4chan attacca YouTube e cavalca Twitter

Partita l'offensiva pornografica contro YouTube. Centinaia i video rimossi dal sitone di Google ma l'attacco avanza, con altre modalità, anche su Twitter. Con un unica motivazione

Roma – Da un paio di giorni a questa parte l’esercito degli Anonymous ha preso di mira YouTube, dando via all’operazione Porn Day : migliaia di militanti del controverso forum 4chan si sono dati appuntamento per inondare il portalone video con centinaia di filmati a carattere pornografico , costringendo i moderatori del sito a fare gli straordinari per evitare il caos generale.

Nonostante la solerte risposta degli amministratori, l’Armata Brancaleone del Web è riuscita comunque nel suo intento di riempire le categorie di indicizzazione con materiale proibito di cui anche ora si può trovare traccia diverse ore dopo la sua rimozione: a testimoniare il passaggio dell’orda di 4chan, già resasi protagonista della violazione dell’email di Sarah Palin, ci sono decine di thumbnail che includono immagini, anche piuttosto esplicite, tratte dai video depennati: “Togliere video e thumbnail dai risultati di ricerca richiede tempo – ha spiegato Scott Rubin, portavoce di Google – e solitamente tale procedura non dovrebbe durare più di due giorni”.

Ovviamente i video vengono caricati senza selezionare l’opzione che segnala il video come inappropriato e ciò ha determinato la chiusura dei canali più tartassati da moot e i suoi accoliti, definiti da Rubin come un gruppo di burloni che pensano sia divertente caricare massicce quantità di pornografia su YouTube: “Questo è uno scherzo poco fortunato e mal diretto. I nostri sistemi di protezione stanno eliminando senza sosta tutti i file che non rispettano le condizioni d’uso”.

Solitamente l’organo di polizia di YouTube è costituito dagli stessi utenti, ai quali è concesso di flaggare quei video ritenuti adatti esclusivamente ad un pubblico maturo. Stavolta però i guardiani del pudore sono stati ingannati da uno stratagemma già visto in passato: è bastato aggiungere alcune sequenze innocenti prima del pezzo a luci rosse per ritardare l’intervento dei censori .

All’inizio dell’anno YouTube era diventato parte di un teatro di battaglie verbali, definito Boxxy War , riguardanti Boxxybabee : una ragazza che aveva assunto il ruolo di reginetta della community di 4chan, i cui video pubblicati sul contenitore di Google avevano portato alla formazione di due diversi schieramenti tra i frequentatori dell’anarchico imageboard, sfociato anche in un temporaneo stop del sito.

Una volta calmatosi il putiferio, l’hype creatosi intorno alla ragazza si era affievolito sempre più fino a relegare Boxxybabee nel cimitero dei tanti meme della Rete, alcuni dei quali lanciati proprio da 4chan.

Tuttavia il recente risveglio degli Anonymous non ha solo provocato il mal di testa ai tecnici di YouTube, ma ha anche resuscitato attraverso Twitter la ragazzina su cui hanno tanto discusso. Proprio in questo momento l’immenso nido di tecno-fringuelli è invaso da messaggi inneggianti al pomo della discordia di 4chan: 4chan legions game Twitter, bring back Boxxy: It could have been swastikas again , si legge ad esempio. Basta cercare Boxxy su Twitter Search per visualizzare centinaia di questi cinguettii.

Il motivo preciso di questo genere di iniziative appare sempre poco chiaro, sopratutto a chi non comprende il principio regolatore di uno dei siti più controversi e visitati al mondo: fare qualsiasi cosa for the lulz .

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Major....et te scrive:
    Basta attacchi immotivati alle Major
    stanno solo tutelando il loro sacrosanto diritto a veder remunerata la loro attività. Le Major sono imprese con finalità di lucro, esattamente come quelle per cui la maggior parte di voi lavora. Se la vostra azienda non potesse essere remunerata a causa di un sito web che le sottrae business, cosa fareste? La vostra azienda fallirebbe e voi andreste a casa, e come lo pagate il mutuo?Senza le Major non ci sarebbero i cantanti Big, chi li avrebbe scoperti? Chi ne avrebbe lanciato l'immagine? CHi ne avrebbe curato la campagna pubblicitaria e promozionale? Chi ne avrebbe finanziato e sponsorizzato i concerti?Senza le Major non sarebbero esistiti XXXXXXX, Michael Jackson, i Beatles, Pavarotti e migliaia di altri. E voi invece di essere grati a queste aziende che fate? Le odiate e ne augurate disgrazie.Se pensate che i prezzi siano esagerati riducete la domanda così come fareste per qualsiasi altro prodotto. Le Major sono imprese sensibili alla domanda di mercato e prenderebbero i dovuti provvedimenti.
    • Anonymous scrive:
      Re: Basta attacchi immotivati alle Major
      - Scritto da: Major....et te
      stanno solo tutelando il loro sacrosanto diritto
      a veder remunerata la loro attività. Attività? Se sì, quale?
      Le Major
      sono imprese con finalità di lucro, esattamente
      come quelle per cui la maggior parte di voi
      lavora. Se la vostra azienda non potesse essere
      remunerata a causa di un sito web che le sottrae
      business, cosa fareste? Aspetta... com'è che si chiama? Ah sì, CONCORRENZA.Ma ciò, è troppo bello vivere in uno stadio di monopolio no?In realtà la pirateria è l'unica forma di concorrenza che questi monopolisti hanno.
      La vostra azienda
      fallirebbe e voi andreste a casa, e come lo
      pagate il
      mutuo?Solo un idiota accende mutui di sti tempi.Comunque sia, si dal caso che, a differenza della MAFIAA, le aziende che tu tanto citi producano ricchezza reale, non tentino di farsi pagare in cambio di vapore.
      Senza le Major non ci sarebbero i cantanti Big,
      chi li avrebbe scoperti? E sarebbe meglio. 1 canzonetta ogni 10 anni. Tutto il resto sono rivisitazioni (più in chiave di Remix ecc.). Tutto già ritrito direi.
      Chi ne avrebbe lanciato
      l'immagine?Devono suonare, non fare i fighetti per televisione facendo pubblicità dello stile "Smash, splash, crash, dash, d'oh, for*arina ecc."
      CHi ne avrebbe curato la campagna
      pubblicitaria e promozionale? Chi ne avrebbe
      finanziato e sponsorizzato i
      concerti?Già, chissà come facevano i menestrelli di una volta. Diamo parte dell'equo compenso anche a loro?Ah no aspè, raccogliamo e teniamo nelle tasche dei soliti noti i soldi che dovrebbero essere destinati a loro, per poi farci beccare dal prefetto di Roma, che ci manda tutti a casa.
      Senza le Major non sarebbero esistiti XXXXXXX,
      Michael Jackson, i Beatles, Pavarotti e migliaia
      di altri. E voi invece di essere grati a queste
      aziende che fate? Le odiate e ne augurate
      disgrazie.Quella gente, con i mezzi che ci sono ora, se non sanno promuoversi da soli, è bene che non ci siano.E questa è una legge naturale. Ma sai.. è dura imparare ad allacciarsi le scarpe, quando si c'è sempre stato uno che l'ha fatto per loro.
      Se pensate che i prezzi siano esagerati riducete
      la domanda così come fareste per qualsiasi altro
      prodotto.Le balle e questo perchè sia con la campagna mediatica di regime che c'è, sia con i caproni ignoranti che pur d'avere l'ultimo Ciddì butterebbero nel gabinetto centinaia di , non si andrebbe da nessuna parte.
      Le Major sono imprese sensibili alla
      domanda di mercato e prenderebbero i dovuti
      provvedimenti.Ha senso applicare le leggi del mercato a ricchezza reale (prodotti tangibili) e non al vapore.
    • NO copyright scrive:
      Re: Basta attacchi immotivati alle Major

      stanno solo tutelando il loro sacrosanto diritto
      a veder remunerata la loro attività.Devono rassegnarsi al fatto che ormai il loro vetusto modello di business è definitivamente MORTO!!!
      Le Major sono imprese sensibili alla domanda di mercato
      e prenderebbero i dovuti provvedimenti.Così sensibili che in un decennio (dalla nascita di Napster) non hanno ancora capito che il mondo è cambiato.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Basta attacchi immotivati alle Major
      - Scritto da: Major....et te
      stanno solo tutelando il loro sacrosanto diritto
      a veder remunerata la loro attività.In che modo, rubando soldi a chi usa Linux?
      Senza le Major non sarebbero esistiti XXXXXXX,
      Michael Jackson, i Beatles, Pavarotti e migliaia
      di altri. E voi invece di essere grati a queste
      aziende che fate? Le odiate e ne augurate
      disgrazie.[yt]iI6mc46lxFA[/yt]
      Se pensate che i prezzi siano esagerati riducete
      la domanda così come fareste per qualsiasi altro
      prodotto. Le Major sono imprese sensibili alla
      domanda di mercato e prenderebbero i dovuti
      provvedimenti.Certo come no, lo dimostra il fatto che i giochi per PS3 (immune ad oggi per la pirateria) costano più delle controparti per Xbox360 PC e Wii, il che è la dimostrazione che in mancanza della pirateria i prezzi sono più alti e la pirateria fa abbassare i prezzi.
      • Major....et te scrive:
        Re: Basta attacchi immotivati alle Major
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        Certo come no, lo dimostra il fatto che i giochi
        per PS3 (immune ad oggi per la pirateria) costano
        più delle controparti per Xbox360 PC e Wii, il
        che è la dimostrazione che in mancanza della
        pirateria i prezzi sono più alti e la pirateria
        fa abbassare i
        prezzi.No. E' la dimostrazione che la scarsità della domanda fa abbassare i prezzi. Infatti per i giochi piratati c'è una domanda inferiore e quindi i prezzi sono più bassi. Se non scarichi e non compri la domanda si abbassa lo stesso e con essa i prezzi. Bisogna saper rinunciare.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Basta attacchi immotivati alle Major
          - Scritto da: Major....et te
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


          Certo come no, lo dimostra il fatto che i giochi

          per PS3 (immune ad oggi per la pirateria)
          costano

          più delle controparti per Xbox360 PC e Wii, il

          che è la dimostrazione che in mancanza della

          pirateria i prezzi sono più alti e la pirateria

          fa abbassare i

          prezzi.

          No. E' la dimostrazione che la scarsità della
          domanda fa abbassare i prezzi. Infatti per i
          giochi piratati c'è una domanda inferiore e
          quindi i prezzi sono più bassi. Se non scarichi e
          non compri la domanda si abbassa lo stesso e con
          essa i prezzi. Bisogna saper
          rinunciare.Ma per favore. I giochi più piratati sono quelli che (originali) vendono di più.
          • zi_o_zio scrive:
            Re: Basta attacchi immotivati alle Major
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            Ma per favore. I giochi più piratati sono quelli
            che (originali) vendono di
            più.Come per films e soprattutto per la musica.E questo fa venire una rabbia alle corporations...ciao
          • 01234 scrive:
            Re: Basta attacchi immotivati alle Major
            ma infatti argomentazioni insostenibili e regolarmente smontate
        • 01234 scrive:
          Re: Basta attacchi immotivati alle Major
          beh allora, a parità di risultato, mejo scaricare :-Pin realtà significa entrambe le cose, messe però in questo ordine di causalità: i giochi costano troppo, quindi pochi li comprano finché quando si possono copiare e rivendere a meno ecco che le gente li compra taroccati. A quel punto il produttore è costretto a abbassare i prezzi...e forse i "pirati" vendono meno...dove la copia non è possibile, non c'è concorrenza (seppure - lo ammetto - slealissima) e i produttori fanno come vogliono e mantengono i prezzi alti, scandalosamente altiper cui abbasso la copia a fini di lucro, ma i produttori si evidenziano come furbacchioni non meritevoli di rispettoe allora scarichiamo, senza lucro, ma scarichiamo....tanto... ;-)
    • rex66 scrive:
      Re: Basta attacchi immotivati alle Major
      Ma guarda che è proprio quello che sta succedendo.La pirateria giustifica infatti solo in parte il crollo delle vendite.La realtà è che le major vedono in crisi un sistema che negli ultimi vent'anni le ha viste signore incontrastate di un mercato che controllano sia con la produzione, ma sopratutto con la distribuzione.Io non scarico musica, compro cd. Dopo averli ascoltati molto attentamente traccia per traccia. Le Major dovrebbero preoccuparsi di proporre artisti migliori e di migliorare le loro formule di mercato, non fare giustizia o politica.Comunque sia, sono destinate a sparire.
    • Roberto Di scrive:
      Re: Basta attacchi immotivati alle Major
      - Scritto da: Major....et te
      Senza le Major non ci sarebbero i cantanti Big,
      chi li avrebbe scoperti?
      Senza le Major non sarebbero esistiti XXXXXXX,
      Michael Jackson, i Beatles, Pavarotti e migliaia
      di altri. E voi invece di essere grati a queste
      aziende che fate? Le odiate e ne augurate
      disgrazie.per te quelli sono artisti? per me sono "PRODOTTI" e dovrei essere grato che quei prodotti mi prendono per i fondelli?Una cosa ho da chiederti: hai mai avutio a che fare nel bussniss della musica?Io si e ti garantisco che i BIG" sono solo dei grandi BLUFF.Macchine per fare soldi senza nessun talento
      • Major....et te scrive:
        Re: Basta attacchi immotivati alle Major
        - Scritto da: Roberto Di
        Una cosa ho da chiederti: hai mai avutio a che
        fare nel bussniss della musica?Io si e ti
        garantisco che i BIG" sono solo dei grandi
        BLUFF.

        Macchine per fare soldi senza nessun talento... dunque perchè scaricarli illegalmente dalla Rete? Perchè creare un sistema (che ricorda molto da vicino un'associazione per delinquere) di p2p organizzato e pianificato che ha l'unico scopo quello di favorire lo scambio illecito di mateiale coperto dal diritto d'autore?
    • scutmai scrive:
      Re: Basta attacchi immotivati alle Major
      Blair Witch ProjectMaroon 5solo due esempi di quanto non siano più indispensabili queste corporazioni che mantengono strutture che non hanno più ragione di essere.il problema è che le major stanno pagando l'ingordigia e la mancata volontà di adeguarsi ai tempi.questi hanno mantenuto la mentalità dei tempi del 45giri,peccato che uno dei gadget più venduti di questo inizio millenio si chiami I-pod.poi un giorno se vuoi spiegarmi perchè posso registrare dalla tv un film,mettiamo un titolo a caso "Gli Zombies",mentre non posso scaricarmelo dalla rete;quando qualcuno vorrà spiegarmi la diversità di danno che creo alle major e agli autori,visto che comunque io quel film non lo comprerò.......
      • Major....et te scrive:
        Re: Basta attacchi immotivati alle Major
        - Scritto da: scutmai
        il problema è che le major stanno pagando
        l'ingordigia e la mancata volontà di adeguarsi ai
        tempi.questi hanno mantenuto la mentalità dei
        tempi del 45giri,peccato che uno dei gadget più
        venduti di questo inizio millenio si chiami
        I-pod.puo darsi che su questo punto tu abbia ragione. Le Majors dovrebbero rielaborare (creare?) un nuovo modello di business tagliato sulle nuove tecnologie. E' probabile che ci siano ancora delle resistenze che comunque verranno spazzate via, ma non sarà certo la pirateria ad imporre questa revisione.
        poi un giorno se vuoi spiegarmi perchè posso
        registrare dalla tv un film,mettiamo un titolo a
        caso "Gli Zombies",mentre non posso scaricarmelo
        dalla rete;quando qualcuno vorrà spiegarmi la
        diversità di danno che creo alle major e agli
        autori,visto che comunque io quel film non lo
        comprerò.......perchè a casa tua il film lo può rivedere solo tu, i tuoi familiari e qualche amico. Inoltre il film è già stato pagato dall'emittente TV d acui lo hai registrato. Invece se diffondi l'opera su Internet il pubblico potenziale che ne può usufruire è ben più ampio della cerchia dei tuoi conoscenti. Questo si traduce in un danno economico e finanziario rilevante per chi detiene i diritti su quel film.
        • scutmai scrive:
          Re: Basta attacchi immotivati alle Major
          riguardo la seconda parte della tua risposta,mi sembra un po' tirata per i capelli,o almeno rientra in quel famoso modo di ragionare che al giorno d'oggi,con le tecnologie a disposizione,non regge più.Mi spiego;registro il film dalla tv per guardarlo 1000 volte;1 la paga la tv le altre 999 è gratis,giusto?posso farlo per uso personale giusto?bene,ma non creo un danno alle major riguardandolo 999 gratis,visto che i diritti si pagano a passaggio,o meglio le tv li pagano così?infine è vero che mettendolo in rete p2p lo rendo disponibile al mondo,ma basta anche solo che lo presti ad un amico o magari guardarlo con amici dopo una pizzata,per violare le leggi di tutela del copyright,che ribadisco,sono fuori dalla logica e dal tempo in cui viviamo.
        • 01234 scrive:
          Re: Basta attacchi immotivati alle Major
          non regge, potrei passare il vhs/dvd a chiunquela verità è che abbiamo pagato l'EC sia su vhs/dvd sia su ipod, e non possiamo copiare né in uno, né nell'altromajor etc: buffoni! (vorrei dire altro ma vabbeh)
    • Fulzer scrive:
      Re: Basta attacchi immotivati alle Major
      - Scritto da: Major....et te
      stanno solo tutelando il loro sacrosanto diritto
      a veder remunerata la loro attività. Le Major
      sono imprese con finalità di lucro, esattamente
      come quelle per cui la maggior parte di voi
      lavora. Se la vostra azienda non potesse essere
      remunerata a causa di un sito web che le sottrae
      business, cosa fareste? La vostra azienda
      fallirebbe e voi andreste a casa, e come lo
      pagate il
      mutuo?
      Senza le Major non ci sarebbero i cantanti Big,
      chi li avrebbe scoperti? Chi ne avrebbe lanciato
      l'immagine? CHi ne avrebbe curato la campagna
      pubblicitaria e promozionale? Chi ne avrebbe
      finanziato e sponsorizzato i
      concerti?
      Senza le Major non sarebbero esistiti XXXXXXX,
      Michael Jackson, i Beatles, Pavarotti e migliaia
      di altri. E voi invece di essere grati a queste
      aziende che fate? Le odiate e ne augurate
      disgrazie.
      Se pensate che i prezzi siano esagerati riducete
      la domanda così come fareste per qualsiasi altro
      prodotto. Le Major sono imprese sensibili alla
      domanda di mercato e prenderebbero i dovuti
      provvedimenti.Basta trollate senza vergogna!Le major stanno fallendo? Hanno presentato bilanci in rosso? No e No!Quindi piantala di scrivere scemenze e vai lavorare.
      • Enry scrive:
        Re: Basta attacchi immotivati alle Major
        - Scritto da: Fulzer
        - Scritto da: Major....et te

        stanno solo tutelando il loro sacrosanto diritto

        a veder remunerata la loro attività. Le Major

        sono imprese con finalità di lucro, esattamente

        come quelle per cui la maggior parte di voi

        lavora. Se la vostra azienda non potesse essere

        remunerata a causa di un sito web che le sottrae

        business, cosa fareste? La vostra azienda

        fallirebbe e voi andreste a casa, e come lo

        pagate il

        mutuo?

        Senza le Major non ci sarebbero i cantanti Big,

        chi li avrebbe scoperti? Chi ne avrebbe lanciato

        l'immagine? CHi ne avrebbe curato la campagna

        pubblicitaria e promozionale? Chi ne avrebbe

        finanziato e sponsorizzato i

        concerti?

        Senza le Major non sarebbero esistiti XXXXXXX,

        Michael Jackson, i Beatles, Pavarotti e migliaia

        di altri. E voi invece di essere grati a queste

        aziende che fate? Le odiate e ne augurate

        disgrazie.

        Se pensate che i prezzi siano esagerati riducete

        la domanda così come fareste per qualsiasi altro

        prodotto. Le Major sono imprese sensibili alla

        domanda di mercato e prenderebbero i dovuti

        provvedimenti.


        Basta trollate senza vergogna!

        Le major stanno fallendo? Hanno presentato
        bilanci in
        rosso?
        No e No!

        Quindi piantala di scrivere scemenze e vai
        lavorare.Le major non hanno presentato bilanci in rosso, si sono unite che è ben peggio. Da 20 sono diventate 4 e poi diventeranno 2, e ci sarà sempre qualche idiota che poi parlerà di monopolio. Non ricordandosi che la CONCORRENZA citata poco sopra la si fa con, non 20, ma CINQUANTA case discografiche, non DUE costrette ad unirsi altrimenti devono mandare a casa la gente per centinaia di XXXXX che non pagano per quello che consumano. Datti una regolata va, che è meglio, e la prossima volta, usa il cervello.Enry
        • 01234 scrive:
          Re: Basta attacchi immotivati alle Major
          il p2p incide pochissimo sulla diminuizione dei fatturatiinformatiquanto poi all'EC non sono cifre ridicole, ma questi non si saziano mai
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Basta attacchi immotivati alle Major
      Complimenti, di posts a difesa degli "artisti" ne ho letti molti, ma credo che questo sia il primo a difesa delle major !
      • One Only Major scrive:
        Re: Basta attacchi immotivati alle Major
        Dear Major Tom Vs Ground Control
      • etherodox scrive:
        Re: Basta attacchi immotivati alle Major
        Joe Tornado scrive: Complimenti, di posts a difesa degli "artisti" ne ho letti molti, ma credo che questo sia il primo a difesa delle major !E' l'evoluzione della specie (dei troll). Ci mettono qualche era geologica a formulare un pensiero, ma alla fine qualcosa producono.
      • Major... domo scrive:
        Re: Basta attacchi immotivati alle Major
        - Scritto da: Joe Tornado
        Complimenti, di posts a difesa degli "artisti" ne
        ho letti molti, ma credo che questo sia il primo
        a difesa delle major
        !Si vede che non lavori per una di loro. E' inutile fare gli ipocriti. Se le Major sono così potenti è perchè hanno seguito tra il pubblico (massa). C'è una incredibile domanda dei loro prodotti (discografici e non), sia essa legale che illegale. TPB non fa altro che incrementare questo loro potere. TPB soffoca i piccoli autori, schiaccia le etichette indipnedenti. Perchè? Te lo spiego: se devo decidere di comprare un cd di XXXXXXX, in assenza di TPB e il p2p, sono costretto a comprarlo, oppure decido di provare qualcosa di nuovo (etichetta indipendente) anche perchè costa di meno. Se invece ho l'alternativa (TPB & Co.) mi scarico il cd di XXXXXXX e tanti saluti, l'etichetta indipendente non ha nessuna possibilità di essere visibile e di aver eun apossibilità di acquisto.Apri gli occhi. TPB è al soldo delle Majors.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Basta attacchi immotivati alle Major
          - Scritto da: Major... domo
          - Scritto da: Joe Tornado

          Complimenti, di posts a difesa degli "artisti"
          ne

          ho letti molti, ma credo che questo sia il primo

          a difesa delle major

          !

          Si vede che non lavori per una di loro. E'
          inutile fare gli ipocriti. Se le Major sono così
          potenti è perchè hanno seguito tra il pubblico
          (massa). C'è una incredibile domanda dei loro
          prodotti (discografici e non), sia essa legale
          che illegale. TPB non fa altro che incrementare
          questo loro potere. TPB soffoca i piccoli autori,
          schiaccia le etichette indipnedenti. Perchè? Te
          lo spiego: se devo decidere di comprare un cd di
          XXXXXXX, in assenza di TPB e il p2p, sono
          costretto a comprarlo, oppure decido di provare
          qualcosa di nuovo (etichetta indipendente) anche
          perchè costa di meno. Se invece ho l'alternativa
          (TPB & Co.) mi scarico il cd di XXXXXXX e tanti
          saluti, l'etichetta indipendente non ha nessuna
          possibilità di essere visibile e di aver eun
          apossibilità di
          acquisto.

          Apri gli occhi. TPB è al soldo delle Majors.Ma per favore. I piccoli artisti hanno solo da guadagnarci (e di fatto ci guadagnano) dall'esistenza del p2p, addirittura di più dei grandi.Questo perché il "provare" qualcosa di nuovo si può fare solo se questa prova non costringe l'utente a sborsare soldi per qualcosa che non sa neanche se gli piacerà o meno. Tu al ristorante ordineresti qualcosa che non hai la più pallida idea di cosa sia, di cosa contenga, di che sapore abbia? Ovviamente no, perché sai che se non ti piace poi lo andresti a pagare. Se non fossi costretto a pagare ciò che non ti piace lo ordineresti? Probabilmente sì, perché così potresti scoprire qualcosa che ti interessa.Quindi gli artisti "minori" ci guadagnano, anzitutto in popolarità, COME E PIU' di quelli "grandi". La popolarità porta gente ai concerti. E quindi soldi che entrano, in un modo o nell'altro, nelle casse degli artisti. Non ci entrano tramite il CD? Pazienza. Sai quanto dei 15 (poniamo) euro vanno agli artisti? Se gli arrivano 30 centesimi è tanto. Il resto se lo mangiano la filiera, lo stato con le tasse, la siae (la siae è solo una fregatura per i piccoli artisti, perché è più ciò che pagano di tasse di quello che ci guadagnano) e i produttori (che spesso per pubblicare il disco chiedono soldi agli artisti).Se gli artisti vengono pagati direttamente dai concerti (o comunque con una filiera molto minore di quella per i cd) hanno solo da guadagnarci. Ma perché la gente vada ai concerti c'è bisogno che li conosca: ecco quindi che il p2p fa solo bene.Naturalmente il p2p è negativo per quelli che dal vivo non sanno suonare o cantare. Ma quelli non sono artisti, sono solo sanguisughe, truffatori che cercano di prendere per i fondelli i fan (che per loro non sono persone, ma soltanto soldi) e se spariscono, tutta la musica ne gioverebbe.
        • 01234 scrive:
          Re: Basta attacchi immotivati alle Major
          etherodox ti ha descritto benissimo, pare
        • Alice scrive:
          Re: Basta attacchi immotivati alle Major
          - Scritto da: Major... domo
          - Scritto da: Joe Tornado

          Complimenti, di posts a difesa degli "artisti"
          ne

          ho letti molti, ma credo che questo sia il primo

          a difesa delle major

          !

          Si vede che non lavori per una di loro. E'
          inutile fare gli ipocriti. Se le Major sono così
          potenti è perchè hanno seguito tra il pubblico
          (massa). C'è una incredibile domanda dei loro
          prodotti (discografici e non), sia essa legale
          che illegale. TPB non fa altro che incrementare
          questo loro potere. TPB soffoca i piccoli autori,
          schiaccia le etichette indipnedenti. Perchè? Te
          lo spiego: se devo decidere di comprare un cd di
          XXXXXXX, in assenza di TPB e il p2p, sono
          costretto a comprarlo, oppure decido di provare
          qualcosa di nuovo (etichetta indipendente) anche
          perchè costa di meno. Se invece ho l'alternativa
          (TPB & Co.) mi scarico il cd di XXXXXXX e tanti
          saluti, l'etichetta indipendente non ha nessuna
          possibilità di essere visibile e di aver eun
          apossibilità di
          acquisto.

          Apri gli occhi. TPB è al soldo delle Majors.Mah. Io so solo che da quando esiste il p2p ho smesso di ascoltare la musicaccia che passano su mtv e ho cominciato a scoprire e comprare dischi di autori sconosciuti e etichette minuscole. E come me credo tanta altra gente.Non per niente questo e' il decennio dell'"indie".... Il sundance film festival esiste da ventanni ma a quanto pare viene preso in considerazione solo da un lustro.Comunque a suo tempo non me li compravo i cd di XXXXXXX. Al limite li si registrava dalla radio, tanto a parte i singoli le altre canzoni dei cd "BIG" sono sempre e solo "filler" di cui non frega mai niente a nessuno. Cosa che si ripercuote poi sulle vendite via internet di adesso. Ora che si puo' comprare la singola canzone via itunes ma chissene frega di spendere soldi sull'intero cd se sai gia' che fara' schifo!Non e' la pirateria che sta uccidendo le major, sono le major stesse.L'acXXXXX alle troppe informazioni gli ha fatto piu' danni dell'acXXXXX ai siti di pirateria.
  • -ToM- scrive:
    Idi**i
    Le etichette allora rispondono chiedendo alla corte che Brokep e i suoi sodali vengano multati ancora e ancora per ogni giorno in più passato senza consegnare il denaro richiesto. che id**i.
  • al bel scrive:
    tracker
    Credo che il problema di base non sia proprio il sito motore di ricerca torrent, ce ne sono tanti altri, anche se piratebay è il piu' grande.Il problema è il tracker ed è quello che ha 20, milioni di utenti in ogni istante (pure di piu' secondo me)...Infatti moltissimi uploader utilizzano il tracker di piratebay perchè affidabile e funziona bene..Il problema è che concentrare tutti i torrent su uno o pochi tracker va proprio contro allo spirito dei torrent, i tracker dovrebbero cambiare spesso ed essere meglio distribuiti, perchè se chiude quello di TPB (come non funzionava quando i dns italiani lo blacklistavano)poi non si ha acXXXXX ha un sacco di torrent, tra cui tanti anche legali!!!!PI fa sempre un po' di confusione a mio avviso..cmq...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: tracker
      - Scritto da: al bel
      perchè se chiude quello di TPB (come non
      funzionava quando i dns italiani lo
      blacklistavano)poi non si ha acXXXXX ha un sacco
      di torrent, tra cui tanti anche
      legali!!!!Non è vero, non fare disinformazione. Al di là del fatto che con qualsiasi client puoi cambiare/aggiornare gli indirizzi del tracker al volo senza bisogno di riscaricare il torrent, al di là del fatto che si può configurare il client per passare da TOR o simili per le comunicazioni col tracker (senza rallentare quelle tra i client), ma se anche tutti i tracker fossero offline, esiste il protocollo DHT che fa a meno di qualsiasi tracker.http://it.wikipedia.org/wiki/Tabella_di_hash_distribuita
  • yabo scrive:
    cercasti giustizia e trovasti la legge
    come dice il poeta... (CITAZIONE)"cercasti giustizia e trovasti la legge"
  • holy3 scrive:
    Si scrive "Spectrial", Mariuccia!
    C47_7_0 ... documentarsi no, eh!?Almeno i richiami tra virgolette proviamo a metterli come sono veramente?
    • affer scrive:
      Re: Si scrive "Spectrial", Mariuccia!
      - Scritto da: holy3
      C47_7_0 ... documentarsi no, eh!?
      Almeno i richiami tra virgolette proviamo a
      metterli come sono
      veramente?grazie moltissime per il tuo contributo
    • Marco scrive:
      Re: Si scrive "Spectrial", Mariuccia!
      ...si scrive "Maruccia" e non "Mariuccia"...
    • -ToM- scrive:
      Re: Si scrive "Spectrial", Mariuccia!
      - Scritto da: holy3
      C47_7_0 ... documentarsi no, eh!?
      Almeno i richiami tra virgolette proviamo a
      metterli come sono
      veramente?e con questa dose di arroganza cosa hai ottenuto?ah già un posto in classifica sul peggior forum della rete.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Si scrive "Spectrial", Mariuccia!
      Uhm già, vero, c'è l'errore, ma tu dovresti migliorare il tuo stile di insulti passando qualche pomeriggio in più col maestro di spada (ci vuole il pollo con la carrucola). Combatti proprio come una mucca :-P
      • -ToM- scrive:
        Re: Si scrive "Spectrial", Mariuccia!
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Uhm già, vero, c'è l'errore, ma tu dovresti
        migliorare il tuo stile di insulti passando
        qualche pomeriggio in più col maestro di spada
        (ci vuole il pollo con la carrucola). Combatti
        proprio come una mucca
        :-PGuarda! una scimmia a tre teste!
  • fring_uello scrive:
    Major spilorcie
    ...."ma il più grande sito di file sharing dell'era BitTorrent continua a operare come se nulla fosse con livelli di utenza media pari a 20 milioni di peer connessi in contemporanea in ogni momento."Forse non hanno capito stè major del cavolo che la popoloazione se ne frega ! In ogni caso se individui hanno da scambiarsi materiale lo farebbero cmq e in ogni caso anche senza l'ausilio della rete internet.O sbaglio?E poi l'italiano ha altro a cui pensare..rate del mutuo, auto, figli ...e non mi sogno di comprare 20 dvd e 20 cd musicali al mese.Anche se le major spilorcie parassitarie vorrebbero così!O sbaglio ?
    • linaro scrive:
      Re: Major spilorcie
      20 milioni di persone... facciamo che solo un 10% sia disposto a pagare 20 euro al mese di abbonamento per collegarsi a un sito e scaricare legalmente la musica e il cinema che vuole... sarebbe un giro d'affari da 40 milioni di euro al mese (ok di incassi, non di guadagni)...Metti che poi le novità possano essere piu' care (5 euro) per il primo mese... metti che vendi gadget vari... bho quando capiranno che il mercato è semplicemente CAMBIATO e loro sono DINOSAURI?
  • Se po fa scrive:
    Vendere il sito TPB
    Le Major potrebbero chiedere come risarcimento del danno il nome a dominio thepiratebay.org e metterlo in vendita o sfruttarlo per scopi pubblicitari. Potrebbero anche rivalersi su tutti i domini riconducibili a Sunde e prestanome vari, sul merchandising etc... Io dico che tutta la faccenda vale più di 9 milioni di euro e si colpirebbero i pirati al cuore.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Vendere il sito TPB
      - Scritto da: Se po fa
      Le Major potrebbero chiedere come risarcimento
      del danno il nome a dominio thepiratebay.org e
      metterlo in vendita o sfruttarlo per scopi
      pubblicitari. Potrebbero anche rivalersi su tutti
      i domini riconducibili a Sunde e prestanome vari,
      sul merchandising etc... Io dico che tutta la
      faccenda vale più di 9 milioni di euro e si
      colpirebbero i pirati al cuore.Sì, sì... (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)Le major non possono vincere, che si ficchino una volta per tutte il concetto in quelle corna che hanno sul capo.AVANTI TUTTA PIRATE BAY!!!E ricordiamo lo spot:Com'è che le major chiamano quelli che si arricchiscono senza avere i diritti di quello su cui prendono soldi?Cos'è che fanno le major prendendosi i soldi dell'equo compenso sui supporti vuoti, permettendo agli utenti di registrare su quei supporti solo materiale proprio o freeware? E quelli so' soldi, che gli utenti non possono non pagare e nemmeno possono avere indietro (chi è mai riuscito a farlo senza avere una partita iva porti le prove e faccia sapere come), non sono mica "mancati guadagni"...Quindi...NON RUBERESTE MAI UN'AUTO...NON RUBERESTE MAI UNA BORSA...NON RUBERESTE MAI UN TELEVISORE...NON RUBERESTE MAI UN CELLULARE... NON RUBERESTE MAI UNA DISTRO LINUX O IL VIDEO DELLA COMUNIONE DEL FIGLIO DI UN ALTRO...PRENDERVI I SOLDI DEGLI UTENTI CON L'EQUO COMPENSO SENZA PERMETTERE LORO DI COPIARE LE PROPRIE OPERE E' COME RUBARERUBAREE' CONTRARIOALLA LEGGE PRENDERE SOLDI ALTRUI IN CAMBIO DI NULLA E' UN REATO (si chiama furto o truffa, a seconda dei casi)La pirateria è l'unico modo per dare ai soldi che ci rubate un senso. NOI NON RUBIAMO.NOI NON TRUFFIAMO. VOI INVECE SI'. AVVISO: il testo qui sopra l'ho scritto io e lo rilascio freeware. Potete farci quello che vi pare, perché a differenza delle major IO NON SONO UN LADRO e quello che creo lo condivido con tutti per permetterne la massima circolazione. Anzi se qualcuno ne facesse un video da mettere nei DVD masterizzati ne sarei ben contento.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 maggio 2009 07.36-----------------------------------------------------------
      • Guybrush scrive:
        Re: Vendere il sito TPB
        [...]
        Sì, sì... (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        (rotfl)
        Le major non possono vincere, che si ficchino una
        volta per tutte il concetto in quelle corna che
        hanno sul
        capo.
        AVANTI TUTTA PIRATE BAY!!!

        E ricordiamo lo spot:

        Com'è che le major chiamano quelli che si
        arricchiscono senza avere i diritti di quello su
        cui prendono
        soldi?
        Cos'è che fanno le major prendendosi i soldi
        dell'equo compenso sui supporti vuoti,
        permettendo agli utenti di registrare su quei
        supporti solo materiale proprio o freeware? E
        quelli so' soldi, che gli utenti non possono non
        pagare e nemmeno possono avere indietro (chi è
        mai riuscito a farlo senza avere una partita iva
        porti le prove e faccia sapere come), non sono
        mica "mancati
        guadagni"...

        Quindi...

        NON RUBERESTE MAI UN'AUTO...
        NON RUBERESTE MAI UNA BORSA...
        NON RUBERESTE MAI UN TELEVISORE...
        NON RUBERESTE MAI UN CELLULARE...
        NON RUBERESTE MAI UNA DISTRO LINUX O IL VIDEO
        DELLA COMUNIONE DEL FIGLIO DI UN
        ALTRO...

        PRENDERVI I SOLDI DEGLI UTENTI CON L'EQUO
        COMPENSO SENZA PERMETTERE LORO DI COPIARE LE
        PROPRIE OPERE E' COME
        RUBARE

        RUBARE
        E' CONTRARIO
        ALLA LEGGE

        PRENDERE SOLDI ALTRUI IN CAMBIO DI NULLA E'
        UN REATO (si chiama furto o truffa, a
        seconda dei
        casi)[...]questa non ci sta bene, il resto si[...]
        NOI NON RUBIAMO.
        NOI NON TRUFFIAMO.
        VOI INVECE SI'.
        AVVISO: il testo qui sopra l'ho scritto io e lo
        rilascio freeware. Potete farci quello che vi
        pare, perché a differenza delle major IO NON SONO
        UN LADRO e quello che creo lo condivido con tutti
        per permetterne la massima circolazione. Anzi se
        qualcuno ne facesse un video da mettere nei DVD
        masterizzati ne sarei ben
        contento.C'e' gia' qualcosa in circolazione al riguardo, ma il tuo testo mi pare il piu' efficace che abbia mai letto.-- -GT-
      • pabloski scrive:
        Re: Vendere il sito TPB
        a mio avviso il partito partita italiano dovrebbe lanciare una campagna legale proprio su questi punti, denunciando sia in Italia che presso l'UE le major per l'equo compenso, per il bollino SIAE e le altre XXXXXte similise a ciò si riuscisse ad aggiungere una bella campagna mediatica volta a portare alla luce i "privilegi" delle major, il movimento pirata guadagnerebbe una forte legittimazione popolare
      • Skyhound scrive:
        Re: Vendere il sito TPB
        Modificato dall' autore il 22 maggio 2009 07.36
        --------------------------------------------------STRAQUOTONE!!
      • Major....et te scrive:
        Re: Vendere il sito TPB
        Si vede che per campare non fai il cantante, il musicista o comunque l'artista che gode (e talora si arricchisce, ma che male c'è?) di questi diritti.Si vede che le tue creazioni artistiche non sono così "appetibili" da poter essere distribuite (illegalmente) nei canali p2p.Non sarai mai un cantante famoso o un musicista da hit parade (neanche se ti rivolgi al Gatto e alla Volpe...), e quando torni a casa dal tuo lavoro da dipendente, "pretendi" di poter scaricare quel che ti pare.Ma l'era delle vacche grasse è finita. Se vuoi la musica la devi da pagà!!! Se vuoi vedere un film lo devi da pagà. Se non ci hai li soldi non te li vedi e non te li senti (intanto puoi vivere bene anche senza ).Ormai ci sono tutte le tecnologie per contrastare efficacemente questo turpe fenomeno. La pirateria ha i giorni contati.
        • krane scrive:
          Re: Vendere il sito TPB
          - Scritto da: Major....et te
          Si vede che per campare non fai il cantante, il
          musicista o comunque l'artista che gode (e talora
          si arricchisce, ma che male c'è?) di questi
          diritti.Il cantante che io sappia dovrebbe cantare, vivere di concerti e spettacoli.
          Si vede che le tue creazioni artistiche non sono
          così "appetibili" da poter essere distribuite
          (illegalmente) nei canali p2p.Molti giovani invece usano il circuito p2p per farsi conoscere.
          Non sarai mai un cantante famoso o un musicista
          da hit parade (neanche se ti rivolgi al Gatto e
          alla Volpe...), e quando torni a casa dal tuo
          lavoro da dipendente, "pretendi" di poter
          scaricare quel che ti pare.
          Ma l'era delle vacche grasse è finita. Se vuoi la
          musica la devi da pagà!!! Se vuoi vedere un film
          lo devi da pagà. Se non ci hai li soldi non te li
          vedi e non te li senti (intanto puoi vivere bene
          anche senza ).Se ritengo il prezzo troppo alto non lo pago, i tempi di vacche grasse sono finite, ma non per chi ascolta ma per chi canta.
          Ormai ci sono tutte le tecnologie per contrastare
          efficacemente questo turpe fenomeno. La pirateria
          ha i giorni contati.E quindi ? Ci riattaccheremo alla radio, certo nessuno ci costringe a comprare niente.
          • Major....et te scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            Infatti nessuno vi obbliga ad acquistare un cd o dvd.Ma il prezzo, eventualmente troppo elevato in certi casi, non deve giustificare la pratica illegale della condivisione di opere protette dal diritto d'autore.Se si è contrari al diritto d'autore, allora si dovrebbero adottare iniziative volte a limitare tale diritto, non ad eluderlo con il p2p.
          • 01234 scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            gli ultimi saranno ultimi se i primi sono irraggiungibili (Frankie HiNrg)
        • NO copyright scrive:
          Re: Vendere il sito TPB

          Si vede che per campare non fai il cantante, il
          musicista o comunque l'artista che gode (e talora
          si arricchisce, ma che male c'è?) di questi diritti.Non hai capito una MAZZA.Se accettano i soldi dell'equo compenso dopo non hanno più diritto di lamentarsi.
          La pirateria ha i giorni contati.Le ultime parole famose... :-DSono le major ad avere i giorni contati se non si svegliano e cambiano modello di business...Se due persone fumano sotto il cartello divieto di fumare gli fai la multa.Se venti persone fumano sotto il cartello divieto di fumare chiedi loro di spostarsi.Se duecento persone fumano sotto il cartello divieto di fumare togli il cartello.Winston Churchill
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            - Scritto da: NO copyright

            Si vede che per campare non fai il cantante, il

            musicista o comunque l'artista che gode (e
            talora

            si arricchisce, ma che male c'è?) di questi
            diritti.

            Non hai capito una MAZZA.

            Se accettano i soldi dell'equo compenso dopo non
            hanno più diritto di lamentarsi.E soprattutto non hanno nessun diritto di dare lezioni di moralità visto che LORO SI ARRICCHISCONO SU OPERE NON PROPRIE a cominciare dal software libero.
          • Major....et te scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            - Scritto da: NO copyright
            Se due persone fumano sotto il cartello divieto
            di fumare gli fai la
            multa.
            Se venti persone fumano sotto il cartello divieto
            di fumare chiedi loro di
            spostarsi.
            Se duecento persone fumano sotto il cartello
            divieto di fumare togli il
            cartello.
            Winston ChurchillNo. Le multi tutte e duecento. Perchè se le 200 persone stanno fumando sotto le finestre di un ospedale, non mi pare proprio il caso di fare lo gnorri.
          • NO copyright scrive:
            Re: Vendere il sito TPB

            No. Le multi tutte e duecento.Ora ti svelerò un incredibile segreto su come funziona la società umana...Le leggi non sono qualcosa che arriva dall'alto, ma sono un patto sociale tra gli individui che compongono una data società. Non è sufficiente fare una legge che dice che qualcosa è vietato. E' anche necessario che la società la percepisca CULTURALMENTE come vietata. Altrimenti rimane fuffa scritta su carta che verrà tranquillamente ignorata da tutti.
        • Anonymous scrive:
          Re: Vendere il sito TPB
          - Scritto da: Major....et te
          Si vede che per campare non fai il cantante, il
          musicista o comunque l'artista che gode (e talora
          si arricchisce, ma che male c'è?) di questi
          diritti.
          Si vede che le tue creazioni artistiche non sono
          così "appetibili" da poter essere distribuite
          (illegalmente) nei canali
          p2p.
          Non sarai mai un cantante famoso o un musicista
          da hit parade (neanche se ti rivolgi al Gatto e
          alla Volpe...), e quando torni a casa dal tuo
          lavoro da dipendente, "pretendi" di poter
          scaricare quel che ti
          pare.
          Ma l'era delle vacche grasse è finita. Se vuoi la
          musica la devi da pagà!!! Se vuoi vedere un film
          lo devi da pagà. Se non ci hai li soldi non te li
          vedi e non te li senti (intanto puoi vivere bene
          anche senza
          ).
          Ormai ci sono tutte le tecnologie per contrastare
          efficacemente questo turpe fenomeno. La pirateria
          ha i giorni
          contati.Sì, sì, hai ragione tu.Intanto, al posto di scrivere sciocchezze, vai a vedere che fine ha fatto la redistribuzione dell'equo compenso di quell'ente dichiarato estinto dal prefetto di Roma dopo anni che otteneva introiti milionari e non dava un cent quasi a nessuno.I tuoi buonismi ormai appiccicano meno dello sputo.
          • NO copyright scrive:
            Re: Vendere il sito TPB

            Intanto, al posto di scrivere sciocchezze, vai a
            vedere che fine ha fatto la redistribuzione
            dell'equo compenso di quell'ente dichiarato
            estinto dal prefetto di Roma dopo anni che
            otteneva introiti milionari e non dava un cent
            quasi a nessuno.http://punto-informatico.it/2619281/PI/Commenti/estinzione-dell-imaie-una-lezione-cui-far-tesoro.aspx----La scintilla che ha, probabilmente, determinato il Prefetto ad assumere la decisione di sciogliere definitivamente l'Ente è stata rappresentata dall'aver trovato l'IMAIE con le mani in un barattolo di marmellata da 118 milioni di euro incassati, negli anni, a titolo di equo compenso ma mai redistribuiti alla più parte degli artisti, interpreti ed esecutori----
          • 01234 scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            ma fanno lo stesso effetto...
        • DuDe scrive:
          Re: Vendere il sito TPB
          - Scritto da: Major....et te
          Si vede che per campare non fai il cantante, il
          musicista o comunque l'artista che gode (e talora
          si arricchisce, ma che male c'è?) di questi
          diritti.
          Si vede che le tue creazioni artistiche non sono
          così "appetibili" da poter essere distribuite
          (illegalmente) nei canali
          p2p.
          Non sarai mai un cantante famoso o un musicista
          da hit parade (neanche se ti rivolgi al Gatto e
          alla Volpe...), e quando torni a casa dal tuo
          lavoro da dipendente, "pretendi" di poter
          scaricare quel che ti
          pare.
          Ma l'era delle vacche grasse è finita. Se vuoi la
          musica la devi da pagà!!! Se vuoi vedere un film
          lo devi da pagà. Se non ci hai li soldi non te li
          vedi e non te li senti (intanto puoi vivere bene
          anche senza
          ).
          Ormai ci sono tutte le tecnologie per contrastare
          efficacemente questo turpe fenomeno. La pirateria
          ha i giorni
          contati.Perfettamente d'accordo, mi spieghi pero' perche' io devo pagare una tassa su un supporto nel quale ci metto le mie foto? e perche' tale tassa va a rimpinguare le esangui casse di raul casadei di ramazzotti o di claudio baglioni? Quando mi dai una spiegazione logica di cio' allora discutiamo, ma fino a quel momento io mi sento in diritto di scaricarmi quello che voglio visto che gia' ti pago un pizzo., la mafia e' pu' onesta il tal senso, almeno ti dice chiaro e tondo che il pizzo ti da una sicurezza, la siae a me che non sono artista, cosa da in cambio del pizzo che le verso?
          • Major....et te scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            Non conosco bene la questione. Mi informo e ti faccio sapere. Comunque mi pare che ormai cd e dvd stiano lasciando il passo alle pendrive e alle flash card.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            - Scritto da: Major....et te
            Non conosco bene la questione. Mi informo e ti
            faccio sapere. Comunque mi pare che ormai cd e
            dvd stiano lasciando il passo alle pendrive e
            alle flash card.Su cui si paga l'equo compenso come su qualsiasi altro supporto, dalla musicassetta alle memorie a stato solido passando per tutti i supporti ottici e magnetici-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 maggio 2009 14.35-----------------------------------------------------------
          • 01234 scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            sulle quali paghi lo stesso l'ECps: appunto, informarsi prima di pontificare e moralisteggiare ;-)
          • Major....et te scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            - Scritto da: DuDe
            Quando mi dai una spiegazione logica di cio'
            allora discutiamo, ma fino a quel momento io mi
            sento in diritto di scaricarmi quello che voglio
            visto che gia' ti pago un pizzo., la mafia e' pu'
            onesta il tal senso, almeno ti dice chiaro e
            tondo che il pizzo ti da una sicurezza, la siae a
            me che non sono artista, cosa da in cambio del
            pizzo che le
            verso?Mi trovo daccordo con te, concettualmente, sul fatto che il cosiddetto 'equo compenso' sia una risposta sbagliata al problema della pirateria. Di fatto è una presunzione di colpevolezza, che non solo non risolve il problema della pirateria, ma rischia di alimentarlo (come hai osservato qui: visto che già pago l'equo compenso mi sento autorizzato a scaricare ciò che voglio).E' chiaro che vanno rivisti strumenti e metodologie di contrasto alla pirateria informatica. Sicuramente l'equo compenso non risolve il problema. Ma non deve neanhce essere interpretato come un'assoluzione del diritto d'autore.
          • 01234 scrive:
            Re: Vendere il sito TPB
            non è che ci si sente autorizzati: ho già pagato, SONO autorizzatoche poi la legge dica diversamente rende veritiera quella frase stupenda "cercasti giustizia, trovasti la legge"
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Vendere il sito TPB
          - Scritto da: Major....et te
          Si vede che per campare non fai il cantante, il
          musicista o comunque l'artista che gode (e talora
          si arricchisce, ma che male c'è?) di questi
          diritti.
          Si vede che le tue creazioni artistiche non sono
          così "appetibili" da poter essere distribuite
          (illegalmente) nei canali
          p2p.
          Non sarai mai un cantante famoso o un musicista
          da hit parade (neanche se ti rivolgi al Gatto e
          alla Volpe...), e quando torni a casa dal tuo
          lavoro da dipendente, "pretendi" di poter
          scaricare quel che ti
          pare.
          Ma l'era delle vacche grasse è finita. Se vuoi la
          musica la devi da pagà!!! Se vuoi vedere un film
          lo devi da pagà. Se non ci hai li soldi non te li
          vedi e non te li senti (intanto puoi vivere bene
          anche senza
          ).
          Ormai ci sono tutte le tecnologie per contrastare
          efficacemente questo turpe fenomeno. La pirateria
          ha i giorni
          contati.[img]http://www.liquidmatrix.org/blog/wp-content/uploads/2009/01/troll.jpg[/img]Non accetto lezioni di moralità da chi si arricchisce (E' LUCRO NON PROFITTO) sul software libero e sulle produzioni altrui.Io quando scarico e condivido non ho fine di lucro quindi sono meglio delle major a prescindere.Quando e se le major aboliranno l'equo compenso, oppure accetteranno che chi lo paga possa usare quei supporti per metterci il loro materiale (altrimenti perché dovrebbe pagare l'equo compenso?) ne potremo parlare. Fino ad allora sono e restano dei LADRI visto che prendono soldi su opere altrui (non posso mettere sui supporti materiale delle major, quindi posso metterci solo materiale libero o mio, quindi le major prendono soldi su materiale libero o mio, quindi rubano).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 maggio 2009 14.28-----------------------------------------------------------
        • 01234 scrive:
          Re: Vendere il sito TPB
          vedremole major sono più forti, ma il campo di battaglia almeno per ora pare loro avverso...
        • Joe Tornado scrive:
          Re: Vendere il sito TPB
          La pirateria
          ha i giorni
          contati.Si, come quando hanno deciso di chiudere Napster !
      • stanco scrive:
        Re: Vendere il sito TPB
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        PRENDERVI I SOLDI DEGLI UTENTI CON L'EQUO
        COMPENSO SENZA PERMETTERE LORO DI COPIARE LE
        PROPRIE OPERE E' COME
        RUBARE

        PRENDERE SOLDI ALTRUI IN CAMBIO DI NULLA E'
        UN REATO (si chiama furto o truffa, a
        seconda dei
        casi)In entrambi i casi non è rubare furto o truffa ...è circonvenzione di incapace
    • krane scrive:
      Re: Vendere il sito TPB
      - Scritto da: Se po fa
      Le Major potrebbero chiedere come risarcimento
      del danno il nome a dominio thepiratebay.org e
      metterlo in vendita o sfruttarlo per scopi
      pubblicitari. Potrebbero anche rivalersi su tutti
      i domini riconducibili a Sunde e prestanome vari,
      sul merchandising etc... Io dico che tutta la
      faccenda vale più di 9 milioni di euro e si
      colpirebbero i pirati al cuore.E la moglie incatenata all'ingresso dell'azienda per usi sessuali ed i figli in miniera a scavare vinile no ?
    • Enry scrive:
      Re: Vendere il sito TPB
      Colpire al cuore i pirati lo si fa "vendendo la loro roba senza chiederne l'autorizzazione", "senza averne il permesso", e "guadagnandoci non dando a loro una lira" così come loro si permettono di fare con le cose altrui, allora vedi come smetterebbero all'istante di parlare di freedom, quando poi a rimetterci sarebbero loro.Enry
  • Cerbero scrive:
    Sito di file sharing????
    Ma non si era detto che era un moteore di ricerca???
    • affer scrive:
      Re: Sito di file sharing????
      - Scritto da: Cerbero
      Ma non si era detto che era un moteore di
      ricerca???son dieci anni che andiamo dietro al "link illegale" e al fatto che il motore di ricerca indicizza e non fa hosting ...ormai è così: se sei quello giusto, hai l'interpretazione giusta, se sei quello sbagliato ti inzufoli
Chiudi i commenti