Apple sostituirà i MacBook difettosi

La Mela ammette l'esistenza di alcuni difetti di fabbrica nei MacBook e nei MacBook Pro. I modelli che stingono o producono ronzii insoliti verranno sostituiti solo se in garanzia speciale o acquistati negli ultimi 90 giorni

Roma – Il MacBook nuovo di pacca stinge oppure emette suoni sospetti ? Niente paura, perché Apple lo sostituirà con un modello privo di questi problemi. L’azienda di Steve Jobs ha infatti riconosciuto ufficialmente l’esistenza di difetti di fabbrica nella gamma di prodotti MacBook e MacBook Pro con schermo da 13 e 15 pollici.

La campagna d’informazione lanciata da alcuni consumatori indignati, battezzata StainedBook , sembra aver costretto la Mela a fare i conti con il problema. Secondo AppleInsider , Apple avrebbe rilasciato una circolare a tutti i partner commerciali: “Alcuni MacBook di colore bianco sono suscettibili di cambiamenti di colore sulle plastiche”, dice il testo della nota ufficiale, “pertanto Apple si presta alla sostituzione dei modelli difettosi secondo i termini di garanzia del prodotto”.

Unica nota dolente del caso: Apple sostituirà i MacBook difettosi soltanto se il cliente è affiliato al programma AppleCare di garanzia limitata ad un anno , oppure se il laptop è stato comprato da meno di 90 giorni. Per identificare i modelli MacBook afflitti dal problema del discoloramento basta controllare il numero di serie del computer, si legge su AppleInsider.

I modelli marchiati con un numero tra 4H617XXXXXXXX e 4H627XXXXXXXX sono potenzialmente esposti a questo tipo di difetto, che porta le plastiche del laptop a cambiare colore: molti utenti in tutto il mondo hanno infatti riportato l’apparizione di macchie gialle, arancioni e marroni esattamente sulla zona “poggiapolso” dello chassis. Il difetto legato all’emissione di rumori sospetti , molto più raro e limitato ai modelli MacBook Pro, sarebbe dovuto ad un problema nell’impianto di raffreddamento della CPU dual core Intel equipaggiata.

Sembra comunque che i problemi di fabbrica di MacBook non finiscano qui: negli ultimi tempi, come si legge su Wired , un utente olandese ha visto la presa d’alimentazione MagSafe andare in fiamme . Non è ancora chiaro se sia già accaduto altrove. Apple ha comunque sostituito il portatile senza problemi, anche se ha richiesto la rimozione delle immagini che documentano l’incidente da Flickr .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Forse perchè l'India produce questo:
    http://www.amidasimputer.com/[img]http://www.amidasimputer.com/tour/amida_simple.jpg[/img][img]http://www.amidasimputer.com/gallery/amida_housewife_khatha.jpg[/img]che se ne fanno di un (pursempre fantastico!) pc per poveri, quando hanno un progetto simile (appena lanciato sul mercato interno, tra l'altro)?e poi bisogna ricordarsi che l'India sarà tra pochi anni una delle prossime superpotenze mondiali (alla facciazza nostra e di tutte le nostre industrielle da 2 soldi a innovazione==zero) e che sono sempre stati molto indipendenti (se la sono presa, la libertà, e non con la violenza ma con la disubbidienza civile)...grande(anche di numero) popolo, gli Indi!quindi...è meglio che il pc da 140$ inizino ad inviarlo qui nei paesi nextpoveri......e io mi piglio pure un'amida....(amiga)
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse perchè l'India produce questo:
      l'italia è la settima potenza industriale . -.-
    • Anonimo scrive:
      E che cacchio gira su quei cosi

      ...e io mi piglio pure un'amida....E che cacchio ci gira su quegli affari il wordbench?
      • Ataru73 scrive:
        Re: E che cacchio gira su quei cosi
        - Scritto da:

        ...e io mi piglio pure un'amida....

        E che cacchio ci gira su quegli affari il
        wordbench?No, linux.Personalmente però non ho molta simpatia per i palmari... tutti quelli che ho visto ed usato un po' erano molto "trendy" ed accattivanti (soprattutto il Nolkia 770, fantastico il display) ma, lato pratico, non è che si potesse fare molto...
      • Anonimo scrive:
        Amida
        - Scritto da:

        ...e io mi piglio pure un'amida....

        E che cacchio ci gira su quegli affari il
        wordbench?magari (amiga)(amiga)(amiga)(amiga) e se era una battuta ti è venuta male:questi sono gli ultimi scrshot amiga: [img]http://members.chello.at/bergmann.martin/amiga/screenshot.jpg[/img][img]http://www.amiga.org/modules/myalbum/photos/2557.jpg[/img][img]http://www.amiga.org/modules/myalbum/photos/2553.jpg[/img]bellissimo. Cmq sul'amida trovi questo:http://www.amidasimputer.com/features/e queste le specifiche:http://www.amidasimputer.com/specs/mmm....Linux Kernel 2.4.18+X Windows....
        • Ataru73 scrive:
          Re: Amida
          (amiga)
        • Anonimo scrive:
          Re: Amida
          - Scritto da:
          - Scritto da:


          ...e io mi piglio pure un'amida....



          E che cacchio ci gira su quegli affari il

          wordbench?

          magari (amiga)(amiga)(amiga)(amiga)
          e se era una battuta ti è venuta male:
          questi sono gli ultimi scrshot amiga:
          [img]http://members.chello.at/bergmann.martin/amig
          [img]http://www.amiga.org/modules/myalbum/photos/2
          [img]http://www.amiga.org/modules/myalbum/photos/2

          bellissimo.

          Cmq sul'amida trovi questo:
          http://www.amidasimputer.com/features/
          e queste le specifiche:
          http://www.amidasimputer.com/specs/

          mmm....Linux Kernel 2.4.18+X Windows....Mah niente di che tutte robe che con samurize si fanno in una decina di minuti senza spreco eccessivo di cpu. E non è una schifezza come object desktop.
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse perchè l'India produce questo:
      - Scritto da:
      http://www.amidasimputer.com/
      [img]http://www.amidasimputer.com/tour/amida_simpl
      [img]http://www.amidasimputer.com/gallery/amida_ho
      Qualcuno sa quanto costa ?Ho un amico che va in india tra una settimana.
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: Forse perchè l'India produce questo:
      Occhio alla propaganda ingannevole.Quella foto di una signora indiana la cui principale occupazione nella vita pare sia osservare estasiata lo schermo dell'Amida... Non vogliamo mica credere che rappresenti la casalinga media del subcontinente, eh? :)Hanno una marea di poveri, come ce ne sono a bizzeffe qui in Brasile, per i quali un PC a basso costo sarebbe il primo passo per migliorare il livello educativo generale. (I libri di carta costano troppo!)Sospetto che ci siano altri motivi per questo rifiuto del governo indiano, motivi che hanno origine in una cittadina di nome Redmond. (cylon)- Scritto da:
      http://www.amidasimputer.com/
      [img]http://www.amidasimputer.com/tour/amida_simpl
      [img]http://www.amidasimputer.com/gallery/amida_ho

      che se ne fanno di un (pursempre fantastico!) pc
      per poveri, quando hanno un progetto simile
      (appena lanciato sul mercato interno, tra
      l'altro)?

      e poi bisogna ricordarsi che l'India sarà tra
      pochi anni una delle prossime superpotenze
      mondiali (alla facciazza nostra e di tutte le
      nostre industrielle da 2 soldi a
      innovazione==zero) e che sono sempre stati molto
      indipendenti (se la sono presa, la libertà, e non
      con la violenza ma con la disubbidienza
      civile)...
      grande(anche di numero) popolo, gli Indi!

      quindi...è meglio che il pc da 140$ inizino ad
      inviarlo qui nei paesi
      nextpoveri...
      ...e io mi piglio pure un'amida....

