ActiveX col baco, utenti IE attendono la patch

Un exploit prende di mira una falla zero day di Internet Explorer giudicata dagli esperti di sicurezza piuttosto pericolosa. Microsoft ha già pubblicato un advisory e ha promesso il rilascio a breve di una patch

Roma – La tecnologia ActiveX alla base di Internet Explorer rischia nuovamente di finire nel mirino dei cracker. Negli scorsi giorni alcuni esperti di sicurezza hanno infatti pubblicato un exploit capace di sfruttare una nuova vulnerabilità nel controllo ActiveX Microsoft DirectAnimation Path .

Microsoft ha tempestivamente pubblicato un advisory in cui spiega che la falla interessa Internet Explorer 5.x e 6 su Windows 2000 e XP . Sebbene il baco sia potenzialmente utilizzabile anche in Windows Server 2003, l’azienda sostiene che questo sistema operativo ha misure di sicurezza predefinite che lo rendono immune dal problema.

Microsoft ha elencato una serie di fattori che mitigano la gravità della falla, e ha annunciato che è impegnata nello sviluppo di una correzione di prossimo rilascio .

Sia FrSIRT che Secunia hanno valutato il problema della massima pericolosità, spiegando che un cracker potrebbe sfruttare la debolezza per mandare in crash il browser o prendere il pieno controllo di un sistema remoto . Gli esperti hanno tuttavia sottolineato come l’exploit richieda che l’utente visiti una pagina web maligna, e non possa dunque essere utilizzato per la creazione di worm.

Il codice originale dell’exploit è stato pubblicato alcuni giorni fa sul sito Xsec.org . Sia FrSIRT che Secunia sostengono di aver verificato il funzionamento dell’exploit con un sistema Windows XP SP2 dotato di tutte le ultime patch.

Microsoft e gli esperti di sicurezza indipendenti suggeriscono agli utenti di disattivare l’esecuzione degli ActiveX o di restringerne l’uso ai soli siti affidabili.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Chi non ha niente da nascondere ..
    "Chi non ha niente da nascondere non deve temere questo tipo di leggi"Adolf HitlerAmmesso e non concesso che sia valido il teorema a mali estremi (terrorismo islamico) estremi rimedi; Non capisco però perché l'unico estremo rimedio che viene proposto debba essere il forte ridimensionamento della privacy, della libertà di informazione, delle libertà di movimento, della libertà di espressione.Per quello che mi riguarda, sempre che il teorema iniziale sia valido, propongo come estremo rimedio di cacciare tutti gli islamici (compresi i convertiti) dall'Europa, non voglio rinunciare alla mie libertà (conquistate col sangue, occorre ricnordarsene) per gente che vive nel medio evo !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non ha niente da nascondere ..
      Tu sei quello che vive nel medioevo e vota Lega... :s
      • soulista scrive:
        Re: Chi non ha niente da nascondere ..
        - Scritto da:
        Tu sei quello che vive nel medioevo e vota Lega...
        :snon giudicare troppo in fretta... noi cittadini atei e scoglionati siamo tra l'incudine e il martello: tra medievali fondamentalisti islamici e politici fondamentalisti democratici, entrambi con l'obiettivo di uccidere le nostre libertà.Non voglio fare di ogni erba un fascio, ma il fatto é che le minoranze rompicoglioni sono molto rumorose e sono loro che fanno cambiare le leggi.P.S.Ci sono fazioni della lega che hanno idee che mi piacciono, ma di quel partito schifo l'ipocrisia: tra l'altro, con le origini che reclama, dovrebbe portare avanti l'idea di un'europa pagana, non cristiana.
        • ilGimmy scrive:
          Re: Chi non ha niente da nascondere ..

          tra l'altro, con le origini che reclama, dovrebbe
          portare avanti l'idea di un'europa pagana, non
          cristiana.ma i voti in Italia li danno al 90% i cattolici...per cui bisogna tenerseli buoni.Tanto i cervelli sono tutti impegnati con tette, culi e calciopoli...e la parola "ipocrisia" nessuno sa più cosa voglia dire... (rotfl)Ciaociao
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non ha niente da nascondere ..
      "Chi controlla il passato controlla il futuro, chi controlla il presente controlla il passato"Il grande fratello
    • Sky scrive:
      Re: Chi non ha niente da nascondere ..
      - Scritto da: (anonimo... come sempre)
      "Chi non ha niente da nascondere non deve
      temere questo tipo di leggi"
      Adolf Hitler Illuminante la citazione iniziale...
      Ammesso e non concesso che sia valido il
      teorema
      a mali estremi (terrorismo islamico) estremi
      rimedi; E' valido... almeno finchè non ci si trova dalla parte "sbagliata" degli "estremi rimedi": in quei casi, di norma, si finisce per diventare democraticissimi e tutti peace & love. :D
      Non capisco però perché l'unico estremo rimedio
      che viene proposto debba essere il forte
      ridimensionamento della privacy, della
      libertà di
      informazione, delle libertà di movimento,
      della libertà di espressione. E' già stato detto, nulla di nuovo: SOLDI Rende $OLDI avere aziende che si occupano di provacy. Rende $OLDI trafficare in apparati hardware e software per crittare/decrittare dati. Rende $OLDI fornire servizi per il tracciamento delle mail. Rende $OLDI fornire servizi di storage a chi è (stato) costretto a memorizzare i dati per luuuunghi periodi di tempo.(ecc.) Ah già... rende $oldi anche andare a bombardare gli islamici... soprattutto se poi il petrolio lo si fa portare alle proprie compagnie.
      Per quello che mi riguarda, sempre che il
      teorema
      iniziale sia valido, propongo come estremo
      rimedio di cacciare tutti gli islamici
      (compresi
      i convertiti) dall'Europa, non voglio rinunciare
      alla mie libertà (conquistate col sangue, occorre
      ricnordarsene) per gente che vive nel medio evo
      !!! Alla fine, forse, ho fatto male a rispondere: buttare il tempo con il troll non serve a nulla.(e la prova sarà la tua, prevedibile, risposta)
  • Anonimo scrive:
    Sono sempre troppo pochi
    nelle democrazie di massa quelli che comprendono che cosa sono i diritti e si attivano perché siano rispettati. Conta molto di più il potere di fare propaganda, l'apparire in televisione e lo scrivere sui giornali di partito (Tutti i quotidiani in Italia sono organi di partito). Senza la sensibilizzazione di queste associazioni e di giornali indipendenti come punto informatico saremmo nell'ignoranza più nera! @^L'informazione e la sensibilizzazione sono importanti quanto andare a votare. Vista la situazione attuale, usare e promuovere uno strumento di libertà quale è Tor, finché c'è, appare una soluzione tanto estrema quanto obbligata. Però non basta. Perché Tor non diventi l'ultimo soldato di una guerra persa in partenza, non basta limitarsi ad usare Tor. E' necessario fare altro, cominciando per esempio col visitare il sito della ALCEI... :)
  • Anonimo scrive:
    La tutela della privacy
    Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è nell'interesse collettivo la violazione parziale, limitata a pochi soggetti autorizzati, della privacy di qualcuno, questa non può e non deve essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone in automatico la privacy di chi lo usa al di sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta quindi la decisione tedesca, e speriamo nella messa al bando per legge di TOR
    • Anonimo scrive:
      Re: La tutela della privacy
      - Scritto da:
      Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è
      nell'interesse collettivo la violazione parziale,
      limitata a pochi soggetti autorizzati, della
      privacy di qualcuno, questa non può e non deve
      essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone
      in automatico la privacy di chi lo usa al di
      sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non
      può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta
      quindi la decisione tedesca, e speriamo nella
      messa al bando per legge di
      TORStavolta non attacca! @^
    • Anonimo scrive:
      Re: La tutela della privacy
      - Scritto da:
      Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è
      nell'interesse collettivo la violazione parziale,
      limitata a pochi soggetti autorizzati, della
      privacy di qualcuno, questa non può e non deve
      essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone
      in automatico la privacy di chi lo usa al di
      sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non
      può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta
      quindi la decisione tedesca, e speriamo nella
      messa al bando per legge di
      TORMa che c***o dici? Allora se è come dici tu microfoniamoci tutti, anche mentre sco**amo con la nostra fidanzata, così tutti possono sapere i c***i nostri e usarli... ovviamente per una causa superiore :Dai il buon esempio, pubblica su internet il contenuto delle tue email, dei tuoi sms, le registrazioni delle tue conversazioni, lo dicono loro, è per il tuo bene!!! @^
      • Anonimo scrive:
        Re: La tutela della privacy
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è

        nell'interesse collettivo la violazione
        parziale,

        limitata a pochi soggetti autorizzati, della

        privacy di qualcuno, questa non può e non deve

        essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone

        in automatico la privacy di chi lo usa al di

        sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non

        può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta

        quindi la decisione tedesca, e speriamo nella

        messa al bando per legge di

        TOR

        Ma che c***o dici? Allora se è come dici tu
        microfoniamoci tutti, anche mentre sco**amo con
        la nostra fidanzata, così tutti possono sapere i
        c***i nostri e usarli... ovviamente per una causa
        superiore
        :

        Dai il buon esempio, pubblica su internet il
        contenuto delle tue email, dei tuoi sms, le
        registrazioni delle tue conversazioni, lo dicono
        loro, è per il tuo bene!!!
        @^Ma sei matto, pubblicarli vuol dire metterli a disposizione degli sconosciuti mentre io intendevo metterli a disposizione di coloro che devono fare rispettare le leggi, che sono sempre onesti. (troll3)
    • Anonimo scrive:
      Re: La tutela della privacy
      - Scritto da:
      Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è
      nell'interesse collettivo la violazione parziale,
      limitata a pochi soggetti autorizzati, della
      privacy di qualcuno, questa non può e non deve
      essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone
      in automatico la privacy di chi lo usa al di
      sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non
      può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta
      quindi la decisione tedesca, e speriamo nella
      messa al bando per legge di
      TORMa cosa cazzo stai dicendo cosa c'entra il grande fratello occhiuto. Roba da matti c'è chi è felice di essere un supino schiavo. Speriamo ci mettano te al gabbio così scassi meno la minchia a tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: La tutela della privacy
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è

        nell'interesse collettivo la violazione
        parziale,

        limitata a pochi soggetti autorizzati, della

        privacy di qualcuno, questa non può e non deve

        essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone

        in automatico la privacy di chi lo usa al di

        sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non

        può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta

        quindi la decisione tedesca, e speriamo nella

        messa al bando per legge di

        TOR

        Ma cosa cazzo stai dicendo cosa c'entra il grande
        fratello occhiuto. Roba da matti c'è chi è felice
        di essere un supino schiavo. Speriamo ci mettano
        te al gabbio così scassi meno la minchia a
        tutti.La questione è completamente diversa. L'uso di TOR non consente alla legge né a chi la deve far rispettare di intervenire in ogni caso, sia che commetta reato che non lo commetta. L'utilizzo della macchina per fare la rapina, o delle armi o di quello che vuoi non pone il delinquente al di fuori della legge. TOR, se lasciato prosperare, crea eserciti di persone che vivono fuori dal controllo della legge.Nessuno dei seri oppositori di TOR prospetta un futuro di controllo globalizzato, ma nemmeno un futuro in cui non vi possa essere nessuna forma di controllo. C'è un abisso tra le due cose.
        • Anonimo scrive:
          Re: La tutela della privacy

          Nessuno dei seri oppositori di TOR prospetta un
          futuro di controllo globalizzato, ma nemmeno un
          futuro in cui non vi possa essere nessuna forma
          di controllo. C'è un abisso tra le due
          cose.Per me stai dicendo una serie di stronzate da paura non esistono sistemi informatici che garantiscano la privacy al cento per cento e nemmeno Tor lo può. Anche con Tor sei tracciabile solo devi penare di più per arrivare al nodo di partenza. Qundi non ti preoccupare se vogliono possono arrestare chi gli pare anche se usa Tor.Per il resto ho quotato quest'ultima frase che hai scritto per farti notare che mentre sono esistiti nella storia dell'uomo innumerevoli esempi di "controllo globalizzato", non è esistito un solo esempio di "nessuna forma di controllo". Ora direi che per cercare di riequilibrare minimamente i conti sarebbe l'ora che accadesse questo secondo caso. Continuo a non capire, almeno che tu non sia un agente in incognito, come un pirla cittadino qualunque possa essere felice di autolimitarsi. Ma lo sai che tutti quei coglioni che abbiamo eletto, di qualsiasi colore siano, non si autolimitano affatto e si aumentano lo stipendio già da nababbo a loro insindacabile volontà. Questo atto vergognoso e delinquenziale visto che loro sono nostri "servitori" dovrebbe essere punito e limitato e invece nulla. Invece di pensare ai danni che possono fare i pirla poveracci, incomincia a pensare ai danni che fanno le non limitazioni che hanno quei coglioni che stanno al potere. Pensa a quel delinquente di bush che, per i suoi e dei suoi compagni di merende interessi petroliferi, ha scatenato una guerra "mondiale" che ha già provocato migliaia di morti. E tu stai dietro al poveraccio che usa Tor anche fosse per mandare tre parolaccie a quel coglione che ha giusto un minuto prima mandato in parlamento. Ma andiamo sempre la pagliuzza e mai la trave. I problemi si chiamano in un solo modo -
          politici e le persone dovrebbero essere unite a limitare questi individui e non a farsi la guericciola fra di loro.
          • Anonimo scrive:
            Re: La tutela della privacy
            - Scritto da:
            Per me stai dicendo una serie di stronzate da
            paura non esistono sistemi informatici che
            garantiscano la privacy al cento per cento e
            nemmeno Tor lo può. Anche con Tor sei tracciabile
            solo devi penare di più per arrivare al nodo di
            partenza. fonte?
          • Anonimo scrive:
            Re: La tutela della privacy
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Per me stai dicendo una serie di stronzate da

            paura non esistono sistemi informatici che

            garantiscano la privacy al cento per cento e

            nemmeno Tor lo può. Anche con Tor sei
            tracciabile

            solo devi penare di più per arrivare al nodo di

            partenza.

            fonte?
            Ma come fonte? Vai in qualsiasi forum di informatica e chiedi se esistono sistemi informatici che garantiscono l'anonimato totale. Vedrai che ti ridono dietro.
          • Anonimo scrive:
            Re: La tutela della privacy
            - Scritto da:
            Ma come fonte? Vai in qualsiasi forum di
            informatica e chiedi se esistono sistemi
            informatici che garantiscono l'anonimato totale.
            Vedrai che ti ridono
            dietro.Questa non è una risposta.
          • Anonimo scrive:
            Re: La tutela della privacy
            La risposta è che non c'è reato che abbia necessariamente bisogno di essere contrastato abolendo Tor. Se tu reprimi anche l'irreprimibile a qualcuno più forte di te, alla fine questi svilupperà dei mezzi ancora più estremi, rendendo poi sempre più difficile colpire anche i reati gravi. Se si fossero limitati a reprimere i veri reati Tor come progetto nemmeno sarebbe nato. Negli anni 20 le leggi proibizioniste negli USA, alimentarono la criminalità organizzata, il cui potere diventò enorme e accumulando tante ricchezze da condizionare probabilmente ancora oggi la politica/economia USA.
          • Anonimo scrive:
            Re: La tutela della privacy
            - Scritto da:
            La risposta è che non c'è reato che abbia
            necessariamente bisogno di essere contrastato
            abolendo Tor. Se tu reprimi anche l'irreprimibile
            a qualcuno più forte di te, alla fine questi
            svilupperà dei mezzi ancora più estremi, rendendo
            poi sempre più difficile colpire anche i reati
            gravi. Se si fossero limitati a reprimere i veri
            reati Tor come progetto nemmeno sarebbe nato.
            Negli anni 20 le leggi proibizioniste negli USA,
            alimentarono la criminalità organizzata, il cui
            potere diventò enorme e accumulando tante
            ricchezze da condizionare probabilmente ancora
            oggi la politica/economia
            USA.Io veramente chiedevo come faccio a scoprire chi è realmente il tizio che visista il mio sito usando TOR.Ma voi continuate a copiaincollare le vostre considerazioni politiche a caso dappertutto... :-o
          • Anonimo scrive:
            Re: La tutela della privacy
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            La risposta è che non c'è reato che abbia

            necessariamente bisogno di essere contrastato

            abolendo Tor. Se tu reprimi anche
            l'irreprimibile

            a qualcuno più forte di te, alla fine questi

            svilupperà dei mezzi ancora più estremi,
            rendendo

            poi sempre più difficile colpire anche i reati

            gravi. Se si fossero limitati a reprimere i veri

            reati Tor come progetto nemmeno sarebbe nato.

            Negli anni 20 le leggi proibizioniste negli USA,

            alimentarono la criminalità organizzata, il cui

            potere diventò enorme e accumulando tante

            ricchezze da condizionare probabilmente ancora

            oggi la politica/economia

            USA.

            Io veramente chiedevo come faccio a scoprire chi
            è realmente il tizio che visista il mio sito
            usando
            TOR.Non si può, a meno che qualcuno abbia a disposizione di qualche computer quantistico....
          • Anonimo scrive:
            Re: La tutela della privacy
            La fonte per quell'altro siapentino non è la mia mente, rispondo qui.
            Io veramente chiedevo come faccio a scoprire chi
            è realmente il tizio che visista il mio sito
            usando
            TOR.Semplice Tor è un sistema che rimbalza il messaggio di richiesta che tu fai ad un indirizzo web attraverso una rete formata dagli utenti stessi infatti è possibile volendo scaricare il programma server invece del client (così da divenire nodo). I nodi della rete sono utenti sparsi per il mondo. Non so con quale algoritmo ma quando tu fai una richiesta questa invece di essere inviata direttamente all'indirizzo richiesto viene rimbalzata attraverso un tot di altri nodi. Un pò come se invece di andare da bologna a milano per la strada lineare passi da palermo, poi da parigi .. fino ad arrivare a milano. In questo percorso i server/nodi ricevono il tuo messaggio e si preoccupano di inviarlo al prossimo nodo fino a quando arrivi al nodo destinatario, quello che hai richiesto tu. Per questo Tor è lento perchè fa giri che a livello di efficenza sono pessimi ma tutelano la privacy. E' chiaro che al nodo destinazione arriva il messaggio con l'ip del penultimo nodo attraversato, non il tuo. Ma è anche chiaro che la polizia se vuole può ricostruire il percorso del pacchetto risalendo a cascata dal penultimo fino al primo nodo. I server mantengono informazione dei pacchetti che ricevono/inviano (con server non intendo in questo caso il nodo Tor ma il provider, quello che fornisce il servizio di connessione all'utente che ha il server/client Tor). L'unica soluzione, a questo punto ma questa è valida comunque anche se non usi Tor, se non vuoi che risalgano a te è andare alla telecom, o a tele2 o dal provider da cui ti servi (o uno di quelli che sta nella catena per giungere a te) e farlo saltare in aria.
          • Anonimo scrive:
            Re: La tutela della privacy
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Per me stai dicendo una serie di stronzate da

            paura non esistono sistemi informatici che

            garantiscano la privacy al cento per cento e

            nemmeno Tor lo può. Anche con Tor sei
            tracciabile

            solo devi penare di più per arrivare al nodo di

            partenza.

            fonte?La sua mente.
        • Anonimo scrive:
          Re: La tutela della privacy

          La questione è completamente diversa. L'uso di
          TOR non consente alla legge né a chi la deve far
          rispettare di intervenire in ogni caso, sia che
          commetta reato che non lo commetta. L'utilizzo
          della macchina per fare la rapina, o delle armi o
          di quello che vuoi non pone il delinquente al di
          fuori della legge. TOR, se lasciato prosperare,
          crea eserciti di persone che vivono fuori dal
          controllo della
          legge.
          Nessuno dei seri oppositori di TOR prospetta un
          futuro di controllo globalizzato, ma nemmeno un
          futuro in cui non vi possa essere nessuna forma
          di controllo. C'è un abisso tra le due
          cose.E' proprio il controllo della legge che non può essere assoluto. La legge deve intervenire solo DOPO il reato, per colpire chi lo commette o al limite PRIMA, per educare le persone a non commetterlo. Il CONTROLLO è invece sostituisce piano piano la legge alle persone e rende di fatto inutile la legge che dev'essere al servizio delle persone.Con il controllo assoluto, senza che nessuno se ne accorga, le leggi non sono più espressione delle persone, ma diventano espressione di chi controlla.Tor non impedisce che venga perseguito nessun reato, semplicemente impedisce che venga perseguito mediante un controllo a priori, che nella vita non esiste, ma che nella rete esiste e per questo è uno strumento di libertà dall'ingerenza della tecnologia nella vita delle persone.Col fatto poi che per avere il controllo ci si inventino dei reati puramente virtuali, hai la dimostrazione che grazie alla rete si stanno affermando delle leggi utili solo al controllo e di nessun valore sociale o culturale, leggi che, per ignoranza o malafede, letteralmente e interamente creano i delinquenti
    • Riot scrive:
      Re: La tutela della privacy

      Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è
      nell'interesse collettivo la violazione parziale,
      limitata a pochi soggetti autorizzati, della
      privacy di qualcuno, questa non può e non deve
      essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone
      in automatico la privacy di chi lo usa al di
      sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non
      può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta
      quindi la decisione tedesca, e speriamo nella
      messa al bando per legge di
      TORUff, messaggio già postato e già ampiamente distrutto verbalmente da persone normodotate.Eppure è già sufficiente per trollare efficacemente su PI
    • Anonimo scrive:
      Re: La tutela della privacy

