Allegriaaaa. Con William H.

Ok, è il businessman più ricco del mondo, è quello che un buon bocconiano vorrebbe diventare, è l'emblema del successo commerciale, il suo nome significa cancelli, però vederlo lì in mezzo a denaro e monete d'oro fa comunque impressione.

Ok, è il businessman più ricco del mondo, è quello che un buon bocconiano vorrebbe diventare, è l’emblema del successo commerciale, il suo nome significa cancelli, però vederlo lì in mezzo a denaro e monete d’oro fa comunque impressione.

Lo vende JoyofTech a soli 20 dollari.

[via Neatorama ]

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Daniele scrive:
    Spara al funzionario sismi alleato
    Per rendere davvero relistico il simulatore dovrebbero inserire anche questa funziona,altrimenti i soldati a un checkpoint rischierebbero di non sparare a cazzo di cane come fanno solitamente
  • Anonimo scrive:
    ArmA
    Non lo conoscevo... che spettacolo di gioco!! Il 2 che e' in uscita sembra fenomenale, ma purtroppo con la mia sk vid mi accontentero' del primo.Qualcuno di voi ci gioca?Ah, sul fatto che si usino i videogiochi per addestrare i soldati sono assolutamente d'accordo, se accostato ad un buon addestramento tradizionale facilita sicuramente la memorizzazione di tattiche, permette simulazioni di missioni importanti, ecc...Dopotutto da bambini tutti abbiamo giocato a indiani/cowboy (o altro gioco simile) o no? E prendete per esempio i cuccioli di qualsiasi predatore, si allenano anche loro alla caccia col gioco.
  • mirko scrive:
    training?
    il video interno all'articolo è terribile.sì, ok, bella la grafica, ma...quello che succede ai 4:20 ricorda il caso calipari,quello ai 4:50 non mi sembra troppo formativo.se uccidere civili indifesi è quello che ci si aspetta da un soldato per passare al quadro successivo mi pare proprio triste.meno male, come dicevamo in altri thread in altri articoli, che ci difendono loro...(sono ironico, non so se si capisce...)vabbene.
  • emmecci4867 scrive:
    GUERRA :U.S.A. e Italia.
    Ma che cattivoni guerrafondai gli americani vero? I loro soldati sapete cosa fanno? UCCIDONO i nemici! I nostri invece sì che sono brava gente, vanno a fare le "missioni di pace",praticamente sono suore di carità travestite da soldati,anche quando bombardavano Sarajevo lo facevamo tanto pacificamente!Siamo un popolo di ipocriti,ecco cosa siamo. Sempre a puntare il dito contro quei cattivoni degli USA,sono 60 anni che ci parano il didietro facendo la guerra al posto nostro visto che non abbiamo le palle di farlo da soli. Comodo vero?Però ci sono degli inconvenienti:se ad esempio un pilota di Jet che ha voglia di fare il pirla fa una strage sul tuo territorio devi abbassare la testa e stare zitto. Idem se ti crivellano un agente dei servizi segreti.Come cadesti o quandoda tanta altezza in così basso loco?Nessun pugna per te? Non ti difende nessun de tuoi?Giacomo Leopardi, All'Italia (1818).
    • shezan74 scrive:
      Re: GUERRA :U.S.A. e Italia.
      Ok, e quindi?
    • test scrive:
      Re: GUERRA :U.S.A. e Italia.
      io non ho capito..
    • Anonimo scrive:
      Re: GUERRA :U.S.A. e Italia.
      So what?
      • M.P. scrive:
        Re: GUERRA :U.S.A. e Italia.
        La guerra purtroppo si è sempre fatta.Ora l'umanitá si sta chiedendo se sempre si fará.Per i popoli piú poveri è piú bello morire in battaglia che di povertá. Per noi è meglio morire in battaglia che uccisi da qualcuno che si pone meno interrogativi.Puoi aiutare il piú debole.Ma che succede se poi il piú debole diventa il piú forte?Per avere la pace, l'uomo non dovrebbe puntare in alto.La societá purtroppo spinge perché un individuo si affermi.Insomma sarebbe necessario che nei canoni di bellezza si affermi l'essere altruista, l'essere rispettoso, avere uno stile di vita semplice, consumare poco, essere ecologista, essere acculturato e informato, almeno per quanto riguarda le cose importanti. Non aver capito niente è "the first casuality of war". Quando uno non capisce, in situazioni particolari, puó essere impulsivo. Quando uno é impulsivo puó fare cazzate che disturberanno gli altri o attaccare.
    • krane scrive:
      Re: GUERRA :U.S.A. e Italia.
      - Scritto da: emmecci4867
      Sempre a puntare il dito contro quei cattivoni
      degli USA,sono 60 anni che ci parano il didietro
      facendo la guerra al posto nostro visto che non
      abbiamo le palle di farlo da soli. Ma a noi sarebbe interessato farla ???Ma chi gli ha detto di farla al posto nostro ???
      • Bastard Inside scrive:
        Re: GUERRA :U.S.A. e Italia.
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: emmecci4867


        Sempre a puntare il dito contro quei cattivoni

        degli USA,sono 60 anni che ci parano il didietro

        facendo la guerra al posto nostro visto che non

        abbiamo le palle di farlo da soli.

