A Roma partito il biglietto via SMS

Se ne parlava da lungo tempo: finalmente ci si può registrare sul sito dell'azienda dei trasporti e dimenticare il ticket cartaceo. Bisogna però avere un cellulare ed essere disposti a spendere di più
Se ne parlava da lungo tempo: finalmente ci si può registrare sul sito dell'azienda dei trasporti e dimenticare il ticket cartaceo. Bisogna però avere un cellulare ed essere disposti a spendere di più


Roma – La figura del controllore che sale sul mezzo pubblico e chiede il biglietto ai passeggeri presto potrebbe sparire: di certo cambierà proprio in queste ore. Dopo una sperimentazione durata due anni, che ha coinvolto un campione di 200 persone, è infatti partito a Roma il sistema Telepay per l’acquisto via SMS di biglietti per i mezzi pubblici.

Nato della collaborazione tra Vodafone e l’azienda dei trasporti pubblici romana ATAC , aveva come obiettivo lo sviluppo di un servizio accessibile a tutti. Il risultato può essere considerato raggiunto, visto che è ora possibile attivare il sistemino, previa registrazione sul sito ATAC, con i diversi gestori sebbene con modalità differenti.

Il Telepay per ora funziona con TIM , Vodafone e Wind : sebbene non sia stato chiarito ufficialmente, è probabile che sarà a breve disponibile anche per gli utenti TRE.

Come si legge sulla pagina dedicata del sito ATAC, il “Biglietto Integrato a Tempo”, per gli amici BIT, vale per 75 minuti dall’ora indicata nel messaggio SMS che viene ricevuto dal cliente. Come quello cartaceo, il BIT consente di accedere a tutto il sistema dei trasporti, compresa la metro (“Sulle metropolitane il cliente dovrà premunirsi del biglietto (via SMS, ndr.) prima di scendere alle banchine dove il segnale cellulare non è presente”). Di interesse segnalare che con il BIT via SMS si può prendere la metro più volte (entro i 75 minuti di validità del biglietto) e non una volta sola come accade con il biglietto tradizionale.

Una volta registrati al servizio, per acquistare il BIT via SMS è sufficiente inviare un SMS al numero 48299 con la parola “BIT”. “Dopo qualche secondo – sostiene ATAC – il cliente riceverà un SMS che contiene il BIT e che riporta tutti i dati del biglietto”.

Attenzione però, al costo di un euro del BIT tradizionale va aggiunto quello dell’SMS, pari al costo deciso dal gestore.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 09 2005
Link copiato negli appunti