Yongnuo YN450, una mirrorless con Android

Una fotocamera mirrorless basata su piattaforma Android, compatibile con le ottiche Canon della linea EF: ecco la particolare Yongnuo YN450.

Yongnuo YN450, una mirrorless con Android

Oggigiorno oltre otto smartphone su dieci distribuiti a livello globale si basano sulla piattaforma Android, ma forse non tutti sanno che il sistema operativo ha mosso i suoi primi passi come software destinato alle fotocamere digitali. Era questa la finalità del progetto messo in campo da Andy Rubin e soci (Rich Miner, Nick Sears e Chris White) quando nella prima metà del decennio scorso hanno scritto le prime righe del codice che un giorno avrebbe dominato il settore mobile. Una doverosa premessa per parlare di Yongnuo YN450.

Yongnuo YN450, la mirrorless Android

Ai più l’appellativo non suggerirà nulla e non c’è da stupirsi. Si tratta del codename di un dispositivo progettato da un’azienda cinese, una fotocamera mirrorless che vedrà proprio nella dotazione di Android la sua principale peculiarità. Sarà compatibile con le ottiche Canon della linea EF, così da poter risultare appetibile a coloro che già dispongono di un’attrezzatura dedicata per l’acquisizione delle immagini. Nessuna informazione, al momento, sulla data di commercializzazione né sul prezzo di lancio. Anche il nome definitivo del prodotto rimane un mistero: nei giorni scorsi la società ha lanciato un contest su Facebook per trovarne uno.

Happy Weekend! :)Check out the top news @YONGNUO official weibo/official Facebook for the Event.Parameters of the…

Pubblicato da 永诺YONGNUO su Venerdì 2 novembre 2018

Se da una parte gli smartphone stanno sempre più evolvendo le loro abilità in termini di imaging, dall’altra già in passato si è assistito all’integrazione di una piattaforma mobile su una fotocamera vera e propria: ci ha provato Samsung con la sua Galaxy Camera (sempre basata su Android), non riscontrando però il successo sperato a livello commerciale. In questo caso non si tratta di una compatta, bensì di una mirrorless che vede nel sistema di ottiche intercambiabili uno dei suoi punti di forza.

Un nuovo ibrido, insomma: un device che non c’è e del quale non è chiaro se qualcuno ne senta l’esigenza: una mirrorless che sa connettersi, più che uno smartphone che sa fotografare, per raggiungere un risultato di miglior livello con una elaborazione diretta per un utilizzo immediato.

Specifiche tecniche

Il post condiviso da Yongnuo conferme alcune delle specifiche tecniche di YN450: display posteriore da 5 pollici (ovviamente touch) con risoluzione 1080p, sensore Quattro Terzi da 16 megapixel prodotto da Panasonic, secondo sensore da 8 megapixel, dual flash LED, possibilità di registrare video in formato 4K a 30 fps, processore octa core Qualcomm, 3 GB di RAM, 32 GB di memoria interna, supporto al RAW, jack audio da 3,5 mm, microfono stereo, modulo GPS e batteria da 4.000 mAh. Ciò che stupisce è la scelta di affidarsi alla versione 7.1 Nougat della piattaforma, ormai piuttosto datata. Non è comunque da escludere un update in vista del debutto sul mercato.

Il reale valore aggiunto di un prodotto simile, ancor più che nell’interfaccia, dev’essere rircercato nel supporto nativo a servizi legati a doppiofilo all’ecosistema mobile, come il backup automatico dei contenuti su piattaforme cloud (Box, Dropbox, Google Foto ecc.) o le applicazioni per l’editing delle immagine in fase di post-produzione senza la necessità di trasferire i file su un computer o su altri device. Per non rinunciare né alla qualità, né alla rete, rifuggendo così – grazie all’ibridazione – i limiti intrinseci di due categorie che in questo modello vanno a fondersi: le fotocamere e gli smartphone.

Fonte: PetaPixel

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti