Yahoo! Italia, ritorno al link

La Sezione Specializzata di proprietà intellettuale del Tribunale di Roma revoca l'ordinanza emanata contro il motore in viola. I vertici di PFA Films non avrebbero mai indicato precisi URL legati alle violazioni del film About Elly

Roma – Era da poco iniziata la scorsa primavera quando la Nona Sezione del Tribunale di Roma condannava Yahoo! Italia per non aver applicato adeguate misure di contrasto alla diffusione selvaggia del film iraniano About Elly . Al celebre motore in viola era stato dunque imposto di bloccare ogni collegamento web “ai siti riproducenti in tutto o in parte l’opera diversi dal sito ufficiale del film”.

La Sezione Specializzata di proprietà intellettuale del Tribunale di Roma ha ora scritto una nuova pagina nel delicato caso legale, che avrà certamente un peso nell’altrettanto critico rapporto tra intermediari della Rete e legittimi detentori dei diritti. L’ordinanza diramata nei confronti di Yahoo! Italia è stata dunque revocata, dopo il ricorso in appello presentato dalla stessa divisione tricolore del gigante di Sunnyvale.

I giudici romani hanno così sottolineato come il titolare dei diritti – in questo caso la società di produzione PFA Films – sia di fatto obbligato ad individuare puntualmente i vari indirizzi web legati alle violazioni del diritto d’autore . Dal momento che non è sufficiente “un generico riferimento a talune tipologie di contenuti”. La stessa Yahoo! Italia aveva parlato di richieste generiche di rimozione, senza indicazione di URL precisi.

Secondo principio stabilito nel provvedimento: l’onere probatorio che grava sul titolare dei diritti . In sostanza, toccherebbe al titolare dei diritti il compito di provare non solo la titolarità, ma anche “il carattere abusivo dei singoli atti di messa a disposizione del pubblico di ciascun contenuto di cui chiede la rimozione e/o l’inibitoria alla diffusione o all’accesso”.

C’è di più. Stando alla Sezione Specializzata di proprietà intellettuale, la stessa PFA Films sarebbe titolare “solo di alcuni dei diritti di sfruttamento dell’opera cinematografica About Elly . E solo per alcuni territori, con la conseguenza che tali diritti possono legittimamente essere esercitati da terzi anche attraverso le reti telematiche”.

“Pertanto – continuano i giudici romani – nella indiscriminata moltitudine dei possibili contenuti web riproducenti immagini del film About Elly è necessario distinguere quelli provenienti da soggetti legittimati da quelli abusivi”. Infine, nel bilanciamento dei vari diritti (intermediari, utenti, detentori) dovrà sempre “essere assicurato il rispetto delle esigenze di promozione e tutela della libera circolazione dei servizi della società dell’informazione”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • WOWAddicted scrive:
    ....
    Ma adesso?? Era il migliore ...
  • Mah scrive:
    Miele
    Con questi provvedimenti fanno ingolosire di miele anche a chi il miele dice poco.
    • Ultimo arrivato scrive:
      Re: Miele
      Credo sia lo scopo (unico?) di tali provvedimenti: favorire la diffusione di contenuti proprietari attraverso la pirateria. Ancora un volta "nel bene o nel male l'importante è che se ne parli"
      • Ultimo arrivato scrive:
        Re: Miele
        Mi spiego meglio (ho riletto e il messaggio è ambiguo): diffondere per ingolosire. Ad esempio se non fosse facilmente piratabile chi si filerebbe photo***p e compagnai bella? Esistono programmi gratuiti equivalenti o programmi a pagamento altrettanto validi (c*rel) molto più economici, eppure ad**e è uno standard di fatto.Tutto grazie alla diffusione endemica legata alla "pirateria".E come il sw ci sono altri contenuti proprietari che godono della medesima pubblicità...Bello far ingolosire, vero? ;-)
        • Sgabbio scrive:
          Re: Miele
          Windows ? Office ?Molto pensano che sia un luogo comune, ma non fa mistero che sfruttino tale fonomeno a proprio vantaggio.Comunque bisogna dire che ad adobe la pirateria di photoshop, frega poco, considerando che un privato cittadino, difficilmente può permettersi la costosa licenza di tale software.i software corel si piazzano allo stesso settore ? C'è da dire che Corel a dei software che Adobe non ha.
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Miele
            Vorrei dire... 62.65 di Paint Shop... Eppure è un bel programmino molto semplice da usare.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Miele
            Me lo ricordo... quando era shareware, ce l'avevo su Win 95.Era comodo (mi piaceva molto di più di photoshop). Ho ritrovato, in parte, lo stesso "feeling" in GIMP.
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Miele
            Quando era della Jasc era un programma dedito alla grafica quasi quanto Photoshop, mi ricordo ancora tanti belli effetti :)Solo che da quando ce l'ha Corel, è stato degradato a semplice programma per fotoritocchi.
        • Enry scrive:
          Re: Miele
          - Scritto da: Ultimo arrivato
          Mi spiego meglio (ho riletto e il messaggio è
          ambiguo): diffondere per ingolosire. Ad esempio
          se non fosse facilmente piratabile chi si
          filerebbe photo***p e compagnai bella? Guarda che la disonestà non ha niente a che vedere con la facilità di metterla in pratica. Disonestà rimane. Facile o difficile che sia. E disonesto rimani se la metti in pratica, in entrambi i casi.Esistono
          programmi gratuiti equivalenti o programmi a
          pagamento altrettanto validi (c*rel) molto più
          economici, Appunto, il non disonesto usa quelli gratuiti o li paga.eppure ad**e è uno standard di
          fatto.
          Tutto grazie alla diffusione endemica legata alla
          "pirateria".No, tutto grazie al fatto che viene usato dai professionisti del settore, non alla pirateria.E tutti i bimbiminkia lo vogliono per sentirsi tali per un secondo. Passando sopra alla loro onestà. Perchè sono convinti sia una cosa che non li riguarda. Se no non sarebbero bimbiminkia.
          E come il sw ci sono altri contenuti proprietari
          che godono della medesima
          pubblicità...
          Bello far ingolosire, vero? ;-)Mi sa che tra un po' al massimo ti leccherai solo le dita avanti di questo passo.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Repetita iuvant
    La mia guida:http://tinyurl.com/baiadeipiratihttp://tinyurl.com/nocensuraaggiungete "*btjunkie.org/*" e "*btjunkie.com/*" all'elenco dei modelli di FoxyProxy.
    • nocensura scrive:
      Re: Repetita iuvant
      nocensura.tk
      • nocensura scrive:
        Re: Repetita iuvant
        Ovviamente scaricare illegalmente contenuti protetti dal copyright è illegale. Quindi non fatelo!I siti web che sono stati oscurati contengono però anche moltissimi file perfettamente legali, e quindi moralmente corretto permettere alle persone di accedervi.
        • panda rossa scrive:
          Re: Repetita iuvant
          - Scritto da: nocensura
          Ovviamente scaricare illegalmente contenuti
          protetti dal copyright è illegale. Quindi non
          fatelo!Purtroppo non e' possibile sapere se un contenuto disponibile in rete sia o no protetto da copyright.Vale il principio che quello che si trova in rete sia tutto lecito, visto che l'agcom ha cancellato tutti i contenuti non leciti.
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Repetita iuvant
            Nah, segnaliamo all'AGCom tutto quello che troviamo, anche un disegno. Così impazziranno, gli esploderanno i computer da 10 mila richieste al giorno, e diranno che è stato un fallimento.
          • panda rossa scrive:
            Re: Repetita iuvant
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Nah, segnaliamo all'AGCom tutto quello che
            troviamo, anche un disegno. Così impazziranno,
            gli esploderanno i computer da 10 mila richieste
            al giorno, e diranno che è stato un
            fallimento.Cominciando da italia.it, dal forum dei videotecari, e dai siti governativi. @^
          • Enry scrive:
            Re: Repetita iuvant
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: nocensura

            Ovviamente scaricare illegalmente contenuti

            protetti dal copyright è illegale. Quindi non

            fatelo!

            Purtroppo non e' possibile sapere se un contenuto
            disponibile in rete sia o no protetto da
            copyright.Questo perchè non sai cos'è il copyright. Ma è un problema tuo. Informati.
            Vale il principio che quello che si trova in rete
            sia tutto lecito, A casa tua sarà tutto lecito. E con le cose tue.visto che l'agcom ha cancellato
            tutti i contenuti non
            leciti.
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Repetita iuvant
      E io ccontrobatto dicendo di attivare semplicemente la modalità Turbo di Opera :P
  • Uno a caso scrive:
    Server WEB
    da questa mattina "tutti gli indirizzi IP oggetto del decreto di inibizione non sono più raggiungibili"......con buona pace di tutti quei server web che hanno l'IP condiviso.Sarebbe divertente se un giorno bloccassero: 66.220.158.18 (cylon)(cylon)
    • Streamer scrive:
      Re: Server WEB
      ma con tutti i siti di torrent che esistono al mondo,si mettono a fare gazzarra su uno solo....Btjunkie era una grande risorsa,ma altre l'hanno consegnato alla storia,e al dimenticatoio.
      • Lucadiver scrive:
        Re: Server WEB
        con i proxy si raggiunge...come per TPB p)
      • Guybrush scrive:
        Re: Server WEB
        - Scritto da: Streamer
        ma con tutti i siti di torrent che esistono al
        mondo,si mettono a fare gazzarra su uno
        solo....
        Btjunkie era una grande risorsa,ma altre l'hanno
        consegnato alla storia,e al
        dimenticatoio.BTJ E' una grande risorsa, non capisco perche' ne parli al passato ;-)
        • Streamer scrive:
          Re: Server WEB
          (rotfl)ne parlo al passato perchè per cercare qualcosa che funzioni anche per chi non ne capisce niente(o da smartphone)sto consigliando altri lidi. O)
    • Sgabbio scrive:
      Re: Server WEB
      Qualcuno fece lo stesso ragionamento quando bloccarono ibld.net.
      • Vihai Varlog scrive:
        Re: Server WEB
        - Scritto da: Sgabbio
        Qualcuno fece lo stesso ragionamento quando
        bloccarono
        ibld.net.Già, un sito oscurato perché esercita il diritto di parola e chiedendo di legalizzare qualcosa che in Italia è già legale.
Chiudi i commenti