Apple, i nuovi iMac

Processori quad-core, nuova grafica e tecnologia I/O Thunderbolt. Niente di inaspettato sul form factor, mentre arrivano le tanto sospirate CPU Sandy Bridge

Roma – Apple ha annunciato oggi la nuova linea di iMac . Le principali novità sono relative ai processori, alla scheda grafica e alla tecnologia Thunderbolt.

I nuovi iMac sono dotati dei processori Intel Core i5 (o, su richiesta, i7) quad-core, con un mimino di 6MB di cache L3. Il processore grafico è un AMD Radeon HD 6750M con 512MB di memoria GDDR5 per il modello base da 21,5 pollici, mentre per i modelli intermedi (compreso quello da 27 pollici) c’è un 6770M con la stessa quantità di memoria. Sul modello di punta da 27 pollici, quello con Core i5 quad-core a 3,1GHz, c’è invece un Radeon HD 6970M con 1GB di memoria GDDR5 (opzionale un modello da 2GB).

I tagli degli hard disk vanno da 500GB a 1 terabyte, opzionali 2TB o una seconda unità (anche SSD, fino a 256GB).

Introdotta poi, come nei Macbook, la tecnologia Thunderbolt sviluppata da Intel che permette di collegare periferiche ad alta prestazione ad un’unica porta con una velocità promessa di 20 volte superiore a quella delle connessioni USB 2.0, 12 volte una FireWire 800: una la connessione disponibile sul 21 pollici, due sul 27. Restano comunque a bordo le 4 porte USB 2.0 di ordinanza, 1 Firewire, 1 Ethernet Gigabit e ingresso/uscita audio. Trova inoltre spazio la nuova videocamera FaceTime HD.

La struttura rimane in vetro e alluminio, il display IPS retroilluminato LED ad alta risoluzione. Il prezzo rimane sulla soglia Apple: il tutto a partire da 1.149 euro comprensivo di Magic Mouse o Magic Trackpad . Il 27 pollici di fascia alta parte da 1.899 euro, ma può costare fino a 3.500 euro se accessoriato al massimo.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Debra Tano scrive:
    Andrea!
    Avete citato tutti, ma non il bravissimo cantante dei The Elctric Diorama, Andrea Poggioli!!
  • Seguitore scrive:
    Bravi!
    Bravi, bravi davvero!Ovviamente va considerato che si tratta per la maggior parte di attori fai da te e "hobbysti", però quello che esce fuori, a mio parere, supera in qualità molte cose che vedo in TV (realizzate chiaramente con altro budget e altro numero di persone) anche, ma non solo, per quanto riguarda la recitazione.
    • me medesimo scrive:
      Re: Bravi!
      Ho visto le prime due puntate, non sto nella pelle per vedere la terza.Ci si vede un sacco di cose dentro: Lost e Matrix sono le prime che mi vengono in menteTutto molto bello, sceneggiatura, fotografia, attori, musica. Wow! Bravi!
    • mura scrive:
      Re: Bravi!
      - Scritto da: Seguitore
      Bravi, bravi davvero!
      Ovviamente va considerato che si tratta per la
      maggior parte di attori fai da te e "hobbysti",
      però quello che esce fuori, a mio parere, supera
      in qualità molte cose che vedo in TV (realizzate
      chiaramente con altro budget e altro numero di
      persone) anche, ma non solo, per quanto riguarda
      la recitazione.Quoto in pieno veramente bravi ed un risultato pregevole per una webserie con un budget da studenti universitari. Unica nota negativa secondo me è la trama troppo ripresa da serie anche recenti misfits in primis (tra l'altro citata nel secondo episodio).
    • ephestione scrive:
      Re: Bravi!
      Già, non facciamo nomi, solo titoli: "Un medico in famiglia".Non l'ho citato per nessun motivo in particolare, se non che una sera mi trovavo come ospite altrui a cena, e io che non guardo mai la televisione, sono stato costretto ad "assistere" ad una puntata di detta serie :'(Questa serie, di cui in occasione dell'ultimo articolo su PI ho guardato un episodio, è pura arte in confronto.Ce l'ho in certa misura con i "personaggi" che partecipano al progetto, siccome dopo aver visto per caso qualche loro video su yt li considero fanc***isti biblici, ma se non altro lo fanno senza sperperare soldi pubblici, senza far male a nessuno, e riusciendo a reclutare molti altri fanc***isti come spettatori.
Chiudi i commenti