Windows Server 2003 al suo secondo Service Pack

Ieri Microsoft ha distribuito il service pack 2 per Windows Server 2003 e Windows XP Professional x64, un corposo aggiornamento contenente tutte le patch di sicurezza fin qui uscite e diverse nuove funzionalità
Ieri Microsoft ha distribuito il service pack 2 per Windows Server 2003 e Windows XP Professional x64, un corposo aggiornamento contenente tutte le patch di sicurezza fin qui uscite e diverse nuove funzionalità

Redmond (USA) – A quasi due anni di distanza dal primo , ieri Microsoft ha rilasciato il secondo service pack (SP2) per Windows Server 2003, un corposo aggiornamento che include tutti i bug fix e le patch di sicurezza usciti fino ad oggi nonché diverse nuove funzionalità. L’SP2 per Windows Server 2003 si applica a diverse edizioni di Windows, tra cui XP Professional x64.

Microsoft afferma che l’SP2, la cui release candidate di novembre è stata provata da “migliaia di clienti”, incrementa l’affidabilità, la stabilità e le performance dei propri sistemi operativi business a 32 e a 64 bit.

Di seguito si riportano alcune delle caratteristiche salienti:

Windows Deployment Services : è una versione aggiornata e riprogettata di RIS (Remote Installation Services), che consente agli amministratori di configurare nuovi computer da remoto attraverso un’installazione basata su rete.
Windows Server 2003 Scalable Networking Pack : promette di migliorare le prestazioni e la scalabilità dei workload di rete di Windows Server 2003, in particolare gli archivi di file, i backup, i server Web e lo streaming multimediale.
Supporto al Wi-Fi Protected Access ( WPA ) 2 , che implementa il giovane e più robusto protocollo di sicurezza IEEE 802.11i per WiFi.
Gestione migliorata del filtro IPSEC , che secondo BigM riduce da 400 a 2 il numero dei filtri che devono essere gestiti in Server and Domain Isolation usando IPSEC. “Elimina inoltre la necessità di una continua gestione dei filtri dovuta a modifiche infrastrutturali”, spiega l’azienda.
Autenticazione Firewall per port : migliora la sicurezza delle comunicazioni che avvengono tra l’ambiente extranet e le entità interne protette dall’isolamento del dominio realizzato tramite IPsec.
Microsoft Management Console 3.0 : supporta le funzionalità avanzate degli strumenti di gestione degli snap-in, consente agli utenti di aggiungere o rimuovere snap-in e permette una migliore gestione degli errori tramite la console MMC.
Opzioni di MSConfig avanzate : forniscono un punto di accesso unificato a tutta una serie di strumenti di supporto comuni tesi a semplificare la diagnostica dei server.

Microsoft ha spiegato che il codice di Windows Server 2003 SP2 verrà utilizzato come base per il prossimo service pack di Windows Compute Cluster Server 2003 . Oltre ai bug fix generici, la procedura guidata per la distribuzione dei nodi di calcolo di Windows Compute Cluster Server 2003 SP1 si baserà su Windows Deployment Services: questo, secondo Microsoft, semplificherà ulteriormente l’aggiunta, la configurazione e la connessione alla rete di un nuovo nodo di calcolo.

L’SP2 appena rilasciato da Microsoft si applica ai seguenti sistemi operativi:
– Windows Server 2003, tutte le edizioni (32 bit x86, x64 ed edizioni basate su Itanium)
– Windows Server 2003 R2, tutte le edizioni
– Windows Storage Server R2, tutte le edizioni
– Windows Unified Data Storage Server
– Windows Compute Cluster Server 2003 SP1
– Windows Small Business Server 2003 R2
– Windows XP Professional x64 Edition.

Attualmente l’SP2 per Windows Server 2003 è disponibile solo in lingua inglese e tedesca. FAQ, documentazione, panoramica delle funzionalità e link per il download sono contenuti in questa pagina . Particolarmente utile anche questo elenco redatto da Activewin.com dei link alle immagini ISO del service pack e ai relativi tool di amministrazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 03 2007
Link copiato negli appunti