi



            delinquenti che, in nome
            dell'anarchia

            digitale,



            fanno del male al nostro stesso
            paese e
            alla

            sua



            economia.







            Chi difende gli autori questi
            reati non
            è

            tanto



            diverso da chi parla di
            "persecuzione



            giudiziaria" per un certo ex
            presidente
            del



            consiglio di bassa



            statura...



            In Italia è tempo che si ricominci
            a

            rispettare



            le regole, distrutte da vent'anni
            di

            immortalità



            e disprezzo di ogni forma di



            legalità.





            chiariamo una cosa, un rapporto della
            Croce

            Rossa


            ha dichiarato che la crisi finanziaria
            in
            Europa


            ha lasciato 43.000.000 di cittadini
            senza
            cibo


            sufficiente per mangiare, definendola la

            peggiore


            crisi umanitaria da più di mezzo
            secolo.
            Il


            rapporto ha anche mostrato che circa
            120.000.000


            di europei sono a rischio povertà,
            soprattutto


            nei paesi che sono sottoposti in fase di

            recupero


            finanziario.


            In tutto questo pensi davvero che se non


            esistesse materiale piratato la gente
            butterebbe


            soldi per comprarlo, visto e
            considerato che
            non


            hanno di che


            mangiare??

            Non so chi dei 2 sia peggio.

            Uno sostiene un sistema protezionistico
            risultato

            di alcuni secoli di azioni lobbistico

            corporative, l'altro l'altro spara
            stupidaggini

            populista a sfondo pseudo-sociale che nulla

            c'entrano.

            E (Dulcis in fundo) a nessuno dei due viene
            in
            in

            mente neppure lontanamente che i termini
            reali

            della questione è che che il sistema va
            cambiato

            perché non tiene più neppure conto degli

            interessi legittimi che dovrebbe tutelare.



            Quelli degli autori e quelli di chi fruisce o

            interagisce con il loro lavoro.



            Non passa neppure per la testa che in un
            mondo

            digitale quello che si basa sulla idea che è

            legato ai "diritti di copia" forse è
            inadeguato
            e

            non tiene conto della

            realtà.

            il diritto di copia è sacrosanto perchè se non lo
            fosse diventerebbe legale copiare tutto e quindi
            non ci sarebbe più il brivido del proibito ed
            allora a che servirebbe copiare TByte di dati (la
            maggior parte della quale neanche viene usata)?
            sparirebbe de facto la pirateria (perchè copiare
            sarebbe legale) e questo non vogliamo e non
            possiamo permetterlo!!!

            Prima di rispondermi tieni conto che io sono il
            potente tucumcari e la mia eloquenza e
            spavalderia non conoscono
            avversariTu tieni conto che sei un troll come tutti sanno sarebbe un passo avanti verso una vita normale lo dico per te non per gli altri che hanno più che ben compreso.
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            E se perdo la pazienza, qui scappa viulenza!
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            tu puzzi
          • thebecker scrive:
            Re: chiariamo due cose
            post errato-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 16.59-----------------------------------------------------------
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            E' una trollata ma valeva la pena rispondere seriamente.- Scritto da: tucumcari
            il diritto di copia è sacrosanto perchè se non lo
            fosse diventerebbe legale copiare tuttoE quindi? Dove sarebbe il problema?Se tu vuoi creare accetti che venga copiato e vendi solo a chi ti paga, che poi sarà in grado di fare quello che vuole quindi anche copiare.Tu ti sei preso i suoi soldi, in cambio.Sei tu che decidi il prezzo.Ma non decidi cosa possa farci, come lui non decide cosa devi fare dei suoi soldi.Non sei d'accordo? Nessuno ti obbliga a produrre.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose
            ? Nessuno ti obbliga a produrre.Ma certo, sai, c'è gente che spende qualche milione di euro per fare il suo dsichetto, e qualcuno che pontifica perchè viene pagato 100 euro per un jingle che la tastiera gli fa in automatica basta dargli tre note.Ecco, diciamo che dei secondi potremmo anche farne a meno.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Ma certo, sai, c'è gente che spende qualche
            milione di euro per fare il suo dsichetto,E lo vendesse, UNA VOLTA SOLA, a qualche milione di euro.Io mica voglio impedirglielo.Esattamente come IL PITTORE VENDE LA TELA SU CUI HA LAVORATO E NON LA FOTOCOPIA DEL QUADRO: se vendesse la fotocopia, la fotocopia è un lavoro che ha fatto la fotocopiatrice. Non suo. Quindi la fotocopia non vale niente al di là del foglio e dell'inchiostro, perché la fotocopiatrice è un oggetto meccanico e non ha diritti.Dici che sei un artista? Io non ti credo, per me se vuoi guadagnare solo coi dischi sei uno che non è capace di mettere quattro note in fila, sei uno che registra 200 volte un passaggio per prendere la versione venuta meno peggio. E quindi non è un artista.Se sei un artista lo dimostri su un palco e se sei bravo prendi soldi in quel modo. Se non sei bravo sul palco, o non hai voglia di farlo, non ti meriti di vedere nemmeno mezzo centesimo. Lascia il posto a chi sa lavorare, che di facce slavate incapaci di fare musica ma promossi dalle major a suon di videoclip stupidi su MTV siamo tutti stufi.A distanza di secoli ancora si parla di Beethoven e Mozart che nonostante non esistesse il copyright hanno creato melodie migliori di qualunque artista nato da quando c'è il copyright (1943, in Italia).Quanti invece si ricordano oggi, a soli 18 anni di distanza, di questo disco fatto da un cantante che non era un cantante?http://it.wikipedia.org/wiki/ZuccheroFilatoNeroPerché dovremmo dare soldi a uno così?Cosa spingerebbe un pazzo masochista a finanziare qualcuno che si spaccia per artista non essendolo?
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: archimede

            Ma certo, sai, c'è gente che spende qualche

            milione di euro per fare il suo dsichetto,

            E lo vendesse, UNA VOLTA SOLA, a qualche milione
            di
            euro.
            Io mica voglio impedirglielo.
            Esattamente come IL PITTORE VENDE LA TELA SU CUI
            HA LAVORATO E NON LA FOTOCOPIA DEL QUADRO: se
            vendesse la fotocopia, la fotocopia è un lavoro
            che ha fatto la fotocopiatrice. Non suo. Quindi
            la fotocopia non vale niente al di là del foglio
            e dell'inchiostro, perché la fotocopiatrice è un
            oggetto meccanico e non ha
            diritti.
            Dici che sei un artista? Io non ti credo, per me
            se vuoi guadagnare solo coi dischi sei uno che
            non è capace di mettere quattro note in fila, sei
            uno che registra 200 volte un passaggio per
            prendere la versione venuta meno peggio. E quindi
            non è un
            artista.
            Se sei un artista lo dimostri su un palco e se
            sei bravo prendi soldi in quel modo. Se non sei
            bravo sul palco, o non hai voglia di farlo, non
            ti meriti di vedere nemmeno mezzo centesimo.
            Lascia il posto a chi sa lavorare, che di facce
            slavate incapaci di fare musica ma promossi dalle
            major a suon di videoclip stupidi su MTV siamo
            tutti
            stufi.

            A distanza di secoli ancora si parla di Beethoven
            e Mozart che nonostante non esistesse il
            copyright hanno creato melodie migliori di
            qualunque artista nato da quando c'è il copyright
            (1943, in
            Italia).
            Quanti invece si ricordano oggi, a soli 18 anni
            di distanza, di questo disco fatto da un cantante
            che non era un
            cantante?
            http://it.wikipedia.org/wiki/ZuccheroFilatoNero
            Perché dovremmo dare soldi a uno così?
            Cosa spingerebbe un pazzo masochista a finanziare
            qualcuno che si spaccia per artista non
            essendolo?Io sono perfettamente d'accordo con te nella teoria, nella pratica però il tuo ragionamento di voler vendere solo uan volta non funziona, per il semplice fatto che non trovi molte persone che sono disposte a comprare un'opera spendendo qualce centinaio di miglaiaio di euro (se va bene) o qualche milione (ad esempio per film). Quindi si è trovato opportuno, per permettere la produzione di opere di qualità, che qualcuno fa l'investimento e poi in tanti pagano POCO per vedere/ascoltare l'opera. Se i paganti sono tanti si ripete l'esperimento, se i paganti sono pochi l'artista/regista/attori spariscono.Personalmente non penso sia corretto il tuo ragionamento (del tutto teorico), e nemmeno lo sfruttamente che esiste attualmente da parte delle major (walt-disney in primis), io sono per una via di mezzo.Tieni presente che c0è la liberta di ognuno di distribuire o vendere i propri diritti di sfruttamente come più piace, se sei un musicista e vuoi pubblciare su jamendo fai pure, se vuoi scrivere un libro e metterlo sul mulo fai pure, se fai un film e metterlo sul tupo ecc ecc. Nessuno ti proibisce nulla. Ma come è necessario rispettare chi decide di regalare la sua opera, è necessario rispettare chi decide distribuirla in altri modi, nessuno ci obbliga a comprare nulla.Io noto, guarda caso, che i più accaniti a pensare che sia tutto dovuto sono o gl iartisti falliti o i parassiti.Comunque, per quel che mi rigaruda, fate quello che vi pare, per me si può anche non produrre, piratare, regalare ecc ecc, non me ne strafega proprio niente, io so solo che ognu raccoglie ciò che semina e i periodi dove la cultura era a favore di pochi è già passata.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Io sono perfettamente d'accordo con te nella
            teoria, nella pratica però il tuo ragionamento di
            voler vendere solo uan volta non funziona, per il
            semplice fatto che non trovi molte persone che
            sono disposte a comprare un'opera spendendo
            qualce centinaio di miglaiaio di euro (se va
            bene) o qualche milione (ad esempio per film).Le case d'asta esistono e sono frequentate.I siti come http://www.indiegogo.com e http://www.hatchfund.org (dove si finanzia di tutto, che poi diventa di pubblico dominio, o comunque, chi l'ha finanziato ne fa poi quello che vuole) pure.Ovviamente, se il prodotto non vale il prezzo preteso, vuol dire che è stato fatto male.Ma se vai su quei siti e verifichi vedi che molti progetti (di film ma anche di altro) vengono finanziati senza problemi.
            Tieni presente che c0è la liberta di ognuno di
            distribuire o vendere i propri diritti di
            sfruttamente come più piace, se sei un musicista
            e vuoi pubblciare su jamendo fai pure, se vuoi
            scrivere un libro e metterlo sul mulo fai pure,
            se fai un film e metterlo sul tupo ecc ecc.
            Nessuno ti proibisce nulla. Ma come è necessario
            rispettare chi decide di regalare la sua opera, è
            necessario rispettare chi decide distribuirla in
            altri modi, nessuno ci obbliga a comprare
            nulla.Non sto obbligando nessuno a regalare.Sto impedendo un paradosso.Perché uno che un giorno fa un brano dovrebbe poi poter avere la possibilità di rimanere tutta la vita senza lavorare, lui, i suoi figli e i suoi nipoti, mentre un muratore, un medico, un negoziante, un insegnante, un contadino, deve continuare a lavorare giorno dopo giorno per guadagnare, e questo fino all'età della pensione; e quando muore nessuno dà a figli e nipoti più soldi di quanti il defunto non abbia già messo da parte quando era in vita?E' uno squilibrio inaccettabile dovuto a un fattore.E cioè la possibilità di moltiplicare i guadagni, teoricamente all'infinito, solo per questa categoria. Cosa penseresti se l'idraulico ti chiedesse soldi ogni volta che apri il rubinetto da lui montato o riparato e non ti si allaga la casa? Cosa penseresti se una volta morto l'idraulico continuasse a chiedere soldi ai tuoi figli e nipoti?Ovviamente considereremmo pazzo, truffatore, ladro eccetera l'idraulico in questione. Perché non dovrebbe essere lo stesso per chi fa una musica o un film e pretende, solo per questo, di continuare a guadagnare (anche dopo che s'è rifatto di tutte le spese) tutta la vita lui, i suoi figli e i suoi nipoti? Capisci che è uno squilibrio inaccettabile. O si fa una cosa del genere per tutte le professioni del mondo (ed è inattuabile per motivi ovvi) o si toglie questo privilegio a chi lo ha, costringendo a fare come tutti quanti: se vuoi soldi, devi lavorare, e devi continuare a farlo se vuoi altri soldi, non puoi pretendere di avere soldi se non fai niente, a meno che tu non sia del tutto indigente ed in tal caso ti si darà quel minimo sufficiente per sopravvivere, ma certo nessuno deve pagarti con quei soldi la Mercedes, la Ferrari o la villa al mare. Se vuoi farti la Mercedes, la Ferrari e la villa al mare, devi continuare a lavorare, come tutti quanti, finché non fai abbastanza soldi da poterteli permettere, sempre che il tuo lavoro sia di una qualità tale da permettertelo.Il tuo lavoro è finito nel momento in cui l'opera è stata creata. Ora tu puoi chiedere un giusto compenso ma non hai diritto per chiederlo a tutti quelli che ti capitano a tiro, perché l'opera che hai creato ha richiesto tempo e risorse LIMITATE E BEN DETERMINATE. Il fatto che tale opera sia moltiplicabile all'infinito, non moltiplica affatto il diritto di guadagni, perché il tempo e le risorse utilizzate rimangono sempre gli stessi. E' pacifico volerci guadagnare, ma non esiste che da 100 di investimento si possa fare 100.000.000.000. Se anche nella pratica non succedesse, già il solo fatto che teoricamente sia possibile rende questo sistema sbagliato.Allora bisogna cambiare la mentalità. Il disco va visto come investimento pubblicitario: "questi sono i miei brani, se vuoi vedere come sono bravo a suonarli o a cantarli vieni al mio concerto, o ingaggiami, e paghi la cifra che decido io per quella sera, per sentirmi suonare o cantare proprio davanti a te".Il film? Il film incassa sempre e comunque dal cinema e dai passaggi televisivi. Se poi uno è fanatico e vuole il supporto fisico, se lo compra. Ma se uno vuole solo il contenuto, per di più rimettendoci lui corrente, spazio su disco, logoramento dei supporti e delle ventole, connessione internet, perché dovrebbe pagare? Basterebbe mettere un paio di spot a inizio film (senza contare che in ogni film ci sono decine di aziende pubblicizzate comunque già nei titoli di coda) ed ecco che i costi lato server e anche un minimo guadagno sono abbondantemente ripagati. E poi anche come per la musica il film dovrebbe servire ad attori e registi per mostrare la loro bravura <b
            per mostrarla poi a <u
            teatro </u
            </b
            .Il libro? Il libro cartaceo ha dei costi che comunque la gente che compra i libri (io per primo) è disposta a pagare. Finché il libro cartaceo (stampato da tipografi professionali in decine o centinaia di migliaia di copie) costa meno dello stampa casalinga o delle fotocopie, rimarrà sempre comunque conveniente (infatti i libri universitari non lo sono e la gente <b
            giustamente </b
            se li fotocopia). Stessa cosa per i fumetti, di solito chi li legge è anche collezionista e certo non si colleziona le fotocopie.I videogiochi? Stesso discorso dei film, chi vuole il pezzo fisico se lo compra comunque, gli altri potrebbero ripagare con la pubblicità visualizzata al momento del download, a inizio partita, o durante il gioco stesso (i cartelloni a bordo campo nei giochi sportivi, non sono pagati da quelle aziende pubblicizzate?). Se uno sceglie di non volere la pubblicità allora paga, ma lasciate liberi di scegliere se volerla (e non pagare) o non volerla (e pagare) ma avere ugualmente tutte le funzionalità.I giochi online? Più o meno come ora: modalità offline sempre gratuita, oggetti particolari a pagamento, oppure modalità online ad abbonamento con un periodo di 15/30 giorni gratuito (così se il gioco fa schifo, non si paga; oggi invece molti giochi, specie quelli per console, si pagano a scatola chiusa e nessuno ti rimborsa se fanno schifo).Per le arti figurative e simili va bene già ora, l'opera su cui ha lavorato fisicamente l'artista (cioè la tela o la scultura) si paga. Le copie, soprattutto quelle digitali, no (a parte, se non digitali, i materiali).I fotografi? Che vendano le esclusive ai giornali o ai libri o ai siti: nel momento in cui la foto è pubblicata diventa, però, di pubblico dominio (fatto salvo il citare il nome dell'autore, ma senza corrispettivo economico).Altro?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2013 17.23-----------------------------------------------------------
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Non sto obbligando nessuno a regalare.
            Sto impedendo un paradosso.
            Perché uno che un giorno fa un brano dovrebbe poi
            poter avere la possibilità di rimanere tutta la
            vita senza lavorare, lui, i suoi figli e i suoi
            nipoti, mentre un muratore, un medico, un
            negoziante, un insegnante, un contadino, deve
            continuare a lavorare giorno dopo giorno per
            guadagnare, e questo fino all'età della pensione;
            e quando muore nessuno dà a figli e nipoti più
            soldi di quanti il defunto non abbia già messo da
            parte quando era in
            vita?
            E' uno squilibrio inaccettabile dovuto a un
            fattore.
            E cioè la possibilità di moltiplicare i guadagni,
            teoricamente all'infinito, solo per questa
            categoria. Cosa penseresti se l'idraulico ti
            chiedesse soldi ogni volta che apri il rubinetto
            da lui montato o riparato e non ti si allaga la
            casa? Cosa penseresti se una volta morto
            l'idraulico continuasse a chiedere soldi ai tuoi
            figli e
            nipoti?
            Ovviamente considereremmo pazzo, truffatore,
            ladro eccetera l'idraulico in questione. Perché
            non dovrebbe essere lo stesso per chi fa una
            musica o un film e pretende, solo per questo, di
            continuare a guadagnare (anche dopo che s'è
            rifatto di tutte le spese) tutta la vita lui, i
            suoi figli e i suoi nipoti? Capisci che è uno
            squilibrio inaccettabile. O si fa una cosa del
            genere per tutte le professioni del mondo (ed è
            inattuabile per motivi ovvi) o si toglie questo
            privilegio a chi lo ha, costringendo a fare come
            tutti quanti: se vuoi soldi, devi lavorare, e
            devi continuare a farlo se vuoi altri soldi, non
            puoi pretendere di avere soldi se non fai niente,
            a meno che tu non sia del tutto indigente ed in
            tal caso ti si darà quel minimo sufficiente per
            sopravvivere, ma certo nessuno deve pagarti con
            quei soldi la Mercedes, la Ferrari o la villa al
            mare. Se vuoi farti la Mercedes, la Ferrari e la
            villa al mare, devi continuare a lavorare, come
            tutti quanti, finché non fai abbastanza soldi da
            poterteli permettere, sempre che il tuo lavoro
            sia di una qualità tale da
            permettertelo.
            Il tuo lavoro è finito nel momento in cui l'opera
            è stata creata. Tutto bello ma è solo teoria, innanzi tutto ti (vi) fa comodo specificare che le opere di intelletto non sono beni fisici, ma al contempo continui (continuate) a fare esempi con i servizi/beni fisici. Le opere di ingegno non seguono e non possono seguire questa logica per il semplice fatto che tu non sai quanto tempo ci metto io a scrivere una canzone o un libro un film o un videogioco, punto. C'è un imprenditore che si prende un rischio di impresa, finanzia un'opera, cerca alla fine di sfruttarla economicamente. Non ti preoccupare che è proprio come dici tu, se a nessuno piace non ne fanno un altra, tranquillo, se però 1000 la comprano e un milione la scaricano... dove sta la verità? l'opera faceva schifo? era bella? Ti faccio notare tra l'altro che la manovra dell'asta ti va bene, però funziona se raggiungo una cifra. Invece le varie major ma, soprattutto, tante case ed etichette minori, si prendono i RISCHI di finanziare opere, senza garanzia di risultato, e tutto quello che chiedono è semplicemente "se vi piace compratela".Per me, lo ripeto, puoi fare quello ti pare, per me la via giustà sarebbe nel mezzo, sfruttamento solo per pochi anni, due o tre, dopo basta.Ti saluto
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Tutto bello ma è solo teoria, innanzi tutto ti
            (vi) fa comodo specificare che le opere di
            intelletto non sono beni fisici, ma al contempo
            continui (continuate) a fare esempi con i
            servizi/beni fisici."Non ruberesti mai un'AUTO""Non ruberesti mai una BORSA""Non ruberesti mai un TELEVISORE""Non ruberesti mai un CELLULARE""Scaricare è come RUBARE"Chi è ora che fa gli esempi con i servizi/beni fisici?Io prendo soltanto atto che se il download equivale al furto allora con i beni fisici uno ci fa quello che vuole, perché vengono VENDUTI.
            Le opere di ingegno non
            seguono e non possono seguire questa logica per
            il semplice fatto che tu non sai quanto tempo ci
            metto io a scrivere una canzone o un libro un
            film o un videogioco, punto.Per quanto tempo puoi metterci tale tempo non può essere più lungo della tua vita fino ad oggi quindi cominciamo a specificare che i tuoi figli e i tuoi nipoti non devono vedere nemmeno un centesimo.Inoltre, fino a prova contraria, una canzone si inventa in 3 minuti, perlomeno il motivo principale, poi certo ci si mettono gli altri strumenti ma all'inizio non è che ci ragioni più di tanto, è fantasia allo stato puro, l'ispirazione o ti viene o non ti viene, è la stessa cosa che per una poesia.Puoi pure scervellarti tutta la vita ma solo da quando hai l'illuminazione comincia il momento creativo, che si esaurisce quando hai fatto in modo che permanga.Questa è la realtà. Il resto sono chiacchiere.
            C'è un imprenditore
            che si prende un rischio di impresa, finanzia
            un'opera, cerca alla fine di sfruttarla
            economicamente.Ecco, lo dice la parola stessa, RISCHIO d'impresa.Oggi, tra siae, coperture pubbliche "per la cultura", equo compenso, sponsor nei titoli di coda, me lo dici dove sta più il RISCHIO?Quanti imprenditori conosci che non sono riusciti nemmeno a coprirsi le spese? (perché è quello il RISCHIO)
            Non ti preoccupare che è proprio
            come dici tu, se a nessuno piace non ne fanno un
            altra, tranquillo,Il problema non è se ne fanno un'altra, il problema è che se a nessuno piace chi l'ha fatta non ci deve guadagnare al contrario <b
            DEVE ANDARE IN PERDITA </b
            e questo, nei fatti, non succede MAI.Rifaccio questo esempio:http://it.wikipedia.org/wiki/ZuccheroFilatoNeroTi risulta che Mauro Repetto faccia il barbone?
            se però 1000 la comprano e un
            milione la scaricano... dove sta la verità?Di quel milione quanti vanno al concerto? Il disco ha scopo promozionale, poi se uno vuole il disco fisico se lo compri pure, mica glielo impedisco.Se voglio leggere la Divina Commedia sono libero di leggerla gratis online e tu sei libero di comprarti l'edizione extralusso con copertina di velluto e busto di Dante annesso. Ma devi lasciare a me la libertà di leggerla online.La stessa identica cosa deve capitare con le opere più recenti. Tu vuoi comprarle? E chi te lo impedisce. Se ritieni che valgano la spesa fai pure.
            l'opera faceva schifo? era bella? Ti faccio
            notare tra l'altro che la manovra dell'asta ti va
            bene, però funziona se raggiungo una cifra.Se non la raggiungi ovviamente l'opera vale meno di quanto tu credevi.E' un'asta, il prezzo lo fa il pubblico, non tu.Tu sei sempre libero di vendere al tuo prezzo, e se non vendi puoi star certo che il prezzo è troppo alto, perché finché l'opera non l'hai venduta nessuno può averla copiata, quindi non puoi fare il discorso della pirateria.
            Invece le varie major ma, soprattutto, tante case
            ed etichette minori, si prendono i RISCHI di
            finanziare opere, senza garanzia di risultato, e
            tutto quello che chiedono è semplicemente "se vi
            piace compratela".Ma quali rischi? Come già detto gli imprenditori che rischiano i capitali in un'impresa fallimentare fanno <b
            BANCAROTTA </b
            .
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Ma quali rischi? Come già detto gli imprenditori
            che rischiano i capitali in un'impresa
            fallimentare fanno <b
            BANCAROTTA
            </b

