AMD, ansia da prestazioni

Steamroller è la terza incarnazione dell'architettura Bulldozer. Sunnyvale avrebbe intenzione di saltare direttamente alla prossima generazione per il debutto delle sue APU ibride (CPU+GPU) sul mercato desktop

Roma – Le APU AMD Trinity sono già presenti da mesi sul mercato, ma la controparte per PC desktop ancora non si vede all’orizzonte. Sunnyvale non sarebbe soddisfatta degli incrementi prestazionali dell’architettura ” Piledriver “, e starebbe pensando di passare alla generazione successiva per il ritorno a performance competitive con le CPU Ivy Bridge (o anche con le precedenti Sandy Bridge) di Intel.

Indiscrezioni circolate online identificano con i core Steamroller a 28 nm la tecnologia a cui AMD affiderà le sue speranze di rivalsa: presentato insieme a qualche dettaglio da AMD e atteso al debutto nei primi mesi del 2013, Steamroller dovrebbe sostituire l’oramai defunto core “Vishera” (basato su architettura Piledriver) come “vero” erede dell’architettura Bulldozer su desktop.

Il fatto certo è che AMD continua ad avere difficoltà nel contrastare lo strapotere di Intel sul settore delle CPU (x86-64) ad alte prestazioni, tanto da spingere qualcuno a ipotizzare l’ uscita di scena di Sunnyvale dal mercato dei PC da scrivania.

A tali illazioni AMD ha prevedibilmente risposto con il rifiuto di rilasciare commenti su chiacchiere circolanti indiscriminatamente in Rete: la società californiana continua a puntare sul mercato dei processori più performanti per i suoi prodotti e tecnologie del prossimo futuro, rassicura Sunnyvale.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruttolo scrive:
    wow
    adesso si che amadinejad (o come cacchio si scrive) si arrabbiera.
  • Sandro kensan scrive:
    meditate, meditate...
    Il fatto che gli usa abbiano bloccato l'uso di WoW agli iraniani e che chi abbia letto questo articolo lo sappia è un modo semplice per educare le masse che contraddire gli USA costa molto caro. No si agisce con la violenza ma con la minaccia continua a basso livello.Da parte mia trovo che bisogna reagire a simili intimidazioni che colpiscono chi non la pensa come loro. Come utente linux evito di installare ogni distribuzione e ogni programma che includa nella licenza l'impossibilità di esportare e usare il software da parte di nazioni incluse nella loro lista nera.Il boicottaggio è la contro arma per chi ha a cuore la propria libertà. Mi dispiace che siamo in pochi ad amare la libertà e che le corti dei potenti siano sovra affollate.
  • cancellare scrive:
    correttezza made in usa
    Prima gli vendiamo il gioco, poi gli impediamo di giocarci. Un po come l'atomica, usa ed israele possono averla, iran e corea del nord no! Eppure sono stati gli usa gli unici pazzi criminali ad usare la bomba atomica contro dei CIVILI.
    • Izio01 scrive:
      Re: correttezza made in usa
      - Scritto da: cancellare
      Prima gli vendiamo il gioco, poi gli impediamo di
      giocarci. Un po come l'atomica, usa ed israele
      possono averla, iran e corea del nord no! Eppure
      sono stati gli usa gli unici pazzi criminali ad
      usare la bomba atomica contro dei
      CIVILI.Ma già, povera Blizzard: è <b
      impossibilitata </b
      a concedere rimborsi per quello che la gente ha pagato, altrimenti cerrrrrto che rimborserebbero subito!Non la vedo come una particolarità di Blizzard, e nemmeno come un discorso USA vs. resto del mondo, la vedo solo come l'arroganza di chi sta levando man mano sempre più diritti agli utenti paganti, con una scusa o l'altra (solitamente la pirateria, ma come dimostra questo caso, tutto fa brodo).
      • wow scrive:
        Re: correttezza made in usa
        voi non sapete come funziona wow... il costo del gioco è basso, circa 35 euro e si pagano una sola volta, il grosso delle entrate la blizzard lo fa con la sottoscrizione mensile, per giocare si paga 12.99 al mese che vengono automaticamente addebitati ogni mese sulla carta di credito.Quindi cosa vuoi rimborsare? l'utilizzo parziale di quel mese? nel contratto blizzard è spiegato chiaramante che la blizzard non è tenuta a rimborsare i giocatori nel caso non siano in grado di giocare, se l'hai accettato quando ti sei iscritto non puoi lamentarti...Che poi, una legge nazionale del genere è a tutti gli effetti considerabile come forza maggiore, quindi non è certo imputabile all'azienda
        • Izio01 scrive:
          Re: correttezza made in usa
          - Scritto da: wow
          voi non sapete come funziona wow... il costo del
          gioco è basso, circa 35 euro e si pagano una sola
          volta, il grosso delle entrate la blizzard lo fa
          con la sottoscrizione mensile, per giocare si
          paga 12.99 al mese che vengono automaticamente
          addebitati ogni mese sulla carta di
          credito.
          Sappiamo benissimo come funziona WoW.35 euro sarebbe un prezzo basso? Guarda il costo dei giochi su qualsiasi negozio UK e poi vediamo se ti sembra ancora tanto basso. E' il costo di un gioco vecchio di meno di sei mesi.
          Quindi cosa vuoi rimborsare? l'utilizzo parziale
          di quel mese? nel contratto blizzard è spiegato
          chiaramante che la blizzard non è tenuta a
          rimborsare i giocatori nel caso non siano in
          grado di giocare, se l'hai accettato quando ti
          sei iscritto non puoi
          lamentarti...
          Tipico atteggiamento da "se c'è scritto nella licenza, allora va bene". Blizzard non avrebbe cacciato una lira a prescindere, esattamente come dicevo io, perché per adesso queste clausole vessatorie si trovano in qualsiasi EULA. "Hai accettato la licenza, quindi cavoli tuoi". Oh, e se invece la licenza non l'accettavo mi davano indietro i 35 euro che ho pagato per il gioco? Temo proprio di no, perché il diritto di reXXXXX non si applica a prodotti audiovisivi e videogiochi. Quindi certo, la scelta è tra regalare 35 euro a Blizzard o ingoiare qualsiasi XXXXXta decidano di fare. Notevole. Gli iraniani hanno pagato soldi veri per un servizio che di botto viene interrotto ma non hanno nemmeno il diritto di protestare.La cosa triste non è tanto che la legislazione corrente permetta loro di farlo, quanto che abbiano plasmato una generazione di vittime felici di farsi incaprettare. Difficile pensare che le cose possano migliorare, visti i presupposti.Quasi viene voglia di sperare che un domani possano applicare lo stesso procedimento anche ai beni fisici, giusto per vedere se i fanboy continuano a mantenere il sorriso sulle labbra Quando comprano un televisore, arrivano a casa e c'è una scatola piena di mattoni.- Ma avevo comprato un televisore, non dei mattoni!- Come da volantino, le specifiche del prodotto possono cambiare senza preavviso.- Ma con i mattoni non ci posso guardare la Juve!- Caro signore, nella licenza che lei ha accettato aprendo la scatola, c'è scritto che non forniamo alcuna garanzia riguardo alla conformità del bene all'utilizzo tipico.- Non esiste, voglio restituirlo e riavere i miei soldi!- No no, la licenza nega esplicitamente questa possibilità, si goda i suoi mattoni e buona giornata.

          Che poi, una legge nazionale del genere è a tutti
          gli effetti considerabile come forza maggiore,
          quindi non è certo imputabile
          all'aziendaMa in ogni caso l'azienda non avrebbe pagato una lira, come dimostrano le clausole a cui tu stesso fai riferimento, quindi parlare di "forza maggiore" è pura ipocrisia da parte di Blizzard.
          • wow scrive:
            Re: correttezza made in usa
            non diciamo idiozie, se non accettavi la licenza non compravi il gioco e i 35 euro non li spendevi... è tuo onere controllare cosa compri prima di pagarlo, tu paghi qualcosa senza prima guardare cosa stai comprando? O firmi un contratto senza prima leggerlo? Nessuno ti ha obbligato a firmarlo, nessuno ti obbliga a giocare a videogiohi ne tantomeno proprio a quel giocoil paragone dei mattoni non regge perché se lo facessero dopo la prima volta nessuno comprerebbe più televisori, non hai idea di quanti soldi le aziende investano in quelità e soddisfazione del cliente, certo che il loro obiettivo principale è di guadagnarci, non fanno beneficenza...tutti questi fanboy dei paesi arabi dovrebbero solo vergognarsi, facile parlare dall'Italia da dietro una tastiera, se vi piacciono tanto andateci a vivere in un paese dove l'unica legge è il corano, guai se non fate non so quante preghiere al giorno e se vostra moglie va in giro senza il burqa rischia di essere decapitata... sembrate i nostalgici del fascismo, abbiamo combattuto tante lotte per raggiungere la libertà che abbiamo oggi in occidente e voi addirittuta vorreste dare la bomba atomica a dei fanatici che in nome di allah la userebbero subito contro chi non crede nel loro dio
          • krane scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: wow
            non diciamo idiozie, se non accettavi la licenza
            non compravi il gioco e i 35 euro non li
            spendevi... è tuo onere controllare cosa compri
            prima di pagarlo, tu paghi qualcosa senza prima
            guardare cosa stai comprando? O firmi un
            contratto senza prima leggerlo? Nessuno ti ha
            obbligato a firmarlo, nessuno ti obbliga a
            giocare a videogiohi ne tantomeno proprio a quel
            gioco


            il paragone dei mattoni non regge perché se lo
            facessero dopo la prima volta nessuno comprerebbe
            più televisori, non hai idea di quanti soldi le
            aziende investano in quelità e soddisfazione del
            cliente, certo che il loro obiettivo principale è
            di guadagnarci, non fanno
            beneficenza...


            tutti questi fanboy dei paesi arabi dovrebbero
            solo vergognarsi, facile parlare dall'Italia da
            dietro una tastiera, se vi piacciono tanto
            andateci a vivere in un paese dove l'unica legge
            è il corano, guai se non fate non so quante
            preghiere al giorno e se vostra moglie va in giro
            senza il burqa rischia di essere decapitata...
            sembrate i nostalgici del fascismo, abbiamo
            combattuto tante lotte per raggiungere la libertà
            che abbiamo oggi in occidente e voi addirittuta
            vorreste dare la bomba atomica a dei fanatici che
            in nome di allah la userebbero subito contro chi
            non crede nel loro dioE allora sterminiamoli, semplice no ?
          • wow scrive:
            Re: correttezza made in usa
            non mi pare che gli americani stiano sterminando nessuno(mi aspetto come risposta decine di link complottistici su arabi tenuti schiavi nell'area 51 o cose del genere)
          • krane scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: wow
            non mi pare che gli americani stiano sterminando
            nessunoMa infatti ho scritto: "sterminiamoli", mica "gli americani li stanno sterminando" ... Che c'entrano ???
            (mi aspetto come risposta decine di link
            complottistici su arabi tenuti schiavi nell'area
            51 o cose del genere)
          • Izio01 scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: wow
            non diciamo idiozie, se non accettavi la licenza
            non compravi il gioco e i 35 euro non li
            spendevi... è tuo onere controllare cosa compri
            prima di pagarlo, tu paghi qualcosa senza prima
            guardare cosa stai comprando? O firmi un
            contratto senza prima leggerlo? Nessuno ti ha
            obbligato a firmarlo, nessuno ti obbliga a
            giocare a videogiohi ne tantomeno proprio a quel
            gioco
            Non diciamo idiozie, appunto: la licenza la leggi DOPO aver pagato il gioco, quando installi. Non ti piace? I 35 euro li hai già persi, affari tuoi.Io compro un sacco di cose senza preoccuparmi di licenze ed affini, tu no? Quando compri un paio di jeans, una cassetta di mele, un libro devi preoccuparti delle condizioni di contratto oppure dai per scontato che avendo pagato con soldi buoni tu abbia determinati diritti riguardo al bene che hai acquisito?

            il paragone dei mattoni non regge perché se lo
            facessero dopo la prima volta nessuno comprerebbe
            più televisori, non hai idea di quanti soldi le
            aziende investano in quelità e soddisfazione del
            cliente, certo che il loro obiettivo principale è
            di guadagnarci, non fanno
            beneficenza...
            E fare beneficenza non è nemmeno il mio, quindi auspicherei che al pagamento di una determinata cifra corrispondesse adeguata contropartita. Nel mondo degli oggetti fisici è così, e non per i motivi che dici tu: non puoi vendere mattoni al posto di televisori perché esiste una garanzia di conformità, oltre a tutta una serie di altre leggi che impediscono queste furbate.Nel mondo del software, invece, al momento sembra che le EULA possano imporre qualasiasi condizione, a tutto ed unico vantaggio del produttore, ed è questo scenario che io vorrei veder cambiare.

            tutti questi fanboy dei paesi arabi dovrebbero
            solo vergognarsi, facile parlare dall'Italia da
            dietro una tastiera, se vi piacciono tanto
            andateci a vivere in un paese dove l'unica legge
            è il corano, guai se non fate non so quante
            preghiere al giorno e se vostra moglie va in giro
            senza il burqa rischia di essere decapitata...
            sembrate i nostalgici del fascismo, abbiamo
            combattuto tante lotte per raggiungere la libertà
            che abbiamo oggi in occidente e voi addirittuta
            vorreste dare la bomba atomica a dei fanatici che
            in nome di allah la userebbero subito contro chi
            non crede nel loro
            dioNessun amore particolare per i paesi arabi, anzi, ma la tua è una tale collezioni di luoghi comuni che non provo nememno a risponderti.
          • krane scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: wow

            non diciamo idiozie, se non accettavi la
            licenza

            non compravi il gioco e i 35 euro non li

            spendevi... è tuo onere controllare cosa
            compri

            prima di pagarlo, tu paghi qualcosa senza
            prima

            guardare cosa stai comprando? O firmi un

            contratto senza prima leggerlo? Nessuno ti ha

            obbligato a firmarlo, nessuno ti obbliga a

            giocare a videogiohi ne tantomeno proprio a
            quel

            gioco



            Non diciamo idiozie, appunto: la licenza la leggi
            DOPO aver pagato il gioco, quando installi. Non
            ti piace? I 35 euro li hai già persi, affari
            tuoi.
            Io compro un sacco di cose senza preoccuparmi di
            licenze ed affini, tu no? Quando compri un paio
            di jeans, una cassetta di mele, un libro devi
            preoccuparti delle condizioni di contratto oppure
            dai per scontato che avendo pagato con soldi
            buoni tu abbia determinati diritti riguardo al
            bene che hai
            acquisito?




            il paragone dei mattoni non regge perché se
            lo

            facessero dopo la prima volta nessuno
            comprerebbe

            più televisori, non hai idea di quanti soldi
            le

            aziende investano in quelità e soddisfazione
            del

            cliente, certo che il loro obiettivo
            principale
            è

            di guadagnarci, non fanno

            beneficenza...



            E fare beneficenza non è nemmeno il mio, quindi
            auspicherei che al pagamento di una determinata
            cifra corrispondesse adeguata contropartita. Nel
            mondo degli oggetti fisici è così, e non per i
            motivi che dici tu: non puoi vendere mattoni al
            posto di televisori perché esiste una garanzia di
            conformità, oltre a tutta una serie di altre
            leggi che impediscono queste
            furbate.
            Nel mondo del software, invece, al momento sembra
            che le EULA possano imporre qualasiasi
            condizione, a tutto ed unico vantaggio del
            produttore, ed è questo scenario che io vorrei
            veder
            cambiare.




            tutti questi fanboy dei paesi arabi
            dovrebbero

            solo vergognarsi, facile parlare dall'Italia
            da

            dietro una tastiera, se vi piacciono tanto

            andateci a vivere in un paese dove l'unica
            legge

            è il corano, guai se non fate non so quante

            preghiere al giorno e se vostra moglie va in
            giro

            senza il burqa rischia di essere
            decapitata...

            sembrate i nostalgici del fascismo, abbiamo

            combattuto tante lotte per raggiungere la
            libertà

            che abbiamo oggi in occidente e voi
            addirittuta

            vorreste dare la bomba atomica a dei
            fanatici
            che

            in nome di allah la userebbero subito contro
            chi

            non crede nel loro

            dio

            Nessun amore particolare per i paesi arabi, anzi,
            ma la tua è una tale collezioni di luoghi comuni
            che non provo nememno a
            risponderti.Bisognerebbe creare una EULA per i soldi da tenere del portafoglio, dovrebbe iniziare tipo: qualsiasi banconota esca da qua...
          • pallino pinco scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: wow

            non diciamo idiozie, se non accettavi la
            licenza

            non compravi il gioco e i 35 euro non li

            spendevi... è tuo onere controllare cosa
            compri

            prima di pagarlo, tu paghi qualcosa senza
            prima

            guardare cosa stai comprando? O firmi un

            contratto senza prima leggerlo? Nessuno ti ha

            obbligato a firmarlo, nessuno ti obbliga a

            giocare a videogiohi ne tantomeno proprio a
            quel

            gioco



            Non diciamo idiozie, appunto: la licenza la leggi
            DOPO aver pagato il gioco, quando installi. Non
            ti piace? I 35 euro li hai già persi, affari
            tuoi.
            Io compro un sacco di cose senza preoccuparmi di
            licenze ed affini, tu no? Quando compri un paio
            di jeans, una cassetta di mele, un libro devi
            preoccuparti delle condizioni di contratto oppure
            dai per scontato che avendo pagato con soldi
            buoni tu abbia determinati diritti riguardo al
            bene che hai
            acquisito?la vendita al dettaglio è l'unico caso dove non firmi un contratto, perchè ti basi sulla fiducia del venditore che vedi faccia a faccia, e il trasferimento è di un bene di poco valore (prova a comprare una macchina senza firmare un contratto di vendita)per il resto, tu firmi un contratto di lavoro senza leggerlo? se lo fai è solo colpa tua...sul prima o dopo, a parte che non è vero (perchè i primi 20 livelli sono gratis e non serve aver comprato il gioco), ma anche se fosse prima di pagare sei tu che devi andarti a leggere il contratto se ti interessa, se no è come se compri a scatola chiusa, butti dei soldi senza sapere cosa stai comprando..poi nessuno lo fa perchè tutti ci fidiamo della blizzard e sono solo pochi euro, ma se fosse un software da migliaia di euro possiamo anche spenderli 15 minuti per leggere l'eula...
          • pallino pinco scrive:
            Re: correttezza made in usa
            oltretutto i jeans ecc. non sono concessi in licenza, ma sono venduti quindi c'è il trasferimento della proprietà dal venditore al compratore, che è tutta un'altra tipologia di contratto
          • Izio01 scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: pallino pinco
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: wow


            non diciamo idiozie, se non accettavi la

            licenza


            non compravi il gioco e i 35 euro non li


            spendevi... è tuo onere controllare cosa

            compri


            prima di pagarlo, tu paghi qualcosa
            senza

            prima


            guardare cosa stai comprando? O firmi un


            contratto senza prima leggerlo? Nessuno
            ti
            ha


            obbligato a firmarlo, nessuno ti
            obbliga
            a


            giocare a videogiohi ne tantomeno
            proprio
            a

            quel


            gioco




            E nessuno ti obbliga a comprare qualsiasi cosa, dai jeans a un gelato, eppure (fortunatamente, a parer mio) quando compri qualcosa sai di avere determinati diritti, senza bisogno di scorrere pagine e pagine dal significato ambiguo. Ad esempio, il gelato non conterrà veleno e l'automobile non esploderà.

            Non diciamo idiozie, appunto: la licenza la
            leggi

            DOPO aver pagato il gioco, quando installi.
            Non

            ti piace? I 35 euro li hai già persi, affari

            tuoi.

            Io compro un sacco di cose senza
            preoccuparmi
            di

            licenze ed affini, tu no? Quando compri un
            paio

            di jeans, una cassetta di mele, un libro devi

            preoccuparti delle condizioni di contratto
            oppure

            dai per scontato che avendo pagato con soldi

            buoni tu abbia determinati diritti riguardo
            al

            bene che hai

            acquisito?


            la vendita al dettaglio è l'unico caso dove non
            firmi un contratto, perchè ti basi sulla fiducia
            del venditore che vedi faccia a faccia, e il
            trasferimento è di un bene di poco valore (prova
            a comprare una macchina senza firmare un
            contratto di
            vendita)

            per il resto, tu firmi un contratto di lavoro
            senza leggerlo? se lo fai è solo colpa
            tua...
            E quindi secondo te un videogioco è più simile a una macchina o addirittura a un contratto di lavoro, che a un libro. Andiamo bene...
            sul prima o dopo, a parte che non è vero (perchè
            i primi 20 livelli sono gratis e non serve aver
            comprato il gioco), ma anche se fosse prima di
            pagare sei tu che devi andarti a leggere il
            contratto se ti interessa, se no è come se compri
            a scatola chiusa, butti dei soldi senza sapere
            cosa stai
            comprando..

            poi nessuno lo fa perchè tutti ci fidiamo della
            blizzard e sono solo pochi euro, ma se fosse un
            software da migliaia di euro possiamo anche
            spenderli 15 minuti per leggere
            l'eula...Ma siccome NON è un contratto di lavoro, un'automobile o un software da migliaia di euro, permetti che il fatto di dover "firmare" un contratto da trenta pagine mi faccia girare i cosiddetti? E' legale? Più che probabile, ma ripeto che spero che prima o poi qualcosa cambi e anche in termini di software il consumatore acquisisca qualche minimo diritto, visto che paga con soldi veri e non virtuali o concessi in licenza.Oh, ma gente, ci rendiamo conto che state difendendo a spada tratta il "diritto" di Blizzard a chiudere senza preavviso i rubinetti di un servizio che la gente ha pagato? Sono curioso di sapere se qualora dovesse toccare a voi sareste ancora così concilianti. Qualcosa mi dice di no.
          • sbrotfl scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: Izio01
            Oh, ma gente, ci rendiamo conto che state
            difendendo a spada tratta il "diritto" di
            Blizzard a chiudere senza preavviso i rubinetti
            di un servizio che la gente ha pagato? Sono
            curioso di sapere se qualora dovesse toccare a
            voi sareste ancora così concilianti. Qualcosa mi
            dice di
            no.Che ci vuoi fare... è il classico metodo di ragionare wannnabe imprenditore di gente che magari riesce a malapena a battere un chiodo.E' per questo che certi governi vengono eletti proponendo "fondi per le aziende" ecc... al populino non interessa stare meglio ma gli interessa farsi figo quando va all'estero
        • L.L. scrive:
          Re: correttezza made in usa
          - Scritto da: wow
          voi non sapete come funziona wow... Sentiamo da uno che ne sa!!!
          Quindi cosa vuoi rimborsare? l'utilizzo parziale
          di quel mese?La possibilità che esistano abbonamenti che vadano oltre il mese non ti ha neanche sfiorato, vero?
          nel contratto blizzard è spiegato
          chiaramente che la blizzard non è tenuta a
          rimborsare i giocatori nel caso non siano in
          grado di giocare, se l'hai accettato quando ti
          sei iscritto non puoi
          lamentarti...
          Se mi mi si brucia il computer, il mio provider ha la connessione che zoppica, o per qualsiasi altra causa di forza maggiore, chiaro che non possono essere problemi Blizzard.Eticamente e commercialmente fa però una certa differenza se prima, consapevole delle restrizioni, prendi i miei soldi e poi scappi con le saccocce gonfie...
          Che poi, una legge nazionale del genere è a tutti
          gli effetti considerabile come forza maggiore,
          quindi non è certo imputabile
          all'aziendaNon mettiamo una questione politica allo stesso livello di una calamità naturale.Voglio sperare che si siano limitati a congelare gli account in attesa di tempi migliori.
          • wow scrive:
            Re: correttezza made in usa
            non è scappata con i soldi, se volessero continuare a giocare potrebbero sempre emigrare

            Non mettiamo una questione politica allo stesso livello di una calamità naturale.http://it.wikipedia.org/wiki/Causa_di_forza_maggioreLe cause di forza maggiore comprendono in genere le seguenti situazioni, quando queste si manifestino in qualità o quantità non prevedibili usando dell'ordinaria diligenza:sisma, alluvione, frana, maremoto, vento, ecc. (eventi naturali per i quali sia stato dichiarato dall'autorità competente lo stato di emergenza o di calamità naturale)eccezionali avversità atmosferiche (gli eventi naturali eccezionali per i quali siano stati superati i dati climatici di progetto previsti dalle norme tecniche);sciopero, ecc.;provvedimenti dell'autorità giudiziaria (purché il provvedimento discenda da circostanze imprevedibili ed inevitabili) non connessi a comportamenti colposi della stazione appaltante.ad esempio se io produco un farmaco e una legge improvvisamente ne vieta la produzione, ha lo stesso effetto che se un meteorite mi distrugge l'azienda...
          • Izio01 scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: wow
            non è scappata con i soldi, se volessero
            continuare a giocare potrebbero sempre
            emigrare
            Questa è da segnare a futura memoria (rotfl)
        • prova123 scrive:
          Re: correttezza made in usa
          La soluzione: giochi single player forever!
          • sbrotfl scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: prova123
            La soluzione: giochi single player forever!Altrimenti speriamo Guild Wars 2 sia da esempio per le altre aziende che si ostinano a riproporre il canone.Spendi 50 euro (al day1) e poi basta... se vuoi c'è un market in-game ma per le cavolate come vestiti o quant'altro.Io sinceramente l'ho comprato pur avendo poco tempo per giocarci... se non altro perchè quando reputo che una strada sia quella giusta non ho problemi a finanziarla (come anche gog.com).
          • Izio01 scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: sbrotfl
            Altrimenti speriamo Guild Wars 2 sia da esempio
            per le altre aziende che si ostinano a riproporre
            il
            canone.

            Spendi 50 euro (al day1) e poi basta... se vuoi
            c'è un market in-game ma per le cavolate come
            vestiti o
            quant'altro.
            Io sinceramente l'ho comprato pur avendo poco
            tempo per giocarci... se non altro perchè quando
            reputo che una strada sia quella giusta non ho
            problemi a finanziarla (come anche
            gog.com).Ecco, bravo: aspetto tue impressioni su GW2 :-)Ma non è ancora uscito, giusto? Hai solo fatto il preordine.
          • sbrotfl scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: sbrotfl

            Altrimenti speriamo Guild Wars 2 sia da
            esempio

            per le altre aziende che si ostinano a
            riproporre

            il

            canone.



            Spendi 50 euro (al day1) e poi basta... se
            vuoi

            c'è un market in-game ma per le cavolate come

            vestiti o

            quant'altro.

            Io sinceramente l'ho comprato pur avendo poco

            tempo per giocarci... se non altro perchè
            quando

            reputo che una strada sia quella giusta non
            ho

            problemi a finanziarla (come anche

            gog.com).

            Ecco, bravo: aspetto tue impressioni su GW2 :-)
            Ma non è ancora uscito, giusto? Hai solo fatto il
            preordine.No, è uscito il 28 agosto... io ho fatto il prepurchase quindi ho iniziato 3 giorni prima :) Posso dirti che finora è un capolavoro! Se puoi ti consiglio di provarlo
          • Izio01 scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: sbrotfl
            No, è uscito il 28 agosto... io ho fatto il
            prepurchase quindi ho iniziato 3 giorni prima :)
            Posso dirti che finora è un capolavoro! Se puoi
            ti consiglio di
            provarloSu Tera la gente ne parla di continuo, ma mi ero perso il fatto che fosse già uscito. Uff, ho pagato l'abbonamento a Tera fino a Novembre e sto finalmente costruendo un gruppo di amici con cui affrontare le istanze end game, senza contare che hanno appena ristrutturato in meglio la mia classe preferita. Se parto con Guild Wars 2 entra in gioco l'adrenalina da primi livelli, la conosco bene, e trascuro l'altro titolo.D'altra parte che mi costa? GW2 non ha abbonamento, posso usarlo in background, e anch'io non ho assolutamente problemi a finanziare chi lavora bene, anzi.Quasi quasi leggo un po' di impressioni e poi lo ordino al volo...
          • sbrotfl scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: sbrotfl

