AI contro Captcha: sfida finale

Le barriere anti-bot cominciano a fare acqua da tutte le parti. Merito di intelligenze artificiali sempre più evolute, che proprio in questo confronto trovano linfa per crescere. Ma non è detta l'ultima parola

Roma – Che i Captcha, vale a dire le barriere anti spam che dovrebbero impedire la registrazione di account fasulli online, siano ormai divenuti vulnerabili agli attacchi degli spammer non è una novità. Gli allarmi in questo senso non mancano , ma l’argomento torna ad essere di attualità visto che a quanto pare l’ultimo ritrovato dei malintenzionati per sconfiggere le protezioni dei website è nientepopodimenoché l’ Intelligenza Artificiale (AI).

Dopo l’ assalto di Jeff Yan e Ahmad Salah El Ahmad della Newcastle University al captcha grafico di Hotmail, con percentuali di successo superiori al 60 per cento, è di nuovo una tecnologia prodotta da Microsoft a finire violata per mano di un accademico: Philippe Golle , ricercatore del Palo Alto Research Center (storico laboratorio di Xerox), ha da poco pubblicato uno studio nel quale mostra come una AI opportunamente istruita sia in grado di decifrare le foto di cani e gatti utilizzate dal software Asirra sviluppato a Redmond.

L’approccio di Assira è piuttosto originale. Sfruttando un database di circa tre milioni di immagini dei migliori amici dell’uomo, messi a disposizione da alcune organizzazioni per la difesa dei diritti degli animali, pone al navigatore una domanda apparentemente insormontabile per un computer: distinguere tra una serie di immagini quelle ritraenti un soriano o un meticcio . Eppure anche questo tipo di ostacolo si è dimostrato scavalcabile, grazie ad un periodo di training dell’intelligenza artificiale.

Golle si è limitato, per così dire, a raccogliere un archivio di appena 13mila immagini dagli stessi siti che riforniscono Assira: le foto sono state sottoposte all’analisi del bot, che gradualmente – provando, provando, provando, provando – ha iniziato ad identificare una logica attraverso la quale distinguere tra felini e canidi . Colori del pelo e degli occhi, sfondo, lingua dentro o lingua fuori, tutti gli indizi sono importanti: con un po’ di potenza di calcolo a disposizione, e qualche trucchetto come individuare il verde degli occhi dei mici o il rosa della lingua dei fidi, il computer è diventato in grado di indovinare nel 83 per cento dei casi .

Nel suo studio, Golle non mostra il codice della sua AI, ma si limita a spiegare quali siano i punti deboli di Assira. Il suo auspicio è che “questo lavoro contribuisca ad uno sviluppo più sicuro” del software, che allo stato attuale – sono parole sue – “nella sua implementazione non sarebbe sicuro mettere in funzione senza misure di sicurezza ulteriori”. Da tenere in conto, precisa però lo stesso ricercatore, è “l’equilibrio tra sicurezza e usabilità”, argomento da sempre al centro dello sviluppo della tecnologia e in particolar modo dei captcha.

Nonostante i problemi di accessibilità , i captcha si sono rivelati infatti un’arma piuttosto importante per contenere lo spam in Rete. L’arrivo dell’AI sul campo di battaglia tra “buoni” e “cattivi” potrebbe complicare le cose, ma Luis von Ahn – uno dei principali protagonisti dello sviluppo di questa tecnologia – si dice piuttosto sicuro del fatto suo e difende la sua creatura: “Non ho sentito di nessuno che pensa di disfarsi dei captcha perché non funzionano”.

Per von Ahn, è possibile implementare alcuni accorgimenti per aumentare la difficoltà di soluzione da parte delle macchine delle barriere ideate per tenerli fuori – come per altro condiviso anche da Golle – e soprattutto è improbabile che qualcuno si organizzi per sfruttare in modo economicamente davvero vantaggioso gli esseri umani per farlo. “Credo che ci sarà un giorno in cui, in pratica, i captcha diventeranno inutili – conclude – Ma non credo sarà quest’anno. E neppure il prossimo”.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • VDAY scrive:
    TAVANATA MEGAGALATTICA!!!!
    Ma che alla Sandisk sono rinco???? Invece di fare un player con schermo a colori che legga oltre a mp3/wma/ogg anche i DiVX, slot SD/SDHC, porta USB, RADIO con RDS (che fa solo Samsung!!!) e Bluetooth/WiFi, FANNO STA CAG...???Questo manca ad oggi!!!!Vorrei conoscere il GENIO che ha fatto st'aborto di lettore!!!Bisogna fare CONCORRENZA, non spendere soldi a pene di cane!!!Bella poi L'IDEA DI VENDERE ALBUM SU SD!!!!(rotfl)
  • zuzzi scrive:
    arresto dell'evoluzione.
    non è la fine della catena, ma un arresto nell'evoluzione. Arresto forzato, dettato dal mercato.perché di meglio dell'mp3 ce n'è.ma si è diffuso; non me ne dispiace, ma l'evoluzione con MPC era già in atto.si è fermata.Ci sono comunque il lossless :D
  • Guido Angeli scrive:
    idea carina ma uscita male
    Bastava solo una modifica: una porta usb.Così sarebbe diventato un lettore di schede microsd che all'occorenza può fungere pure da lettore mp3. A tutto vantaggio del mercato delle schedine, e dunque di SanDisk.peccato che senza di quella la periferica in questione è utile solo ai tecnoimpediti che prospettano di acquistare gli album su microsd proposti da sandisk (che comunque avrebbero potuto utilizzare una periferica con porta usb, limitandosi a ignorare la funzionalità di collegamento col pc).Ergo: EPIC FAIL 8)
    • squeeze scrive:
      Re: idea carina ma uscita male
      Probabilmente è una questione di costi. Inoltre i notebook e fissi recenti hanno tutti dei lettori/scrittori di schede flash. Gli interessati ad una caratteristica del genere hanno già qualcosa per leggere/scrivere in ogni caso. E non prendono questo tipo di oggetto.Ergo: non era necessario. Ma, si, avrebbe fatto piacere.
      • Guido Angeli scrive:
        Re: idea carina ma uscita male
        - Scritto da: squeeze
        Probabilmente è una questione di costi. Inoltre i
        notebook e fissi recenti hanno tutti dei
        lettori/scrittori di schede flash. Gli
        interessati ad una caratteristica del genere
        hanno già qualcosa per leggere/scrivere in ogni
        caso. E non prendono questo tipo di
        oggetto.

        Ergo: non era necessario. Ma, si, avrebbe fatto
        piacere.Non credo, perché anche avendo un lettore di schede, è più pratico muovere la schedina dal lettore al riproduttore e viceversa, o collegare il riproduttore direttamente al pc? Stiamo parlando di una microsd, piccola quanto la mia unghia del mignolo, quindi, ci vuol poco che si perde.La verità è che SanDisk vorrebbe imporre al mondo commerciale la sua visione di schedina come sostituto moderno del floppy. La tiri fuori, la cambi, ne compri tante, su alcune ci tieni i dati più importanti come backup, ecc.Ma non è andata così, anche per le dimensioni sempre più ridotte, la sd e sue versioni ridotte, sono diventate più simili all'analogo mobile dell'hard disk interno, associato piuttosto saldamente all'oggetto utilizzatore, e da non rimuovere per utilizzi ordinari.Io ho un cellulare con symbian, ci ho messo su una scheda minisd da 2gb (il massimo che supporta), e non l'ho più tolta.Sulla macchina fotografica, ci ho messo su la sdhc da 4gb, e non l'ho mai più tolta.Mia sorella la sua microsd da 1gb, dal cellulare, l'ha tolta solo perché doveva portare il cell in assistenza.Quindi la visione di sandisk si rivelerà un epic FAIL , e una volta che il prezzo delle flash/gb si sarà avvicinato sufficientemente al suo asintoto più basso, il mercato si contrarrà di brutto per saturazione. Cosa che sandisk teme di brutto, visto che preferirebbe un mercato di prodotti usa-e-getta.
  • Evideziator e scrive:
    I cinesi ne fanno a tonnellate!
    saranno almeno 10 anni che si vedono per le fiere di elettronica nelle bancarelle cinesi i lettori mp3 "superuniversali" che non sono altro che un hub usb-lettore multischede (i famosi 23in1 ) con un chip di decodifica mp3 (8 centesimi di euro all'ingrosso) e il vano batteria.Bah, questi hanno fatto la scoperta dell'acqua calda! :
    • Conte Delgado scrive:
      Re: I cinesi ne fanno a tonnellate!
      Forse non hai letto bene l'articolo...Quello che si vuole porre in evidenza non è il fatto che il lettore usi la scheda di memoria come meccanismo di storage...bensì che Sandisk voglia vendere le schedine con un album precaricato! Secondo loro c'è un target di utenti (utonti?) che per cambiare musica si compra un altra schedina con un altro album precaricato.A mio parere è una scommessa molto azzardata...d'altra parte avranno fatto i loro conti...vedremo che succederà!Saluti
  • giancarlofff scrive:
    SANDISK
    Sembra una buona idea, veloce ed essenziale, la scgedina di memoria occupa molto meno spazio di un CD, si entra in un negozio, si compla la schedina con l'album, e si puo subito ascoltare, che vuoi di più!
  • za73 scrive:
    Per chi non ha un telefonino...
    Mah, alla fine il mio cell ha uno slot microSD, la radio integrata e un paio di cuffiette. Ormai è così anche per i cellulari meno costosi.Forse va bene per gli anziani o i bimbi. Comunque preferisco la compagnia della radio.
  • luke2375 scrive:
    Per persone antitecnologiche
    Secondo me avrà successo tra quelli che non hanno confidenza con la tecnologia e che non sanno usare un pc.Tutti i lettori mp3 di adesso hanno bisogno di un pc, di organizzare la musica in modo digitale.In questo modo con un lettore o un telefono basterà avere un raccoglitore (che sarà molto piccolo) per portarsi gli album preferiti con se.Insomma sarà più semplice e indipendente dal pc, da internet, ecc. e andrà ad interessare un target diverso rispetto a quello che oggi usufruisce di musica digitale.
    • greatidea scrive:
      Re: Per persone antitecnologiche
      QUOTO! :)
    • Calibano scrive:
      Re: Per persone antitecnologiche
      Probabile... ma dubito che le persone antitecnologiche abbiano voglia di confondersi con delle miniSD piu' piccole di un unghia e capire che differenza ci sia tra quella da 512M e quella da 1G.La persona antitecnologica vuole gli ABBA?... piglia il su' vecchio vinile e se li ascolta con casse grosse come armadi.E ciao SanDisk.
      • luke2375 scrive:
        Re: Per persone antitecnologiche
        Quelli che intendo io hanno l'ultimo Nokia (ce l'hanno tutti ormai) e non sanno leggere i messaggi.Queste persone comprano il disco (la MiscroSD in questo caso) e non gli importa se è in una card da 1 Gb o da 128 Mb.Basta che si sente.Poi magari si comprano anche l'autoradio col lettore di schede...
        • Calibano scrive:
          Re: Per persone antitecnologiche
          - Scritto da: luke2375
          Quelli che intendo io hanno l'ultimo Nokia (ce
          l'hanno tutti ormai) e non sanno leggere i
          messaggi.
          Queste persone comprano il disco (la MiscroSD in
          questo caso) e non gli importa se è in una card
          da 1 Gb o da 128
          Mb.
          Basta che si sente.
          Poi magari si comprano anche l'autoradio col
          lettore di
          schede...Ah beh... ma allora il discorso cambia... codeste mica sono persone antitecnologiche. E' gente un po' rinco :D che spende per nulla. Allora si... sono daccordo con te!
  • 5Lire scrive:
    non ha futuro...
    io concordo con coloro che dicono che il dispositivo in questione non ha futuro..l'avessero inventato prima, forse..ma ormai è troppo tardi, visto quello che si riesce a trovare sul mercato..bisogna tener conto che si trovano lettori mp3 da 2 giga con radio fm e registratore vocale a 20, fate un pò voi...
    • Calibano scrive:
      Re: non ha futuro...
      A 20 ... dubiterei della qualita' del dispositivo.E' certo pero' che se devo scegliere un aggeggino del genere o un iRiver con tutti i crismi del caso... preferisco spendere 100 e prendermi l'iRiver.Magari, pero', alla nipote di 10 anni regalerei l'aggeggino di 20... magari con la griffe di HelloKitty... questo si...
  • greatidea scrive:
    granfigata invece! ;)
    forse non si è afferrata la filosofia e la tipologia d'uso dell'apparecchio in questione..a che serve avere lettori mp3 costosissimi, ingombranti, pesanti che se cadono o vengono RUBATI si va in crisi esitenziale?meglio un device leggero pratico ed ECONOMICO che fa solo quello no?adatto all'uso più "spensierato" che esista...palestra corsa all'aria aperta e ad ogni attività in cui non ci si debba preoccupare.. di maltrattarlo.APPENA ESCE ME LE COMPRO.... SICURO!
    • dandan scrive:
      Re: granfigata invece! ;)
      - Scritto da: greatidea
      forse non si è afferrata la filosofia e la
      tipologia d'uso dell'apparecchio in
      questione..
      a che serve avere lettori mp3 costosissimi,
      ingombranti, pesanti che se cadono o vengono
      RUBATI si va in crisi
      esitenziale?
      meglio un device leggero pratico ed ECONOMICO che
      fa solo quello
      no?
      adatto all'uso più "spensierato" che esista...
      palestra corsa all'aria aperta e ad ogni attività
      in cui non ci si debba preoccupare.. di
      maltrattarlo.
      APPENA ESCE ME LE COMPRO.... SICURO!Il tuo discorso sarebbe andato bene qualche anno fa, ma ora proprio no, se ti guardi attorno i lettori mp3 che ci sono in giro non sono nè costosissimi, nè ingombranti, nè pesanti; per farti un esempio un iPod shuffle costa 45 Euro e ti sfido a dirmi che sia ingombrante o pesante ...ho citato il più famoso, ma il mercato è pieno di lettori MP3 con queste caratteristiche e prezzi ancora più bassi volendo.
      • greatidea scrive:
        Re: granfigata invece! ;)
        ok hai ragione ma...45 non sono certo i 15 della sandisk no?anzi.. ce ne compri esattamente 3!! ;)e poi l'ipod x funzionare ha bisogno del software proprietario di zio steve.. :(mentre questo della sandisk no e poi nell'articolo si parlava proprio di questo...LIBERARSI il più possibile dalla dipendendenze del PC,anche se mi rendo conto che è IMPOSSIBILE visto che anche per sandisk il pc è necessario per caricare gli mp3 sulla memoria esterna... :(ma è sempre meglio che DOVER A TUTTI I COSTI installare (nel mio caso controvoiglia) ITUNES x poter utilizzare il lettore!!a mio avviso è una GRAN FORZATURA e una mancanza di LIBERTA' da parte dell'acquirente.. :(CMQ alla luce di tutte queste cose,credo che un lettore MP3 di MARCA a 20$ (quindi pochi euro) sia una buona cosa.
      • Monk scrive:
        Re: granfigata invece! ;)
        Io ho un mpMan 2gb, prezzo: 30 euro, legge le microSD, ha display a colori, radio, registratore, ecc ecc. Mi sa tanto che sta cosa è solo obsoleta.
        • greatidea scrive:
          Re: granfigata invece! ;)
          mesà che hai ragione!ma il prezzo di 20 rimane ancora buono se pensi che è la metà di quello che hai pagato tu per il tuo player e se rifletti a quante volte,avendo miriadi di mp3 su 2gb,avrai ascoltato la radio o registrato qualcosa col mic. :P
          • Calibano scrive:
            Re: granfigata invece! ;)
            Io ho un "vecchio" iRiver con memoria da 512M, radio, registratore vocale, registrazione da linea esterna, va con una pila AA, autonomia lunghissima (a volte mi pare infinita!), schermo retroilluminato in bianco e nero, comandi supersemplici, settings quanti ne vuoi se hai voglia di confoderti etc etc.All'epoca lo pagai 200 (si parla di 5 anni fa!), oggi costerebbe si e no 20 se fosse ancora in produzione.E' leggero, piccolo, con tutti gli accessorini per portarlo a giro mentre corri, fai sport o per mettertelo addosso e registrare le conversazioni.Ho intenzione di usarlo per altri 5 anni come minimo e se lo perdo... si mi dispiacerebbe parecchio ma perche' mi ci sono affezionato.Come me ce ne sono altri milioni di utenti che odiano l'usa e getta.
          • greatidea scrive:
            Re: granfigata invece! ;)
            anche io avevo un thomson LIRA che era una favola!aveva lo schermo in bianco e nero, NON era retroilluminato,aveva poche equalizzazioni, NON registrava nulla ma con la sua ministilo durava una vita e ... si sentiva BENISSIMO!aveva dei bassi favolosi!!era anche espandibile con SD!solo che un brutto giorno non si è più acceso e... da qual giorno ne ho cambiati ben 4 senza trovarne uno BUONO! :(li ho rivenduti TUTTI! purtroppo oggi la spazzatura elettronica non riciclata è una piaga che affligge la nostra società e quelle future..colpa del consumismo indiscriminato!
          • Monk scrive:
            Re: granfigata invece! ;)
            Potresti avere ragione, infatti non ho mai usato radio perche non mi piace (Ascolto musica metal, puoi immaginare XD) e non registro. Però quel coso non ha lo schermo, e ti assicuro che se hai 100 mp3 è allucinante ascoltare il 50esimo, se non hai il display ;)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: granfigata invece! ;)
      contenuto non disponibile
    • non so scrive:
      Re: granfigata invece! ;)
      che ne pensi di un telefonino che legge gli mp3?ti porti dietro un dispositivo solo e non ci pensi più.
      • scettico scrive:
        Re: granfigata invece! ;)
        - Scritto da: non so
        che ne pensi di un telefonino che legge gli mp3?
        ti porti dietro un dispositivo solo e non ci
        pensi
        più.beh ci sarebbe anche la questione della qualità audio visto che stiamo parlando di una cosa che produce suoni!
  • DarkEntries scrive:
    Manca il dato più importante...
    L'autore non ha segnalato la caratteristica più importante di questo lettore...Può utilizzare il formato flac, la compressione non in perdita che permette, a differenza di mp3, wma e ogg, di raggiungere tecnicamente la qualità del cdhttp://forum.estatica.it/audiofili-f25/sansa-slotmusic-player-mp3-ogg-flac-t61.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 ottobre 2008 10.14-----------------------------------------------------------
    • Energy drink scrive:
      Re: Manca il dato più importante...
      Di flac si può fare benissimo a meno tra un mp3 a 160-190 e flac il 99% delle persone su un impianto di livello audiofilo non sente differenza, figuriamoci su un player portatile per strada.Tempo ed energia sprecata.
      • DarkEntries scrive:
        Re: Manca il dato più importante...
        Ah ah questa è una tua opinione...Esiste il SACD evoluzione del cd, ma soprattutto nel Blu-ray si utilizza il lossless come standard audio, anche per i film.Se te vuoi tornare indietro ad una qualità tecnica inferiore al cd puoi benissimo farlo, ma il mercato va in avanti, non indietro
        • Calibano scrive:
          Re: Manca il dato più importante...
