AMD ritratta su Bulldozer

Il chipmaker USA segnala che il numero di transistor era stato erroneamente gonfiato del 40 per cento. Qualche polemica, ma da Sunnyvale dicono che era tutto in buona fede

Roma – La densità dei transistor dipende da diversi fattori, direttamente legati al design del chip, ma contare quanti ce ne sono all’interno di un processore non dovrebbe essere troppo difficile per un produttore. Eppure nei giorni scorsi AMD è stata costretta a correggere la scheda tecnica dei Bulldozer FX .

Per quasi tre mesi si è parlato di 2 miliardi di transistor nell’architettura delle CPU serie FX, ma Advanced Micro Devices si è accorta che quell’informazione era sbagliata . Il conteggio corretto, applicabile a tutti i nuovi Bulldozer 8 core, è di 1,2 miliardi di transistor.

I nuovi dati parlano chiaro, i chip si ritrovano con 800 milioni di transistor in meno pari al 40 per cento del totale, per un banale errore di battitura dell’ufficio stampa. AMD sottolinea che non c’è stata alcuna nuova revisione al design dei Bulldozer, ormai collaudato.

Fortunatamente la rettifica non tocca le prestazioni del chip, i consumi o le dimensioni del die. E nonostante tutto il primo processore di fascia alta a 32 nm realizzato dall’azienda di Sunnyvale vanta ancora una densità di transistor superiore a qualsiasi dei suoi predecessori lavorati a 45nm.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • riccardo stalliere scrive:
    le voglio per la bici !
    premesso che gia i bersaglieri nella prima guerra mondiale avevano biciclette con ruote piene ..vorrei sapere dove posso comprare le ruote piene per la bici, ho bucato una settimana fa e mi sono rotto di farle riparrare...
    • bertuccia scrive:
      Re: le voglio per la bici !
      hai notato che sotto al thread che hai aperto il 9 dicembre si è sviluppata una discussione?nel caso non l'avessi fatto, prova a dare un'occhiata, ci sono dei link
  • fulcrum scrive:
    Dove sarebbe la novità?
    Già visti prototipi del genere tanto da Michelin ("Tweel " del 2005) che da Yokohama ("Youmyaku" presentato, se non erro, ad Ottobre).Nessuno ancora in produzione. ;-)Staremo a vedere.Cordiali SalutiFulcrum
    • tucumcari scrive:
      Re: Dove sarebbe la novità?
      - Scritto da: fulcrum
      Già visti prototipi del genere tanto da Michelin
      ("Tweel " del 2005) che da Yokohama ("Youmyaku"
      presentato, se non erro, ad
      Ottobre).Hai ragione me li ricordo anche io...Evidentemente andare in produzione presenta ancora qualche problema...Vedremo....
      • Alfa Romeo Arna scrive:
        Re: Dove sarebbe la novità?
        Le Tweel non sono indicate sopra gli ottantallora; ecco perchè non le commercializzano.
        • tucumcari scrive:
          Re: Dove sarebbe la novità?
          - Scritto da: Alfa Romeo Arna
          Le Tweel non sono indicate sopra gli
          ottantallora; ecco perchè non le
          commercializzano.è una questione di materiali (e costi relativi).Infatti i tempi di "risposta elastica" dei materiali rischiano di essere troppo alti rispetto al tempo di rotazione della ruota.
  • Difensore scrive:
    Schiuma
    La schiuma che si usa per attaccare le porte/finestreLa schiuma a spruzzo
  • Pino scrive:
    Proprio non comprendo...
    La Bridgestone con questa invenzione sta per tirarsi una enorme mazzata sui maroni, perché non venderebbe più gomme, dato che queste non si bucano.Non fraintendiamo, personalmente sarei strafelice se queste nuove "gomme" venissero commercializzate, ma non capisco quale potrebbe essere il guadagno dell'azienda...
    • BFidus scrive:
      Re: Proprio non comprendo...
      - Scritto da: Pino
      La Bridgestone con questa invenzione sta per
      tirarsi una enorme mazzata sui maroni, perché non
      venderebbe più gomme, dato che queste non si
      bucano.
      Non fraintendiamo, personalmente sarei strafelice
      se queste nuove "gomme" venissero
      commercializzate, ma non capisco quale potrebbe
      essere il guadagno
      dell'azienda...Le gomme non si cambiano solo quando si bucano, anzi, si cambiano sopratutto quando si consumano.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Proprio non comprendo...
        E queste facilmente si consumeranno di più di quelle ad aria, perchè tutto lo stress della deformazione è sopportato dalla struttura (che deve essere elastica), mentre nelle gomme ad aria lo stress è sopportato dall'aria stessa, che non si usura mai (al massimo ne esce un po', e ogni tanto devi rigonfiarla)
        • Fragy scrive:
          Re: Proprio non comprendo...
          - Scritto da: uno qualsiasi
          E queste facilmente si consumeranno di più di
          quelle ad aria, perchè tutto lo stress della
          deformazione è sopportato dalla struttura (che
          deve essere elastica), mentre nelle gomme ad aria
          lo stress è sopportato dall'aria stessa, che non
          si usura mai (al massimo ne esce un po', e ogni
          tanto devi
          rigonfiarla)Di stress ne sopportano parecchio, all'ammortizzazione aggiungi anche la spinta laterale, e la plastica si usura velocemente anche per:luce solare;solventi (benzina ecc.);variazioni termiche;ecc.per me saranno anche interessanti, ma queste come farai a sapere che è ora di cambiarle? e non dimentichiamo che quando cambi gomma non cambi cerchi, qui cambi tutto con costi sicuramente non banali.
          • Pietro scrive:
            Re: Proprio non comprendo...

            per me saranno anche interessanti, ma queste come
            farai a sapere che è ora di cambiarle?Nello stesso modo che usi per le gomme tradizionali: quando il battistrada è usurato...
            e non dimentichiamo che quando cambi gomma non cambi
            cerchi, qui cambi tutto con costi sicuramente non
            banali.Scusa ma dov'è che dicono che "cambi tutto"?A me sembra solo un modo diverso per "riempire le gomme": old style = aria, new style = "alette di plastica"..
    • panda rossa scrive:
      Re: Proprio non comprendo...
      - Scritto da: Pino
      Non fraintendiamo, personalmente sarei strafelice
      se queste nuove "gomme" venissero
      commercializzate, ma non capisco quale potrebbe
      essere il guadagno
      dell'azienda...Suppoaniamo che siano in vendita.Le tradizionali Pirelli a 400 euro a treno e queste a 500 euro a treno.Quali compreresti tu?
      • Fragy scrive:
        Re: Proprio non comprendo...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Pino


        Non fraintendiamo, personalmente sarei
        strafelice

        se queste nuove "gomme" venissero

        commercializzate, ma non capisco quale
        potrebbe

        essere il guadagno

        dell'azienda...

        Suppoaniamo che siano in vendita.
        Le tradizionali Pirelli a 400 euro a treno e
        queste a 500 euro a
        treno.

        Quali compreresti tu?Queste:http://2.bp.blogspot.com/_JZ6oaHSwqMM/SPdJAxspCoI/AAAAAAAAI8U/3c9EMt1QHtY/s400/Hummer-H3-Wooden-Wheels1.jpg
        • panda rossa scrive:
          Re: Proprio non comprendo...
          - Scritto da: Fragy
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Pino




          Non fraintendiamo, personalmente sarei

          strafelice


          se queste nuove "gomme" venissero


          commercializzate, ma non capisco quale

          potrebbe


          essere il guadagno


          dell'azienda...



          Suppoaniamo che siano in vendita.

          Le tradizionali Pirelli a 400 euro a treno e

          queste a 500 euro a

          treno.



          Quali compreresti tu?
          Queste:
          http://2.bp.blogspot.com/_JZ6oaHSwqMM/SPdJAxspCoI/Le ho provate, ma hanno poco grip sul bagnato.Se ci fossero un po' piu' larghe, e coi cerchi in lega, non sarebbero male.
      • Pietro scrive:
        Re: Proprio non comprendo...

        Suppoaniamo che siano in vendita.
        Le tradizionali Pirelli a 400 euro a treno e
        queste a 500 euro a
        treno.

        Quali compreresti tu?Chi ha detto che devono costare di più?E comunque seguiranno le leggi del mercato come tutte le cose:prima le venderanno ad un prezzo più alto (in quanto novità) e verranno acquistate solo da chi ne ha veramente bisogno (tipo chi gira spesso per cantieri) e da chi ama le mode,poi si creerà concorrenza, cominceranno a produrle un po' tutti, i prezzi si abbasseranno e diverranno di uso comune (e se funzionano bene probabilmente porteranno all'estinzione della vecchia tecnologia)...
        • panda rossa scrive:
          Re: Proprio non comprendo...
          - Scritto da: Pietro

          Suppoaniamo che siano in vendita.

          Le tradizionali Pirelli a 400 euro a treno e

          queste a 500 euro a

          treno.



          Quali compreresti tu?

          Chi ha detto che devono costare di più?Nessuno. Era solo per fare una ipotesi.Supponendo quei prezzi, quali compreresti tu?Ovvio che se costassero uguali, uno compra quelle meglio.
          E comunque seguiranno le leggi del mercato come
          tutte le
          cose:
          prima le venderanno ad un prezzo più alto (in
          quanto novità) e verranno acquistate solo da chi
          ne ha veramente bisogno (tipo chi gira spesso per
          cantieri) e da chi ama le
          mode,
          poi si creerà concorrenza, cominceranno a
          produrle un po' tutti, i prezzi si abbasseranno e
          diverranno di uso comune (e se funzionano bene
          probabilmente porteranno all'estinzione della
          vecchia
          tecnologia)...L'estinzione della vecchia tecnologia la sanciranno i brevetti, non appena arrivera' qualcuno che dira' di aver brevettato lui la ruota.
  • CiroD scrive:
    ... senza interessi di bottega
    Aggiungo che si taglierebbero fuori anche i produttori dei cerchi in acciao e/o lega che a quanto pare diventerebbero non più necessari.@ M.G.Il particolare materiale ed il disegno permetterebbe di avere le stesse prestazioni di una camera d'aria (resistenza e flessibilità) che non ci sono nelle ruote piene e/o nelle ruote in plastica dei giocattoli.
    • panda rossa scrive:
      Re: ... senza interessi di bottega
      - Scritto da: CiroD
      Aggiungo che si taglierebbero fuori anche i
      produttori dei cerchi in acciao e/o lega che a
      quanto pare diventerebbero non più
      necessari.Potranno sempre aprire una videoteca.
  • riccardo stalliere scrive:
    ruote per bicicletta piene?
    qualcuno sa dirmi se per caso vendono delle ruote piene per bicicletta?ieri ho bucato e mi son rotto di farle riparare....so che esiistono
    • ottomano scrive:
      Re: ruote per bicicletta piene?
      - Scritto da: riccardo stalliere
      qualcuno sa dirmi se per caso vendono delle ruote
      piene per
      bicicletta?
      ieri ho bucato e mi son rotto di farle
      riparare....
      so che esiistonoNon dirlo a me... nonostante riesca a ripararle da solo è comunque una rogna.Se hai una Mountain Bike dovresti trovare delle fascette protettive da mettere all'interno del copertone (tra il copertone e la camera d'aria).Io le ho trovate al Decathlon intorno ai 13 euro la coppia.Nicola
      • bertuccia scrive:
        Re: ruote per bicicletta piene?
        basta montare cerchi e copertoni tubeless, ovvero senza camera d'ariahttp://www.mtb-forum.it/community/forum/showthread.php?t=14948magari ve lo fate fare in officina se non siete praticiil procedimento va rifatto una volta ogni tot, penso circa una volta all'anno a seconda di quanto si usa il mezzo
        • tucumcari scrive:
          Re: ruote per bicicletta piene?
          - Scritto da: bertuccia
          basta montare cerchi e copertoni tubeless, ovvero
          senza camera
          d'aria
          http://www.mtb-forum.it/community/forum/showthread

          magari ve lo fate fare in officina se non siete
          pratici

          il procedimento va rifatto una volta ogni tot,
          penso circa una volta all'anno a seconda di
          quanto si usa il
          mezzoVisto... però che 00 mi pare lungo e complicato.Pefrerisco la iGomma su una iRuota di una iBici...Mancando queste tre iCose...Vorrà dire che farò a meno della bici :D
          • bertuccia scrive:
            Re: ruote per bicicletta piene?
            - Scritto da: tucumcari

            Visto... però che 00 mi pare lungo e complicato.
            Pefrerisco la iGomma su una iRuota di una iBici...
            Mancando queste tre iCose...vedi, quando esci fuori dal tuo campo anche tu vuoi le cose pronte e funzionanti out of the box ;)per chi non è del mestiere, i prodotti tecnologici devono essere così
          • panda rossa scrive:
            Re: ruote per bicicletta piene?
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: tucumcari



            Visto... però che 00 mi pare lungo e
            complicato.

            Pefrerisco la iGomma su una iRuota di una
            iBici...

            Mancando queste tre iCose...

            vedi, quando esci fuori dal tuo campo anche tu
            vuoi le cose pronte e funzionanti out of the box
            ;)

            per chi non è del mestiere, i prodotti
            tecnologici devono essere
            cosìVa bene.Ma nessuno di noi va sul forum di Punto Biciclette a pretendere di insegnare ai tecnici di quel settore il loro lavoro.Se un meccanico ciclista mi dice che il suo parere su un certo materiale e' positivo, io ci credo, mica mi metto a discutere.E anche se non ci capisco nulla di biciclette, so perfettamente che le biciclette che vendono ai grandi magazzini sono dei catorci rispetto a quelle che vengono vendute (o meglio assemblate) nei negozi specializzati.Senza contare che comunque c'e' gente che anche se non ci capisce niente di biciclette, magare ha piacere ad approfondirne la conoscenza, e chiede, domanda, si fa spiegare i materiali, l'uso dei rapporti da utilizzare per una certa salita, e poi prende e pedala!Tu invece non vuoi neanche pedalare! Oltre alla pappa pronta, vuoi anche il motorino che pedali al tuo posto.
          • bertuccia scrive:
            Re: ruote per bicicletta piene?
            - Scritto da: panda rossa

            Va bene.
            Ma nessuno di noi va sul forum di Punto
            Biciclette a pretendere di insegnare ai tecnici
            di quel settore il loro
            lavoro.ok, però come vedi il pensiero di alcuni è: "se devo farmi tutto sto sbatti, piuttosto sto senza." Se ci fosse un'azienda che riesce a commercializzare tale prodotto anche per chi non ha tempo di star dietro a fare il meccanico, sarebbe un progresso per tutti no?ok, per l'informatica tale azienda si chiama apple.rende semplice l'utilizzo degli strumenti informatici anche a chi non è un tecnico.ed è quello che si è cercato di fare da 40 anni a questa parte, con scarso sucXXXXX finora
            Se un meccanico ciclista mi dice che il suo
            parere su un certo materiale e' positivo, io ci
            credo, mica mi metto a
            discutere.nessuno ha messo questo in discussione

            E anche se non ci capisco nulla di biciclette, so
            perfettamente che le biciclette che vendono ai
            grandi magazzini sono dei catorci rispetto a
            quelle che vengono vendute (o meglio assemblate)
            nei negozi specializzati.in realtà anche nei negozi specializzati solo poche bici vengono assemblate, nella maggior parte dei casi si vendono modelli preconfigurati dal costruttore