      (amiga)
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione !!!
    Giustamente gli indiani guardano al problema sul piano razionale, senza farsi abbagliare dalle mode del momento. Ovvio che se in un villaggio manca la scuola, dargli dei PC mi sembra assurdo. In Italia si pensa che basti dotare una scuola di PC e mettere in piedi una "aula informatica" perchè la cultura informatica si diffonda. Così, come per contagio.Per fare le cose fatte bene servirebbe anche un piano educativo e personale formato adeguatamente. Ma queste 2 cose sono molto impegnative ..... " vabbè, intanto cacciamo i soldi e accattiamoci i PC, poi se il genio c'è, emergerà. "(canticchiando)" basta che c'è 'sto sole basta che c'è 'sto mare etc. "
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione !!!
      - Scritto da:
      Giustamente gli indiani guardano al problema sul
      piano razionale, senza farsi abbagliare dalle
      mode del momento. Ovvio che se in un villaggio
      manca la scuola, dargli dei PC mi sembra assurdo.Domando: il grano per i piccì lo cacciano loro?


      In Italia si pensa che basti dotare una scuola di
      PC e mettere in piedi una "aula informatica"
      perchè la cultura informatica si diffonda. Così,
      come per
      contagio.L'idea non è italiana: che sia la fame di $?
      Per fare le cose fatte bene servirebbe anche un
      piano educativo e personale formato
      adeguatamente. Ma queste 2 cose sono molto
      impegnative .....Domando: a cosa gli serve un pc, quando non sono ancora arrivati all'industrializzazione? Ci mandano le mail per far transitare i soldi sui nostri c/c, come hanno fatto i nigeriani?

      " vabbè, intanto cacciamo i soldi e accattiamoci
      i PC, poi se il genio c'è, emergerà.
      "Già, qualche scrittore di virus da milardi di danni, che poi sarà assunto da aziende di sicurezza informatica, suppongo
      (canticchiando)
      " basta che c'è 'sto sole
      basta che c'è 'sto mare
      etc. "
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione !!!

        Domando: a cosa gli serve un pc, quando non sono
        ancora arrivati all'industrializzazione? Ci
        mandano le mail per far transitare i soldi sui
        nostri c/c, come hanno fatto i
        nigeriani?non sono arrivati all'....(rotfl)(rotfl)(rotfl)no, è meglio che ti informi!http://it.wikipedia.org/wiki/Indial'India con la Cina e più tardi i paesi sudAmericani sono le prossime (forse neanche 20 anni, he!) superpotenze modiali!certo, hanno gravi problemi interni, ma questo non li ferma!a noi Italiani converrebbe stringere forti alleanze con un paese come questo...noi al massimo facciamo scarpe e pastasciutta, loro tutto il resto...[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/55/Emblem_of_India.svg/80px-Emblem_of_India.svg.png[/img]grandiosi gli Indi!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ha ragione !!!
          finchè danno salari da fame crescono , poi rallentano pure loro :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ha ragione !!!
            - Scritto da:
            finchè danno salari da fame crescono , poi
            rallentano pure loro
            :De com'è che qui anche con salari da famel'economia non cresce ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ha ragione !!!
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            finchè danno salari da fame crescono , poi

