A Sony il primo match con Apple Ipod

I nuovi player MP3 del gigante giapponese scalzano Apple Shuffle dal primo posto nelle classifiche di vendita del Sol Levante; nel segmento con hard drive, però, l'azienda di Cupertino continua a dominare


Tokyo – Apple Ipod è il player MP3 di riferimento a livello mondiale, anzi in occidente. Già, perché secondo gli ultimi dati provenienti dal Giappone, Sony sembrerebbe aver riguadagnato terreno con la sua nuova linea di player MP3 con memoria flash. L’Ipod Shuffle, adesso, è al secondo posto nelle vendite. Il dominio Apple nel segmento mini-drive però continua.

“Sony ha certamente le potenzialità per diventare sempre più competitiva nel segmento MP3; nei prossimi tre anni la rivalità con Apple potrebbe accendersi ancora di più”, ha dichiarato Tim Bajarin, analista presso la società di ricerca statunitense Creative Strategies.

Il lancio mondiale dei nuovi player Sony con memoria Flash da 256MB, 512MB e 1GB, avvenuto la primavera scorsa, è andato piuttosto bene. Il Giappone è stato il primo mercato ad assistere al sorpasso nei confronti di Apple . Il successo, probabilmente, è da imputarsi all’ottima campagna marketing, a un design un po’ più ricercato, alla presenza del display e al notevole sistema di batteria fornito, che permette quasi 50 ore di riproduzione con una sola carica.

Il prezzo di listino della linea Sony è leggermente più alto, ma i numeri parlano chiaro in Giappone, secondo BCN: a maggio la share di mercato ha toccato quota 27%, Apple è scesa sotto il 20%.

Le versioni con hard drive, invece, non sono andate bene, ma la giustificazione forse va individuata nella limitata offerta: solo due modelli rispettivamente da 20 GB e 30 GB. Troppo poco per spaventare Apple Mini, che con i suoi più agili 4 o 6 GB ha dimostrato di poter soddisfare ampiamente le esigenze dei consumatori.

Comunque bisogna ammettere che la migliore mossa che abbia operato Sony è stata quella di rendere finalmente compatibili i suoi player digitali con il formato MP3. Lo standard Atrac proprietario aveva troppe limitazioni. Sony è tornata, ma dovrà vedersela non solo con Apple, ma anche con le arrembanti Creative e D&M Holdings (produttrice, tramite holding, di Rio e IRiver). Il passo successivo dovrà essere quello di realizzare una piattaforma di acquisto online come iTunes ; il suo Connect non sembra essere ancora abbastanza competitivo.

D.d.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ha pieno ?????????????????
    ------------------------------------------------------------------------------Hi-techReviews concorda ha pieno con le valutazioni di Tom's Hardware, consigliando il Deskstar agli utenti che hanno intenzione di creare grandi archivi audio-video. L'accesso è velocissimo.------------------------------------------------------------------------------mi sembra che qualcuno qui abbia saltato a pié pari le scuole elementari...viva l'Italia...
  • Anonimo scrive:
    rettifica supporta sia ATA-133 che sata
    http://www.tomshw.it/storage.php?guide=20050714&page=hitachi_deskstar-01L'Hitachi di questa prova è disponibile sia in versione SATA (HDS725050KLA360) che in versione UltraATA/100 (HDS725050KLAT80). Le interfacce stesse non influenzano molto la velocità di trasferimento, che per la versione UltraATA si assesta sui 63 MB/sec. Più che altro, sono i 16 MB di cache presenti nella versione SATA che portano la velocità di trasferimento a 120 MB/sec.
  • Anonimo scrive:
    E quando fa il botto
    Quanti dati perdi se metti tutto in un disco del genere?L'ideale è averne due in mirror. Ma se vuoi fare il backup ci sono nastri da 500GB?
    • Anonimo scrive:
      Re: E quando fa il botto
      Un disco di una tale dimensione viene impiegato non per contenere documenti, ma per file di grandi dimensioni, per es. editing a/v su file in formato avi/DV e mpeg/HD, dove il bitrate supera i 25 Mbps e quindi arrivare su un unico file a superare 20 GB non ci vuole molto, facendo un rapido calcolo si capisce che tale spazio è anche poco....Durante l'editing di tali file servono grandi capacità a volte anche superiori a 100 GB...
Chiudi i commenti