Winston Smith: siamo noi Big Brother

Punto Informatico ha incontrato l'anima italiana del progetto che punta a creare tecnologie e cultura per superare indenni, o quasi, gli anni del controllo. Breve intenso viaggio tra Legge, Ordine ed essenze Cyber


Roma – Winston Smith. Questo non è soltanto il nome del protagonista del romanzo di Orwell “1984” ma anche e non casualmente il nome di un Progetto che intende puntare a tecnologie e cultura della libertà per utilizzare la rete e sopravvivere agli anni che si annunciano sempre più bui del Law & Order. Punto Informatico, che l’anno scorso diede spazio al nuovo Progetto , ne ha ora incontrato l’anima, Winston appunto; ecco il resoconto in una intervista.

Punto Informatico: Winston Smith vuole sottrarsi all’occhio elettronico del Big Brother contemporaneo. Ci puo’ riuscire?

Winston Smith: Puo’ riuscirci nella misura in cui vuole; il Progetto è una scuola ed una prova di fattibilità, non un tentativo da parte di una o più persone di nascondersi, cosa che i diretti interessati non hanno mai fatto al di fuori della rete.

Chi desideri invece non “nascondersi” (che suona male e fa tanto Banda Bassotti), ma “restare anonimo” (che è un diritto civile), puo’ farlo, usando i mezzi che il Progetto pubblicizza, e puo’ farlo ad un livello tale da permettergli di sfuggire a tutti gli strumenti di tecnocontrollo a cui il normale navigatore è soggetto.

PI: Il Grande Fratello del 2002 e degli anni a venire chi, o cosa, è?

WS: A costo di dire una banalità, direi che siamo noi tutti.
Sono quelle persone disposte a lottare per cause degne, che hanno a cuore il bene degli altri, della società e del mondo, ma che fanno fatica ad accorgersi dell’imbarbarimento a cui la Rete è soggetta.

Il miglior paragone che mi viene in mente è quello di una società post-bellica, in cui i signori della guerra ed i poteri di vario tipo si mescolano e lottano per la supremazia sul loro territorio, avendo a comune solo il disprezzo per gli individui e per la ricerca di un equilibrio sociale. Nessuno si cura di agire per equilibrare i poteri collettivi e le cose vanno male per tutti.

Non bisogna pensare al Grande Fratello come ad un nemico esterno; piuttosto alla somma della nostra incuria e di quella delle istituzioni nel difendere la nostra privacy e le nostre libertà individuali, che lasciano il campo aperto ai poteri commerciali, politici, criminali, che non se ne curano o che vogliono distruggerle.


PI: La rete e le sue sottoreti rappresentano un’opportunità di comunicazione per tutti e allo stesso tempo “l’opportunità” di tenere traccia delle opinioni delle persone, dei loro progetti, della loro rete affettiva, delle loro preferenze, gusti e orientamenti e via dicendo. Con l’avvicinarsi del telefonino ad Internet queste “opportunità” di moltiplicano, soprattutto per chi ha li strumenti giusti per “tracciare”… Come se ne esce?

WS: Accorgendosi che la privacy è un bene prezioso, come altri beni individuali che preserviamo e difendiamo senza nemmeno pensarci. Non è necessario buttare il telefonino nel tritarifiuti o rinunciare ai prediletti SMS.

E’ necessario invece sviluppare pensieri e riflessi automatici che entrino in funzione tutte le volte che mandiamo una mail, navighiamo, accendiamo il cellulare o compriamo con la carta di credito.

Deve diventare un’abitudine, un modo di essere, proprio come quando guidiamo; non decidiamo ogni volta di fermarci al semaforo rosso o cambiare corsia, ma agiamo automaticamente al fine di preservare l’integrità dei parafanghi ed arrivare prima.

PI: Freenet è recentemente giunta alla versione 0.5 che ha risollevato molte speranze nel progetto. Per il Progetto Winston Smith cosa significa essere su Freenet ed essersi spostato sulla 0.5 ?

WS: Per noi Freenet è semplicemente il posto “naturale” dove svilupparsi, ed una componente essenziale del Progetto stesso. La versione 0.5 è solo l’ultima di centinaia di altre che l’hanno preceduta.

Freenet era praticamente scomparsa quando un anno e mezzo fa Ian Clarke decise arditamente di invitare tutti a migrare dalla versione 0.3, più rozza ma perfettamente funzionante, alla 0.4, che era “quasi” pronta. Il bagno di sangue che ne è seguito ha provocato la sparizione di Freenet come risorsa per gli utenti, e 18 mesi di lotta con decine di migliaia di linee di java per far riemergere una Freenet funzionante, stabile e migliore.

PI: PGP, Freenet…. La conquista di una nuova “libertà digitale” passa solo attraverso un uso più attento della tecnologia?

