Un milione di nuovi SPID registrati in un solo mese

Gli italiani si stanno riversando in massa sul Sistema Pubblico di Identità Digitale: in un solo mese sono stati registrati 1 milione di SPID.
Gli italiani si stanno riversando in massa sul Sistema Pubblico di Identità Digitale: in un solo mese sono stati registrati 1 milione di SPID.

Un mese fa il Sistema Pubblico di Identità Digitale superava i 10 milioni di account, un mese dopo la quota è già pari a 11 milioni. Certo, la notizia sarebbe tutta qui, tutta in un tweet celebrativo pubblicato dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale. Ma un traguardo di questo tipo è ben più di una semplice notizia: è sintomo di un trend che non rallenta, è segno di un cambiamento che l’Italia cercava da tempo e che ci è stato servito in modo del tutto inatteso da una pandemia.

11 milioni di SPID

Quel che i bonus non erano riusciti a fare, quel che la promozione non era riuscita a raggiungere, quel che l’informazione non era riuscita ad ottenere: ci ha pensato il Covid a persuadere gli italiani del fatto che avere uno SPID sia importante, poiché fondamentale per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione.

Va pur detto che il Covid ha determinato un contesto ben più ampio nel quale non solo è aumentata la domanda, ma anche l’offerta. Dal 1 ottobre, ad esempio, è scomparso il PIN per l’accesso ai servizi INPS e lo SPID ne è diventato erede in linea diretta: l’aumento delle registrazioni arriva soprattutto da questa nuova necessità, perché SPID significa sistema pensionistico ed accesso ai bonus.

La necessità s’è fatta virtù, insomma. E nel giro di un mese 1 milione di italiani ha superato ogni resistenza, ogni inerzia ed ogni pigrizia per passare una volta per tutte alla propria identità digitale. Se non è una rivoluzione, poco ci manca.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 10 2020
Link copiato negli appunti