Doppia pubblicità pre-roll su YouTube con Ad-pods

Ad-pods è il nome del nuovo formato di pubblicità pre-roll mostrato da YouTube prima che venga avviata la riproduzione di un filmato in streaming.

Doppia pubblicità pre-roll su YouTube con Ad-pods

Nella costante ricerca di nuove modalità per monetizzare l’attività della piattaforma senza compromettere la qualità dell’esperienza offerta, Google annuncia oggi l’introduzione di un nuovo formato pubblicitario per YouTube: si chiama Ad-pods e si tratta di una doppia inserzione pre-roll visualizzata prima che inizi la riproduzione del filmato vero e proprio. Le dinamiche di funzionamento sono spiegate sulle pagine del blog ufficiale.

Ad-pods in arrivo su YouTube

Come si può vedere nello screenshot allegato di seguito, gli utenti potranno effettuare lo skip del messaggio promozionale al termine di una breve attesa. Anziché passare però immediatamente al video, ne visualizzeranno un altro (“Ad 1 of 2”). Accettando di pazientare qualche secondo in più si riduce successivamente il numero delle interruzioni pubblicitarie dopo l’avvio del filmato. Così facendo dovrebbero beneficiarne tutti: gli inserzionisti che godranno di una maggiore visibilità fin dalle prime fasi di interazione con il contenuto, il pubblico che non vedrà più la visione interrompersi così spesso e ovviamente il gruppo di Mountain View. Ecco quanto si legge nel post.

La nostra recente ricerca in merito all’esperienza offerta suggerisce che oltre a fattori come la lunghezza delle inserzioni, gli utenti sono sensibili alla frequenza delle interruzioni pubblicitarie, soprattutto durante le sessioni di visione più lunghe.

Le pubblicità pre-roll di YouTube raddoppiano con il formato Ad-pods

Ovviamente gli abbonati alla formula Premium di YouTube non dovranno preoccuparsene, poiché mettendo mano al portafogli e affrontando una spesa mensile (pari a 11,99 euro nel vecchio continente) si assicurano la possibilità di navigare liberamente in tutto il catalogo della piattaforma senza mai incontrare nessun tipo di inserzione pubblicitaria. Così facendo il team al lavoro sul servizio afferma di poter anche evitare che gli utenti abbandonino lo streaming prima della conclusione.

Attraverso la ricerca abbiamo inoltre appreso che meno interruzioni si traducono in statistiche migliori, meno abbandono dei contenuti e percentuali più elevate nella visione delle inserzioni. Di conseguenza inizieremo a testare gli spot Ad-pods, offrendo al pubblico la possibilità di saltare direttamente al contenuto se la pubblicità non fa al caso suo.

Nel suo intervento Google sottolinea inoltre come sempre più contenuti di YouTube vengano riprodotti sulle TV: complessivamente oltre 180 milioni di ore ogni giorno. Forse anche per questo la piattaforma ha scelto di introdurre, nei giorni scorsi, la visione integrale di film hollywoodiani senza richiedere all’utente alcuna spesa, ma supportando l’investimento attraverso la visualizzazione di inserzioni pubblicitarie.

Fonte: Google Ads Blog

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti