AIIP, appello per il bitstream in fibra

L'associazione degli Internet Provider per il mantenimento di regole chiare in vista del passaggio alle nuove reti. Questione di competitività, soprattutto per i più piccoli

Roma – In vista dell’approvazione da parte dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) della Delibera 301/11/CONS sulle reti di nuova generazione, è intervenuta pubblicamente l’Associazione Italiana Internet Provider ( AIIP ).

AIIP ha criticato l’approccio finora tenuto sulla questione e, attraverso Il Sole 24 Ore , fatto appello a Agcom, Agcm e alle istituzioni italiane chiedendo “regole che facilitino la transizione verso le reti di nuova generazione senza essere lesivi degli investimenti già effettuati” e in modo tale da evitare forme di monopolizzazione (anche di ritorno) del settore.

Del testo in approvazione presso Agcom non piace a AIIP in particolare la parte relativa alla fornitura di servizi Bitstream, che permettono agli OLO l’accesso alla rete grazie all’acquisto all’ingrosso di capacità trasmissiva tra la postazione di un cliente finale ed un proprio punto di interconnessione.

Secondo l’associazione di categoria il Bitstream, già utile per spingere l’apertura alla concorrenza sulle attuali reti in rame, deve essere mantenuto anche per reti e servizi di nuova generazione . Fornito, naturalmente, a condizioni orientate a costi e condizioni tecniche non discriminatorie orientate al mercato e uniformi su tutto il territorio nazionale.

Per questo, dice AIIP, Agcom deve evitare di deregolamentare questo tipo di offerta, soprattutto se solo “in previsione di infrastrutture alternative, cosa che peraltro ad oggi non ha mai portato alla concorrenza nei servizi Bitstream” ed è in questo senso che il testo del provvedimento deve essere modificato: l’attuale versione sembra infatti esonerare Telecom, l’incumbent del rame che si candida a questo ruolo anche per la fibra ottica, da obblighi di offerta Bitstream orientata al costo su tutto il territorio nazionale.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • diffamante scrive:
    Il numero di Windows store
    Il numero di Windows store: 17! Il numero della sfiga!
  • Bad Sapper scrive:
    Ehh bbasta ....
    Sarò un tradizionalista ma non se ne può più di questa gente !Un computer è un computer e basta, sopra ci girano delle cose chiamate programmi, fine !Una APP è una astrazione e non è nata ieri, c'è da decenni, nei menù dei telefoni di più di 10 anni fa, con j2me per esempio. Tutto perfetto certamente nei telefoni o nei tablet dove questa astrazione è indispensabile. No invece ... tutti a correre dietro alla nuova moda di ste cavolo di cosine scritte in linguaggi improbabili chiuse a riccio e piene di trucchi e di esborsi impropri.E lo stanno facendo tutti eh .. a partire da Linux dove ormai non si trova più una interfaccia "normale" senza tornare indietro di vent'anni e adesso anche Windows, che se anche lo riducessero alla pura schermata blu con scritto "ti abbiamo fregato", saremmo comunque costretti a compralo come OEM con qualsiasi PC.Adesso poi blindano il boot, se alla ci mettono anche la signature per impedire il funzionamento delle applicazioni non certificate siamo a posto.A questo punto il prossimo passo sarà dipingere i computer di rosa e giallo, sostituire la tastiera con tre pulsantoni colorati e dare quei martelletti a soffietto di plastica con la trombetta ... il computer in linea col cervello dell'essere umano del nuovo millennio.Tanto chi se ne frega !
  • bertuccia scrive:
    i numeri di microsoft
    li vedremo bene nel 2012si prevede un bel flop per windows 8: gli utenti non vogliono abbandonare le loro abitudini e le aziende non hanno motivi per adottarlo, senza contare che molte hanno da poco terminato il passaggio a win7questo secondo IDChttp://www.zdnet.com/blog/microsoft/windows-8-will-be-largely-irrelevant-to-traditional-pc-users-idc/11336sul fronte smartphone e tablet c'è da battere le concorrenza di android, e al momento winPhone sta all'1%sarà un 2012 col botto!
    • Gigetto scrive:
      Re: i numeri di microsoft
      - Scritto da: bertuccia
      li vedremo bene nel 2012

      si prevede un bel flop per windows 8: gli utenti
      non vogliono abbandonare le loro abitudini e le
      aziende non hanno motivi per adottarlo, senza
      contare che molte hanno da poco terminato il
      passaggio a
      win7
      Ehm, molte, moltissime aziende NON hanno nemmeno abbandonato Windows xp, altro che passaggio a 7. Sara' una bella XXXXXXXX, non c'e' che dire
  • ziovax scrive:
    A me...
    ...il uindov stor mi mette tristezza.
    • Wolf01 scrive:
      Re: A me...
      Anche a me, sono finiti i tempi di freecabs.org dove trovavi n-mila cabs di applicazioni gratuite o shareware :(
      • Sgabbio scrive:
        Re: A me...
        - Scritto da: Wolf01
        Anche a me, sono finiti i tempi di freecabs.org
        dove trovavi n-mila cabs di applicazioni gratuite
        o shareware
        :(Ma poi anche volendo, stanno uccidendo il freeware con sto sistema, visto che alla fine devi sempre pagare per passata da quel servizio.
        • Joe Tornado scrive:
          Re: A me...
          Che dire ... speriamo non prenda piede, o almeno, non rubi spazio agli ad altri sistemi di gestione del software : io da anni uso SnapFiles ... programmi ben selezionati e catalogati.
  • MacGeek scrive:
    CopiaSoft
    Insomma hanno copiato Apple, come al solito. Incasinando ovviamente un po' la formula (se non copiano MALE non sono contenti).
    • coschizza scrive:
      Re: CopiaSoft
      cioè prendere una parte degli introiti significa copiare da apple? quindi tutto il mondo copia da apple o sbaglio
      • Robot Pulitore scrive:
        Re: CopiaSoft
        - Scritto da: coschizza
        cioè prendere una parte degli introiti significa
        copiare da apple?Cioè secondo te l'unica cosa che avrebbero copiato è "prendere una parte degli introiti"? Altro che salame sugli occhi, qui c'hai un'intera salumeria.
        • coschizza scrive:
          Re: CopiaSoft
          contensto il concetto stesso di "copiare" solo i troll vedono queste cose in giro come se dovessimo fare una crociata contro gli infeleli.
          • MacGeek scrive:
            Re: CopiaSoft
            Gli hanno copiato il business model fino alle %!Gli hanno copiato l'hardware (chi metteva tutti quei sensori sui telefoni prima di Apple?)Gli hanno copiato il walled gardenGli hanno copiato le LIMITAZIONI del primo iPhonePoi hanno copiato nel toglierleCOPIANO-COPIANO-COPIANO... non sanno fare altro.Sono semplicemente PATETICI.E quella sarebbe la più "grande software house del mondo"????Bleah.....
          • Zio Panello scrive:
            Re: CopiaSoft
            - Scritto da: MacGeek
            Gli hanno copiato il business model fino alle %!
            Gli hanno copiato l'hardware (chi metteva tutti
            quei sensori sui telefoni prima di
            Apple?)
            Gli hanno copiato il walled garden
            Gli hanno copiato le LIMITAZIONI del primo iPhone
            Poi hanno copiato nel toglierle

            COPIANO-COPIANO-COPIANO... non sanno fare altro.
            Sono semplicemente PATETICI.

            E quella sarebbe la più "grande software house
            del
            mondo"????
            Bleah.....[img]http://www.prodottodellanno.it/images/1872.jpg[/img]
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: CopiaSoft
            Hahahahahaha! :D
          • mmmm scrive:
            Re: CopiaSoft
            rispondo punto a puntole % sono diverse perchè vanno da 20 a 30il mio nokia aveva gps, IR, accelerometro, BT,... prima dell'iphone (e cosa centra poi...)il walled garden è molto più flessibilie non ha certo limitazioni come non poter fare un browser completo...e il costo d ingresso è diverso.......
          • Ego scrive:
            Re: CopiaSoft
            - Scritto da: MacGeek
            Gli hanno copiato il business model fino alle %!
            Gli hanno copiato l'hardware (chi metteva tutti
            quei sensori sui telefoni prima di
            Apple?)
            Gli hanno copiato il walled garden
            Gli hanno copiato le LIMITAZIONI del primo iPhone
            Poi hanno copiato nel toglierle

            COPIANO-COPIANO-COPIANO... non sanno fare altro.
            Sono semplicemente PATETICI.

            E quella sarebbe la più "grande software house
            del
            mondo"????
            Bleah.....dimmi la verità, vai a letto con cook vero? lol
    • The Dude scrive:
      Re: CopiaSoft
      - Scritto da: MacGeek
      Insomma hanno copiato Apple, come al solito.
      Incasinando ovviamente un po' la formula (se non
      copiano MALE non sono
      contenti).Uno store è uno store, un tablet è un tablet, più diversi di un tanto non li puoi fare, basta con sti estremismi.Semmai Apple ha avuto l'idea e la capacità di imporla PRIMA degli altri che si sono infilati in una strada già pronta.
      • ginillo scrive:
        Re: CopiaSoft
        gli store di applicazioni esistono su linux da prima del 2000, solo che non erano commerciali. Apple ha copiato completamente la cosa, rendendola poi a pagamento.. quindi basta con sto copiare da apple, che non se ne può più
        • Gasogen scrive:
          Re: CopiaSoft
          - Scritto da: ginillo
          gli store di applicazioni esistono su linux da
          prima del 2000, solo che non erano commerciali.
          Apple ha copiato completamente la cosa,
          rendendola poi a pagamento.. quindi basta con sto
          copiare da apple, che non se ne può
          piùClick'N'Run di Lindows/Linspire non se lo ricorda nessuno, vedo.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: CopiaSoft
            - Scritto da: Gasogen
            - Scritto da: ginillo

            gli store di applicazioni esistono su linux
            da

            prima del 2000, solo che non erano
            commerciali.

            Apple ha copiato completamente la cosa,

            rendendola poi a pagamento.. quindi basta
            con
            sto

            copiare da apple, che non se ne può

            più

            Click'N'Run di Lindows/Linspire non se lo ricorda
            nessuno,
            vedo.Io me lo ricordo, ma il CEO di quell'azienda era tutto fumo.Non conta solo l'idea, ma come viene implementata e inglobata con altre.
          • gullio scrive:
            Re: CopiaSoft
            se l'idea l'hai scopiazzata, l'hai scopiazzata.. non c'è niente di diverso da una gui per l'installazione software in una qualsiasi distribuzione linux, e l'apple store.. l'unica differenza è che, per apple, ci sono dei geni che pagano per applicazioni ridicole, ma questo è affar loro
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: CopiaSoft
            - Scritto da: gullio
            se l'idea l'hai scopiazzata, l'hai scopiazzata..Erano due cose completamente diverse. L'Apple Store è un'esperienza end to end per utenti e sviluppatori. Questi ultimi sviluppano solo per iOS e hanno la percentuale del 70% sulle vendite. Gli utenti accedono gratuitamente e possono installare applicazioni FREE o pagare per i programmi che lo richiedono.Mentre clic'n'run chiedeva 50 dollari all'anno SOLO per accedere al servizio e non faceva un soldo su chi pubblicava software sul loro store. Fu un flop pazzesco.Solo queste due cose rendono i due store completamente diversi, se pensi che siano dettagli da poco ti sbagli di grosso
    • settecenton ovantasei scrive:
      Re: CopiaSoft
      - Scritto da: MacGeek
      Insomma hanno copiato AppleIgnoranza o malafede? Probabilmente entrambe.PROTIP: Apple non ha inventato il digital delivery, Apple non ha reso popolare il digital delivery. Steam - 2003XBOX LIVE - 2005 (2002 nella sua prima incarnazione ma non credo avesse uno store)
      • Sgabbio scrive:
        Re: CopiaSoft
        - Scritto da: settecenton ovantasei
        - Scritto da: MacGeek

        Insomma hanno copiato Apple

        Ignoranza o malafede? Probabilmente entrambe.

        PROTIP: Apple non ha inventato il digital
        delivery, Apple non ha reso popolare il digital
        delivery.


        Steam - 2003
        XBOX LIVE - 2005 (2002 nella sua prima
        incarnazione ma non credo avesse uno
        store)La apple e forse stata la prima ad usare una piattaforma per gli smartphone. Non ricordo di altre piattafomre simili per il software...forse qualcosa ha fatto nokia, non ricordo.Xbox live nel 2002- 2005 era solo un servizio on line, il secondo servizio on line per console della attuale generazione (la prima fu XXXX.net per dreamcast), colo con la 360 hanno fatto nascere i mercatini digitali su console, oltre la piaga dei dlc.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: CopiaSoft
      - Scritto da: MacGeek
      Insomma hanno copiato Apple, come al solito.
      Incasinando ovviamente un po' la formula (se non
      copiano MALE non sono
      contenti).Hanno copiato, sì, che gli facciano pure causa. L'ultima volta è finita bene per MS, però...
      • Sgabbio scrive:
        Re: CopiaSoft
        - Scritto da: Mela avvelenata
        Hanno copiato, sì, che gli facciano pure causa.
        L'ultima volta è finita bene per MS,
        però...In maniera ironica, non c'erano le leggi che ha voluto microsoft stessa, in quel periodo :D
      • Sgabbio scrive:
        Re: CopiaSoft
        - Scritto da: Mela avvelenata
        Hanno copiato, sì, che gli facciano pure causa.
        L'ultima volta è finita bene per MS,
        però...In maniera ironica, non c'erano le leggi che ha voluto microsoft stessa, in quel periodo :D
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: CopiaSoft
      Cosa avrebbero copiato da Apple? L'installazione di software da repository? O il fatto di farseli pagare? :-O
Chiudi i commenti