        Ma a noi sarebbe interessato farla ???
        Ma chi gli ha detto di farla al posto nostro ???Forse quella in Iraq a ben pochi, quella in Afghanistan è già più giustificata dalla maggioranza, ma quella in Kosovo è proprio il classico esempio in cui l'Europa (e soprattutto Italia, Austria e i paesi più vicini al conflitto) s'è fatta tirare fuori le castagne dal fuoco con le zampe del gatto. E dove l'ONU, che già aveva la coscienza sporca per aver tollerato massacri davanti agli occhi dei caschi blu senza far loro muovere un dito in Bosnia, in Rwanda e in tanti altri posti, ha dato la solita misera prova di sé.Se tutte le faccende rognose le lasciamo agli USA (perché poi, anche quando interviene la NATO, anche se noi forniamo le basi e piccoli contingenti, il grosso dello sforzo bellico lo fanno sempre gli USA), non lamentiamoci se poi fanno gli sceriffi del mondo e ci marciano ad essere un po' strabici a loro favore quando si tratta di decidere qual'è il bene comune.Ma ora signori si cambia!Vedrete che con l'ingresso dei paesi più poveri nell'Unione Europea, questa risolverà brillantemente il problema dell'esercito comune europeo usando i nuovi poveri d'Europa come volonterosa (perché bisognosa) carne da cannone e salvando noi ricchi e pasciuti da rischi e responsabilità.A scanso di equivoci, mi permetto il sarcasmo perché il militare l'ho fatto, 89-90, e pure in un corpo d'élite, ancora sono stupito che non ci abbiano mandato alla Prima Guerra del Golfo.
    • Anonimo scrive:
      Re: GUERRA :U.S.A. e Italia.
      Cesare si rivolterebbe nella tomba
  • MeX scrive:
    ma secondo voi...
    è un caso che con l'appocciarsi della guerra in Afganistan e IRAQ siano usciti una miriade di giochi sulla guerra? non è che è un modo indiretto di fare "proseliti" per l'esercito? e non è un caso che i giochi migliori siano quelli in multiplayer, che si appoggiano all'encomiabile XBOX live? cioè... io praticamente ho smesso di seguire la scena dei videogiochi perchè uscivano/escono solo war games... e BASTA!
  • Greg scrive:
    Ragazzi ma le notizie...
    ...le scegliete a caso o le fate approvare dal direttore del manifesto?? No perchè a titolo di esempio solo oggi, le classiche notizie a semicontenuto politico-ideologico sono:-microsoft che copia il multitouch-gli americani arruolano con i giochini-occhio a quello che dici mentre giochi che se entra la swat e ti pesta-anzi no, ti folgorano con il taser e il debilitatore-la cia installa le cam del mcdonalds per controllarci tutti-oltre che ovviamente controllare i conti correnti di tutto il mondo!Sicuri che siete ancora un quotidiano "informatico"?? no perchè a me sembra che l'informatica ce la fate entrare di forza a volte!
    • Dr. Falken scrive:
      Re: Ragazzi ma le notizie...
      Non credo sia colpa delle redazioni se ci sono paesi tecnologicamente avanzati che usano la loro stessa tecnologia in un modo piuttosto contorto e comunque si è parlato molto spesso anche di quello che combinano in Cina.
      • Wargames scrive:
        Re: Ragazzi ma le notizie...
        Sí ma quello che intendeva dire era che certe volte qui si ha piú l'impressione di leggere "Commodore 3000" ;-) piuttosto che una rivista di informatica on-line. Molte sono notizie-cazzate. Alle volte é meglio scrivere meno ma meglio.
        • Manifest.xm l scrive:
          Re: Ragazzi ma le notizie...
          No, purtroppo quello che voleva dire e' che secondo lui queste sono troppo notizie da "comunista no-global punkabbestia linaro".Sai com'e'... a forza di sentire il buon Ilvio, tutti quelli che parlano male di lui/america sono per forza di cose comunistacci in malafede...baaaaah...ma ragionate con la vostra testa perdio, e non per etichette!
Chiudi i commenti