3 Italia, confermati i tagli

Licenziamenti inevitabili

Roma – Occorre tirare in remi in barca, ridurre qualche costo fisso e guadagnare in competitività a fronte di una congiuntura sfavorevole anche sotto il profilo regolamentare: queste le ragioni che vengono addotte dal management di 3 Italia per la riduzione dell’organico di 450 unità.

In una lettera trasmessa ai dipendenti dall’amministratore delegato Vincenzo Novari si legge che “la realtà del mercato, ma soprattutto il decreto Bersani e, di recente, le ultime decisioni in materia di terminazione da parte dell’Autorità di Garanzia del Mercato delle Telecomunicazioni hanno inferto alla nostra Azienda colpi durissimi. Pensate che solo l’asimmetria di trattamento riservataci rispetto a Wind – secondo noi assolutamente ingiustificata e iniqua – ci costerà, nel periodo 2007-2012, oltre 600 milioni di euro di minori ricavi. A questi si devono aggiungere gli oltre 800 milioni di perdite che accumuleremo, nello stesso arco temporale, direttamente o indirettamente per effetto del decreto Bersani”.

Nella lettera, Novari spiega che la decisione dei tagli è inevitabile: “a fronte di una contrazione dei ricavi di questa portata” era evidente che “non si potesse rimanere inerti e che si dovessero adottare tutte le misure necessarie per dare continuità nel tempo all’azienda. In particolare ci siamo trovati a operare su tre livelli principali: quello dell’impulso alla nostra presenza sul mercato, quello della ridefinizione della gestione infrastrutturale e quello della struttura dei costi”.

Novari spiega che dall’operazione tagli saranno escluse “sia la direzione tecnica, sia i call center, nei confronti dei quali mi sono da sempre impegnato personalmente perché si tratta, in assoluto, dei lavoratori più deboli che, come tali, vanno difesi a ogni costo”. Ad impattare, dunque, “tutti i livelli, da quello impiegatizio a quello dirigenziale”.

Spiegando che ora l’azienda parlerà con i sindacati sulle modalità e sottolineando che vi sarà “un periodo di esodo volontario che durerà fino al 15 novembre”, Novari conclude spiegando: “Sono certo che ciascuno di Voi possa comprendere perfettamente il mio stato d’animo, ma sono altrettanto certo che le duemila persone che rimarranno sapranno e vorranno affrontare, unite, le prossime sfide, con una motivazione e un’energia ancora maggiori”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco Ierki scrive:
    sito riscatto punti
    volevo mettervi a conoscenza molto velocemente che provando su un sito dapoco uscito sono riuscito a riscattare un gioco semplicemente riscattandopunti che si acquistano scrivendo sul forum, ecco la foto;http://img143.imageshack.us/my.php?image=pgr3qq7.jpg dell'oggetto per chifosse interessato a ricevere giochi dopo aver guadagnato semplicemente ipunti scrivendo sul forum ecco il link:http://www.betashare.it/ucp.php?mode=register&ref=2459buon divertimento a tutti io faccio i punti per prendere killzone 2 comeesce.
  • me stesso scrive:
    APPLICHIAMO IL PRINCIPIO ALLA POLITICA!!
    questa è da ridere!!su mettiamo caso 100.000 news ne han trovati 88 minchiofili, che sono l'uno per mille circain italia se mi ricordo bene ci sono il 10% o giu' di li di politici con processi e robe varie.Io dico: applichiamo questo principio alla politica!!! come han chiuso i ns per l'1/1000 chiudiamo le camere per il 10% ^___________^
  • unaDuraLezione scrive:
    ma sul serio?
    contenuto non disponibile
    • Alessandrox scrive:
      Re: ma sul serio?
      SI OK ma teniamo conto che:1) La banda tende ad essere di piu' e a costare meno2) l' HW ancora di piu'3) IO PAGO CA§§O... ma in questo caso deve essere l' utente a farsi sentire, fossi io direi: mi tagliate usenet? OK tanti SAluti... ci metto poco.Ma la gente NON consce bene questo canale e in media tende a fregarsene, perdendo cosi' inconsapevolmente uno strumento in piu' per l' esercizio dei loro diritti e delle loro legittime liberta'.Purtroppo la colpa e' in parte anche NOSTRA... nei nostri sitarelli sega mettiamo solo links e riferimenti ai BLOG e i classici forum WEB facenti parte di comunita' CHIUSE: anche questa lo e' beninteso ma non sto dicendo che sia sbagliato, solo che e' riduttivo e del resto a fornire accesso a USENET via web non c'e' solo google (che rimane comunque l' archivio piu' completo) ma anche http://www.nntp.it/ e presumibilmente anche altri gateway esteri.D' altra parte usenet non ha i lustrini del WEB per cui puo' apparire meno attraente ma l' accesso via web puo' anche essere fonte di introiti pubblicitari... non e' esatto affermare che con usenet non possa anche essere redditizia.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: ma sul serio?
        contenuto non disponibile
        • Bash scrive:
          Re: ma sul serio?
          - Scritto da: unaDuraLezione
          in
          fondo usenet lo conoscono in pochi perchè nessuno
          lo pubblicizza
          mai.Usenet non ha bisogno di pubblicita'!E degli utonti dei forum usenet non ha certo bisogno.
          In fondo è irrilevante per me, se una persona
          arriva ad usenet tramite un gateway http... Sempre che questa ipotetica persona non si metta a chiedere perche' non puo' inserire immagini o postare messaggi cambiando font!
          io lo
          uso dal 1996 senza interruzioni e non mi va
          semplicemente che si chiuda una risorsa così
          essenziale Pure io, saranno piu' di 15 anni che utilizzo usenet!

