L'advertising pro-Trump che infrange il copyright

Un'inserzione pubblicitaria a sostegno di Donald Trump comparsa su Facebook utilizza un brano hip-hop come sottofondo, ma in modo non autorizzato.
Un'inserzione pubblicitaria a sostegno di Donald Trump comparsa su Facebook utilizza un brano hip-hop come sottofondo, ma in modo non autorizzato.

La campagna elettorale in vista delle Presidenziali USA 2020 è già iniziata. Nei giorni scorsi su Facebook ha fatto la sua comparsa un’inserzione sponsorizzata in supporto a Donald Trump e che prende di mira il senatore democratico Cory Booker, ritenuto colpevole di aver definito “spregevoli” i sostenitori del candidato repubblicano in una comparsata televisiva.

Trump, l’advertising e la canzone hip-hop

Il solito battibecco tra fazioni opposte, le prime scintille di una guerra mediatica che andrà inevitabilmente a infuocarsi da qui all’autunno prossimo, quando il popolo statunitense si recherà alle urne per decidere il prossimo inquilino della Casa Bianca, sperando che i problemi alle voting machine vengano risolti in tempo. C’è però un dettaglio che non è sfuggito ai diretti interessati: il brano musicale utilizzato come sottofondo per l’advertising, intitolato “Life & Music” e pubblicato nel 2008 dall’artista hip-hop Rogiérs, è stato impiegato senza autorizzazione.

Un’infrazione del copyright, come sostiene l’etichetta Fibby Music Group? La canzone è quella, non ci sono dubbi. La alleghiamo di seguito.

Dall’entourage del tycoon non sono giunti commenti sulla vicenda.

Fonte: Gizmodo
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti