7-Zip arriva Linux dopo oltre vent'anni di esclusiva Windows

7-Zip arriva su Linux dopo oltre vent'anni

La celebre utility open source per la gestione dei file compressi fa il suo debutto sui computer Linux grazie a una prima release ufficiale.
La celebre utility open source per la gestione dei file compressi fa il suo debutto sui computer Linux grazie a una prima release ufficiale.

Lanciato nell’ormai lontano 1999 e divenuto con il passare del tempo uno dei programmi più utilizzati per la gestione degli archivi compressi, 7-Zip è rimasto per più di due decenni un’esclusiva Windows (escludendo alcuni porting come p7zip). Non è più così da questa settimana grazie al debutto dell’edizione Linux.

La versione ufficiale di 7-Zip in download su Linux

Dalle pagine del sito ufficiale è possibile eseguire il download della versione 21.01 con codice ottimizzato per l’architettura 64-bit e per i processori x86 o ARM. Le caratteristiche offerte sono del tutto identiche a quelle della controparte Windows, ma per il momento il funzionamento è limitato alla riga di comando.

Dalla natura open source, il software 7-Zip è tra i più apprezzati della categoria sia per la gratuità sia per la capacità di gestire senza intoppi file compressi in tutti i formati principali: 7Z, ZIP, GZIP, TAR e RAR solo per fare alcuni esempi. Tra il 2002 e il 2016 è stato scaricato oltre 410 milioni di volte solo da SourceForge.

Lo sviluppo è ancora oggi curato dal programmatore russo Igor Pavlov che l’ha creato alla fine degli anni ’90. L’attesa durata oltre due decenni prima di veder comparire la versione Linux è per sua stessa ammissione dovuta al fatto di non aver confidenza con la piattaforma.

Fonte: Liliputing
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti