A settembre USB perde i fili

I primi dispositivi basati sulla giovane specifica Wireless USB faranno la loro comparsa sul mercato a partire dal terzo trimestre dell'anno. Sapranno conquistare il mercato?


San Francisco (USA) – Tutto è pronto perché, alla fine della prossima estate, i primi dispositivi Wireless USB arrivino sul mercato. A dirlo è lo USB Implementers Forum ( USB-IF ), l’organizzazione che controlla tutte le specifiche USB e che ha il compito di certificare i prodotti che le implementano.

Tra i primi prodotti Wireless USB vi saranno schede add-in e dongle, ossia le classiche chiavette USB.

Wireless USB sta dunque per fare il suo ingresso sul mercato, ma saprà conquistarlo? Pochi, oggi, sarebbero disposti a fare scommesse. Se è vero che la nuova tecnologia ha il pregio di conservare la compatibilità con l’architettura di USB wired , ed è in grado di fornire le rispettabili velocità di 480 Mbit/s entro distanze di 3 metri e di 110 Mbps fino a 10 metri, solleva non pochi dubbi il fatto che Wireless USB utilizzi una tecnologia, Ultra-Wideband (UWB), di cui non esiste ancora una specifica standard. Lo sviluppo di UWB è stato di recente abbandonato dall’Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE), dove da tempo si trovava in una posizione di stallo.

L’altro fattore di incertezza è dato dal fatto che, al di fuori degli USA, molti enti regolatori non abbiano approvato l’uso di UWB a causa delle sue possibili interferenze con altre tecnologie senza fili.

C’è poi da considerare che Wireless USB si troverà a fronteggiare una tecnologia, Bluetooth , ormai ampiamente diffusa: se è vero che la differenza di velocità sarà inizialmente abissale – quest’ultima può raggiungere al massimo 1 Mbps – c’è già in studio una proposta per sposare Bluetooth con UWB e spingerne drasticamente le performance senza rinunciare alla retrocompatibilità. All’orizzonte si staglia poi la sagoma minacciosa di Wireless FireWire, una versione senza fili della tecnologia IEEE 1394 in grado di utilizzare differenti mezzi fisici, tra cui anche UWB.

Wireless USB si basa sulla WiMedia MAC Convergenze Architecture e utilizza i layer MAC (Media Access Control) e PHY (Physical) della specifica UWB proposta dalla WiMedia Alliance. È stato progettato per coesistere con altri protocolli di rete di livello superiore ed è ottimizzato per minimizzare i consumi energetici, un fattore particolarmente importante nei dispositivi mobili.

Oltre che da Intel, il Wireless USB PG è composto da Agere Systems, HP, Microsoft, NEC, Philips, Samsung, Appairent Technologies, Alereon, STMicroelectronics e Wisair.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Dominio intrinsecamente idiota
    Scusate, ok la riconoscibilità storica, ma non sarebbe questa l'occasione per correggere un errore idiota insito nel nome del dominio stesso? In inglese "Promise land" non vuol dire niente, suona come "Promettere terra".... mentre "PromiseD Land" è terra promessa, che è molto probabilmente quello che intendeva il "genio" "anglosassone" che ha inizialmente registrato il dominio!
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Dominio intrinsecamente idiota
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate, ok la riconoscibilità storica, ma non
      sarebbe questa l'occasione per correggere un
      errore idiota insito nel nome del dominio stesso?

      In inglese "Promise land" non vuol dire niente,
      suona come "Promettere terra".... mentre
      "PromiseD Land" è terra promessa, che è molto
      probabilmente quello che intendeva il "genio"
      "anglosassone" che ha inizialmente registrato il
      dominio!quello originale era promaislend.it
      • Anonimo scrive:
        Re: Dominio intrinsecamente idiota
        ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah se pensi che sia idiota il nome del dominio vuol dire che non hai mai preso visione dei contenuti del sito... - Scritto da: nattu_panno_dam

        - Scritto da: Anonimo

        Scusate, ok la riconoscibilità storica, ma non

        sarebbe questa l'occasione per correggere un

        errore idiota insito nel nome del dominio
        stesso?



        In inglese "Promise land" non vuol dire niente,

        suona come "Promettere terra".... mentre

        "PromiseD Land" è terra promessa, che è molto

        probabilmente quello che intendeva il "genio"

        "anglosassone" che ha inizialmente registrato il

        dominio!

        quello originale era promaislend.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Dominio intrinsecamente idiota
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate, ok la riconoscibilità storica, ma non
      sarebbe questa l'occasione per correggere un
      errore idiota insito nel nome del dominio stesso?

      In inglese "Promise land" non vuol dire niente,
      suona come "Promettere terra".... mentre
      "PromiseD Land" è terra promessa, che è molto
      probabilmente quello che intendeva il "genio"
      "anglosassone" che ha inizialmente registrato il
      dominio!Zitto tu che sei "critico e basta" che "non proponi nulla di costruttivo" che fai "il sapientone in inglese" e "non capisci" e sei perfino "OT".Eccoti affibbiato un bel -0.5 alla discussione, perche' hai osato saperne di piu' degli altri, te lo sei proprio meritato.
    • Anonimo scrive:
      9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: Dominio intrinsecamente idiota
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate, ok la riconoscibilità storica, ma non
      sarebbe questa l'occasione per correggere un
      errore idiota insito nel nome del dominio stesso?

      In inglese "Promise land" non vuol dire niente,
      suona come "Promettere terra".... mentre
      "PromiseD Land" è terra promessa, che è molto
      probabilmente quello che intendeva il "genio"
      "anglosassone" che ha inizialmente registrato il
      dominio!Prima di dare dell'idiota agli errori degli altri, bisognerebbe informarsi bene se questo errore c'è stato o no.Promiseland è il titolo di una canzone di joe cocker, esattamente senza la D, e da questa canzone il sito prende il nome.Quindi nessun errore, ma solo l'omaggio ad una canzone.
  • Anonimo scrive:
    Problema simile
    Ho vissuto un problema simile.Avevo fatto la richiesta per registrare un dominio e per due giorni ho provato ad inviare via fax la Lettera di Assunzione Responsabilità.Il problema è che il telefono risultava occupato o non rispondeva nessuno. Il numero era sicuramente giusto visto che l'ho ricontrollato più volte.Ovviamente è arrivato intanto un terzo che misteriosamente ha registrato il dominio prima di me...Ho provato a protestare inviando un reclamo al nic che non mi ha nemmeno risposto.Ho perso un'opportunità e un mio diritto per colpa del loro fax...
  • Anonimo scrive:
    Rifiuto del trasferimento o corsa ...
    Rifiuto del trasferimento o corsa prima della scadenza?Da http://promiselandlab.blogspot.com/2006/03/chi-ha-rubato-promiselandit_03.html--Il dominio Promiseland.it era stato registrato a suo tempo da [assegnatario], attraverso il nome della sua ditta individuale. Ditta che circa un anno fa ha cessato di esistere, senza che però ne fosse stata comunicata la chiusura all'authority preposta, che in Italia è l'Istituto di Informatica e Telematica del CNR, "Registro del cc TLD .IT", detto semplicemente NIC. [...]Alla contestazione iniziale, [assegnatario] provvedeva immediatamente ad avvisare che si trattava sempre della stessa persona, e che bastava aggiornare il dato sbagliato, per così dire "in corsa", senza alcuna interruzione. Questa sarebbe stata la soluzione che qualsiasi persona dotata di buon senso avrebbe potuto accettare. Ma non l'implacabile e irresponsabile regolamento del NIC italiano.--Non ho capito se e' stata tentata una procedura di trasferimento "in ritardo" -che il NIC avrebbe rifiutato- anche se nell'accordo tra il cedente ed il cessionario il cedente aveva chiuso i battenti... Oppure se il dominio registrato e' scaduto dopo un anno dall'ultimo rinnovo e sono stati fatti vani tentativi di registrazione a ridosso della scadenza...Chi puo' chiarire meglio la situazione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Rifiuto del trasferimento o corsa ..
      - Scritto da: Anonimo
      Rifiuto del trasferimento o corsa prima della
      scadenza?


      Non ho capito se e' stata tentata una procedura
      di trasferimento "in ritardo" -che il NIC avrebbe
      rifiutato- anche se nell'accordo tra il cedente
      ed il cessionario il cedente aveva chiuso i
      battenti... Oppure se il dominio registrato e'
      scaduto dopo un anno dall'ultimo rinnovo e sono
      stati fatti vani tentativi di registrazione a
      ridosso della scadenza...
      Chi puo' chiarire meglio la situazione?Nessuna scadenza. Solo la modifica di un dato anagrafico che non è stata accettata diciamo "in corsa". Per cui il dominio è stato messo sul mercato e varie difficoltà di comunicazione ne hanno permesso l'acquisto da parte di un altro utente.
    • bt scrive:
      Re: Rifiuto del trasferimento o corsa ..
      - Scritto da: Anonimo
      Chi puo' chiarire meglio la situazione?Da quello che sono riuscito a capire hanno fatto una richiesta di modifica dati da parte di una società non più esistente. Ora, non nego che la NIC sia un labirinto burocratico, ma una richiesta che arriva da una società che non esiste più mi sembra normale venga respinta a priori... Se non esiste più coem può avanzare richieste?
      • Anonimo scrive:
        Re: Rifiuto del trasferimento o corsa ..
        - Scritto da: bt
        - Scritto da: Anonimo

        Chi puo' chiarire meglio la situazione?

        Da quello che sono riuscito a capire hanno fatto
        una richiesta di modifica dati da parte di una
        società non più esistente. Ora, non nego che la
        NIC sia un labirinto burocratico, ma una
        richiesta che arriva da una società che non
        esiste più mi sembra normale venga respinta a
        priori... Se non esiste più coem può avanzare
        richieste?Era qui che anche io mi ero bloccato, perche' da quello letto finora non ho trovato esplicitamente scritto "abbiamo tentato il trasferimento da ditta individuale ad associazione", ma sembra che e' stata avanzata una richiesta di aggiornamento anagrafico senza praticamente passare per un subentro...
  • Anonimo scrive:
    5 --
    Il solito comunista frustrato...
  • Anonimo scrive:
    Bah!
    Non capisco tutto questo fervore contro il Registro dei domini .IT, e il contemporaneo sottolineare il carattere "no profit" dell'associazione, quasi che questa cosa potesse dare titolo di merito ad un trattamento preferenziale.Il titolare ha compiuto un errore, il Registro ha effettuato una procedura prevista dalle regole.Basta con l'italico sbuffare ogni qual volta viene applicato un regolamento, pretendendo di "aggiornare il dato sbagliato" "in corsa"...E inoltre, per tutti i commentatori: cosa c'entra la politica?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco la liberta del governo Berlusco
    Sn Antiberlusconiano ma che caxxo centra scusate il governo con questo???
  • Anonimo scrive:
    Solita burocrazia italiota
    Senza contare LAR e faxate varie... io infatti registro e consiglio sempre ai miei clienti di registrare solo .com, .net, e .org.che tristezza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Solita burocrazia italiota
      - Scritto da: Anonimo
      Senza contare LAR e faxate varie... io infatti
      registro e consiglio sempre ai miei clienti di
      registrare solo .com, .net, e .org.Vero, .com, .net, e .org si registrano via web e in 15 minuti hai finito!Visibilita' su internet identica, spese e rotture di scatole 1% di un .it
      • Anonimo scrive:
        Re: Solita burocrazia italiota
        è vero, siamo stanchi di questo nic italidiota, che come tutte le istituzioni remano contro la sviluppo tecnologico, perchè carissimi i dipendenti pubbici hanno paura della tecnologia che secondo la loro opinione vuol dire perdere il lavoro di fan.....zzista. purtroppo questo paese cambierà solo tra 2000 anni, quando tutti se ne sono andati sugli altri pianeti. :|
        • Anonimo scrive:
          Re: Solita burocrazia italiota
          - Scritto da: Anonimo
          è vero, siamo stanchi di questo nic italidiota,
          che come tutte le istituzioni remano contro la
          sviluppo tecnologico, perchè carissimi i
          dipendenti pubbici hanno paura della tecnologia
          che secondo la loro opinione vuol dire perdere il
          lavoro di fan.....zzista. purtroppo questo paese
          cambierà solo tra 2000 anni, quando tutti se ne
          sono andati sugli altri pianeti. :|E' una vergogna e nessuno li controlladopo il golpe sulla N.A. :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Solita burocrazia italiota
      Mah, io al contrario consiglio .IT ai miei clienti. Anche perché li supporto direttamente nelle procedure. Spessissimo non riusciamo a "recuperare" dei .COM a causa di cambi di proprietà, grabbing per non aver rinnovato in tempo e amenità simili.Quindi a parte casi arci-noti (armani & simili) le procedure sono infinitamente più garantiste per l'intestatario che ben difficilmente si perderà il suo dominio... certo che se uno ci mette giorni (tanti) per decidere fra faxare o mandate il corriere......
      • Anonimo scrive:
        Re: Solita burocrazia italiota
        - Scritto da: Anonimo
        Spessissimo non riusciamo a
        "recuperare" dei .COM a causa di cambi di
        proprietà, grabbing per non aver rinnovato in
        tempo e amenità simili.Alcuni registra ti metteno in vendita il nome 1 secondo dopo che è scaduto, ma il registar per fortuna lo puoi anche cambiare.Il mio ad esempio mi da garanzie pari al NIC: ogni mese mi invia un prospetto col numero di scadenze suddivise per tipo; 7 giorni prima della scadenza di un nome mi invia una mail al giorno e comunque quando scade rimane in redempion per un mese.Altri ti permettono anche di fare un lock su ogni dominio in modo che nessuna richiesta di modifica venga MAI accettata finchè non togli il lock (tramite username e password).Di soluzioni affidabili ce ne sono... ma da qui a dire che la burocrazia del NIC è una tutela, beh, vuol dire accontentarsi del monopolio...E' come dire che Telecom mi tutela nella number portability grazie ai tempi lunghissimi e al call center irraggiungibile quando vuoi cambiare gestore: sono sicuro (+o-) che nessuno mi cambierà il gestore perchè è troppo complesso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco la liberta del governo Berlusco
    Aggiungerei anche un bel:PIOVE, GOVERNO LADRO!
  • Anonimo scrive:
    utente da anni di promiseland.it
    la situazione è vergognosa, un sito che ha una community enorme, attivo da anni è stato trattato come solo in italia può essere fatto, carte bollate, fax non raggiungibili, e altri problemi, una situazione scandalosa, quale futuro per l'internet italiano se al nic c'è una massa di burocrati incompetenti???
    • Anonimo scrive:
      Re: utente da anni di promiseland.it
      certo hai perfettamente ragione ...però che polli :( a farsi scappare via cosi il dominio ...ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: utente da anni di promiseland.it
      - Scritto da: Anonimo
      la situazione è vergognosa, un sito che ha una
      community enorme, attivo da anni è stato trattato
      come solo in italia può essere fatto, Perché, secondo te il Nic avrebbe dovuto fare un'eccezione alle sue procedure (farragginose quanto si vuole, ma uguali per tutti) solo perché il sito lo meritava? Allora sì che sarebbe stato accusato di parzialità, visto che nelle sue regole non esiste niente che possa giustificare un simile comportamento. Non so se tu sia una delle persone coinvolte nella perdita del dominio, ma se questo è il tuo pensiero credo che tu non abbia capito molto né di come funziona il Nic, né di cosa significa seguire le regole senza calpestarle perché qualcuno chiede 'un piacerino'.
      • psychedelicsys scrive:
        Re: utente da anni di promiseland.it
        e gia.....e armani .it/.com non te lo ricordi?
        • Anonimo scrive:
          Re: utente da anni di promiseland.it
          - Scritto da: psychedelicsys
          e gia.....
          e armani .it/.com non te lo ricordi?Probabilmente tu non ricordi che la questione era in mano ai giudici e non al NIC, per cui c'entra poco quella con la burocrazia del Nic (burocrazia uguale per tutti)."21/03/2003 (PI - News) L'azienda Giorgio Armani riesce in tribunale a sottrarre il dominio armani.it che era stato registrato da Luca Armani."
          • Anonimo scrive:
            Re: utente da anni di promiseland.it
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: psychedelicsys

            e gia.....

            e armani .it/.com non te lo ricordi?

            Probabilmente tu non ricordi che la questione era
            in mano ai giudici e non al NIC, per cui c'entra
            poco quella con la burocrazia del Nic (burocrazia
            uguale per tutti).

            "21/03/2003 (PI - News) L'azienda Giorgio Armani
            riesce in tribunale a sottrarre il dominio
            armani.it che era stato registrato da Luca
            Armani."Se sei uno di quelli che si consola con "mal comune mezzo gaudio" peggio per te!rimane sempre un barraccone inutile
          • Anonimo scrive:
            Re: utente da anni di promiseland.it
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: psychedelicsys


            e gia.....


            e armani .it/.com non te lo ricordi?



            Probabilmente tu non ricordi che la questione
            era

            in mano ai giudici e non al NIC, per cui c'entra

            poco quella con la burocrazia del Nic
            (burocrazia

            uguale per tutti).



            "21/03/2003 (PI - News) L'azienda Giorgio Armani

            riesce in tribunale a sottrarre il dominio

            armani.it che era stato registrato da Luca

            Armani."
            Se sei uno di quelli che si consola con "mal
            comune mezzo gaudio" peggio per te!No non lo sono, ma che cosa c'entra?
            rimane sempre un barraccone inutileNon mi pareva di aver detto che fosse utile, solo che con il caso Armani non c'entra.Ovviamente se ho scritto frasi invisibii, fammelo sapere.
          • Anonimo scrive:
            Re: utente da anni di promiseland.it
            - Scritto da: Anonimo
            rimane sempre un barraccone inutileun po' come la doppia r...
      • Anonimo scrive:
        Re: utente da anni di promiseland.it
        Ma hai mai provato a registrare un dominio ed a sorbirti la marea di corbellerie con cui ti sommergono quelli del nic.it (fax non perfettamente leggibile, la firma non si vede bene, il fax non ci è arrivato e se ci è arrivato sicuramente non si legge - e via discorrendo) e nel frattempo qualche grossa società ti ha soffiato il dominio.E' sicuramente un caso che se capita agli altri è "trattamento imparziale" e non l'inefficienza di un organismo che si fa' da solo le regole che deve applicare e se le applica come gli pare, senza alcun controllo!Una barzelletta :(- Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        la situazione è vergognosa, un sito che ha una

        community enorme, attivo da anni è stato
        trattato

        come solo in italia può essere fatto,

        Perché, secondo te il Nic avrebbe dovuto fare
        un'eccezione alle sue procedure (farragginose
        quanto si vuole, ma uguali per tutti) solo perché
        il sito lo meritava? Allora sì che sarebbe stato
        accusato di parzialità, visto che nelle sue
        regole non esiste niente che possa giustificare
        un simile comportamento. Non so se tu sia una
        delle persone coinvolte nella perdita del
        dominio, ma se questo è il tuo pensiero credo che
        tu non abbia capito molto né di come funziona il
        Nic, né di cosa significa seguire le regole senza
        calpestarle perché qualcuno chiede 'un
        piacerino'.
        • Anonimo scrive:
          Re: utente da anni di promiseland.it
          - Scritto da: Anonimo
          Ma hai mai provato a registrare un dominio ed a
          sorbirti la marea di corbellerie con cui ti
          sommergono quelli del nic.it (fax non
          perfettamente leggibile, la firma non si vede
          bene, il fax non ci è arrivato e se ci è arrivato
          sicuramente non si legge - e via discorrendo) e il fax che non risponde mai? e lavori in corso? e il modulo che non è corretto (hai scritto Ditta SNC ma sulla LAR c'è scritto Ditta s.n.c., registrazione respinta - il tuo quarto DNS per sfiga ha tardato a rispondere: idem c.s.)Beh, mi consolo... credevo di essere io lo sfigato, invece a quanto pare è la regola.E' bello anche vedere dove vanno buttati i soldi destinati alla ricerca (perchè NIC è parte del CNR).Non so se hai avuto occasione di partecipare ad una qualche conferenza a Pisa dove ostentano sfarzo, dal numero degli addetti (hostess, ecc..), ai fiori freschi, al buffet sempre ottimo e soprattuto abbondante (per i vari "ricercatori" infiltrati che volessero managiare a sbafo, e ce ne sono sempre in ogni conferenza!), poi c'è anche la colazione compresa!! Il tutto per una modica cifra di Euro ZERO/00E nel frattempo fanno i ganzi perchè risparmiano soldi usando solo software GNU-GPL.Povera italietta dei privilegi, che tristezza.:-(
    • Anonimo scrive:
      Re: utente da anni di promiseland.it
      - Scritto da: Anonimo
      la situazione è vergognosa, un sito che ha una
      community enormeNon e' un criterio per assegnare domini.
      attivo da anniNon e' un criterio per assegnare domini.
      è stato trattato
      come solo in italia può essere fatto, carte
      bollate, fax non raggiungibili, e altri problemi,E' stato trattato come tutti quindi. Colpa di Promiseland, che pur essendo attivo da anni e con sulle spalle la responsabilita' di una community enorme, non ha ancora capito che verba volant e scripta manent.In altre parole, raccomandate AR, altro che telefonate!
      una situazione scandalosa, quale futuro per
      l'internet italiano se al nic c'è una massa di
      burocrati incompetenti???Una internet burocratica. Come tutto il resto.
    • Anonimo scrive:
      Re: utente da anni di promiseland.it
      Certo la burocrazia esiste, e a volte fa girare le scatole e perdere tempo. Allora? Sarebbe meglio un pasticcio all'italiana dove chi fa la voce grossa "la mia community e' piu' grossa e piu' etica della tua" ha sempre ragione? Avremmo scritto lo stesso se per ipotesi quelli di promiseland avessero "soffiato" un lucrativo dominio quale (giusto a caso) intertops.com ? E chi decide quali contenuti web sono piu' validi di altri? Sento una puzza che non mi piace.... Ma l'ip numerico 72.3.133.42 e' attivo? non riesco ad accedere, forse e' sovraccarico di traffico. Armani non c'entra, quella vicenda legale derivava da una legislazione che permetteva di acquisire un dominio internet in maniera totalmente indipendente da un marchio commerciale registrato, anche gia' esistente. Credo che da un po' non sia piu' cosi'. - Scritto da: Anonimo
      la situazione è vergognosa, un sito che ha una
      community enorme, attivo da anni è stato trattato
      come solo in italia può essere fatto, carte
      bollate, fax non raggiungibili, e altri problemi,
      una situazione scandalosa, quale futuro per
      l'internet italiano se al nic c'è una massa di
      burocrati incompetenti???
    • Anonimo scrive:
      Re: utente da anni di promiseland.it
      I disservizi del NIC non sono certo una cosa nuova, pero' bisogna dire che passi avanti sono stati fatti dai tempi completamente più illiberali nel quale solo una persona giuridica (società) poteva registrare un dominio ai tempi odierni dove un comune cittadino può finalmente cercare di registrare gli scampoli di domini rimasti.In compenso però hanno perso l'abitudine di aspettare del tempo per valutare le richieste di assegnazione di dominio, un tempo aspettavano un tempo ragionevole di tempo prima di riassegnare un dominio e partiva una procedura di arbitrariato per l'assegnazione.Che vuoi la coperta e' sempre corta..
      • Anonimo scrive:
        Re: utente da anni di promiseland.it
        non è proprio vero.la procedura di arbitrariato parte solo su richiesta degli interessati e, comunque, ha un costo che dir proibitivo e irragionevole è poco (sul sito nic.it dovrebbero pure esserci alcuni esempi. interessanti le parcelle pubblicate anch'esse. da brivido).(da grande farò l'avvocato).
    • bt scrive:
      Re: utente da anni di promiseland.it
      Da quello che sono riuscito a capire hanno fatto una richiesta di modifica dati da parte di una società non più esistente. Ora, non nego che la NIC sia un labirinto burocratico, ma una richiesta che arriva da una società che non esiste più mi sembra normale venga respinta a priori... Se non esiste più come può avanzare richieste?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco la liberta del governo Berlusco
    - Scritto da: Anonimo
    ...grazie a tutti quelli che hanno votato e
    voteranno la Cdl!(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
  • Anonimo scrive:
    Ecco la liberta del governo Berlusconi
    ...grazie a tutti quelli che hanno votato e voteranno la Cdl!
Chiudi i commenti