YouTube non rallenta Firefox, solo gli ad blocker

YouTube non rallenta Firefox, solo gli ad blocker

YouTube ha confermato il rallentamento dei video, ma è stato introdotto per ostacolare l'uso degli ad blocker, non per promuovere Chrome.
YouTube non rallenta Firefox, solo gli ad blocker
YouTube ha confermato il rallentamento dei video, ma è stato introdotto per ostacolare l'uso degli ad blocker, non per promuovere Chrome.

Alcuni utenti hanno segnalato che il caricamento dei video su YouTube è più lento con Firefox e altri browser, mentre con Chrome è praticamente istantaneo. L’azienda di Mountain View ha confermato il rallentamento, ma è stato introdotto solo per ostacolare l’uso degli ad blocker, non per promuovere il suo browser.

Un trucco per gli ad blocker

Il problema è stato evidenziato da alcuni utenti che usano Firefox, ma altri non hanno notato nessun rallentamento, quindi è sicuramente un test avviato da YouTube per verificare l’efficacia della soluzione. Dopo aver cliccato su un video, lo schermo rimane nero per 5 secondi. Questo ritardo è indicato chiaramente in una funzione presente all’interno di uno script JavaScript eseguito al caricamento della pagina.

Un dirigente di Mozilla ha dichiarato che non è un bug di Firefox. Alcuni utenti hanno verificato che, modificando l’user agent per simulare Chrome, il problema scompare. Tuttavia, nel suddetto codice non c’è nessun riferimento a Firefox, quindi il rallentamento non è associato al browser utilizzato.

Un utente di Reddit ha scoperto che si tratta di un “trucco” per visualizzare un annuncio pubblicitario di 5 secondi. In pratica, l’inserzione non viene mostrata se l’utente usa un ad blocker, ma deve aspettare 5 secondi prima di avviare la riproduzione del video.

Un portavoce di YouTube ha infatti dichiarato:

La scorsa settimana, gli utenti che utilizzano gli ad blocker potrebbero aver riscontrato una visualizzazione non ottimale che includeva ritardi nel caricamento, indipendentemente dal browser utilizzato.

Per eliminare il ritardo di 5 secondi è quindi necessario disattivare l’ad blocker o aggiungere YouTube alla whitelist. Gli utenti che non vogliono vedere gli annunci pubblicitari possono sottoscrivere l’abbonamento a YouTube Premium (11,99 euro/mese). Il passaggio alle specifiche Manifest V3 potrebbe rendere inutili gli ad blocker.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 nov 2023
Link copiato negli appunti