Windows XP già craccato

I cracker hanno trovato il modo di aggirare anche lo schema di protezione Product Activation incluso nell'ultima beta di Windows XP. Il crack, libero sulla Rete, sarebbe stato scaricato da 10mila utenti
I cracker hanno trovato il modo di aggirare anche lo schema di protezione Product Activation incluso nell'ultima beta di Windows XP. Il crack, libero sulla Rete, sarebbe stato scaricato da 10mila utenti


Web – A pochi mesi di distanza dall’uscita della versione finale di Windows XP, per la rete già circola da qualche giorno un crack capace di eliminare la famigerata e tanto discussa Windows Product Activation (WPA).

Il crack, che alcuni sostengono sia stato sviluppato da un certo Methyd, sproteggerebbe l’ultima versione beta di Windows XP agendo sul registro di sistema. Una volta applicato, il crack elimina sia il limite dei 180 giorni di prova, sia la necessità, per l’utente, di eseguire la tediosa procedura di attivazione del software.

La pagina di Geocities che ospitava il crack per Windows XP è stata visitata, nel giro di pochi giorni, da oltre 10.000 persone.

Microsoft minimizza e sostiene che non è detto che questo schema di protezione sarà mantenuto, così com’è, anche nella versione finale del prodotto. Ma tale eventualità, per i cracker, potrebbe rappresentare soltanto una nuova e seducente sfida.

La WPA, introdotta da Microsoft per impedire le copie casuali dei propri prodotti, costringe di fatto l’utente a farsi rilasciare da Microsoft, attraverso Internet o il telefono, una chiave di attivazione. Si hanno 14 giorni di tempo per effettuare l’operazione, dopodiché il prodotto diviene inutilizzabile.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 05 2001
Link copiato negli appunti