WSIS nel paese dove si muore

Muore in Tunisia un blogger che aveva passato 18 mesi d?inferno dietro le sbarre per aver osato criticare il regime. E Tunisi ospiterà il Summit ONU sulla Società dell'Informazione

Tunisi – “È con un senso di shock e profonda tristezza che abbiamo saputo della morte di Zouhair Yahyaoui, un vero combattente per i diritti umani e la libertà di espressione” . Questo il messaggio di commiato che si legge da qualche ora sul sito dell’organizzazione giornalistica Index on Censorship , tra quelle che sono state più vicine al 36enne blogger tunisino morto tre giorni fa per un infarto.

A piangere la sua morte sono in tanti in queste ore, basta dare un’occhiata ai link pubblicati dai suoi amici sul suo sito, TuneZine.com , quello stesso sito dal quale Zouhair aveva lanciato la sua sfida per la libertà che lo ha condotto in carcere il 4 giugno del 2002 per uscirne soltanto, come ricorderanno i lettori di PI, un anno e mezzo dopo .

Zouhair (nella foto) a detta di tutti coloro che l’hanno conosciuto e che in queste ore lo stanno ricordando per le sue idee e per la crudele repressione subita dal Governo di Tunisi era diventato un esempio per molti: un’ispirazione lo aveva guidato fino a Ginevra, dove ad un summit delle Nazioni Unite era riuscito a ritagliarsi uno spazio per parlare della severa censura attuata dalle autorità tunisine.

Il blogger tunisino Zouhair La scomparsa di Zouhair solleva molte polemiche, anche perché molti l’attribuiscono al durissimo trattamento cui è stato soggetto in prigione dove, torturato, malmenato e isolato, era stato costretto ad attuare uno sciopero della fame nel tentativo di far cessare quell’odiosa situazione.

Mentre sullo stesso Tunezine.com in queste ore si accumulano le lettere di addio degli amici e dei compagni, della sua morte parlano con durezza giornali di primo piano come LeFigaro o LeMonde ; Reporters sans frontieres ha dichiarato come “questo giovane uomo sia stato un attivista coraggioso e un risoluto difensore della libertà di espressione nel proprio paese. Ha sempre combattuto per il diritto di informare liberamente i propri concittadini. Neppure la prigione era riuscito a zittirlo”. “Zouhair – continua una nota diffusa dall’organizzazione internazionale dei giornalisti – è riuscito ad aprire una breccia nella Internet controllata da vicino dal governo tunisino. I suoi sforzi non sono stati vani ed ora tocca a noi continuare a combattere”.

L’accaduto pone evidentemente in una luce ancor più oscura e inquietante il governo di Tunisi, lo stesso che non solo continua a tenere in carcere una serie di “dissidenti” ma che a novembre ospiterà la seconda sessione del Summit internazionale dell’ONU sulla Società dell’informazione WSIS ; un onore, è proprio il caso di dirlo, conquistato sul campo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma non c'è già il whois?
    Ma il proprietario del dominio non risponde già in prima persona?Se lo subaffitta, sarà sua cura sapere a chi, e comunicarlo, altrimenti ci va di mezzo lui... no?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non c'è già il whois?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma il proprietario del dominio non risponde già
      in prima persona?
      Se lo subaffitta, sarà sua cura sapere a chi, e
      comunicarlo, altrimenti ci va di mezzo lui... no?SOlo se è illegale puoi obbligare qualcuno a fare o dire qualcosa.Altrimenti io lo subaffitto e sono cavoli miei. No?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non c'è già il whois?
        - Scritto da: Anonimo

        SOlo se è illegale puoi obbligare qualcuno a fare
        o dire qualcosa.
        Altrimenti io lo subaffitto e sono cavoli miei.
        No?Certo, ma comunque sia c'è un referente alla porta del quale andare a bussare...certo, ci sono i prestanome, le truffe, ecc.. ma come dappertutto... non credo sia necessaria una legge ad hoc..
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non c'è già il whois?
      Concordo al 100%Nel whois del mio dominio dice perfino il numero di telefono, indirizzo etc etc.... Ho chiesto al provider se è possibile almeno togliere il tel. e mi hanno risposto assolutamente di no perchè è richiesto per legge! (alla faccia della privacy...)Poi a volte sono andato a vedere i dati di altri siti di privati e vien fuori che son registrati al provider e non al privato, ma come è possibile???Comunque, piuttosto dell'impunità data dall'nonimato, preferisco vedere lì tutti i dati... perfino i miei! ;)ciaoGiuseppe
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non c'è già il whois?

        assolutamente di no perchè è richiesto per legge!
        (alla faccia della privacy...)privacy è DIVERSO da anonimato
        Poi a volte sono andato a vedere i dati di altri
        siti di privati e vien fuori che son registrati
        al provider e non al privato, ma come è
        possibile???privato stupido..
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non c'è già il whois?

        Poi a volte sono andato a vedere i dati di altri
        siti di privati e vien fuori che son registrati
        al provider e non al privato, ma come è
        possibile???Il provider è un po' truffaldino e non ha spiegato al cliente che il prezzo è basso ma il sito non gli appartiene veramente. In una sola parola: FREGATURA.
  • Anonimo scrive:
    Ah ecco...
    ...in effetti ci mancava solo questa. Che bella giornata che è questa per la libertà su Internet...Ma questa banda di NAZISTI che passano sotto il nome di "amministrazione Howard" dove li hanno pescati? Nei filmati storici del 1940?Bye, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: Ah ecco...
      - Scritto da: Segfault
      ...in effetti ci mancava solo questa. Che bella
      giornata che è questa per la libertà su
      Internet...
      Ma questa banda di NAZISTI che passano sotto il
      nome di "amministrazione Howard" dove li hanno
      pescati? Nei filmati storici del 1940?

      Bye,
      Luca1948
    • Anonimo scrive:
      Re: Ah ecco...
      - Scritto da: Segfault
      ...in effetti ci mancava solo questa. Che bella
      giornata che è questa per la libertà su
      Internet...giàpensavo la stessa cosa ...e il bello è che pare che vada tutto benissimoè che noi stiamo qui a tichettare sui tastini ... mentre ci sono paesi grandi come il brasile dove ci sono squadre della morte e prostituzione infantile tollerate come qui uno scippoe intanto leggi ed esecutori si accaniscono "con successo" su cosa? Pirateria di contenuti multimediali.Ditelo a chi viene picchiato, torturato, imprigionato ... guardatelo negli occhi e ditegli "le nostre energie si sono focalizzate sulla legalità, ovunque dovesse essere raggiunta"
    • Anonimo scrive:
      Re: Ah ecco...
      iL GOVERNO AUSTRALIANO MI FA VOMITARE, SONO UNA MSSA DI NEO NAZISTI FIRMATOANONIMO
      • madvero scrive:
        Re: Ah ecco...
        IL GOVERNO AUSTRALIANO MI FA VOMITARE, SONO UNA MASSA DI NEO NAZISTI firmatoMADVERO(in teoria un nick è anonimo, ma avendo un sito con lo stesso nome, basta cercare su WHOIS... non ce l'hanno, il whois, in australia?)
  • Anonimo scrive:
    ncis
    nell'ultimo episodio parlavano della milizia e uno diceva quando un agente governativo ti sparera perche non gli piace il tuo umorismo, dopo che sono stati cancellati i tuoi diritti, ricordati di noicome diceva una scrittice americana troppo tardi per lavorare col governo, troppo presto per spararglicomunque niente di nuovo sotto il solebusiness as usual quindi
    • Anonimo scrive:
      Re: ncis
      - Scritto da: Anonimo
      nell'ultimo episodio parlavano della milizia e
      uno diceva quando un agente governativo ti
      sparera perche non gli piace il tuo umorismo,
      dopo che sono stati cancellati i tuoi diritti,
      ricordati di noiAnarchico sovversivo. Non hai capito il significato della presenza della milizia in quella puntata. Una banda di esaltati che compra armi rubate, spara alle forze dell'ordine.Pazzi terroristi che mettono in pericolo l'ordine e la stabilità del paese. Che violano la legge. Che si preparano ad attentati.Questo è il messaggio. Ci sono terroristi anche in mezzo a noi. Dobbiamo difenderci. Per salvare le nostre vite dobbiamo scoprirli e farli parlare. La tortura è un ottimo mezzo per salvare vite (JAG, tre settimane fa, tortura ammessa in tribunale, oppositori sbeffeggiati e presentati come deboli idealisti che non capiscono il mondo).Hai mai visto una puntata di qualsiasi cosa costruita intorno a teorie diverse?Per esempio, una puntata costruita intorno all'affermazione, contenuta nel rapporto ufficiale della Croce Rossa (ICRC) del Febbraio 2004, che dice testualmente (pag 8):"7. Certain CF military intelligence officers told the ICRC that in their estimate between 70% and 90% of the persons deprived of their liberty in Iraq had been arrested by mistake. They also attributed the brutality of some arrests to the lack of proper supervision of battle group units."Tra il 70 e il 90% degli arrestati (poi torturati?) in Iraq sono un errore! E poi si stupiscono dell'escalation di attentati. Se mi torturano un figlio, o un padre, o un amico innocente cosa credono, che stia a guardare? Ma al di la' del fatto in se, hai mai visto una puntata trattare l'argomento? Io credo che sarebbe un bell'argomento, ci uscirebbe una sceneggiatura fantastica per una puntata di JAG o di NCIS. Perchè questo no?Quasi tutti quì siamo consapevoli delle vere ragioni della stretta su internet. Non è allineata, non presenta le cose come devono essere. Come dovranno diventare. Non educa. Aiuta solo a pensare, a essere critici. Riduce l'efficacia della propaganda e della privazione sensoriale (se vedo solo quello che vogliono loro, anche se ho valori diversi, finirò per fare quello che vogliono).Siamo consapevoli che la stretta sul copyright (fantastica la descrizione del libro di Lessig, www.free-culture.org/get-it) serve ad impedire la diffusione delle notizie (come faccio a criticare il bassetto quasi pelato, se devo chiedere il suo permesso per citare le sue parole, protette dal copyright?)E' tutto collegato. Pedofilia, P2P, diffamazione: sono solo strumenti. E' tutta una guerra per toglierci la libertà. Quella vera. Di parlare. Di pensare. Di vivere a modo nostro. Di godere dei frutti del nostro lavoro. E i Clarinetti la fuori stanno facendo un ottimo lavoro con la vernice sul muro della fattoria.
      • citrullo scrive:
        Re: ncis
        Secondo me una soluzione sarebbe di accelerare il processo e diventare tutti mezzi autistici. Ridurci a comprare solo l'indispensabile (i.e. il cibo e i vestiti) e niente altro. Costringerci a fare una vita opposta a quella che vorrebbero le multinazionali e i governi. Magari non per sempre ma per un periodo ragionevolmente lungo magari solo un anno. Certi monopoli crollerebbero perchè basati sulla vendita. Il problema grosso è che siamo tutti parte di un ingranaggio e una cosa simile lascerebbe senza lavoro tutti, anche i promotori di una simile iniziativa.Di conseguenza, la vedo dura opporsi. :'-(Ehm, salve. Questo è il mio primo post da utente registrato. :-$==================================Modificato dall'autore il 17/03/2005 20.59.06
        • Anonimo scrive:
          Re: ncis

          Secondo me una soluzione sarebbe di accelerare il
          processo e diventare tutti mezzi autistici.
          Ridurci a comprare solo l'indispensabile (i.e. il
          cibo e i vestiti) e niente altro. Costringerci a
          fare una vita opposta a quella che vorrebbero le
          multinazionali e i governi. Magari non per
          sempre ma per un periodo ragionevolmente lungo
          magari solo un anno. Certi monopoli
          crollerebbero perchè basati sulla vendita. Il
          problema grosso è che siamo tutti parte di un
          ingranaggio e una cosa simile lascerebbe senza
          lavoro tutti, anche i promotori di una simile
          iniziativa.
          Di conseguenza, la vedo dura opporsi. :'-(e solo questione di mezzi, loro ne hanno d+ tutto qui ;)
          Ehm, salve. Questo è il mio primo post da utente
          registrato. :-$non sei piu anonimo quindi ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: ncis

        Anarchico sovversivo.io sono per boicottare il sistema, perche tanto non riesci a cambiarlo da solo, ne esaltandoti inutilmente con altra gente ubriaca sprecando fiato quindisolo la massa puo fare una rivoluzione ed e questo il punto di forza e di debolezza del sistema quindie c'e un film molto bello sull'argomento, tedesco, il titolo in italiano e cosa fare in caso d'incendio ;)
        Non hai capito il
        significato della presenza della milizia in
        quella puntata. Una banda di esaltati che compra
        armi rubate, spara alle forze dell'ordine.io il significato l'ho capito e non era semplicemente questochissa forse io vedo cose e significati che non esistonomolto spesso i dettagli sfuggono a chi none abituato a cercarli (per fortuna)un po come in csi ;)
        Questo è il messaggio. Ci sono terroristi anche
        in mezzo a noi. Dobbiamo difenderci. Per salvare
        le nostre vite dobbiamo scoprirli e farli
        parlare.chi e esaltato quindi ?????per me questi sono esaltati sullo stesso livello degli altri
        La tortura è un ottimo mezzo per salvare
        vite (JAG, tre settimane fa, tortura ammessa in
        tribunale, oppositori sbeffeggiati e presentati
        come deboli idealisti che non capiscono il
        mondo).la tortura e inutile, tempo ed energie sprecata per far crollare fisicamente o psichicamente un soggettose lo vuoi torturare lo devi solo buttare da un aereo nella foresta amazonicasi deve dire semplicemente hai due possibilita, non ho tempo da perdere, o collabori con me o ti uccido perche in caso contrario non sei di alcuna utilitasei il mio prigionero e posso fare quello che vogliotutto quila tortura e semplicemente una cosa per ESALTATIDIO quanto questo mondo e quasi completamente inutile nella sua esistenza
        Hai mai visto una puntata di qualsiasi cosa
        costruita intorno a teorie diverse?si a volte qualche puntata salta la solita censura e riesce persino ad essere interessante, non parlo solo di questo telefilm quindila cosa piu importante che non viene mai detta e non e la risposta che conta, ma farsi la domanda
        Per esempio, una puntata costruita intorno
        all'affermazione, contenuta nel rapporto
        ufficiale della Croce Rossa (ICRC) del Febbraio
        2004, che dice testualmente (pag 8):

        "7. Certain CF military intelligence officers
        told the ICRC that in their estimate between 70%
        and 90% of the persons deprived of their liberty
        in Iraq had been arrested by mistake. They also
        attributed the brutality of some arrests to the
        lack of proper supervision of battle group
        units."

        Tra il 70 e il 90% degli arrestati (poi
        torturati?) in Iraq sono un errore! E poi si
        stupiscono dell'escalation di attentati. Se mi
        torturano un figlio, o un padre, o un amico
        innocente cosa credono, che stia a guardare?e se qualche idiota comincia a sparare a me secondo te io cosa dovrei fare ?????dai bello vieni qui e consegnati ?????io gli sparo anzi se lo becco m'evito il disturbo di dover perdere tempo a preocuparme dei suoi dirittie questa la guerra ed e questa la differenza con una societa piu o meno civileresta il fatto che e stata comunque una guerra piu civile di molte altre ed e questa la differenza quindi
        Ma al di la' del fatto in se, hai mai visto una
        puntata trattare l'argomento? Io credo che
        sarebbe un bell'argomento, ci uscirebbe una
        sceneggiatura fantastica per una puntata di JAG o
        di NCIS. Perchè questo no?perche si deve fare propaganda e si pensa che ogni mezzo e giusto per arrivare alla fine quando in realta non e cosi quindiJag un tempo aveva una sua dignita, che ultimamente devo dire sta sprecando inutilmente quindi
        Quasi tutti quì siamo consapevoli delle vere
        ragioni della stretta su internet. Non è
        allineata, non presenta le cose come devono
        essere. Come dovranno diventare. Non educa. Aiuta
        solo a pensare, a essere critici. Riduce
        l'efficacia della propaganda e della privazione
        sensoriale (se vedo solo quello che vogliono
        loro, anche se ho valori diversi, finirò per fare
        quello che vogliono).se internet e un fenomeno isolato al massimo lo si controlla, si colpisce uno o due dei simboli, ma ci si limita a questo, quando diventa un fenomeno di massa bhe quello che di dicevo prima la massa e il punto di forza e di debolezza del sistema quindi
        Siamo consapevoli che la stretta sul copyright
        (fantastica la descrizione del libro di Lessig,
        www.free-culture.org/get-it) serve ad impedire la
        diffusione delle notizie (come faccio a criticare
        il bassetto quasi pelato, se devo chiedere il suo
        permesso per citare le sue parole, protette dal
        copyright?)e su un po di fantasia ;)
        E' tutto collegato. Pedofilia, P2P, diffamazione:
        sono solo strumenti. E' tutta una guerra per
        toglierci la libertà. Quella vera. Di parlare. Di
        pensare. Di vivere a modo nostro. Di godere dei
        frutti del nostro lavoro. E i Clarinetti la fuori
        stanno facendo un ottimo lavoro con la vernice
        sul muro della fattoria. sono solo strumenti che possono essere utilizzati contro di te nella guerra (prima si costruisce lo strumento poi s'inizia la guerra)solo che per adesso siamo solo a schermaglie la vera guerra non e ancora inziataal massimo ci si lanciano le pietre da una postazione ad altra e si fa tanto chiasso (giochi da bambini dementi)quindi
        • Anonimo scrive:
          Re: ncis

          io sono per boicottare il sistemae devo dire che vedere la gente impazzire e molto piu divertente che farla soffrire e ti da una soddisfazione diversa quindi ;)
  • TPK scrive:
    Non passa giorno
    che in Australia inventino qualche nuova legge del c....
    • shevathas scrive:
      Re: Non passa giorno
      - Scritto da: TPK
      che in Australia inventino qualche nuova legge
      del c....straquoto, sono pazzi questi australiani...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non passa giorno
        Che sia perchè è pieno di italiani lì emigrati una cinquantina d'anni fa abbondanti?
        • shevathas scrive:
          Re: Non passa giorno
          - Scritto da: Anonimo
          Che sia perchè è pieno di italiani lì emigrati
          una cinquantina d'anni fa abbondanti?naaa...se ste cose le facessero gli emigrati italiani si sarebbero tirati fuori una legge che permette di scrivere su internet solo a chi è iscritto all'albo degli scrittori multimediali, invia il backup del sito alla bilbioteca nazionale non appena corregge la data e deve applicare sul mezzo 18 bollini diversi
        • TPK scrive:
          Re: Non passa giorno
          - Scritto da: Anonimo
          Che sia perchè è pieno di italiani lì emigrati
          una cinquantina d'anni fa abbondanti?Possiamo mandargliene altri?Magari non molto alti di statura e con una chioma rada ma che si sta rinfoltendo grazie ai miracoli della chirurgia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non passa giorno
      Sono proprio scemi. Continuando cosi' si arrivera' inevitabilmente a sperare in un Neo che riesca ad aggirare le barriere sempre piu' pesanti della censura, poi quando arrivera' nessuno lo riconoscera' e finira' in croce oppure se miliardario si rifara' la faccia e andra' in crociera ai caraibi...I tecnici non sono mai serviti a niente, ma far fare le leggi a questi ignoranti... quanto stiamo a liberarcene?
    • Sandino scrive:
      Re: Non passa giorno
      - Scritto da: TPK
      che in Australia inventino qualche nuova legge
      del c....http://www.dumblaws.com/laws.php?site=laws&cid=9
Chiudi i commenti