Anoressia, una proposta per chiudere 300mila siti

Una proposta di legge presentata dall'on. Lorenzin (PDL) per rendere inaccessibili le pagine che farebbero precipitare i netizen nel vortice dei disturbi dell'alimentazione. Saranno i ministeri a decidere le modalità per contenere la rete

Roma – “Riuscire ad oscurare i 300mila siti che ci sono in Italia”, siti nei quali si indugi nella rappresentazione di corpi filiformi, pagine nelle quali si celebri la denutrizione sistematica. È questo uno degli obiettivi di una proposta di legge presentata alla Camera da Beatrice Lorenzin , Manlio Contento e Enrico Costa (PDL).

La proposta ( 1965 ), depositata il 28 novembre 2008, reca il titolo “Introduzione dell’articolo 580-bis del codice penale, concernente il reato d’istigazione al ricorso a pratiche alimentari idonee a provocare l’anoressia”. I relatori si propongono di contenere la diffusione di malattie e disturbi dell’alimentazione agendo su coloro che si facciano latori di incoraggiamenti a intrattenere con il cibo rapporti patologici. Incuneando nel codice penale l’articolo 580-bis, si vorrebbe prevedere una pena fino ad un anno di carcere per “chiunque, con qualsiasi mezzo, anche per via telematica, determina o rafforza l’altrui proposito di ricorrere a pratiche di restrizione alimentare prolungata idonee a procurare l’anoressia e la bulimia o ne agevola l’esecuzione”. Fino a due anni di carcere sono invece previsti per coloro che si rivolgano a minori di 14 anni o a individui ritenuti privi delle capacità di intendere e di volere.

I 300mila siti contro cui si scaglia l’onorevole, così li rappresenta Lorenzin, sono popolati e animati da “ragazze, spesso minorenni” che “si danno dei consigli su come raggiungere il peso di 35 chili”. Nel mirino di Lorenzin potrebbero finire queste giovani cittadine della rete? Il testo della proposta non sembrerebbe delineare con chiarezza il crinale che divide l’incitazione sistematica alle “pratiche di restrizione alimentare” dal dibattito e dalle disperate esternazioni di giovani scivolano in una spirale patologica. Rimane altresì aperta la questione dello status delle piattaforme che agiscono da intermediario: se, a differenza di quanto prevede il d.lgs 70/2003 , dovessero essere attibuite loro le responsabilità di quanto pubblicato dai loro utenti potrebbero essere chiamate a rispondere del reato.

L’attenzione nei confronti degli spazi online che fungono da punto di riferimento per coloro che attenterebbero all’integrità psicologica di giovani e meno giovani era stata sollevata da Lorenzin già nei mesi scorsi: “non esiste una norma esplicita che consenta di intervenire – lamentava l’onorevole – perché l’anoressia, al contrario della pedofilia, non è un reato ma una malattia”. Lorenzin aveva dunque promesso di impugnare il grimaldello delle legge: con una proposta che “consenta al dipartimento antipedofilia del Viminale di intervenire anche contro i siti pro-anoressia – spiegava – perché quanto vi si legge si configura come istigazione all’autolesionismo, quindi un reato”. La fattispecie dell'”istigazione al ricorso a pratiche alimentari idonee a provocare l’anoressia”, ha spiegato ora l’onorevole Lorenzin, si configurerebbe dunque come uno strumento : l’obiettivo dei relatori sembrano essere “chat, forum, blog in cui i giovanissimi parlano tra di loro e si danno consigli”. Su quelle pagine, hanno chiosato i relatori, “c’è una vera e propria istigazione all’anoressia”. Configurandosi dunque un reato, si chiarisce, “si permetterà alla polizia postale di avere gli strumenti per chiudere i siti”.

A questo proposito interviene il secondo articolo della proposta di legge, “Utilizzo di strumenti tecnici per impedire l’accesso ai siti telematici che diffondono messaggi che istigano al ricorso a pratiche alimentari idonee a provocare e a diffondere l’anoressia e la bulimia”. “Al fine di contrastare la diffusione tra i minori di messaggi divulgati tramite la rete telematica, suscettibili di rappresentare, per il loro contenuto, un concreto pericolo al ricorso a pratiche di restizione alimentare prolungata idonee a provocare e a diffondere l’anoressia e la bulimia – recita il secondo articolo – con decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, sentite le associazioni maggiormente rappresentative a livello nazionale dei fornitori di connettività alla rete internet, sono stabiliti i criteri e le modalità per impedire l’accesso ai siti che provvedono a diffondere tali messaggi”.

Non è dato sapere quali possano essere le misure tecniche che i ministeri potrebbero mettere in campo se la proposta dovesse concretizzarsi in legge. Non è dato sapere se i provider verranno investiti della responsabilità di agire sui siti esteri sequestrando il traffico come avviene per ora solo per reati che coinvolgano abusi sui minori o il gambling e come si vorrebbe imporre , come descritto nell’emendamento 50bis al pacchetto sicurezza, per le fattispecie di apologia di reato e istigazione a delinquere. Non è dato sapere se i ministeri sceglieranno di istituire un sistema per cui i gestori dei siti vengano invitati a rimuovere i singoli contenuti.

La proposta di Lorenzin sembra modellarsi su quella francese : oltralpe le autorità possono intervenire su siti ritenuti illegali, definiti come quelli che contengano informazioni “su come mentire ai dottori” e su quali siano i cibi “più facili da vomitare”, contenuti che a parere del ministro della Salute locale Roselyne Bachelot non possono essere considerati libere manifestazioni del pensiero. La Spagna ha già iniziato a isolare dalla rete pagine web, nel Regno Unito si è cominciato ad inquadrare l’obiettivo, sempre online e come se per la rete servissero regole più specifiche. Ad esprimere soddisfazione nei confronti della proposta è il MOIGE: “i siti pro ANA e pro MIA (siti che supportano anoressia e bulimia, ndr) costituiscono un pericolo concreto poiché incitano i giovani a comportamenti anoressici e bulimici”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Neff scrive:
    è l'unica strada...
    Io sono contro i brevetti software ma riconosco l'esigenza, in un mondo in cui i brevetti vengono usati come merce di scambio, che le società linux proteggano il lavoro della comunità opensource gestendo un proprio portafoglio di brevetti e scambiandolo in cambio di non belligeranza per eventuali infrazioni.Incappare in una infrazione è facilissimo ed è meglio avere merce di scambio a disposizione piuttosto che rimanere vittima di campagne FUD come quelle di qualche anno fa ad opera di microsoft, che minacciava di perseguire legalmente gli utilizzatori del pinguino.RedHat non fa una mossa controsenso, del resto non è la prima ne l'ultima volta che lei, Novell o qualche altra società linux acquisicce la paternità di una tecnologia per difendere l'ecosistema linux. È chiaro in questo modo si crea un vero rapporto di interdipendenza tra le società linux. Se un giorno RedHat smettesse di vendere distribuzioni e si concentrasse a vendere servizi basati su windows saremmo un po' tutti nella XXXXX... L'unico modo per avere una garanzia nel lungo periodo è fare in modo che anche negli USA la legislazione sui brevetti software venga eliminata una volta per tutte...Ma purtroppo non credo più in babbo Natale..
  • di passaggio scrive:
    AHAHAHAHAAHAHHAH
    come da oggetto
  • sventrapape re scrive:
    Reh Hat fa schfo
    a cominciare dalla sua ridicola distro
    • krane scrive:
      Re: Reh Hat fa schfo
      - Scritto da: sventrapape re
      a cominciare dalla sua ridicola distroCosa cambia rispetto ad una debian me lo sai dire vero ?
      • sventrapape re scrive:
        Re: Reh Hat fa schfo
        Tutto a cominciare dalla pacchettizzazione alla struttura dei file di configurazione ma non e' solo quello
        • krane scrive:
          Re: Reh Hat fa schfo
          - Scritto da: sventrapape re
          Tutto a cominciare dalla pacchettizzazione alla
          struttura dei file di configurazione ma non e'
          solo quelloNon sono esperto di Red Hat, puoi dettagliare meglio la tua opinione ?
          • KC scrive:
            Re: Reh Hat fa schfo
            - Scritto da: krane
            Non sono esperto di Red Hat, puoi dettagliare
            meglio la tua opinione ?la risoluzione delle dipendenze nei pacchetti .deb e' automatica, mentre per i .rpm e' un incubo (devi fartelo passo passo, man mano che scopri quale pacchetto sia necessario per installare quello che ti interessa)
          • Fedorauser scrive:
            Re: Reh Hat fa schfo
            Quanti anni sono che non usi più distribuzioni rpm based? a Giudicare dalla tua affermazione direi almeno 4 o 5...
  • Vernel scrive:
    Markette
    ieri è stato rilasciato GNOME 2.26silenzio di tomba su PIevidentemente era più importante parlare di una fantomatica versione di MS Surface che nemmeno esiste :(
  • Di_ME scrive:
    Hanno ragione, lo farei anche io...
    Finche' ci saranno i brevetti software le societa' pro opensource, DEVONO registrare ogni tipo di brevetto che abbia a che fare con tecnologie opensource, per proteggersi e proteggere l'opensource e sbarrare la strada ad eventuali concorrenti pro CLOSED che abbiano intenzione di sbaffare il lavoro/idee della comunita' o appropriarsi dei diritti brevettuali di qualcosa non loro.Bene redhat ha registrato questo brevetto... Sarebbe stato peggio se lo avesse registrato Microsoft o no ?E che microsoft ha registrato un sacco di brevetti su idee della comunita' Linux/open e ne registrera' sicuramente altri. I brevetti software ci sono e finche' ci saranno chi fa' open ed e' pro open DEVE REGISTRARE tutto il registrabile a propria difesa, prima che microsoft o altre aziende contro Linux lo facciano al loro posto.Chi critica RH e' un cretidiota idealista che non si rende conto che il solo ideale non difende nessuno e che il veri nemici sono le aziende closed che brevettano cose del mondo open e non le aziende open che brevettano cose per parare il cu.. oltre che a se stesse anche a tutta la comunita'.
    • Shu scrive:
      Re: Hanno ragione, lo farei anche io...
      - Scritto da: Di_ME
      Finche' ci saranno i brevetti software le
      societa' pro opensource, DEVONO registrare ogni
      tipo di brevetto che abbia a che fare con
      tecnologie opensource, per proteggersi e
      proteggere l'opensource e sbarrare la strada ad
      eventuali concorrenti pro CLOSED che abbiano
      intenzione di sbaffare il lavoro/idee della
      comunita' o appropriarsi dei diritti brevettuali
      di qualcosa non
      loro.Sono perfettamente d'accordo.Forse non se n'è curato nessuno, ma io mi sono andato a vedere la lista degli aderenti a questo consorzio, e ci si trovano nomi come Microsoft e Novell.RedHat deve in qualche modo pararsi il deretano dall'accordo Novell-MS, e l'unico modo possibile, col sistema attuale di brevetti, è sfruttando i brevetti stessi.Inoltre anche io mi fido di RedHat (pur essendo Debianista). Non ha mai "fatto la XXXXXXX"Bye.
  • franco scrive:
    senna
    w ubuntu e canonical
  • Bifolco scrive:
    "della società dal cappello rossa"
    forse era "della società dal cappello rosso"?
    • Alessandro Del Rosso scrive:
      Re: "della società dal cappello rossa"
      Sistemato, grazie ;-)- Scritto da: Bifolco
      forse era "della società dal cappello rosso"?
      • Marco scrive:
        Re: "della società dal cappello rossa"
        - Scritto da: Alessandro Del Rosso
        Sistemato, grazie ;-)

        - Scritto da: Bifolco

        forse era "della società dal cappello rosso"?Forse er la società rossa?
  • Guido Iodice scrive:
    Mi fido di Red Hat
    La storia di Red Hat parla da sola, mi fido completamente. Non c'è un solo esempio in 15 anni in cui RH non abbia fatto grandissime cosa a favore del software libero, non c'è ragione di fare i sospettosi, piuttosto ci sono ben altre aziende da tener sott'occhio.
    • anonimo scrive:
      Re: Mi fido di Red Hat
      - Scritto da: Guido Iodice
      La storia di Red Hat parla da sola, mi fido
      completamente. Non c'è un solo esempio in 15 anni
      in cui RH non abbia fatto grandissime cosa a
      favore del software libero, non c'è ragione di
      fare i sospettosi, piuttosto ci sono ben altre
      aziende da tener
      sott'occhio.hai perfettamente ragione
  • Vega scrive:
    C.V.D.
    nessuno lavora per la gloria e prima o poi tutti vogliono battere cassa.. mi sembra normale.C'è da vedere se il brevetto è legittimo, ma in caso lo fosse, hanno fatto bene a registrarlo.
    • Maxim0 scrive:
      Re: C.V.D.
      Ma qua' c'e' qualche persona che con l'informatica ci lavora? Ma di che parlate? Home user? Non e' l'utente che si deve sbattere per imparare, si parla di affidabilita', il next next apply ok tenetevelo per voi. Ma va la'...Chiaccheroni
      • Vega scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Maxim0
        Ma qua' c'e' qualche persona che con
        l'informatica ci lavora? Ma di che parlate? Home
        user? Non e' l'utente che si deve sbattere per
        imparare, si parla di affidabilita', il next next
        apply ok tenetevelo per voi. Ma va
        la'...Chiaccheroniguarda che lavorare con l'informatica non vuole solo dire scrivere codice... vuole anche dire lavorare coi programmi che sono stati scritti. E se vuoi che i tuoi programmi siano usati, sarà meglio che abbiano una interfaccia "amichevole" oppure il mercato ne decreterà il fallimento.A proposito, da quando non uso più XP non sento più bisogno di cercare maggiore affidabilità.L'open è ottimo in molti campi... in molti altri non va per nulla bene... e il suo sostanziale fallimento nei desktop ne è la prova lampante.Tutta la super lodevole voglia e capacità dei programmatori open viene purtroppo vanificata, in campo desktop, dalla loro cecità.
        • Maxim0 scrive:
          Re: C.V.D.
          Buco nell'acqua, stai parlando con un sistemista Linux, argomenta diversamente
          • peptidico scrive:
            Re: C.V.D.
            Sti XXXXX!
          • Vega scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Maxim0
            Buco nell'acqua, stai parlando con un sistemista
            Linux, argomenta
            diversamenteappunto... ormai ce l'hai nel DNA e sei cieco di fronte a tante problematiche.Pensa che dove lavoro io abbiamo cominciato a fare prodotti pensandoli per gente con cervello.... ebbene, abbiamo dovuto pensarli da stupidi o non ne vendevamo uno.linux soffre dello stesso problema. tu che sei esperto non lo noti, il resto del mondo si.
          • Vega scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Vega
            - Scritto da: Maxim0

            Buco nell'acqua, stai parlando con un sistemista

            Linux, argomenta

            diversamenteah, ti porto un esempio stupidissimo... proponi ad una donna americana un'auto con il cambio manuale e vediamo se la compra... già non sono capaci di guidare col cambio automatico, figuriamoci con quello manuale. Adesso per vendere auto i produttori americani le fanno tutte automatiche, anche molte supersportive. questa è una bestemmia per i puristi, ma il mercato è quello e non sei in, sei out.
        • Guybrush scrive:
          Re: C.V.D.
          - Scritto da: Vega[...]
          guarda che lavorare con l'informatica non vuole
          solo dire scrivere codice... vuole anche dire
          lavorare coi programmi che sono stati scritti. E
          se vuoi che i tuoi programmi siano usati, sarà
          meglio che abbiano una interfaccia "amichevole"
          oppure il mercato ne decreterà il
          fallimento.Vero, d'altro canto essendo "Open" la risposta non puo' essere che questa:"mi sono fatto un mazzo tanto per tirare fuori software affidabile, vuoi l'interfaccia amichevole? O mi paghi per farla, o te la fai da te"Per la seconda opzione... qualcosa di interessante e' in circolazione da un paio di anni, da quando insomma ubuntu ha lasciato le cantine ed ha cominciato la sua lenta marcia verso le case degli utenti.Non ci sono soltanto i soliti smanettoni a contribuire, ma ci sono anche utenti normali con esigenze a cui i programmatori non avevano mai pensato perche' per loro digitare "apt-get install ecc... " e' semplice come respirare, mentre per un utente somiglia molto all'aramaico.Prima di vedere interfacce cazzute come quella di windows o doppiamente cazzute come quella di X ci vorra' tempo, pazienza e sbattimento di corna da parte di tutti (utenti e programmatori), ma il risultato superera' di gran lunga ogni piu' rosea aspettativa.Per ora si e' ottenuto del codice molto piu' robusto e facilmente corregibile rispetto a qualsiasi altro, se preferisci si puo' parlare di fondamenta.Adesso si sta lavorando sull'usabilita' dello stesso, ma cosi' come Mac s'e' convertito a unix e intel, per i sistemi windows e' solo questione di tempo: su intel ci stanno gia'.Magari tra un paio di anni potresti ritrovarti con X-dows: kernel basato su unix, virtualizzazione a manetta e desktop Aero.Sai che risate?
          A proposito, da quando non uso più XP non sento
          più bisogno di cercare maggiore
          affidabilità.Su cosa e' ricaduta la tua scelta? Mela, Pinguino, Miciona (AROS)...
          L'open è ottimo in molti campi... in molti altri
          non va per nulla bene... e il suo sostanziale
          fallimento nei desktop ne è la prova
          lampante.Amen, ma aspetterei a parlare di fallimento sostanziale: un utente "vergine" messo davanti ad un desktop Gnome o Kde impara a muoversi in fretta quanto un utente windows e, grazie ai forum online anche in italiano ha le stesse possibilita' di un utente windows di sfruttare appieno il proprio OS.
          Tutta la super lodevole voglia e capacità dei
          programmatori open viene purtroppo vanificata, in
          campo desktop, dalla loro
          cecità.Adesso i programmatori non sono piu' i soli attori presenti nella scena open e i risultati cominciano a diventare interessanti... vedi celestia, per esempio: grazie ai contenuti prodotti dagli utenti hai a disposizione il simulatore "definitivo" per qualsiasi oggetto astronomico tu possa avere in mente.Su desktop per ora le uniche cose prodotte dagli utenti (o almeno le unichie che ho sperimentato e mi ci sono trovato bene) sono i temi per desktop, la maggior parte dei quali ricalca AERO o MAC, ma... siamo appena all'inizio. Hai presente cosa e' sucXXXXX con Quake II o Morrowind, si?Questo non sara l'anno di linux, ma nel frattempo si rosicchia un'altra fettina di mercato. Ale'.-- -GT-
          • Vega scrive:
            Re: C.V.D.

            Vero, d'altro canto essendo "Open" la risposta
            non puo' essere che
            questa:
            "mi sono fatto un mazzo tanto per tirare fuori
            software affidabile, vuoi l'interfaccia
            amichevole? O mi paghi per farla, o te la fai da
            te"esatto! fintanto che l'open rimarrà gratis c'è poca speranza di vederlo anche user friendly. Solo quei matti con Ubuntu ci stanno provando... ma i soldi non sono infiniti, o trovano money per finanziarsi oppure in futuro chi usa ubuntu avrà qualche sorpresa secondo me.

            A proposito, da quando non uso più XP non sento

            più bisogno di cercare maggiore

            affidabilità.
            Su cosa e' ricaduta la tua scelta? Mela,
            Pinguino, Miciona (AROS)...forse sembrerà stranissimo... ma ho Vista da quando è uscito sugli scaffali e non so più cosa sia un blocco di sistema...faccio render con un quad core, intanto lavoro a photoshop e tengo acceso un sistema virtuale in contemporanea... mai neppure un rallentamento.



            L'open è ottimo in molti campi... in molti altri

            non va per nulla bene... e il suo sostanziale

            fallimento nei desktop ne è la prova

            lampante.
            Amen, ma aspetterei a parlare di fallimento
            sostanziale: un utente "vergine" messo davanti ad
            un desktop Gnome o Kde impara a muoversi in
            fretta quanto un utente windows e, grazie ai
            forum online anche in italiano ha le stesse
            possibilita' di un utente windows di sfruttare
            appieno il proprio OS.si si... però la maggior parte della applicazioni sono di gran lunga più facili da installare su win/osx che non su linux..

            Hai presente cosa e' sucXXXXX con Quake II o
            Morrowind,
            si?veramente no... non gioco molto....

            Questo non sara l'anno di linux, ma nel frattempo
            si rosicchia un'altra fettina di mercato.
            Ale'.Ma guarda io ci spero... provo linux da quando era solo a riga di comando e l'installazioje della interfaccia grafica era opzionale.... ma ormami mi sto un po' rompendo di aspettare che capiscano cosa c'è che non va nei programmi open...
          • chepalle scrive:
            Re: C.V.D.

            forse sembrerà stranissimo... ma ho Vista da
            quando è uscito sugli scaffali e non so più cosa
            sia un blocco di
            sistema...
            faccio render con un quad core, intanto lavoro a
            photoshop e tengo acceso un sistema virtuale in
            contemporanea... mai neppure un
            rallentamento.Ste' XXXXXXX valle a dire a quelli della tua eta'.
          • krane scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Vega

            Vero, d'altro canto essendo "Open" la risposta

            non puo' essere che questa:

            "mi sono fatto un mazzo tanto per tirare fuori

            software affidabile, vuoi l'interfaccia

            amichevole? O mi paghi per farla, o te la fai da

            te"
            esatto! fintanto che l'open rimarrà gratis c'è
            poca speranza di vederlo anche user friendly.
            Solo quei matti con Ubuntu ci stanno provando...
            ma i soldi non sono infiniti, o trovano money per
            finanziarsi oppure in futuro chi usa ubuntu avrà
            qualche sorpresa secondo me.


            A proposito, da quando non uso più XP non


            sento più bisogno di cercare maggiore


            affidabilità.

            Su cosa e' ricaduta la tua scelta? Mela,

            Pinguino, Miciona (AROS)...
            forse sembrerà stranissimo... ma ho Vista da
            quando è uscito sugli scaffali e non so più cosa
            sia un blocco di sistema...
            faccio render con un quad core, intanto lavoro a
            photoshop e tengo acceso un sistema virtuale in
            contemporanea... mai neppure un rallentamento.Bhe, e che ti devo dire: era ora che ci arrivaste anche voi, io con linux 5 anni fa facevo le stesse cose che fai tu adesso su un monocore con 1 Gb di ram.
          • Vega scrive:
            Re: C.V.D.

            Bhe, e che ti devo dire: era ora che ci arrivaste
            anche voi, io con linux 5 anni fa facevo le
            stesse cose che fai tu adesso su un monocore con
            1 Gb di
            ram.sogna.... se riesci a renderizzare a 5000x5000 con maxwell con meno di 8 giga mi faccio prete...dai su... non spariamo cavolate epiche solo per fare i galletti...i render che faccio io col tuo monocore e 1GB di ram te li sogni alla grande.. e maxwell c'è pure su linux. prova.
          • krane scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Vega

            Bhe, e che ti devo dire: era ora che ci

            arrivaste anche voi, io con linux 5 anni

            fa facevo le stesse cose che fai tu adesso

            su un monocore con 1 Gb di ram.
            sogna.... se riesci a renderizzare a 5000x5000
            con maxwell con meno di 8 giga mi faccio
            prete...Ho sempre usato pov ray, e renderizzavo 2000 x 2000
            dai su... non spariamo cavolate epiche solo per
            fare i galletti...Non dare del tuo agli altri, se vuoi vieni a casa mia a vedere.
            i render che faccio io col tuo monocore e 1GB di
            ram te li sogni alla grande.. e maxwell c'è pure
            su linux. prova.E' gratuito ? Io mi trovo bene con povray.
          • sorcio scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Vega
            si si... però la maggior parte della applicazioni
            sono di gran lunga più facili da installare su
            win/osx che non su
            linux..Difficilissimo, guarda... la maggior parte sule distro maggiori si installa scegliendole da un elenco. Non devi fare neanche ravanare per Internet a cercarle e fare poi avanti, avanti, avanti, fine; un'impresa eh? Altre si installano cliccando il pacchetto scaricato: su Ubuntu ad esempio un doppio click sul file deb. Una fatica di Ercole immagino, chissà allora su Windows, dove (non essendoci una gestione centralizzata) poi devi controllare a mano se ci sono aggiornamenti del software installato o sXXXXXXXre perché ti hanno messo l'ennesimo programmino che parte al boot.Sì, sì, proprio più difficile su linux (quale distro poi? quella che hai provato secoli fa che andava solo per linea di comando?)
          • Vega scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: sorcio
            Difficilissimo, guarda... la maggior parte
            sule distro maggiori si installa scegliendole da
            un elenco. sul quale si trova per la maggior parte accozzaglia e prima di trovare un programma che fa al caso tuo passano anni.Non devi fare neanche ravanare per
            Internet a cercarle e fare poi avanti, avanti,
            avanti, fine; un'impresa eh?direi di si visto che è un elenco di nomi senza apparente senso dal quale puoi scegliere un programma solo se già lo conosci... oppure hai tempo infinito da perdere per provarli tutti imparando anche ad usarli tutti. Altre si installano
            cliccando il pacchetto scaricato: su Ubuntu ad
            esempio un doppio click sul file deb. Una fatica
            di Ercole immagino, chissà allora su Windows,
            dove (non essendoci una gestione centralizzata)
            poi devi controllare a mano se ci sono
            aggiornamenti del software installato o
            sXXXXXXXre perché ti hanno messo l'ennesimo
            programmino che parte al
            boot.una fatica si... prova ad usare hamachi...

            Sì, sì, proprio più difficile su linux (quale
            distro poi? quella che hai provato secoli fa che
            andava solo per linea di
            comando?)no... ho giusto una partizione con ubuntu 8.10 che tengo per provare le compatibilità coi documenti che creo in LiveCycle... inutile dire che il lettore di pdf integrato NON li legge correttamente e mi sono dovuto installare da riga di comando l'acrobat reader...
  • CSOE scrive:
    Ale!
    L'ipocrisia viene al pettine.E questo è niente.. chi sa cosa altro verrà fuori intorno a questa ubriacatura open...
    • chojin scrive:
      Re: Ale!
      - Scritto da: CSOE
      L'ipocrisia viene al pettine.

      E questo è niente.. chi sa cosa altro verrà fuori
      intorno a questa ubriacatura
      open...Open-source e Linux sono una mega truffa mondiale. Nati dalla mente di Gates con specchietti per le allodole come Torvalds a fare il lavoro sXXXXX. Poi visto che fruttavano soldi anche altri manager si sono aggregati. Non è così diverso dalle mega truffa bancaria internazionale della crisi attuale.
    • Paride scrive:
      Re: Ale!
      - Scritto da: CSOE
      L'ipocrisia viene al pettine.

      E questo è niente.. chi sa cosa altro verrà fuori
      intorno a questa ubriacatura
      open... Lo sai che hai rotto i XXXXXXXX con questi commenti del XXXXX?Prima con Ibm e Sun, ora con Ded Rat.Vedi di andartene AFFANXXXX se non hai nulla da dire.
    • Utonto scrive:
      Re: Ale!
      Uh, abbiamo visto la pagliuzza.....Le travi grandi come sequoie del closed, invece sono invisibili...
      • pentolino scrive:
        Re: Ale!
        quoto in pieno
      • Vega scrive:
        Re: Ale!
        - Scritto da: Utonto
        Uh, abbiamo visto la pagliuzza.....

        Le travi grandi come sequoie del closed, invece
        sono
        invisibili...travi molto più grosse sono celate all'interno dell'open... e lo dimostra il fatto che anche se lamaggior parte dei programmi e SO alla fine sono gratuiti, non vogliono proprio decollare.C'è un problema di fondo nell'open source, ovvero che partono dal presupposto che l'utente si deve sbattere per imparare a usarli. Questa è la trave più grossa mai vista nel mondo informatico. Purtroppo al giorno d'oggi i programmi si fanno per gli utenti normali e quelli avanzati sono diventati la minoranza. Non siamo più al tempo del DOS, in cui tutti gli utenti che volevano o dovevano utilizzarlo,erano anche costretti ad impararlo, almeno nei suoi comandi base...
        • Chaos Entalpico scrive:
          Re: Ale!
          E' vero, travi molto più grosse sono celate all'interno dell'open (ogni riferimento alle librerie Mono è puramente voluto).Red Hat, semplicemente come Microsoft, secondo me ha adottato la politica EEE:http://en.wikipedia.org/wiki/Embrace,_extend,_and_extinguish
          • ciko scrive:
            Re: Ale!

            http://en.wikipedia.org/wiki/Embrace,_extend,_and_certo... perchè secondo te è possibile con software in GPL?
        • Vault Dweller scrive:
          Re: Ale!
          - Scritto da: Vega
          - Scritto da: Utonto

          Uh, abbiamo visto la pagliuzza.....



          Le travi grandi come sequoie del closed, invece

          sono

          invisibili...


          travi molto più grosse sono celate all'interno
          dell'open... e lo dimostra il fatto che anche se
          lamaggior parte dei programmi e SO alla fine sono
          gratuiti, non vogliono proprio
          decollare.
          C'è un problema di fondo nell'open source, ovvero
          che partono dal presupposto che l'utente si deve
          sbattere per imparare a usarli. Questa è la trave
          più grossa mai vista nel mondo informatico.
          Purtroppo al giorno d'oggi i programmi si fanno
          per gli utenti normali e quelli avanzati sono
          diventati la minoranza. Non siamo più al tempo
          del DOS, in cui tutti gli utenti che volevano o
          dovevano utilizzarlo,erano anche costretti ad
          impararlo, almeno nei suoi comandi
          base...Vedi il tuo discorso ha una falla grande come il burundi, in quanto parti dal presupposto che sui sistemi windows l'utente non deve imparare ad usarli; ora se tu ponessi un utente che mai ha visto o usato un computer innanzi a windows o innanzi a linux mint esso avrebbe le medesime difficoltà; quindi windows non è allo stato attuale più facile da usare è solo che anni a vederlo e usarlo portano l'utente a credere che si nasca con la capacità innata di utilizzarlo, mentre come insegna darwin solo le caratteristiche genetiche e innate vengono trasmesse e non le caratteristiche acquisite; di conseguenza a meno che tu non sostenga che il DNA sia a forma di finestrella colorata credo che il tuo discorso non sia valido... almeno in ambito home con distribuzioni orientate all'home
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            Vedi il tuo discorso ha una falla grande come il
            burundi, in quanto parti dal presupposto che sui
            sistemi windows l'utente non deve imparare ad
            usarli; ora se tu ponessi un utente che mai ha
            visto o usato un computer innanzi a windows o
            innanzi a linux mint esso avrebbe le medesime
            difficoltà; quindi windows non è allo stato
            attuale più facile da usare è solo che anni a
            vederlo e usarlo portano l'utente a credere che
            si nasca con la capacità innata di utilizzarlo,beh non è proprio così... vuoi mettere fare click col mouse e scrivere a riga di comando per installare il software... anche per installare il banalissimo acrobat reader bisogna scrivere a riga di comando dai...
          • BlueSky scrive:
            Re: Ale!
            - Scritto da: Vega
            beh non è proprio così... vuoi mettere fare click
            col mouse e scrivere a riga di comando per
            installare il software... anche per installare il
            banalissimo acrobat reader bisogna scrivere a
            riga di comando dai...Diversamente da Windows Acrobat Reader nelle distribuzioni Linux moderne c'è già un lettore pdf incorporato che funziona bene. Quindi probabilmente nessuno deve installarselo. Se proprio vuoi, comunque, basta che ti scarichi il .deb e lo installi, con un click.A quanto pare di Linux non sai un bel niente.
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            Diversamente da Windows Acrobat Reader nelle
            distribuzioni Linux moderne c'è già un lettore
            pdf incorporato che funziona bene. Quindi
            probabilmente nessuno deve installarselo. non è proprio così... prova a fargli leggere un documento fatto con LiveCycle e poi mi dici...
            A quanto pare di Linux non sai un bel niente.a quanto pare tu ne sai meno...
          • Vault Dweller scrive:
            Re: Ale!
            - Scritto da: Vega

            Vedi il tuo discorso ha una falla grande come il

            burundi, in quanto parti dal presupposto che sui

            sistemi windows l'utente non deve imparare ad

            usarli; ora se tu ponessi un utente che mai ha

            visto o usato un computer innanzi a windows o

            innanzi a linux mint esso avrebbe le medesime

            difficoltà; quindi windows non è allo stato

            attuale più facile da usare è solo che anni a

            vederlo e usarlo portano l'utente a credere che

            si nasca con la capacità innata di utilizzarlo,


            beh non è proprio così... vuoi mettere fare click
            col mouse e scrivere a riga di comando per
            installare il software... anche per installare il
            banalissimo acrobat reader bisogna scrivere a
            riga di comando
            dai... Dio greò synaptic e gdebi e vide che erano cosa molto buona, e fu sera e fu mattina... Per metterla giù in modo più gentile e comprensibile nonché meno ironico; con i tool in grafica d'installazione pacchetti non sei costretto ad andare in testuale nemmeno se devi installare i drivers grafici, e tanto meno se devi installare acrobat (posto che come ti hanno già detto ci sono programmi quali xpdf e okular che funzionano alla perfezione per la visualizzazione dei pdf).
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            già detto ci sono programmi quali xpdf e okular
            che funzionano alla perfezione per la
            visualizzazione dei
            pdf).ripeto.. prova un pdf fatto con LiveCycle e poi ne riparliamo....ma quanto siete spocchiosi?
        • krane scrive:
          Re: Ale!
          - Scritto da: Vega
          - Scritto da: Utonto

          Uh, abbiamo visto la pagliuzza.....

          Le travi grandi come sequoie del closed, invece

          sono invisibili...
          travi molto più grosse sono celate all'interno
          dell'open... e lo dimostra il fatto che anche se
          lamaggior parte dei programmi e SO alla fine sono
          gratuiti, non vogliono proprio decollare.
          C'è un problema di fondo nell'open source, ovvero
          che partono dal presupposto che l'utente si deve
          sbattere per imparare a usarli. Questa è la trave
          più grossa mai vista nel mondo informatico.
          Purtroppo al giorno d'oggi i programmi si fanno
          per gli utenti normali e quelli avanzati sono
          diventati la minoranza. Non siamo più al tempo
          del DOS, in cui tutti gli utenti che volevano o
          dovevano utilizzarlo,erano anche costretti ad
          impararlo, almeno nei suoi comandi base...Invece con windows l'utente si infila il CD di istruzioni nel cV1ò ed e ne conosce subito i piu' intimi segreti...
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            Invece con windows l'utente si infila il CD di
            istruzioni nel cV1ò ed e ne conosce subito i piu'
            intimi
            segreti...oggi il cielo è blu. non ci sono nuvole.
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            Invece con windows l'utente si infila il CD di
            istruzioni nel cV1ò ed e ne conosce subito i piu'
            intimi
            segreti...ti avevo già risposto ma qualche simpaticone deve aver cancellato il messaggio....oggi il cialo era blu... non c'erano nuvole ma fose domani pioverà.
          • krane scrive:
            Re: Ale!
            - Scritto da: Vega

            Invece con windows l'utente si infila il CD di

            istruzioni nel cV1ò ed e ne conosce subito i

            piu' intimi segreti...
            ti avevo già risposto ma qualche simpaticone deve
            aver cancellato il messaggio....Se il tono della risposta e' come quello sotto capisco che l'hanno cancellato.
            oggi il cialo era blu... non c'erano nuvole ma
            fose domani
            pioverà.
        • Di_ME scrive:
          Re: Ale!
          Perche' invece windows fa quello che l'utente pensa senza che l'utente tocchi nemmeno il mouse vero ?2 cose sono da tenere in considerazione:1) Installazione: gli utenti normali NON sono capaci di installare nemmeno Windows se no quelli coem me che si fanno pagare per i formattoni + setup + driver + update + setupo programmi non avrebbero da lavorare.In questa ottica se l'utonto porta il PC a installare Windows o a installare Linux non cambia proprio nulla. Non e' un paragone bilanciato paragonare la facilita' di farsi installare Windows da un tecnico o di cercare di installare Linux da soli.2) Un sistema Linux come opensuse per fare un'esempio installato da un tecnico capace e' facile da usare tanto quanto lo e' windows da parte dell'utonto. A dimostrazione del fatto sono persone che hanno avuto il loro primo PC con Linux, installato da me e che hanno manifestato dubbi e difficolta' quando si sono trovati sul PC windows del parente di turno, questo e dimostrazione che Windows non e' piu' facile o intuitivo me e' solo questione di abitudine.
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            2) Un sistema Linux come opensuse per fare
            un'esempio installato da un tecnico capace....e già qui...... devo portare il pc da un tecnico CAPACE per installare un SO... non ci siamo...
            questo e
            dimostrazione che Windows non e' piu' facile o
            intuitivo me e' solo questione di
            abitudine.mah... il resto del mondo sembra darvi torto.....
          • Di_ME scrive:
            Re: Ale!
            Ah perche' invece e' meglio portare il PC da un tecnico INCAPACE a installare windows XP corportate sp0 crakkato con altri 300 professionalissimi programmi crakkati, pr poi andarci in internet e schiattare di virus perche' appunto il tecnico incapace non ha aggiornato un cavolo.Ah si, tu sei intelligente.
        • Utonto scrive:
          Re: Ale!
          - Scritto da: Vega
          - Scritto da: Utonto

          Uh, abbiamo visto la pagliuzza.....



          Le travi grandi come sequoie del closed, invece

          sono

          invisibili...


          travi molto più grosse sono celate all'interno
          dell'open... e lo dimostra il fatto che anche se
          lamaggior parte dei programmi e SO alla fine sono
          gratuiti, non vogliono proprio
          decollare.
          C'è un problema di fondo nell'open source, ovvero
          che partono dal presupposto che l'utente si deve
          sbattere per imparare a usarli. Questa è la trave
          più grossa mai vista nel mondo informatico.
          Purtroppo al giorno d'oggi i programmi si fanno
          per gli utenti normali e quelli avanzati sono
          diventati la minoranza. Non siamo più al tempo
          del DOS, in cui tutti gli utenti che volevano o
          dovevano utilizzarlo,erano anche costretti ad
          impararlo, almeno nei suoi comandi
          base...Scusa la domanda: ma quando cambi auto, non devi imparare ad usare quella nuova?Personalmente non ho mai visto un comando a parte sterzo e pedali che sia uguale a quello di un altro modello.. stessa funzione ma per accendere le luci su una giri una manopola, sull'altra premi il pulsante (tanto per fare un esempio..)Eppure lo sforzo mentale che si deve fare esiste in entrambi i casi, O.S. o auto, solo che per l'auto si, per l'O.S. no...Com'è strano il mondo...
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            Scusa la domanda: ma quando cambi auto, non devi
            imparare ad usare quella
            nuova?nonon so... forse a te capita di avere la frizione al posto dell'acceleratore... a me non è ancora capitato..
            Eppure lo sforzo mentale che si deve fare esiste
            in entrambi i casi, O.S. o auto, solo che per
            l'auto si, per l'O.S.
            no...

            Com'è strano il mondo...beh se permetti sono 2 cose un pochino differenti. prova a usare hamachi su win e su linux e poi mi dici quale è più comodo.certo che se per te per accendere i fari va bene anche se il comando è infilato dentro al motore allora....
          • mah scrive:
            Re: Ale!
            esempio poco azzeccato.. hamachi non era interessata a linux. quel poco di interfaccia presente era sviluppata esternamente.non a caso hamachi è stata poi assorbita da chi produce logmein.insomma..come dire che sketchup emulato con wine non funziona.anche evolution per windows non è il massimo della stabilità. per l'appunto si tentava di parlare di paragoni tra i due os e le rispettive suite di programmi che coprono il fabbisogno base di un utente.c'è del vero nel fatto che la stragrande maggioranza di operazioni di manutenzione, in linux la si fa anche solo esclusivamente con la grafica. è così. e non serve il terminale, no non serve.se poi c'è chi va su getdeb e comincia a installare senza sapere cosa fa, gli effetti sono gli stessi che andando su softpedia o download.com.io son d'accordo su una cosa: win preinstallato lo sanno usare in tanti. e sempre questi tanti sbuffano quando esce office 2007 ed è tutto diverso, sbuffano quando esce ie7 che è tutto diverso,.. ma poi dai che dai lo usano e si abituano.non è tanto diverso che preinstallare linux, farli sbuffare perche outlook si chiama evolution, eccetera.. e prima o poi si abituano.l'esempio dell'auto è azzeccato.. cambiando modello eh.. la retro è di là, i fari di qua, l'autoradio piu su, l'alzavetri è da parte e via così.. no i pedali non sono scambiati, come anche in linux si naviga col browser. se poi il nome del browser è diverso, si trova sotto il menu Internet invece che Programmi, eh... una volta che impari ad aprirlo poi navighi.è troppo un'idiozia dire ancora che per usare linux devi saper programmare, cosi come dire che windows è lento e succhia risorse.
        • KC scrive:
          Re: Ale!
          - Scritto da: Vega
          C'è un problema di fondo nell'open source, ovvero
          che partono dal presupposto che l'utente si deve
          sbattere per imparare a usarli. Questa è la trave
          più grossa mai vista nel mondo informatico.errore: il cliente finale, sia per s.o. open source, sia nel caso closed, si appoggia solitamente ad un fornitore esterno che gli cura l'infrastruttura
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            errore: il cliente finale, sia per s.o. open
            source, sia nel caso closed, si appoggia
            solitamente ad un fornitore esterno che gli cura
            l'infrastrutturama di cosa stai parlando?tu ti appoggi a uno che viene a casa tua ad installarti hamachi?non ho mai sentito nessuno che consoco che fa una cosa del genere... certo che se uno è proprio incapace e ha soldi da spendere inutilmente allora...io capisco che i tecnici linux vogliano convincere tutti a installarlo così fanno gli interveti come l'amico sopra ma.....
          • KC scrive:
            Re: Ale!
            - Scritto da: Vega
            tu ti appoggi a uno che viene a casa tua ad
            installarti hamachi?guarda che il mio era un discorso a livello aziendale, non casalingo...
          • Vega scrive:
            Re: Ale!

            guarda che il mio era un discorso a livello
            aziendale, non
            casalingo...io sto parlando di desktop infatti, non a livello aziendale ;-)
          • Di_ME scrive:
            Re: Ale!
            Guarda che la gente comune che usa il PC a casa per fare le solite 3 boiate manco sa cos'e' una VPN e ovviamente nemmeno che hamachi serve per fare le VPN.Ma visto che te sei di coccio te lo ripeto, se prendi un PC ci installi Linux e TUTTI ma dico TUTTI i software per fare tutte le operazioni piu' comuni per l'utente medio...quindi oltre ai browser e posta elettronica, ci metti un player DVD/divx, un player mp3, amule, openoffice, gimp o krita, un client msn etc... il cliante e' a posto... non gli serve a nulla sapere come installare un programma perche' ha gia' tutto. E cmq io quando installo un desktop linux faccio 30 minuti di spiegazioni alla consegna nel prezzo dove spiego alla persone quali sono i programmi per fare la tal cosa e solitamente il pacco e' talmente nutrito che al piu' delle persone l'uso di molti programmi non interessano e non gli interessa nemmeno sapere come si usa yast (semplicissimo anche per i piu' impediti) per installare altro perche' dicono che gli ho installato anche troppa roba per quello che devono farci col PC.Poi si ci sono quelle persone invece che vogliono windows, per installare ogni sorta di c4g4t4 che gli capiti a portata di click, quelli sono quelli che ci fanno fare piu' soldi, a formattare 1 mese si e uno no :)Poi cmq te continua a fare il finto tonto, sarai stipendiato di microsoft per venire qui a sparare le tue, come minimo.
    • palle scrive:
      Re: Ale!
      - Scritto da: CSOE
      L'ipocrisia viene al pettine.

      E questo è niente.. chi sa cosa altro verrà fuori
      intorno a questa ubriacatura
      open...Sei patetico.Continua a lavorare al tuo gestionalozzo WC.NET, che il capo non aspetta!
      • lascialonel suobrodo scrive:
        Re: Ale!
        - Scritto da: palle
        - Scritto da: CSOE

        L'ipocrisia viene al pettine.



        E questo è niente.. chi sa cosa altro verrà
        fuori

        intorno a questa ubriacatura

        open...

        Sei patetico.
        Continua a lavorare al tuo gestionalozzo WC.NET,
        che il capo non
        aspetta!no, lui si occupa di web designe sostanzialmente è rimasto disoccupato per colpa di drupal, joomla, wordpress e socicose che capitano agli incapacisoltanto che invece di offrire un prodotto degno dell'acquisto sia che sia open sia closed, passa la giornata a scagliarsi contro qualunque cose sia aperta (tristemente anche sua madre)
        • bla bla scrive:
          Re: Ale!
          Mi chiedo se avete la più pallida idea di cosa state parlando... Lo sapete che siete su un sito la cui estensione delle pagine è aspx?!? Forse non avete mai fatto caso all'estensione... Siete occupati a dare giudizi (inutili)!Sono un fan dell'open, per questioni professionali lavoro ANCHE con il close... E voi fareste meglio ad andare a leggere gli articoli di Luca Panerai!

          Sei patetico.

          Continua a lavorare al tuo gestionalozzo WC.NET,

          che il capo non

          aspetta!

          no, lui si occupa di web design
          e sostanzialmente è rimasto disoccupato per colpa
          di drupal, joomla, wordpress e
          soci
          cose che capitano agli incapaci

          soltanto che invece di offrire un prodotto degno
          dell'acquisto sia che sia open sia closed, passa
          la giornata a scagliarsi contro qualunque cose
          sia aperta (tristemente anche sua
          madre)
        • CSOE scrive:
          Re: Ale!

          sia aperta (tristemente anche sua
          madre)Grazie di esserti mostrato a tutti per quello che sei.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Ale!
      I troll come te crescono come i funghi.E quello che hai scritto è nulla in confronto le tue solite crociate contro l'OpenSource.
    • jfk scrive:
      Re: Ale!
      - Scritto da: CSOE
      L'ipocrisia viene al pettine.

      E questo è niente.. chi sa cosa altro verrà fuori
      intorno a questa ubriacatura
      open...Trollallero, trollalla!Lasciatelo perdere sto tipo, perche' le stesse identiche cose le ha dette sull'articolo ibm sun.
  • Federico scrive:
    Schifosi
    Sono dei luridi parassiti e, nel caso specifico, possono esserlo grazie ai brevetti.
    • Stacy think positive scrive:
      Re: Schifosi
      In effetti non c'era bisogno di un brevetto per constatare quanto gli rpm fanno parte del MERCATO
      • cut e paste scrive:
        Re: Schifosi
        Su ububtu uso alien e me li converte in .deb....Ma mi chiedo chi usi fedora, che non ha niente nella versione base al contriario di ubuntu che ha tutto quello che serve e pure di più....Di red hat linux ne farebbe a meno e credo che , dopo questa mossa, meriti un bel cartellino rosso da parte della comunità!
        • Maxim0 scrive:
          Re: Schifosi
          Mi sembra che tra insulti e commenti di incompetenti, si puo' andare avanti...Usate windows che e' meglio. Del mondo Enterprise neanche sapete cos'e'...
          • hiccup scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Maxim0
            Mi sembra che tra insulti e commenti di
            incompetenti, si puo' andare avanti...Usate
            windows che e' meglio. Del mondo Enterprise
            neanche sapete
            cos'e'...E ti ci vuoi per forza aggiungere in una delle due categorie?ops dimenticavo che devo introdurmi ;-) se no mi schifi ;-)Dunque sono un System Administrator *nix [1] Ammetterai che la questione del mondo Enterprise sollevata, sia al limite dell'inutile. Cosa dovrebbe essere "tana libera tutti?" in campo brevetti? Si perche' qui si parla di brevetti, e la comunita' ha reagito male (ovviamente in parte) alla azione di Red Hat (tanto quanto aveva reagito male alla iniziativa launchpad).I principali motivi elencati nell'articolo sono chiari (intervento Ars..)Ora mi potresti cortesemente argomentare il perche' hai richiamato il mondo Enterprise? Altrimenti a post incompetenti si aggiungono post incompetenti e spocchiosi.[1] gnu/linux, *BSD
          • Vault Dweller scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: hiccup

            Ora mi potresti cortesemente argomentare il
            perche' hai richiamato il mondo Enterprise?
            Altrimenti a post incompetenti si aggiungono post
            incompetenti e
            spocchiosi.Credo che sia lampante il motivo per cui è stato tirato in ballo il mondo enterprise, infatti c'era una comparazione inutile, OT, nonché indimostrabile tra fedora e ubuntu che terminava con "Di red hat linux ne farebbe a meno"; cosa tutt'altro che vera poiché in ambito enterprise "Red Hat Enterprise Linux" è un alias di "Sistema Linux", in quanto ad eccezione dei pochi che scelgono Novel il mondo enterprise linux è sinonimo di Red hat.
          • hiccup scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Vault Dweller
            - Scritto da: hiccup



            Ora mi potresti cortesemente argomentare il

            perche' hai richiamato il mondo Enterprise?

            Altrimenti a post incompetenti si aggiungono
            post

            incompetenti e

            spocchiosi.

            Credo che sia lampante il motivo per cui è stato
            tirato in ballo il mondo enterprise, infatti
            c'era una comparazione inutile, OT, nonché
            indimostrabile tra fedora e ubuntu che terminava
            con "Di red hat linux ne farebbe a meno"; cosa
            tutt'altro che vera poiché in ambito enterprise
            "Red Hat Enterprise Linux" è un alias di "Sistema
            Linux", in quanto ad eccezione dei pochi che
            scelgono Novel il mondo enterprise linux è
            sinonimo di Red
            hat.[sarcasm mode on]mmm, credo che tu debba fare un source del file .alias nella tua home, altrimenti sembra che non venga caricato al login del tuo utente. Inulte usare .bashrc o .kshrc. Il luogo deputato e' piuttosto: .profile[sarcasm mode off]L'ovvieta' deve essere argomentata altrimenti a frasi vaghe si aggiungono riferimenti che di per se' (!!!) non servono a nulla.Evocare, perche' si evoca, il mondo Enterprise in posts relativi all'articolo (brevetti acquisiti da Red Hat) continua a sembrarmi vago e dogmatico.L' argomentare che Red Hat e' il sistema venduto piu' diffuso in ambito server enterprise c'entra qualcosa con una reazione stizzita su ambito brevetti?[sarcasm mode off]
          • Vault Dweller scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: hiccup
            - Scritto da: Vault Dweller

            - Scritto da: hiccup





            Ora mi potresti cortesemente argomentare il


            perche' hai richiamato il mondo Enterprise?


            Altrimenti a post incompetenti si aggiungono

            post


            incompetenti e


            spocchiosi.



            Credo che sia lampante il motivo per cui è stato

            tirato in ballo il mondo enterprise, infatti

            c'era una comparazione inutile, OT, nonché

            indimostrabile tra fedora e ubuntu che terminava

            con "Di red hat linux ne farebbe a meno"; cosa

            tutt'altro che vera poiché in ambito enterprise

            "Red Hat Enterprise Linux" è un alias di
            "Sistema

            Linux", in quanto ad eccezione dei pochi che

            scelgono Novel il mondo enterprise linux è

            sinonimo di Red

            hat.

            [sarcasm mode on]
            mmm, credo che tu debba fare un source del file
            .alias nella tua home, altrimenti sembra che non
            venga caricato al login del tuo utente. Inulte
            usare .bashrc o .kshrc. Il luogo deputato e'
            piuttosto:
            .profile
            [sarcasm mode off]

            L'ovvieta' deve essere argomentata altrimenti a
            frasi vaghe si aggiungono riferimenti che di per
            se' (!!!) non servono a
            nulla.

            Evocare, perche' si evoca, il mondo Enterprise in
            posts relativi all'articolo (brevetti acquisiti
            da Red Hat) continua a sembrarmi vago e
            dogmatico.

            L' argomentare che Red Hat e' il sistema venduto
            piu' diffuso in ambito server enterprise c'entra
            qualcosa con una reazione stizzita su ambito
            brevetti?


            [sarcasm mode off]Ti faccio notare due cose: la prima, facilmente individuabile è che se al posto di on e off tu avessi scritto malloc e free avresti mandato il tuo post in Segmentation Fault; la seconda è che il thread dopo essere partito tramite fork dalla notizia principale si è progressivamente allontanata da essa grazie ad una repentina execl(distro-war distro-war); e di conseguenza pur essendo il commento di "Maxim0" OT rispetto alla notizia e al commento iniziale esso è perfettamente in linea con il commento precedente; al contrario il tuo commento, abbastanza arrogante a parer mio, pur essendo in tema con la notizia non lo è con il thread che avendo cabiato corso di esecuzione non è più in linea con la notizia stessa.
          • hiccup scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Vault Dweller
            - Scritto da: hiccup

            - Scritto da: Vault Dweller


            - Scritto da: hiccup







            Ora mi potresti cortesemente argomentare il



            perche' hai richiamato il mondo Enterprise?



            Altrimenti a post incompetenti si aggiungono


            post



            incompetenti e



            spocchiosi.





            Credo che sia lampante il motivo per cui è
            stato


            tirato in ballo il mondo enterprise, infatti


            c'era una comparazione inutile, OT, nonché


            indimostrabile tra fedora e ubuntu che
            terminava


            con "Di red hat linux ne farebbe a meno"; cosa


            tutt'altro che vera poiché in ambito
            enterprise


            "Red Hat Enterprise Linux" è un alias di

            "Sistema


            Linux", in quanto ad eccezione dei pochi che


            scelgono Novel il mondo enterprise linux è


            sinonimo di Red


            hat.



            [sarcasm mode on]

            mmm, credo che tu debba fare un source del file

            .alias nella tua home, altrimenti sembra che non

            venga caricato al login del tuo utente. Inulte

            usare .bashrc o .kshrc. Il luogo deputato e'

            piuttosto:

            .profile

            [sarcasm mode off]



            L'ovvieta' deve essere argomentata altrimenti a

            frasi vaghe si aggiungono riferimenti che di per

            se' (!!!) non servono a

            nulla.



            Evocare, perche' si evoca, il mondo Enterprise
            in

            posts relativi all'articolo (brevetti acquisiti

            da Red Hat) continua a sembrarmi vago e

            dogmatico.



            L' argomentare che Red Hat e' il sistema venduto

            piu' diffuso in ambito server enterprise
            c'entra

            qualcosa con una reazione stizzita su ambito

            brevetti?





            [sarcasm mode off]

            Ti faccio notare due cose: la prima, facilmente
            individuabile è che se al posto di on e off tu
            avessi scritto malloc e free avresti mandato il
            tuo post in Segmentation Fault; la seconda è che
            il thread dopo essere partito tramite fork dalla
            notizia principale si è progressivamente
            allontanata da essa grazie ad una repentina
            execl(distro-war distro-war); e di conseguenza
            pur essendo il commento di "Maxim0" OT rispetto
            alla notizia e al commento iniziale esso è
            perfettamente in linea con il commento
            precedente; al contrario il tuo commento,
            abbastanza arrogante a parer mio, pur essendo in
            tema con la notizia non lo è con il thread che
            avendo cabiato corso di esecuzione non è più in
            linea con la notizia
            stessa.(rotfl)Mi e' piaciuta!
          • Vault Dweller scrive:
            Re: Schifosi
            Risus abundat in ore stultorum..Comunque ti faccio un esempio, senti al tg una notizia di economia, inizi a discuterne con la tua famiglia, la quale sposta il focus del discorso sulla politica, ora tu prosegui la discussione o urli "Cosa zzo c'entra la politica con l'economia siete totalmente OT!!!"??
          • hiccup scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Vault Dweller
            Risus abundat in ore stultorum..
            Era simpatica. Tutto qui. Se il dirti che hai dato una buona risposta ti snerva...
            Comunque ti faccio un esempio,comunque cosa? Ho apprezzato la risposta e te lo ho comunicato.Cribbio se ridi e' perche' li prendi in giro, non perche' hanno risposto con arguzia.
            senti al tg una
            notizia di economia, inizi a discuterne con la
            tua famiglia, la quale sposta il focus del
            discorso sulla politica, ora tu prosegui la
            discussione o urli "Cosa zzo c'entra la politica
            con l'economia siete totalmente
            OT!!!"??Riporto il post a cui ho risposto:"Mi sembra che tra insulti e commenti di incompetenti, si puo' andare avanti...Usate windows che e' meglio. Del mondo Enterprise neanche sapete cos'e'..."Ho semplicemente reagito a quello che puoi leggere.PS: non confondere una subroutine con convenzioni da netiquette.
          • Maxim0 scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Vault Dweller
            - Scritto da: hiccup



            Ora mi potresti cortesemente argomentare il

            perche' hai richiamato il mondo Enterprise?

            Altrimenti a post incompetenti si aggiungono
            post

            incompetenti e

            spocchiosi.

            Credo che sia lampante il motivo per cui è stato
            tirato in ballo il mondo enterprise, infatti
            c'era una comparazione inutile, OT, nonché
            indimostrabile tra fedora e ubuntu che terminava
            con "Di red hat linux ne farebbe a meno"; cosa
            tutt'altro che vera poiché in ambito enterprise
            "Red Hat Enterprise Linux" è un alias di "Sistema
            Linux", in quanto ad eccezione dei pochi che
            scelgono Novel il mondo enterprise linux è
            sinonimo di Red
            hat.Hai rispoto per me e ti quoto.. Ma sai sono spocchioso...Eh hiccup BSD/Etc etc....???
          • hiccup scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Maxim0
            - Scritto da: Vault Dweller

            - Scritto da: hiccup





            Ora mi potresti cortesemente argomentare il


            perche' hai richiamato il mondo Enterprise?


            Altrimenti a post incompetenti si aggiungono

            post


            incompetenti e


            spocchiosi.



            Credo che sia lampante il motivo per cui è stato

            tirato in ballo il mondo enterprise, infatti

            c'era una comparazione inutile, OT, nonché

            indimostrabile tra fedora e ubuntu che terminava

            con "Di red hat linux ne farebbe a meno"; cosa

            tutt'altro che vera poiché in ambito enterprise

            "Red Hat Enterprise Linux" è un alias di
            "Sistema

            Linux", in quanto ad eccezione dei pochi che

            scelgono Novel il mondo enterprise linux è

            sinonimo di Red

            hat.

            Hai rispoto per me e ti quoto.. Ma sai sono
            spocchioso...Eh hiccup BSD/Etc
            etc....???Si sei spocchioso:risposta data a vega (e per cui capirai il perche' ho scritto sysadmin *nix):"Buco nell'acqua, stai parlando con un sistemista Linux, argomenta diversamente"
          • Maxim0 scrive:
            Re: Schifosi

            risposta data a vega (e per cui capirai il
            perche' ho scritto sysadmin
            *nix):E tu sei saccente.... (newbie)Ammazzati
          • hiccup scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Maxim0

            risposta data a vega (e per cui capirai il

            perche' ho scritto sysadmin

            *nix):
            quale parte di "ti stavo prendendo in giro con il tuo essere sysadmin linux" non ti e' chiaro?
            E tu sei saccente.... (newbie)


            AmmazzatiNon posso dire lo stesso a te. Sono mica in pieno acme.
          • KC scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Vault Dweller
            ad eccezione dei pochi che
            scelgono Novel il mondo enterprise linux è
            sinonimo di Red hat.what about Debian? (newbie)
Chiudi i commenti