            No, è uscito il 28 agosto... io ho fatto il

            prepurchase quindi ho iniziato 3 giorni
            prima
            :)

            Posso dirti che finora è un capolavoro! Se
            puoi

            ti consiglio di

            provarlo

            Su Tera la gente ne parla di continuo, ma mi ero
            perso il fatto che fosse già uscito. Uff, ho
            pagato l'abbonamento a Tera fino a Novembre e sto
            finalmente costruendo un gruppo di amici con cui
            affrontare le istanze end game, senza contare che
            hanno appena ristrutturato in meglio la mia
            classe preferita. Se parto con Guild Wars 2 entra
            in gioco l'adrenalina da primi livelli, la
            conosco bene, e trascuro l'altro
            titolo.
            D'altra parte che mi costa? GW2 non ha
            abbonamento, posso usarlo in background, e
            anch'io non ho assolutamente problemi a
            finanziare chi lavora bene,
            anzi.
            Quasi quasi leggo un po' di impressioni e poi lo
            ordino al
            volo...Beh... GW2 è veramente diverso dagli altri MMORPG... anch'io non pensavo che la differenza fosse cosi' radicale (e che ho giocato anche all'1)... eventi dinamici, craft, bilanciamenti dei livelli, achievement non fine a se stessi, possibilità di livellare senza farmare come cinesi o fare quest ecc... insomma io lo consiglio caldamente. Di tera invce non me ne hanno parlato molto bene ma non ho mai approfondito :S
          • ahahah scrive:
            Re: correttezza made in usa

            Troppo tardi, GW2 già ordinato su Amazon, lunedì
            mi arrivaahahahah fatemi capire... ancora comprate i pacchi fisici dei giochi che vi arrivano a casa? con la scatola di cartone? ommioddio
          • ahahah scrive:
            Re: correttezza made in usa
            digital purchase... 1,2,3, comprato... 1,2,3, download... gioco.
          • Izio01 scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: ahahah
            digital purchase... 1,2,3, comprato... 1,2,3,
            download...
            gioco.Madddddai, guarda, se non me lo dicevi tu... (rotfl)A parte che non era nemmeno disponibile sul sito, verifica pure, a parte che i tempi di consegna di Amazon sono talmente bassi che si fa quasi prima a farselo arrivare che a scaricarlo, io PREFERISCO avere la scatola e il DVD. Tu preferisci la digital delivery? Buon per te, il mondo è bello perché è vario.
          • ahahah scrive:
            Re: correttezza made in usa
            non lo so non gioco a gw2... gioco a wow dove il download è in streaming e scarichi 500mb poi puoi già giocare... i restanti 21gb li scarica mentre giochi. il sold out non so cosa sia, wow non ha questi problemi di saturazione dei server, sono un tantino meglio organizzati del dvd che me ne faccio? alla prossima patch è già vecchio e non servirebbe comunque
          • Izio01 scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: ahahah
            non lo so non gioco a gw2... gioco a wow dove il
            download è in streaming e scarichi 500mb poi puoi
            già giocare... i restanti 21gb li scarica mentre
            giochi. il sold out non so cosa sia, wow non ha
            questi problemi di saturazione dei server, sono
            un tantino meglio organizzati
            Se sono tutti qua i problemi di GW2, sento già che mi piacerà da morire.

            del dvd che me ne faccio? alla prossima patch è
            già vecchio e non servirebbe
            comunqueEsistono anche patch incrementali, e se invece di scaricare 21 Gb dalla rete ne devo scaricare 1 o 2, io sono contento.
          • sbrotfl scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: ahahah
            non lo so non gioco a gw2... gioco a wow e allora che vuoi? torna a farmare bimbo bello
            dove il
            download è in streaming e scarichi 500mb poi puoi
            già giocare... i restanti 21gb li scarica mentre
            giochi. il sold out non so cosa sia, wow non ha
            questi problemi di saturazione dei server, sono
            un tantino meglio organizzatiGW2 è su da neanche una settimana... forse non ricordi com'è la situazione a ogni espansione di wow vero? :)
            del dvd che me ne faccio? alla prossima patch è
            già vecchio e non servirebbe
            comunqueBoh... sinceramente anchio ho fatto digital delivery... ma se l'avessi trovato in scatola (fisicamente... non ho voglia di aspettare le consegne) l'avrei preso. Io ho gw1 con espansioni in scatola... che me ne faccio ora? niente! Pero' ogni tanto lo guardo e qualche bel ricordo me lo fa venire in mente... non so se i bit del dd riusciranno a fare altrettanto :)
          • Sgabbio scrive:
            Re: correttezza made in usa
            - Scritto da: ahahah
            digital purchase... 1,2,3, comprato... 1,2,3,
            download...
            gioco.Non sempre e agevole, sopratutto in circostanze in cui la tua connessione condivisa con altri.1,2,3 non è palusibile.
  • Gennaro Esposito scrive:
    ma...
    Ma l'iranne non si era gia prechiuso l'acceso ad indernet costruendo una prorprio rete inderna? a breve si saressero fatti fuori loro stessi medesimi da solis
  • Jacopo scrive:
    nucleare e wow
    Certo che gli americani sono ridicoli...cosa glie ne frega al governo USA se una società videolugica accetta degli account iraniani da dei poveri ragazzini che vogliono solo giocare in rete?Che amarezza
    • Lallo scrive:
      Re: nucleare e wow
      1. a WoW non giocano solo i ragazzini, anzi.2. scherzi? i regimi si ribaltano proprio facendo sollevare le masse.
      • vituzzo scrive:
        Re: nucleare e wow
        - Scritto da: Lallo
        1. a WoW non giocano solo i ragazzini, anzi.

        2. scherzi? i regimi si ribaltano proprio facendo
        sollevare le
        masse.Sì ma le masse si sollevano solo quando stanno letteralmente morendo di fame, non quando non hanno acXXXXX a un videogioco online.C'è già stato un massiccio sollevamento popolare in occasione delle elezioni, ma è stato soffocato nel sangue.E' possibile che l'Iran abbia tecnologia nucleare, ma non ha la tecnologia per far esplodere un'atomica a diversi chilometri di distanza dal proprio territorio, e nessuno è tanto pazzo da vendergli tale tecnologia o permettere che la sviluppino.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: nucleare e wow
          contenuto non disponibile
          • yoghi scrive:
            Re: nucleare e wow
            Questo nel video è un rinc*gli*n1t0Non succederà mai, ma se dovessi vedere mio figlio comportarsi così glielo dò io l'embargo, altro che iraniano!!
          • NemoTizen scrive:
            Re: nucleare e wow
            ovviamente è un fake... e comunque oltre alla fame la gente si solleva anche se gli togli le abitudini, pensi che se chiudono un facebook o un youtube in italia la cosa passi inosservata?
          • Sgabbio scrive:
            Re: nucleare e wow
            - Scritto da: NemoTizen
            ovviamente è un fake... e comunque oltre alla
            fame la gente si solleva anche se gli togli le
            abitudini, pensi che se chiudono un facebook o un
            youtube in italia la cosa passi
            inosservata?Dubito che si muovano.Semmai, prova a vedere quando gli retrocedono la squadra del cuore per imbrogli vari :D
          • ruppolo scrive:
            Re: nucleare e wow
            Ecco, il futuro del mondo è in mano loro.Auguri, ragazzi.
          • sbrotfl scrive:
            Re: nucleare e wow
            - Scritto da: ruppolo
            Ecco, il futuro del mondo è in mano loro.

            Auguri, ragazzi.Guarda che non è diverso da quelli che si eccitano in coda all'apple store
          • collione scrive:
            Re: nucleare e wow
            - Scritto da: ruppolo
            Ecco, il futuro del mondo è in mano loro.

            Auguri, ragazzi.il bello è che c'hanno tutti l'iphone (rotfl)
          • Giuda scrive:
            Re: nucleare e wow
            l'importante è avere fede e crederci
          • vituzzo scrive:
            Re: nucleare e wow
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: vituzzo


            Sì ma le masse si sollevano solo quando
            stanno

            letteralmente morendo di fame, non quando non

            hanno acXXXXX a un videogioco

            online.


            tu dici?
            [yt]yDF3eil_Kt4[/yt]Parlo di masse, non di singoli individui. Se è per questo guardare in modo compulsivo delle partite di calcio che ormai si sa che sono truccate e giocate da persone dopate, non è molto meglio. Oppure andare a pregare una divinità che in Terra si fa rappresentare da Benedetto XVI. Oppure giocare ai gratta e vinci.Insomma, di comportamenti molto poco razionali ne troviamo quanti ne vuoi. Ma la gente protesta rischiando gravi lesioni e spesso anche la vita solo quando non ha veramente altra scelta.La primavera araba non è la rivoluzione di facebook e twitter. E' la rivoluzione di persone che stavano morendo di fame.
          • yoghi scrive:
            Re: nucleare e wow
            Il problema è che continueranno a morirci di fame...
          • vituzzo scrive:
            Re: nucleare e wow
            - Scritto da: yoghi
            Il problema è che continueranno a morirci di
            fame...Se i soldati continueranno a stare dalla parte del governo, sì.
          • Sgabbio scrive:
            Re: nucleare e wow
            quel ragazzo li, aveva problemi già di suo, se non erro.Tra l'altro mi ricordo che a distanza di anni dalla pubbliciazione di quel video, in giappone divento un meme.
      • . . . scrive:
        Re: nucleare e wow
        A parte l'atto veramente idiota e va be'...Ma potete spiegarmi che masse dovrebbero sollevare visto che, e presumo veramente pochi in Iran o a Teheran, possano permettersi un acXXXXX in rete tale da poter interagire con il giochino in questione ?Parlare di "masse" in questo caso mi sembra come minimo eccessivo.Ed in ogni caso non è che queste "masse" se la prendano con il loro governo, visto che in questo caso non centra nulla con questa decisione.Demenza allo stato puro.
        • mostro34 scrive:
          Re: nucleare e wow
          wikipedia dice che 23 milioni di iraniani hanno acXXXXX a internet su 75 milioni di abitanti ...
          • . . . scrive:
            Re: nucleare e wow
            AcXXXXX generico ad internet è una cosa.Accederci con una banda sufficiente per poter interagire con il giochino senza blocchi o rallentamenti è un'altro paio di maniche.
        • drupi scrive:
          Re: nucleare e wow
          ...intendi questa Tehran? http://en.wikipedia.org/wiki/Tehrano quella nella tua testolina??intendi questo Iran?http://www.internetworldstats.com/me/ir.htmo sempre quello nella tua testolina??tanto per capirci:http://www.internetworldstats.com/eu/it.htmscusa il tono, ma sono un po' stufo, buona giornata.
          • . . . scrive:
            Re: nucleare e wow
            Guarda che gli stessi problemi di acXXXXX gli abbiamo anche qui da noi.Non c'è bisogno di stizzirsi.Non ho detto che sono arretrati tecnologicamente.Stavo rispondendo in merito alla sollevazione delle masse il relazione al blocco del gioco.infatti ho detto che questo provvedimento è idiozia pura.Ovviamente a Tehran penso cia sia una certa situazione, però fuori magari qualche problema di connessione in più ci sarà sicuramente.Immagino sempre nella mia testolina eh... senza offendere nessuno.Oltre al fatto di volersi isolare dalla rete creandone una propria.
          • drupi scrive:
            Re: nucleare e wow
            - Scritto da: . . .
            Guarda che gli stessi problemi di acXXXXX gli
            abbiamo anche qui da
            noi.
            Non c'è bisogno di stizzirsi.
            Non ho detto che sono arretrati tecnologicamente.
            Stavo rispondendo in merito alla sollevazione
            delle masse il relazione al blocco del
            gioco.
            infatti ho detto che questo provvedimento è
            idiozia
            pura.
            Ovviamente a Tehran penso cia sia una certa
            situazione, però fuori magari qualche problema di
            connessione in più ci sarà
            sicuramente.
            Immagino sempre nella mia testolina eh... senza
            offendere
            nessuno.
            Oltre al fatto di volersi isolare dalla rete
            creandone una
            propria.Non sembrano messi malacciohttp://en.wikipedia.org/wiki/Communications_in_Iran#Internetsepararsi da Internet è obbligatorio per qualsiasi stato che da noi viene considerato canaglia e prossimo a subire un attacco dal mondo buono.Come stato viene costantemente messo in cattiva luce dalla nostra/USA/israele propaganda, attaccato militarmente tramite attentati e pure telematicamente.Non difendo e non accuso nessuno, ma l'idea generale di noi primo mondo e buoni e gli altri brutti, cattivi e retrogradi non mi piace. Non che tu abbia detto tutto questo, ma è quello che si percepisce in generale..
          • . . . scrive:
            Re: nucleare e wow
            - Scritto da: drupi
            - Scritto da: . . .

            Guarda che gli stessi problemi di acXXXXX gli

            abbiamo anche qui da

            noi.

            Non c'è bisogno di stizzirsi.

            Non ho detto che sono arretrati
            tecnologicamente.

            Stavo rispondendo in merito alla sollevazione

            delle masse il relazione al blocco del

            gioco.

            infatti ho detto che questo provvedimento è

            idiozia

            pura.

            Ovviamente a Tehran penso cia sia una certa

            situazione, però fuori magari qualche problema
            di

            connessione in più ci sarà

            sicuramente.

            Immagino sempre nella mia testolina eh... senza

            offendere

            nessuno.

            Oltre al fatto di volersi isolare dalla rete

            creandone una

            propria.

            Non sembrano messi malaccio

            http://en.wikipedia.org/wiki/Communications_in_Ira

            separarsi da Internet è obbligatorio per
            qualsiasi stato che da noi viene considerato
            canaglia e prossimo a subire un attacco dal mondo
            buono.

            Come stato viene costantemente messo in cattiva
            luce dalla nostra/USA/israele propaganda,
            attaccato militarmente tramite attentati e pure
            telematicamente.

            Non difendo e non accuso nessuno, ma l'idea
            generale di noi primo mondo e buoni e gli altri
            brutti, cattivi e retrogradi non mi piace. Non
            che tu abbia detto tutto questo, ma è quello che
            si percepisce in
            generale..Guarda sul fatto di chi siano i buoni e cattivi, ultimamente non sono più tanto sicuro (a dire il vero non lo sono mai stato), ma leggendo questo lo sono ancora meno...http://www.antoniosalas.org/actualidad-antonio-salas/entrevista/antonio-salas-linfiltrato-%E2%80%9Cdifficile-smettere-di-fare-il-terrori
        • collione scrive:
          Re: nucleare e wow
          l'idea è di deprivare la popolazione in modo che reagisca in qualche modo e ovviamente se protestano lo fanno in piazza a Teheran non a Washingtonil problema è che la massa arriva a tanto quando ha fame non quando gli manca WoWla stupidità americana è ormai oltre ogni limite
        • NemoTizen scrive:
          Re: nucleare e wow
          guarda che a giochi del genere ci giochi pure con il 56k .....
    • ThEnOra scrive:
      Re: nucleare e wow
      Non devi vederla dal punto di vista del "povero giovane videogiocatore".Qualsiasi attività commerciale/industriale/ecc USA non può intrattenere affari con l'Iran, senza eccezioni.Nel merito, AB potrebbe mettere in stand-by questi account, per tempi futuri migliori, visto che non può nemmeno dare il rimborso. Ma lo farà? Io se fossi il loro responsabile PR/comunicazione, lo farei e lo annuncerei!
    • Talking Head scrive:
      Re: nucleare e wow
      Il punto non è se l'effetto individuale della proibizione di vendite di AB in Iran crei un danno alla nazione, così come la vendita di una partita di 10 fucili non crea un vantaggio strategico.Ciò nonstante la proibizione all'acquisto di prodotti occidentali rimane una forte sanzione. Blizzard è solo un caso, ma pensa ai tanti prodotti americani che consumi abitualmente e sono utili per la tua produttività e non hanno sostituti tecnologici simili.Le sanzioni commerciali sono sempre stata un'arma per danneggiare l'economia. Ovviamente bloccare AB non è una scelta strategica, è semplicemente una conseguenza: il blocco vale per tutti, sia quelli fondamentali sia quelli inutili.Discutere se il blocco di WoW in Iran sia fondamentale o inutile è a quel punto irrilevante.
Chiudi i commenti