            Senza contare che comunque c'e' gente che anche
            se non ci capisce niente di biciclette, magare ha
            piacere ad approfondirne la conoscenza, e chiede,
            domanda, si fa spiegare i materiali, l'uso dei
            rapporti da utilizzare per una certa salita, e
            poi prende e pedala!sicuro, come in tutte le cose.ma c'è anche chi vuole solo pedalare, e quando c'è un problema va dal meccanico.meno volte gli tocca andare dal meccanico, più è contento.ad esempio è raro che una "bicicletta" della apple richieda l'intervento di un "meccanico".e se lo richiede, si può prima prenotare un appuntamento telefonico gratuito, ora e giorno li decidi sul portale di assistenza (questo anche a garanzia scaduta)https://expresslane.apple.com/GetproductgroupList.doNon paghi nemmeno la chiamata, perchè ti richiamano loro (anche sul cellulare)

            Tu invece non vuoi neanche pedalare! Oltre alla
            pappa pronta, vuoi anche il motorino che pedali
            al tuo posto.a parte che hai proprio sbagliato con me, sia che si parli di computer che di bici.io però difendo il diritto di chi vuole usare un prodotto di consumo senza dover essere un tecnico per poterlo fare
          • panda rossa scrive:
            Re: ruote per bicicletta piene?
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            Va bene.

            Ma nessuno di noi va sul forum di Punto

            Biciclette a pretendere di insegnare ai
            tecnici

            di quel settore il loro

            lavoro.

            ok, però come vedi il pensiero di alcuni è: "se
            devo farmi tutto sto sbatti, piuttosto sto
            senza." Amen.Il mondo andrebbe avanti molto meglio se le cose le usasse solo chi le sa usare.
            Se ci fosse un'azienda che riesce a
            commercializzare tale prodotto anche per chi non
            ha tempo di star dietro a fare il meccanico,
            sarebbe un progresso per tutti
            no?Sarebbe progresso solo se questo ipotetico prodotto avesse un costo adeguato e non impedisse ai meccanici di lavorarci sopra.
            ok, per l'informatica tale azienda si chiama
            apple.
            rende semplice l'utilizzo degli strumenti
            informatici anche a chi non è un
            tecnico.Non rende semplice proprio niente: LIMITA!Limitare e' molto diverso da semplificare.
            ed è quello che si è cercato di fare da 40 anni a
            questa parte, con scarso sucXXXXX
            finoraNon si e' cercato di fare questo: si e' cercato di fare qualcosa che si venda.

            Se un meccanico ciclista mi dice che il suo

            parere su un certo materiale e' positivo, io
            ci

            credo, mica mi metto a

            discutere.

            nessuno ha messo questo in discussioneE allora perche' se TUTTI i sistemisti e programmatori dicono che la roba apple non e' buona neanche per pareggiare le gambe del tavolo perche' e' inusabile e fuori dal controllo dell'utente, venite a dire che non e' vero?Non e' forse mettere in discussione il parere di un esperto questo?



            E anche se non ci capisco nulla di
            biciclette,
            so

            perfettamente che le biciclette che vendono
            ai

            grandi magazzini sono dei catorci rispetto a

            quelle che vengono vendute (o meglio
            assemblate)

            nei negozi specializzati.

            in realtà anche nei negozi specializzati solo
            poche bici vengono assemblate, nella maggior
            parte dei casi si vendono modelli preconfigurati
            dal
            costruttoreNon sono pratico: non mi addentro in un settore che non conosco.Mi pare pero' strano che io non possa scegliere un particolare tubolare, un particolare sellino e un particolare pedale, o far mettere i rapporti che voglio io.



            Senza contare che comunque c'e' gente che
            anche

            se non ci capisce niente di biciclette,
            magare
            ha

            piacere ad approfondirne la conoscenza, e
            chiede,

            domanda, si fa spiegare i materiali, l'uso
            dei

            rapporti da utilizzare per una certa salita,
            e

            poi prende e pedala!

            sicuro, come in tutte le cose.
            ma c'è anche chi vuole solo pedalare, e quando
            c'è un problema va dal
            meccanico.E GLI SA SPIEGARE IL PROBLEMA.E magari ha pure in mente una soluzione che pero' non sa/vuole applicare perche' e' mestiere del meccanico.
            meno volte gli tocca andare dal meccanico, più è
            contento.Imparera' a cambiarsi la catena da solo.
            ad esempio è raro che una "bicicletta" della
            apple richieda l'intervento di un
            "meccanico".Ed e' ancora piu' raro che una "bicicletta" della apple sia usata al di fuori del giardino di casa, se non addirittura vietato.
            e se lo richiede, si può prima prenotare un
            appuntamento telefonico gratuito, ora e giorno li
            decidi sul portale di assistenza (questo anche a
            garanzia
            scaduta)
            https://expresslane.apple.com/GetproductgroupList.
            Non paghi nemmeno la chiamata, perchè ti
            richiamano loro (anche sul
            cellulare)Pagherai dopo! E molto salato!



            Tu invece non vuoi neanche pedalare! Oltre
            alla

            pappa pronta, vuoi anche il motorino che
            pedali

            al tuo posto.

            a parte che hai proprio sbagliato con me, sia che
            si parli di computer che di
            bici.

            io però difendo il diritto di chi vuole usare un
            prodotto di consumo senza dover essere un tecnico
            per poterlo
            fareIo invece difendo il diritto di chi vuole imparare a conoscere meglio lo strumento che ha e non desidera alcuna limitazione di fabbrica.
    • Fragy scrive:
      Re: ruote per bicicletta piene?
      Leggiti questo:http://www.mtb-forum.it/community/forum/showthread.php?t=99421cmq, per me, anche il nastro in kevlar serve relativamente poco ...Per le emergenze la bomboletta è fantastica (provata su mtb e regge bene).Ma perché te le fai riparare? Guarda che ripararle è parecchio banale e i costi sono molto bassi.Cercando ho trovato anche questa pubblicità:http://www.airfreetires.com/Vedi un po te-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 dicembre 2011 13.04-----------------------------------------------------------
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: ruote per bicicletta piene?
      - Scritto da: riccardo stalliere
      qualcuno sa dirmi se per caso vendono delle ruote
      piene per
      bicicletta?
      ieri ho bucato e mi son rotto di farle
      riparare....
      so che esiistonoah, piacerebbero anche a me...ma non le ho mai trovate in giro! :(
      • Enrico Richetti scrive:
        Re: ruote per bicicletta piene?
        PEr la Mtb io avevo comprato delle camere d'aria parzialmente riempite con un liquido denso che otturava i buchi man mano che si formavano. Se non avevo voglia di riparare i buchi, prima di partire bastava far girare le ruote un po' di volte e rigonfiare. Tenevano almeno per 4-5 ore senza problemi.Non ricordo pero' che marca fossero.
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: ruote per bicicletta piene?
          - Scritto da: Enrico Richetti
          PEr la Mtb io avevo comprato delle camere d'aria
          parzialmente riempite con un liquido denso che
          otturava i buchi man mano che si formavano. Se
          non avevo voglia di riparare i buchi, prima di
          partire bastava far girare le ruote un po' di
          volte e rigonfiare. Tenevano almeno per 4-5 ore
          senza
          problemi.Interessante!
          Non ricordo pero' che marca fossero.:(
          • TADsince1995 scrive:
            Re: ruote per bicicletta piene?
            http://www.bikemania.biz/Airless_No_Flat_Bicycle_Tires_s/173.htm
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: ruote per bicicletta piene?
            - Scritto da: TADsince1995
            http://www.bikemania.biz/Airless_No_Flat_Bicycle_TGood! Glieli prenderò come regalo per un amico bikettaro! :)
          • TADsince1995 scrive:
            Re: ruote per bicicletta piene?
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: TADsince1995


            http://www.bikemania.biz/Airless_No_Flat_Bicycle_T

            Good! Glieli prenderò come regalo per un amico
            bikettaro!
            :)Io volevo prenderli, però non mi convincono molto, saranno pesanti e non so come rotolano rispetto a una coppia camera-pneumatico tradizionale. E poi riparare una camera d'aria è una cosa così semplice che secondo me il gioco non vale la candela...
  • M.G. scrive:
    Domanda scema
    Domanda vergognosamente scema: qual è la differenza tra queste ruote e quelle della macchina giocattolo che ho comprato a mio figlio?
    • panda rossa scrive:
      Re: Domanda scema
      - Scritto da: M.G.
      Domanda vergognosamente scema: qual è la
      differenza tra queste ruote e quelle della
      macchina giocattolo che ho comprato a mio
      figlio?Il prezzo?
    • Roby10 scrive:
      Re: Domanda scema
      A intuito diverse migliaia di euro per lo studio e l'ingegnerizzazione delle forme e il mix di materiali plastici con la giusta resistenza/flessibilità.
  • Roby10 scrive:
    In un mondo ideale
    Ammiro sempre le persone che prendono un settore con standard affermati da diversi decenni e tentano di riprogettare tutto da capo fuori dagli schemi convenzionali.Se ci pensate, quante delle cose che usate quotidianamente sono solo miglioramenti di tecnologie vecchie di 50 anni e quanto potrebbero essere migliori se si ripensassero da capo con la tecnologia del 21esimo secolo? Se solo non esistessero economie di scala e retrocompatibilità il mondo sarebbe molto molto più avanzato.
    • ma infatti scrive:
      Re: In un mondo ideale
      - Scritto da: Roby10
      Se solo non esistessero economie di scala e
      retrocompatibilità il mondo sarebbe molto molto
      più
      avanzato.Famo 'e gueRe apposta.
    • MacGeek scrive:
      Re: In un mondo ideale
      Infatti quello era il grande merito di Steve Jobs. Ma ce ne stanno pochi. Soprattutto ad andare oltre il prototipo e darti un prodotto in vendita già funzionale e affidabile (quest'ultimo è sempre il passo più grosso).
      • iRoby scrive:
        Re: In un mondo ideale
        Dai dai... Non diamo meriti ai sultani del consumismo... :)Il meccanismo è arcinoto e consolidato.Milioni di individui dei paesi industrializzati fanno una vita in cui oltre alla mera sopravvivenza viene imposto di consumare inutilità, per dovere patriottico o perché ci viene detto che è questo il migliore dei modi possibili di vivere.Uno Steve Jobs ed un'azienda che ha costruito tutto intorno ad un brand ed un logo, prende una cosa inutile, ci appiccica un logo, ci investe tanti quattrini ed ecco che milioni di schiavi consumisti ci si buttano sopra...3 sono le famiglie di necessità per l'umanità (secono la Kabalah ebraica):1) sussistenza e procreazione (tetto sopra la testa, cibo, famiglia);2) conoscenza, ricchezza, potere;3) spiritualità.Serve la tavoletta alla sopravvivenza e la procreazione? NoServe alla conoscenza? Ni, sì e no, nel senso che è un mezzo come tanti altri per accedere alla conoscenza. Sicuramente il più scomodo e costoso.Serve all'acquisizione di ricchezza e potere? Se con potere ci intendi status symbol e quindi accettazione in società, direi molto trasversale e forzata la cosa. Quindi no.Alla spiritualità men che meno...Ecco da qui capisci come si prende un oggetto totalmente inutile, uno dei tanti della tecnica, gli si da un design e un marchio, lo pompi col capitale, e tutti crederanno di averne bisogno...Steve Jobs era bravo a fare ciò, ingannare la gente su quali fossero le loro reali necessità.
Chiudi i commenti