Apple apre il suo primo negozio

La Mela ha annunciato l'inaugurazione del suo primo punto vendita al dettaglio, probabilmente il primo di una catena che presto potrebbe toccare varie città americane. Come al solito Apple punta tutto sul proprio estro


Cupertino (USA) – Da mesi ormai si parlava di questa possibilità, e ieri Apple ha confermato le proprie intenzioni: aprire il suo primo negozio al dettaglio.

Si tratterà di uno spazio di circa un migliaio di metri quadrati sito in McLean, Virginia, con tutta probabilità il primo di una catena di negozi che, stando alle indiscrezioni, dovrebbero essere impiantati in alcune delle principali città americane, fra cui Atlanta, Chicago, Los Angeles, New York, ma anche in “piccoli” centri hi-tech come Palo Alto e Seattle.

In perfetto stile Apple, nessun dettaglio è stato fornito su questa nuova iniziativa: tutto ciò che si sa è che il 19 maggio si terrà la presentazione alla stampa a McLean, una città conosciuta soprattutto perché vi si trova la sede dell’ufficio centrale della CIA.

La strategia di Apple, che ricalca da vicino quella seguita da Gateway ed altri produttori di PC, è orientata a diffondere il marchio aziendale ed a promuovere i propri prodotti attraverso spazi commerciali originali, dove i clienti possano sentirsi a proprio agio e provare approfonditamente il prodotto.

E’ una strategia che, come fa notare qualcuno, espone Apple agli stessi rischi di un qualsiasi altro negozio, primo fra tutti la gestione delle scorte di magazzino, e potrebbe sfiduciare gli attuali rivenditori di Mac. Rischi che la casa della mela sembra comunque aver ben soppesato prima di imbarcarsi in tale avventura.

Pare del resto che Apple non intenda affatto cannibalizzare i propri fidi concessionari e non abbia in progetto di controllare la vendita di Mac al dettaglio: il suo obiettivo appare più teso a catturare l’attenzione di chi, fino ad oggi, avrebbe avuto pochi incentivi ad entrare in un tradizionale e anonimo punto vendita.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Fatevi gli interessi vostri e vivrete meglio ...
    Dopo 15 anni passati tra organizzazioni umanitarie a "giocare " al volontario in Zimbabwe, Etiopia, Ciad, Mozambico, Senegal, Costa D'avorio, Mali, ecc.. per contribuire a risolvere il problema della fame nel mondo, per condividere la povertà e la sofferenza degli altri.... e dopo, quando sono tornato a casa (in senso metaforico visto che non sono stato in grado di comprarmi una casa) ho trovato tutti i miei amici scout , dell'azione cattolica , della parrocchia, impegnati in cose più importanti... tutti presi a fare soldi ed a consolidare la loro situazione. A parte una generica (finta) approvazione sulla quale riflettere circa un decimo di secondo, ognuno torna alle proprie occupazioni. Al massimo ho trovate persone deluse e ripiegtae sulla famiglia e centralizzate sui figli.I partiti politici poi ... che chifo ! Rutelli lo conosco personalmente .... Il poverino (perchè lui non è ricco !) abita in una villa all'EUR in via dell'Umanesimo ... insommo una modesta dimora da 8 miliardi! Il laico Rutelli studia nel più esclusivo centro dei gesuiti (sempre all'EUR a Roma) il Massimiliano Massimo, frequenta la ricca e potente borghesia di questo quartiere di potere (a meno di 500 metri da lui : Forlani, Gava, Dalla Chiesa ..) si dimena e attraversa formazioni politiche e partiti contrapposti ... Si avvale della consulenza di ONG (per la cooperazione decentrata) che saccheggiano i progetti dei paesi in Via di Sviluppo; eppure LUI è leader .... di chi non si sa.Probabilmente ho sbagliato tutto! Maledetta chiesa cattolica che predica così e colà e poi ti lascia nell'idealismo più inutile.... intanto i preti il loro alloggio, vitto, pensione,e contributi, assistenza sanitaria, trasporti ecc... se li sono assicurati ! E' facile "fare il bene " quando hai tutto. E' più difficile credere alla provvidenza quando sei nella merda ! I poveri sono la nostra salvezza diceva qualcuno! Ed io ti dico sì è vero ! Solo che il motivo è un altro.... grazie ai poveri noi siamo ricchi. La fede e la speranza è tutto per i poveri. Perchè di fatto quando non hai altro e l'unica cosa che ti fa vivere. Perchè la disperazione prende il sopravento? Perchè dopo tante VERE difficoltà oggi no riesco ad affrontare queste banalità? Forse credeveo di essere il portavoce di qualcuno , di essere la lunga mano dii una società che voleva un mondo migliore.... e mi trovo solo il rapresentante di un ideale morto e inutile. E poi che dolore nel vedere che la tensione massima dei miei amici è volta all'acquisto di una bella casa da un miliardo o nel fare sempre e comunque il miglior affare. Forse e solo invidia ... perchè cdopo tanti anni e innumerevoli sacrifici (che all'epoca non mi pesavano) oggi non mi va più. Oggi mi sono imborghesito! Ma perchè io non ho il bel lavoro da tre milioni al mese dell'impiegato che va e torna tranquillo a casa ogni sera? Perchè mi trovo ad invidiare i mediocri? Forse Gesù aveva capito tutto! "vendi tutto quel che hai e seguimi" , quanto è difficile. E ancor difficile per me che non ho nulla , ma allora per coloro che hanno una buona posizione, una casa, un lavoro, un conto in banca .... la loro cultura, il loro equilibrio, la buona e sana razionalità .... in questo senso stanno peggio!Va bene non mi resta che la disperazione! Senza un lavoro, un futuro, con una famiglia a carico e gli ideali infranti... dove potrò andare? cosa farò?
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatevi gli interessi vostri e vivrete meglio ...
      - Scritto da: Tommaso
      Dopo 15 anni passati tra organizzazioni
      umanitarie a "giocare " al volontario in
      Zimbabwe, Etiopia, Ciad, Mozambico, Senegal,
      Costa D'avorio, Mali, ecc.. per contribuire]zac[
      Senza un lavoro, un futuro, con una famiglia
      a carico e gli ideali infranti... dove potrò
      andare? cosa farò?Farai come tutti, si raccolgono i cocci, e avanti.Tutti abbiamo una bella sporta di ideali sfracellati, di voglia di cambiare dissolta nel nulla (mi pari che la chiamino maturazione).Almeno tu hai ci hai provato, hai un passato da ricordare e da cui attingere per trovare nuove strade, persone che ti ricordano con affetto e non con invidia o timore.Trovare delle nuove motivazioni e' difficile, ma mi pare che avere una famiglia sia gia' una motivazione.Tanti auguri.Salve Dbg
  • Anonimo scrive:
    Come si campa male!
    Bene.....andiamo proprio bene....ed ora con che binocolo o microscopio ci vengono a spulciare le pulci in mezzo ai "peli dei corbelli" ??Allora attenzione....chissa mai che non si usi una parola od una frase che poi diventi qualche stracazzo di marchio...noi, per contro, perchè non boicottiamo sti marchi del cavolo ?....
  • Anonimo scrive:
    bah
    ma che pensano di fare....ahahah
  • Anonimo scrive:
    E la banda ?

    il software è in grado di analizzare miliardi di pagine Web in tempo realeLa banda ke sprekano mika la pagano loro...
  • Anonimo scrive:
    ma i cazzi vostri no eh?
    se pubblico una mia foto con una lattina di coca-cola in mano mi chiudono il sito?bah..
    • Anonimo scrive:
      Re: ma i cazzi vostri no eh?
      - Scritto da: Ombra
      se pubblico una mia foto con una lattina di
      coca-cola in mano mi chiudono il sito?
      bah..Ah! Ah! sei un grandeee! ma le studi alla notte 'ste battute? :))Cmq mi piacerebbe sapere quali sono i criteri di ricerca nel web... secondo me è una cagata!
      • Anonimo scrive:
        Re: ma i cazzi vostri no eh?
        - Scritto da: 110%


        - Scritto da: Ombra

        se pubblico una mia foto con una lattina
        di

        coca-cola in mano mi chiudono il sito?

        bah..


        Ah! Ah! sei un grandeee! ma le studi alla
        notte 'ste battute? :))


        Cmq mi piacerebbe sapere quali sono i
        criteri di ricerca nel web... secondo me è
        una cagata!Anche secondo me
Chiudi i commenti