YouTube-MP3, fine del viaggio nella causa con RIAA

Il servizio di ripping per i filmati presenti su YouTube si accorda con l'industria discografica in tribunale, chiude i battenti e getta nel panico le app specializzate nello stesso servizio. Sul Web, invece, il ripping sembra ancora in salute

Roma – Fine del viaggio per YouTube-MP3.org , popolare servizio di ripping utilizzato dagli utenti per estrarre e salvare in locale i contenuti audiovisivi ospitati sui server di YouTube: la società responsabile si è accordata con RIAA per chiudere la causa legale avviata dai discografici, accettando di smantellare il sito e pagare una somma non meglio precisata come risarcimento danni .

L’organizzazione delle major musicali si era avventata sul servizio di ripping nel settembre del 2016 , accusando la società tedesca PMD Technologies e il suo proprietario Philip Matesanz – a cui è riconducibile la paternità di YouTube-MP3 – di infrazione diretta del diritto d’autore, violazione delle misure DRM utilizzate da YouTube e mancato rispetto delle regole del DMCA con le relative richieste di rimozione dei contenuti illegali presenti su suoi server.

La causa contro YouTube-MP3 era una di quelle difficili da perdere, visto che si parla – diversamente dai soliti portali di ricerca torrent – di contenti “rippati” ospitati direttamente sui server della società per permettere il download da parte degli utenti del servizio.

Facile quindi capire la decisione di Matesanz di accordarsi con RIAA e le major del disco , una mossa che ha portato entrambe le parti a firmare una richiesta al giudice per concludere la vicenda. PDM Technologies ha accettato di passare il controllo del dominio di YouTube-MP3 a RIAA , mentre Matesanz ha accettato il pagamento di una multa non meglio specificata e di tenersi lontano dai siti di ripping per il prossimo futuro.

Al momento il sito di YouTube-mp3 è ancora raggiungibile ma la funzionalità di ripping è disabilitata, mentre la “vittoria” di RIAA ha scatenato un certo panico nell’ambito delle app specializzate nel salvataggio offline dei video di YouTube sui gadget mobile e non solo. Sul fronte del ripping Web, invece, tramite servizi non baciati dalla stessa, enorme popolarità di YouTube-mp3, le cose sembrano funzionare come al solito.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cin cin scrive:
    nazioni virtuali
    Una nazione che un giorno non lontano scoppierà come il popcorn, visto che è composta da una miriade di staterelli, etnie e culture fra loro diverse e talvolta incompatibili, tenuti insieme con la forza militare e con la delazione sociale.
    • giulia scrive:
      Re: nazioni virtuali
      Sono 3000 anni che vengono presi a schiaffi dai vicini (mongoli,europei, giapponesi) ma, come ercolino sempre in piedi , non si spezzano ...
    • azz scrive:
      Re: nazioni virtuali
      Mentre qui in europa una miriade di staterelli ed etnie sono tenute insieme dalle banche, dal marketing e dalla falsa cultura.Almeno in Cina ci sono governanti maturi e saggi, che fin dall'89 hanno cercato di proteggere e prevenire il declino capitalista (con molta fatica e risultati discutibili), cosa che qui da noi invece viene promozza ed incentivata....Le medaglie hanno sempre due facce, e pochi si rendono contono della terza!
      • ... scrive:
        Re: nazioni virtuali
        - Scritto da: azz
        Mentre qui in europa una miriade di staterelli ed
        etnie sono tenute insieme dalle banche, dal
        marketing e dalla falsa
        cultura.
        Almeno in Cina ci sono governanti maturi e saggi,
        che fin dall'89 hanno cercato di proteggere e
        prevenire il declino capitalistaSe la proteggere dal capitalismo significa instaurare una dittatura... e allora XXXXXXXXXXXXXXXXXX in cina tu e tutti i sinistroidi del XXXXX.
        (con molta
        fatica e risultati discutibili), cosa che qui da
        noi invece viene promozza ed
        incentivata....
        Le medaglie hanno sempre due facce, e pochi si
        rendono contono della
        terza!
      • freejoint scrive:
        Re: nazioni virtuali
        In effetti il tre puntini, un po' (tanto) esaltato, non ha torto: hai giustificato una dittatura, un totalitarismo, considerandola come il male minore rispetto al capitalismo.Dovrebbe essere un bene ad essere confrontato al male, non un male minore, comunque tu lo consideri.In teoria, le società sono organismi virtuali utili per migliorare la vita delle persone, non per assoggettarle ad una o ad un'altra ideologia, togliendo loro la loro individualità e sostituendola con una personalità "omologata", come avviene in TUTTE le società del mondo.
Chiudi i commenti