YouTube: avrete tutto il tempo che vorrete

Approvata una nuova funzione che permette di caricare video più lunghi di 15 minuti. Per il momento ristretta agli utenti rispettosi delle regole. Rassicurazioni ai detentori dei diritti

Roma – Buone notizie per gli assidui frequentatori del Tubo. Sembra, infatti, che il limite di quindici minuti imposto sui video da caricare stia per sparire . L’esperimento coinvolgerà, per il momento, un gruppo ristretto di utenti .

La lezione impartita da piattaforme come Hulu e Netflix, ospitanti show televisivi o pellicole intere prelevate dal Web, pare sia stata recepita da YouTube che sta cercando di attirare gli utenti nella visualizzazione dei filmati attraverso Google TV. Secondo Joshua Siegel, manager in forza al Tubo, il cambio di rotta porterà il popolare portale di videosharing a proporre video più lunghi del solito, come intere lezioni tenute nei college, conversazioni, conferenze, film realizzati da cineasti indipendenti.

Per circa tre anni, YouTube ha utilizzato un sistema di riconoscimento dei contenuti protetti da copyright chiamato Content ID , che permette ai titolari di proprietà intellettuale di bloccare i video abusivi, tracciarli o lucrare per mezzo delle inserzioni pubblicitarie. Ora, spiega Siegel, l’evoluzione del Content ID sta aprendo la strada alla possibilità di caricare video coperti da copyright come, ad esempio, interi filmati registrati con una videocamera all’interno di un teatro.

La nuova funzione sarà disponibile, al momento, solo per quegli utenti che non hanno mai violato le regole sul diritto d’autore e hanno sempre mostrato di conformarsi al regolamento collettivo del sito. Molti partner del Tubo, come National Geographic e Lonelygirl15, hanno già abilitato il caricamento di filmati più lunghi.

Il cambiamento di rotta segue un primo tentativo di estendere il limite dei video caricabili proposto nello scorso luglio. In quel caso, la piattaforma concedeva agli utenti un extra di cinque minuti sommabile al margine dei dieci canonici. I partner che attualmente usufruiscono del Content ID per gestire i contenuti sulla piattaforma sono più di mille, inclusi le maggiori etichette discografiche e case di produzione cinematografica a stelle e strisce. Per questo motivo, dal Tubo tengono a precisare che resta intatto l’impegno di realizzare e migliorare tecnologie sofisticate che permettano ai titolari di copyright di salvaguardare i loro diritti.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • uno qualsiasi scrive:
    Incoraggiano la pirateria"vecchio stile"
    I ragazzini non faranno altro che fare l'abbonamento minimo, e poi mettersi d'accordo per scaricare ognuno 15 canzoni diverse, e scambiarsele a scuola con le chiavette. O le compra solo uno, e rifornisce 200 persone.
    • embe scrive:
      Re: Incoraggiano la pirateria"vecchio stile"
      - Scritto da: uno qualsiasi
      I ragazzini non faranno altro che fare
      l'abbonamento minimo, e poi mettersi d'accordo
      per scaricare ognuno 15 canzoni diverse, e
      scambiarsele a scuola con le chiavette. O le
      compra solo uno, e rifornisce 200
      persone.Perchè, con le cassette ed i cd di una volta come andava a finire? Il "bimbo ricco" si comprava 1 album a settimana, e gli altri andavano da lui a farselo copiare! Bei tempi, quelli!
      • gnugnolo scrive:
        Re: Incoraggiano la pirateria"vecchio stile"
        E mentre il bimbo ricco copiava sulla doppia piastra, tu gli trombavi la sorella!:)))
  • fruttivendo lo scrive:
    tot patate al mese...
    E con questa boiata abbiamo dimostrato che le major vogliono VERAMENTE vendere opere d'intrattenimento come se fossero patate.
    • gnugnolo scrive:
      Re: tot patate al mese...
      beh... in Irlanda le patate non mancanoI prezzi poi... 6 euro x 15 canzoni in un mese.. cioè un album... tanto x spingere la gente a prendere quello da 13.. ma cmq tutto assurdo... poi magari se non ti scarichi le tot canzoni in quel mese.. perdi i crediti. O fai un abbonamento annuale a una cifra decente con centinaia di canzoni da scaricare o fai a meno di fare queste cose...
      • ziovax scrive:
        Re: tot patate al mese...
        Giusto, questi prezzi dimostrano solo che vogliono i nostri soldi, non che vogliono farci acquistare musica in modo legale.Non si può fare 3,5 euro per un disco (con più di 10 canzoni) e/o 35 cent a brano? (ad esempio)No, abbonamento mensile di 13 euro, così se in un mese non esce nulla che ti piace paghi lo stesso, se un'altro mese vuoi scaricare 41 canzoni paghi altre 13 euro + chissà quanto per la canzone in più, o proprio non puoi scaricarla fino al mese successivo.......bhà...
        • pippO scrive:
          Re: tot patate al mese...
          - Scritto da: ziovax
          Non si può fare 3,5 euro per un disco (con più di
          10 canzoni) e/o 35 cent a brano? (ad
          esempio)

          No, abbonamento mensile di 13 euro, così se in un
          mese non esce nulla che ti piace paghi lo stesso,Fidati: di roba ne esce TANTA, non hai proprio idea di quanta!!!
          • gino tavera scrive:
            Re: tot patate al mese...
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: ziovax

            Non si può fare 3,5 euro per un disco (con più
            di

            10 canzoni) e/o 35 cent a brano? (ad

            esempio)



            No, abbonamento mensile di 13 euro, così se in
            un

            mese non esce nulla che ti piace paghi lo
            stesso,
            Fidati: di roba ne esce TANTA, non hai proprio
            idea di
            quanta!!!E sarà a disposizione legalmente?O si dovrà scegliere quella che loro vogliono spingere?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: tot patate al mese...
      E l'unico modo per fermare questo atteggiamento è di spazzare via le majors, e fare in modo che gli artisti che si rivolgono a loro non vedano un centesimo.
      • pippO scrive:
        Re: tot patate al mese...
        - Scritto da: uno qualsiasi
        E l'unico modo per fermare questo atteggiamento è
        di spazzare via le majors, e fare in modo che gli
        artisti che si rivolgono a loro non vedano un
        centesimo.E su questo sei mooooooolto avanti :D
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: tot patate al mese...
          È grazie a gente che ragiona come me, che tu puoi permetterti di avere i cd di musica gratis o quasi, in omaggio con un libro:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3036210&m=3036768#p3036768Se non ci fosse stato nessuno a piratare, ora tu per ogni cd pagheresti 30-40 euro. E per giunta, non avresti alternative di nessun tipo.
          • pippO scrive:
            Re: tot patate al mese...
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Se non ci fosse stato nessuno a piratare, ora tu
            per ogni cd pagheresti 30-40 euro.Vero, grazie a voi ormai i cd non esistono praticamente più!!!
            E per giunta,
            non avresti alternative di nessun
            tipo.Ma certo, le sinfonie di rutti sul tubo te le sei dimenticate? :D
      • MegaJock scrive:
        Re: tot patate al mese...
        - Scritto da: uno qualsiasi
        E l'unico modo per fermare questo atteggiamento è
        di spazzare via le majors, e fare in modo che gli
        artisti che si rivolgono a loro non vedano un
        centesimo.Spero tu abbia abbastanza esplosivi, perché serviranno...
Chiudi i commenti