Amazon Appstore, su Android 12 le app non fungono

Amazon Appstore, su Android 12 le app non funzionano

L'Amazon Appstore ha un problema di compatibilità con Android 12 che sembra essere collegato al DRM: le app scaricate non funzionano più.
L'Amazon Appstore ha un problema di compatibilità con Android 12 che sembra essere collegato al DRM: le app scaricate non funzionano più.

Il Play Store di Google è indubbiamente la soluzione più comoda e sicura tramite cui poter scaricare e installare nuove app sui dispositivi Android, ma ci sono pure diversi store alternativi a cui ci si può appellare, come ad esempio il “gettonatissimo” Amazon Appstore. Peccato solo che, come direbbe il buon Jack Swigert: Okay Houston, abbiamo avuto un problema qui!

Amazon Appstore: su Android 12 problemi per le app gratis e a pagamento

A quanto pare, infatti, le app scaricate dallo store di Amazon si rifiutano di funzionare sui dispositivi che eseguono Android 12. Alcuni utenti indicano altresì l'assenza di qualsiasi app all'apertura dello store, mentre altri ancora fanno riferimento a malfunzionamenti parziali.

Da notare, però, che le prime segnalazioni erano state fatte già a fine ottobre, quando un cospicuo numero di utenti aveva riportato sul forum di Amazon varie problematiche relative proprio all'uso dell'app store del colosso del commercio elettronico sui device basati sulla più recente versione di Android.

Date le circostanze, coloro che adoperano assiduamente Amazon Appstore e che non sono ancora passati ad Android 12 farebbero bene ad attendere che il tutto venga risolto, anche se al momento non è ancora chiaro quanto tempo sarà necessario.

Il problema, comunque, sembra essere correlato al DRM di Amazon e coinvolge sia le app gratuite che quelle a pagamento. Ad ogni modo, attualmente gli utenti in possesso di dispositivi che eseguono Android 12 sono ancora in numero ridotto e sulla maggior parte di essi viene principalmente adoperato il Play Store, ma considerando che tale fetta d'utenza e destinata ad aumentare Amazon farebbe bene ad accelerare il più possibile i tempi per far fronte alla problematica, anche e soprattutto per una questione di rispetto verso chi a scelto di adoperare il suo store.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 12 2021
Link copiato negli appunti