      Se è
      nell'interesse collettivo la violazione parziale,
      limitata a pochi soggetti autorizzati, della
      privacy di qualcuno, questa non può e non deve
      essere negata.Chi decide cosa sia questo fantomatico "interesse collettivo"? Chi mi assicura che la mia privacy non venga invece violata da qualche politico/sbirro/affarista che ha a cuore il suo "interesse individuale".Sveglia!! La privacy, come tutti i diritti individuali, È un BENE COLLETTIVO, perché riguarda (e DEVE riguardare) TUTTI i cittadini, dal presidente della repubblica sino all'ultimo barbone sotto casa mia!!
    • Anonimo scrive:
      Re: La tutela della privacy
      Non sei nemmeno capace di inventarti qualcosa di originale per trollare?
    • Anonimo scrive:
      Re: La tutela della privacy
      - Scritto da:
      Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è
      nell'interesse collettivo la violazione parziale,
      limitata a pochi soggetti autorizzati, della
      privacy di qualcuno, questa non può e non deve
      essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone
      in automatico la privacy di chi lo usa al di
      sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non
      può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta
      quindi la decisione tedesca, e speriamo nella
      messa al bando per legge di
      TORNon la metteremo sopra ogni cosa quando saremo sicuri di essere effettivamente al riparo dall'agenda neoliberista statunitense.Nel frattempo dato che la rete rimane l'ultimo eventuale mezzo a disposizione delle masse "rozze ed ignoranti", e per questo non degne di essere rappresentate dall'elite neoliberista.
    • Anonimo scrive:
      Re: La tutela della privacy
      ciao compare (troll3)- Scritto da:
      Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è
      nell'interesse collettivo la violazione parziale,
      limitata a pochi soggetti autorizzati, della
      privacy di qualcuno, questa non può e non deve
      essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone
      in automatico la privacy di chi lo usa al di
      sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non
      può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta
      quindi la decisione tedesca, e speriamo nella
      messa al bando per legge di
      TOR
    • Anonimo scrive:
      Re: La tutela della privacy
      "Chi è pronto a rinunciare alle proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita nè la libertà nè la sicurezza" - Benjamin Franklin- Scritto da:
      Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è
      nell'interesse collettivo la violazione parziale,
      limitata a pochi soggetti autorizzati, della
      privacy di qualcuno, questa non può e non deve
      essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone
      in automatico la privacy di chi lo usa al di
      sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non
      può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta
      quindi la decisione tedesca, e speriamo nella
      messa al bando per legge di
      TOR
      • Anonimo scrive:
        Re: La tutela della privacy
        Chi è pronto a rinunciare alle proprie sicurezze fondamentali per comprarsi briciole di temporanea libertà non merità né la sicurezza, né la libertàBUSH- Scritto da:
        "Chi è pronto a rinunciare alle proprie libertà
        fondamentali per comprarsi briciole di temporanea
        sicurezza non merita nè la libertà nè la
        sicurezza" - Benjamin
        Franklin

        - Scritto da:

        Non può essere messa sopra ogni altra cosa. Se è

        nell'interesse collettivo la violazione
        parziale,

        limitata a pochi soggetti autorizzati, della

        privacy di qualcuno, questa non può e non deve

        essere negata. TOR impedisce tutto questo e pone

        in automatico la privacy di chi lo usa al di

        sopra di qualsiasi forma controllo. Questo non

        può essere ammissibile in nessuno stato. Giusta

        quindi la decisione tedesca, e speriamo nella

        messa al bando per legge di

        TOR
        • Anonimo scrive:
          Re: La tutela della privacy
          - Scritto da:
          Chi è pronto a rinunciare alle proprie sicurezze
          fondamentali per comprarsi briciole di temporanea
          libertà non merità né la sicurezza, né la
          libertà

          BUSH

          Non sapevo che Hitler 2° fosse citabile come persona da prendere sul serio. Hitler 2° è un criminale e io non mi riferirei mai ad un delinquente per sapere cosa pensare. Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Non vogliamo diventare dei rintronati
    e controllati ...come gli USA del rincoglionito Bush.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vogliamo diventare dei rintronat
      - Scritto da:
      e controllati ...come gli USA del rincoglionito
      Bush.Bushido lo dovrebbero internare e gettare la chiave, e insieme a lui una grossa fetta del potere made usa e getta. Leggevo che in America hanno installato telecamere anche nei wc pubblici. Non si sa mai potresti nascondere un missile terra aria a testata turbonucleare nel buco del culo. Meglio non fidarsi. LOL
Chiudi i commenti