App Store in Europa: Spotify accusa Apple di estorsione

App Store in Europa: Spotify accusa Apple di estorsione

Secondo Spotify, le modifiche annunciate da Apple per lo store in Europa sono una farsa e la nuova commissione di 0,50 euro è un'estorsione.
App Store in Europa: Spotify accusa Apple di estorsione
Secondo Spotify, le modifiche annunciate da Apple per lo store in Europa sono una farsa e la nuova commissione di 0,50 euro è un'estorsione.

Le prime critiche sulle modifiche annunciate da Apple sono arrivate da Tim Sweeney (CEO di Epic Games). Ieri sera è arrivata un’accusa ancora più netta da Spotify che sperava di poter evitare la commissione per ogni abbonamento sottoscritto dagli utenti. Secondo la software house svedese, la nuova tassa di 0,50 euro è un’estorsione.

Spotify: Apple non rispetta il DMA

Spotify ricorda che, quasi cinque anni fa, aveva chiesto l’intervento della Commissione europea contro Apple. La software house svedese sperava quindi che il Digital Markets Act (DMA) potesse mettere fine alle pratiche anticoncorrenziali dell’azienda di Cupertino. Invece non è cambiato nulla. Anzi, le modifiche per App Store in Europa confermano il monopolio di Apple nella distribuzione delle app.

Spotify afferma che le novità introdotte per lo store sono una farsa. Dato che la vecchia tassa non è più ammessa dal DMA, Apple ne ha creata una nuova che di fatto costringerà gli sviluppatori a non usare uno store alternativo. La Core Technology Fee prevede il pagamento di 0,50 euro per ogni primo download annuale effettuato da App Store e/o store alternativo, se il numero di installazioni supera un milione. Secondo la software house svedese, questa si chiama estorsione.

La nuova tassa deve essere pagata anche per ogni aggiornamento e per l’installazione dello store alternativo (che è un’app). Per gli sviluppatori che offrono solo contenuti gratuiti diventerà una spesa praticamente impossibile da sostenere, se l’app è molto popolare. Se ci sono acquisti in-app si deve aggiungere la commissione del 17% per l’uso di metodi di pagamento di terze parti.

In definitiva, Apple obbligherà gli sviluppatori ad utilizzare il suo store e il suo metodo di pagamento, rendendo praticamente inutile il Digital Markets Act.

Fonte: Spotify
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 27 gen 2024
Link copiato negli appunti