Apple presenta il nuovo MacBook Pro con CPU 8-core

Debutto ufficiale per il nuovo MacBook Pro di Apple, da 13 e 15 pollici: sotto la scocca una CPU 8-core che garantisce prestazioni migliorate.

New entry nel catalogo laptop della mela morsicata: arriva il MacBook Pro in versione 2019. È il primo della gamma che Apple propone con un processore 8-core, il che si traduce in un incremento prestazionale pari al 100% rispetto alle configurazioni 4-core e al 40% se confrontate con quelle 6-core.

Il nuovo MacBook Pro

Disponibile con schermo da 13 o 15 pollici (Retina, 500 nit di luminosità), il computer offre velocità Turbo Boost che arrivano a 5 GHz e la ormai ben nota Touch Bar per l’interazione rapida con software e contenuti. A completare la dotazione unità SSD per lo storage fino a 512 GB, RAM da 8 a 16 GB, scheda video Intel Iris Plus Graphics 655, Radeon Pro 555X o Radeon Pro 560X, chip T2 Security per la protezione dei dati, porte Thunderbolt 3 e una batteria con autonomia dichiarata sufficiente per coprire un’intera giornata di utilizzo. Il sistema operativo preinstallato è ovviamente macOS Mojave, ma non appena disponibile la release 10.15 sarà possibile installarla mediante aggiornamento. Queste le parole di Tom Boger, Senior Director Mac Product Marketing.

Dagli studenti universitari agli sviluppatori, fino ai video editor, rimaniamo sempre più stupiti dalle grandi cose che i nostri clienti riescono a fare con il MacBook Pro. E ora, grazie ai processori 8-core che offrono un incremento notevole delle prestazioni, lo splendido display Retina, l’archiviazione veloce, la batteria che dura tutto il giorno e il sistema operativo macOS, MacBook Pro si riconferma il miglior notebook pro al mondo; non vediamo l’ora di scoprire quali altri incredibili progetti realizzeranno i nostri clienti.

MacBook Pro (2019): i prezzi

Già in vendita anche in Italia, i nuovi MacBook Pro sono disponibili con prezzi a partire da 2.099 euro per il modello da 13 pollici e da 2.899 euro per quello più grande da 15 pollici, nelle colorazioni Argento e Grigio Siderale. Rimane comunque per il momento acquistabile anche la versione precedente del modello da 13 pollici, con un esborso economico da 1.549 euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DumahBrazorf scrive:
    "È il primo della gamma che Apple propone con un processore 8-core, il che si traduce in un incremento prestazionale pari al 100% rispetto alle configurazioni 4-core e al 40% se confrontate con quelle 6-core." Questa panzana arriva dalla cartella stampa Apple?
    • Piego Angela scrive:
      Io ho una Ryzen 5 1600 che, sulla carta sarebbe meno prestazionale di una Intel "pari" livello. Queste, come quella che, appunto riporti tu, sono solo quisquiglie. A seconda del OS, l'hw lavora. Tempo fa mi ero messo a voler compilare su Windows10Pro1809 e: - 10GB di VisualStudio - non ho concluso niente. E poi di bello le Ryzen hanno che spalmano su tutti i core i lavori. Ok, 92w di TDP, e quindi? Sul mio "vetusto" Mint Tessa, con minigw non ci ho messo niente. Tra l'altro, si ha disposizione dell'opzione "-j[n]", cosa che su VisualStudio non ho visto per fare più lavori contemporaneamente (vero multitasking perchè su Win il multitasking se lo fa lui per conto suo per le cassatine sue). E poi... ma tutta quella pappaglia di roba per compilare qualcosa già scritto da altri? 18milioni di librerie per un programmino scemo e metterci i secoli. Quindi, avojia a processori con n-mila core se il OS di turno è "idiota" o se non è tuo (pur pagandolo fior fior di millanti d'eurini)...!
Fonte: Apple
Chiudi i commenti