Apple, astronave per 12mila impiegati

Svelato il campus futuristico progettato a Cupertino. Lo ha mostrato Steve Jobs in persona al consiglio comunale della città che ospita da sempre la Mela

Roma – Dopo il suo ritorno tra gli applausi alla Worldwide Developers Conference , Steve Jobs ha presentato al consiglio comunale di Cupertino il progetto per un nuovo edificio Apple: una costruzione circolare, tutta in vetro, per ospitare 12mila impiegati.


Che Apple volesse allargarsi a Cupertino era noto: a novembre aveva acquistato per 300 milioni di dollari circa 98 ettari di terreno una volta occupato da HP, nel frattempo trasferitasi a Palo Alto.

Già adesso, ha detto Jobs parlando agli uomini del comune, Apple ha 12mila impiegati a Cupertino, ma per ospitarli e far fronte così alla sua espansione ha finora dovuto affittare uffici e palazzi sparsi per la città.

Grazie al terreno acquistato da HP, che per Jobs ha anche un valore affettivo dal momento che lì hanno lavorato i suoi idoli d’infanzia, i fondatori di HP Bill Hewlett e Daver Packar, e lui stesso per un’estate, Apple intende creare un nuovo palazzo che a giudicare dal progetto sembra pensato per essere costruito su Pandora o comunque nel futuro, tanto che uno dei consiglieri comunali ha parlato di “atterraggio della nave base a Cupertino”.

Si tratta di un ambiente ad anello circolare costruito interamente in vetro curvo e metallo per garantire la massima superficie possibile di visibilità e luminosità. Occuperà uno spazio totale di 288mila metri quadrati circa. All’interno avrà un auditorium, un fitness center, una struttura separata per la ricerca e lo sviluppo.

Sarà circondato e avrà al centro alberi, tanto che Apple promette di aumentare il numero di piante nella proprietà da 3.700 a 6mila.

<img src="http://www.punto-
informatico.it/punto/20110608/Clampus.jpg” ALT=”usb” title=”Apple, astronave da 12mila impiegati”>

Inoltre, Apple dice di voler rendere l’edificio energeticamente indipendente (grazie ai gas naturali e ad altre fonti di energia più pulite) e di attaccarsi alla rete elettrica di Cupertino solo con l’intenzione di usarla come sistema di sicurezza.

Secondo le intenzioni di Apple i lavori dovrebbe iniziare entro il prossimo anno per vedere l’astronave-edificio inaugurato nel 2015.

Claudio Tamburrino

Fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pinco pallino scrive:
    ma chiamarle *TENSIONI* è troppo?
    E' troppo intelligente usare i termini tecnici tensione e corrente invece di "voltaggio" e "amperaggio"?Ma cavolo, questo è pure un giornale registrato con dei giornalisti veri!Potrei capire per un blog ma qui si esagera, avete un minimo di responsabilità nella diffusione della cultura in questo paese.
  • All scrive:
    Nuovo paradigma di calcolo
    Ma nessuno si dà da fare per sviluppare il calcolo quantistico??[yt]oO0aEXdPfN8[/yt][yt]Bc3Wj2bhhNo[/yt]Le basi teoriche ci sono già, servono un po' di soldini da investire (rotfl)
  • mario scrive:
    preferisco una nuova tecnologia
    Invece di star li a grattare il fondo del barile, perchè ormai di fondo si tratta, preferisco che si vada su altre tecnologie che daranno sicuramente ottimi risultat(spero) e vantaggi che ora neanche conosciamo.Con la nuova tecnologia si avranno maggior impaccamento minori consumi e proXXXXXri sempre più potenti e veloci, basta con il vecchiume cmos ormai ha alle spalle anni di onorato ma comunque anni di sviluppo
    • gerlos scrive:
      Re: preferisco una nuova tecnologia
      - Scritto da: mario
      Invece di star li a grattare il fondo del barile,
      perchè ormai di fondo si tratta, preferisco che
      si vada su altre tecnologie che daranno
      sicuramente ottimi risultat(spero) e vantaggi che
      ora neanche
      conosciamo.Piuttosto io direi: invece di inseguire proXXXXXri e hardware sempre più veloci, sarebbe anche ora di ottimizzare il software, in modo che richieda meno risorse, quindi meno energia, ad esempio.Non è assurdo che, insieme all'aumento delle prestazioni dell'hardware siano aumentate anche le risorse necessarie per fare le stesse operazioni che facevano sistemi operativi di quindici anni fa? (penso ad esempio alla gestione dei file)
      • pippO scrive:
        Re: preferisco una nuova tecnologia
        - Scritto da: gerlos
        Piuttosto io direi: invece di inseguire
        proXXXXXri e hardware sempre più veloci, sarebbe
        anche ora di ottimizzare il software, in modo che
        richieda meno risorse, quindi meno energia, ad
        esempio.
        Come non essere d'accordo?
        Non è assurdo che, insieme all'aumento delle
        prestazioni dell'hardware siano aumentate anche
        le risorse necessarie per fare le stesse
        operazioni che facevano sistemi operativi di
        quindici anni fa? (penso ad esempio alla gestione
        dei
        file)Già, già...
      • deactive scrive:
        Re: preferisco una nuova tecnologia
        - Scritto da: gerlos
        - Scritto da: mario

        Invece di star li a grattare il fondo del
        barile,

        perchè ormai di fondo si tratta, preferisco che

        si vada su altre tecnologie che daranno

        sicuramente ottimi risultat(spero) e vantaggi
        che

        ora neanche

        conosciamo.

        Piuttosto io direi: invece di inseguire
        proXXXXXri e hardware sempre più veloci, sarebbe
        anche ora di ottimizzare il software, in modo che
        richieda meno risorse, quindi meno energia, ad
        esempio.

        Non è assurdo che, insieme all'aumento delle
        prestazioni dell'hardware siano aumentate anche
        le risorse necessarie per fare le stesse
        operazioni che facevano sistemi operativi di
        quindici anni fa? (penso ad esempio alla gestione
        dei
        file)ti stra-quoto
    • 1xor1 scrive:
      Re: preferisco una nuova tecnologia
      - Scritto da: mario
      ... tecnologie che daranno
      sicuramente ottimi risultat(spero) e vantaggi che
      ora neanche
      conosciamo.
      ...Francamente è contraddittorio e abbastanza ridicolo quello che dici.Se speri non sei sicuro e viceversa.Inoltre anche questa è una nuova tecnologia ed è possibile che possa essere impiegata con le altre moltiplicando il vantaggio.
  • pippO scrive:
    e quindi?
    Niente vieta ad intel di comprarsi la licenza, applicarla ai suoi transistor 3d e moltiplicare il suo vantaggio.
    • Valeren scrive:
      Re: e quindi?
      Il discorso non è quello.Per passare ai chip 3D devi cambiare l'architettura e ricontrollare lo sviluppo.E non è detto che siano immediatamente compatibili.Questo sistema è direttamente integrabile ai chip attuali, quindi con un intervento minimo hai già provveduto a far risparmiare batteria.
      • pippO scrive:
        Re: e quindi?
        - Scritto da: Valeren
        Il discorso non è quello.
        Per passare ai chip 3D devi cambiare
        l'architettura e ricontrollare lo
        sviluppo.
        E non è detto che siano immediatamente
        compatibili.

        Questo sistema è direttamente integrabile ai chip
        attuali, quindi con un intervento minimo hai già
        provveduto a far risparmiare
        batteria.Lo so, ma viene proposto come alternativa ai 3d di intel, quando niente vieta di usare ENTRAMBE le tecnologie, e a quel punto chi la ferma più intel?
        • Sky scrive:
          Re: e quindi?
          "niente vieta" nel senso che sai già che le due cose possono essere utilizzate assieme ?Traduz.: nei sistemi fisici non è sempre possibile fare 1+1=2.Ma anche in quelli digitali, se ci si pensa.Una rapida dimostrazione: provate a prendere un file, qualsiasi file, e comprimetelo. Poi prendete il file compresso e ricomprimetelo : se vi va molto bene otterrete un file "bi-compresso" solo di poco più grande del file compresso la prima volta.Questo per dire che "non tutto è accodabile/assemblabile" per ottenere un risultato che è il "prodotto" delle due tecnologie.
          • pippO scrive:
            Re: e quindi?
            - Scritto da: Sky
            "niente vieta" nel senso che sai già che le due
            cose possono essere utilizzate
            assieme ?Se lo sapessi, sarei alla intel ;)
          • Sky scrive:
            Re: e quindi?
            Capisco... molto più facile venire a scrivere qui eh?..
          • pippO scrive:
            Re: e quindi?
            - Scritto da: Sky
            Capisco... molto più facile venire a scrivere qui
            eh?..in ogni caso non lo racconterei al primo passante su pi, no?
          • Sky scrive:
            Re: e quindi?
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: Sky

            Capisco... molto più facile venire a scrivere
            qui

            eh?..
            in ogni caso non lo racconterei al primo passante
            su pi,
            no?Chiedo scusa per aver dubitato, senza conoscerti, delle tue nozioni tecniche.
          • pippO scrive:
            Re: e quindi?
            - Scritto da: Sky
            - Scritto da: pippO

            - Scritto da: Sky


            Capisco... molto più facile venire a scrivere

            qui


            eh?..

            in ogni caso non lo racconterei al primo
            passante

            su pi,

            no?
            Chiedo scusa per aver dubitato, senza conoscerti,
            delle tue nozioni
            tecniche.per stavolta passi ;)
Chiudi i commenti