          D' altra parte usenet non ha i lustrini del WEB

          per cui puo' apparire meno attraente

          Usenet è sostanza.Usenet e' pura sostanza. Il fatto che non ci siano i lustrini del web e' un punto di forza!
          Poi ci sono i minchioni che dicono solo idizie
          anche lì, per carità, ma lameno non ti sorbisci
          l'avatar cretino da 3Mb o l'immagine
          porno/splatter messa per fare
          dispetto.E soprattutto puoi blacklistare l'idiota, o non aprire i suoi post.
        • Sgabbio scrive:
          Re: ma sul serio?
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Usenet è sostanza.
          Poi ci sono i minchioni che dicono solo idizie
          anche lì, per carità, ma lameno non ti sorbisci
          l'avatar cretino da 3Mb o l'immagine
          porno/splatter messa per fare
          dispetto.Che razza di forum visiti ?
  • xxxxxxxxxx scrive:
    Siamo tutti d'accordo
    Una volta tanto non ci si scanna, c'e'solo un troll patetico ma siamo tutti d'accordosul fatto che questa non puo' essere altro cheuna bella censura e una scusa per tagliare unservizio che a mio parere, e mi pare anche vostro,resta stupendo e utilissimo.Non ci sono scuse, potevano al massimo tagliare inewsgroup binari incriminati.Quante discussioni utili a tutti avete letto su USENET? Io tantissime.Quante discussioni avete aperto e avete avuto informazionipreziose dagli altri utenti?Io parecchie.Forse, semplicemente, si vogliono togliere dei costima l'ipocrisia di tagliare tutti i gruppi parlandodella solita idiozia della pedopornografia fa indignare.
    • xxxxxxxxxx scrive:
      Re: Siamo tutti d'accordo

      povero illuso (rotfl)Mi pare che flame praticamente non ce ne siano, di cheillusione parli? Basta leggere eh!
    • tcsh scrive:
      Re: Siamo tutti d'accordo

      Quella dei costi e' una panzana bella e buona.
      Un news server richiede un sacco di risorse in
      meno, sia in termini di banda, sia in termini di
      disco, rispetto a qualunque altro servizio in
      internet.Il fatto che costi meno rispetto ad altri servizi è irrilevante, usenet incide comunque nei costi complessivi di un ISP.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Siamo tutti d'accordo
        - Scritto da: tcsh

        Quella dei costi e' una panzana bella e buona.

        Un news server richiede un sacco di risorse in

        meno, sia in termini di banda, sia in termini di

        disco, rispetto a qualunque altro servizio in

        internet.

        Il fatto che costi meno rispetto ad altri servizi
        è irrilevante, usenet incide comunque nei costi
        complessivi di un
        ISP.basta che attivino anche l' accesso via web e si possono ripagare i costi con introiti pubblicitari, in ogni caso nel canone io PAGO anche usenet, se ci mettono i costi di gestione con la pubblicita' hanno solo guadagni.
      • teddybear scrive:
        Re: Siamo tutti d'accordo
        - Scritto da: tcsh

        Quella dei costi e' una panzana bella e buona.

        Un news server richiede un sacco di risorse in

        meno, sia in termini di banda, sia in termini di

        disco, rispetto a qualunque altro servizio in

        internet.

