All'Aspire One cresce lo schermo

Una variante dell'Aspire One con display da 11,6 pollici e componenti hardware a minor consumo energetico, capaci di garantire fino ad otto ore di autonomia. Ci sarà anche il supporto HD
Una variante dell'Aspire One con display da 11,6 pollici e componenti hardware a minor consumo energetico, capaci di garantire fino ad otto ore di autonomia. Ci sarà anche il supporto HD

Sposare le caratteristiche hardware dei netbook con il formato tipico dei subnotenook potrebbe essere la prossima tendenza del mercato PC, e Acer vuol essere tra le prime a cavalcarne l’onda. Lo farà con un nuovo modello di Aspire One che, a differenza dei tradizionali netbook, vanterà un display da 11,6 pollici con risoluzione di 1366 x 768 pixel (16:9).

il dispositivo Stando alle prime informazioni circolate sul Web, il sistema dovrebbe distinguersi dai suoi predecessori a 8,9 e 10 pollici per l’utilizzo di una tastiera più grande e l’adozione del processore Atom Z230 al posto del “classico” N270: i due chip hanno lo stesso clock, pari a 1,6 GHz, ma lo Z230 consuma mezzo watt in meno e supporta la tecnologia Intel VT.

Il nuovo Aspire One con schermo “maggiorato” dovrebbe poi utilizzare il core grafico GMA500, capace di supportare i video 720p e fornire maggiore potenza grafica rispetto al vecchio GMA950. Questo core fa parte del chipset SCH USW15S, nome in codice Poulsbo , accreditato di consumare un massimo di 4,3 watt, contro gli oltre 11 watt del chipset 945GSE. Grazie alla coppia Z520/USW15S, l’autonomia del nuovo netbook di Acer dovrebbe andare dalle 4 ore garantite dalla batteria standard alle 8 ore garantite dalla batteria ad alta capacità.

Nessuna informazione, al momento, su prezzo e disponibilità.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 03 2009
Link copiato negli appunti