          Si, ma qui si parla di un walk-man, mica di un riproduttore audio-video su blu-ray...concordo con il fatto che il formato flac, tanto di cappello per la qualita', e' completamente inutile se si deve ascoltare la musica con delle cuffiede con auricolari.Tanto piu' che gia' le cuffiette tagliano via parte delle frequenze gia' di loro e ciao flac.
        • Energy drink scrive:
          Re: Manca il dato più importante...
          Prima di parlare bisognerebbe fare un blind test.Sai come funziona?Ti mettono davanti a uno stereo e fanno suonare il file mp3 3 il file originale (o il lossless) o poi ti chiedono quale è melgio.Se sai riconoscere l'originale in amier aconsistente apssi il test.Ebbene facendo test con 160 Kbit e impianti stereo di altissima qualità i più non passano il blind test.Certo quando gli dici che l'mp3 è il primo file tutti ti dicono "ha suona peggio"! Per quello si fannoi test alla cieca.Poi il discorso SACD è un altro, coconrdo: di certo un impianto stereo di alta qualità ti fa apprezzare un SACD e quindi un FALC derivante da SACD, ma a meno che tu non investa 4-500 euri in cuffie Shure, non credo proprio che con un media player per strada tui senta molta differenza.
        • Guido Angeli scrive:
          Re: Manca il dato più importante...
          - Scritto da: DarkEntries
          Ah ah questa è una tua opinione...
          Esiste il SACD evoluzione del cd, ma soprattutto
          nel Blu-ray si utilizza il lossless come standard
          audio, anche per i
          film.
          Se te vuoi tornare indietro ad una qualità
          tecnica inferiore al cd puoi benissimo farlo, ma
          il mercato va in avanti, non
          indietroSe tu pensi che la qualità audio sia determinante su un player da 20 dollari senza schermo....
  • carlo scrive:
    evvaii....
    1 dispositivo..45 sd (micro) in giro. . . comodissimo!!!
    • Calibano scrive:
      Re: evvaii....
      vabbeh dai... ti ci fai i piercing e non le perdi piu'!!! :DPensa, tutte attaccate alle orecchie, intorno all'ombelico e quattro o cinque sulla lingua.
      • VDAY scrive:
        Re: evvaii....
        Be' almeno per questo le donne sono più fortunate visto che loro lo slot SD per il cambio ce l'hanno già di SERIE!!!! :D
  • Biggus Dikkus scrive:
    Stupefatto
    Ho sempre stimato la Sandisk per i suoi prodotti, ma alcune scelte che sta facendo (o non sta facendo) mi lasciano perplesso.Ste nuove micromemorie con musica preinstallata saranno un fiasco e il motivo è semplice: un supporto musicale ha senso se accompagnato da una copertina, dei testi delle canzoni, foto, e quant'altro decidano di metterci dentro (stile Pink Floyd). Un supporto piccolo come un'unghia non serve a niente. Saranno tutti identici e non si potranno distinguere. Inoltre saranno supporti da 1 gb. Stanno uscendo già quelli da 16! E quindi: a che pro riempirsi la casa di microschedine da 1 gb quando già puoi averne una 16 volte più grande (e tra non molto 32 volte...)Non solo: credo tutti si siano accorti che in questo momento c'è un enorme buco tecnologico riguardante i sistemi di archiviazione. Non esiste modo di fare backup dei dischi attualmente in vendita!Una volta c'erano dischi da 500mega e i dat da 2GB, per esempio. Ora ci sono dischi da 1 tera e i dat sono rimasti a 20GB. Come li facciamo i backup? in 100 dvd????Se venisse realizzato un bello SCHEDONE (anche solo mettendo insieme 1000 SD da 1 GB) con un lettore preposto, io credo che avrebbe un successo immediato! Quello che decretò il successo degli ZIP nel periodo in cui non esistevano o costavano troppo i supporti vergini per CD!Credo che una cosa del genere dovrebbe farla proprio la SanDisk!
    • gohan scrive:
      Re: Stupefatto
      I drive Ultrium hanno cartucce a nastro da 800GB non compressi, certo non sono per tutte le tasche, però ci sono.
