YouTube: film in streaming gratis, con la réclame

Anche Rocky e Terminator tra i film in streaming gratuito su YouTube (non in Italia), ma gli utenti devono accettare le interruzioni pubblicitarie.

Mentre nel nostro paese si intavola una discussione sulla necessità di trovare il giusto equilibrio tra sostegno al cinema tradizionale e ai servizi di streaming, oltreoceano fa il suo debutto sulla piattaforma di video sharing per eccellenza un’iniziativa destinata a inaugurare una nuova modalità di fruizione dei contenuti: YouTube permette ora di accedere alla visione integrale di alcune pellicole hollywoodiane senza mettere mano al portafogli.

YouTube come la TV

Un modello di business sostenuto ovviamente dalla pubblicità. Gli utenti accettano dunque di interrompere la visione delle pellicole per assistere alla trasmissione di messaggi promozionali. Una dinamica che avvicina fortemente (ancor di più) YouTube alla TV e che al tempo stesso richiama alla mente il funzionamento degli account free di servizi musicali come Spotify. Tra i film inseriti nel catalogo “Free with ads”, al momento un centinaio circa, ci sono cult come Rocky e Terminator, Zookeeper (Il signore dello zoo), Legally Blonde (La rivincita delle bionde) e Agent Cody Banks. Non si tratta dunque di prodotti indipendenti né di cortometraggi o lungometraggi low budget, bensì di produzioni passate qualche tempo fa nelle sale.

I film in streaming gratuito, con advertising, su YouTube

Al momento l’iniziativa, lanciata come parte di YouTube Movies (dove noleggiare o acquistare i film) non è estesa al nostro territorio, ma non è da escludere che il gruppo possa scegliere di replicarla prossimamente anche in Europa. Non è chiaro nemmeno quali siano i criteri impiegati per selezionare i film da aggiungere al catalogo.

Per quanto riguarda l’advertising, ad oggi quello mostrato tra uno spezzone di film e l’altro non sembra in alcun modo differire da quello che accompagna qualsiasi altro video in streaming sulla piattaforma, ma in futuro YouTube potrebbe offrire gli spazi a inserzionisti interessati a questa precisa tipologia di contenuto: pensiamo ad esempio al trailer di un film mostrato prima, durante o al termine di una pellicola.

Fonte: Ad Age

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti