Windows, più complessa l'attivazione

La product activation per i sistemi operativi pre-installati su PC dagli OEM non sarà più automatica via Internet. Lo scopo è colpire pirati e mercanti scorretti
La product activation per i sistemi operativi pre-installati su PC dagli OEM non sarà più automatica via Internet. Lo scopo è colpire pirati e mercanti scorretti


Redmond (USA) – C’è un metodo noto come System Lock Preinstall , per gli amici SLP, che da tempo viene utilizzato dai produttori OEM che hanno firmato un accordo di licenza con Microsoft per pre-installare Windows sui computer che poi distribuiscono sul mercato. Un metodo che evita al cliente la product activation, l’attivazione di Windows, ma che è ora destinato ad andare almeno in parte in soffitta. D’ora in poi la re-installazione di Windows per chi lo ha acquistato pre-installato insieme al proprio PC sarà meno semplice.

La novità l’ha annunciata Microsoft spiegando che “la ragione principale è combattere la pirateria su questo fronte. Microsoft ha scoperto diverse persone a vendere certificati di autenticità che sono stati copiati o sono stati strappati da altri PC”.

Il riferimento è ai COA, i Certificati di Autenticità, che vengono abitualmente piazzati sulle macchine OEM con Windows pre-installato via SLP e che contengono la product key di Windows. L’idea del colosso di Redmond è impedire che i contraffattori catturino dai COA le product key e le vendano abusivamente a reseller o clienti che possono così attivare una copia di Windows senza aver acquistato il prodotto e la licenza originali.

Per ora le limitazioni riguarderanno solo una ventina tra i principali OEM sebbene con il passare dei mesi ed entro l’anno Microsoft intenda aggiornare il sistema per tutti gli OEM. In pratica da oggi non sarà più possibile utilizzare le product key OEM per attivare Windows via Internet: il tentativo di utilizzare una key inserita nell’elenco di quelle disabilitate potrà essere portato a termine solo chiamando il customer care Microsoft e rispondendo ad alcune domande, atte a garantire la legittimità dell’attivazione.

Il cambiamento riguarda da oggi anche le product key già distribuite dai venti principali OEM e quindi già presenti sul mercato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 02 2005
Link copiato negli appunti