Analyzer condannato senza eccessi

Un caso clamoroso che risale al '98 si chiude, per una volta, senza giudizi frettolosi contro un cracker, oggi hacker


Roma – Nel febbraio del 1998 numerosi sistemi del Pentagono subirono il più massiccio attacco informatico mai registrato, secondo l’allora viceministro della Difesa americano John Hamre. Un attacco effettuato grazie ad un baco dei sistemi Sun Solaris per il quale, tuttavia, da tempo esisteva la cura. Dopo un’indagine a cui hanno partecipato esperti della CIA, della NSA, della NASA, dell’Air Force, della DISA e del dipartimento di giustizia americano, fu individuato il “pericoloso hacker” che era entrato nei sistemi, il 18enne Ehud Tenembaum, un israeliano.

Noto come “The Analyzer”, Tenembaum è stato ora condannato, ad anni di distanza, da un tribunale del suo paese. Dopo aver ammesso di essersi infiltrato in computer governativi americani e israeliani, dopo essersi dichiarato colpevole di cospirazione, di accesso abusivo a sistemi informatici, di interruzione di servizi e di cancellazione delle prove, “The Analyzer” è stato condannato a sei mesi di servizio sociale, a due anni di carcere con sospensione valida solo se in questi due anni non commetterà altri reati informatici, e a una multa di 40 milioni di lire per i danni commessi.

L’accusa aveva chiesto per Tenembaum la permanenza dietro le sbarre per un periodo non inferiore ad un anno ma sulla giuria deve aver influito il fatto che in questo tempo il ragazzo è diventato chief technology office di una società di sicurezza informatica israeliana dimostrando, secondo i canoni richiesti, di aver messo “la testa a posto”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ho letto
    l'articolo su repubblicae proprio l'ultima frase e' la piu' importante"Non siate paranoici: tecnicamente non possiamo essere controllati tutti. Echelon oggi è usato come la bomba atomica: è un ottimo deterrente". Non si possono intercettare le centinaia di miliardi di messaggi che ogni giorno ci scambiamo.E echelon non fa traduzioni in tempo reale....se io parlo romanaccio o sardo, voglio sapere chi cazzo mi capisce in america!!!!!!!La cosa importante e' che echelon e' usato come deterrente.Ed e' lo steso scopo per cui Bush vuole lo scudo spaziale.Per creare una nuova guerra fredda, in cui i due (o +) schieramenti si guardano in cagnesco, ma non si azzardano a muoversi, perche' hanno troppa paura di quello che potrebbe accadere.Insomma, Echelon e' il modo con cui gli USA dicono all'Europa: "in tempi di globalizzazione noi possiamo spiare le vostre mosse commerciali, per cui occhio a quello che fate e con chi prendete accordi".Come giustamente si dice nell'articolo, l'europa avra' il suo echelon e tutti gli impiegati dei due sistemi si divertiranno ad intercettare le trasmissioni dei film hard sui satelliti....A nessuno interessa quello che dico io, e se sapessi che questo potesse accadere, di certo non userei sistemi in chiaro.Cmq io vorrei sapere solo una cosa... chi puo' intercettare un messaggio che io mando a un mio amico che sta sul mio stesso provider, che fa un solo salto dal mio pc al server di posta eche non passera' mai su un satellite?non certo zio echelon... o no? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: ho letto

      se io parlo romanaccio o sardo, voglio
      sapere chi cazzo mi capisce in
      america!!!!!!!
      La cosa importante e' che echelon e' usato
      come deterrente.Se hai letto l'articolo, allora avrai letto anche la parte che parlava dell'Alenia spazio.Non so quanto sia vero o meno di quanto scritto, e non posso pensare a nulla visto che l'articolo non approfondiva, ma se fosse vero che l'Alenia a perso una commessa da 3000 milioni di dollari in sudamerica a favore di una concorrente americana..... bel deterrente 'sto echelon
      • Anonimo scrive:
        Re: ho letto

        Se hai letto l'articolo, allora avrai letto
        anche la parte che parlava dell'Alenia
        spazio.
        Non so quanto sia vero o meno di quanto
        scritto, e non posso pensare a nulla visto
        che l'articolo non approfondiva, ma se fosse
        vero che l'Alenia a perso una commessa da
        3000 milioni di dollari in sudamerica a
        favore di una concorrente americana..... bel
        deterrente 'sto echelonSi.. e quella mi pare la parte piu' romanzata.Mi farebbe ridere se Alenia parlasse di contratti da migliaia di miliardi per stazioni radar avanzatissime, e poi usasse sistemi non cifrati.Ma non in des, parlo di cifrature forti, tipo PGP o triplo DES carpiato con 2 avvitamenti ;)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: ho letto
      - Scritto da: MaKs
      se io parlo romanaccio o sardo, voglio
      sapere chi cazzo mi capisce in
      america!!!!!!!Giusto, e gli americani lo sanno bene: lo sai che durante lo sbarco in Normandia furono usati come radiofonisti dei Comanche che parlavano nella loro lingua, che tra l'altro è solo orale?
    • Anonimo scrive:
      Re: ho letto
      - Scritto da: MaKs
      Non si possono intercettare le centinaia di
      miliardi di messaggi che ogni giorno ci
      scambiamo.Questo non mi sembra un buon motivo per prenderla alla leggera.Oggi sara' un ottimo deterrente, ma domani ?!?Se decidessero di potenziare il tutto mettendo un centinaio di cray II continueremo a guardare ?!?
      • Anonimo scrive:
        Re: ho letto

        Se decidessero di potenziare il tutto
        mettendo un centinaio di cray II
        continueremo a guardare ?!?le tue comunicazioni devono sempre passare per un satellite.. senno'.. che intercettano?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: ho letto
      Ti faccio presente che non solo in america non capiscono la tua frase sarda o romanesca, ma neanche glie ne frega nulla. Non rendersi conto che il controllo della comunicazione non riguarda i singoli, ma spesso e + pesantemente riguarda controlli economico-politici di intere nazioni e parti del mondo significa non voler guardare la realta'. Lo scandalo c'e' ed e' proprio per le sue dimensioni COLOSSALI che non si puo' e non si deve andare in fondo (pensate solo le turbative nel campo dello spionaggio industriale..e' un bel vantaggio sapere in anticipo cosa pianifica di fare il tuo avversario....per non parlare di equilibri politici e quant'altro). Tuttavia il problema esiste e come, e se si vuole cercare di regolarlo la primissima cosa da fare e' dotarsi di una struttura analoga..il resto sono chiacchiere (i meno giovani ricorderanno che il disarmo nucleare e' stato possibile ipotizzarlo solo dopo che tutti i contendenti erano in possesso della stessa tecnologia)!SalutiPaolo Dell'Unto- Scritto da: MaKs
      l'articolo su repubblica
      e proprio l'ultima frase e' la piu'
      importante
      "Non siate paranoici: tecnicamente non
      possiamo essere controllati tutti. Echelon
      oggi è usato come la bomba atomica: è un
      ottimo deterrente".
      Non si possono intercettare le centinaia di
      miliardi di messaggi che ogni giorno ci
      scambiamo.
      E echelon non fa traduzioni in tempo
      reale....
      se io parlo romanaccio o sardo, voglio
      sapere chi cazzo mi capisce in
      america!!!!!!!
      La cosa importante e' che echelon e' usato
      come deterrente.
      Ed e' lo steso scopo per cui Bush vuole lo
      scudo spaziale.
      Per creare una nuova guerra fredda, in cui i
      due (o +) schieramenti si guardano in
      cagnesco, ma non si azzardano a muoversi,
      perche' hanno troppa paura di quello che
      potrebbe accadere.
      Insomma, Echelon e' il modo con cui gli USA
      dicono all'Europa: "in tempi di
      globalizzazione noi possiamo spiare le
      vostre mosse commerciali, per cui occhio a
      quello che fate e con chi prendete accordi".
      Come giustamente si dice nell'articolo,
      l'europa avra' il suo echelon e tutti gli
      impiegati dei due sistemi si divertiranno ad
      intercettare le trasmissioni dei film hard
      sui satelliti....
      A nessuno interessa quello che dico io, e se
      sapessi che questo potesse accadere, di
      certo non userei sistemi in chiaro.

      Cmq io vorrei sapere solo una cosa... chi
      puo' intercettare un messaggio che io mando
      a un mio amico che sta sul mio stesso
      provider, che fa un solo salto dal mio pc al
      server di posta eche non passera' mai su un
      satellite?
      non certo zio echelon... o no? ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: ho letto
        - Scritto da: Paolo Dell'Unto
        Ti faccio presente che non solo in america
        non capiscono la tua frase sarda o
        romanesca, ma neanche glie ne frega nulla.
        Non rendersi conto che il controllo della
        comunicazione non riguarda i singoli, ma
        spesso e + pesantemente riguarda controlli
        economico-politici di intere nazioni e parti
        del mondo significa non voler guardare la
        realta'. Lo scandalo c'e' ed e' proprio per
        le sue dimensioni COLOSSALI che non si puo'
        e non si deve andare in fondo (pensate solo
        le turbative nel campo dello spionaggio
        industriale..e' un bel vantaggio sapere in
        anticipo cosa pianifica di fare il tuo
        avversario....per non parlare di equilibri
        politici e quant'altro). Tuttavia il
        problema esiste e come, e se si vuole
        cercare di regolarlo la primissima cosa da
        fare e' dotarsi di una struttura analoga..il
        resto sono chiacchiere (i meno giovani
        ricorderanno che il disarmo nucleare e'
        stato possibile ipotizzarlo solo dopo che
        tutti i contendenti erano in possesso della
        stessa tecnologia)!
        Saluti
        Paolo Dell'Unto
        per me invece si fa solo allarmismo quando non serve.Lo spionaggio industriale esiste da quando esiste l'industria.Le intercettazioni da ancora prima.E per questo dai tempi dei romani esistono sistemii di criptazione e cifratura delle trasmissioni, di qualsiasi natura esse siano .Credo che se l'alenia ha perso un appalto multimiliardario perche' e' stata intercettata, e' si stata truffata, ma ha commesso una leggerezza imperdonabile.Insomma, in campo economico non esistono alleati, in guerra forse si, ma quando si parla di soldi le aziende sono pronte un po' a tutto...Io mi proteggo usando pgp per le email che non voglio vengano lette da altri se non il destinatario, se un domani pgp sara' violato, passero' a un altro sistema.Tanto comunque, echelon o non echelon, le trasmissioni via internet sono intercettabili.Qualunque dipendente del settore network del nostro provider, e' in grado di loggare qualsiasi nostra attivita', tanto vale proteggersi a monte, invece di mettere la testa sotto la sabbia e scandalizzarci di scoprire qualcosa che tutti immaginavamo...Ciao
Chiudi i commenti