Apple assume per il machine learning

Indiscrezioni di stampa parlano di una Cupertino indaffarata a cercare nuove, brillanti menti esperte nello sviluppo di algoritmi intelligenti, una branca in cui i professionisti sono ambiti

Roma – Presto gli utenti di iOS saranno assistiti in tutte le loro esigenze, anticipati da algoritmi “intelligenti” delle future versioni del sistema operativo mobile di Apple: la realizzazione di quello che potrebbe essere un sogno per certi adepti della Mela passa per l’assunzione di “almeno” 86 esperti specializzati nell’ambito del machine learning , dicono le indiscrezioni , un settore tecnologico ad alto livello di specializzazione caratterizzato da una concorrenza senza tregua fra i potenziali datori di lavoro.

La ricerca in materia di algoritmi di apprendimento interessa oramai tutti i grandi nomi dell’IT, dalla solita Google a Twitter , passando per Amazon , Microsoft e tanti altri ancora, e tutte le corporation sono convinte della necessità di “aumentare” l’intelligenza di app, software e servizi a beneficio di utenti sempre più eterodiretti agevolati nella gestione di appuntamenti, le potenziali relazioni interpersonali (lavorative e non) e tutto quanto.

Già con iOS 9, la nuova release dell’OS mobile in arrivo questo autunno, Apple dovrebbe cominciare a fornire funzionalità “predittive” nelle app integrate con suggerimenti sui contatti per le email, i giochi (a casa) e le app professionali (al lavoro) da scaricare e la playlist da suonare in auto tramite collegamento Bluetooth con l’iPhone.

Diversamente da un’azienda che fa i soldi con l’advertising come Google, Apple auspica di applicare la lezione del machine learning ai dati degli utenti senza tracciare le loro abitudini per scopi diversi da quelli della personalizzazione: iOS sarà in grado di fornire suggerimenti utili senza per questo cominciare a leggere il testo dei messaggi e delle email spedite da gadget mobile, augurabilmente, e per farlo a Cupertino avranno bisogno di “data scientist” che tengano a cuore la privacy oltre all’accesso alle informazioni sensibili e personali.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • m3rlino scrive:
    Differenza
    Buongiorno,Wind: 7000 dipendentiTelecom Italia: 52000 dipendentiSe si rompe qualcosa in centrale arriva sempre il solito padroncino in sub-sub-appalto a ripararla.Si capisce dove sta la differenza?
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: Differenza
      - Scritto da: m3rlino
      Buongiorno,

      Wind: 7000 dipendenti
      Telecom Italia: 52000 dipendenti

      Se si rompe qualcosa in centrale arriva sempre il
      solito padroncino in sub-sub-appalto a
      ripararla.

      Si capisce dove sta la differenza?no. Spiega. Anche perchè la già wind (ora tre) non mi pare navigare in un mare dorato.
      • m3rlino scrive:
        Re: Differenza

        no. Spiega. Anche perchè la già wind (ora tre)
        non mi pare navigare in un mare
        dorato.Da wikipedia:WindFatturato Green Arrow Up.svg 4.633 milioni di [1] (2014)Risultato operativo Green Arrow Up.svg 573 milioni di [1] (2014)Dipendenti 6.865[2] (2015)Fatturato per dipendente 674872 euroTelecomFatturato Green Arrow Up.svg 21,57 miliardi di [1] (2014)Utile netto Green Arrow Up.svg 1,35 miliardi di [1] (2014)Dipendenti 66.025 (52.882 in Italia) Fatturato per dipendente 326000 euroQuindi come già dici wind con quello che ricava non naviga nell'oro, figuriamoci telecom che ricava la metà per dipendente.Telecom avrebbe delle infrastrutture e il quasi monopolio sulla rete, se lavorasse abbastanza normalmente (con tariffe normali) potrebbe avere dei risultati migliori, sfortunatamente sappiamo tutti come ha trattato i suoi clienti questa compagnia.
    • Nautico scrive:
      Re: Differenza
      Mah a me pare che dici XXXXXXX e basta: fermati ad un angolo di strada per un giorno e conta quanti pandini rossi TIM passano e quanti della Wind, poi riapri la bocca.
      • m3rlino scrive:
        Re: Differenza
        Ok riapro la bocca e le dico, bisogna anche capire dove vanno quei pandini oppure se girano a caso o per questioni private. Ovviamente il dolo di pochi non ha a che vedere con la correttezza della società, ma non è un dato indicativo del sucXXXXX o meno di una società.A presto
  • Mario scrive:
    una volta
    una volta le aziende facevano corsi interni per far crescere i dipendenti, si iniziava come fattorino e si finiva anche come dirigente.Adesso li vogliono già da subito tutti "imparati".
    • Rantolo scrive:
      Re: una volta
      Già, e max 24 anni con laurea e master all'estero, e 2 (meglio 3) anni di esperienza nel settore, ovviamente per 900 euro mensili di cui 250 pagati con buoni pasto.
    • yrknlh scrive:
      Re: una volta
      - Scritto da: Mario
      una volta le aziende facevano corsi interni per
      far crescere i dipendenti, si iniziava come
      fattorino e si finiva anche come
      dirigente.
      Adesso li vogliono già da subito tutti "imparati".No. Non è cambiato niente. C'è sempre il ristretto gruppo di raccomandati che ha acXXXXX ai corsi interni e ha possibilità di crescere.Poi ci sono gli altri. Gli altri un tempo provenivano dalle body rentals e aziendine di consulenza, oppure gli altri ad un certo punto finivano nel ramo d'azienda da cedere in blocco. Ora le possibilità aumentano, ma l'andazzo è sempre quello.
  • Esprit scrive:
    Ma...
    il renzino "giobat" non doveva essere la panacea di tutti i mail e creare miliardi di posti di lavoro ?
Chiudi i commenti