WS: Principalmente; l’attenzione alla difesa ed allo sviluppo dei diritti civili non deve mai mancare, ma il vero pericolo oggi è sottovalutare, od impiegare con trascuratezza, la tecnologia.


PI: Il Progetto WS non si rivolge all’utenza generica ma a chi puo’ interagire divenendo “fornitore di servizi per la privacy”. Cosa intendete con questo?

WS: Il progetto esiste su due livelli.
Il primo, che non hai menzionato, è quello di scuola e palestra per i normali navigatori che vogliono imparare l’uso delle tecnologie per la privacy.

Il secondo, a cui fai riferimento, è quello di coloro che decidono di devolvere alla Rete una parte del loro tempo/banda/computer, e creano quei server (nodi Freenet, remailer, nym) che formano l’ossatura dei servizi per la privacy e l’anonimato.

È nostra opinione che una garanzia della affidabilità di questi servizi possa venire solo da una gestione decentrata e diffusa; non ci aspettiamo (ma sarebbe molto bello e doveroso) che ce li fornisca l’Ufficio del Garante della Privacy od il Ministero dell’Amore… pardon, dell’Innovazione e delle Tecnologie, anzi….

PI: Essere “un Winston Smith” insieme agli altri “Winston Smith” del Progetto richiede particolari doti di programmazione o uso della tecnologia?

WS: No, solo la voglia di capire. Il resto è banale.

PI: Il Progetto ha comprensibilmente bisogno dell’apporto del più alto numero possibile di persone. È possibile stabilire quanti oggi ne sono coinvolti?

WS: Quanti non importa, ma siamo veramente troppo pochi. È scoraggiante come il numero di coloro che si dicono in buonafede d’accordo si riduca quando si tratta di decidersi a lavorare…

PI: Se Winston Smith oggi ha speranze di sottrarsi al Big Brother… Chi Winston Smith non è… è condannato?

WS: No, vivrà semplicemente molto più in balia degli altri di coloro che si curano della propria privacy.

PI: Perché la privacy è importante?

WS: Bella domanda ! Bisogna pensarci e convincersene.

intervista a cura di Paolo De Andreis

Letture (o riletture) consigliate:
Orwell G. – “1984” – Londra 1949

freenet:SSK@Dgg5lJQu-WO905TrlZ0LjQHXDdIPAgM/pws/3//


Chi non potesse installare subito il suo nodo Freenet, puo’ utilizzare questi gateway sicuri per accedere al Progetto ed a tutti gli altri contenuti di Freenet:

https://freenet.thing.net:443/

https://bespin.homelinux.net:443/

https://freenet.firenze.linux.it:1443/

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E io ci sono pure andato...
    Io sono pure andato a fare quel concorso... :) Solo orale. Non è andato malissimo per me, tuttavia... (a voi le conclusioni).
  • Anonimo scrive:
    MS-DOS
    Non mi pare che conoscere l'MS-DOS sia cosi grave, anzi, molti dei problemi che hanno oggi i giovani che si avvicinano all'informatica derivano, a mio avviso, dal non avere mai avuto a che fare con il DOS, con l'interfaccia a caratteri e tutto il resto. Ovviamente non sto rimpiangendo il DOS, ci mancherebbe, penso solo che per un tecnico informatico (cioe' quello che mi pare ricerchi il bando), sapere scrivere un riga di comando DOS sia importante, ma forse all'autore dell'articolo non e' mai capitato di doversi scrivere un file .bat ....
    • Anonimo scrive:
      Re: MS-DOS
      Io sono un' amministratore di rete e secondo me chi conosce Unix è già altamente qualficato (MS-Dos è una scopiazzatura di Unix).A mio parere un semplice tecnico può avere conoscenze informatiche molto più limitate di quelle richieste, i tecnici da me si occupano dei cablaggi e delle operazioni di manutenzione hardware delle macchine. Ad esempio sanno installare una scheda di rete o un hard-disk ma non sanno configurare un server DNS e non sanno cosa sia una Distance Vector.Comunque se trovo qualcuno che ha queste conoscenze e vuole solo la paga di un bidello lo prendo subito! ;)Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: MS-DOS
        beh in un posto PUBBLICO (ovvero dove avrei la garanzia che non mi licenzieranno mai nemmeno se viene la fine del mondo) mi accontenterei anche MENO dello stipendio di un bidello.
        • Anonimo scrive:
          Re: MS-DOS
          Ciao furbo, prova a camparci a Pisa con uno stipendio più basso di quello di uno stipendio. Soprattutto se hai famiglia a carico! O vivi solo e riesci a sopravvivere, oppure... lascio a te le conclusioni... anche se non ti licenziassero mai!
    • Anonimo scrive:
      Re: MS-DOS
      Salve a tutti, avrei bisogno di un aiuto. Devo formattare il mio pc, volevo farlo tramite il classico c:/ format c:dopo questo comando mi hanno consigliato riavviare il computer munendosi di un dischetto di ripristino di ms-dos e di rieseguire il format per tre volte e la seconda includendo:c:/ format c:/qLa mia domanda è, come faccio a crearmi un dischetto di ripristino di ms-dos?Aiutatemi vi prego è urgente!!!!Grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: MS-DOS
        - Scritto da: Anonimo
        Salve a tutti, avrei bisogno di un aiuto.
        Devo formattare il mio pc, volevo farlo
        tramite il classico
        c:/ format c:Bene. Immagino che tu abbia Windows 95, 98 o ME. In tal caso è il comando giusto. Ovviamente lo devi dare dopo aver fatto l'avvio in modalità MS-DOS.Se invece hai Win NT/2000/XP allora ci fai poco...
        dopo questo comando mi hanno consigliato
        riavviare il computer munendosi di un
        dischetto di ripristino di ms-dos e di
        rieseguire il format per tre volte e la
        seconda includendo:
        c:/ format c:/qHai dimenticato il rito voodoo, la danza della pioggia e i 3 mantra...Lascia perdere...
        La mia domanda è, come faccio a
        crearmi un dischetto di ripristino di
        ms-dos?Da qualche parte nei menù di Win 95/98/ME... e chi li vede più da anni...Ma poi cosa ti serve ? I riti voodoo non li devi fare e per l'installazione del sistema operativo hai bisogno solo del CD di installazione.
  • Anonimo scrive:
    Ma l'avete letto il bando sulla Gazzetta??
    IL DIRETTORE DELL'ISTITUTO DI INFORMATICA E TELEMATICA DI PISA Dispone: Art. 1. Natura e contenuto della selezione E' indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, perl'assunzione di una unita' di personale, in possesso della licenza discuola media inferiore, con contratto di lavoro a tempo determinato,ai sensi dell'art. 15, comma 4, punto a) del C.C.N.L. del Compartoistituzioni ed enti di ricerca e sperimentazione sottoscritto in data7 ottobre 1996, con oneri a carico dei fondi esterni, e precisamentedai proventi derivanti dai contratti con i Provider/Maintainer per laregistrazione e mantenimento dei nomi a dominio sotto il Top LevelDomain "it", per svolgere attivita' di supportotecnico-amministrativo presso l'Istituto di informatica e telematica,nell'ambito del programma di ricerca: "Attivita' di registrazione deinomi a dominio sotto il Top Level Domain "it ". Il contratto avra' la durata fino al 31 dicembre 2002. Dettocontratto potra' essere prorogato oltre tale data, in presenza,comunque, della necessaria disponibilita' finanziaria derivante dalcitato contratto finanziatore, qualora le norme regolamentari vigentie/o le direttive dell'Organo di Governo del CNR lo dovesseroconsentire e comunque per un periodo non superiore a cinque annicomplessivi.... continua....
  • Anonimo scrive:
    Dov'e' la Notizia?
    Mi chiedo dove stia la notizia.E' uscito un bando di concorso in cui non viene richiesto un titolo di studio (perche' la licenza media si consegue con la scuola dell' obbligo), ma piuttosto, che il candidato abbia conseguito, anche autonomamente, le conoscenze necessarie per svolgere una determinata mansione.Mi sembra semmai un riconoscimento del fatto che in campo informatico molte nozioni si acquisiscano piu' facilmente sul "campo" che non sui libri.Quindi, dov'e' la notizia?
    • Anonimo scrive:
      ma la vogliamo smettere?
      Sono d'accordo con chi ha scritto queste rughe. Inoltre vorrei aggiungere che, in merito a questo caso, qualcuno potrebbe anche aver scritto delle critiche costruttive, qualcun altro ha scritto una serie di panzanate soltanto per rabbia, perchè non è riuscito a combinare nulla e, adesso, per rifarsi almeno nel morale e non ammettere le sue carenze, butta spazzatura su chi è stato più bravo o semplicemente più fortunato. Ma smettetela e pensate a vivere come gli esseri umani e non come gli animali che si azzannano l'uno con l'altro!
  • Anonimo scrive:
    Fa sorridere ma ...
    Non sono stato in grado di sentire (to feel) l'intento dello scrivente (Giuseppe).A dire la verità se non fosse stato nella Gazzetta Ufficiale non ci sarebbe poi stato tanto da meravigliarsi.Fingiamo per un istante che NON sia stato pubblicato in tale importantissimo luogo ...Fingiamo si trattasse della Borlengo SRL, laminati plastici e salsicce di Bonanzano Berghiello(tm)Rileggiamola però spostando l'ordine di alcuni punti."Costituiscono requisiti per l'ammissione alla selezione:a) cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione europea;e) conoscenza della lingua italiana per i candidati appartenenti ad uno degli Stati membri della Unione europea.c) conoscenza delle attrezzature hardware e software su cui sono svolte le attività di registrazione e mantenimento dei nomi a dominio sotto il country code TLD "it"; capacità di gestire una rete locale basata sul protocollo TCP/IP e di controllarne il collegamento ad Internet; capacità di utilizzare i sistemi operativi MS DOS, WINDOWS, UNIX; conoscenza delle tecniche di rilegatura e stampa dei documenti; d) conoscenza della lingua inglese;b) possesso della licenza di scuola media inferiore o di un titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto equipollente dalle vigenti disposizioni. È cura del candidato dimostrare l'equipollenza, mediante la produzione del provvedimento che la riconosca;I predetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza dell'avviso di selezione."Non commento neppure punto per punto.Il requisito "avere la licenza media" non è poi fondamentale, è chiaro.E' solo per non doversi trovare con uno che non ha nemmeno quella.... Pensate di cosa hanno bisogno: un tizio che sappia connettere i pc ad internet e fare in modo che il tutto funzioni decentemente, sappia richiedere un dominio e creare un sito.E magari battere una lettera con Word :-))))))))Hanno bisogno di un(a) segretario/a "del 2000"Tutto qui :-) , IMHO.
  • Anonimo scrive:
    Quello che avevo scritto sotto
    ovviamente non avevo letto le due righe esplicative.Scusate tanto. Però leggete il sottotitolo. Se uno legge quel sottotitolo prende sul serio la prima parte dell'articolo e non riesce a finirlo. Almeno a me è successo così.Cmq scusate, e l'articolo punta il dito proprio sul più grave problema delle aziende private: assumere professionisti con contratti da terza media. Se lo fa anche lo stato certamente non possiamo sperare che facciano smettere le aziende.Per il resto, c'è chi ha scritto che a scuola già non capiscono niente così, figuriamoci aggiungendo l'informatica.Beh, si pretende che in un liceo si sappia tradurre Ovidio, perchè non si può pretendere anche un minimo di capacità informatica? Secondo me è più facile fare un programmino in pascal che tradurre Ovidio ;)
  • Anonimo scrive:
    Informatici Sfruttati
    Questa è la realtà. Poi magari vai a quel concorso e scopri che oggettivamente le domande sono a livello di un sistemista professionista, quindi a livello di un perito informatico se non addirittura un laureato con la laurea breve. Non è questione dell'insegnare o non insegnare il livelli iso/osi alle medie, il fatto è che ogni figura professionale ha diritto ad una determinata retribuzione.Ve lo immaginate un concorso "cercasi chimico esperto, richiesta capacità di lavorare con gascromatografi, spettrometri di massa, ecc, titolo di studio richiesto: quinta elementare", oppure "cercasi analista programmatore, richiesti 6 anni di esperienza di programmazione in C++ (a volte richiedono cose assurde tipo 5 anni di esperienza in .NET quando 5 anni fa il .NET non esisteva) titolo di studio richiesto terza media.Quando succedono queste cose potrebbe essere (ma sicuramente nel caso citato da punto informatico non è cosi', sto parlando di ALTRE situazioni) che cosi' pagano 600 euro al mese un sistemista, oppure più semplicemente il paraculato di turno che doveva ottenere quel posto di lavoro aveva quel titolo di studio; ed allora li vedi al colloquio che rispondono "a pappagallo" e senza un impostazione metrica della frase mentre chi le cose le sa per davvero risponde mettendoci un po' piu' di sentimento nella metrica della frase e comunque all'inizio si vede che deve impostare il discorso (è normale).Ma, tengo a ripeterlo, NON E' SICURAMENTE IL CASO DEL CONCORSO IN QUESTIONE, la mia era un osservazione senza alcun riferimento. Ok?
    • Anonimo scrive:
      Re: Informatici Sfruttati
      certo che al concorso rispondi come hai scritto qui la pedata di via è assicurata
      • Anonimo scrive:
        Re: Informatici Sfruttati
        - Scritto da: maestrino
        certo che al concorso rispondi come hai
        scritto qui la pedata di via è assicurataCerto che SE al concorso rispondi come... [CUT]Saluti da Maestrone
        • Anonimo scrive:
          Re: Informatici Sfruttati

          - Scritto da: maestrino

          certo che al concorso rispondi come hai

          scritto qui la pedata di via è assicurata

          Certo che SE al concorso rispondi come...
          [CUT]
          Certo che se tu *rispondessi* .... *sarebbe* assicurata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Informatici Sfruttati
            Ma vi riferivate alla forma (esempio: italiano scorretto) oppure alle accentate venute male?
          • Anonimo scrive:
            Re: Informatici Sfruttati
            - Scritto da: densino
            Ma vi riferivate alla forma (esempio:
            italiano scorretto) oppure alle accentate
            venute male? Ambedue
          • Anonimo scrive:
            Re: Informatici Sfruttati
            No, no, assolutamente!!! Solo alle accentate venute male: sono fondamentali!!!:)
          • Anonimo scrive:
            Re: Informatici Sfruttati
            - Scritto da: Preside
            No, no, assolutamente!!! Solo alle accentate
            venute male: sono fondamentali!!!
            :)Non fa niente, se densino è uno studente "pay"gli perdoniamo tutto!
          • Anonimo scrive:
            Re: Informatici Sfruttati
            non sono uno studente pay-per-pass anzi appartengo al sotto-umil-merd-proletariato :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Informatici Sfruttati
      Già già... confermo che le domande vertevano sui concetti di TCP a livello molto approfondito (per alcuni). Con le dovute differenze ovviamente... Ehm... Con tanto di sorrisi accadameci per intenderci. Uno spettacolo.
  • Anonimo scrive:
    rivalutiamo l'agricoltura!
  • Anonimo scrive:
    Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
    Il titolo è una provocazione.... non è necessaria una laurea in scenze politiche per far 2 fotocopie e mettere in rete 2 PC.Evviva che qualcuno se ne sia accorto e vaff... a chi si rifiuta di capire che l'intelligenza e la conoscenza non risiedono nella laurea conseguita.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
      - Scritto da: Orso
      e
      vaff... a chi si rifiuta di capire che
      l'intelligenza e la conoscenza non risiedono
      nella laurea conseguita.Pienamente d'accordo :)E, tanto che ci siamo, diciamo basta anche ai professionisti grafomani frustrati pagati come bidelli... c'è il libero mercato sapete? Se il vostro posto di lavoro non vi soddisfa... cambiatelo! nel 90% dei casi è solo una questione di volontà :)Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
        Bravo orso, però adesso basta spara' cazzate eh?I posti dillavoro che dici si trovano non sul mercato, ma AL mercato
        • Anonimo scrive:
          Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
          - Scritto da: Dott. Ing. Monnezza
          Bravo orso, però adesso basta spara' cazzate
          eh?
          I posti dillavoro che dici si trovano non
          sul mercato, ma AL mercatoBravo Monnezza però adesso basta sparà cazzate, torna pure nella monnezza.Io lavoro in un posto simile da 5 anni.I requisiti erano MENO di quelli.Io ho QUEI requisiti.Teniamo botta; quindi meno seghe e più umiltà.Mi guadagno la pagnotta dando quello che mi viene richiesto e non ha nulla a che fare con un foro ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
      - Scritto da: Orso
      Il titolo è una provocazione.... non è
      necessaria una laurea in scenze politiche
      per far 2 fotocopie e mettere in rete 2 PC.
      Evviva che qualcuno se ne sia accorto e
      vaff... a chi si rifiuta di capire che
      l'intelligenza e la conoscenza non risiedono
      nella laurea conseguita.Hai pienamente ragione. Te lo dice uno laureato in informatica. Dopo la laurea sono cretino esattamente quanto prima. A scuola ti insegnano tante cose, ma se non ti siedi per conto tuo davanti al PC, la rete non imparerai mai a farla.YKK
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerco smanettone per lavare i piedi all'ing.
        - Scritto da: YKK
        - Scritto da: Orso

        Il titolo è una provocazione.... non è

        necessaria una laurea in scenze politiche

        per far 2 fotocopie e mettere in rete 2
        PC.

        Evviva che qualcuno se ne sia accorto e

        vaff... a chi si rifiuta di capire che

        l'intelligenza e la conoscenza non
        risiedono

        nella laurea conseguita.

        Hai pienamente ragione. Te lo dice uno
        laureato in informatica. Dopo la laurea sono
        cretino esattamente quanto prima. A scuola
        ti insegnano tante cose, ma se non ti siedi
        per conto tuo davanti al PC, la rete non
        imparerai mai a farla.

        YKKe tu sei un laureato ma va aciappa i rattla laurea ti serve non per conoscere come si configura na rete di due pc, ma quello che c'è dietro, ISO/OSI, le differenze tra una rete a bus e una token ring ecc.... la pratica la devi sviluppare dopo, la teoria ti serve per emergere dalla massa di smanettoni che infettano questo lavoro, ma se ciò non lo hai capito e perche sei un pirlotta
        • Anonimo scrive:
          Re: Cerco smanettone per lavare i piedi all'ing.
          Che ci siano Laureati incapaci è vero quanto lo è che ce ne sono di diplomati altrettanto incapaci, il titolo di studio data la modalità di studio è relativo! quello che conta è la professionalità della persona inoltre se ha una laurea tanto meglio.Quindi non generalizziamo ! Io prima di essere laureato in ingengeria informatica e aver lavorato 3 anni in universita e aziende al nord Eu! sono uno smanettone da 16 anni ! Poi c' e' da dire che ci sono lauree e lauree ! secchioni e smanettoni, idioti e capaci e quanto piu' ne vuoi piu' ne metti. Quindi una serie di fattori vanno presi in considerazione! Ma la laurea nel settoreingengeristico è pur sempre un merito in più!
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc

        Hai pienamente ragione. Te lo dice uno
        laureato in informatica. Dopo la laurea sono
        cretino esattamente quanto prima. A scuola
        ti insegnano tante cose, ma se non ti siedi
        per conto tuo davanti al PC, la rete non
        imparerai mai a farla.Da qui si capisce la differenza tra una laurea in informatica ed una in ingegneria informatica.L'espressione "saper gestire una rete" è molto generico ed include anche aspetti dell'hardware e della trasmissione dati che non vengono trattati in un corso di informatica. Ad ingegneria elettronica/informatica sono invece le conoscenze di base assieme ad un minimo di programmazione di protocolli.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
          - Scritto da: huels


          Hai pienamente ragione. Te lo dice uno

          laureato in informatica. Dopo la laurea
          sono

          cretino esattamente quanto prima. A scuola

          ti insegnano tante cose, ma se non ti
          siedi

          per conto tuo davanti al PC, la rete non

          imparerai mai a farla.

          Da qui si capisce la differenza tra una
          laurea in informatica ed una in ingegneria
          informatica.
          L'espressione "saper gestire una rete" è
          molto generico ed include anche aspetti
          dell'hardware e della trasmissione dati che
          non vengono trattati in un corso di
          informatica. Ad ingegneria
          elettronica/informatica sono invece le
          conoscenze di base assieme ad un minimo di
          programmazione di protocolli.Bè. In effetti si vede la diferenza... Per gestire una rete basta una tastiera. Poi ci sono gli elettricisti (aka ingegneri informatici) ad attaccare le prese.In effetti è come un ingegnere edile con i muratori, solo che gli ingegneri informatici fanno la parte dei muratori, e gli informatici fanno gli ingegneri. E' la vita!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
      - Scritto da: Orso
      Il titolo è una provocazione.... non è
      necessaria una laurea in scenze politiche
      per far 2 fotocopie e mettere in rete 2 PC.Dipende. Se su quei due pc risiedono dati riservati la gestione della rete va ben al di la' della semplice connessione fisica. E queste considerazioni, ammettiamolo, le sa fare solo chi ha seguito un serio percorso formativo, universitario o meno. L'equazione "so collegare in rete 2 pc tra loro = so fare l'amministratore di rete" e' FALSA e, per certi aspetti, PERICOLOSA.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
        Così come è falso che qualcuno lo sappia fare veramente solo perché ha un certificato dove c'è scritto che lo sa fare.Io non faccio lavorare sulla mia rete nessuno se non ho prima valutato le sue conoscenze e le sue capacità indipendentemente da tutte le certificazioni possibili che può avere.Anche perché ci sono caratteristiche indispensabili quali la meticolosità che nessuna certificazione attesta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerco Dott. Ing. per fotocopie e rete 5 pc
        - Scritto da: xy(cut)
        Dipende. Se su quei due pc risiedono dati
        riservati la gestione della rete va ben al
        di la' della semplice connessione fisica. E
        queste considerazioni, ammettiamolo, le sa
        fare solo chi ha seguito un serio percorso
        formativo, universitario o meno. (cut)Il mio percorso formativo me lo sono fatto sulla pellaccia.Non ho ancora trent'anni e non ho che la licenza media, proprio come quel tizio del concorso (anzi, quasi quasi ... si fa in tempo?)E quelle considerazioni le ho fatte da me.I dati risiedono in un sistema inattaccabile a cui i pc accedono solo per emulazione e questo da prima che arrivassi, dal 1980Il responsabile di prima non sapeva certo come mettere su la rete di PC, io si.Assieme facciamo il nostro lavoro.Io rispondo a quanto richiesto.Se un hacker decidesse di sfondarci , ce la farebbe, ma non arriverebbe a un beneamato dato "sensibile".Quello che si richiede nel brano citato dall'articolo NON è un amministratore di rete e si capisce perfettamente.
  • Anonimo scrive:
    Questo dev'essere uno scherzo!
    Dio mio. Non può essere che un giornalista non capisca la differenza fra il requisito "essere in possesso del titolo di scuola media inferiore" più alcune capacità aggiuntive, e "insegnare quelle cose nella scuola media".Guardate che non sta scritto da nessuna parte nel bando di concorso che si insegna il tcp o il dos alle scuole medie, o che lo si debba fare.Diciamo, per fare un esempio anche alla portata di un giornalista (persona notoriamente di grande intelligenza), che si fa un concorso, per un posto di autista d'autobus turistico in olanda. Si richiede la patente per gli autobus, la licenza di scuola media e la conoscenza dell'olandese. Domanda al giornalista di questo articolo: l'olandese dove lo insegnano alla scuola media o al corso di scuola guida?Tanto per concludere, faccio notare che nonostante sui pc della redazione ci sia ormai xp, msdos è ancora in uso in una caterva di sistemi basati su processori 386/486, e che spesso questi sistemi vengono collegati in rete.In definitiva, so che cancellerete questo post (e infatti me lo taglioincollo così lo riposto), ma io al posto vostro cancellerei l'articolo che ci fate una figura migliore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo dev'essere uno scherzo!
      uhmmm scusa ma dove sta scritto ke sto tizio deve insegnare :? ho letto l'articolo 2 volte ma non vedo da nessuna parte ke ci sia scritto ke sto tizio con la 3° media deve insegnare il TCP o il dos o unix o reti neurali o come costruire palafitte utilizzando scatole del mulino bianco vuote.Mi pasti il pezzo in cui c'è scritto :?Al contrario da quello ke capisco, vorrei sapere dove il giornalista vede ke quelle competenze vengono insegnate nella scuola media :PP Uno puo' impararle anche per i cavoli suoi certe cose no ? :)E' come dire che ad un geometra viene richiesta la conoscenza della lingua olandese e la patente per autobus. Mica gli insegnano ad andare via in autobus cantanto l'inno olandese a scuola no?Buona giornata a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo dev'essere uno scherzo!
      - Scritto da: Per la redazione
      Dio mio. Non può essere che un giornalista
      non capisca la differenza fra il requisito
      "essere in possesso del titolo di scuola
      media inferiore" più alcune capacità
      aggiuntive, e "insegnare quelle cose nella
      scuola media".Dio mio. Non puo' essere che un lettore non sappia leggere un articolo cosi' semplice.Ma dove diavolo hai letto quelle stupidaggini che dici ci siano scritte nell'articolo?Mah!PerplessMan
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo dev'essere uno scherzo!
        non ti sforzare a cercare capacita' intellettive nell'autore del primo sciagurato post in oggetto, perderesti il tuo tempo.Non e' in grado di capire che il giornalista puntava il dito sul fatto che una persona con la licenza media non abbia modo di avere quelle conoscenze se non acquisendole al di fuori della scuola dell'obbligo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo dev'essere uno scherzo!
          - Scritto da: vattamagnanacosa
          non ti sforzare a cercare capacita'
          intellettive nell'autore del primo
          sciagurato post in oggetto, perderesti il
          tuo tempo.
          Non e' in grado di capire che il giornalista
          puntava il dito sul fatto che una persona
          con la licenza media non abbia modo di avere
          quelle conoscenze se non acquisendole al di
          fuori della scuola dell'obbligo.
          si perche alle scuole medie c'è il tempo oltre ad insegnare quello che viene fatto ora, anche conoscenze informatiche, guarda già gli studenti non capiscono niente ora figurati se ci metti nel piano degli studi pure l'informatica
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo dev'essere uno scherzo!
      lo scherzo credo sia quello che hai scritto tu....a me pare così lampante e chiaro l'articolo in oggetto che le tue lucubrazioni mentali mi hanno davvero incuriosito... nel senso che non riesco a capire in quale modo la tua logica ti abbia portato a una tale osservazione.... probabilmente hai anche tu un cugino, con la terza media ma, per l'appunto, con un'esperienza maturata in ambito lavorativo nella florovivaistica o in astrofica e calcolo differenziale, per il quale, a costi ridicoli, è stato "riservato" un posto in comune....viva i ministeri!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo dev'essere uno scherzo!
      - Scritto da: Per la redazione
      Dio mio. Non può essere che un giornalista
      non capisca la differenza fra il requisito
      "essere in possesso del titolo di scuola
      media inferiore" più alcune capacità
      aggiuntive, e "insegnare quelle cose nella
      scuola media".

      Guardate che non sta scritto da nessuna
      parte nel bando di concorso che si insegna
      il tcp o il dos alle scuole medie, o che lo
      si debba fare.Sì però non è giusto retribuire una persona con quelle competenze, chiamato a fare un certo lavoro qualificato (anzi più che qualificato), alla pari di un usciere od un pulisci cessi.Almeno nel settore pubblico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo dev'essere uno scherzo!
        - Scritto da: kapotech(cut)

        Guardate che non sta scritto da nessuna

        parte nel bando di concorso che si insegna

        il tcp o il dos alle scuole medie, o che
        lo

        si debba fare.

        Sì però non è giusto retribuire una persona
        con quelle competenze, chiamato a fare un
        certo lavoro qualificato (anzi più che
        qualificato), alla pari di un usciere od un
        pulisci cessi.
        Almeno nel settore pubblico.ma che stai a di???c'era scritto quanto gli davano?no.e comunque, fosse anche scritto, leggi i requisiti: vogliono un ITALIANO e vogliono uno che "si arrangi con i computer".E' scritto da chi non ne sa molto, ma si capisce chiarissimamente. Avete poco a che fare con chi da' i lavori e si vede ... non sanno certo parlar forbito.Però hanno loro i dané. :)E guardacaso, loro ci tengono a scrivere le loro corbellerie, per qualche strano motivo gli interessa della tecnologia che noi/voi sappiamo usare e toh - botta di culo, c'è qualcuno che ti PAGA per fare qualcosa che normalmente fai a casa tua per i cavoli tuoi.Perché l'annuncio mica chiede cose pazzesche.Scommetto che se ti presenti e non sai un cazzo di Unix becchi il lavoro.MS DOS ... che paura! Qualsiasi Win ha la consolle, quindi se ci sai smanettare dentro, ci lavori.eddaiiiiiiiiiii
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo dev'essere uno scherzo!
        - Scritto da: kapotech

        Sì però non è giusto retribuire una persona
        con quelle competenze, chiamato a fare un
        certo lavoro qualificato (anzi più che
        qualificato), alla pari di un usciere od un
        pulisci cessi.
        Almeno nel settore pubblico.Io non so come funzioni ora, ma un po' di tempo fa le ditte offrivano ai laureati in informatica il contratto dei metalmeccanici (qualche anno addietro stimabile come primo stipendio in circa 1.550.000 al mese); non credo in effetti che fosse proprio molto diverso da quello di un bidello ...E comunque, leggendo il bando vedo che le mansioni offerte sono:" ... per svolgere attivita' di supporto tecnico-amministrativo ...", quindi lo stipendio equivale a quello di un qualsiasi operatore tecnico che lavori presso enti pubblici della ricerca italiana.Forse sono un po' ingenua ma mi sembra che il soggetto non meriti il polverone che si sta facendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo dev'essere uno scherzo!
      Il senso dell'articolo mi sembrava chiaro ma se qualunque critica viene letta come un attacco personale al vostro adorato presidente, tenete presente che non tutti siamo così affascinati da lui. Le cose in questo paese, non so se ve ne siete accorti, continuano ad andare esattamente come prima anche da quando c'è B. al governo ed è inutile negarlo, STRONZI.Anni fa lessi un annuncio di lavoro dove cercavano laureati (ingegneria, matematica, statistica ecc.) - età max. 30 anni - almeno 3 anni di esperienza il tutto per una posizione di operatore di CED.Mancave nell'annuncio solo la richiesta di disponibilita a pigliarlo nel culo!Un po' come il famoso bando di concorso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo dev'essere uno scherzo!
        - Scritto da: Er Monnezza(cut)
        inutile negarlo, STRONZI.hey quali stupende argomentazioni! :)bravo!il tuo presidente chié? Kiappo Budiuli?
        Anni fa lessi un annuncio di lavoro dove
        cercavano laureati (ingegneria, matematica,
        statistica ecc.) - età max. 30 anni - almeno
        3 anni di esperienza il tutto per una
        posizione di operatore di CED.
        Mancave nell'annuncio solo la richiesta di
        disponibilita a pigliarlo nel culo!
        Un po' come il famoso bando di concorso.Ho almeno 3 amici (senza starci a pensare e trovarne sicuramente altri nel giro di 30 minuti) che corrispondono ai requisiti.Dunque?
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo dev'essere uno scherzo!
      bhe non dimentichiamo che il 90% dei siti privati di maggior successo nel panorama italiano sono nati da esperienze autodidatte quando le multinazionali/superaziende(sopratutto quelle italiane ..... il tg5 ha aperto 2 anni fa il suo sito ..... potevano aspettare una qualche decina di anni ancora... e addiritura si vantavano di avere avuto 100.000 pagine visualizzate il primo giorno dopo una campagna pubblicitaria mastodontica) erano ancora a "capisci internet??"e tutte queste persone quello che hanno imparato non lo hanno sicuramente appreso con una maturità tecnica specifica ....... semplicemente perchè allora non esisteva nessun indirizzo specifico nel campo informatico se non in ambito universitario ......penso proprio che Valenti ideatore dal 1995 di quello che ora è html.it riderebbe di gusto sulle tue parole
Chiudi i commenti