        Il fatto che costi meno rispetto ad altri servizi
        è irrilevante, usenet incide comunque nei costi
        complessivi di un
        ISP.Per usenet pago 10euro all'anno un fornitore tedesco. I servers prima erano "gentilmente ospitati" dalla FU-Berlin (chi ha frequentato seriamente usenet, conosce quei servers come "tra i migliori mai esistiti"). Poi il traffico divenne troppo, le esigenze di banda dell'università salirono e visto che in Germania non esistono tasse universitarie (quindi le università sono gestite mediante le tasse che un comune cittadino paga), per risparmiare quel pochissimo, si decise di "esternalizzare il servizio". Dieci euro all'anno e chi sta gestendo quel servizio, grazie a quel canone irrisorio, sta sovvenzionando tantissimi progetti open source/free (tra cui, mi piace menzionalo, qualche progetto di BSD).Quindi con 10 euro all'anno, c'è gente che tiene su un servizio ottimo, anzi, personalmente lo ritengo il migliore che ho mai trovato in giro, senza mai lamentare un down (quindi con una buona dotazione hardware e di infrastrutture di rete) e pure avanza (tanti) soldi.Lo proposi anni fa, a punto informatico. Anzichè lasciare questi forum unicamente via web, con un minimo pagamento, farli approdare anche a usenet. Ma pare che non sono stato ascoltato, peccato.Ne avrebbero guadagnato tutti.
  • Marco scrive:
    COLT in italia pure...
    In azienda abbiamo COLT come provider.Caro ma ottimo, tranne che per la gestione dei domini (che se potessi decidere farei altrove), e per il fatto che di punto in bianco ci ha "spento il suo server nntp, un paio di anni fa. cioè loro dicono che non son oin grado tecnicamente (assurdo!) di ripristinarlo, ma secondo me è una politica.
  • Nome e cognome scrive:
    Sono d'accordo
    I newsgroup ormai sono una tecnologia obsoleta, continuare a mantenerli in vita è un enorme costo per gli ISP, costo che si riversa sugli utenti, ovviamente; per quale motivo dovrei pagare per un servizio vecchio e inutile? Ben vengano quindi i filtraggi della rete Usenet, e speriamo che anche tutti gli altri ISP seguano l'esempio di Comcast.
    • Olmo scrive:
      Re: Sono d'accordo
      - Scritto da: Nome e cognome
      I newsgroup ormai sono una tecnologia obsoleta,
      continuare a mantenerli in vita è un enorme costoPerché sono immensamente migliori dei forum via web, per una miriade di motivi. Se ti interessa posso provare ad elencarteli.
      • max59 scrive:
        Re: Sono d'accordo
        - Scritto da: Olmo
        - Scritto da: Nome e cognome

        I newsgroup ormai sono una tecnologia obsoleta,

        continuare a mantenerli in vita è un enorme
        costo


        Perché sono immensamente migliori dei forum via
        web, per una miriade di motivi. Se ti interessa
        posso provare ad
        elencarteli.effettivamente vorrei saperli(newbie)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Sono d'accordo
      contenuto non disponibile
    • Simon the Sorcerer scrive:
      Re: Sono d'accordo
      - Scritto da: Nome e cognome
      I newsgroup ormai sono una tecnologia obsoleta,
      continuare a mantenerli in vita è un enorme costo
      per gli ISP, costo che si riversa sugli utenti,
      ovviamente; per quale motivo dovrei pagare per un
      servizio vecchio e inutile? Ben vengano quindi i
      filtraggi della rete Usenet, e speriamo che anche
      tutti gli altri ISP seguano l'esempio di
      Comcast.Viva i filtri Usenet!Viva gli RFID sottocutanei!Viva la lettura del Pensiero su scala globale!Come sei stato contro le idee della "democrazia" 20 anni fa? Rieducazione con torture e pestaggi!Viva la "libertà"!
    • Alessandrox scrive:
      Re: Sono d'accordo
      - Scritto da: Nome e cognome
      I newsgroup ormai sono una tecnologia obsoleta,
      continuare a mantenerli in vita è un enorme costo
      per gli ISP, costo che si riversa sugli utenti,
      ovviamente; per quale motivo dovrei pagare per un
      servizio vecchio e inutile? Ben vengano quindi i
      filtraggi della rete Usenet, e speriamo che anche
      tutti gli altri ISP seguano l'esempio di
      Comcast.FALSO, questa e' la tua OPINIONE DI TROLL che NON conosce affatto USENET; i newsgroup possono essere fruiti sia con degli appositi client (molto meno ingombranti in termini di banda dell' HTTP), che attraverso il classico WEB con gli appositi gateway; e' un sistema UTILE esattamente come lo sono TUTTI I FORUM ma a differenza di quelli SOLO WEB e' piu' FLESSIBILE.Essendo ancora il sistema di FORUM piu' usato nel mondo ( http://www.giganews.com/news/article/64-bit-Usenet.html ) attraverso l' accesso via WEB puo' anche diventare una discreta fonte di introiti pubblicitari.
  • Categorico scrive:
    Non sceglierei mai un provider senza NG
    Per le discussioni sono ancora molto più pratici di altri strumenti e sono una miniera di informazioni che non ha nulla da invidiare al web.
  • Rin Kobayashi scrive:
    Che cosa triste
    dopo le BBS, ecco che spariscono gli storici newsgroup, e tutto per la fobia di qualche pirla.
  • Alessandrox scrive:
    NO NO non ci siamo... non c'e' nessun mo
    on c'e' nessun motivo per censurare TUTTA usenet, basta filtrare e NON offrire l' accesso ai gruppi incriminati...Questa e' una censura coi fiocchi, non ci sono scuse
    • Rin Kobayashi scrive:
      Re: NO NO non ci siamo... non c'e' nessun mo
      - Scritto da: Alessandrox
      on c'e' nessun motivo per censurare TUTTA usenet,
      basta filtrare e NON offrire l' accesso ai gruppi
      incriminati...
      Questa e' una censura coi fiocchi, non ci sono
      scuseQuando, anni fa, io dicevo che bisognava ribellarsi alla censura ALL'INIZIO e non permettere che la attuassero MAI perché poi, con una scusa o l'altra, si sarebbe espansa a macchia d'olio ovunque mi ridevano dietro. Bé, "buongiorno principessa!".
  • e.l.f. scrive:
    dubbio
    Comcast ha chiuso il proprio newsserver perche' Cuomo ha trovato 88 gruppi che contenevano materiale pedopornografico sulle centinaia di migliaia esistenti. A quanto pare, limitarsi ad escludere i gruppi a rischio della gerarchia bin non era sufficiente.A quando il bando di Internet intera? e.l.f.
    • samu scrive:
      Re: dubbio
      - Scritto da: e.l.f.
      Comcast ha chiuso il proprio newsserver perche'
      Cuomo ha trovato 88 gruppi che contenevano
      materiale pedopornografico sulle centinaia di
      migliaia esistenti. A quanto pare, limitarsi ad
      escludere i gruppi a rischio della gerarchia bin
      non era sufficiente.evidentemente non sanno che e' possibile, o piu' semplicemente quella cosa cosi' anarchica che e' usenet deve essere chiusa, non e' un caso che nntp sia poco usato e poco pubblicizzato.Meglio la versione via web o (peggio) i forum :-(
    • Alessandrox scrive:
      Re: dubbio
      E' CHIARO... questa e' una censura su tutta USENET, speriamo solo che la cosa NON sia allarghi ma confido nelel associazioni dei consumatori in EFF.Il pericolo e' che questo accada anche qua' visto che siamo tanto bravi a copiare il peggio dagli altri.
      • anonimo scrive:
        Re: dubbio
        - Scritto da: Alessandrox
        E' CHIARO... questa e' una censura su tutta
        USENET, speriamo solo che la cosa NON sia
        allarghi ma confido nelel associazioni dei
        consumatori in
        EFF.Ecco cosa dice l'EFF: While Internet users have First Amendment rights to speech and expression online, ISPs also have a First Amendment right not to carry content that they do not want to promote. http://www.eff.org/deeplinks/2008/07/more-isps-decide-filter-usenet-newsgroups
        • Rin Kobayashi scrive:
          Re: dubbio
          - Scritto da: anonimo
          - Scritto da: Alessandrox

          E' CHIARO... questa e' una censura su tutta

          USENET, speriamo solo che la cosa NON sia

          allarghi ma confido nelel associazioni dei

          consumatori in

          EFF.

          Ecco cosa dice l'EFF:

          While Internet users have First Amendment
          rights to speech and expression online, ISPs
          also have a First Amendment right not to carry
          content that they do not want to
          promote.

          http://www.eff.org/deeplinks/2008/07/more-isps-decCertamente, è diritto dell'ISP. Come è diritto degli utenti decidere di non usare quel ISP. Sfortunatamente molti utenti sono niubbi che né sanno né mai sapranno cosa sono i newsgroup e non si può sentire la mancanza di qualcosa che non si è mai avuto.La protesta deve nascere dagli utenti.
  • francososo scrive:
    cari americani e meno male....
    cari americani e meno male eravate la Patria delle Libertà !Ma quale ? Dell'altri,mica 'a vostra ! Inondate Cuomo di lettere di protesta !
  • francososo scrive:
    censura sotto ogni forma di pretesa
    censura sotto ogni forma di pretesa: protezione dal "terrorismo" , "pedopornografia" !A casa mia si chiama fare la morale con il culo degli altri !Non è deproverole questa cosa,è da criminali nazistoidi !
    • Rin Kobayashi scrive:
      Re: censura sotto ogni forma di pretesa
      - Scritto da: francososo
      censura sotto ogni forma di pretesa: protezione
      dal "terrorismo" , "pedopornografia"
      !
      A casa mia si chiama fare la morale con il culo
      degli altri
      !
      Non è deproverole questa cosa,è da criminali
      nazistoidi
      !Adesso si chiama "Democrazia", gli hanno cambiato nome ma la sostanza è la stessa.
Chiudi i commenti