AMD: solo x86, grazie

Advanced Micro Device smentisce la collaborazione con ARM. Il chipmaker USA resterà ancora legato all'architettura x86 e porterà avanti il discorso APU anche in campo mobile

Roma – Squadra vincente non si cambia. John Taylor, direttore marketing software di Advanced Micro Device, mette a tacere le indiscrezioni dei giorni scorsi. Per il momento l’azienda non ha in previsione alcuna partnership con la britannica ARM, ma continuerà ad utilizzare la storica architettura x86 anche in campo mobile.

AMD ritiene che le sue nuove APU , realizzate con la versatilità dei core x86 e il vigore delle ATI Radeon, abbiano tutte le carte in regola per gestire qualunque tipo di dispositivo. Lo scopo ultimo è sempre quello di raggiungere una maggiore capacità computazionale con un consumo inferiore di energia.

Dopo aver introdotto in campo desktop e notebook la filosofia che integra processore e core grafico nello stesso die, il produttore americano si prepara ad affrontare il mercato tablet con ulteriori soluzioni Fusion prodotte a 28 nanometri. I nomi in codice delle APU multi-core per le tavolette in arrivo nel 2012 sono Wichita e Krishna .

ARM già domina il settore mobile e sta continuando a mettere a punto la sua architettura per spodestare gli x86 in altri campi, ma AMD sostiene che sia comunque più semplice realizzare un processore x86 a basso consumo piuttosto che aumentare le prestazioni dei chip basati su ARM per raggiungere performance e compatibilità di questi collaudati microprocessori.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonymous Coward scrive:
    Qual è la definizione di tangente?
    Una parte delle voci di spesa, a legger bene sia il cablogramma sia i dettagli delle voci con un pizzico di cinismo, potrebbe anche essere rubricata sotto la voce "tangenti"... e non parlo in senso geometrico.
  • Funz scrive:
    Cablegate
    Continua a uscire roba moolto interessante.Peccato che il cittadino medio ignorante, stupido e dal cervello lavato da decenni di disinformazione in TV abbia derubricato da un pezzo la faccenda a "niente di rilevante". Al massimo niente che tu possa capire, XXXXXXXXX!
  • Sandro kensan scrive:
    reazione molle della Nuova Zelanda
    «Dura la reazione da parte dei rappresentanti del Green Party neozelandese, che hanno sottolineato come gli Stati Uniti cerchino di tutelare gli interessi della propria industria attraverso leggi altrui.»Scusate ma perché fare giri di parole lunghe due o tre righe per non dire qualcosa di più semplice in una parola?Imperialismo? colonia? oppure democrazia a sovranità limitata? Periferia dell'impero? Vassalli? fate vobis.
    • deactive scrive:
      Re: reazione molle della Nuova Zelanda
      direi che imperialismo si addice perfettamente all'atteggiamento degli stati uniti .. da 60 anni, ahime'.
      • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
        Re: reazione molle della Nuova Zelanda
        - Scritto da: deactive
        direi che imperialismo si addice perfettamente
        all'atteggiamento degli stati uniti .. da 60
        anni,
        ahime'.Anche se la Nuova Zelanda ultimamente si sta smarcando...(peraltro sulle telecomunicazioni è abbastanza indietro, CMQ...)
Chiudi i commenti