Windows Phone e Activesync, Google fa la grazia

Altri sei mesi di tempo per gli utilizzatori di telefoni dotati del sistema operativo Microsoft. Che in ogni caso sta correndo ai ripari

Roma – Gli utenti Windows Phone possono stare tranquilli: per altri sei mesi continueranno a poter sincronizzare i propri apparecchi con i servizi di Google per calendari e contatti, senza preoccupazioni. A Mountain View hanno deciso di prolungare fino al 31 luglio il periodo di attività dei server ActiveSync che consentono questo tipo di operazioni. Nel frattempo Redmond si sta attrezzando .

Nelle scorse settimane era divampata la polemica tra Google e Microsoft a proposito di questa e altre questioni: la mossa di BigG, volta a semplificare la gestione dei propri servizi, era vista da Redmond come un tentativo di svilire il valore e le capacità dei terminali equipaggiati dal suo OS mobile. Nonostante tutto, però, fino a poche ore fa Google non sembrava minimamente intenzionata a dare una mano alla concorrenza.

Ora invece le cose cambiano di nuovo: Microsoft ha confermato di stare lavorando a un aggiornamento che consenta di introdurre CalDAV e CardDAV sui terminali Windows Phone ( niente Windows 8 per ora ), e Google ha concesso la proroga di sei mesi agognata per assicurarsi che il software sia modificato, testato, distribuito. A rimetterci, una volta tanto, non sono gli utenti. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    problemi di schiena
    Un gatto per me può farsi le scale (il mio le fa tranquillamente). Però i cani a forza di fare le scale hanno dei problemi alla schiena.. forse è un idea meno sbagiata del pevisto.
    • Oggetto scrive:
      Re: problemi di schiena
      - Scritto da: Nome e cognome
      Un gatto per me può farsi le scale (il mio le fa
      tranquillamente). Però i cani a forza di fare le
      scale hanno dei problemi alla schiena.. forse è
      un idea meno sbagiata del
      pevisto.Basta che non venga finanziato dalle ASL. :p
Chiudi i commenti