            .Non ho tempo e voglia per rispondere a tutto,ti posso solo dire che chi chiude c'è, e tu lo sai. Come ho scritto a panda rossa, probabilmente la maggior parte delle volte è giusto che sia così, altre volte ho visto etichette minori chiudere ed è stato veramente un peccato.Possiamo discutere su una possibile riforma, su quando debba durare il copyright e su tutto quello che ti pare, però su una cosa io non transigo, il lavoro va riconosciuto e pagato. Sinceramente, quando decido di comprare un opera, ad esempio un disco, io non sto là pensare se sono il decimo o il milionesimo che compra quel CD, mi piace l'opera? si. voglio ricambiare chi l'ha prodotta? si. Mi va bene il prezzo? si.. bon, la compro. L'autore ha fatto un sacco di soldi? buon per lui? è morto di fame? mi dispiace, a me piaceva.Tanto per dirna una, il prossimo libro che mi compro (non prendo in biblitoeca), questo: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cultura/2013/10/13/Donna-Tartt-torna-libreria-dopo-20-anni-_9454924.htmlquesta è un genio, scrive un libro ogni 20 anni, non me ne frega se campa altri 20 senza scrivere nulla, ha dato 3 perle all'umanità, è un artista, ed io mi compro il libro costasse pure 50 euro stampato sulla cartaigienica.Voi volete scaricarlo? fate pure, non me ne frega, io mi sento a posto con la mia coscienza così.
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            Io invece mi sento a posto anche se il supposto "genio" deve lavorare (come chiunque) se vuole campare. Anzi... è proprio meglio se continua a lavorare...Vedi un corollario del tuo "ragionamento" è che a Michelangelo sarebbe bastato fare la pietà se bastava per campare di rendita, non c'era bisogno della cappella sistina ne del Mosè ne di tutto il resto.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: tucumcari
            Io invece mi sento a posto anche se il supposto
            "genio" deve lavorare (come chiunque) se vuole
            campare.

            Anzi... è proprio meglio se continua a lavorare...
            Vedi un corollario del tuo "ragionamento" è che a
            Michelangelo sarebbe bastato fare la pietà se
            bastava per campare di rendita, non c'era bisogno
            della cappella sistina ne del Mosè ne di tutto il
            resto.si, lo capisco, tu pensi che se uno deve lavorare come te allora è come te. No, quella è un genio, tu non sei nesuno, fattene una ragione. Se lei ci mette 10 anni a scrivere un libro sono affari suoi, poteva scriverne uno l'anno come fabio volo e un ammasso di galline stavano la a fare la fila per comprarlo, così campa, io preferisco sostenere la qualità. E michelangelo non faceva opere duplicabili, con gente come te non ci arrivava a fare la sistina, lo avreste bollato come incapace e mandato a lavorare nei campi.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            - Scritto da: tucumcari

            Io invece mi sento a posto anche se il
            supposto

            "genio" deve lavorare (come chiunque) se
            vuole

            campare.



            Anzi... è proprio meglio se continua a
            lavorare...

            Vedi un corollario del tuo "ragionamento" è
            che
            a

            Michelangelo sarebbe bastato fare la pietà se

            bastava per campare di rendita, non c'era
            bisogno

            della cappella sistina ne del Mosè ne di
            tutto
            il

            resto.

            si, lo capisco, tu pensi che se uno deve lavorare
            come te allora è come te. No, quella è un genio,
            tu non sei nesuno, fattene una ragione. Se lei ci
            mette 10 anni a scrivere un libro sono affari
            suoi, poteva scriverne uno l'anno come fabio volo
            e un ammasso di galline stavano la a fare la fila
            per comprarlo, In pratica stai dicendo che esiste un ammasso di galline che facendo la fila per fabio volo, indirettamente finanzia la casa editrice che puo' sosternere la scrittrice genio che scrive un libro ogni 10 anni.Ho capito bene?
            così campa, io preferisco
            sostenere la qualità. Tu compri il libro della scrittrice che ne fa uno ogni 10 anni, lo abbiamo capito.
            E michelangelo non faceva
            opere duplicabili, Perche' la tecnologia dell'epoca era quella che era...
            con gente come te non ci
            arrivava a fare la sistina, Come se avesse fatto solo quella...
            lo avreste bollato
            come incapace e mandato a lavorare nei
            campi.Michelangelo lavorava su commissione e veniva pagato dai committenti.E' proprio l'esempio di artista che vive del suo lavoro e che non si sollazza di rendita di copie.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose


            In pratica stai dicendo che esiste un ammasso di
            galline che facendo la fila per fabio volo,
            indirettamente finanzia la casa editrice che puo'
            sosternere la scrittrice genio che scrive un
            libro ogni 10
            anni.
            Ho capito bene?no


            E michelangelo non faceva

            opere duplicabili,

            Perche' la tecnologia dell'epoca era quella che
            era...
            Invece adesso sculture e dipinti sono duplicabili... come no

            con gente come te non ci

            arrivava a fare la sistina,

            Come se avesse fatto solo quella...leggi bene


            lo avreste bollato

            come incapace e mandato a lavorare nei

            campi.

            Michelangelo lavorava su commissione e veniva
            pagato dai
            committenti.

            E' proprio l'esempio di artista che vive del suo
            lavoro e che non si sollazza di rendita di
            copie.Perchè le sue opere non sono copiabili??
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede

            Perchè le sue opere non sono copiabili??L'opera NON E' COPIABILE senza la tecnologia di copia.Dante ha scritto la Commedia A MANO, piu' e piu' volte.Paganini suonava da se' le sue composizioni.Farinelli era invitato in tutte le corti d'Europa a cantare.L'opera non e' copiabile senza tecnologia.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose


            L'opera NON E' COPIABILE senza la tecnologia di
            copia.

            Dante ha scritto la Commedia A MANO, piu' e piu'
            volte.
            Paganini suonava da se' le sue composizioni.
            Farinelli era invitato in tutte le corti d'Europa
            a
            cantare.

            L'opera non e' copiabile senza tecnologia.Si parlava di Michelangelo forse? quando uno è alle strette forse fa bene a cambiare argomento e soggetto.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede



            L'opera NON E' COPIABILE senza la tecnologia
            di

            copia.



            Dante ha scritto la Commedia A MANO, piu' e
            piu'

            volte.

            Paganini suonava da se' le sue composizioni.

            Farinelli era invitato in tutte le corti
            d'Europa

            a

            cantare.



            L'opera non e' copiabile senza tecnologia.

            Si parlava di Michelangelo forse? Parliamo di Michelangelo.https://www.google.it/search?site=imghp&tbm=isch&q=copie+david+michelangelo
            quando uno è
            alle strette forse fa bene a cambiare argomento e
            soggetto.Oppure semplicemente si intende illustrare un concetto vero in un contesto molto piu' allargato.
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose
            La tecnologia per copiare le statue esisteva eccome, fin dall'epoca degli antichi romani e prima; si chiama calco.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: cicciobello
            La tecnologia per copiare le statue esisteva
            eccome, fin dall'epoca degli antichi romani e
            prima; si chiama
            calco.Caspita!E come avranno fatto i poveri scultori a difendersi da questo incontrollato proliferare di copie?Ogni calco effettuato e' una statua invenduta.E' un furto!!!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Perchè le sue opere non sono copiabili??Pitture e sculture sono copiabili, le prime a mano le seconde col calco. Chiediti quante riproduzioni della Gioconda ci sono... l'originale è uno ed è al Louvre ed ha valore inestimabile, le riproduzioni (a mano) sono in giro per il mondo e valgono molto meno, le riproduzioni stampate valgono solo il costo dei materiali, quelle in file digitale non valgono nulla. E chiediti perché dovremmo fare diversamente con le opere di oggi.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: archimede

            Perchè le sue opere non sono copiabili??

            Pitture e sculture sono copiabili, le prime a
            mano le seconde col calco. Chiediti quante
            riproduzioni della Gioconda ci sono...
            l'originale è uno ed è al Louvre ed ha valore
            inestimabile, le riproduzioni (a mano) sono in
            giro per il mondo e valgono molto meno, le
            riproduzioni stampate valgono solo il costo dei
            materiali, quelle in file digitale non valgono
            nulla. E chiediti perché dovremmo fare
            diversamente con le opere di
            oggi.Te lo ha già detto 50 volte: perchè oggi non trovi UNO che compra 100 milioni di film e se lo guarda nel suo salotto, ma trovi 500.000 mila persone che comprano 20 euro un DVD (per fare un esempio).Se tu oggi riproponi il modello di Michelangelo succede, molto semplicemente, che nessuno ti commissiona il David del 21° secolo e non vedrebbe mai la luce. Inoltre, metti anche che un milionario decida di sovvenzionare qualcuno, quell'opera sarebbe ad appannaggio di pochi con ogni probabilità. Tra l'altro, opere del passato, sono spesso e volentieri originate da una sola testa, quindi si pagava una sola persona, mentre oggi fare un film o un videogioco (ed in forma minore anche la musica), comporta il lavoro di moltissime persone, centinaia e centinaia, quindi i costi aumentano ancor di più e trovare un finanziatore è difficile.A dire il vero il finanziatore c'è, ed è proprio la major o l'etichetta che paga, ma poi è per questo che vuole vendere le famigerate copie, per riprendere quei soldi ed anche altri.Adesso, a te o panda rossa ed altri non va bene così? ok, rispetto la vostra idea, anche a me piacerebbe pensare che la copia non costa nulla, però, torno a ripetere, io non credo che la vostra idea sia sostenibile con molte delle creazioni di adesso, al contempo condanno le major che pretendono che io paghi ancora per vedere Dune piuttosto che Blade Runner.Tra l'altro, se ci fosse un decadimento relativamente precoce di tali diritti di sfruttamento, molti servizi potrebbero essere concorrenziali, ad esempio sky potrebbe costare meno, oppure fare canali you tube che raccolgono certi genere di film, o una nuova sky per altri generi ecc ecc, con immenso guadagno per l'offerta, la tasca dei cittadini e la diffusione della cultura.E con questo chiudo, buona vita a tutti.
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Te lo ha già detto 50 volte: perchè oggi non
            trovi UNO che compra 100 milioni di film e se lo
            guarda nel suo salotto, ma trovi 500.000 mila
            persone che comprano 20 euro un DVD (per fare un
            esempio).Ieri li trovavi... oggi non più.
            Se tu oggi riproponi il modello di Michelangelo
            succede, molto semplicemente, che nessuno ti
            commissiona il David del 21° secolo e non
            vedrebbe mai la luce.E allora vorrà dire che non vedrà mai la luce.
            Inoltre, metti anche che un
            milionario decida di sovvenzionare qualcuno,
            quell'opera sarebbe ad appannaggio di pochi con
            ogni probabilità.Si chiama mecenatismo. Ha funzionato per secoli, potrebbe essere una soluzione.
            Tra l'altro, opere del passato, sono spesso e
            volentieri originate da una sola testaL'idea, forse, ma non la realizzazione: per suonare una musica sinfonica ti serve un'orchestra intera, per realizzare una statua ti servono degli operai.
            A dire il vero il finanziatore c'è, ed è proprio
            la major o l'etichetta che paga, ma poi è per
            questo che vuole vendere le famigerate copie, per
            riprendere quei soldi ed anche
            altri.E se non riesce a vendere tale sistema non funziona più (quello che sta accadendo ora)
            io non credo che la
            vostra idea sia sostenibile con molte delle
            creazioni di adesso, al contempo condanno le
            major che pretendono che io paghi ancora per
            vedere Dune piuttosto che Blade
            Runner.Insomma, non sai quello che vuoi. Un sistema non ti va, l'altro nemmeno... vedi di deciderti: le copie si pagano o no? (e non proporre soluzioni fasulle come "abbassare i prezzi" o "accorciare la durata"... sposti solo il problema)
            Tra l'altro, se ci fosse un decadimento
            relativamente precoce di tali diritti di
            sfruttamento, molti servizi potrebbero essere
            concorrenziali, ad esempio sky potrebbe costare
            menoE non cambierebbe proprio nulla: la pirateria proseguirebbe invariata (si piratano anche app da 50 centesimi... esistono addirittura i crack per programmi gratuiti)
            , oppure fare canali you tube che raccolgono
            certi genere di filmC'era già questo sistema: si chiamava megavideo.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Se tu oggi riproponi il modello di Michelangelo
            succede, molto semplicemente, che nessuno ti
            commissiona il David del 21° secolo e non
            vedrebbe mai la luce. Mi risulta che ci siano artisti che fanno sculture su marmo.Queste per esempio.http://www.renzomaggi.it/galleria_foto/sculptures/thumb.html
            Inoltre, metti anche che un
            milionario decida di sovvenzionare qualcuno,
            quell'opera sarebbe ad appannaggio di pochi con
            ogni probabilità.Fino a quando?Perche' quasi tutte le sculture sono state commissionate in passato da milionari per farle fruire a pochi, e oggi sono accessibili a tutti.Tu commetti sempre l'errore di misurare l'arte con la pochezza del tuo misero portafogli e con la brevita' della tua inutile vita.
            Tra l'altro, opere del passato, sono spesso e
            volentieri originate da una sola testa, quindi si
            pagava una sola persona, mentre oggi fare un film
            o un videogioco (ed in forma minore anche la
            musica), comporta il lavoro di moltissime
            persone, centinaia e centinaia, quindi i costi
            aumentano ancor di più e trovare un finanziatore
            è difficile.La testa e' sempre una.Gli altri sono solo manodopera.Prendi il caso di una orchestra.Il massimo che ti e' dato da conoscere e' il nome del direttore.
            A dire il vero il finanziatore c'è, ed è proprio
            la major o l'etichetta che paga, Benissimo. Grazie.
            ma poi è per
            questo che vuole vendere le famigerate copie, per
            riprendere quei soldi ed anche altri.L'artista e' stato pagato?Basta.Anche Michelangelo e' stato pagato per scolpire e dipingere.
            Adesso, a te o panda rossa ed altri non va bene
            così? ok, rispetto la vostra idea, anche a me
            piacerebbe pensare che la copia non costa nulla,
            però, torno a ripetere, io non credo che la
            vostra idea sia sostenibile con molte delle
            creazioni di adesso,Quante creazioni di adesso sono state create per sfruttare un modello di distribuizione invece che l'arte? Perche' il punto e' solo questo.L'opera d'arte nasce come emanazione della creativita' e non a scopo di lucro.
            al contempo condanno le
            major che pretendono che io paghi ancora per
            vedere Dune piuttosto che Blade
            Runner.Io ci andrei al cinema a vedere Blade Runner.Ma visto che non lo passano piu' mi devo accontentare.
            Tra l'altro, se ci fosse un decadimento
            relativamente precoce di tali diritti di
            sfruttamento, molti servizi potrebbero essere
            concorrenziali, ad esempio sky potrebbe costare
            meno, oppure fare canali you tube che raccolgono
            certi genere di film, o una nuova sky per altri
            generi ecc ecc, con immenso guadagno per
            l'offerta, la tasca dei cittadini e la diffusione
            della cultura.E infatti auspichiamo che questo decadimento avvenga in fretta.
            E con questo chiudo, buona vita a tutti.Ciao.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: panda rossa
            Io ci andrei al cinema a vedere Blade Runner.
            Ma visto che non lo passano piu' mi devo
            accontentare.Io sono andato al cinema a vedere Ritorno al futuro quando l'hanno riproposto qualche anno fa.E ce l'ho in VHS (originale), VHS del cofanetto (originale) e DVD (originale).Il BD non lo compro, mi rifiuto di comprare il lettore, per me il supporto fisico è finito. Se voglio vedere un film in alta definizione me lo carico sull'hard disk del dreambox e me lo sparo sul 50" in fullhd. E posso farlo solo con il file piratato. Se volessi farlo con un originale dovrei comprare anche un lettore bluray che non ho e non ho nemmeno lo spazio per metterlo (e no, non mi tolgo il lettore dvd a cui ho tolto la restrizione geografica con cui ho potuto vedermi i dvd diversi dalla regione 2).
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: archimede


            Perchè le sue opere non sono copiabili??