    • Ledz scrive:
      Re: Stupefatto
      - Scritto da: Biggus Dikkus
      Una volta c'erano dischi da 500mega e i dat da
      2GB, per esempio. Ora ci sono dischi da 1 tera e
      i dat sono rimasti a 20GB. Come li facciamo i
      backup? in 100HP produce DAT per backup da 160GB compressi (80GB senza compressione hardware).Lasciamo stare poi gli Ultrium LTO-4 che arrivano a 1600GB compressi (800GB senza) con hardware data encryption.
  • Enjoy with Us scrive:
    Stronzata megagalattica!
    Io quasi due anni fa a 24 euro comprese le spese di spedizione ho comprato su Ebay un lettore mp3/mp4 con display da 1.5 pollici e 1 Gb di Ram e dalle foto (paragonandola alle dimensione di cuffie e schedina) mi sembra perfino più compatto dell'oggetto in questione, Ah ha una batteria al litio integrata e si ricarica via USB e ha un alimentatore USB (molto comodo anche per altre apparecchiature)!In commercio di lettori consimilari, ossia con slot SD display, dimensioni e costi più contenuti ve ne sono a bizzeffe! Perchè mai uno dovrebbe spendere di più per avere meno?
  • Ste scrive:
    Non vi manca il gesto? :-)
    Ciao a tutti!Ma a voi non manca il gesto del "cabiare" l'album? Di tirare fuori uno e mettere l'altro? Di poter toccare con mano il supporto e scegliere la musica fisicamente invece di navigare tra i menù?Io ho ancora il minidisc solo per questo..Se le SD (non le micro però, troppo piccole) iniziassero ad essere il nuovo supporto musicale, ne sarei molto felice!Anche a livello di sociale, "passarti" l'album via pennina usb in formato digitale è una cosa, passarti un CD (o una SD) è un'altra..Voi che ne pensate?
    • sbroccato_d al_sonno scrive:
      Re: Non vi manca il gesto? :-)
      boh a me non manca proprio, anzi, preferisco avere tutto in pochi supporti (leggi hard disk + dvd di backup) che avere colonne di cd impilati che richiedono spazio, si impoverano, si graffiano, si perdono...Lo so sarò poco romantico, ma lo erano anche i "cdari" vs i "vinilari", i "vinilari" vs i "cantoriquandomancoesistevanoleincisioni"... Il mondo cambia...
    • TUNNAZ scrive:
      Re: Non vi manca il gesto? :-)
      ...io penso che la indiscussa comodità di avere più dischi (quanti mai ne ascolterà un utente nello stesso periodo) su un supporto e perdere tempo ad organizzare la musica solo una volta ogni tanto, sia il naturale evolversi delle cose...poi cè anche chi si scambia il CD e chi se lo mette a casa nello stereo con accanto una colonna piena di CD :)
    • Calibano scrive:
      Re: Non vi manca il gesto? :-)
      Personalmente... odiavo il dover portare dietro tre o quattro audiocassette.Per lo scambio... beh... se fossero ganzi potrebbero far scambiare gli album da supporto a supporto senza dover utilizzare un PC... ma poi ci sarebbe da sentirle le Major!!!Cmq no... non mi manca il gesto.
  • picchiatello scrive:
    Sansa Vs. Walkman
    Trovo quanto mai oltraggioso :p accostare il "nuovo" (?) lettore sansa al Walkman in quanto quest'ultimo era si "spartano" ma permetteva all'utente di ascoltare le proprie cassette ( volendo anche quelle acquistate nel mercato di frodo dagli ambulanti con un fruscio da deserto del sahara nel sottofondo) fatte in casa magari con la lezione scolastica od il mix fatto con i piatti e doppio registratore.
    • sbroccato_d al_sonno scrive:
      Re: Sansa Vs. Walkman
      Perché dove sta scritto che con questo non puoi ascoltare le tue micro-sd fatte in casa con quel cavolo che vuoi (possibilmente anche copiate)???
    • Il signor rossi scrive:
      Re: Sansa Vs. Walkman
      - Scritto da: picchiatello
      Trovo quanto mai oltraggioso :p accostare il
      "nuovo" (?) lettore sansa al Walkman in quanto
      quest'ultimo era si "spartano" ma permetteva
      all'utente di ascoltare le proprie cassette (
      volendo anche quelle acquistate nel mercato di
      frodo dagli ambulanti con un fruscio da deserto
      del sahara nel sottofondo) fatte in casa magari
      con la lezione scolastica od il mix fatto con i
      piatti e doppio
      registratore.lo puoi fare anche oggi, e oggi come allora ci sono player e player/recorder... e poiché faccio largo uso della registrazione da oltre vent'anni (suono), posso dirti che non rimpiango affatto i "bei tempi andati" perché oggi con un recorder da un centinaio di euro posso ottenere una qualità che neanche le piastre di registrazione più costose mi davano vent'anni fa.
      • DarkEntries scrive:
        Re: Sansa Vs. Walkman

        oggi con un recorder da
        un centinaio di euro posso ottenere una qualità
        che neanche le piastre di registrazione più
        costose mi davano vent'anni
        fa.Oddio dipende....L'mp3 essendo compressione in perdita è tecnicamente un passo indietro rispetto al cd come qualità
  • kattle87 scrive:
    Io ho un player con slot SD
    E l'ho pagato 20 euro. Però ha almeno il display...
  • Be&O scrive:
    Disparità tra lettore e schedina !
    Ma... non capirò mai chi è il target per questo tipo diattrezzo che non permette l'uso di niente se non dei suoialbum precaricati su cartine grandi "un Unghia"....19 per un album che puoi perdere tra le fessure di unpavimento, ed il lettore che troppo grande per il supporto.Non ci siamo..... Ritenta.
    • Energy drink scrive:
      Re: Disparità tra lettore e schedina !
      - Scritto da: Be&O
      Ma... non capirò mai chi è il target per questo
      tipo
      di
      attrezzo che non permette l'uso di niente se non
      dei
      suoi
      album precaricati su cartine grandi "un
      Unghia"....

      19 per un album che puoi perdere tra le fessure
      di
      un
      pavimento, ed il lettore che troppo grande per il
      supporto.

      Non ci siamo..... Ritenta.Non hai capito: tu puoi comprare i dischi (e possono anche regalarteli) oppure puoi usare una scheda SD generica e metterci su la tua musica rippata normalmente.Non mi sembra un errore di progetazione anzi.Se il player suona bene e si conserva bene tu fra qualche anno cambi solo la shedina, io oggi se voglio cambiare il mio lettore da 1GB e pasasre a 4 butto tutto.Il tutto è la risposta (intelligente ?) delle major che sanno che conviene vendere schedine piuttosto che farsi rubare la musica, qualcuno se trova l'opzione di comprare la schedina magari "continua a fare" il cliente
  • chicco scrive:
    35 per la versione griffata
    certa gente (chi lo dovesse comprare a quel prezzo) di "griffato" ha solo il cervello... (ovazione)ps: credo che la crisi sia ancora troppo soft se 35 euro sono pochi per una baggianata del genere...
    • aaaaa scrive:
      Re: 35 per la versione griffata
      - Scritto da: chicco
      certa gente (chi lo dovesse comprare a quel
      prezzo) di "griffato" ha solo il cervello...
      (ovazione)

      ps: credo che la crisi sia ancora troppo soft se
      35 euro sono pochi per una baggianata del
      genere...Se non ho capito male per "griffata" si intendono delle edizioni speciali anche nella grafica che contengono compilation o album musicali preinstallati.Quindi sarebbe una specie di bundle, lettore + musica ad un prezzo superiore del solo lettore ma inferiore del lettore e della musica presa separatamanteAlmeno a quanto ho capito
    • Energy drink scrive:
      Re: 35 per la versione griffata
      Mi sembra che milioni di persone comprano la griffa apple quindi ha una sua logica
Chiudi i commenti