AIIP: ma quale concorrenza?

Dopo le uscite di Romano Prodi e la presa di posizione di Telecom Italia, che parla di mercato aperto e libera concorrenza, i provider italiani mettono i puntini sulle i


Riceviamo e volentieri pubblichiamo un comunicato stampa diffuso ieri sera da AIIP , l’Associazione italiana dei provider, a proposito della presa di posizione di Telecom nei confronti delle dichiarazioni di Romano Prodi sulla questione del mercato italiano della telefonia e della connettività

Roma ? Sulla stampa di oggi si legge una lettera di Telecom Italia firmata dai suoi Consiglieri di Amministrazione indipendenti titolata “Caro presidente, oggi agiamo in regime di piena concorrenza”. La lettera è stata scritta dopo che il leader dell’Unione Romano Prodi ha dichiarato che “le autorità di controllo lasciano uno spazio che nel resto dell’Europa ci si sogna”.

Relativamente, quindi, alla posizione che Telecom Italia ha assunto nei confronti di questa dichiarazione per bocca dei suoi Consiglieri di Amministrazione, AIIP (Associazione Italiana Internet Provider), intende precisare che:

– a riprova che le maglie della regolamentazione sono troppo ampie in Italia, basta ricordare che negli ultimi 10 anni Telecom Italia anni è stata condannata per violazione della normativa antitrust 9 volte dalla sola Autorità Garante della Concorrenza. Se la regolamentazione funzionasse non ci sarebbe ragione di interventi a posteriori da parte dell’autorità Antitrust.

– per quanto riguarda le tariffe per le chiamate da telefono fisso a cellulare, le maglie sembrano ancora più larghe: nonostante le riduzioni ipotizzate da AGCOM a 8,7 eurocent al minuto (che dovrebbero entrare in vigore entro il 2007), secondo elaborazioni AIIP su dati finanziari pubblici il “cost-plus” è di 4,7 Eurocent. Ai volumi del 2003, questa rappresenta per la collettività una differenza pari a ?588 Milioni per le sole chiamate verso utenti mobili TIM

– i provvedimenti europei del 2000 che sancivano il principio di orientamento al costo nel mercato della larga banda per gli operatori non sono mai stati recepiti. Ora che sono in fase di elaborazione le nuove normative, AIIP nutre forti riserve: si ritiene che qualora dovesse essere approvato nella forma attuale il provvedimento sulla larga banda, sarebbe un grande vantaggio per l’operatore monopolista di fatto e un vulnus, in molti casi mortale, per gli operatori concorrenti. L’effetto pratico sarebbe quello di dilatare enormemente i tempi di attuazione del principio di orientamento ai costi, instaurando nel frattempo una regolamentazione ancora più blanda di quella attuale.

– la lettera esprime il parere dei consiglieri di amministrazione di una società, non quelli del mercato. Come noto il libero mercato e la concorrenza tendono a ridurre i profitti. Come si conciliano dunque gli interessi degli azionisti di Telecom Italia (che i suoi Consiglieri sono chiamati a tutelare) con gli interessi della concorrenza che riduce i profitti?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Celot Emanuele scrive:
    k mati!
    I e proprio mati sti qua!
  • Anonimo scrive:
    Re: e' solo la presunzione infinita
    - Scritto da: Anonimo

    Ribadisco il tuo paragone non regge neanche per
    un seocndo.Gia gia', basta che te lo credi. Poco sotto un altro paragone alaogo e' stato fatto con l'Alaska.
    Il mare e' sempre stato un elemento con cui
    l'uomo ha convissuto da millenni, gli indigeni
    delle isole dell'oceano Pacifico hanno sempre
    scorrazzato per quel mare colonizzando e
    diffondendosi in tutti i piu' remoti isolotti con
    barche scavate nei tronchi d'albero.

    Sulla luna, nonostante una tuta ipertecnologica
    dai costi astronomici, ti prendi delle dosi di
    radiazioni tossiche anche con poche ore di
    esposizione, e se capita un'eruzione solare
    violenta, e non fai in fretta a metterti al
    riparo, quelle poche ore bastano perfino per
    ucciderti.



    per mesi e


    mesi basta caricare un po' di acqua



    Si un paio di litri ti dovrebbero bastare




    e alla fine


    al massimo ti abbronzi un po'.



    Ma guarda, sembra perfino divertente,




    Sulla superficie


    della luna diventi fosforescente dopo qualche


    ora.



    Si parla dell'abbronzatura tu. Cio' non toglie
    un

    grammo al fatto chei diritti in zone inospitali

    siano rilevanti

    se lo dici tu, ...Se non lo capisci da solo....
    non e' che hai messo su una
    ditta che vende lotti di luna ?Non e' che hai messo su una ditta che vende barche pulciose da pochi euro?
    Prima di definire stupida una dimostrazioneDimostrazione? Vuoi spacciare opinioni per dimostrazioni?Sei proprio un fallito.
    che c'entra il pifferaio magico poi me lo spieghi
    ... ah forse pensi di essere un topo ?Si, certo, Mickey Mouse.E adesso balliamo insieme, c'e' anche Marlon Brando.
    • Anonimo scrive:
      Re: e' solo la presunzione infinita


      Ribadisco il tuo paragone non regge neanche per

      un seocndo.

      Gia gia', basta che te lo credi. Poco sotto un
      altro paragone alaogo e' stato fatto con
      l'Alaska.si, probabilmente da qualche "dottore in lettere" che considera, con assoluto snobismo, i numeri e le quantita', degli inutili strumenti matematiciI paragoni in questi casi devono essere quantitativamente realistici.Ad esempio, tutto sto' scaldarsi sulla proprieta' della luna rispetto dell'uomo del XIX secolo puo' essere quantitavamente paragonato a uno sciame di moscerini che viste per la prima volta le piramidi egizie e iniziano a litigare per decidere chi ha diritto di essere il primo a smontarle e trasferirle nella propria tana

      Il mare e' sempre stato un elemento con cui

      l'uomo ha convissuto da millenni, gli indigeni

      delle isole dell'oceano Pacifico hanno sempre

      scorrazzato per quel mare colonizzando e

      diffondendosi in tutti i piu' remoti isolotti
      con

      barche scavate nei tronchi d'albero.

      Prima di definire stupida una dimostrazione

      Dimostrazione? Vuoi spacciare opinioni per
      dimostrazioni?Veramente rispondevo con parole TUE, visto che tu per primo avevi definito il fatto (reale o non una opinione) che portavo a sostegno dei miei argomenti, una dimostrazione ... problemi con la memoria a breve termine ?
      Sei proprio un fallito.si vede che hai esaurito tutti i tuoi "argomenti", situazione tipica di chi passa agli insulti diretti
  • AnyFile scrive:
    Re: e' solo la presunzione infinita
    Nel momento in cui vi sara' un tornaconto economico la cosa importera' eccomeanche vivere nei freddissimi territori dello Yukon era estremamente difficle, ma quando si e' scoperto che li' c'era l'oro si e' fatta la corsa all'oroGli Usa hanno comprato l'Alaska dalla Russia. Allora la Russia gli dava ben poco valore. Oggi li' viene estratto una gran quantita' di petrolio e di uranio. (e non ho mai sentito dire ne' da parte dei Russi ne' da parte degli Statunitensi che si trattava solo di un pezzo di carta)==================================Modificato dall'autore il 16/11/2005 21.48.00
    • Anonimo scrive:
      Re: e' solo la presunzione infinita
      - Scritto da: AnyFile
      Nel momento in cui vi sara' un tornaconto
      economico la cosa importera' eccomeok, ma la parola chiave e' "quando"sono decine di anni che esistono basi scientifiche in antartide ma non si va oltre perche' non c'e' il tornaconto, quanti secoli serviranno per la luna ?
      anche vivere nei freddissimi territori dello
      Yukon era estremamente difficle, ma quando si e'
      scoperto che li' c'era l'oro si e' fatta la corsa
      all'orook, ma anche in questo caso c'e' una parolina chiave:quanto ?quanto e' difficile vivere in Yukon, quanto in Antartide, quanto sulla luna ... qualcuno nei messaggi precedenti paragonava addirittura lo spazio all'oceano ... e' proprio vero che l'Italia e' piena zeppa di umanisti, filosofi e poeti, che considerano le quantita' e i numeri poco importanti, alla stregua del "vil danaro" ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: e' solo la presunzione infinita
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: AnyFile

        Nel momento in cui vi sara' un tornaconto

        economico la cosa importera' eccome

        ok, ma la parola chiave e' "quando"
        sono decine di anni che esistono basi
        scientifiche in antartide ma non si va oltre
        perche' non c'e' il tornaconto, quanti secoli
        serviranno per la luna ?


        anche vivere nei freddissimi territori dello

        Yukon era estremamente difficle, ma quando si e'

        scoperto che li' c'era l'oro si e' fatta la
        corsa

        all'oro

        ok, ma anche in questo caso c'e' una parolina
        chiave:
        quanto ?
        quanto e' difficile vivere in Yukon, quanto in
        Antartide, quanto sulla luna ...Lo sai benissimo quanto. PArecchio. Ma provaci a dircelo tu in numeri, visto che ti piacciono tanto, se sei in grado di calcolarlo.Lo spazio e' peggio dello Yukon, lo sanno tutti, cio' non toglie che il paragone sia azzeccato. Un terriotorio ostile PUO' diventare oggetto di contesa territoriale (fatto storico e fatto di ogni giorno), e quindi l'autore del primo messaggio si sbaglia.
        qualcuno nei
        messaggi precedenti paragonava addirittura lo
        spazio all'oceano ... e' proprio vero che
        l'Italia e' piena zeppa di umanisti, filosofi e
        poeti, che considerano le quantita' e i numeri
        poco importanti, alla stregua del "vil danaro"
        ;-)Se ti piace pensarla cosi', beh, sono parole tue non nostre.Il mare non e' lo spazio, ma al pari dello spazio, non ci vivi senza la tua navetta.Provaci altrimenti.Ma dal tuo discorso si capisce che per te i paragoni sono un mistero.Se io paragono una mela ad una palla, sappiamo tutti che la palla non si mangia. Ma se ti impunti su questo e rimproveri gli altri di non capire, di essere troppo umanisti e non cogli che il paragone si riferisce alla rotondita' e non alla edibilita', ti crederai sempre il furbo in mezzo agli sciocchi.Alla faccia della vuota filosofia che disdegni tanto, a questo non ci sei arrivato?
      • AnyFile scrive:
        Re: e' solo la presunzione infinita
        - Scritto da: Anonimo
        ok, ma anche in questo caso c'e' una parolina
        chiave:
        quanto ?
        quanto e' difficile vivere in Yukon, quanto in
        Antartide, quanto sulla luna ... qualcuno neiMi pare proprio che almeno due stati hanno gia' avanzato rivendicazioni territoriali su pezzi dell'Antardidee mi pare anche che una nazione (non la solita) abbia mandato esercito e marina per riprendersi quello che e' poco piu' di un gruppo di scogli non poi cosi' tanto lontano dall'Antartidequalsiasi pezzo di carta smette di valare quando hai un fucile puntato ...il mio discorso non e' ne' filosofico ne' pratico, ma giuridico (nel senso che sto dicendo che quello che dicono i giuristi non e' altro che "aria fritta")
  • AnyFile scrive:
    e' regolare?
    Qui vi e' sempre il problema di stabilire chi sia in grado di stabilire le regolesicuramente e' regolare all'interno delle regole da loro stabilitema anche quando compri un terreno o un palazzo il contratto (o il rogito) e' valido in base alle regole fissate da qualcunoquanti, nella storia, si sono visti portare via il terreno e le case perche' e' arrivato qualcunaltro e, con la forza, ha detto che era suo?Per fare un solo esempio a noi vicino Fiume e l'Istria.
  • Anonimo scrive:
    Re: e' solo la presunzione infinita
    - Scritto da: Anonimo


    -[cut]
    L'uomo non puo' vivere in mezzo al mare eppure i
    confini marittimi e i diritti di pesca sono molto
    rilevanti e non certo frutto di presunzione
    infinita ma di esigenze commerciali e militari. [cut] Certo ma la spartizione territoriale è comunque frutto di comune accordo internazionale (anche la guerra è una forma di accordo: il più forte decide, sempre un accordo è).Il fatto che sti americani si accaparrino il diritto di vendere territori lunari come se la luna fosse loro, esula completamente dal concetto di "comune accordo".E se domani io italiano volessi vendere a qualcuno lo stesso pezzo di terra venduto dagli americani? Chi me lo vieterebbe?
    • Funz scrive:
      Re: e' solo la presunzione infinita

      E se domani io italiano volessi vendere a
      qualcuno lo stesso pezzo di terra venduto dagli
      americani? Chi me lo vieterebbe?SW1 (I guerra spazziale?) :p
    • Anonimo scrive:
      Re: e' solo la presunzione infinita

      E se domani io italiano volessi vendere a
      qualcuno lo stesso pezzo di terra venduto dagli
      americani? Chi me lo vieterebbe?
      prima vacci e mettici la bandierina italiana però.. altrimenti non puoi....
    • Anonimo scrive:
      Re: e' solo la presunzione infinita
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo





      -[cut]

      L'uomo non puo' vivere in mezzo al mare eppure i

      confini marittimi e i diritti di pesca sono
      molto

      rilevanti e non certo frutto di presunzione

      infinita ma di esigenze commerciali e militari.
      [cut]


      Certo ma la spartizione territoriale è comunque
      frutto di comune accordo internazionale (anche la
      guerra è una forma di accordo: il più forte
      decide, sempre un accordo è).
      Il fatto che sti americani si accaparrino il
      diritto di vendere territori lunari come se la
      luna fosse loro, esula completamente dal concetto
      di "comune accordo".Se nessuno avesse firmato il "Moon Treaty", avresti ragione.I cinesi non l'hanno firmato e la pensano come te.Ma, sorpresa delle soprese, non lo hanno firmato nemmeno gli USA, per cui se oggi un americano (non parlare al plurale e' l'impresa di un furbo - che superficialita' smerdare milioni di persone per le azioni di una. No? Poi pero' ci incazziamo se ci dicono che siamo tutti mafiosi indistintamente) dicevo se oggi un americano vende lotti lunari puo' farlo perche' non c'e' nessun accordo firmato dal suo paese, come pure non hanno firmato Russia, Francia, Gran Bretagna.Insomma in un vuoto legislativo, se uno ti vuole vendere un pezzo di marte, un anello di saturno o una fetta di luna puo' farlo.E altrettanto lo stesso vuoto legislativo rende valido sostenere che e' una vendita nulla.
      E se domani io italiano volessi vendere a
      qualcuno lo stesso pezzo di terra venduto dagli
      americani? Chi me lo vieterebbe?Se l'Italia ha aderito al "Moon Treaty", te lo vieterebbe o meglio ne regolamenterebbe la cosa, appunto il "Moon Treaty".
    • Anonimo scrive:
      Re: e' solo la presunzione infinita
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo





      -[cut]

      L'uomo non puo' vivere in mezzo al mare eppure i

      confini marittimi e i diritti di pesca sono
      molto

      rilevanti e non certo frutto di presunzione

      infinita ma di esigenze commerciali e militari.
      [cut]


      Certo ma la spartizione territoriale è comunque
      frutto di comune accordo internazionale (anche la
      guerra è una forma di accordo: il più forte
      decide, sempre un accordo è).esatto come e' stato con gli accordi per l'Antartide ... ma stiamo con i piedi per terra, perfino in Antartide ci si limita solo a basi scientifiche e di esplorazione perche' eventuali attivita' estrattive minerarie (se pur ipotizzate) hanno comunque costi improponibili, figuriamoci la colonizzazione commerciale della luna anche per la luna, qualora l'uomo riuscisse a tornarci con successo, vedrete che si proporra' un trattato in stile antartico, per un esclusivo utilizzo scientifico, tanto nobile nelle intenzioni quanto ipocrita nella sostanza(ipocrita nel senso della "volpe e l'uva", non posso distruggere e inquinare i ghiacciai antartici per estrarre petrolio, perche' sono troppo spessi e fa troppo freddo, allora ripiego su utilizzo scientifico per essere sicuro che anche gli altri stiano alla larga)
      Il fatto che sti americani si accaparrino il
      diritto di vendere territori lunari come se la
      luna fosse loro, esula completamente dal concetto
      di "comune accordo".non mi risulta che governi di qualche paese, vendano lotti di luna, esistono invece societa' che lo fanno, ma che vendono anche i nomi delle stelle ad esempio, e nascono solo per truffare gli ingenui, che vogliono "comprare una stella" alla loro amata (ingenui o furbastri, che sanno della bufala, ma la propinano in chiave romantica alla loro ingenua consorte)quelle basi di dati di anagrafe celeste o di catasto lunare, assolutamente non ufficiali e non riconosciute sono ovviamente destinate a finire nella spazzatura una volta che i simpaticoni di turno avranno deciso di aver lucrato abbastanza per passare ad altre attivita' piu' o meno lecite
      E se domani io italiano volessi vendere a
      qualcuno lo stesso pezzo di terra venduto dagli
      americani? Chi me lo vieterebbe?probabilmente nessuno, infatti questa e' una attivita' ai limiti della legalita', sarebbe difficile accusarti di truffa, ma anche difficile dimostrare che sei in buona fede
    • Anonimo scrive:
      Re: e' solo la presunzione infinita


      L'uomo non puo' vivere in mezzo al mare eppure i

      confini marittimi e i diritti di pesca sonoe magari non puo' neanche fare due cose contemporaneamente, tipo camminare e masticare una gomma vero ?tanto per dire che il paragone e' veramente azzeccato, vallo dire a mia nonna che l'uomo non puo' vivere in mare: mio nonno capitano di lungo corso passava nove mesi all'anno in mare e solo tre sulla terra ferma:D :D ma accendete il cervello prima di parlare ragazzi
      • Anonimo scrive:
        Re: e' solo la presunzione infinita
        - Scritto da: Anonimo





        L'uomo non puo' vivere in mezzo al mare


        eppure i




        confini marittimi e i diritti di pesca
        sono


        e magari non puo' neanche fare due cose


        contemporaneamente, tipo camminare e masticare


        una gomma vero ?

        Non prenderti troppo da esempio, non siamo tutti

        come te.

        vedo che non hai colto l'ironia della "dotta"
        citazione (Kissinger), forse prima di scrivere
        tanto, dovresti leggere un po' di piu', le
        proprie opinioni si formano meglio studiando e
        leggendoHo colto la tua ironia e mi pare da questa che sei un uomo da poco, perche' e' fuori luogo, nulla smentisce della mia precedente frase, nulla aggiunge se non scherno, serve solo a farti sentire intelligente.Ma si sa, di sensazioni si vive.


        tanto per dire che il paragone e' veramente


        azzeccato, vallo dire a mia nonna che l'uomo
        non


        puo' vivere in mare: mio nonno capitano di
        lungo


        corso passava nove mesi all'anno in mare e
        solo


        tre sulla terra ferma



        Si e l'acqua potabile l'estraeva dai gabbiani

        immagino. I vestiti e le corde e il cherosene le

        ricavava dalle maree.

        si e infatti per seguire il tuo paragoneNon e' un paragone. Dove lo vedi?(cut di immondizia)
        Ok, allora sempre per seguire il tuo paragoneNon e' un paragone. Non sai leggere.(altro cut di immondizia inutile)
  • Anonimo scrive:
    Vendo pezzi di Marte...
    Un tanto al kg :DTutto vero potete andare a prendere possesso del vostro appezzamento in qualsiasi momento :D :DCi sono persone che non hanno i soldi per sbarcare il lunario ed altre che non sanno proprio dove spederli :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Vendo pezzi di Marte...

      Ci sono persone che non hanno i soldi per
      sbarcare il lunario ed altre che non sanno
      proprio dove spederli :Dio ti candiderei al nobel per l'economia, sei arrivato a conclusioni che nessuno ha mai raggiunto prima d'ora
      • Anonimo scrive:
        Re: Vendo pezzi di Marte...


        Ci sono persone che non hanno i soldi per

        sbarcare il lunario ed altre che non sanno

        proprio dove spederli :D

        io ti candiderei al nobel per l'economia, sei
        arrivato a conclusioni che nessuno ha mai
        raggiunto prima d'oraSi sono quelle cose che tutti sanno ma nessuno dice.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vendo pezzi di Marte...
      E' possibile avere un Monte di Venere? :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Vendo pezzi di Marte...
        - Scritto da: Anonimo
        E' possibile avere un Monte di Venere? :)Lontano in una stanza, un tipo ride.
  • Anonimo scrive:
    In difesa di lunar republic
    Non hanno mai venduto proprità, ma pezzi di carta che teoriacamente secondo il sistema delle concessioni dovrebbe dare il diritto di concessione e quindi in un secondo tempo se la concessione viene sfuttata alla proprietà.A prima vista può sembrare una truffa.. ma mi sono informato un attimo e ho scoperto che:a) costa 15 euro, e ti danno un bel certificato in pergamena e una bella foto con evidenziato il tuo appezzamento, quindi non è una cifra esorbitante per un pezzo di carta da appendere che a qualcuno può piacere e a qualcun'altro no, comunque va preso per quello che è, un gadget, a livello delle analisi della firma computerizzate o delle ricerche genealogiche che fanno nelle fiere... (c'era qualcuno che pensava di comprare veramente 4000 metri quadrati di luna al costo di una pizza????)b) La società che le vende non è a scopo di lucro, e se guardate il loro bilancio scoprirete che tutti gli introiti venno utilizzati per finanziare, principalmente con borse di studio verso studenti delle nazioni del sud del mondo, l'esplorazione lunare.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: In difesa di lunar republic
      [CUT]
      a) costa 15 euro, e ti danno un bel certificato
      in pergamena e una bella foto con evidenziato il[CUT]Neanche male. Ho speso di piu' per far dare il nome di mia moglie ad una stella...
      • Anonimo scrive:
        Re: In difesa di lunar republic
        - Scritto da: Anonimo
        [CUT]

        a) costa 15 euro, e ti danno un bel certificato

        in pergamena e una bella foto con evidenziato il
        [CUT]
        Neanche male. Ho speso di piu' per far dare il
        nome di mia moglie ad una stella...illegale ed inutile pure quello...mi dispiace, ma non ha nessuna valenza legale.
        • Anonimo scrive:
          Re: In difesa di lunar republic


          Neanche male. Ho speso di piu' per far dare il

          nome di mia moglie ad una stella...

          illegale ed inutile pure quello...
          mi dispiace, ma non ha nessuna valenza legale.Sull'inutile posso darti ragione, in quanto gli scienziati continueranno a chiamare le stelle con le loro sigle.Sono d'accordo anche sulla valenza legale. Per quanto riguarda l'illegale, non penso che sia stato commesso alcun illecito.
          • AnyFile scrive:
            Re: In difesa di lunar republic
            Pendsa che c'e' gente che vende perfino titoli nobiliari: si fa pagare un sacco di soldi e pretende perfino di aver diritto di venderli ....
  • Anonimo scrive:
    Per una volta
    sono d' accordo con i Cinesi.Altro che "Il divieto delle autorità cinesi potrebbe nascere da un preciso piano espansionistico al di là dell'atmosfera terrestre", hanno deciso di ingabbiare i soliti furbi che truffano un branco di babbalei di pochi euro l' uno.Questa storia mi ricorda tanto quella della vendita di appartamenti in paradiso qui in Italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per una volta
      - Scritto da: Matthew Reed
      Questa storia mi ricorda tanto quella della
      vendita di appartamenti in paradiso qui in
      Italia.Se è per questo c'è ancora l'usanza di pagare messe per accorciare gli anni di purgatorio per i proprio defunti.
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Per una volta
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Matthew Reed

        Questa storia mi ricorda tanto quella della

        vendita di appartamenti in paradiso qui in

        Italia.

        Se è per questo c'è ancora l'usanza di pagare
        messe per accorciare gli anni di purgatorio per i
        proprio defunti.Sul vocabolario CEI-UECI si chiamano "offerte" (al clero naturalmente, che è cosa molto utile e giusta...).
  • Anonimo scrive:
    Ma guarda te...
    non ci sono mai andati (gli usa) per primi sulla luna........
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma guarda te...
      - Scritto da: Anonimo
      non ci sono mai andati (gli usa) per primi sulla
      luna........Che noia di queste balle.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma guarda te...

        - Scritto da: Anonimo

        non ci sono mai andati (gli usa) per primi sulla

        luna........

        Che noia di queste balle.
        Sembrerebbe vera, invece...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma guarda te...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          non ci sono mai andati (gli usa) per primi
          sulla


          luna........



          Che noia di queste balle.


          Sembrerebbe vera, invece...ba.. di tutte le spiegazioni che ho sentito per motivare che non ci sono mai stati erano tutte spiegazioni che bastava aver fatto le scuole superiori per smontarle con semplicità, ed alcune erano veramente infantili, tipo quella di perchè le pellicole fotografiche non si sono rovinate al caldo....comunque le leggende urbane si sa come funzionano a livello sociologico... quindi non meravigliamoci di trovare tanta gente che ci crede (alcuni medici direbbero, "che hanno il bisogno di crederci")
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma guarda te...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            non ci sono mai andati (gli usa) per primi

            sulla



            luna........





            Che noia di queste balle.




            Sembrerebbe vera, invece...

            ba.. di tutte le spiegazioni che ho sentito per
            motivare che non ci sono mai stati erano tutte
            spiegazioni che bastava aver fatto le scuole
            superiori per smontarle con semplicità, ed alcune
            erano veramente infantili, tipo quella di perchè
            le pellicole fotografiche non si sono rovinate al
            caldo....

            comunque le leggende urbane si sa come funzionano
            a livello sociologico... quindi non
            meravigliamoci di trovare tanta gente che ci
            crede (alcuni medici direbbero, "che hanno il
            bisogno di crederci") Cosa? Adesso vorresti farmi credere che la Terra NON È PIATTA?Se non la smetti di diffondere MENZOGNE io prendo la scala lunga che tengo in soffitta, salgo sul mio appezzamento lunare che ho profumatamente pagato, scavo un pezzo di formaggio e te lo tiro sul muso! CAPITO?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma guarda te...

            ba.. di tutte le spiegazioni che ho sentito per
            motivare che non ci sono mai stati erano tutte
            spiegazioni che bastava aver fatto le scuole
            superiori per smontarle con semplicità, ed alcune
            erano veramente infantili, tipo quella di perchè
            le pellicole fotografiche non si sono rovinate al
            caldo....Quelle che ho sentito in Universita', invece, erano convincenti: le luci sbagliate (da studio cinematografico), i movimenti sbagliati (sembra una pellicola che 'gira' lentamente, che produce movimenti ben diversi da quelli che si possono avere alla gravita' lunare), ...Inoltre e' da notare che, al tempo, i precursori erano i russi, mentre gli americani stavano col naso attaccato ai televisori a guardare. Sicuramente non avevano la tecnologia per fare una cosa del genere. Poi, da un giorno all'altro, sono andati sulla luna...

            comunque le leggende urbane si sa come funzionano
            a livello sociologico... quindi non
            meravigliamoci di trovare tanta gente che ci
            crede (alcuni medici direbbero, "che hanno il
            bisogno di crederci")Beh, se senti il bisogno, puoi continuare a crederci. Certamente le argomentazioni riportate non saranno sufficienti a farti cambiare idea, e di certo non voglio certo far cambiare idea a nessuno (ammesso, ovviamente, di aver ragione).
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma guarda te...

            Quelle che ho sentito in Universita', invece,
            erano convincenti: le luci sbagliate (da studio
            cinematografico), i movimenti sbagliati (sembra
            una pellicola che 'gira' lentamente, che produce
            movimenti ben diversi da quelli che si possono
            avere alla gravita' lunare), ...
            Inoltre e' da notare che, al tempo, i precursori
            erano i russi, mentre gli americani stavano col
            naso attaccato ai televisori a guardare.
            Sicuramente non avevano la tecnologia per fare
            una cosa del genere. Poi, da un giorno all'altro,
            sono andati sulla luna...
            dammi una sola prova valida che sia in grado di confutare scientificamente e poi ti credo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma guarda te...


            dammi una sola prova valida che sia in grado di
            confutare scientificamente e poi ti credo.
            volevo dire che NON sia in grado...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma guarda te...
            - Scritto da: Anonimo

            dammi una sola prova valida che sia in

            grado di confutare scientificamente e poi

            ti credo.
            volevo dire che NON sia in grado... Del resto a quel tempo, senza la computer grafica e senza un generatore di gravita' artificiale, come avrebbero potuto realizzare gli archi di polvere sollevati dalla rover se non arrivando sulla Luna ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma guarda te...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            dammi una sola prova valida che sia in


            grado di confutare scientificamente e poi


            ti credo.

            volevo dire che NON sia in grado...
            Del resto a quel tempo, senza la computer
            grafica e senza un generatore di gravita'
            artificiale, come avrebbero potuto realizzare
            gli archi di polvere sollevati dalla rover se
            non arrivando sulla Luna ?Ooops, noto adesso che piu' in basso qualcuno lo ha gia' fatto notare.... Rimasto senza risposte ovviamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Ma guarda te...


            Del resto a quel tempo, senza la computer

            grafica e senza un generatore di gravita'

            artificiale, come avrebbero potuto realizzare

            gli archi di polvere sollevati dalla rover se

            non arrivando sulla Luna ?

            I gas espulsi dai retrorazzi hanno alzato polvere, mica sono scesi col paracadute...cosa c'entra?La domanda e: come avrebbero pututo fare artificialmente, con le tecnologie del tempo, filmati dove la polvere alzata dalle ruote fa archi esattamente come dovrebbero essere quegli archi per le leggi della fisica alle condizioni di gravità lunare.è un po difficile simulare una gravità diversa sulla terra per fare i filmati. E non puoi appendere milioni di granelli di sabbia a milioni di fili di nylon....ed ai tempi la computer graphic non esisteva...
          • Funz scrive:
            Re: Ma guarda te...

            Del resto a quel tempo, senza la computer grafica
            e senza un generatore di gravita' artificiale,
            come avrebbero potuto realizzare gli archi di
            polvere sollevati dalla rover se non arrivando
            sulla Luna ?I gas espulsi dai retrorazzi hanno alzato polvere, mica sono scesi col paracadute...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma guarda te...

            Quelle che ho sentito in Universita', invece,
            erano convincenti:Che universita è? Mio figlio sta scegliendo, così la escludo dalla lista.
          • brabra scrive:
            Re: Ma guarda te...


            caldo....
            Quelle che ho sentito in Universita', invece,
            erano convincenti: le luci sbagliate (da studio
            cinematografico), i movimenti sbagliati (sembra
            una pellicola che 'gira' lentamente, che produce
            movimenti ben diversi da quelli che si possono
            avere alla gravita' lunare), prova a leggere quihttp://www.attivissimo.net/antibufala/luna/luna_in_sintesi.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma guarda te...

            ba.. di tutte le spiegazioni che ho sentito per
            motivare che non ci sono mai stati erano tutte
            spiegazioni che bastava aver fatto le scuole
            superiori per smontarle con semplicità, ed alcune
            erano veramente infantili, tipo quella di perchè
            le pellicole fotografiche non si sono rovinate al
            caldo....la prova definitiva che c sono andati:trovate sul sito della NASA i filmati del Lunar Rover ed osservate bene cosa succede sulle ruote alla sabbia lunare sollevata.la bassa gravità è bassa gravità.non ci sono fili, fotomontaggi o rallentamenti dei frame che possano anche solamente avvicinarsi a quello che si vede.fine della disputa(se era mai iniziata).[Altro discorso l'11settembre...]aloha, shdx
          • Anonimo scrive:
            Beh, pero' un dubbio...
            Ciao a tutti!non voglio fare il flamer, c'e' solo che ho letto tutte le risposte, ho visitato i siti suggeriti (attivissimo in testa) ed il dubbio, invece che passare, e' aumentato.Per prima cosa ho visto gente che chiedeva prove scientifiche: nessuna delle due parti, in effetti, ha portato delle prove che siano a mio avviso scientifiche."Attivissimo", inoltre ha usato dei toni piuttosto "accesi", cosa abbastanza strana.E non risponde ad una domanda: perche', prima di mandare un uomo sulla Luna, non l'hanno messo in orbita? In effetti chi diceva che eravamo tutti davanti alla televisione a guardare i russi diceva il vero.Ovviamente anche questa non e' argomentazione scientifica...Confido in risposte educate e apolitiche
          • brabra scrive:
            Re: Beh, pero' un dubbio...

            E non risponde ad una domanda: perche', prima di
            mandare un uomo sulla Luna, non l'hanno messo in
            orbita? TI è mai venuto il dubbio che prima della missione apollo 11 sulla luna ci siano state missioni con l'uomo in orbita.. o hanno fatto partire la numerazione da 11?durante l'apollo 1 ci fu un'incidente a terra con morti e fino all'apollo 6 furono test orbitali senza equipaggiol'apollo 7, (ottobre 68) fece un volo in orbita con equipaggiol'apollo 8 (dicembre 68), fece un giro attorno all'orbita lunare e tornò indietro con equipaggiol'apollo 9 (marzo 69) andò in orbita terrestre con una copia del modulo lunare per far testare all'equipaggio le fasi di aggancio e sganciol'apollo 10 (luglio 69) ulteriore invio di equipaggio attorno alla luna e ritorno.

            Ovviamente anche questa non e' argomentazione
            scientifica...

            Confido in risposte educate e apolitiche
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma guarda te...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          non ci sono mai andati (gli usa) per primi
          sulla


          luna........



          Che noia di queste balle.


          Sembrerebbe vera, invece...Invece no.Fine.O dobbiamo pubblicare il link ad Attivissimo ogni settimana?Che noia di questi complottisiti della domenica.
Chiudi i commenti