Android, Samsung è della partita

Il secondo produttore mondiale di cellulari scende in campo con un terminale basato sul sistema operativo di Google. Disponibile a partire dall'estate in Europa
Il secondo produttore mondiale di cellulari scende in campo con un terminale basato sul sistema operativo di Google. Disponibile a partire dall'estate in Europa

Diverso dal primo arrivato, il G1 di HTC, simile al successore G2 alias Magic : il nuovo I7500 di Samsung , primo cellulare Android dell’azienda coreana, è un dispositivo dalle forme vagamente simili ai suoi cugini taiwanesi e dalle misure paragonabili a quelle di iPhone di Apple. A differenza di quest’ultimo, tuttavia, monterà l’ultima versione dell’OS di Mountain View: quella 1.5 , nome in codice cupcake, attesa sul mercato già a partire da maggio e che introdurrà alcune nuove funzionalità indispensabili al terminale.

Una fra tutte, la tastiera virtuale: analogamente al Magic, I7500 è privo di qualsiasi input manuale , fatta eccezione per un d-pad a quattro direzioni (che include pure il tasto ok), due pulsanti per ricevere le chiamate e chiuderle, una scorciatoia di accesso per il menù e una per tornare alla schermata precedente. Per il resto, Samsung promette un apparecchio profondamente legato ai servizi offerti da BigG, da Gmail a YouTube, da Gtalk a Calendar, passando per Maps e finendo ovviamente sul più tradizionale Search.

Altro pezzo forte del I7500 sarà lo schermo ( ovviamente touch): pur più piccolo di quello di iPhone, 3,2 contro 3,5 pollici, manterrà la stessa risoluzione di 320×480 pixel della concorrenza e soprattutto lo farà con un pannello AMOLED . Niente retroilluminazione , un più costoso ed efficiente schermo organico contribuirà a migliorare la resa complessiva (e soprattutto quella in piena luce) nel settore immagini, senza contare i benefici derivanti dall’adozione di questa tecnologia sul piano energetico.

Uno dei talloni d’Achille degli smartphone in generale, e del G1 in particolare, è infatti la durata delle batterie : unendo un accumulatore da 1500 mAh con lo schermo risparmioso, I7500 potrebbe riservare qualche sorpresa in positivo. Di sicuro, i suoi acquirenti non resteranno delusi dello spazio a disposizione: integrati nel cellulare ci sono 8GB di memoria flash (erano appena 256MB sul G1, di cui solo una 80ina liberi), da abbinare ovviamente alla scheda MicroSD opzionale con capacità fino a 32GB da porre nello slot apposito presente in tutti i terminali Android.

Il resto delle caratteristiche del terminale Samsung è tutto sommato in linea con gli altri prodotti di fascia alta del produttore: fotocamera da 5 megapixel (autofocus e flash LED), connettività HSDPA da 7,2Mbps e HSUPA 5,7 triband (900/1700/2100MHz), EDGE/GPRS quadband (850/900/1800/1900), Bluetooth 2.0, connettore MicroUSB con specifiche 2.0, WiFi, GPS, ingresso da 3,5mm per il jack delle cuffie. I7500 è atteso in Europa il prossimo giugno , ma non ci sono notizie né sul prezzo a cui sarà venduto e neppure sull’eventuale accordo di Samsung con qualche operatore per la sua vendita all’interno di un pacchetto di abbonamento.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 04 2009
Link copiato negli appunti