            rallentano pure loro

            :D
            e com'è che qui anche con salari da fame
            l'economia non cresce ?perchè noi abbiamo superato l'apice e siamo in caduta libera.
      • Anonimo scrive:
        Terzo mondo = sempre Terra
        - Scritto da: Roberto72
        Domando: a cosa gli serve un pc, quando non sono
        ancora arrivati all'industrializzazione? Ma i paesi poveri non sono mica in un altro pianeta! Certo che nei villaggi rurali non riconoscono neppure un PC, ma nelle (poche) città ci sono situazioni diverse, più vicine al concetto occidentale. E' una delle ragioni per le quali in molte nazioni la popolazione migra e si aggrega (magari nelle baraccopoli periferiche) alle città, abbandonando una campagna incapace di sostenerli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione !!!
      Il Laptop di Negroponte non va inteso come una panacea, ma come un aiuto che si deve aggiungere ad altri miglioramenti... pensa comunque ai villaggi più sperduti, non puoi mica fare una scuola in ognuno, o magari al massimo ognuno potrebbe avere un maestro per le prime classi elementari, col Laptop a bassissimo consumo e connessione wireless gli studenti potrebbero avere lezioni a distanza dalla scuola maggiore più vicina, più insegnanti a disposizione, tanti testi online, enciclopedia, ricerche, etc.I figli dei contadini, che di giorno aiutano la famiglia nei campi, potrebbero frequentare la scuola serale senza difficili spostamenti notturni.
  • Anonimo scrive:
    aumento improvviso del prezzo?
    embè? non dovevano costare 100 dollari? che è sto aumento del 40%? quando in campo informatico la componentistica può solo scendere di prezzo? a ladri!
    • Fiamel scrive:
      Re: aumento improvviso del prezzo?
      - Scritto da:
      embè? non dovevano costare 100 dollari? che è sto
      aumento del 40%? quando in campo informatico la
      componentistica può solo scendere di prezzo? a
      ladri!Ti sei perso un pezzo della storia.E' dovuto ad un miglioramento dello schermo (e se non ricordo male poco altro).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 luglio 2006 15.54-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: aumento improvviso del prezzo?
      - Scritto da:
      embè? non dovevano costare 100 dollari? che è sto
      aumento del 40%? quando in campo informatico la
      componentistica può solo scendere di prezzo? a
      ladri!Il petrolio, i trasporti, la siccità... signo' le lascio aggratis un mazzetto de prezzemolo e stamo pari. :)CMQ, quello da 140$ è il prezzo della prima serie, che ammortizza i costi di ricerca e sviluppo e uno schermo più efficace all'aperto. La dichiarazione ufficiale è di poter far scendere il prezzo man mano che la produzione decolla (invece di continuare a cambiare i componenti per tenere il prezzo equivalente, come succede abitualmente con i PC sui nostri mercati). Vedremo se mantengono le promesse.
      • Anonimo scrive:
        Re: aumento improvviso del prezzo?
        Personalmente rispetto sia il progetto di Negroponte che la posizione indiana, la realtà indiana, poi, è molto più avanti, a parte le province più povere, del target ideale del PC a manovella... comunque anche in India, nei villaggi più isolati il laptop di Negroponte potrebbe essere uno strumento utile... magari, come ha fatto notare qualcun altro, l'India preferisce adottare i PC a basso costo prodotti dalle sue industrie, aiutando così anche direttamente la propria economia.Inoltre è un punto d'orgoglio delle scuole indiane di sfornare ottimi matematici, mentre già con l'uso eccessivo delle calcolatrici tascabili a scuola, ben prima del boom informatico, i paesi anglosassoni stavano rischiando l'analfabetismo aritmetico.La preparazione matematica è preziosa per gli studenti indiani, spesso li fa primeggiare nelle selezioni per lavori presso società occidentali.
      • Anonimo scrive:
        Re: aumento improvviso del prezzo?

        La dichiarazione ufficiale è di poter far
        scendere il prezzo man mano che la produzione
        decolla (invece di continuare a cambiare i
        componenti per tenere il prezzo equivalente, come
        succede abitualmente con i PC sui nostri
        mercati).da noi i compenenti cambiano am i prezzis cendono, dall'anno scorso a quest'anno si sono quasi diemzzati.Personal computer a partire Yashi con 2 anni di garanzia a partire da 279 euro iva inclusa e notebook acer/asus/hp a partire da 500 euro iva inclusa, scusa se è poco
  • Anonimo scrive:
    LAPTOP E DIGITAL DIVIDE
    "Digital divide" significa il gap informatico tecnologico sia HW che SW insuperabile tra i cosiddetti Paesi ricchi e i cosiddetti Paesi poveri.I Paesi ricchi lo diventeranno sempre di più mentre i Paesi poveri sono condannati all' arretratezza economica, tecnologica, scientifica.Una gran brutta condanna che alcuni lungimiranti personaggi dei Paesi ricchi vogliono eliminare dando opportunità di informatizzazione a bassi costi anche ai Paesi poveri, vedi piani di informatizzazione di Paesi come il Brasile, dell' America Latina, Cuba, e molti altri Paesi asiatici.
    • Anonimo scrive:
      Re: LAPTOP E DIGITAL DIVIDE
      - Scritto da: Alien.
      "Digital divide" significa il gap informatico
      tecnologico sia HW che SW insuperabile tra i
      cosiddetti Paesi ricchi e i cosiddetti Paesi
      poveri.
      I Paesi ricchi lo diventeranno sempre di più
      mentre i Paesi poveri sono condannati all'
      arretratezza economica, tecnologica,
      scientifica.
      Una gran brutta condanna che alcuni lungimiranti
      personaggi dei Paesi ricchi vogliono eliminarePero' accade anche che i paesi poveri si arricchiscano e quelli ricchi si impoveriscano, e' sempre successo, accade anche oggi.Quindi "condanna" e' esagerato e fuorviante.
      • Anonimo scrive:
        Re: LAPTOP E DIGITAL DIVIDE
        Bravo ! Fra qualche decina di anni vediamo quali sono i paesi poveri... potremmo avere qualche sorpresa...
        • Anonimo scrive:
          Re: LAPTOP E DIGITAL DIVIDE
          - Scritto da:
          Bravo ! Fra qualche decina di anni vediamo quali
          sono i paesi poveri... potremmo avere qualche
          sorpresa...con profondo timore per il futuro ti quoto.
        • Anonimo scrive:
          Re: LAPTOP E DIGITAL DIVIDE
          - Scritto da:
          Bravo ! Fra qualche decina di anni vediamo quali
          sono i paesi poveri... potremmo avere qualche
          sorpresa...Se ti riferisci alla posizione dell'italia (I minuscola!) nessuna sorpresa.Le basi economiche del futuro sono chiaramente avvertibili e tutti gli economisti di un certo livello sono d'accordo (in privato, poi in pubblico prevale l'appartenenza)
          • Anonimo scrive:
            Re: LAPTOP E DIGITAL DIVIDE
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Bravo ! Fra qualche decina di anni vediamo quali

            sono i paesi poveri... potremmo avere qualche

            sorpresa...

            Se ti riferisci alla posizione dell'italia (I
            minuscola!) nessuna
            sorpresa.
            Le basi economiche del futuro sono chiaramente
            avvertibili e tutti gli economisti di un certo
            livello sono d'accordo (in privato, poi in
            pubblico prevale
            l'appartenenza)e cioò caduta libera senza paracadute...
      • Anonimo scrive:
        Poveri e Ricchi


        I Paesi ricchi lo diventeranno sempre di più

        mentre i Paesi poveri sono condannati all'

        arretratezza economica, tecnologica,

        scientifica.
        Pero' accade anche che i paesi poveri si
        arricchiscano e quelli ricchi si impoveriscano,
        e' sempre successo, accade anche
        oggi.
        Quindi "condanna" e' esagerato e fuorviante.Esempi concreti, dalla fine della seconda guerra mondiale? Ci sono state oscillazioni nelle graduatorie, ma non è che in sessant'anni sia chiaramente cresciuta la ricchezza in paesi poveri (all'interno del singolo stato la ricchezza può aver cambiato padrone, ma io parlo dello stato nel suo complesso).Vedere il film Syriana, soprattutto inclusi i commenti compresi negli extra su DVD, mi sembra un facile punto da cui partire per gli approfondimetni doverosi...
        • Anonimo scrive:
          Re: Poveri e Ricchi
          - Scritto da:


          I Paesi ricchi lo diventeranno sempre di più


          mentre i Paesi poveri sono condannati all'


          arretratezza economica, tecnologica,


          scientifica.


          Pero' accade anche che i paesi poveri si

          arricchiscano e quelli ricchi si impoveriscano,

          e' sempre successo, accade anche

          oggi.

          Quindi "condanna" e' esagerato e fuorviante.

          Esempi concreti, dalla fine della seconda guerra
          mondiale?
          Cina, Irlanda, Spagna, Corea del Sud, Italia, Taiwan, Singapore, Thailandia, Malesia, Libia, Messico, Cile, etc...
Chiudi i commenti