            Pitture e sculture sono copiabili, le prime a

            mano le seconde col calco. Chiediti quante

            riproduzioni della Gioconda ci sono...

            l'originale è uno ed è al Louvre ed ha valore

            inestimabile, le riproduzioni (a mano) sono
            in

            giro per il mondo e valgono molto meno, le

            riproduzioni stampate valgono solo il costo
            dei

            materiali, quelle in file digitale non
            valgono

            nulla. E chiediti perché dovremmo fare

            diversamente con le opere di

            oggi.

            Te lo ha già detto 50 volte: perchè oggi non
            trovi UNO che compra 100 milioni di film e se lo
            guarda nel suo salotto, ma trovi 500.000 mila
            persone che comprano 20 euro un DVD (per fare un
            esempio).Ma allora, se esistono 500.000 mila (che da me fa cinquecento milioni, un po' tanti) persone che comprano 20 euro un DVD, il problema è l'ingordigia di chi non si accontenta che addirittura 500.000 mila (qualunque numero ciò significhi) persone hanno pure speso i loro 20 euro, e nemmeno si accontenta.Da parte mia gli ingordi non vanno finanziati, ma se comunque si accontentano di chi è ancora disposto a dargli soldi, per quanto mi riguarda possono pure continuare.Ma siamo sicuri che ci siano ancora tutte ste persone disposti a pagarli? Anche se, come credo, parliamo di 500.000, sono comunque troppe.Ah beh certo, per compensare la riduzione numerica di persone disposte a pagare, possono sempre illudersi che aumentando il prezzo (magari giustificandolo con un ridicolo "miglioramento qualitativo" che non fa altro che rendere l'attrezzatura in possesso del consumatore obsoleta, e quindi muovere ulteriori soldi verso il lato hardware per restare al passo con la tecnologia). Ovviamente, aumentare il prezzo, non solo non aumenterà i guadagni, ma ridurrà ulteriormente il già esiguo numero di persone che è ben lontano da quel 500.000 mila (ripeto, qualunque numero intendessi dire).
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Se tu oggi riproponi il modello di Michelangelo
            succede, molto semplicemente, che nessuno ti
            commissiona il David del 21° secolo e non
            vedrebbe mai la luce.http://www.metro.na.it/metro/index.php?option=com_content&task=view&id=687&Itemid=212 <i
            <b
            Stazioni dell'Arte </b
            Le Stazioni dellArte nascono da un progetto promosso dallamministrazione comunale per rendere i luoghi della mobilità più attraenti e offrire a tutti la possibilità di un incontro con larte contemporanea. <b
            Gli spazi interni ed esterni delle stazioni hanno accolto, con il coordinamento artistico di Achille Bonito Oliva, <u
            circa 200 opere di 100 tra i più prestigiosi autori contemporanei </u
            , costituendo uno degli esempi più interessanti di museo decentrato e distribuito sullintera area urbana, un museo che non è spazio chiuso, luogo di concentrazione delle opere darte, ma percorso espositivo aperto, per una fruizione dinamica del manufatto artistico. </b
            La realizzazione delle stesse stazioni, affidata ad architetti di fama internazionale ha rappresentato un momento di forte riqualificazione di vaste aree del tessuto urbano. </i
            In buona sostanza, quello che hai scritto sopra è assolutamente falso.E a dimostrarlo non sono le vuote parole ma le stesse realizzazioni (che puoi visionare, guardacaso gratuitamente, dal vivo -per visionare quelle oltre i tornelli devi fare il biglietto ma non paghi più del normale biglietto che usi per usare la metro, e quello lo paghi sia se guardi le opere sia se non le guardi- sia nei pdf lì linkati scaricabili, sempre gratuitamente -pdf che puoi visionare da casa tua senza bisogno di andare fisicamente nelle stazioni-).P.S. Il biglietto per la metro dura 90 minuti e costa 1,30. Ma alcune opere sono nella parte esterna alle stazioni o pur essendo nella parte interna si trovano prima dei tornelli, ed in quel caso non devi pagare nulla per vederle.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2013 12.26-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede

            Tutto bello ma è solo teoria, innanzi tutto ti
            (vi) fa comodo specificare che le opere di
            intelletto non sono beni fisici, ma al contempo
            continui (continuate) a fare esempi con i
            servizi/beni fisici. Le opere di ingegno non
            seguono e non possono seguire questa logica per
            il semplice fatto che tu non sai quanto tempo ci
            metto io a scrivere una canzone o un libro un
            film o un videogioco, punto.Io faccio il programmatore.Scrivo software.Mi pagano a tempo.Devo rispettare scadenze.Se non produco quello che mi viene richiesto nei tempi stabiliti, io posso anche smettere di fare questo mestiere.Quindi se tu non sei in grado di scrivere, comporre, creare, mantenendo tempi accettabili, paragonati ad opere analoghe, puoi anche metterti in fila alla mensa della caritas, per quanto mi riguarda.
            C'è un imprenditore
            che si prende un rischio di impresa, finanzia
            un'opera, cerca alla fine di sfruttarla
            economicamente. Non ti preoccupare che è proprio
            come dici tu, se a nessuno piace non ne fanno un
            altra, tranquillo, se però 1000 la comprano e un
            milione la scaricano... dove sta la verità?La verita' sta altrove, visto che non esiste nessuna opera che 1000 la comprano e un milione la scaricano.Tutte le analisi sul fenomeno hanno dimostrato da tempo che vengono scaricate le opere piu' vendute, non quelle meno vendute.E nel caso degli artisti minori meno conosciuti, le opere scaricate contribuiscono ad incrementare la loro fama e quindi il loro introito nei concerti, etc.Citami un caso (ne basta uno) di un'opera venduta solo 1000 volte e scaricata un milione che ne riparliamo.Altrimenti parliamo pure di aria fritta.
            l'opera faceva schifo? era bella? Ti faccio
            notare tra l'altro che la manovra dell'asta ti va
            bene, però funziona se raggiungo una cifra.Se non la raggiungi, non si vende e quindi l'opera non potra' circolare.Nessuno la scarica.
            Invece le varie major ma, soprattutto, tante case
            ed etichette minori, si prendono i RISCHI di
            finanziare opere, senza garanzia di risultato, e
            tutto quello che chiedono è semplicemente "se vi
            piace compratela".Rischi?Che rischi si prendono? Che stanno facendo solo dei grai remake oppure grattando il barile di artisti gia' noti e vecchi.Artisti, poi... gente che canta solo in playback.
            Per me, lo ripeto, puoi fare quello ti pare, per
            me la via giustà sarebbe nel mezzo, sfruttamento
            solo per pochi anni, due o tre, dopo
            basta.E' quanto sostengo da tempo: data di scadenza dei diritti ben specificata sulla confezione.Poi possiamo discutere di quanto deve essere questa data, ma cominciamo a fissare il principio che i diritti non sono eterni, ma con scadenza certa e definita.E in caso di dubbio, i diritti si devono considerare gia' scaduti, in modo da liberare all'istante tutte le opere orfane.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose


            Io faccio il programmatore.
            Scrivo software.
            Mi pagano a tempo.
            Devo rispettare scadenze.E chi se ne frega?? Tu non sei un artista, non sei un creativo, non produci niente di originale. basta con questa invidia del pene, mettitela via. Non sai neppure giocare a calcio e per questo sentenzi pure su quanto devono guadagnare i giocatori giusto?

            Se non produco quello che mi viene richiesto nei
            tempi stabiliti, io posso anche smettere di fare
            questo
            mestiere.E non ce ne frega niente, infatti quasi sempre fornite software bacato che si sistema dopo anni, altro che scadenze.

            Quindi se tu non sei in grado di scrivere,
            comporre, creare, mantenendo tempi accettabili,
            paragonati ad opere analoghe, puoi anche metterti
            in fila alla mensa della caritas, per quanto mi
            riguarda.Eh certo, perchè gli artisti sono artisti quando comoda, quando pi va bene a te sono dei "tecnici" che producono a ora come un operaio qualsiasi.

            La verita' sta altrove, visto che non esiste
            nessuna opera che 1000 la comprano e un milione
            la
            scaricano.
            Tutte le analisi sul fenomeno hanno dimostrato da
            tempo che vengono scaricate le opere piu'
            vendute, non quelle meno
            vendute.Chissà perchè? il problema è che non sai come funziona il sistema. Tu credi che l'artista sia un tecnico come te, non è così, sperimenta, inventa, prova... tutti i grandi hanno fatto album buoni e meno buoni, film buoni e meno buoni e così via, non va finanziata la singola opera ma la vita dell'artista. Le major cattivone producono sia i filmoni che tutti guardano e tutti scaricano, ma concorderai con me che producono anche filmetti di nicchia che vanno in perdita o sono sperimentali (solitamente i più belli a mio modo di vedere), levagli il sostentamento dei colossal e spariscono anche i secondi. Non sei tu che devi giudicare se e quanto devono guadagnare gli altri.

            E nel caso degli artisti minori meno conosciuti,
            le opere scaricate contribuiscono ad incrementare
            la loro fama e quindi il loro introito nei
            concerti,
            etc.
            Come no, tutti faosi quelli di jamendo...
            Citami un caso (ne basta uno) di un'opera venduta
            solo 1000 volte e scaricata un milione che ne
            riparliamo.
            Altrimenti parliamo pure di aria fritta.
            Ho fatto un esempio, non ho statistiche come non ne hai tu, non ci hai mai pensato vero?

            Se non la raggiungi, non si vende e quindi
            l'opera non potra'
            circolare.
            Nessuno la scarica.
            Evviva, grande slancio alla cultura vedo

            Rischi?
            Che rischi si prendono? Che stanno facendo solo
            dei grai remake oppure grattando il barile di
            artisti gia' noti e
            vecchi.
            Artisti, poi... gente che canta solo in playback.
            Bene, vedo che dimostri tutta la tua ignoranza nel settore adesso. Di etichette, software house che chiudono e artisti che cambiano mestiere è pieno il mondo. E' giusto? forse si, probabilmente si in molti casi, ma in altri no e su certe cose ho raccolto testimonianze dirette.Attento, io non dico che tu devi far vivere a tue spese per FORZA la gente, io dico che se ti piace una opera è giusto ricambiare, non solo per ripagare il lavoro fatto ma anche per permetterne di nuovo. Per me è giusto, ti faccio presente, visto che sei un informatico, che progetti open source sono morti proprio grazie al fatto che nessuno contribuisse, oppure passati a progetti commerciali e guarda caso rimasti in vita. Ma come? se il progetto faceva così schifo come mai appena diventato commerciale non è morto?

            Per me, lo ripeto, puoi fare quello ti pare,
            per

            me la via giustà sarebbe nel mezzo,
            sfruttamento

            solo per pochi anni, due o tre, dopo

            basta.

            E' quanto sostengo da tempo: data di scadenza dei
            diritti ben specificata sulla
            confezione.
            Hai visto che siamo d'accordo?
            Poi possiamo discutere di quanto deve essere
            questa data, ma cominciamo a fissare il principio
            che i diritti non sono eterni, ma con scadenza
            certa e
            definita.
            E in caso di dubbio, i diritti si devono
            considerare gia' scaduti, in modo da liberare
            all'istante tutte le opere
            orfane.Sono d'accordo.
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Le major cattivone
            producono sia i filmoni che tutti guardano e
            tutti scaricano, ma concorderai con me che
            producono anche filmetti di nicchia che vanno in
            perdita o sono sperimentali (solitamente i più
            belli a mio modo di vedere), levagli il
            sostentamento dei colossal e spariscono anche i
            secondi. È già accaduto da un pezzo, se non te ne fossi accorto.D'altra parte, ti pare giusto che quelli a cui non interessano i film di nicchia debbano pagarne per forza la realizzazione? (quando paghi per vedere un colossal, paghi anche la realizzazione del film di nicchia, perchè quelli interessati ad esso sono troppo pochi per finanziarlo)Adesso hanno praticamente smesso di finanziare i film o la musica di nicchia, che perciò o vengono prodotti con altre forme di finanziamento... o non vengono prodotti e basta.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose


            D'altra parte, ti pare giusto che quelli a cui
            non interessano i film di nicchia debbano pagarne
            per forza la realizzazione? (quando paghi per
            vedere un colossal, paghi anche la realizzazione
            del film di nicchia, perchè quelli interessati ad
            esso sono troppo pochi per
            finanziarlo)
            Non mi pare giusto pagare quando una cosa viene fatta con la forza, ad esempio l'equo compenso che dovrebbe finanziare anche la musica da liscio che a me non interessa.Però, se io sono un imprenditore e guadagno un botto di soldi MERITATAMENTE, saà poi affar mio investirli come meglio credo, magari una parte la vado a destinare alla ricerca di nuovi talenti ed una parte per rifare un altro sucXXXXX da botteghino ma con poca valenza artistica.Tutti i discorsi su questi temi si fanno sempre citando i voleri del consumatore, ok, sacrosanto, ma gli artisti e gli imprenditori che ci stanno dietro cosa ne dicono? Non è che forse un atteggiamento più corretto per tutti sarebbe a metà tra un volere tutto gratis e sfruttare a vita (o quasi) un'opera?
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Però, se io sono un imprenditore e guadagno un
            botto di soldi MERITATAMENTE, saà poi affar mio
            investirli come meglio credo, magari una parte la
            vado a destinare alla ricerca di nuovi talenti ed
            una parte per rifare un altro sucXXXXX da
            botteghino ma con poca valenza
            artistica.Se riesci a guadagnare un botto di soldi sì. Ma se non li guadagni, hai poco da lamentarti.Non puoi dire agli utenti "se non pagate per i colossal ucciderete i film e la musica di nicchia"; visto che hai appena detto che è affar tuo come investirai i soldi guadagnati, se non li investi più in nuovi talenti sei TU che hai deciso di affossare le nuove nicchie, non i tuoi utenti.

            Tutti i discorsi su questi temi si fanno sempre
            citando i voleri del consumatore, ok, sacrosanto,
            ma gli artisti e gli imprenditori che ci stanno
            dietro cosa ne dicono?Che non conviene più vendere le registrazioni (un musicista guadagna molto di più dai concerti, ormai... e infatti si stanno spostando solo più in quello). Quindi, non venderanno più i brani, e chi li voleva (anche se era disposto a pagare) ne farà a meno.
            Non è che forse un
            atteggiamento più corretto per tutti sarebbe a
            metà tra un volere tutto gratis e sfruttare a
            vita (o quasi)
            un'opera?Troppo tardi, bisognava farlo anni fa. La corda è stata troppo tirata sia da una parte che dall'altra.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Non puoi dire agli utenti "se non pagate per i
            colossal ucciderete i film e la musica di
            nicchia"; visto che hai appena detto che è affar
            tuo come investirai i soldi guadagnati, se non li
            investi più in nuovi talenti sei TU che hai
            deciso di affossare le nuove nicchie, non i tuoi
            utenti.
            Calma un attimo, se io non guadagno abbastanza è ovvio che reinvesto in quello che è più sicuro. Comunque, a dirla tutta , a me non interessa neppure di cosa si lamentano le major, io personalmente ho visto etichette minori morire e farlo a causa della pirateria. A me sinceramente interessano di più quelle.

            Che non conviene più vendere le registrazioni (un
            musicista guadagna molto di più dai concerti,
            ormai... e infatti si stanno spostando solo più
            in quello). Quindi, non venderanno più i brani, e
            chi li voleva (anche se era disposto a pagare) ne
            farà a
            meno.
            A me risulta che solo i "big" guadagnano dai concerti, se tu sei un gruppo di medio sucXXXXX non campi, metti che hai un gruppo da 5 elementi, quanto spesso devi suonare secondo te per mantenerli tutti? e tieni conto che devono pure spostarsi (nel senso che avranno altre spese). per carità, se non sei bravo cambia lavoro, ma avere la possibilità di fare un lavoro, stamparlo nei dischi e venderli è una opportunità interessante per vivere, lla fine si paga il lavoro, mica gli regali i soldi. E comuqneu, ricordiamo, che questo può valere per i musicisti, non certo per registi, attori, scrittori ecce cc


            Non è che forse un

            atteggiamento più corretto per tutti sarebbe
            a

            metà tra un volere tutto gratis e sfruttare a

            vita (o quasi)

            un'opera?

            Troppo tardi, bisognava farlo anni fa. La corda è
            stata troppo tirata sia da una parte che
            dall'altra.E vediamo come finirà allora.
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Calma un attimo, se io non guadagno abbastanza è
            ovvio che reinvesto in quello che è più sicuro.
            Comunque, a dirla tutta , a me non interessa
            neppure di cosa si lamentano le major, io
            personalmente ho visto etichette minori morire e
            farlo a causa della pirateria. A me sinceramente
            interessano di più
            quelle.Se ti interessavano, cosa hai fatto per cercare di salvarle?Io non ho fatto nulla per salvarle, lo ammetto... ma a me non interessavano.

            A me risulta che solo i "big" guadagnano dai
            concerti, se tu sei un gruppo di medio sucXXXXX
            non campi, metti che hai un gruppo da 5 elementi,
            quanto spesso devi suonare secondo te per
            mantenerli tutti?I musicisti che suonano alle feste di paese sono gruppi piccoli e poco noti... bisogna chiederlo a loro come campano.
            e tieni conto che devono pure
            spostarsi (nel senso che avranno altre spese).
            per carità, se non sei bravo cambia lavoro, ma
            avere la possibilità di fare un lavoro, stamparlo
            nei dischi e venderli è una opportunità
            interessante per vivereSolo se a qualcuno poi interessano quei dischi. Se a nessuno interessa avere il disco, perchè tanto basta il brano in mp3, non ha senso spendere soldi per stampare i dischi.

            Troppo tardi, bisognava farlo anni fa. La
            corda
            è

            stata troppo tirata sia da una parte che

            dall'altra.

            E vediamo come finirà allora.Lo stiamo già vedendo: i nuovi musicisti non cercano più di "sfondare" e vendere i cd, si esibiscono in concerti piccoli.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: cicciobello

            A me sinceramente

            interessano di più

            quelle.

            Se ti interessavano, cosa hai fatto per cercare
            di
            salvarle?Oltre a lamentarsi per il fatto che altri a cui evidentemente non interessavano, non hanno dato loro dei soldi, dici?
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: cicciobello


            A me sinceramente


            interessano di più


            quelle.



            Se ti interessavano, cosa hai fatto per
            cercare

            di

            salvarle?

            Oltre a lamentarsi per il fatto che altri a cui
            evidentemente non interessavano, non hanno dato
            loro dei soldi,
            dici?andavo al cinema ed alle rassegne, sei tu che ti scarichi iron man e vacanze di natale, a me non interessa.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: cicciobello



            A me sinceramente



            interessano di più



            quelle.





            Se ti interessavano, cosa hai fatto per

            cercare


            di


            salvarle?



            Oltre a lamentarsi per il fatto che altri a
            cui

            evidentemente non interessavano, non hanno
            dato

            loro dei soldi,

            dici?

            andavo al cinema ed alle rassegne, Bravo.
            sei tu che ti
            scarichi iron man e vacanze di natale, a me non
            interessa.E questo che c'entra con le tue rassegne?
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose

            andavo al cinema ed alle rassegneEvidentemente non bastava perchè eravate in troppo pochi.
            , sei tu che ti
            scarichi iron man e vacanze di natale, a me non
            interessa.I film di nicchia di cui parlavi tu sono fatti dalle stesse case cinematografiche? Non mi pare.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: cicciobello
            Che non conviene più vendere le registrazioni (un
            musicista guadagna molto di più dai concerti,
            ormai... e infatti si stanno spostando solo più
            in quello). Quindi, non venderanno più i brani, e
            chi li voleva (anche se era disposto a pagare) ne
            farà a meno.Elio con i cd brulè ha capito tutto tanti tanti tanti anni fa.E oggi ha il suo canale youtube con tutti i video dei suoi brani.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2013 18.08-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: cicciobello

            Che non conviene più vendere le
            registrazioni
            (un

            musicista guadagna molto di più dai concerti,

            ormai... e infatti si stanno spostando solo
            più

            in quello). Quindi, non venderanno più i
            brani,
            e

            chi li voleva (anche se era disposto a
            pagare)
            ne

            farà a meno.

            Elio con i cd brulè ha capito tutto tanti tanti
            tanti anni
            fa.E io ce l'ho un cd brule' di Elio.Autografato da Faso!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: cicciobello


            Che non conviene più vendere le

            registrazioni

            (un


            musicista guadagna molto di più dai
            concerti,


            ormai... e infatti si stanno spostando
            solo

            più


            in quello). Quindi, non venderanno più i

            brani,

            e


            chi li voleva (anche se era disposto a

            pagare)

            ne


            farà a meno.



            Elio con i cd brulè ha capito tutto tanti
            tanti

            tanti anni

            fa.

            E io ce l'ho un cd brule' di Elio.
            Autografato da Faso!Conservalo con cura (al buio possibilmente) ammesso sempre che il supporto mantenga, ma anche non funzionasse più il solo autografo di Faso vale a prescindere
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede



            Io faccio il programmatore.

            Scrivo software.

            Mi pagano a tempo.

            Devo rispettare scadenze.

            E chi se ne frega?? Tu non sei un artista, non
            sei un creativo, non produci niente di originale.Ah no?Inutile discutere con un troglodita, allora.
            basta con questa invidia del pene, mettitela via.Io tengo una XXXXXXX tanta, altro che invidia del pene.
            Non sai neppure giocare a calcio e per questo
            sentenzi pure su quanto devono guadagnare i
            giocatori giusto?Non li pago io i calciatori.Loro pero' hanno il pregio che si esibiscono DAL VIVO!Stadio pieno = milioni meritati

            Se non produco quello che mi viene richiesto
            nei

            tempi stabiliti, io posso anche smettere di
            fare

            questo

            mestiere.

            E non ce ne frega niente, infatti quasi sempre
            fornite software bacato che si sistema dopo anni,
            altro che scadenze.Puoi scaricartelo aggratis da sourceforge.E se lo ritieni bacato, ci sono i sorgenti e puoi sistemartelo da solo.

            Quindi se tu non sei in grado di scrivere,

            comporre, creare, mantenendo tempi
            accettabili,

            paragonati ad opere analoghe, puoi anche
            metterti

            in fila alla mensa della caritas, per quanto
            mi

            riguarda.

            Eh certo, perchè gli artisti sono artisti quando
            comoda, quando pi va bene a te sono dei "tecnici"
            che producono a ora come un operaio
            qualsiasi.Me la fai vedere la ricetta del medico che ti prescrive di fare l'artista?

            La verita' sta altrove, visto che non esiste

            nessuna opera che 1000 la comprano e un
            milione

            la

            scaricano.

            Tutte le analisi sul fenomeno hanno
            dimostrato
            da

            tempo che vengono scaricate le opere piu'

            vendute, non quelle meno

            vendute.

            Chissà perchè? Non lo so. Dimmelo tu.
            il problema è che non sai come
            funziona il sistema. Tu credi che l'artista sia
            un tecnico come te, non è così, sperimenta,
            inventa, prova... tutti i grandi hanno fatto
            album buoni e meno buoni, film buoni e meno buoni
            e così via, non va finanziata la singola opera ma
            la vita dell'artista.Io so che gli artisti esistono da secoli.Molto prima che ci fossero studi di registrazione o sale cinematografiche.
            Le major cattivone
            producono sia i filmoni che tutti guardano e
            tutti scaricano, ma concorderai con me che
            producono anche filmetti di nicchia che vanno in
            perdita o sono sperimentali (solitamente i più
            belli a mio modo di vedere), levagli il
            sostentamento dei colossal e spariscono anche i
            secondi. Non credo proprio.Ci sara' sempre gente in grado di produrre capolavori a basso budget.E chi produce tali opere, non pensa certo a guadagnare milioni.
            Non sei tu che devi giudicare se e
            quanto devono guadagnare gli altri.E non sei tu che deve giudicare quello che faccio io.

            E nel caso degli artisti minori meno
            conosciuti,

            le opere scaricate contribuiscono ad
            incrementare

            la loro fama e quindi il loro introito nei

            concerti,

            etc.



            Come no, tutti faosi quelli di jamendo...Non esiste una dimensione assoluta di "fama".Vuoi un elenco di personaggi famosi che tu sicuramente non conoscerai?

            Citami un caso (ne basta uno) di un'opera
            venduta

            solo 1000 volte e scaricata un milione che ne

            riparliamo.

            Altrimenti parliamo pure di aria fritta.



            Ho fatto un esempio, non ho statistiche come non
            ne hai tu, non ci hai mai pensato
            vero?Le statistiche si possono desumere semplicemente osservando come il giocattolo non sia affatto rotto, anzi...L'esempio se lo fai, fai in modo che esista, e non farlo campato in aria, che altrimenti non serve.

            Se non la raggiungi, non si vende e quindi

            l'opera non potra'

            circolare.

            Nessuno la scarica.



            Evviva, grande slancio alla cultura vedoL'impedimento alla cultura lo fai tu nel momento in cui vuoi fare mercato dell'opera, non certo io.

            Rischi?

            Che rischi si prendono? Che stanno facendo
            solo

            dei grai remake oppure grattando il barile di

            artisti gia' noti e

            vecchi.

            Artisti, poi... gente che canta solo in
            playback.



            Bene, vedo che dimostri tutta la tua ignoranza
            nel settore adesso. Di etichette, software house
            che chiudono e artisti che cambiano mestiere è
            pieno il mondo.Non lo so. Dimmelo tu.E non dimenticare di specificare il motivo per cui cambiano.
            E' giusto? forse si,
            probabilmente si in molti casi, ma in altri no e
            su certe cose ho raccolto testimonianze
            dirette.E allora portacele.
            Attento, io non dico che tu devi far vivere a tue
            spese per FORZA la gente, io dico che se ti piace
            una opera è giusto ricambiare, non solo per
            ripagare il lavoro fatto ma anche per permetterne
            di nuovo. Siamo daccordo sul concetto.Non lo siamo sulla forma.Se l'opera mi piace io pago per vedere l'artista all'opera.
            Per me è giusto, ti faccio presente,
            visto che sei un informatico, che progetti open
            source sono morti proprio grazie al fatto che
            nessuno contribuisse, oppure passati a progetti
            commerciali e guarda caso rimasti in vita. Se nessuno contribuisce significa che il progetto non interessa.Se il progetto interessa, qualcuno contribuisce.Con questo sistema passano solo i progetti che interessano.Col sistema major passano solo grandi schifezze invece.
            Ma
            come? se il progetto faceva così schifo come mai
            appena diventato commerciale non è morto?A che cosa ti stai riferendo?


            Per me, lo ripeto, puoi fare quello ti
            pare,

            per


            me la via giustà sarebbe nel mezzo,

            sfruttamento


            solo per pochi anni, due o tre, dopo


            basta.



            E' quanto sostengo da tempo: data di
            scadenza
            dei

            diritti ben specificata sulla

            confezione.



            Hai visto che siamo d'accordo?Mi pare che eri tu a pensare che non lo fossimo.

            Poi possiamo discutere di quanto deve essere

            questa data, ma cominciamo a fissare il
            principio

            che i diritti non sono eterni, ma con
            scadenza

            certa e

            definita.

            E in caso di dubbio, i diritti si devono

            considerare gia' scaduti, in modo da liberare

            all'istante tutte le opere

            orfane.

            Sono d'accordo.Mi fa piacere.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose


            Stadio pieno = milioni meritatiNon è vero, tu vuoi vedere lo streaming a gratis, il problema è sempre quello, tutti possono fare quello che vogliono senza però toccare il portafoglio di panda rossa, ma attenzione, panda rossa vuole però vedere la partita o leggere il libro ecc ecc.. insomma, prendere si, dare no, tipico del parasssita.

            Puoi scaricartelo aggratis da sourceforge.
            E se lo ritieni bacato, ci sono i sorgenti e puoi
            sistemartelo da
            solo.E per cosa ti paghiamo allora?

            Me la fai vedere la ricetta del medico che ti
            prescrive di fare
            l'artista?No è mica obbligatorio fare l'artista, nessuno lo sta dicendo.

            Io so che gli artisti esistono da secoli.
            Molto prima che ci fossero studi di registrazione
            o sale
            cinematografiche.Ed infatti le loro opere erano a disposizione di pochi. Fai finta di non ricordarlo vero?

            Non credo proprio.
            Ci sara' sempre gente in grado di produrre
            capolavori a basso
            budget.
            E chi produce tali opere, non pensa certo a
            guadagnare
            milioni.E guardati quelle, forse non chiedono soldi? o vuoi vedere iron man3 sul tuo 42" bello soddisfatto che non hai speso soldi per averlo?


            Non sei tu che devi giudicare se e

            quanto devono guadagnare gli altri.

            E non sei tu che deve giudicare quello che faccio
            io.
            Con la piccola differenza che io non cambio il mio modo di fare se tu ragioni così, invece tu scarichi e condividi perchè non ti va bene quanto guadagna tizio piuttosto che caio. Soldi che comunque non sono tuoi a detta tua, quindi cosa ti cambia?

            Non esiste una dimensione assoluta di "fama".
            Vuoi un elenco di personaggi famosi che tu
            sicuramente non
            conoscerai?
            Ed ascolta quelli di jamendo, io sto insistendo a dirtelo, non ascoltare chi firma con sony, ascolta quelli famosi di jamendo, che problemi ci sono?

            Le statistiche si possono desumere semplicemente
            osservando come il giocattolo non sia affatto
            rotto,
            anzi...Il giocattolo dei big non si è rotto, quello dei piccoli invece numerose volte. Inoltre, ti faccio notare, che sono sempre più frequenti le produzioni da mass-market, quelle alle quali sei interessato evidentemente.

            L'impedimento alla cultura lo fai tu nel momento
            in cui vuoi fare mercato dell'opera, non certo
            io.Non faccio un mercato, riconosco all'artista ed a chi l'ha prodotto, se non mi interessa o non voglio pagarlo non lo faccio, non ho il consumo compulsivo come qualcun altro.

            Non lo so. Dimmelo tu.
            E non dimenticare di specificare il motivo per
            cui
            cambiano.
            Sarebbe tempo perso con te.

            E allora portacele.Già fatto, per questo ho detto che sarebbe tempo perso con te. Mesi fa ti ho postato un esempio sul quale ho testimonianza diretta, la risposta tua è stata una cosa del tipo "siamo tutti contenti" e chi "chi se frega".Comunque anche lui http://it.wikipedia.org/wiki/Georges_M%C3%A9li%C3%A8s finì senza soldi per il semplice motivo che non prendeva in proporzione al sucXXXXX, tanto per farti un esempio.

            Siamo daccordo sul concetto.
            Non lo siamo sulla forma.
            Se l'opera mi piace io pago per vedere l'artista
            all'opera.Menti sapendo di mentire perchè, al massimo questa cosa la puoi applicare alla musica. Ma come lo ripaghi uno scrittore ad esempio? o una software house che ha fatto un videogioco? o tutte quelle persone che hanno fatto un film? ti stai arrampicando negli specchi, sii onesto almeno, non vuoi pagare e sei disposto a passare sopra gli altri per farlo, il rispetto per il lavoro altrui non esiste. Fai come ti pare ma non tentare di dargli una parvenza di legittimità, con me non attacca.

            Se nessuno contribuisce significa che il progetto
            non
            interessa.
            Se il progetto interessa, qualcuno contribuisce.
            Con questo sistema passano solo i progetti che
            interessano.
            Falso, un sacco di download ma pochissime donazioni, poi passa a progetto commerciale ed arrivano i soldi. Visto con i miei occhi, con tanto di spiegazione ufficiale nel forum. La gente è spilorcia e finchè può prendere a sbafo lo fa, questa è la verità.
            Col sistema major passano solo grandi schifezze
            invece.
            Quelle che sei interessato a scaricare evidentemente, non vengono mica a chiederti soldi per jamendo sai.

            Ma

            come? se il progetto faceva così schifo come
            mai

            appena diventato commerciale non è morto?

            A che cosa ti stai riferendo?A quello che ho scritto, nè più ne meno
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede



            Stadio pieno = milioni meritati

            Non è vero, tu vuoi vedere lo streaming a gratis,
            il problema è sempre quello,Lo stadio e' pieno, oppure e' lontano, oppure mi hanno dato la DASPO per via che l'altra volta ho diretto in curva un coro contro M$...
            tutti possono fare
            quello che vogliono senza però toccare il
            portafoglio di panda rossa, ma attenzione, panda
            rossa vuole però vedere la partita o leggere il
            libro ecc ecc.. insomma, prendere si, dare no,
            tipico del parasssita.Io non prendo proprio niente.Conta un po' quanti posti a sedere allo stadio tolgo se guardo la partita in streaming.Conta un po' quanti libri tolgo dallo scaffale se mi leggo un testo scaricato.

            Puoi scaricartelo aggratis da sourceforge.

            E se lo ritieni bacato, ci sono i sorgenti e
            puoi

            sistemartelo da

            solo.

            E per cosa ti paghiamo allora?Tu non mi paghi, e io neppure ti chiedo dei soldi.La capisci la differenza?

            Me la fai vedere la ricetta del medico che ti

            prescrive di fare

            l'artista?

            No è mica obbligatorio fare l'artista, nessuno lo
            sta dicendo.Ecco.Perche' fare l'artista e' una cosa.Pretendere di vivere facendo l'artista e' un'altra.Nessuno vieta alle persone di creare arte nel loro tempo libero.

            Io so che gli artisti esistono da secoli.

            Molto prima che ci fossero studi di
            registrazione

            o sale

            cinematografiche.

            Ed infatti le loro opere erano a disposizione di
            pochi. Fai finta di non ricordarlo vero?Me lo ricordo benissimo.Erano a disposizione dei pochi che potevano accedervi perche' non c'era tecnologia sufficiente da garantire una libera fruizione.Oggi la tecnologia c'e'.Quei pochi che possono accedervi continuano ad accedervi, alle opere d'arte.Tutti gli altri che prima non potevano, oggi si accontentano di COPIE.

            Non credo proprio.

            Ci sara' sempre gente in grado di produrre

            capolavori a basso

            budget.

            E chi produce tali opere, non pensa certo a

            guadagnare

            milioni.

            E guardati quelle, forse non chiedono soldi? o
            vuoi vedere iron man3 sul tuo 42" bello
            soddisfatto che non hai speso soldi per
            averlo?Ho speso soldi per il mio 42".


            Non sei tu che devi giudicare se e


            quanto devono guadagnare gli altri.



            E non sei tu che deve giudicare quello che
            faccio

            io.



            Con la piccola differenza che io non cambio il
            mio modo di fare se tu ragioni così, invece tu
            scarichi e condividi perchè non ti va bene quanto
            guadagna tizio piuttosto che caio. Chi sono tizio e caio?Se sono gli artisti, si guadagnano il meritato compenso esibendosi.Se sono intermediari parassiti, traggo ulteriore godimento nel sapere che faranno la fame.
            Soldi che
            comunque non sono tuoi a detta tua, quindi cosa
            ti cambia?Niente.

            Non esiste una dimensione assoluta di "fama".

            Vuoi un elenco di personaggi famosi che tu

            sicuramente non

            conoscerai?



            Ed ascolta quelli di jamendo, io sto insistendo a
            dirtelo, non ascoltare chi firma con sony,
            ascolta quelli famosi di jamendo, che problemi ci
            sono?Che problemi ci sono ad ascoltare quelli che firmano con sony?La radio mi passa un brano e io lo ascolto.Mica sto a chiedermi che firma c'e' dietro.Se il brano mi piace lo registro e lo converto in mp3 e me lo riascolto anche quando la radio non prende.
            Il giocattolo dei big non si è rotto, quello dei
            piccoli invece numerose volte. Inoltre, ti faccio
            notare, che sono sempre più frequenti le
            produzioni da mass-market, quelle alle quali sei
            interessato evidentemente.Io non sono interessato per niente.Io mangio quello che passa il convento.

            L'impedimento alla cultura lo fai tu nel
            momento

            in cui vuoi fare mercato dell'opera, non
            certo

            io.

            Non faccio un mercato, riconosco all'artista ed a
            chi l'ha prodotto, se non mi interessa o non
            voglio pagarlo non lo faccio, non ho il consumo
            compulsivo come qualcun altro.Pure io non ascolto a musica che non mi piace.O forse credi che io passi il tempo a sentire mp3 solo perche' li ho scaricati?

            Non lo so. Dimmelo tu.

            E non dimenticare di specificare il motivo
            per

            cui

            cambiano.

            Sarebbe tempo perso con te.Pazienza.

            E allora portacele.

            Già fatto, per questo ho detto che sarebbe tempo
            perso con te. Mesi fa ti ho postato un esempio
            sul quale ho testimonianza diretta, la risposta
            tua è stata una cosa del tipo "siamo tutti
            contenti" e chi "chi se frega".Se l'ho detto allora, molto probabilmente lo direi anche adesso.
            Comunque anche lui
            http://it.wikipedia.org/wiki/Georges_M%C3%A9li%C3%Buon esempio.Mi sapresti dire a che titolo e in quali tasche finiscono oggi i diritti delle sue opere?

            Siamo daccordo sul concetto.

            Non lo siamo sulla forma.

            Se l'opera mi piace io pago per vedere
            l'artista

            all'opera.

            Menti sapendo di mentire perchè, al massimo
            questa cosa la puoi applicare alla musica.Al cinema, al teatro, allo stadio, alle recite...
            Ma come lo ripaghi uno scrittore ad esempio? Ho dei libri autografati con dedica.E quando viene a tenere conferenze dalle mie parti, vado a sentirlo (sempre se trovo posto).
            o una software house che ha fatto un videogioco?Crowfounding.
            o tutte quelle persone che hanno fatto un film? Gli attori vengono pagati.
            ti
            stai arrampicando negli specchi, sii onesto
            almeno, non vuoi pagare e sei disposto a passare
            sopra gli altri per farlo, il rispetto per il
            lavoro altrui non esiste. Io pago il biglietto.
            Fai come ti pare ma non
            tentare di dargli una parvenza di legittimità,
            con me non attacca.Non devo mica attaccarla a te.

            Se nessuno contribuisce significa che il
            progetto

            non

            interessa.

            Se il progetto interessa, qualcuno
            contribuisce.

            Con questo sistema passano solo i progetti
            che

            interessano.



            Falso, un sacco di download ma pochissime
            donazioni, poi passa a progetto commerciale ed
            arrivano i soldi. Magari il prodotto commerciale fornisce un servizio?
            Visto con i miei occhi, con
            tanto di spiegazione ufficiale nel forum. La
            gente è spilorcia e finchè può prendere a sbafo
            lo fa, questa è la verità.Di che prodotto parli?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Non è vero, tu vuoi vedere lo streaming a gratis,Perché secondo te andare allo stadio o vedere la partita su uno schermo (indipendentemente dal mezzo con cui la vedi) è la stessa cosa.A cosa servono gli stadi allora? Basta un campo a porte chiuse.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Il giocattolo dei big non si è rottoE visto che i più piratati, che sostengono di avere maggiori danni dalla pirateria, sono proprio i big e non certo i piccoli che sono solo contenti se vengono scaricati, ti sei mai chiesto perché?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            E non ce ne frega niente, infatti quasi sempre
            fornite software bacato che si sistema dopo anni,
            altro che scadenze.Perché, i software closed che tu invece difendi sono perfetti? Prendiamo il software closed più venduto (anche più piratato, ma soprattutto più venduto).Il suo nome è MICROSOFT WINDOWS.Se fosse perfetto e non avesse bachi "che si sistemano dopo anni", perché non stiamo ancora tutti con la versione 95?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2013 17.57-----------------------------------------------------------
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: archimede

            E non ce ne frega niente, infatti quasi
            sempre

            fornite software bacato che si sistema dopo
            anni,

            altro che scadenze.

            Perché, i software closed che tu invece difendi
            sono perfetti? Prendiamo il software closed più
            venduto (anche più piratato, ma soprattutto più
            venduto).
            Il suo nome è MICROSOFT WINDOWS.
            Se fosse perfetto e non avesse bachi "che si
            sistemano dopo anni", perché non stiamo ancora
            tutti con la versione
            95?
            --------------------------------------------------
            Modificato dall' autore il 14 ottobre 2013 17.57
            --------------------------------------------------Scusa, oggi non ho voglia di rispondere perchè tanto ci siamo capiti e va bene così, ma su questo volevo specificare che io non ho mai parlato di closed o open, non so da dove hai percepito questa mia presunta difesa per tale licenza o software house. Ma questo mi fa capire che gente come te o panda rossa non hanno davanti un intelocutore ma rispondete per partito preso: "lui non la pensa come me quindi automaticamente fa questo questo e questo..", riflettici.Tra l'altro io ho parlato di prodotti open finiti a pagamento, quindi la cosa avrebbe dovuto, eventualmente suggerirti il contrario, e cioè che uso software open.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: archimede


            E non ce ne frega niente, infatti quasi

            sempre


            fornite software bacato che si sistema
            dopo

            anni,


            altro che scadenze.



            Perché, i software closed che tu invece
            difendi

            sono perfetti? Prendiamo il software closed
            più

            venduto (anche più piratato, ma soprattutto
            più

            venduto).

            Il suo nome è MICROSOFT WINDOWS.

            Se fosse perfetto e non avesse bachi "che si

            sistemano dopo anni", perché non stiamo
            ancora

            tutti con la versione

            95?


            --------------------------------------------------

            Modificato dall' autore il 14 ottobre 2013
            17.57


            --------------------------------------------------


            Scusa, oggi non ho voglia di rispondere perchè
            tanto ci siamo capiti e va bene così, ma su
            questo volevo specificare che io non ho mai
            parlato di closed o open, non so da dove hai
            percepito questa mia presunta difesa per tale
            licenza o software house. Ma questo mi fa capire
            che gente come te o panda rossa non hanno davanti
            un intelocutore ma rispondete per partito preso:
            "lui non la pensa come me quindi automaticamente
            fa questo questo e questo..",
            riflettici.
            Tra l'altro io ho parlato di prodotti open finiti
            a pagamento, quindi la cosa avrebbe dovuto,
            eventualmente suggerirti il contrario, e cioè che
            uso software
            open. <i
            E non ce ne frega niente, infatti quasi sempre <b
            fornite software bacato che si sistema dopo anni </b
            , altro che scadenze. </i
            Questa la tua risposta a panda rossa, che ti spiegava che lavora su commissione (come me del resto anche se in altro campo) scrivendo software open: se per te ha problemi e non ti sta bene hai i sorgenti e te li migliori da solo.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Le major cattivone
            producono sia i filmoni che tutti guardano e
            tutti scaricano, ma concorderai con me che
            producono anche filmetti di nicchia che vanno in
            perdita o sono sperimentali (solitamente i più
            belli a mio modo di vedere), levagli il
            sostentamento dei colossal e spariscono anche i
            secondi.Quello che dici è falso perché parte da un presupposto falso.I film di nicchia, quelli <b
            DAVVERO </b
            di qualità, sono prodotti da studi indipendenti che non hanno nulla a che fare con le major a livello di produzione, in qualche (comunque raro) caso ce l'hanno a livello di distribuzione nei cinema (ma non ci vuol molto a cambiare distributore o ad accordarsi con altri studi minori per fare un nuovo distributore) ma non prendono soldi per la produzione e anche la stessa distribuzione in genere avviene attraverso altri canali (home video, televisione, internet) senza l'appoggio della major, ma esclusivamente del canale televisivo o del sito internet (che non è necessariamente legato ad una major). NB parlo di sito legale, gratuito o a pagamento che sia (gratuito per gli utenti non vuol dire che il produttore non ci guadagni).
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Attento, io non dico che tu devi far vivere a tue
            spese per FORZA la gente, io dico che se ti piace
            una opera è giusto ricambiare, non solo per
            ripagare il lavoro fatto ma anche per permetterne
            di nuovo. Per me è giusto, ti faccio presente,
            visto che sei un informatico, che progetti open
            source sono morti proprio grazie al fatto che
            nessuno contribuisse, oppure passati a progetti
            commerciali e guarda caso rimasti in vita. Ma
            come? se il progetto faceva così schifo come mai
            appena diventato commerciale non è morto?Ti sfugge, o meglio... sei in malafede e fai finta di dimenticare, che lo scopo di una major non è fare qualità, ma fare soldi e creare un bisogno da soddisfare con prodotti di scarsa qualità che vengono però fortemente pubblicizzati in modo da invogliarne l'acquisto. Tali prodotti però non danno soddisfazione eterna a chi paga, perché altrimenti si accontenterebbe e non comprerebbe mai più nulla.Vale in tutti i settori, dall'auto alla tecnologia ai giocattoli alle opere dell'ingegno.Il punto è che vengono creati <b
            APPOSTA </b
            prodotti di <b
            SCARSA </b
            qualità, così da durare poco (quante cose si rompono appena dopo la fine della garanzia?) e costringere la gente a ricomprare.La musica di quella lì delle major fa schifo, ma te la passano sulle radio e sulle televisioni e ti martellano così tanto da indurti a credere che non ci sia niente di meglio, e alla fine c'è chi finisce per comprarla.E' un concetto sbagliato per principio, quindi per quale motivo dovremmo finanziare, e non affossare, chi fa queste cose? Finché non c'è alternativa, come nel caso dei beni materiali, possiamo al massimo indorare la pillola e cercare almeno di spendere il meno possibile, ma nel caso dei beni immateriali abbiamo un potere enorme: non solo quello di non comprare, ma anche quello di permettere agli altri di non comprare, scaricando e facendo in modo che altri scarichino senza pagare. In questo modo si causa una perdita (in realtà molto minore di quanto vogliano farci credere loro) perdita che consiste nel convincere chi era disposto a comprare a non comprare e ad usare la versione pirata, magari spiegandogli come usarla, passandogliela noi, o spiegandogli che non deve nemmeno alzarsi dalla sedia per averla, insomma facendo pubblicità favorevole alla copia pirata a chi ancora è disposto a comprare l'"originale" (che in realtà originale non è, perché è una copia pure quella).E' esattamente questo che stiamo facendo.Lo scopo di tutto questo mi pare ovvio: far fallire e mettere in condizione di non poter più controllare politica ed economia, tutti coloro che portano avanti il sistema consumistico che ci ha portato alla crisi in cui ci troviamo.E ci stiamo riuscendo.
      • archimede scrive:
        Re: chiariamo due cose

        In tutto questo pensi davvero che se non
        esistesse materiale piratato la gente butterebbe
        soldi per comprarlo, visto e considerato che non
        hanno di che
        mangiare??Però hanno PC e banda larga e cd/dvd da masterizzare (ed anche carta di credito per compraree i cd/DVD senza equo compenso all'estero).Si si, potrei anche essere d'accordo con te, ma ti assicuro che chi non ha da mangiare, o rischi di non averne, di certo non si guarda il filmetto scaricato nella TV a 42 pollici la sera.
        • panda rossa scrive:
          Re: chiariamo due cose
          - Scritto da: archimede

          In tutto questo pensi davvero che se non

          esistesse materiale piratato la gente
          butterebbe

          soldi per comprarlo, visto e considerato che
          non

          hanno di che

          mangiare??

          Però hanno PC e banda larga e cd/dvd da
          masterizzare (ed anche carta di credito per
          compraree i cd/DVD senza equo compenso
          all'estero).
          Si si, potrei anche essere d'accordo con te, ma
          ti assicuro che chi non ha da mangiare, o rischi
          di non averne, di certo non si guarda il filmetto
          scaricato nella TV a 42 pollici la
          sera.Uno ha tipicamente un budget di 1000 euro da dedicare al proprio divertimento.Oggi il menu prevede 2 scelte:a) spendere 1000 euro in un tv a 42 pollici con impianto audio surround, e poi scaricarsi i film.b) comprare 1000 euro di film e continuare a vederseli sul vecchio mivar da 20 pollici con audio mono.La gente sceglie l'opzione a.L'industria dell'enterteinment nel suo complesso si prende quei 1000 euro che il tizio e' disposto a spendere, e se la vedessero poi loro come ridistribuirseli.Questa e' la realta'.Se non ti piace, puoi sempre pensare di darti alla ferratura dei cavalli.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: archimede


            In tutto questo pensi davvero che se non


            esistesse materiale piratato la gente

            butterebbe


            soldi per comprarlo, visto e
            considerato
            che

            non


            hanno di che


            mangiare??



            Però hanno PC e banda larga e cd/dvd da

            masterizzare (ed anche carta di credito per

            compraree i cd/DVD senza equo compenso

            all'estero).

            Si si, potrei anche essere d'accordo con te,
            ma

            ti assicuro che chi non ha da mangiare, o
            rischi

            di non averne, di certo non si guarda il
            filmetto

            scaricato nella TV a 42 pollici la

            sera.

            Uno ha tipicamente un budget di 1000 euro da
            dedicare al proprio
            divertimento.

            Oggi il menu prevede 2 scelte:

            a) spendere 1000 euro in un tv a 42 pollici con
            impianto audio surround, e poi scaricarsi i
            film.

            b) comprare 1000 euro di film e continuare a
            vederseli sul vecchio mivar da 20 pollici con
            audio
            mono.


            La gente sceglie l'opzione a.
            L'industria dell'enterteinment nel suo complesso
            si prende quei 1000 euro che il tizio e' disposto
            a spendere, e se la vedessero poi loro come
            ridistribuirseli.

            Questa e' la realta'.
            Se non ti piace, puoi sempre pensare di darti
            alla ferratura dei
            cavalli.Si parlava di gente che non ha da mangiare, non di gente a cui avanzano mille euro. Riprova a rispondermi nel contesto, non di blaterare le tue solite frasi nella speranza di aver ragione. E comunque 1000 euro annui sono un botto per passare il tempo, tipico discorso da radical chich, vi paice fare i morti di fame e poi avete più soldi della media.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            E
            comunque 1000 euro annui sono un botto per
            passare il tempo, tipico discorso da radical
            chich, vi paice fare i morti di fame e poi avete
            più soldi della
            media.1000 euro annui significa mettere da parte 83 euro al mese. Questo è più della media?
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: archimede

            E

            comunque 1000 euro annui sono un botto per

            passare il tempo, tipico discorso da radical

            chich, vi paice fare i morti di fame e poi
            avete

            più soldi della

            media.

            1000 euro annui significa mettere da parte 83
            euro al mese. Questo è più della
            media?Si, da dedicare al divertimento si.Io ho risposto a chi parlava di morti di fame, adesso solo per il divertimento sono diventati 83 la mese? Io conosco un botto di gente che non li ha 83 al mese per divertirsi, manco 50. Vivi in affitto con uno stipendio da 100-1200 (se ti va bene) e vediamo quanto ti avanza per il divertimento)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: archimede


            E


            comunque 1000 euro annui sono un botto
            per


            passare il tempo, tipico discorso da
            radical


            chich, vi paice fare i morti di fame e
            poi

            avete


            più soldi della


            media.



            1000 euro annui significa mettere da parte 83

            euro al mese. Questo è più della

            media?

            Si, da dedicare al divertimento si.
            Io ho risposto a chi parlava di morti di fame,
            adesso solo per il divertimento sono diventati 83
            la mese? Io conosco un botto di gente che non li
            ha 83 al mese per divertirsi, manco 50. Vivi in
            affitto con uno stipendio da 100-1200 (se ti va
            bene) e vediamo quanto ti avanza per il
            divertimento)Stiamo parlando di meno di 3 euro al giorno. Se rinunci al caffè la mattina già ne hai risparmiato uno. Se il giornale invece di comprarlo te lo leggi online già siamo a due. E se invece di prendere l'autobus fai quattro passi a piedi siamo già a più di tre.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Stiamo parlando di meno di 3 euro al giorno. Se
            rinunci al caffè la mattina già ne hai
            risparmiato uno. Se il giornale invece di
            comprarlo te lo leggi online già siamo a due. E
            se invece di prendere l'autobus fai quattro passi
            a piedi siamo già a più di
            tre.Basta che ci mettiamo d'accordo: se parliamo di morti di fame non hanno neppure i 3 euro per il caffè al giorno, io sinceramente ne conisco decina di persone in questa situazione. No ci vuole tanto, basta avere famiglia dove lavoro solo uno dei coniugi, con uno o due figli. Ti assicuro che a fine mese no ci arrivi se ti prendi caffè e brioche ogni giorno. Se poi vogliamo parlare di ceto medio (quello che sta scomparendo), non ha motivo di scaricare perchè può vivere felice e comodo con altri sistemi, gratuiti o a pagamento, come sky/mediaset premium, biblitoeche/mediateche, decine di servizi liberi (jamendo, outube ecc ecc), radio, TV, concerti gratuiti ecc ecc ecc....Poi, se vogliamo farne una cosa di principio, scarico perchè è giusto farlo, fai pure, ci mancherebbe.Solo che i principi secondo me non dovresti discuterli con me che non sono nessuno e soprattutto non sono un artista, vai dai vari scritori, musicisti, registi ecc ecc e vedi cosa ti dicono loro, perchè si fanno finanziare da varie etichette, editori major e così via. Chiedi a loro, digli che non è giusto, che dovrebbero rilasciare la loro opera gratitamente o trovare uno che gli paga in un colpo solo tutta l'opera, oppure che non dovrebbero produrre più nulla, digli digli e vediamo cosa ti rispondono.Attenzione, conosco il prossimo passaggio, solitamente tu o quelli come panda rossa ti dicono "quelli non sono artisti, sono venduti, ecc ecc". Bene, mi sta bene, allora perchè ti devi scaricare la loro opera? se vi fanno così schifo perchè volete accedere al loro lavoro? scaricatevi i duri e puri di jamendo e vivete felici no? E già, chissà perchè no...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Solo che i principi secondo me non dovresti
            discuterli con me che non sono nessuno e
            soprattutto non sono un artista, vai dai vari
            scritori, musicisti, registi ecc ecc e vedi cosa
            ti dicono loro, perchè si fanno finanziare da
            varie etichette, editori major e così via. Chiedi
            a loro, digli che non è giusto, che dovrebbero
            rilasciare la loro opera gratitamente o trovare
            uno che gli paga in un colpo solo tutta l'opera,
            oppure che non dovrebbero produrre più nulla,
            digli digli e vediamo cosa ti
            rispondono.Io faccio così.Dammi 120 euro e un testo da musicare che non sia sotto copyright, e una dichiarazione in cui rinunci a registrarlo sotto copyright, e ti scrivo lo spartito e mettiamo tutto sotto creative commons.Poi fai quello che ti pare, io altri soldi per quel lavoro non ne voglio, al limite se voglio guadagnare ancora con quel brano me ne vado ad eseguirlo dove so che mi pagano per suonare (e mi pagano lo stesso indipendentemente se suono quel brano specifico o se suono altri miei brani quindi non è quel brano specifico a farmi guadagnare).Tu vuoi guadagnare? Trovati uno che te lo suona e cantalo in pubblico e fatti pagare.Se vuoi che te lo suono io, mi paghi ad ore per suonare.Così funziona, così faceva Mozart e non vedo perché io dovrei agire diversamente dagli esempi che mi ha lasciato il più grande musicista di tutti i tempi.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede

            Si, da dedicare al divertimento si.
            Io ho risposto a chi parlava di morti di fame,
            adesso solo per il divertimento sono diventati 83
            la mese? Io conosco un botto di gente che non li
            ha 83 al mese per divertirsi, manco 50. Vivi in
            affitto con uno stipendio da 100-1200 (se ti va
            bene) e vediamo quanto ti avanza per il
            divertimento)Ok. La gente questi soldi non li ha.Prendiamo atto.Quindi le major che cosa vogliono? Il sangue?La gente non ha soldi, quindi non puo' comprare, quindi se scarica non e' vero che e' una copia invenduta.Lo abbiamo gia' dimostrato piu' volte.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose

            Quindi di che ti lamenti?Ah, non sono io che si lamenta, per me il sistema può rimanere così com'è, io compro pochissimo, per il resto uso canali tipo biblioteca ecc. DVD comprati? Uno a prezzo pieno, un'altra decina in super offerta speciale. Stessa cosa per i CD e videogiochi.Vivo bene, leggo molto, non ho bisogno di perdere tempo a scaricare, o l'offerta che mi fanno è vantaggiosa o per me possono morire di fame tutti, e non parlo solo dell'intrattenimento, parlo di tutto.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: archimede
            Premesso che la gente può fare ciò che vuole, a
            me non piace essere preso per il c..o da chi dice
            che non ha soldi per fare nulla e poi ha linea
            veloce, computer ecc ecc,Il computer e la linea veloce sono ormai alla stregua del cibo dell'acqua della luce e del telefono fisso o mobile che sia, computer e linea veloce sono quello che viene subito dopo e sono considerati quindi quasi alla stregua di beni necessari, vengono comunque prima ancora del gas visto che tanti non hanno il gas (basta la corrente, il gas è solo più comodo e alla lunga più economico) ma hanno il collegamento a internet.Quando il tuo prodotto sarà considerato a questo livello di indispensabilità allora avrai titolo per fare questo discorso.Come se non bastasse, oggi un computer decente abbastanza per usare internet costa molto meno di quanto costava nel 1983 un Commodore 64, che è stato il computer più venduto di tutti i tempi.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: archimede

            Premesso che la gente può fare ciò che
            vuole,
            a

            me non piace essere preso per il c..o da chi
            dice

            che non ha soldi per fare nulla e poi ha
            linea

            veloce, computer ecc ecc,

            Il computer e la linea veloce sono ormai alla
            stregua del cibo dell'acqua della luce e del
            telefono fisso o mobile che sia, computer e linea
            veloce sono quello che viene subito dopo e sono
            considerati quindi quasi alla stregua di beni
            necessari, vengono comunque prima ancora del gas
            visto che tanti non hanno il gas (basta la
            corrente, il gas è solo più comodo e alla lunga
            più economico) ma hanno il collegamento a
            internet.Qui c'e' un documento interessante.http://www.linkiesta.it/banda-larga-campagna
          • Prozac scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: panda rossa
            Il tv 42" me lo regali tu?
            Oppure ci devo spendere quei 400 che mi avanzano?Il primo anno con i 1000 ti prendi il tuo bel TV 42" e ti guardi tutto quello che passa il digitale terrestre, i canali Internet collegati al TV.Dal secondo anno hai 1000 da spendere in abbonamenti Sky, Cubovision e tutto il resto.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: chiariamo due cose
          - Scritto da: archimede

          In tutto questo pensi davvero che se non

          esistesse materiale piratato la gente
          butterebbe

          soldi per comprarlo, visto e considerato che
          non

          hanno di che

          mangiare??

          Però hanno PC e banda larga e cd/dvd da
          masterizzare (ed anche carta di credito per
          compraree i cd/DVD senza equo compenso
          all'estero).
          Si si, potrei anche essere d'accordo con te, ma
          ti assicuro che chi non ha da mangiare, o rischi
          di non averne, di certo non si guarda il filmetto
          scaricato nella TV a 42 pollici la
          sera.Per te esiste solo il ricco che può permettersi tutto e il barbone che non può permettersi niente.Per te non esiste nessuno in mezzo, quindi se uno può permettersi (magari a rate) una tv 42 pollici e una connessione a internet può anche permettersi di comprare tutti i film, gli album e i videogiochi che vuole.Patetico.
          • archimede scrive:
            Re: chiariamo due cose


            Per te esiste solo il ricco che può permettersi
            tutto e il barbone che non può permettersi
            niente.
            Per te non esiste nessuno in mezzo, quindi se uno
            può permettersi (magari a rate) una tv 42 pollici
            e una connessione a internet può anche
            permettersi di comprare tutti i film, gli album e
            i videogiochi che
            vuole.
            Patetico.Come ho detto a panda rossa, rispondevo a chi ha tirato fuori gente che non ha da mangiare. Il patetico quindi sei tu che non capisci l'italiano ed il contesto.Detto questo, secondo me il barbone è più avvanttaggiato del ricco, perchè i lricco sceglie a casso e non gusta, esattamente come farebbe con il cibo, mentre il barbone sceglie con cura e sa godere dei bocconi più prelibati. Dai dimanti non nasce niente ma dal letame...Se sei un barbone vai in biblioteca, in quella del mio paese (che haun budget di 6000 euro l'anno), puoi leggere, guardare film e ascoltare muscia finchè campi. Si, anche da casa, abbiamo i servizi on-line.Meglio barboni che avidi.
    • bubba scrive:
      Re: chiariamo due cose
      - Scritto da: antonio
      In un momento di crisi economica con milioni di
      disoccupati, diffondere materiale piratato in
      rete equivale a sottrarre ulteriori possibilità
      di lavoro nel settore dello spettacolo e
      dell'intrattenimento nelle sue forme di
      diffusionehai ragione! grazie a queste "possibilità di lavoro nel settore dello spettacolo" sottratte dai pirati, Walt Disney, Micheal Jackson e John Lennon sono ridotti alla fame!Come dici, sono morti? e a chi stiamo pagando le estorsioni^H^H^H^H^Hdiritti allora?
    • a b normal scrive:
      Re: chiariamo due cose
      ma se sono tutti prodotti importati dall'estero!!!in italia gli unici che ci mangiano "legalmente"sono i dipendenti SIAE!!!le leggi sul copyright al momento stanno proteggendosolo le major (che in Italia hanno solo pochi ufficilegali e nessuna produzione) e i vampiri della SIAE!i PM e le fiamme gialle dovrebbero cominciare ad apriregli occhi e lavorare PER il cittadino, non CONTRO!
    • cicciobello scrive:
      Re: chiariamo due cose
      - Scritto da: antonio
      In un momento di crisi economica con milioni di
      disoccupati, diffondere materiale piratato in
      rete equivale a sottrarre ulteriori possibilità
      di lavoro nel settore dello spettacolo e
      dell'intrattenimento nelle sue forme di
      diffusione
      LEGALE.E con cosa paghi gli stipendi a queste persone che lavorerebbero nel settore dell'intrattenimento?Da chi dovrebbero provenire i soldi per mantenere tali posti di lavoro?
      • tucumcari scrive:
        Re: chiariamo due cose
        - Scritto da: cicciobello
        - Scritto da: antonio

        In un momento di crisi economica con milioni
        di

        disoccupati, diffondere materiale piratato in

        rete equivale a sottrarre ulteriori
        possibilità

        di lavoro nel settore dello spettacolo e

        dell'intrattenimento nelle sue forme di

        diffusione

        LEGALE.

        E con cosa paghi gli stipendi a queste persone
        che lavorerebbero nel settore
        dell'intrattenimento?

        Da chi dovrebbero provenire i soldi per mantenere
        tali posti di
        lavoro?Coi biglietti degli spettacoli! Quello è lavoro!Oppure pensi che basta lavorare una volta e vivere di di rendita per sempre (addirittura per per diverse generazioni?)
        • tucumcari scrive:
          Re: chiariamo due cose
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: cicciobello

          - Scritto da: antonio


          In un momento di crisi economica con
          milioni

          di


          disoccupati, diffondere materiale piratato
          in


          rete equivale a sottrarre ulteriori

          possibilità


          di lavoro nel settore dello spettacolo e


          dell'intrattenimento nelle sue forme di


          diffusione


          LEGALE.



          E con cosa paghi gli stipendi a queste persone

          che lavorerebbero nel settore

          dell'intrattenimento?



          Da chi dovrebbero provenire i soldi per
          mantenere

          tali posti di

          lavoro?
          Coi biglietti degli spettacoli!
          Quello è lavoro!
          Oppure pensi che basta lavorare una volta e
          vivere di di rendita per sempre (addirittura per
          per diverse
          generazioni?)E poi cos'è questa ossessione per chiamare diritto quello che altro non è che un privilegio feudale? Il cinema è di tutti. Chi vuole pagare balzelli li paghi pure, soldi suoi... io non lo seguo.
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: tucumcari
            Il cinema è di tutti.concordo, ora vado a dirlo ai gestori del cinema sotto casa, che quello è anche mio e lo voglio trasformare in una pista di kart al chiuso, perchè a me i film non piacciono ed il cinema è anche mio(Prima di rispondermi tieni conto che io sono il potente tucumcari e che la sagacia e la spavalderia sono con me)
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: tucumcari

            Il cinema è di tutti.

            concordo, ora vado a dirlo ai gestori del cinema
            sotto casa, che quello è anche mio e lo voglio
            trasformare in una pista di kart al chiuso,
            perchè a me i film non piacciono ed il cinema è
            anche
            mioBuona idea. Vai a chiederglielo e poi sappimi dire quanto costa noleggiare la sala.Che pure io volevo affittarmi un cinema per una proiezione privata, e mi interessa.
            (Prima di rispondermi tieni conto che io sono il
            potente tucumcari e che la sagacia e la
            spavalderia sono con
            me)Non sei legu'?
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: panda rossa
            Non sei legu'?sono il grande tucumcari dalla lunga e nerboruta verga! ora baciami i piedi e prostrati, insetto!
        • a b normal scrive:
          Re: chiariamo due cose
          lavoro? sui tuoi bei 10 del biglietto il 50% sono tasse,il 20% del cinema e il 30% della produzione.e ti sembra lavoro? il lavavetri al semaforo ha untrattamento migliore....anche accettando queste condizioni ti ricordo cheil cinema stà vivendo un periodo d'oro, vedi imultisala che sono spuntati come funghi negli ultimi10 anni.i film che mi interessano li vedo volentieri al cinemama quando devo stringere la cinghia non ci vado,che possa scaricarlo pirata o no.comunque per la cronaca: 91.228.109.51 casacinemas.com
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: a b normal
            lavoro?
            sui tuoi bei 10 del biglietto il 50% sono tasse,
            il 20% del cinema e il 30% della produzione.

            e ti sembra lavoro? Si c'è un proiezionista un bigliettaio una donnna delle pulizie ecc. ecc. tutta gente che lavora e non è che prende soldi per averlo fatto una volta sola per il resto della vita!
          • a b normal scrive:
            Re: chiariamo due cose
            rileggi il mio commente e cerca di capirlo
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: a b normal

            lavoro?

            sui tuoi bei 10 del biglietto il 50% sono
            tasse,

            il 20% del cinema e il 30% della produzione.



            e ti sembra lavoro?
            Si c'è un proiezionista un bigliettaio una donnna
            delle pulizie ecc. ecc. tutta gente che lavora e
            non è che prende soldi per averlo fatto una volta
            sola per il resto della
            vita!quindi che facciamo? li paghi tu? Prima di rispondermi tieni conto che io sono il potente tucumcari e che la fierezza e l'insolenza sono con me
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: a b normal


            lavoro?


            sui tuoi bei 10 del biglietto il 50%
            sono

            tasse,


            il 20% del cinema e il 30% della
            produzione.





            e ti sembra lavoro?

            Si c'è un proiezionista un bigliettaio una
            donnna

            delle pulizie ecc. ecc. tutta gente che
            lavora
            e

            non è che prende soldi per averlo fatto una
            volta

            sola per il resto della

            vita!

            quindi che facciamo? li paghi tu?
            Si biglietto ti dice nulla?
            Prima di rispondermi tieni conto che io sono il
            potente tucumcari e che la fierezza e l'insolenza
            sono con
            meNo con te c'è un un grave scompenso psicologico
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            tu hai i formaggini sotto le ascelle
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: a b normal

            lavoro?

            sui tuoi bei 10 del biglietto il 50% sono
            tasse,

            il 20% del cinema e il 30% della produzione.



            e ti sembra lavoro?
            Si c'è un proiezionista un bigliettaio una donnna
            delle pulizie ecc. ecc. tutta gente che lavoraPerché, al cinema non ci va più nessuno?http://www.mymovies.it/boxoffice/
            e
            non è che prende soldi per averlo fatto una volta
            sola per il resto della vita!Infatti loro lavorano, e finché c'è gente interessata a vedere un film su uno schermo da 300 pollici, sottostando ad orari prestabiliti, senza la possibilità di starsene straXXXXXti in mutande sul divano e mangiando i popcorn fatti in casa a pochi centesimi invece dei 5 e passa euro chiesti dal cinema, continueranno a lavorare.Io non sono interessato, soprattutto non sono interessato a questi prezzi, ma ci sono ancora tante famiglie folli che in 4 o 5 persone vanno al cinema ogni settimana e buttano 80 euro così. Ognuno spende come vuole.Se io però voglio usufruire solo del PRODOTTO, sul MIO televisore, scaricandomelo con la MIA connessione che pago IO, non vedo perché dovrei dare soldi a chi lavora dentro al cinema, visto che non lavora per me.
          • aphex_twin scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: a b normal
            lavoro?
            sui tuoi bei 10 del biglietto il 50% sono tasse,
            il 20% del cinema e il 30% della produzione.

            e ti sembra lavoro? il lavavetri al semaforo ha un
            trattamento migliore....
            Ah, quindi lo fai per loro , lo fai per il benessere della bigliettaia che cosí non dovrá piú avere un lavoro per pagarsi gli studi. Meglio fare il lavavetri.Che buonanima.Sulla benzina le tasse sono ben superiori , eppure non ti sogneresti mai di andare a rubarla, é troppo rischioso, meglio scaricare i film nascosti dietro una tastiera.
          • krane scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: a b normal

            lavoro?

            sui tuoi bei 10 del biglietto il 50% sono
            tasse,

            il 20% del cinema e il 30% della produzione.



            e ti sembra lavoro? il lavavetri al semaforo
            ha
            un

            trattamento migliore....



            Ah, quindi lo fai per loro , lo fai per il
            benessere della bigliettaia che cosí non
            dovrá piú avere un lavoro per pagarsi
            gli studi. Meglio fare il
            lavavetri.

            Che buonanima.

            Sulla benzina le tasse sono ben superiori ,
            eppure non ti sogneresti mai di andare a rubarla,
            é troppo rischioso, meglio scaricare i film
            nascosti dietro una tastiera.Dammi un replicatore e vedi quanta benzina mi faccio...
          • aphex_twin scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: krane
            Dammi un replicatore e vedi quanta benzina mi
            faccio...Manco quello vuoi pagare ? :D
          • krane scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: krane

            Dammi un replicatore e vedi quanta benzina

            mi faccio...
            Manco quello vuoi pagare ? :DA chi dovrei pagare qualcosa che mi posso replicare e perche' ?Devo pagare anche il ristorante sotto casa quando cucino a casa mia ?
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: krane


            Dammi un replicatore e vedi quanta
            benzina


            mi faccio...


            Manco quello vuoi pagare ? :D

            A chi dovrei pagare qualcosa che mi posso
            replicare e perche'
            ?
            Devo pagare anche il ristorante sotto casa quando
            cucino a casa mia
            ?E la roba che cucini, la vorrai pagare!Non venire a raccontarci che la coltivi.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: krane
            Devo pagare anche il ristorante sotto casa quando
            cucino a casa mia ?CUCINARE IN CASA UCCIDE L'INDUSTRIA DEI RISTORANTI[img]http://sphotos-c.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-prn1/31098_1472624623788_6291369_n.jpg[/img]ED E' BUONO
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: krane

            Dammi un replicatore e vedi quanta benzina mi
            faccio...Niente benzina, che si inquina.Energia solare, tutta gratis!Giova ricordare che Colombo raggiunse l'america, e Magellano la supero', senza consumare una goccia di carburante.
          • aphex_twin scrive:
            Re: chiariamo due cose
            XXXXXXX ma ci ha messo dei mesi peró.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            XXXXXXX ma ci ha messo dei mesi peró.Hai fretta?
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose
            Che c'entra la benzina?
          • aphex_twin scrive:
            Re: chiariamo due cose
            Si parlava di non pagare il biglietto del cinema perché ci son su un sacco di tasse. Sulla benzina la percentuale di tasse é ben superiore , ma ben pochi hanno il coraggio di rubarla.
          • krane scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            Si parlava di non pagare il biglietto del cinema
            perché ci son su un sacco di tasse. Sulla benzina
            la percentuale di tasse é ben superiore , ma ben
            pochi hanno il coraggio di rubarla.Veramente quando si e' diffusa la storia dell'olio di colza hanno dovuto fare una legge per vietarlo poiche' la gente se lo faceva in casa, duplicare non e' rubare.Quando ci saranno i replicatori allora ? Quanto sclererai ? :D
          • aphex_twin scrive:
            Re: chiariamo due cose
            Sclerare perché tu rubi ? Vi faccio solo presente che é facile essere spavaldi dietro ad una tastiera. Vuoi farti la benzina in casa ? Cercati un terreno con un giacimento di petrolio , compralo, estrailo e raffinalo.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            Sclerare perché tu rubi ? Vi faccio solo presente
            che é facile essere spavaldi dietro ad una
            tastiera.Ma pensa!Noi potremmo fare quello che facciamo, zitti e in silenzio e invece veniamo qui a manifestare le nostre idee.E tu parli di spavalderia?
            Vuoi farti la benzina in casa ? Cercati un
            terreno con un giacimento di petrolio , compralo,
            estrailo e
            raffinalo.Sai che non sono mica convinto che si possa fare.Credo che se tu trovassi un giacimento di petrolio nel tuo terreno e te lo raffinassi per usarlo come carburante, potrebbero comunque farti delle storie.Non ci giuro, ma non mi stupirei se fosse cosi'.
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose
            Ti espropriano il terreno (le risorse del sottosuolo per la legge italiana sono proprietà statale). Lo stesso capita se nel tuo terreno trovi beni archeologici.
          • bubba scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            Sclerare perché tu rubi ? Vi faccio solo presente
            che é facile essere spavaldi dietro ad una
            tastiera.senza offesa, ma non vi sentite un po RIDICOLI ad alimentare OGNI VOLTA un dibattito se "copyright/ copia / rubare oppure no", QUANDO nei casi in oggetto (come questo) NON C'E' alcun materiale sequestrato/copiato/rubato/whatever??E' solo un elenco di link quel sito. Anche ammettendo che copiare=rubare, con operazioni "fantastiche" come queste, non c'e' ALCUN risultato per i "poveri derubati che lavorano nei cinema"A parte quello di intasare i commenti di P.I. argomentando su fatti FALLATI all'origine (oltre che incasinare la macchina giustizia e dare parcelle ai legali, ovviamente)
          • krane scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            Sclerare perché tu rubi ? Perche' se io parlo di replicatore tu rispondi a sproposito rischiando peraltro una denuncia per diffamazione ? Ora scrivo a Rodemberry spiegandogli che tu ritieni che Kirk ed il suo equipaggio sono un branco di ladri.
            Vi faccio solo presente
            che é facile essere spavaldi dietro
            ad una tastiera.E ti si risponde che esporsi quando lo si puo' evitare e' da stupidi.
            Vuoi farti la benzina in casa ? Cercati
            un terreno con un giacimento di
            petrolio, compralo, estrailo e
            raffinalo.Scherzi ? Stai istigando al reato ? Non si puo' ! E' vietato in italia, anche tirare su il gas e' vietato, anche farsi l'olio di colza ed usarlo nel proprio motore e' vietato.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: krane
            Perche' se io parlo di replicatore tu rispondi a
            sproposito rischiando peraltro una denuncia per
            diffamazione ? Ora scrivo a Rodemberry
            spiegandogli che tu ritieni che Kirk ed il suo
            equipaggio sono un branco di ladri.Picard.Sull'Enterprise di Kirk non ricordo replicatori.Quantomeno non così evoluti.
          • krane scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: krane

            Perche' se io parlo di replicatore

            tu rispondi a sproposito rischiando

            peraltro una denuncia per

            diffamazione ? Ora scrivo a

            Rodemberry spiegandogli che tu ritieni

            che Kirk ed il suo equipaggio sono un

            branco di ladri.
            Picard.
            Sull'Enterprise di Kirk non ricordo replicatori.
            Quantomeno non così evoluti.[img]http://thinkfuture.com/wp-content/uploads/2013/09/replicator.jpg[/img]
          • Funz scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            Sclerare perché tu rubi ? Vi faccio solo presente
            che é facile essere spavaldi dietro ad una
            tastiera.


            Vuoi farti la benzina in casa ? Cercati un
            terreno con un giacimento di petrolio , compralo,
            estrailo e
            raffinalo....e beccati la multa per evasione delle accise sui carburanti.parlare con cognizione di causa e fare esempi coerenti, no, mai?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Funz
            ...e beccati la multa per evasione delle accise
            sui carburanti.Le accise si pagano sulla vendita non sull'estrazione o sulla raffinazione. Se la fa per sé stesso non deve pagarle.
          • Funz scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Funz

            ...e beccati la multa per evasione delle
            accise

            sui carburanti.

            Le accise si pagano sulla vendita non
            sull'estrazione o sulla raffinazione. Se la fa
            per sé stesso non deve
            pagarle.No no no. Se ti fai il biodiesel in garage con l'olio usato del fast food del quartiere, sei passibile. Almeno, questo è quello che ho sempre sentito dire ogni volta che qualcuno tirava fuori l'argomento.
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Funz

            No no no.
            Se ti fai il biodiesel in garage con l'olio usato
            del fast food del quartiere, sei passibile.

            Almeno, questo è quello che ho sempre sentito
            dire ogni volta che qualcuno tirava fuori
            l'argomento.Passabile in che senso?Che devi pagare le accise?
          • Funz scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Funz




            No no no.

            Se ti fai il biodiesel in garage con l'olio
            usato

            del fast food del quartiere, sei passibile.



            Almeno, questo è quello che ho sempre sentito

            dire ogni volta che qualcuno tirava fuori

            l'argomento.

            Passabile in che senso?passibile di multa...
            Che devi pagare le accise?...e non le paghi ;)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Funz







            No no no.


            Se ti fai il biodiesel in garage con
            l'olio

            usato


            del fast food del quartiere, sei
            passibile.





            Almeno, questo è quello che ho sempre
            sentito


            dire ogni volta che qualcuno tirava
            fuori


            l'argomento.



            Passabile in che senso?

            passibile di multa...Se c'è una multa ci sarà una legge che la impone. Citeresti l'articolo, per favore? Sono convinto che esiste, ma parla di vendita, perché, ripeto, è su quella che si pagano le accise. Se uno la benzina se la fa da solo, non c'è nessuna vendita.Più o meno è lo stesso discorso dell'equo compenso (*). Si paga sulla vendita, ma se tu compri i supporti dall'estero, magari da un altro Paese aderente a Schengen e quindi senza pagare dogana, non sei tenuto a pagarlo, perché paghi secondo le leggi del Paese del venditore.Lo stesso discorso vale per l'IVA dall'estero nei Paesi all'interno dell'UE, adesso che siamo al 22% se ci sono Paesi che ce l'hanno a meno (fino a poco fa c'erano, ora dovrei controllare) e compri da lì, paghi l'IVA (VAT in inglese) con la percentuale locale, non quella italiana.In pratica, tutti questi esempi per spiegare che è chi guadagna che paga le tasse su ciò che guadagna, non chi paga, che si limita ad anticiparle al venditore che poi le rigirerà al suo stato.(*) San Marino non aderisce formalmente a Schengen ma lo è di fatto, motivo per cui il 90% degli italiani acquista oggi da San Marino (il restante 10% acquista supporti importati dalla cina con qualche trucco. Nessuno sano di mente acquista pagando l'equo compenso alla siae, tranne forse qualcuno che crede che la siae gli dia qualche diritto in cambio)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2013 12.40-----------------------------------------------------------
          • cicciobello scrive:
            Re: chiariamo due cose
            Da quando in qua "non pagare" è sinonimo di "rubare"?Chi non paga il biglietto del cinema non prende tale biglietto, e non entra nel cinema. Quindi cosa c'entra con la benzina?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: a b normal
            Sulla benzina le tasse sono ben superiori ,
            eppure non ti sogneresti mai di andare a rubarla,
            é troppo rischioso, meglio scaricare i film
            nascosti dietro una
            tastiera. <i
            Art.624 C.P. - FURTOChiunque s'impossessa della cosa mobile altrui, <b
            sottraendola a chi la detiene </b
            , al fine di trarne profitto per sé o per altri, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 154 a euro 516. </i
            <i
            « Indipendentemente da ogni altra argomentazione, è inevitabile considerare che la copiatura dei files da CD o da HD (compact-disk o hard-disk) in altro non consiste se non in una "duplicazione" di tali files (analoga al risultato di un procedimento fotografico, se pure tecnicamente cosa ben diversa), tanto che i files in possesso del detentore del CD o del computer sul quale sia installato l'hard-disk contenenti i files (...) <b
            <u
            rimangono memorizzati sul medesimo supporto sul quale si trovavano </u
            </b
            , mentre di essi il soggett-o, presunto agente nel reato di furto, entra in possesso di <b
            una copia, <u
            senza che la precedente situazione di fatto (e giuridica) venga modificata </u
            a danno del sogget-to già possessore di tali files. </b
            »(Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13 novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449 (2110/2003))« Deve ritenersi la insussistenza del contestato reato di furto, condividendo il Collegio il principio già espresso da questa Corte secondo cui è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura non autorizzata di "files" contenuti in un supporto informatico altrui, non comportando tale attività la perdita del possesso della "res" da parte del legittimo detentore... (...)... i dati e le informazioni non sono compresi nel concetto, pur ampio, di "cosa mobile"... (...) la sottrazione di dati quando non si estenda ai supporti materiali su cui i dati sono impressi altro non è che una "presa di conoscenza" di notizie, ossia un fatto intellettivo, rientrante, se del caso, nella violazione dei segreti »(Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26 ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n. 44840[63][64][65][66]) </i
            Tu invece, scrivendo quello che hai scritto, hai appena commesso il reato di CALUNNIA, attribuendo a chi scarica il reato di furto, che invece non è. Dimmi, scaricando un film, cosa ho <b
            sottratto a chi lo detiene </b
            ? Cos'è che aveva <b
            <u
            e che ora non ha più </u
            </b
            ?E non rispondere "i soldi", perché il mio patrimonio economico non si è accresciuto di un centesimo e il suo non si è ridotto di un centesimo.Tu non sei assolutamente in grado di dimostrare che in mancanza della possibilità di scaricare io avrei NECESSARIAMENTE acquistato.Io invece sono in grado di dimostrare il contrario: io <b
            non posso </b
            acquistare quello che mi chiedi di acquistare, perché quello che tu dici di farmi acquistare non mi dà niente, non mi dà nessun diritto di condividere quello che acquisto con gli amici così come posso condividere qualunque altra cosa.Perché dovrei pagare per qualcosa che non mi interessa?Non voglio comprare qualcosa che mi dice che non posso copiarla, non posso estrarla, non posso condividerla, non posso prestarla.Non sono quindi interessato ad inutili DRM che danno solo incompatibilità con hardware e software in mio possesso.Io invece sono in grado di dimostrare, in modo chiaro ed inequivocabile, che se dovessi acquistare tutto quello che scarico ai prezzi richiesti per averne i pieni diritti che normalmente la copia pirata mi permette di esercitare senza remore e senza alcuna restrizione tecnologica, nessuno stipendio sarebbe sufficiente. Quindi l'alternativa è che debba essere ignorante, e questo è inaccettabile, visto che la cultura è un diritto costituzionalmente garantito, mentre il profitto personale di una multinazionale effettuato ai miei danni, NON LO E'.Se invece non è cultura, vuol dire che devi prima rinunciare a tutti i contributi pubblici (FINANZIATI CON LE MIE TASSE) che ti prendi.Visto che SIAMO NOI A FINANZIARE, siamo noi i proprietari. Non certo tu.Quindi non vedo tu quali diritti accampi su cose che non hai finanziato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 21.35-----------------------------------------------------------
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: chiariamo due cose
        - Scritto da: cicciobello
        - Scritto da: antonio

        In un momento di crisi economica con milioni
        di

        disoccupati, diffondere materiale piratato in

        rete equivale a sottrarre ulteriori
        possibilità

        di lavoro nel settore dello spettacolo e

        dell'intrattenimento nelle sue forme di

        diffusione

        LEGALE.

        E con cosa paghi gli stipendi a queste persone
        che lavorerebbero nel settore
        dell'intrattenimento?CHI?Il musicista fa i concerti.L'attore, il regista, il costumista, il truccatore, fanno teatro.Le serie TV si prendono i soldi dai passaggi televisivi (che avvengono sempre prima delle copie pirata).Tutti gli altri, che stanno seduti in poltrona a girarsi i pollici aspettando che i soldi gli piovano per grazia divina, VADANO A LAVORARE (perché quello che fanno, qualunque cosa sia, non è un lavoro) oppure SPARISCANO.
    • a b normal scrive:
      Re: chiariamo due cose
      condivido il principio del rispetto delle regole maciò non mi impedisce di decidere deliberatamente dinon rispettarne alcune che reputo ingiuste se nonaddirittura umilianti.tra queste quelle che disciplinano il copyright in italia.vedila come una forma di protesta.smettetela col discorso dei posti di lavoro rubati.è una bufala, se scarico do' meno soldi alla SIAE e piùsoldi al provider, vedi che l'equazione di risolve?e io preferisco dare soldi per pagare tecnici qualificatiche lavorano in un provider che non darli a vampiri SIAEe lobby americane dell'intrattenimento (che comunquenon se la passano male).
      • aphex_twin scrive:
        Re: chiariamo due cose
        - Scritto da: a b normal
        condivido il principio del rispetto delle regole
        ma
        ciò non mi impedisce di decidere deliberatamente
        di
        non rispettarne alcune che reputo ingiuste se non
        addirittura umilianti.
        Ci son tante leggi che la gente reputa assurde , chiedi ai mafiosi ad esempio, e sei libero di non rispettarle, come sei poi obbligato e subirne le conseguenze se non le rispetti.
        tra queste quelle che disciplinano il copyright
        in
        italia.

        vedila come una forma di protesta.

        smettetela col discorso dei posti di lavoro
        rubati.
        è una bufala, se scarico do' meno soldi alla SIAE
        e
        più
        soldi al provider, vedi che l'equazione di
        risolve?Dai piú soldi ai provider ? Che cavolo c'entrano i provider ?
        • panda rossa scrive:
          Re: chiariamo due cose
          - Scritto da: aphex_twin
          Ci son tante leggi che la gente reputa assurde ,
          chiedi ai mafiosi ad esempio, e sei libero di non
          rispettarle, come sei poi obbligato e subirne le
          conseguenze se non le
          rispetti.Rosa Parks non rispetto' le regole.
          • aphex_twin scrive:
            Re: chiariamo due cose
            Lei ha avuto però il coraggio di metterci la faccia, tu quel coraggio non ce l'hai.
          • a b normal scrive:
            Re: chiariamo due cose
            io ci metto l'ip.
          • a b normal scrive:
            Re: chiariamo due cose
            ripensandoci, anni fa giravo per SMAU con un cartellocon scritto PIRACY RULEZ grosso come le chiappe dellaRoberta dietro i TIR. quindi così codardo non sono.cosa pretendi che scarico un film e poi mando una mailper conoscenza a PM e SIAE?esprimo il mio dissenso scaricando e votando.di più non mi sembra dovuto.cà nisciun è fess
          • malvagio scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: a b normal
            ripensandoci, anni fa giravo per SMAU con un
            cartello
            con scritto PIRACY RULEZ grosso come le chiappe
            della
            Roberta dietro i TIR. quindi così codardo non
            sono.da un rapido calcolo direi: 2013-1995 = 18 anni fasei un vecchio che vive nel passato :D
          • bubba scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: malvagio
            - Scritto da: a b normal

            ripensandoci, anni fa giravo per SMAU con un

            cartello

            con scritto PIRACY RULEZ grosso come le
            chiappe

            della

            Roberta dietro i TIR. quindi così codardo non

            sono.


            da un rapido calcolo direi: 2013-1995 = 18 anni fa

            sei un vecchio che vive nel passato :Dbei tempi... era circa quando lo stand Commodore (o meglio il padiglione dedicato agli Amiga in dimostrazione) era "strumento di test" per i demoscener e i warezzari (qualcuno era anche XXXXXXXX e caricava un bootvirus nell'amiga, confidando che non sarebbe stato spento dal tizio che veniva dopo...)
          • malvagio scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: malvagio

            - Scritto da: a b normal


            ripensandoci, anni fa giravo per SMAU
            con
            un


            cartello


            con scritto PIRACY RULEZ grosso come le

            chiappe


            della


            Roberta dietro i TIR. quindi così
            codardo
            non


            sono.





            da un rapido calcolo direi: 2013-1995 = 18
            anni
            fa



            sei un vecchio che vive nel passato :D
            bei tempi... era circa quando lo stand Commodore
            (o meglio il padiglione dedicato agli Amiga in
            dimostrazione) era "strumento di test" per i
            demoscener e i warezzari (qualcuno era anche
            XXXXXXXX e caricava un bootvirus nell'amiga,
            confidando che non sarebbe stato spento dal tizio
            che veniva
            dopo...)ommamma, mi è venuto in mente il "LAMER EXTERMINATOR" il virus che mi fece conoscere il magico mondo degli antivirus (non hai idea di quanta roba ho perso prima di scoprire qual era il problema e come debellarlo)
          • bubba scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: malvagio
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: malvagio


            - Scritto da: a b normal



            ripensandoci, anni fa giravo per
            SMAU

            con

            un



            cartello



            con scritto PIRACY RULEZ grosso
            come
            le


            chiappe



            della



            Roberta dietro i TIR. quindi così

            codardo

            non



            sono.








            da un rapido calcolo direi: 2013-1995 =
            18

            anni

            fa





            sei un vecchio che vive nel passato :D

            bei tempi... era circa quando lo stand
            Commodore

            (o meglio il padiglione dedicato agli Amiga
            in

            dimostrazione) era "strumento di test" per i

            demoscener e i warezzari (qualcuno era anche

            XXXXXXXX e caricava un bootvirus nell'amiga,

            confidando che non sarebbe stato spento dal
            tizio

            che veniva

            dopo...)

            ommamma, mi è venuto in mente il "LAMER
            EXTERMINATOR" il virus che mi fece conoscere il
            magico mondo degli antivirus (non hai idea di
            quanta roba ho perso prima di scoprire qual era
            il problema e come
            debellarlo)ehehhe capisco... lui e Byte Bandit di cadaveri ne hanno prodotti parecchi :) :P
          • panda rossa scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            Lei ha avuto però il coraggio di metterci la
            faccia, tu quel coraggio non ce
            l'hai.Secoli di storia hanno dimostrato che il modo migliore per mettere a tacere idee scomode e' quello di prendersela col portatore dell'idea.Tu vorresti che io ci mettessi la faccia per cosa?Per facilitare il compito di chi vuole mettere a tacere una voce di liberta'?Se non ti piace l'idea, contrasta l'idea!Tra l'altro io neppure ti tolgo il posto sull'autobus.
          • krane scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: aphex_twin
            Lei ha avuto però il coraggio di metterci la
            faccia, tu quel coraggio non ce l'hai.Non che avesse molta scelta, ora noi l'abbiamo, sai com'e' magari si evita galera, minacce di morte e non riuscire a trovare più lavoro, come Rosa.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 15.27-----------------------------------------------------------
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: chiariamo due cose
          - Scritto da: aphex_twin
          Ci son tante leggi che la gente reputa assurde ,
          chiedi ai mafiosi ad esempio, e sei libero di non
          rispettarle, come sei poi obbligato e subirne le
          conseguenze se non le rispetti.La COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA esalta i valori della RESISTENZA CONTRO I NAZIFASCISTI che si organizzò in gruppi armati organizzati, violando di conseguenza numerose leggi del codice penale (vigente allora come oggi visto che è sempre lo stesso). In buona sostanza la COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA dice che un popolo che si ribella al potere che ha generato in quel popolo sentimenti di avversità, ANCHE VIOLANDO LE STESSE LEGGI che quel potere ha imposto, è un popolo da ammirare, rispettare, e AIUTARE.Sono state date MEDAGLIE AL VALORE a chi ha aiutato la Resistenza.Oggi si resiste contro lo strapotere economico delle multinazionali in particolare americane.
          • Scialpi scrive:
            Re: chiariamo due cose

            La COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA esalta
            i valori della RESISTENZA CONTRO I NAZIFASCISTIMi devo esser perso gli ultimi aggiornamenti...
            che si organizzò in gruppi armati organizzati,
            violando di conseguenza numerose leggi del codice
            penale (vigente allora come oggi visto che è
            sempre lo stesso). In buona sostanza la
            COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA dice che
            un popolo che si ribella al potere che ha
            generato in quel popolo sentimenti di avversità,
            ANCHE VIOLANDO LE STESSE LEGGI che quel potere ha
            imposto, è un popolo da ammirare, rispettare, e
            AIUTARE.Anche questa parte, nella mia versione manca.
            Sono state date MEDAGLIE AL VALORE a chi ha
            aiutato la
            Resistenza.
            Oggi si resiste contro lo strapotere economico
            delle multinazionali in particolare
            americane.E tu sei il comandante Pert? (rotfl)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Scialpi
            E tu sei il comandante Pert? (rotfl)Sono solo uno dei tanti combattenti.
          • Pianeta Video scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Scialpi

            E tu sei il comandante Pert? (rotfl)

            Sono solo uno dei tanti <s
            combattenti </s
            perdenti.Fixed. @^
          • tucumcari scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: Pianeta Video
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Scialpi


            E tu sei il comandante Pert? (rotfl)



            Sono solo uno dei tanti <s

            combattenti </s

            <s
            perdenti </s
            kebabbari.

            Fixed. @^
          • Pianeta Video scrive:
            Re: chiariamo due cose
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Pianeta Video

            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            - Scritto da: Scialpi



            E tu sei il comandante Pert?
            (rotfl)





            Sono solo uno dei tanti <s


            combattenti </s


            <s
            perdenti </s
            kebabbari.



            Fixed. @^[img]http://thestuff.nakatomiinc.com/wp-content/uploads/2009/01/vhs-tattoo-pic-low-res.jpg[/img]
    • MegaJock scrive:
      Re: chiariamo due cose
      - Scritto da: antonio
      vent'anni di immortalità
      Vent'anni di immortalità sono un po' pochini. Al tuo posto mi farei restituire i soldi.Che tempi. Una volta la garanzia scadeva solo se ti tagliavano la testa.
    • Joe Tornado scrive:
      Re: chiariamo due cose

      In un momento di crisi economica con milioni di
      disoccupati, diffondere materiale piratato in
      rete equivale a sottrarre ulteriori possibilità
      di lavoro nel settore dello spettacolo e
      dell'intrattenimento nelle sue forme di
      diffusione
      LEGALE.In un momento di crisi economica con milioni di disoccupati ... stai tranquillo e vedrai, che nessuno tra quelli che troveranno un "rubinetto" tra mille chiuso, tornerà a VIDEONOLEGGIARE.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: chiariamo due cose
      - Scritto da: antonio
      In un momento di crisi economica con milioni di
      disoccupati, diffondere materiale piratato in
      rete equivale a sottrarre ulteriori possibilità
      di lavoro nel settore dello spettacoloNiente affatto.Questi sono i dati diffusi dai produttori per gli incassi cinematografici di questa settimana in Italia e anche negli Stati Uniti:http://www.mymovies.it/boxoffice/italia/top20/?weekend=06/10/2013Io vedo cifre ampiemante sopra il milione, quindi di cosa stai parlando?Perché uno che fa UN film dovrebbe guadagnare MILIARDI? Me lo spieghi? Me lo spieghi anche perché secondo il tuo punto di vista un medico, CHE SALVA LE VITE UMANE, non guadagna invece migliaia di miliardi per una singola operazione che ha salvato un individuo, cosa che, TI PIACCIA O MEN§O, è infinitamente più importante e moralmente integerrima rispetto a chi pretende di fare soldi per starsene seduto in poltrona ad aspettare che arrivi la gente nel suo videonoleggio, o che si comprino più supporti in modo da pagare il PIZZO alla MAFIA che ti permette di non fare nulla su quei supporti (perché il diritto alla copia privata ce l'hai già per legge a prescindere se paghi la siae o meno, e altri diritti loro non te ne danno)?Ma perché dovremmo finanziare dei PARASSITI?Vuoi fare l'attore?Sei bravo a recitare?Vai a TEATRO e ti fai il sedere OGNI GIORNO come tutti gli attori SERI. E se quel giorno a teatro non ci vai, i soldi non li vedi e RESTI DIGIUNO come tutti quelli che non lavorano, se vuoi mangiare e non lavori te ne vai alla mensa della caritas, ma non vieni a pretendere soldi da ME.A maggior ragione se poi vuoi fare lo snob riccone e nemmeno ti avvicini a chi ti vuole dare dei soldi.Ma quanto schifo fai?Ma poi perché OGGI io ti dovrei pagare per vedere una tua recitazione di MESI, ANNI e DECENNI fa?Sei stato pagato allora? No? Non è un problema mio. Dovevi chiedere a chi ti ha fatto recitare in quel momento.Se chiamo l'idraulico per riparare il lavandino io devo pagarlo subito non posso dire ti pago se qualcuno usa il lavandino, perché, se lo uso o non lo uso, lui i miei soldi se li prende subito. E poi dopo non se li prende più, indipendentemente da quante persone usano il lavandino.Se vuoi i miei soldi vieni a lavorare per me e davanti a me, se no da me non avrai un centesimo e sarai considerato un ladro. La tua immagine proiettata non vale niente, non sei tu che stai lì, è una tua copia virtuale, quindi al massimo pago quella copia virtuale (e non te) con i soldi del monopoli visto che stiamo parlando di un fascio di elettroni.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 20.32-----------------------------------------------------------
  • cicciobello scrive:
    80 milioni di opere cinematografiche ??
    Ma quante opere cinematografiche esistono, in realtà? Contando tutti i film mai realizzati, è già tanto se si arriva a un milione.... gli altri 79 milioni da dove saltano fuori?
  • Carlo scrive:
    Ragionare alla viceversa.
    Come sempre, i giornalisto di P.I. ragionano alla viceversa. Titolano: "una retata all'italiana". E' come dire, per esempio, "un arresto all'italiana" riferendo di un arresto DI LADRI da parte dei Carabinieri. Ma chi volete ancora pendere in giro? E' meglio che cambiate mestiere, non potete passare una vita intera a difendere i ladri.
    • bubba scrive:
      Re: Ragionare alla viceversa.
      - Scritto da: Carlo
      non potete passare una vita intera a difendere i
      ladri.intendi i ladri di Stato? no infatti non li difendiamo. Vorremmo che hollywood sparisse dal parlamento. E con lei la siae,univideo e tutti i cugini. In modo da ottenere leggi giuste (o almeno decenti)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Ragionare alla viceversa.
      contenuto non disponibile
    • thebecker scrive:
      Re: Ragionare alla viceversa.
      - Scritto da: Carlo
      Come sempre, i giornalisto di P.I. ragionano alla
      viceversa. Titolano: "una retata all'italiana".
      E' come dire, per esempio, "un arresto
      all'italiana" riferendo di un arresto DI LADRI da
      parte dei Carabinieri. Ma chi volete ancora
      pendere in giro? E' meglio che cambiate mestiere,
      non potete passare una vita intera a difendere i
      ladri.Dimmi ma la SIAE cosa produce per la nostra nazione (ti do un aiuto: fare il pappone non è un lavoro produttivo). :DEcco un esempio interessante:[code]Vendita online di Libri, eBook, film e musica, Dvd , Cd, Games e ...www.lafeltrinelli.it/‎[/code]Questo è il link che compare cercando feltrinelli su Google con la descrizione sopra.Significato di vendita:http://www.wordreference.com/definizione/venditaSi parla sempre di vendita e si paga anche molto e con la mia copia non posso fare quello che voglio con la vendita c'è un passaggio di proprietà in questo caso della copia.Vogliono concedere solo l'utilizzo dell'opera? Perchè non scrivono chiaramente nei negozi online <b
      Prestito oneroso a tempo indeterminato </b
      sarebbe più onesto (invece di scrivere tutto dentro un files nascosto da qualche parte chimato anche EULA).Ovvimente con tutti i problemi di sicurezza e controllo del territorio noi sprechiamo risorse a sequestrare siti dove la maggior parte dei film poi è straniero, il paradosso :Dallora chi è in malafede?
    • panda rossa scrive:
      Re: Ragionare alla viceversa.
      - Scritto da: Carlo
      E' meglio che cambiate mestiere,
      non potete passare una vita intera a difendere i
      ladri.Tu invece quando lo comincerai un mestiere?Perche' non vorrai mica chiamare mestiere il videonoleggio.
    • krane scrive:
      Re: Ragionare alla viceversa.
      - Scritto da: Carlo
      Come sempre, i giornalisto di P.I. ragionano alla
      viceversa. Titolano: "una retata all'italiana".
      E' come dire, per esempio, "un arresto
      all'italiana" riferendo di un arresto DI LADRI da
      parte dei Carabinieri. Ma chi volete ancora
      pendere in giro? E' meglio che cambiate mestiere,
      non potete passare una vita intera a difendere i
      ladri.Che ne pensi delle imminenti offerte di sky e mediaset ?http://www.tomshw.it/cont/news/mediaset-infinity-contro-sky-river-lo-streaming-piu-atteso/49746/1.html
    • Carlo Semprepandori scrive:
      Re: Ragionare alla viceversa.
      - Scritto da: Carlo
      Come sempre, i giornalisto di P.I. ragionano alla
      viceversa. Titolano: "una retata all'italiana".
      E' come dire, per esempio, "un arresto
      all'italiana" riferendo di un arresto DI LADRI da
      parte dei Carabinieri. Ma chi volete ancora
      pendere in giro? E' meglio che cambiate mestiere,
      non potete passare una vita intera a difendere i
      ladri.Questi sono i risultati dei miei deliri dopo essermi ingozzato con 50 pandori ed essere diventato 20 volte più obeso di Kim Dotcom. Mi faccio così schifo che quasi quasi prendo la doppietta e mi sparo nel XXXX, così raggiungo quel mafioso strozzino di mio padre e gli porto i vostri saluti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 20.06-----------------------------------------------------------
  • bubba scrive:
    ma siamo sicuri SICURI?
    IL REATO : "causato la fruizione illegale di oltre 80 milioni di opere cinematografiche"80m di film in 2 anni (dice dal 2012. esageriamo a 365*2=730 gg). Aka 109589 film/gg. Ammettendo una striminzita 0,256 Mbit/ a film in upload... serve una banda di 27397 Mbit/s al gg... non e' un po TANTINO? :D
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: ma siamo sicuri SICURI?
      - Scritto da: bubba
      IL REATO : "causato la fruizione illegale di
      oltre 80 milioni di opere cinematografiche"Cioè un reato <b
      inesistente </b
      , e questa è la prova:http://www.studiolegaleargonauta.it/file/ilcodicepenaleitaliano.pdfricerca "fruizione" in tutto il documento0 risultati trovati.
    • fred scrive:
      Re: ma siamo sicuri SICURI?
      Ho fatto un po' di conti anche io e tratto delle conclusioni.Finche pe rloro la matematica rimarra' un'opinione sara' impossibile prenderli sul serio.........
    • nomathsjust mind scrive:
      Re: ma siamo sicuri SICURI?
      link indicati da loro, non scaricati da loro server.
      • bubba scrive:
        Re: ma siamo sicuri SICURI?
        - Scritto da: nomathsjust mind
        link indicati da loro, non scaricati da loro
        server.NO beh, l'articolo parla di "Le Fiamme Gialle di Verona sequestrano due siti dediti alla CONDIVISIONE di oltre 80 milioni di opere, con 240 milioni di accessi. ""(..) fruizione massiva blabla"se faccio un sito di link (come effettivamente e') COME PUO esserci condivisione ,fruizione massiva, diffusione di materiale coperto da copyright e le altre balle in cascata? :)
  • micron scrive:
    Io no
    "Seguendo i dati diramati dai finanzieri scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini compresi) avrebbero guardato almeno un film su Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi".... come da oggetto!
    • Teo_ scrive:
      Re: Io no
      - Scritto da: micron
      "Seguendo i dati diramati dai finanzieri
      scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini
      compresi) avrebbero guardato almeno un film su
      Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi".... come da
      oggetto!Stai mentendo, è la tua parola contro quella delle Fiamme Gialle.Inoltre avresti certamente comprato a prezzo pieno tutti i film che dichiari di non aver visto tramite quel sito. :s
      • tucumcari scrive:
        Re: Io no
        - Scritto da: Teo_
        - Scritto da: micron

        "Seguendo i dati diramati dai finanzieri

        scaligeri, tutti i cittadini italiani
        (bambini

        compresi) avrebbero guardato almeno un film
        su

        Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi"....
        come
        da

        oggetto!


        Stai mentendo, è la tua parola contro quella
        delle Fiamme
        Gialle.
        Inoltre avresti certamente comprato a prezzo
        pieno tutti i film che dichiari di non aver visto
        tramite quel sito.
        :sSì è poi per colmo dei colmi il sito ospitava banner pubblicitari di noti kebabbari :D
        • panda rossa scrive:
          Re: Io no
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: Teo_

          - Scritto da: micron


          "Seguendo i dati diramati dai finanzieri


          scaligeri, tutti i cittadini italiani

          (bambini


          compresi) avrebbero guardato almeno un film

          su


          Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi"....

          come

          da


          oggetto!





          Stai mentendo, è la tua parola contro quella

          delle Fiamme

          Gialle.

          Inoltre avresti certamente comprato a prezzo

          pieno tutti i film che dichiari di non aver
          visto

          tramite quel sito.

          :s
          Sì è poi per colmo dei colmi il sito ospitava
          banner pubblicitari di noti
          kebabbari
          :DSe i videotecari fossero furbi, ci metterebbero i loro banner.
    • ... scrive:
      Re: Io no
      - Scritto da: micron
      "Seguendo i dati diramati dai finanzieri
      scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini
      compresi) avrebbero guardato almeno un film su
      Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi".... come da
      oggetto!si chiama statistica. che poi la usino alla XXXXX di cane per "chiagne e fotti" e' un altro discorso.
      • tucumcari scrive:
        Re: Io no
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: micron

        "Seguendo i dati diramati dai finanzieri

        scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini

        compresi) avrebbero guardato almeno un film su

        Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi".... come
        da

        oggetto!

        si chiama statistica. che poi la usino alla XXXXX
        di cane per "chiagne e fotti" e' un altro
        discorso.Si chiama balle non statistica !la statistica serve a elaborare i valori non a inventare a pera
        • ... scrive:
          Re: Io no
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: ...

          - Scritto da: micron


          "Seguendo i dati diramati dai finanzieri


          scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini


          compresi) avrebbero guardato almeno un film su


          Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi".... come

          da


          oggetto!



          si chiama statistica. che poi la usino alla
          XXXXX

          di cane per "chiagne e fotti" e' un altro

          discorso.
          Si chiama balle non statistica !
          la statistica serve a elaborare i valori non a
          inventare a
          perae quello che in tendevo per "chiagne e fotti". Per i non partenopei, spiego."chiagne"=piangi cioe' lamentantati, di che tutto va male, chiedi aiuto, paventa disastri se non farannno come dici tu, etc."fotti"=scopa, cioe' goditela, approfitta degli altri come hai sempre fatto, sfrutta chiunque, etc.
        • ... scrive:
          Re: Io no
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: ...

          - Scritto da: micron


          "Seguendo i dati diramati dai finanzieri


          scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini


          compresi) avrebbero guardato almeno un film su


          Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi".... come

          da


          oggetto!



          si chiama statistica. che poi la usino alla
          XXXXX

          di cane per "chiagne e fotti" e' un altro

          discorso.
          Si chiama balle non statistica !
          la statistica serve a elaborare i valori non a
          inventare a
          perama sei quello vero, leguleio-che-fa-finta-di-essere-tucumcari o uno di cloni-di-leguleio-che-fa-finta-di-essere-tucumcari? qui non ci si capisce piu' ninete.
          • chi lo sa scrive:
            Re: Io no
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: ...


            - Scritto da: micron



            "Seguendo i dati diramati dai finanzieri



            scaligeri, tutti i cittadini italiani
            (bambini



            compresi) avrebbero guardato almeno un film
            su



            Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi"....
            come


            da



            oggetto!





            si chiama statistica. che poi la usino alla

            XXXXX


            di cane per "chiagne e fotti" e' un altro


            discorso.

            Si chiama balle non statistica !

            la statistica serve a elaborare i valori non a

            inventare a

            pera

            ma sei quello vero,
            leguleio-che-fa-finta-di-essere-tucumcari o uno
            di
            cloni-di-leguleio-che-fa-finta-di-essere-tucumcarioppure leguleio sei tu e hai appena clonato "..." per cercare di confondere le acque... ;)
      • Be&O scrive:
        Re: Io no
        Pensa che, pure i Crawler, dei vari motori di ricerca, hanno visionato abusivamente e sono pure quelli mancati introiti. (troll1)
    • Mufasa scrive:
      Re: Io no
      - Scritto da: micron
      "Seguendo i dati diramati dai finanzieri
      scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini
      compresi) avrebbero guardato almeno un film su
      Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi".... come da
      oggetto!Allora non sei italiano, ma ancora non lo sai !1!11!1! :V
    • Vecchino scrive:
      Re: Io no
      Io soooono un nonnino di 93 anni.. Non ho mai avuto un compiuter.... teeeeepossenoammazzà...!
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Io no
      Figurati io ... neanche sapevo che esistesse !
    • Be&O scrive:
      Re: Io no
      Tengono conto anche degli italiani in nero !in realtà in italia siamo 1 Miliardo, ma non denunciamo la presenza...(rotfl)
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Io no
      - Scritto da: micron
      "Seguendo i dati diramati dai finanzieri
      scaligeri, tutti i cittadini italiani (bambini
      compresi) avrebbero guardato almeno un film su
      Casacinemas.com negli ultimi 12 mesi".... come da
      oggetto!Non ti preoccupare, tanto per il sindaco di verona (la città dell'operazione) e i suoi sostenitori (tra cui il mangiapandori di poco sotto), il concetto di "italiani" è assai aleatorio...
  • ... scrive:
    Ma non fatemi ridere
    "secondo stime della SIAE ammonterebbe a circa 330 milioni di euro - si legge nella nota diramata dalle Fiamme Gialle dopo il sequestro di apparecchiature e domini - con conseguenze negative sul piano occupazionale, ingenti perdite per l'Erario ed inevitabili ripercussioni sull'economia sana del paese."E cavallette, inondazioni, pestilenza, carestia e guerra.MA quale economia sana? sono tutti film stranieri, quindi qui in italia ci sono solo i parassiti-intermediari-papponi della siae. L'unico film ben visto e' il film piratato. Non un soldo a hollywood ed ai papponi siae.
    • thebecker scrive:
      Re: Ma non fatemi ridere
      - Scritto da: ...
      "secondo stime della SIAE ammonterebbe a circa
      330 milioni di euro - si legge nella nota
      diramata dalle Fiamme Gialle dopo il sequestro di
      apparecchiature e domini - con conseguenze
      negative sul piano occupazionale, ingenti perdite
      per l'Erario ed inevitabili ripercussioni
      sull'economia sana del
      paese."I soliti numeri, le solite cifre. Pensano che tutti quelli che scaricano avrebbero sicuramente uscito soldi. Forse molti scaricano perchè non molti film non valgono il prezzo del biglietto, per vedere oltre al trailer ma poi il film gli fa schifo, visto la crisi senza questa possibilità il film non lo vedevano, le persone preferiscono spendere i pochi soldi che hanno per mangiare, strano ma vero :)
      E cavallette, inondazioni, pestilenza, carestia e
      guerra.

      MA quale economia sana? sono tutti film
      stranieri, quindi qui in italia ci sono solo i
      parassiti-intermediari-papponi della siae.Infatti parlano di difesa della cultura e poi la maggior parte dei film viene dall'estero, e in molti casi e migliore del nostro cinema. Alla SIAE e compagnia non gli interessa la cultura ma commercio di opere che è molto diverso.
Chiudi i commenti