Apple tra bug e patch

I problemi più diversi assediano Cupertino: dalle difficoltà di iTunes ai bug di Panther e FireWire fino ai singhiozzi di Jaguar e alle cause giudiziarie. Colpa del vento solare


Roma – Non è un periodo esaltante per Apple nonostante gli ottimi risultati di mercato fin qui conseguiti dai suoi servizi iTunes e dalle vendite dei suoi iPod, i player multimediali invidiati dalla concorrenza. Non è esaltante perché nel giro di pochi giorni si sono sommati una serie di problemi tecnici, disguidi ed altro che hanno offuscato seppure temporaneamente i brillanti orizzonti della Mela .

Il problema probabilmente più rilevante è quello che ha colpito alcuni utenti di Panther, l’ultima release di Mac OS X, capace in taluni casi di disabilitare o addirittura cancellare i dati presenti sugli hard disk FireWire esterni. “Apple – si legge in una nota – ha identificato un problema con i dischi rigidi FireWire esterni che utilizzano il chipset 922 della Oxford con firmware 1.02 e che può portare alla perdita di dati sul disco rigido”. Questa versione della faccenda non è del tutto accettata dalla stessa Oxford Semiconductors secondo cui il problema è legato al modo in cui Panther sfrutta FireWire e all’utilizzo di un firmware che può essere già aggiornato. Secondo fonti interne alla Oxford, del bug sapevano sia Oxford che Apple prima delle release finale di Panther.

Il clima teso di questi giorni non è stato aiutato dalla vicenda che ha riguardato alcuni utenti di PowerBook, i nuovi modelli con schermo a 15 pollici. Sono più di mille quelli che hanno firmato una petizione on line per chiedere ad Apple di riconoscere l’esistenza di un problema con gli schermi LCD, laddove a molti appaiono fastidiose macchie bianche . La petizione chiede che Apple sistemi la cosa o dia indietro i soldi anche a chi non ha esercitato il diritto di recesso entro dieci giorni dall’acquisto. Alcuni sostengono infatti che le macchie sarebbero emerse sempre di più vistosamente con il passare dei giorni. Altri affermano che, persino dopo un intervento di riparazione, le macchie hanno ricominciato ad apparire. Al momento Apple ha dichiarato che sta cercando di capire la genesi del problema.

Dopo esser corsa ai ripari e sistemati i malfunzionamenti del nuovo iTunes per Windows , Apple ha dovuto smentire che le versioni di Mac OS X precedenti a Panther sarebbero state “abbandonate a se stesse”. In una nota, l’azienda ha sottolineato che continuerà a lavorare per migliorare la sicurezza del sistema e per rimediare ai buchi individuati dagli esperti di @Stake sulla release 10.2. La smentita è arrivata dopo che in molti si erano interrogati sul senso di una nota di Apple che, lanciando Panther, aveva sottolineato la presenza di una serie di “upgrade di sicurezza”, una dichiarazione che aveva indotto qualcuno a ritenere che tali upgrade non sarebbero stati supportati nella versione precedente del sistema operativo.

Su tutt’altro fronte, invece, Apple ha confermato la propria intenzione di chiudere extragiudizialmente il caso nato dalle denunce di alcuni acquirenti di G3. Il motivo del contendere risiedeva nell’effettivo supporto di Mac OS X per i G3 , un supporto che secondo l’accusa non sarebbe mai stato implementato a dovere. Gli astronomi comunque informano che la violenza del vento solare va riducendosi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' la memoria quella che conta più...
    ...di qualche GHz. Povera intel fra un anno dovra' tiral fuori perforza qualcosa di migliore e veloce altrimenti diventerà solo un vecchio ricordo.Sai i colpi che piglierà in borsa fra 12 mesi !!
  • Anonimo scrive:
    Io non uso cpu Intel da quando hanno mes
    so il serial key!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Non mi fido minimamente degli yanke!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io non uso cpu Intel da quando hanno mes
      Il numero seriale del processore e' facilmente disabilitabile tramite le impostazioni del bios. Anzi, tutti i pc con cpu intel su cui abbia messo mano negli ultimi anni hanno il serial number disabilitato di default (e quindi deve essere esplicitamente abilitato per fungere).
    • avvelenato scrive:
      Re: Io non uso cpu Intel da quando hanno
      il numero di serie è importante.pensa se ad un rivenditore inviassero una partita di p4 a N ghz spacciandola per una partita di p4 a N+M ghz (e dunque overcloccata di default)? sarebbe ingiusto per il cliente (che possiederebbe una cpu meno affidabile e più rumorosa) e farebbe perdere credibilità all'azienda in caso di guasti. avvelenato che non overclocca.
  • Anonimo scrive:
    gli harcore gamer?
    chi sono i gamer di arcore? Apicella e Berlusconi? :P
  • Parliamone scrive:
    Ma in termini pratici...
    ... La cache di terzo livello da' davvero vantaggi ai gamer?Com'e' che ai tempi del Celeron, quello senza cache L2, l'uso consigliato erano proprio i giochi 3D, dato che "sono l'applicazione che perde meno, in proporzione, dall'assenza della L2" :( ?Mi puzza di trovata puramente commerciale :(
    • avvelenato scrive:
      Re: Ma in termini pratici...
      penso che in linea di massima qualunque programma che fa uso di memoria più che di i/o possa essere ottimizzato per avvantaggiarsi di una notevole quantità di cache.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma in termini pratici...
        - Scritto da: avvelenato
        penso che in linea di massima qualunque
        programma che fa uso di memoria più che di
        i/o possa essere ottimizzato per
        avvantaggiarsi di una notevole quantità di
        cache.ma i giochi non erano famosi per non essere ottimizzati in quel senso ?e qui torna "l'esistenza" del celeron...infatti a parità di clock, nei giochi come prestazioni siamo lì, nel rendering 3D per esempio, i celeron sono fermi...
  • Anonimo scrive:
    NON VEDO COSA...
    non vedo cosa possa servire. Monto i miei video professionali con un PIII 500Mhz scheda AV master dischi Scasi... velocissimo.a meno che nn devo fare servizi per il telegiornale......da mandare in onda 5 minuti dopo........Giò
    • lattenero scrive:
      Re: NON VEDO COSA...
      - Scritto da: Anonimo
      non vedo cosa possa servire. Monto i miei
      video professionali con un PIII 500Mhz
      scheda AV master dischi Scasi...
      velocissimo.

      a meno che nn devo fare servizi per il
      telegiornale......da mandare in onda 5
      minuti dopo........

      GiòSenza offesa, fai davvero tenerezza.. :)Ah, "a meno che non debba" sta decisamente meglio :)
  • Anonimo scrive:
    patetico
    sì, per gli utenti più pirla, 1000$ all'ingrosso per una cpu, il prezzo di un sistema completo... non ho parole, e ci sarà gente che la compra, dovrebbero solo vergognarsi a proporre certa roba... io invece sto contento con il mio barton 2500+ che gira stabile come una roccia 3200+ con dissipatore e voltaggio standard... il prezzo? 100?...
    • Anonimo scrive:
      Re: patetico
      - Scritto da: Anonimo
      sì, per gli utenti più pirla, 1000$
      all'ingrosso per una cpu, il prezzo di un
      sistema completo... non ho parole, e ci sarà
      gente che la compra, dovrebbero solo
      vergognarsi a proporre certa roba... io
      invece sto contento con il mio barton 2500+
      che gira stabile come una roccia 3200+ con
      dissipatore e voltaggio standard... il
      prezzo? 100?...Concordo col dire che 1000$ e' patetico. Mi spiace per te, ma il tuo barton oramai e' fuori scala nei benchmark. Se noti il confronto lo hanno fatto con un 64bit ...PS.: Forza AMD!
    • Anonimo scrive:
      Re: patetico
      1) Se immettono un processore sul mercato con tale prezzo, è evidente che qualche acquirente pollo ci sia;2) E' giocoforza che una cpu appena uscita (specialmente se Intel) - per quante poche innovazioni possa contenere rispetto alla generazione precedente - costicchi parecchio..
    • Anonimo scrive:
      Re: patetico
      rotflil barton va la metà in P4 di pari frequenza
  • avvelenato scrive:
    p 4 emergency edition
    la verità è che se la stanno a fare sotto per l'uscita sul mercato degli Amd a 64, e per non perdere la faccia almeno con i loro tifosi (troll) più accaniti, tirano fuori questa cpu assurda che vien bene giusto a chi meditava di acquistare uno xeon (l'unico target al quale potrebbe convenire un acquisto simile)ma siamo pazzi! 1k? a CPU?! (e parlo del prezzo all'ingrosso!)ma cose da pazzi! con quei soldi mi fò un dual processor piuttosto! (anzi, volendo anche con meno) avvelenato che fino a quando le cpu intel saranno così costose preferisce amd.
    • Numero28 scrive:
      Re: p 4 emergency edition
      - Scritto da: avvelenato
      ma siamo pazzi! 1k? a CPU?! (e parlo del
      prezzo all'ingrosso!)forse non ti ricordi quanto costavano i primi xeon con 1, 2 e 4 mega di cache.... con quei soldi oggi ci prendi un dual Opteron... MA TUTTO IL COMPUTER COMPLETO !!! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: p 4 emergency edition
        - Scritto da: Numero28

        - Scritto da: avvelenato

        ma siamo pazzi! 1k? a CPU?! (e parlo del

        prezzo all'ingrosso!)

        forse non ti ricordi quanto costavano i
        primi xeon con 1, 2 e 4 mega di cache....
        con quei soldi oggi ci prendi un dual
        Opteron... MA TUTTO IL COMPUTER COMPLETO !!!
        ;)Forse non hai visto i prezzi dei nuovi itanium2 ... mi ci compero un quadri-opteron !!! (vabbe' ... sto esagerando :-)Pure gli opteron infatti sono costosissimi.
    • Salvatopo scrive:
      Re: p 4 emergency edition
      Emergency Edition......mi hai tolto le parole di bocca... :DOramai il P4 è alla frutta secondo me, anche perchè la gente si sta rendendo conto che la corsa ai Ghz non è l'unica cosa che importa in un PC.
  • Anonimo scrive:
    EE? Emergency Edition!
    come disse qualcuno su slashdot....
Chiudi i commenti