Alice è in ritardo, intervenga l'Authority TLC

L'associazione di consumatori CODICI chiede al Garante delle Comunicazioni di intervenire per tutelare gli utenti

Roma – Sono in aumento i ritardi nelle attivazioni dei collegamenti ADSL dell’offerta Alice da parte di Telecom Italia . Lo afferma lo sportello CODICI che, rilevando quella che ritiene una crescita del fenomeno, ha deciso di chiedere l’intervento dell’ Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni .

L’associazione racconta una delle ultime eclatanti lagnanze di un utente: “Questa volta la denuncia arriva da una signora di Casalpalocco (Roma) che il tre marzo 2007 si è rivolta alla società di telefonia Telecom per l’installazione della linea telefonica e dell’opzione Alice ADSL tutto compreso . Trascorsi 20 giorni dalla richiesta, la signora ha ottenuto solo l’allacciamento della linea telefonica, e di internet ancora nulla”.

“Dopo numerosi solleciti a Telecom – continua – la signora si è rivolta al CODICI che a sua volta ha continuato a sollecitare la società di telefonia. Finalmente, circa due settimane fa un operatore Telecom contatta l’utente, avvisando che nella giornata di venerdì un assistente avrebbe consegnato il kit Alice ADSL. Dopo lunghe attese, di Alice ADSL ancora niente”.

“È inammissibile che una società Telefonica come Telecom – dichiara il segretario nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli – continui a presentare delle criticità del genere nella fruizione del servizio. Quella in oggetto non è la prima segnalazione che denuncia simili ritardi, difatti, in particolare per quanto concerne la consegna dell’ADSL si sono verificati numerose criticità”.

Sulla base di queste problematiche, l’associazione ha quindi richiesto “il tempestivo intervento dell’Autorità Garante delle Comunicazioni, affinché simili deficienze nel servizio non debbano più verificarsi; inoltre, sollecita Telecom nella pronta consegna del Kit ADSL a quanti sono ancora in attesa”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti