Amazon Room Decorator: prima in AR, poi si acquista

Amazon Room Decorator è un nuovo servizio di realtà aumentata che consente di sperimentare nuovi arredamenti per la propria casa per poi acquistarli.
Amazon Room Decorator è un nuovo servizio di realtà aumentata che consente di sperimentare nuovi arredamenti per la propria casa per poi acquistarli.

Amazon intende accelerare le proprie performance tra i prodotti di arredamento in vendita sul marketplace offrendo agli utenti un’esperienza di acquisto del tutto particolare, basata sulla realtà aumentata e sulla possibilità di vedere una anteprima del prodotto direttamente all’interno della propria abitazione. Il nome da ricordare è “Room Decorator“, al momento non ancora disponibile in Italia ma probabilmente destinato ad arrivare presto in tutto il mondo.

Amazon Room Decorator

Quella che un tempo era l’immaginazione, oggi è la realtà aumentata: tramite l’app è infatti possibile semplicemente visualizzare la propria abitazione attraverso la fotocamera dello smartphone ed inserirvi gli oggetti desiderati nella posizione desiderata. Non serve più immaginare, insomma: l’oggetto (che sia una poltrona, un vaso, un tavolino o cos’altro) andrà a “materializzarsi” sul display del proprio smartphone consentendo di capire se possa andar bene in quel contesto, se possa sposarsi bene con gli altri oggetti già a disposizione e se possa fare – insomma – al caso proprio.

Amazon Room Decorator

Una volta dislocati gli oggetti è possibile salvarli all’interno della sezione “Your Rooms” che fungerà da catalogo delle possibilità da sfogliare: al termine si potrà scegliere la combinazione preferita e procedere quindi con l’acquisto in massa degli oggetti. Per certi versi l’opzione “Room Decorator” rappresenta una versione evoluta della “wish list”, evolvendo la lista dei desideri in una vera e propria immagine da guardare per alimentare i sogni e le possibilità di acquisto.

La nuova funzione è in rollout negli Stati Uniti in queste ore e coprirà l’intera utenza USA entro pochi giorni. Non è dato sapersi quando arriverà in Italia, ma accedendo al servizio dal nostro paese al momento si ottiene un “check back soon” che lascia intendere un rilascio internazionale in tempi brevi, compatibilmente con i buoni risultati del primo test USA.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 08 2020
Link copiato negli appunti