Apple vs Qualcomm: si va in tribunale

Nessun accordo tra Apple e Qualcomm: le due società difenderanno le loro posizioni di fronte al giudice, in un processo che prenderà il via in aprile.

Non ci sarà alcun accordo tra Apple e Qualcomm, al contrario di quanto lasciato intendere nei giorni scorsi in un’intervista rilasciata a CNBC da Steve Mollenkopf, numero uno del chipmaker. Le due aziende si troveranno una di fronte all’altra in tribunale, a partire dal 15 aprile 2019. È questa la data scelta dal giudice Gonzalo Curiel per l’avvio del dibattimento.

Apple vs Qualcomm in tribunale

Sul piatto diverse questioni: il gruppo di Cupertino sostiene di aver dovuto far fronte a spese extra e troppo elevate per ogni dispositivo commercializzato a marchio iPhone con all’interno componenti hardware prodotte da Qualcomm. L’azienda di San Diego invece, dal canto suo, accusa la mela morsicata di aver indebitamente reso noto al concorrente Intel alcuni segreti industriali. Insomma, temi delicati, con la decisione del giudice che potrebbe andare a disegnare nuovi equilibri di mercato, soprattutto in considerazione dell’importanza del periodo che il mondo hi-tech si appresta ad attraversare, con la transizione verso l’era del 5G (il primo iPhone compatibile arriverà nel 2020).

Sebbene Qualcomm abbia parlato fino all’ultimo della possibilità di giungere a un accordo, le ultime informazioni riportano una totale chiusura da parte di Apple, con l’interruzione delle trattative che risalirebbe ormai ad alcuni mesi fa. Si tornerà a discuterne in primavera. Respinta dal giudice la richiesta, formulata da Qualcomm, di avviare il processo nel mese di febbraio, ipotesi scartata poiché ritenuta non compatibile con lo svolgimento delle altre cause in programma.

Nuovi equilibri nell’era del 5G

Come già detto, la decisione finale del giudice risulterà importante per l’evoluzione dei rapporti che legano due delle più importanti realtà del mondo hi-tech: da una parte l’azienda con il valore di capitalizzazione più alto al mondo, dall’altra un produttore di componentistica che sta puntando forte sulla fornitura di hardware per i network mobile di prossima generazione. A questo proposito, nella stessa intervista citata in apertura, Mollenkopf ha ribadito l’intenzione di continuare a collaborare con Apple per i chip dedicati al 5G che verranno installati sui dispositivi, ma il gruppo di Tim Cook pare sempre più vicino al concorrente Intel.

Fonte: 9to5Mac

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti