Il problema di alcuni MacBook? Stingono

Così dicono alcuni acquirenti dell'ultimo laptop di Apple. Hanno creato un sito e chiedono spiegazioni all'azienda: dopo tre settimane, dicono, i MacBook perdono colore sulle plastiche poggiapolso

Roma – Alcuni possessori di computer MacBook, la nuova linea di laptop targati Apple ed equipaggiati con processori Intel , hanno lanciato una protesta online per chiedere spiegazioni riguardo a quello che definiscono esplicitamente prodotto difettato : il rivestimento in plastica dei computer, dicono gli organizzatori della campagna d’informazione StainedBook , perderebero colore dopo poche settimane d’uso.

“Un numero consistente di utenti Apple in tutto il mondo”, si legge sul sito ufficiale dell’iniziativa, “ha lamentato la rapida comparsa di strane macchie sulle plastiche poggiapolso dei MacBook”. Queste macchie d’usura , evidentemente antiestetiche, apparirebbero comunemente attorno alla zona del touchpad e del bottone d’accensione del portatile, “con colori che vanno dall’arancione al grigiastro”.

L’azienda di Cupertino, stando a quanto sostengono i responsabili di StainedBook, avrebbe “bloccato i vari messaggi apparsi sul loro forum online di supporto tecnico e che parlavano proprio di questo problema: dov’è la libertà d’espressione?”. I motivi di queste insolite decolorazioni, secondo varie speculazioni da parte degli stessi utenti, possono essere varie: dalla porosità delle plastiche utilizzate nei MacBook, che assorbirebbero sudore e pelle esfoliata per poi ammuffire, fino a probabili ed inspiegabili reazioni chimiche tra sebo e polimeri.

La multinazionale della Mela non ha ancora risposto alle lamentele di questo gruppo d’utenti, fin qui a quota 83 membri: “Apple ha fatto 116.200 dollari con i nostri soldi”, si legge bene in evidenza sul sito della protesta. Tuttavia, in base ad un articolo pubblicato su News.com , alcuni clienti di Apple sarebbero riusciti a restituire i MacBook macchiati ed ottenerne di nuovi, rivolgendosi direttamente ai centri assistenza Apple.

C’è chi sostiene che il problema sia riconducibile a motivi d’igiene personale, ma secondo Apple Defects , un’altra associazione dedita ad esporre le ragioni degli utenti insoddisfatti, “nessun tipo di detergente naturale o chimico riesce a togliere le macchie”. Nel caso dell’acquisto di uno dei MacBook afflitti dal problema, ricordano gli esperti, è bene non rischiare di deteriorare ulteriormente le plastiche tentando di pulirle con acetone o altri solventi: il danno sarebbe irreparabile.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti