Apple, brevetti contro iTunes?

Nuova denuncia per violazione di proprietà intellettuale legata alla distribuzione di contenuti digitali. Proviene da un'azienda che contesta brevetti del 1993 e che ha già perso contro Samsung
Nuova denuncia per violazione di proprietà intellettuale legata alla distribuzione di contenuti digitali. Proviene da un'azienda che contesta brevetti del 1993 e che ha già perso contro Samsung

Dopo le tecnologie legate agli standard di connessione , alle anteprime delle immagini scattate attraverso dispositivi mobile, al design dei dispositivi , al sistema di sblocco e all’interfaccia utente, sul fronte della proprietà intellettuale degli smartphone si affaccia un nuovo fronte di dibattimento: Apple è stata denunciata per la violazione di un titolo che rivendica la tecnologia alla base della distribuzione di contenuti digitali .

A ricorrere alla Corte Distrettuale della Columbia è stavolta l’azienda Trans Video Electronics (TVE), che contesta a Cupertino la violazione dei brevetti numero 5,991,801 e 5,594,936 : entrambi depositati nel 1993, coprirebbero, secondo l’accusa , le tecnologie per la condivisione dei video digitali impiegate in Apple TV, iTunes Store, iPad, iPhone e iPod Touch.

Nel dettaglio, sembra descrivere una tecnologia per la diffusione di video-on-demand.

TVE, in passato, si è vista respingere un’accusa mossa nei confronti di Samsung. Da Apple dice ora di aver subito danni irreparabili per cui chiede la compensazione.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti