Wombo Me, la nuova app AI per creare avatar realistici da selfie

Wombo Me, la nuova app AI per creare avatar realistici da selfie

Wombo Me è un'app che permette di creare avatar realistici a partire da un selfie. È possibile scegliere tra diverse opzioni di personalizzazione.
Wombo Me, la nuova app AI per creare avatar realistici da selfie
Wombo Me è un'app che permette di creare avatar realistici a partire da un selfie. È possibile scegliere tra diverse opzioni di personalizzazione.

Wombo, la società che ha lanciato l’app virale Dream by Wombo, il generatore di arte AI, ha presentato una nuova app basata sull’intelligenza artificiale, chiamata Wombo Me. Si tratta di un’app per avatar AI che permette di trasformare una semplice foto in diversi avatar realistici.

Il CEO di Wombo Ben-Zion Benkhin ha dichiarato a TechCrunch che, a differenza di altre app per avatar basate sull’intelligenza artificiale, come Lensa AI, che richiedono l’invio di più foto e lunghi tempi di elaborazione, Wombo Me genera le immagini in pochi istanti.

Come funziona Wombo Me

Wombo Me non ha solo una funzione pratica, ma anche ludica. Nella descrizione dell’app si legge che si possono condividere gli avatar con gli amici e sui social media, e usarli anche come immagini di profilo su piattaforme come LinkedIn e Tinder per mostrare sia la propria professionalità che la propria personalità.

L’app permette anche di sperimentare le sembianze di celebrità, personaggi del cinema o supereroi con un semplice tocco. Si possono anche cambiare colore dei capelli, stile o trucco, tra le altre cose. Si può anche cambiare genere o immaginarsi come un personaggio incantato.

Parshant Loungani, responsabile AI di Wombo, ha illustrato a TechCrunch come funziona l’app. Ha detto che, dopo aver installato l’app, si viene invitati a scattare un selfie e a inviarlo all’app. Poi, l’app mostra 10 immagini di se stessi in realtà alternative uniche, che si possono vedere scorrendo il dito a destra o a sinistra, come si farebbe su Tinder. È possibile anche esprimere un apprezzamento e salvare le immagini preferite. Loungani ha aggiunto che l’app usa il feedback degli utenti per migliorare l’identità dell’utente e le immagini che genera, in modo da capire le sue preferenze e aggiornarle la volta successiva.

Dopo aver scelto le immagini preferite, si può accedere a un catalogo o cinque-dieci diversi pacchetti di avatar che includono immagini di se stessi in headshot tipo LinkedIn, immagini instagrammabili, personaggi incantati, personaggi dei cartoni animati, personaggi meme e altro ancora. Alcuni pacchetti di avatar sono gratuiti, mentre altri hanno un costo che varia da 2,99 a 7,99 dollari.

Quali sono i vantaggi di Wombo Me

Benkhin sostiene che Wombo Me fornisce immagini di alta qualità che sono paragonabili o addirittura migliori di quelle disponibili sul mercato. Inoltre, ritiene che, poiché il risultato è prodotto da una sola immagine in modo quasi istantaneo, l’app offre agli utenti facilità d’uso e accessibilità.

Inoltre, mentre altre app simili hanno una vita breve, l’azienda ha in mente un piano più ambizioso e a lungo termine per Wombo Me, in cui la capacità di generare contenuti di un utente da un singolo selfie viene collegata a un’esperienza di piattaforma più ricca. Ad esempio, se un intero gruppo di amici è iscritto all’app e l’app ha imparato a conoscere l’aspetto di ciascuno, ha la possibilità di generare immagini che li ritraggono insieme.

Il futuro di Wombo Me

Loungani ha aggiunto che in futuro agli utenti dell’app potrebbe essere chiesto di fornire un clip vocale di 10-20 secondi insieme a un video in cui muovono la testa in un certo modo, per creare una loro identità multimodale. L’identità potrebbe poi essere utilizzata per generare contenuti come video di ballo o interazioni con altri avatar.

Wombo Me è disponibile da oggi in tutto il mondo su iOS e Android. La nuova app ha un bel da fare, visto che il suo predecessore Dream by Wombo ha avuto un successo virale ed è stato nominato da Google “Migliore App” negli Stati Uniti l’anno scorso.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 dic 2023
Link copiato negli appunti